ANCHE BLOGGERS DALL’AUSTRALIA PER VISITARE LA MOSTRA DELLE “LACER/AZIONI” DI ROBERTO ALBORGHETTI PRESSO L’ANTICA ROCCA ALDOBRANDESCA SUL MONTE AMIATA ( ED HANNO SCRITTO UN MAGNIFICO REPORTAGE!)


 Inaugurata a Piancastagnaio (Siena) “Colori di un’Apocalisse”, la particolare ricerca di colori ed immagini tra la carta lacerata e decomposta dei manifesti pubblicitari. 

Ha subito creato interesse, attenzione (e pure discussioni) la mostra “Colori di un’Apocalisse / La Decomposizione dei Manifesti Pubblicitari” inaugurata il 6 ottobre presso la suggestiva Rocca Aldobrandesca di Piancastagnaio, sul Monte Amiata, in provincia di Siena. In una quarantina di opere (tele, litografie, collages e tre speciali sciarpe di seta in edizione limitata), Roberto Alborghetti racconta – con il linguaggio provocatorio ed affascinante delle sue “lacer/azioni”- una singolare ricerca che l’ha condotto ad esplorare   il mondo incredibile dei residui e dei particolari della carta delle pubblicità lasciati sui muri, lungo le strade di varie città del mondo.

L’apertura della mostra – anticipata da mesi sul Blog Roberto Alborghetti dove le pagine dedicate all’evento sono cliccatissime in tutto il mondo (hanno superato i 60.000 visitatori) – è avvenuta presso la Sala Conferenze del Comune di Piancastagnaio, che hapromosso la mostra con Osa Onlus e con il patrocinio della Provincia di Siena. Il sindaco di Piancastagnaio, Fabrizio Agnorelli, e Nicola Cirocco, presidente di Osa, hanno fatto gli onori di casa nell’incontro che ha visto la presenza di un folto gruppo di studenti, incurositi del particolare linguaggio delle immagini di Alborghetti. Presente anche la signora Stefania Fabbrini, moglie di Roberto Fabbrini, drammaturgo, autore e poeta, scomparso la scorsa estate dopo un sofferto itinerario nella Sla; Alborghetti ha dedicato all’artista amiatino, ed al suo libro “Controcanto”, una tra le più suggestive immagini esposte alla mostra. Tra i primi visitori va segnalata la signora Debra Kolkka, residente in Australia (Brisbane), una blogger internazionale di successo (oltre 330.000 visitatori!) che aveva visto su web le immagini di Alborghetti. Trovandosi in Toscana, la signora Debra non ha voluto mancare la visita alla mostra di “Lacer/azioni”, rimanendo colpita – insieme all’amica Eileen, sempre originaria dell’Australia – dalla bellezza architettonica della Rocca Aldobrandesca e dalle opere in esposizione, che certamente dal vivo suscitano un altro effetto ed altre emozioni. Debra Kolkka ha poi scritto (in inglese, of course!) un meraviglioso reportage, che vi invitiamo a leggere, cliccando su questo link:

http://bagnidilucca.wordpress.com/2012/10/08/an-artist-in-a-castle-in-tuscany/

La mostra “Colori di un’Apocalisse” – con alcuni brani dell’evangelista Giovanni che scandiscono il percorso tra le sette sale – esprime il senso dell’esperienza di Roberto Alborghetti e della sua ricerca basata sull’osservazione e sulla riproduzione di quella che è una delle tante “apocalissi” dei nostri tempi, ossia la decomposizione dei manifesti pubblicitari e dei “segni” sui muri e lungo le strade di paesi, città e metropoli.

Roberto Alborghetti, con l’esposizione alla Rocca Aldobrandesca, entra con il suo sguardo in questa grande babele di colori e parole decomposti, lacerati e degradati (dal tempo, dall’ambiente e dall’uomo) per coglierne l’energia cromatica, ridando vita e ragione a ciò che è considerato, a tutti gli effetti, un rifiuto od un elemento disturbante (per l’occhio e per il panorama urbano). La storica Rocca di Piancastagnaio, con il suo impagabile scenario che evoca i passaggi del tempo, si offre come spazio ideale per esaltare il contrastante linguaggio dei colori e delle forme delle composizioni di Alborghetti.

Orari di Apertura: 10-12,30/17-19,30: sabato, domenica e tutti i festivi; dal 23 al 27 ottobre per gli eventi di Penne e Video Sconosciuti. Visite su appuntamento ed informazioni: telefono 0577/784134; e-mail: info@prolocopiancastagnaio.it .

4 commenti su “ANCHE BLOGGERS DALL’AUSTRALIA PER VISITARE LA MOSTRA DELLE “LACER/AZIONI” DI ROBERTO ALBORGHETTI PRESSO L’ANTICA ROCCA ALDOBRANDESCA SUL MONTE AMIATA ( ED HANNO SCRITTO UN MAGNIFICO REPORTAGE!)

  1. Reblogged this on Living with Mental Illness and commented:
    For those of you who love the abstract photos of Roberto Alborghetti, I encourage you to visit this post of his current show at the Aldobrandesca Fortress in Piancastangnio, Tuscany, Italy.

    Think about it! Can you imagine your own art set in an ancient castle?
    Way to go, Roberto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.