PRENDILANOTIZIA 30/11/2013


HPIM3182

SCARICA E LEGGI:

MOSTRA GAUDI’ E LA SAGRADA FAMILIA

MOSTRA DI NICOLA RAPUANO

PENSIERI PER UN LIBRO DI BENSO BENNI

Annunci

“PIOVONO POLPETTE 2”: GUARDATE IL TRAILER E PARTECIPATE ALLA GRANDE INIZIATIVA SULLE RICETTE CON GLI AVANZI…


***

PIOVONO POLPETTE 2

LA RIVINCITA DEGLI AVANZI

“Reinventare” gli avanzi è facile e divertente: per realizzare ricette gustose, infatti, basta aggiungere pochi ingredienti, un pizzico di fantasia et voilà, il piatto è fatto! Gli avanzi però possono non solo essere i protagonisti della nostra tavola ma anche diventare i protagonisti di un film: a Natale, infatti, ecco arrivare al cinema Piovono polpette 2 / La rivincita degli avanzi, lo spassosissimo sequel di Piovono polpette. Il protagonista è sempre lui, Flint Lockwood, lo strampalato inventore dell’infernale marchingegno che ha trasformato i fenomeni atmosferici in precipitazioni di… cibo! In questo secondo episodio lo ritroviamo impegnato con le più brillanti menti del pianeta a elaborare tecnologie che possano migliorare il mondo.

Ma un terribile nemico è in agguato e ancora una volta le sorti del mondo dipenderanno dal coraggio di Flint! Se Flint è il protagonista di Piovono polpette 2, le polpette citate nel titolo del film sono le “regine” del riciclo degli avanzi, essendo fatte amalgamando pane raffermo bagnato nel latte, avanzi di carne e parmigiano. Riuscite a immaginare qualcosa di più buono? Oppure: non vi è mai capitato di trovare all’interno del frigorifero 3 o 4 pezzi di formaggio che “gironzolano” e che nessuno vuole finire? Se tagliamo il formaggio a piccoli pezzi e lo facciamo sciogliere in una padella con un po’ di latte diventerà un fantastico condimento per un buon piatto di pasta!

Perché vi diciamo tutto questo? Per stuzzicare la vostra fantasia e creatività e invitarvi a partecipare al fantastico progetto “Riciclo… con gusto!” che metterà alla prova il vostro talento nel “reinventare” con ricette nuove e gustose gli avanzi!

ECCO COME PARTECIPARE

PERIODO:

dal 16 settembre 2013 al 31 gennaio 2014

DESTINATARI:

classi delle scuole materne, primarie e secondarie di primo grado.

MODALITÀ:

per partecipare, la classe potrà inviare uno o più elaborati realizzati dagli alunni (disegno, collage, tempera, ecc.) che abbiano come tema il riciclo creativo e gustoso degli avanzi. Gli elaborati dovranno pervenire in busta chiusa e accompagnati da una scheda in cui siano indicati i dati della classe partecipante, della scuola (indirizzo, telefono ed e-mail) entro il 31 gennaio 2014 a:

Okay! c/o Casa M.E. Mazza, via Nullo 48 – 24128 Bergamo.

Entro febbraio 2014 una giuria composta da 3 membri (un rappresentante

della rivista Okay!, uno della Warner Bros. e un consulente di comunicazione) dopo aver valutato gli elaborati selezionerà i vincitori. La premiazione avverrà entro marzo 2014.

PER LE TRE CLASSI VINCITRICI:

UN FANTASTICO CORSO DI CUCINA!

Le tre classi vincitrici si aggiudicheranno ognuna un fantastico corso di cucina! Guidati da uno chef, gli alunni scopriranno tutti i segreti degli alimenti e della sana e gustosa cucina mediterranea.

1462866_10152000031169133_1788340761_n

& © 2013 Sony Pictures Animation Inc. All Rights Reserved.

