PRIMI IN SICUREZZA: “UN’IDEA INNOVATIVA PER LA SCUOLA E LA SOCIETA'”


Il periodico-newsletter Info Rossini Trading Spa ha dedicato ampio spazio alla 10a edizione di Primi in Sicurezza pubblicando una intervista a Roberto Alborghetti, direttore di Okay! La riproponiamo sul nostro sito, pensando sia un significativo contributo di idee per tutti, soprattutto per le scuole italiane che in tutti questi anni hanno preso parte all’iniziativa.

 Siamo alla decima edizione di questa iniziativa, quali sono le emozioni che le hanno dato tutti questi anni di concorso?

 Penso che l’emozione più forte nasca dal fatto di verifcare, ogni anno, come un tema ritenuto obiettivamente “difficile” come quello della prevenzione degli infortuni sul lavoro, raccolga attenzione ed interesse nel mondo della scuola. Quando con Marco Rossini nacque l’idea di “Primi in Sicurezza”, avevamo considerato la “non popolarità” dell’argomento e comunque la complessità dei contenuti di un messaggio che doveva arrivare a tutta la scuola, dalle materne alle superiori. L’appoggio dell’Anmil – e la convinzione che dovevamo accettare la sfida – hanno prodotto i risultati che sono sotto i nostri occhi. “Primi in Sicurezza” è a tutt’oggi l’unica iniziativa – sistematica e  continuativa – che a livello italiano ed europeo coinvolge la scuola in una riflessione che dura tutto l’anno su un tema decisivo per il nostro futuro. Ed anche questo fatto è fonte di emozione e di orgoglio, per tutti noi.         

 Crede che questa attività di sensibilizzazione indirizzata ai più piccoli possa portare dei frutti tra i lavoratori di domani?

 E’ sempre difficile prevedere cosa riserva il futuro, per i singoli e per la collettività. Sicuramente “Primi in Sicurezza” è un contributo alla didattica ed alla cultura, oltre che un invito a considerare una problematica che tocca profondamente la società.  Il fatto che parli alle nuove generazioni fa sperare che i cittadini ed i lavoratori di domani siano poi maggiormente sensibilizzati sulla necessità di prevenire il fenomeno degli infortuni sul lavoro. E fondamentalmente, la nostra iniziativa, agisce sulle leve del cambiamento di una mentalità culturale che ha sempre purtroppo considerato l’infortunio sul lavoro come una mera fatalità. In questi ultimi due anni, i dati segnalano una leggera diminuzione del numero degli incidenti, che rimane comunque sempre molto alto. E’ una tendenza positiva, che possiamo proiettare su uno scenario sociale in cui fatti ed episodi drammatici, accaduti nel nostro Paese sui luoghi di lavoro, hanno contribuito a scuotere le coscienze.    

 Ci sono dei lavori che le sono rimasti particolarmente impressi per originalità o forte impegno?

 E’ sempre problematico citare un prodotto rispetto ad un altro. In tutti i lavori leggiamo sempre un grande impegno, un singolare sforzo di approfondimento ed una straordinaria capacità di tradurre in senso creativo le “piste didattiche” di volta in volta proposte. Direi che mi colpiscono sempre i lavori che arrivano dalle scuole materne. Noto, dietro tabelloni e plastici colorati, una vivacità pedagogica frutto di un grande entusiasmo da parte di tanti insegnanti, ai quali va il nostro ringraziamento. Essi sanno  accettare la sfida di coinvolgere bimbi, dai tre ai cinque anni, in un percorso che li porta ad interrogarsi sul lavoro, a raccontare le fatiche dei propri genitori, a disegnare i rischi cui mamma e papà spesso vanno incontro nella propria occupazione. Ne esce la narrazione di un’Italia sorprendentemente attenta e sensibile. Un’Italia che, spesso, sfugge anche gli occhi degli stessi media.            

 La vostra rivista propone diversi concorsi a tema, secondo la Sua esperienza, da parte di insegnanti e genitori c’è abbastanza attenzione sul tema della sicurezza del lavoro?

