“C’ERA UNA VOLTA…”: A CAPRIOLO (BS) LA FIABA SI FA ESPERIENZA. ECCO LA TERZA STORIA CREATA DAI BAMBINI…


Ecco la terza delle tre storie realizzate nel corso dell’incontro-esperienza di scrittura creativa che Roberto Alborghetti, direttore di Okay!, ha condotto a Capriolo (Brescia) nell’ambito di una iniziativa promossa dalla Scuola dell’Infanzia dell’ICS di Capriolo.

Il programma è stato  preceduto e seguito da incontri con i genitori che sono stati guidati in un itinerario di conoscenza delle dinamiche narrative di fiabe, favole e storie. Nel corso di tre distinti laboratori con altrettanti gruppi di bambini sono state create  tre storie “in forma di gioco”. Qui proponiamo la terza (le precedenti sono state pubblicate nelle scorse settimane sempre su questo blog) creata con i bambini delle sezioni azzurra e verde. Un “grazie” per la collaborazione a tutti i bambini, alle insegnanti ed ai genitori. Buona lettura… 

PS. In MAIUSCOLO le parole che, scelte con un sorteggio, hanno guidato i partecipanti all’incontro nella creazione della storia. Nelle foto: momenti del laboratorio, con immagini del prodotto didattico realizzato sull’esperienza.  

STORIA DI UN MARINAIO DI NOME LAMBI

 Cera una volta un MARINAIO di nome Lambi che era alla guida della sua nave; era diretto a CASA e la sua casa era grande e splendente .Nella casa c’era la CUCINA bella e grande, splendente , luccicante. In questa casa abitava anche una MAESTRA che si chiamava Ayna, una maestra alta e giovane e con i capelli lunghi.

La maestra era uscita di casa per andare al SUPERMERCATO, dal nome Capriolo. dove c’erano tante cose. Nel supermercato vendevano SCARPE di tutti i colori, marche, grandezze, scarpe con i tacchi. Fuori dal supermercato c’era un ALBERO  di banane e davanti si estendeva la SPIAGGIA, fatta di sabbia gialla e un po’ calda. Più avanti c’era il MARE  azzurro, grande, immenso.

Cera un mare immenso di FORMAGGIO fatto di stracchinella e grana, formaggio con i buchi. Il formaggio era di colore BIANCO non come il gorgonzola invece di colore azzurro, il formaggio era buono anche con le pere. Sulla spiaggia c’era anche la BANDA MUSICALE  e i componenti della banda suonavano i tamburi, la batteria, la chitarra,il flauto, il triangolo.

La banda musicale aveva la divisa MARRONE come i tronchi e i rami dell’albero. Arrivò anche una PITTRICE che faceva i ritratti e si chiamava Silvia, faceva i ritratti in BIANCO E NERO ai musicanti della banda. I ritratti venivano poi messi su dei LIBRI, la pittrice era molto famosa. La pittrice e la banda salirono poi su un TRENO lungo, bello, lucido e splendente, che andava sotto terra, nelle gallerie. Sul treno viaggiava anche un DOTTORE di nome Davide e un SOLDATO che lui curava. Il soldato si era ferito durante un TEMPORALE, un temporale speciale, non cadeva la grandine ma ALBICOCCHE.                                                                                              

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.