E’ IN ARRIVO “PIOVONO POLPETTE 2”… INTANTO, CREATE RICETTE CON GLI AVANZI. IN PREMIO TRE CORSI DI CUCINA PER LE SCUOLE…


Attività lanciata per l’uscita del film

“Piovono polpette 2 / La rivincita degli avanzi”

a Natale nei cinema.

Guarda la galleria dei personaggi…

 ™ & © 2013 Sony Pictures Animation Inc. All Rights Reserved.

Ogni nostra azione ha un peso sull’ambiente che ci circonda; da decenni utilizziamo le risorse che la natura ci ha messo a disposizione senza però pensare a reintegrarle o risparmiarle. Che fare, dunque? Un buon inizio sarebbe cominciare ad utilizzare fonti di energia alternativa, fare la raccolta differenziata riutilizzando le materie prime da lei derivanti, salvaguardare boschi e foreste, coltivare, allevare, pescare in modo responsabile e non sprecare, anche quando parliamo di risorse alimentari. Il rinnovamento e il risparmio di tutte queste risorse permetterà alla Terra di ritrovare un equilibrio.

Ma, direte voi, cosa possiamo fare quando ad esempio parliamo di risparmio nell’alimentazione? L’alimentazione, infatti, è indispensabile per la sopravvivenza di tutti: un “risparmio consapevole” delle risorse di cibo, quindi, coinvolge ognuno di noi. Quella che può sembrare una “mission impossible” in realtà, consiste nel mettere in atto piccoli gesti quotidiani che, sommati, portano però a grandi risultati. Ma non è tutto: oggi per evitare gli sprechi alimentari stiamo riscoprendo un’abitudine che era propria dei nostri nonni, quando non si buttava via quasi nulla: il riutilizzo degli avanzi.

PIOVONO POLPETTE 2

LA RIVINCITA DEGLI AVANZI

Reinventare” gli avanzi è facile e divertente: per realizzare ricette gustose, infatti, basta aggiungere pochi ingredienti, un pizzico di fantasia et voilà, il piatto è fatto! Gli avanzi però possono non solo essere i protagonisti della nostra tavola ma anche diventare i protagonisti di un film: a Natale, infatti, ecco arrivare al cinema Piovono polpette 2 / La rivincita degli avanzi, lo spassosissimo sequel di Piovono polpette. Il protagonista è sempre lui, Flint Lockwood, lo strampalato inventore dell’infernale marchingegno che ha trasformato i fenomeni atmosferici in precipitazioni di… cibo! In questo secondo episodio lo ritroviamo impegnato con le più brillanti menti del pianeta a elaborare tecnologie che possano migliorare il mondo.

Ma un terribile nemico è in agguato e ancora una volta le sorti del mondo dipenderanno dal coraggio di Flint! Se Flint è il protagonista di Piovono polpette 2, le polpette citate nel titolo del film sono le “regine” del riciclo degli avanzi, essendo fatte amalgamando pane raffermo bagnato nel latte, avanzi di carne e parmigiano. Riuscite a immaginare qualcosa di più buono? Oppure: non vi è mai capitato di trovare all’interno del frigorifero 3 o 4 pezzi di formaggio che “gironzolano” e che nessuno vuole finire? Se tagliamo il formaggio a piccoli pezzi e lo facciamo sciogliere in una padella con un po’ di latte diventerà un fantastico condimento per un buon piatto di pasta!

Ma non è tutto: lo sapevate che ogni regione d’Italia ha almeno un piatto tipico realizzato con gli avanzi? Il Trentino Alto Adige ha i canederli (realizzati con pane raffermo e speck), la Toscana la ribollita (con pane raffermo e verdure) e il cacciucco (piatto che da sempre è realizzato con gli avanzi della pesca rimasti invenduti), la Lombardia il tortino di riso giallo fritto.