 Tra le iniziative promosse da Okay!, “Primi in Sciurezza” è sempre tra quelle che raccoglie il maggior numero di adesioni e di lavori di grande profilo didattico e pedagogico. Se guardiamo agli elaborati pervenuti nell’arco di dieci anni, non solo essi ci offrono lo spaccato di un’Italia – come dicevo prima – attenta e sensibile, ma anche motivata nel capire e prevenire una “piaga” che ogni anno presenta un altissimo costo sociale. Penso che “Primi in Sicurezza” abbia fornito ai docenti italiani una grande quantità di stimoli che hanno indirettamente prodotto una sorta di “unità didattica” che nessun programma ministeriale ha finora né previsto e né emanato. L’iniziativa di Rossini Trading, Anmil ed Okay! ha di fatto disegnato un singolare codice di educazione civica che è stato costruito dal basso, dalla base, con il contributo diretto di alunni, docenti e famiglie. E’, questo, un altro risvolto che qualifica “Primi in Sicurezza” e la sua carica di innovazione e creatività.

FENOMENI: TRENT’ANNI DI CARTOONS (1982-2012)


 

di GIANNI SORU

Gennaio: “L’ISOLA DEL TESORO” (Rai): il piccolo Jim, assieme al capitano Silver si imbarcano e vanno alla ricerca di un grosso tesoro. “BEM” (Retequattro): Bem, Bero, Bera, ovvero padre, figlio e moglie, sono 3 mostri con aspetto umano e lottano contro altri terribili mostri. “L’UCCELLO YANKIE DO DO” (Retequattro): La Squadra Avvoltoi da la caccia al piccione viaggiatore Yankie do do, il capo della squadra è Dustardly, suo braccio destro il cane Muttley che mira solo ad avere medaglie. “IL SUPERSEGRETISSIMO AGENTE SCOIATTOLO” (Retequattro): lo scoiattolo agente segreto in possesso di armi supertecnologiche da la caccia ai criminali, è assistito dal suo amico Talpa. “ATOM LA FORMICA ATOMICA” (Retequattro): la piccola formica dalla super forza, vive in un formicaio, si allena con i pesi e quando qualcuno ha bisogno di aiuto è pronta ad intervenire. “L’UOMO TIGRE IL CAMPIONE” (Euro TV): Naoto Date viene allevato dalla malvagia organizzazione Tana delle Tigri, decide di ribellarsi e di diventare onesto, così sarà costretto a lottare contro malvagi e violenti lottatori in pericolosi scontri di ketch. “I BOM BOM MAGICI DI LILLY” (Retequattro): grazie a dei confetti blu la piccola orfana Lilly può crescere di 10 anni, mangiando quelli rossi diventa più piccola di 10 anni e così affronta la vita quotidiana ed i suoi problemi. “BELFY E LILLIBIT” (Italia 1): due graziosi elfy, amici per la pelle, vivono nel bosco in bellissime casette, e passano le loro giornate assieme agli altri piccoli elfy giocando e scoprendo tante cose nuove.

Febbraio: “GALAXY EXPRESS 999” (Rai): Masai è alla ricerca di un corpo meccanico, viaggerà a bordo del treno Galaxy, in grado di volare; è affiancato dalla bella Maisha, gireranno nei diversi pianeti dell’universo. “MARCO” (Rai): il piccolo Marco parte da Genova assieme alla sua scimmietta Peppino, e va alla ricerca della sua mamma di cui non ha più notizie, arriverà fino in Argentina. “JENNY LA TENNISTA” (Italia 1): vuole diventare una brava giocatrice di tennis, si iscrive al liceo Mishi, suo idolo Madama Butterly, regina del tennis giapponese. L’allenatore Jeremy allenerà Jenny fino a farla diventare la migliore.

