“C’ERA UNA VOLTA…”: A CAPRIOLO (BS) LA FIABA SI FA ESPERIENZA. ECCO LA SECONDA STORIA CREATA DAI BAMBINI…


Ecco in anteprima la seconda delle tre storie realizzate nel corso dell’incontro-esperienza di scrittura creativa che Roberto Alborghetti, direttore di Okay!, ha condotto a Capriolo (Brescia) nell’ambito di una iniziativa promossa dalla Scuola dell’Infanzia dell’ICS di Capriolo.

Il programma è stato  preceduto e seguito da incontri con i genitori che sono stati guidati in un itinerario di conoscenza delle dinamiche narrative di fiabe, favole e storie. Nel corso di tre distinti laboratori con altrettanti gruppi di bambini sono state create  tre storie “in forma di gioco”. Qui proponiamo la seconda (la prima è stata pubblicata nelle scorse settimane sempre su questo blog). Buona lettura… 

PS. In MAIUSCOLO le parole che, scelte con un sorteggio, hanno guidato i partecipanti all’incontro nella creazione della storia.

***

LA STORIA DELLA MAESTRA CHE CUCINAVA

LE TORTE ALLE ALBICOCCHE

C’era una volta una MAESTRA di nome Alessia che era grande di statura e che aveva un’AUTOMOBILE gialla con la quale andava al mare.

Alla maestra Alessia piaceva l’ALBICOCCA e ne mangiava una al giorno; quando poi andava in CUCINA preparava delle ottime torte con le albicocche.

Un giorno scoppiò un TEMPORALE: pioveva, c’erano lampi, tuoni, il cielo era grigio, scuro e c’erano nuvole arrabbiate con altre nuvole e con il sole.

Alla maestra Alessia piaceva stare a CASA sua: era bella, con due stanze, una finestra, una porta, il bagno, il tetto e aveva le pareti gialle.

In questa casa la maestra aveva un pennarello magico di colore NERO che usava per disegnare cuori, stelle arcobaleni il sole e una casa sull’albero.

Quando però disegnava una casa il pennarello diventava MARRONE e poi ARANCIONE.

La casa della maestra Alessia era circondata da un PRATO con fiori, erba, alberi, rose, cespugli, uno scivolo ,un’altalena, cavalli, asinelli, cagnolini e gattini.

Un giorno arrivò nel prato un SOLDATO che da dietro gli alberi controllava che gli animali fossero al sicuro.

C’era anche un DOTTORE che guariva gli animali; infatti aveva curato una FARFALLA che aveva le ali spezzate.

In questo prato si sentiva spesso il suono di una CHITARRA  che suonava.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.