Perché vi diciamo tutto questo? Per stuzzicare la vostra fantasia e creatività e invitarvi a partecipare al fantastico progetto “Riciclo… con gusto!” che metterà alla prova il vostro talento nel “reinventare” con ricette nuove e gustose gli avanzi!

ECCO COME PARTECIPARE

PERIODO:

dal 16 settembre 2013 al 31 gennaio 2014

DESTINATARI:

classi delle scuole materne, primarie e secondarie di primo grado.

MODALITÀ:

per partecipare, la classe potrà inviare uno o più elaborati realizzati dagli alunni (disegno, collage, tempera, ecc.) che abbiano come tema il riciclo creativo e gustoso degli avanzi. Gli elaborati dovranno pervenire in busta chiusa e accompagnati da una scheda in cui siano indicati i dati della classe partecipante, della scuola (indirizzo, telefono ed e-mail) entro il 31 gennaio 2014 a:

Okay! c/o Casa M.E. Mazza, via Nullo 48 – 24128 Bergamo.

Entro febbraio 2014 una giuria composta da 3 membri (un rappresentante

della rivista Okay!, uno della Warner Bros. e un consulente di comunicazione) dopo aver valutato gli elaborati selezionerà i vincitori. La premiazione avverrà entro marzo 2014.

PER LE TRE CLASSI VINCITRICI:

UN FANTASTICO CORSO DI CUCINA!

Le tre classi vincitrici si aggiudicheranno ognuna un fantastico corso di cucina! Guidati da uno chef, gli alunni scopriranno tutti i segreti degli alimenti e della sana e gustosa cucina mediterranea.

& © 2013 Sony Pictures Animation Inc. All Rights Reserved.

LE ATTIVITA’ DI OSA ONLUS PER IL 2014: SCARICA IL PDF CON DATE E SCADENZE


ECCO IL RIASSUNTO DELLE INIZIATIVE 2014 PROMOSSE DA OSA ONLUS:

SCARICA IL PDF E PRENDI NOTA DI DATE E SCADENZE:

OSA ONLUS Pagina anteprime 2014

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“CARO NATALE”: GRANDE RICHIESTA DEI PUPAZZI DI NEVE IN OMAGGIO PER LE SCUOLE AL CENTRO “LE DUE TORRI”. ECCO COME AVERLI…


Le Due Torri regala fino ad esaurimento scorte originalissimi “pupazzi di neve” in polistirolo da ritirare direttamente presso la sede del Centro Commerciale (Info Point) con il coupon pubblicato qui sotto.

 Le 2 Torri Pupazzo polistirolo

Anche quest’anno il Centro commerciale LE DUE TORRI di Stezzano mette nuovamente a disposizione gratuitamente delle prime scuole che ne fanno richiesta delle bellissime decorazioni: dei pupazzi di neve su polistirolo.

Per riceverli – fino ad esaurimento dei quantitativi disponibili – è sufficiente compilare e presentare il coupon di richiesta presso LE DUE TORRI, in via Guzzanica 62 a Stezzano (Bg);  il Centro è facilmente raggiungibile, anche per chi giunge  dall’autostrada Milano-Venezia (uscita Dalmine e seguire l’indicazione per il Centro Commerciale).     

Le scuole ed i loro rappresentanti potranno ritirare il materiale LE DUE TORRI consegnando il tagliando di richiesta – all’Info Point nei seguenti orari: 12/14-16/20 (TUTTI I GIORNI); per informazioni: 035 4379279

********************************************************************

TAGLIANDO DI RICHIESTA – CARO NATALE 2013

CENTRO COMMERCIALE “LE DUE TORRI” – STEZZANO

Numero pupazzi in polistirolo richiesti:……………….

Scuola/Istituto: ………………………………………………………….……………………………………………………………..

Via/Piazza/Comune/Provincia

……………………………………………………………….

……………………………………………………………….

………………………………………………………………

Insegnante di riferimento

Nome …………………………………………………

Cognome ……………….……………………………..

Telefono

(per eventuali comunicazioni)

………………………………………………………………….