Marzo: “JEANIE DAI LUNGHI CAPELLI” (Retequattro): innamorata del bel Robert, Jeanie attenderà che passi la guerra di secessione e pregherà che il suo amato torni dalla guerra sano e salvo. “ANGIE GIRL” (Italia 1): ha 12 anni e vive nella Londra della regina Vittoria, aiutata da Scotland Yard, Angie riesce a risolvere i misteri più difficili. “CHOBIN IL PRINCIPE STELLARE” (Italia 1): proveniente dal pianeta di Stella Stellare, si rifugia sulla terra dal cattivo re Brunga. Grazie all’orologio Goccia di Stella può comunicare anche con gli animali e comincia una guerra contro i mostri mandati dal cattivo pipistrello.  “LADY OSCAR” (Italia 1): sesta figlia della famiglia Jearjes, Oscar, ragazza bellissima, verrà allevata come un maschio, adoperando spada e pistola, e diverrà la guardia della regina Maria Antonietta, vivendo l’epoca della Rivoluzione Francese.  “BABIL JUNIOR” (Retequattro): Koiki capirà di essere il discendente di Babil I, imparerà a conoscere ed usare i suoi super poteri, ed affiancato da Poseidon, Ropuros e Roden, lotterà contro il malvagio Yomi che vuole dominare il mondo. “ROCKY JOE” (Italia 1): ragazzo ribelle, scontroso e violento, dopo essere stato arrestato e messo in prigione, verrà notato da Danbei, un alcolizzato ex campione di boxe, che allenerà Rocky e gli farà disputare tanti incontro sul ring. “L’INVINCIBILE NINJA KAMUI” (Telemontecarlo): è un agente segreto che impara tutte le tecniche ninja e decide poi di ribellarsi dalla sua setta, sarà così costretto a lottare contro quelle persone che lo hanno addestrato. “ISABELLE DE PARIS” (Retequattro): epoca della Rivoluzione Francese, Isabelle ama Victor, che però è innamorato di sua sorella Genevieve, però lei ama Jules. Scian invece è l’amico di infanzia di Isabelle, ma non le ha mai dichiarato il suo amore. 

Aprile: “LAURA” (Canale 5): siamo nell’800, Laura è la più piccola delle 5 figlie Ingalls, famiglia povera che dovrà riuscire a sopravvivere alla carestia lavorando e spostandosi in continuazione. “SUPERAUTO MACH 5 GO! GO! GO!” (Italia 1): Speed Russel eredita dal padre la bellissima automobile Mach 5, in possesso di 7 segreti, con i quali parteciperà alle più importanti e difficili gare automobilistiche. “BELLE E SEBASTIEN” (Italia 1): Sebastien è un bambino allevato dal nonno, vuole andare alla ricerca della sua mamma, farà amicizia con il bellissimo cane bianco Belle, di cui tutti hanno paura, ed assieme intraprenderanno questo lungo viaggio. “LALABEL” (Italia 1): caduta dal regno magico situato sopra le nuvole, cerca di rimpossessarsi di una delle 2 valigie magiche che gli è stata rubata dal mago Biscus, e con il quale, una volta giunti sulla terra, dovrà scontrarsi in duelli magici, Lalabel dal suo medaglione può tirare fuori una bacchetta magica. ”ASTROBOY” (Rai): Astor è il figlio del dottor Bonython, una volta perso il figlio in un incidente, cercherà di riportarlo in vita sotto forma di robot. Il bimbo, dalla super forza, ed in grado di volare, metterà i suoi poteri al servizio dell’umanità. “LE NUOVE AVVENTURE DI LUPIN III” (Euro TV), la seconda serie del ladro simpatico, che assieme al pistolero Jighen, al samurai Gaemon ed alla bella Margò, ruba tutto ciò che ha un grandissimo valore. Alle sue calcagne sempre l’ispettore Zenigata.

Maggio: “CUORE” (Retequattro): Enrico vive nella Torino dell’800, frequenta la 5 elementare, ogni giorno il loro maestro Perboni, legge un racconto e da qui i ragazzi dovranno imparare la vita e il suo significato. “MONCICCI’” (Canale 5): un’orsacchiottina innamorata dal suo Moncicciò, con il quale passerà le sue giornate facendo tante cose e vivendo tante avventure. “I SUPERGLOBETROTTERS” (Retequattro): 5 bravissimi giocatori di basket nascondono un segreto, in caso di pericolo entrano in azione trasformandosi in 5 super eroi dai super poteri: Multi Man, Uomo Pallone, Uomo Bazar, Uomo Spaghetto e Fluid Man.

Agosto: “SAM RAGAZZO DEL WEST” (Italia 1): allevato dai peggiori malviventi del West, i fratelli Wingate, Sam diventa un abilissimo pistolero, una volta cresciuto vorrà mettere la sua abilità al servizio dei più deboli.

Settembre: “PICCOLE DONNE” (Canale 5): Jo, Beth, Meg ed Emi, sono le 4 sorelle March, vivono durante la guerra di secessione assieme alla loro mamma, in attesa che il loro papà torni dalla guerra, passano le loro giornate con i problemi dell’adolescenza. “LA MACCHINA DEL TEMPO” (Telereporter): Junko e Tampei, devono andare alla ricerca del dottor Kida, viaggeranno in diversi luoghi grazie a delle macchine del tempo a forma di insetti. A dargli la caccia c’è il trio di Margò, convinti di trovare un grosso tesoro. “MIMI’ E LE RAGAZZE DELLA PALLAVOLO” (Italia 1): Mimì Miceri gioca nella squadra di Tachibana, riesce a formare in tempo per i giochi della gioventù una nuova squadra. Tante le squadre e le giocatrici forti che dovranno affrontare: barriera umana, colpo del drago, tiro a 2 mani, servizio a bufera, attacco abbagliatnte…

Ottobre: “I PUFFI” (Canale 5): tutti di colore blu, Brontolone, Pasticcione, Dormiglione, Forzuto, Quattrocchi, Pigrone, Golosone… con un cappello bianco in testa, vivono a Pufflandia in casette a forma di fungo. Capo dei Puffi è il vecchio e saggio Grande Puffo, unica femminuccia e Puffetta. Loro nemico il mago Gargamella e il suo gatto Birba. “CYBORG I 9 SUPERMAGNIFICI” (Italia 1): 9 ragazzi, dopo essere stati uccisi, vengono riportati in vita e tramutati in cyborg. Ognuno di loro è in possesso di un’arma: super velocità, poter volare, super vista, super udito… Gireranno per il mondo cercando i fermare il trio dei Fantasmi Neri. “DORAEMON” (Rai): arriva dal XX secolo, è di colore blu ed ha il Gattopone sulla pancia, ovvero una tasca dove può tirare fuori i Ciuschi, oggetti particolari in grado di realizzare tante cose, vizi ed i capricci del suo amico Guglia.

Novembre: “SAMPEI RAGAZZO PESCATORE” (Telereporter): vive in Giappone ed ama pescare, suo nonno Ippey gli insegnerà tutte le tecniche della pesca e Sampei diverrà un grande pescatore lasciando tutti a bocca aperta, riuscendo a catturare i più famosi pesci come: Carpa con la veste d’Angelo, Trota Arcobaleno, Carpa Dorata, Pesce Dragone… “FLO LA PICCOLA ROBINSON” (Retequattro): con mamma, papà ed i due fratelli Jack e Franz, dovevano partire per l’Australia, ma la nave su cui viaggiavano affonda, si ritrovano così a dover vivere su di un’isola deserta, qui giorno per giorno escogiteranno sistemi ed idee per poter vivere a contatto con la natura e quello che gli offre.

Dicembre: “CALENDAR MEN” (Telereporter): Beppe e Tina assieme alla principessa Domenica, devono andare alla caccia del Cosmo Pavone, la squadra avversaria è quella della Principessa Lunedì, chi troverà il magico volatile, diverrà il re di Calendar. Le battaglie verranno svolte dal robot King Star contro i robot creati da Ottobre e Settembre. “NILS HOGERSSON” (Rai): vive in una fattoria e fa tanti dispetti agli animali, così uno gnomo per punirlo lo riduce a dimensioni piccolissime, comincerà il suo viaggio sul dorso dell’oca Martin, accompagnato dal criceto Carot. “MICROSUPERMAN” (Italia 1): Yanma, Mamezo e Akabe sono 3 piccole-micro persone con le ali, ed in possesso di super poteri. Adoperano i loro poteri contro altri piccoli e malvagi esseri.

GIANNI SORU

“DIVINA QUESTA…COMMEDIA”: UN TESTO PER “SCOPRIRE” A SCUOLA L’OPERA DI DANTE ALIGHIERI


Domenico di Michelino, La Divina Commedia di D...

Image via Wikipedia

Divina questa… Commedia” è un testo che segnaliamo all’attenzione dei docenti. Il volume – scrivono Enzo Noris e Giovanna Rossi, autori della pubblicazione realizzata con la Società “Dante Alighieri, Comitato di Bergamo – “nasce dalla passione per la grande letteratura e dal lavoro svolto, insieme agli alunni, sul testo letterario. La nostra convinzione, ampiamente sperimentata sul campo, è che anche un testo impegnativo e considerato “difficile” come la Divina Commedia riesca a coinvolgere e ad affascinare gli alunni delle ultime due classi della scuola primaria perché affronta le questioni cruciali della vita e della morte, del bene e del male, della colpa e del riscatto, della responsabilità e della libertà. La lingua di Dante possiede inoltre una potenza espressiva tale da imporsi all’attenzione degli ascoltatori di ogni età, soprattutto là dove racconta e mette in scena episodi, situazioni e personaggi di forte impatto emotivo. Per questo motivo abbiamo scelto di illustrare quattro episodi tratti dall’Inferno, la cantica dalle tinte più marcate e di maggiore drammaticità, che risulta comprensibile ad un primo livello anche ai lettori che non hanno ancora affi nato competenze di analisi critica. Si tratta di testi capaci in sostanza di attivare elementari processi interpretativi e sviluppare il senso estetico.”

 Qui sotto i PDF relativi al volume, che contengono informazioni utili e suggerimenti per l’utilizzo in classe del testo. Sono scaricabili gratuitamente.

DIVINA QUESTA COMMEDIA – NOTE E PRESENTAZIONE

DIVINA QUESTA COMMEDIA – COPERTINA

“ILMIBABBO”: UN CLIP CHE STA FACENDO IL GIRO DEL MONDO!


  

Sta davvero facendo il giro del mondo, registrando un vero e proprio record di visite, in tutti i Continenti. E’ il clip “ILMIBABBO” – e la sua versione in inglese “MYDADDY WOUNDED SO MUCH!” – sul tema degli infortuni sul lavoro, dedicato alla X edizione di ”Primi in Sicurezza”, promossa da Rossini Trading Spa, Anmil ed Okay! E’ un fenomeno interessante, inusuale, vedere come un piccolo video – che non ha alle spalle supporti produttivi od investimenti da centinaia di migliaia di euro (come capita anche nelle pubblicità istituzionali) – sia condiviso da decine e decine di siti, che lo hanno incorporato anche attraverso YouTube. Pensiamo sia un contributo originale – e particolare – dato ad uno dei fenomeni più drammatici che toccano l’Italia ed anche il mondo. Un “grazie” agli scolari della Primaria dell’ICS di Piancastagnaio (Siena) che in modo spontaneo ed improvvisato hanno dato vita ad un documento per certi aspetti “unico”.

Un’anticipazione: la copertina del nuovo Okay! – in uscita a metà febbraio – è dedicata a loro! Qui indichiamo solo alcuni dei link relativi ai siti che stanno condividendo il clip, che è on line anche su Youtube e VodPod, condiviso anche su Facebook e LinkedIn.

 http://notizie999.it/a/441669/ilmibabbo:_un_clip_per_fermare_la_strage_dei_morti_sul_lavoro

 http://cinema.massattract.com/video/6DMWmluQauo/ILMIBABBO.html

 http://archive.tellytube.in/video/9BWd4Ll-KQw/MYDADDY-wounded-so-much.html

 http://es.clip-arabe.com/videos_clip-9BWd4Ll-KQw.html

 http://www.filipino-videos.com/ILMIBABBO__6DMWmluQauo.html

 http://www.gorrapuestas.com.ar/v_GP_9BWd4Ll-KQw_GP_MYDADDY-(wounded-so-much).html

 http://giagelia.com/v/6DMWmluQauo.html

 http://www.shwetube.com/video/9BWd4Ll-KQw/MYDADDY-wounded-so-much.html

 http://video.taiga-club.ru/video/9BWd4Ll-KQw/MYDADDY-wounded-so-much.html

 http://www.icesoftware.it/notizia.asp?Id_Not=40

 http://youtube911.com/video/387705/MYDADDY_wounded_so_much

 

 

 

FESTA DEI NONNI SEMPRE PIU’ CONOSCIUTA


 

 

Sempre più italiani conoscono la Festa dei Nonni, che cade il 2 ottobre di ogni anno. Oggi costituiscono il 72 per cento della popolazione nazionale. Questo dato è rimbalzato da una recente ricerca di mercato effettuata dall’Ufficio Olandese dei Fiori, ente che con Okay! – fin dal 1998 – ha ideato e lanciato in Italia la Festa dei Nonni. Altro dato interessante, per una “giornata” così giovane come istituzione: il 42 per cento della popolazione conosce esattamente la data (il 2 ottobre, appunto).

A sottolineare l’importante dato statistico, forse impensabile fino a qualche anno fa, c’è un altro risultato: il 24% degli intervistati ha detto di avere corrisposto un dono ai propri nonni. E’, questo, un riscontro positivo, affiancato del resto dal successo ottenuto dalle nostre iniziative, come “Un Fiore per Voi” e “La Pianta che mi Piace”. Una Festa, quella dei nonni, che riscuote ora grande attenzione anche in Europa.