E-mail

(per eventuali comunicazioni)

………………………………………………………………….

Nel rispetto della normativa sulla privacy i dati forniti verranno utilizzati solo ai fini della gestione dell’iniziativa didattica de LE DUE TORRI di Stezzano (BG).

FRANCESCO, LA PRIMA GRANDE BIOGRAFIA ILLUSTRATA SU PAPA BERGOGLIO – IL VIDEOCLIP


***

Trailer dedicato alla pubblicazione di FRANCESCO,

la prima grande biografia illustrata

(e storicamente documentata) su Papa J.M.Bergoglio.

Autore della pubblicazione: Roberto Alborghetti;

Prefazione: Card. Giovanni Battista Re.

Disponibile in una doppia edizione:

2 volumi+cofanetto, volume unico.

Grande formato, 264 pagine, 340 immagini.

Edizioni Velar-Elledici.

Novembre 2013.

Un grande evento editoriale.

FRANCESCO di Roberto Alborghetti, Ed. Velar-Elledici - Copia (2)

VASARI E L’ALLEGORIA DELLA PAZIENZA: ALLA SCOPERTA DEL RINASCIMENTO. UNA MOSTRA A PALAZZO PITTI, FIRENZE


VASARI

La Galleria Palatina organizza una mostra (26 novembre 2013-5 gennaio 2014) incentrata su uno dei più significativi dipinti delle collezioni medicee, lAllegoria della Pazienza, oggi conservata nella Sala di Prometeo, ed appartenuta al cardinale Leopoldo de’ Medici.

L’opera, assegnata al Parmigianino negli inventari di Palazzo Pitti, catalogata nelle prime guide del museo sotto il nome di Francesco Salviati, attribuita poi a Girolamo Siciolante da Federico Zeri ed oggi riconosciuta come frutto di collaborazione tra Giorgio Vasari e lo spagnolo Gaspar Becerra, ha una storia collezionistica complessa, che coinvolge alcuni importanti personaggi legati alla corte di Cosimo I e allo stesso Giorgio Vasari.

Fu infatti Bernardetto Minerbetti, vescovo di Arezzo e ambasciatore di Cosimo I, nonché fine uomo di lettere, patrono dell’Accademia degli Umidi, a chiedere all’aretino, poco dopo il 1550, un dipinto che rappresentasse in modo nuovo ed emblematico la virtù principale del suo carattere, ovvero l’arte della Pazienza. Vasari accetterà, proponendo al suo committente un’invenzione ispirata alla statuaria antica, arricchita da un raffinato repertorio simbolico allusivo al tempo e alla vita umana. E così prende corpo l’invenzione di una giovane donna avvinta da una catena ad una roccia, attende pazientemente che dal vaso ad acqua sgorghino le gocce necessarie a corrodere la pietra restituendole la libertà. Questa immagine, erudita e coltissima, avrebbe raccolto un grande successo ben oltre i confini di Firenze, giungendo ben presto alla corte ferrarese di Ercole II d’Este, che non esitò a ricavarne la sua ‘impresa’. A pochi anni dal dipinto per Minerbetti,  il duca Ercole II d’Este commissionò  infatti una nuova  versione della Pazienza  a Camillo Filippi, per destinarla alla cosiddetta “Camera della Pazienza”, nella torre di Santa Caterina del castello ferrarese. Il duca fece introdurre la stessa personificazione anche nel verso di una celebre medaglia coniata da Pompeo Leoni nel 1554, sul basamento di un  suo busto scolpito da Prospero Sogari Spani e in una serie di monete coniate dalla zecca di Ferrara.

Ma perché l’invenzione vasariana ebbe tanto successo? E perché la virtù della Pazienza era considerata così importante nell’arte e nella letteratura del pieno Rinascimento?

La mostra, a cura di Anna Bisceglia così come il catalogo edito sa Sillabe, indaga su questi aspetti seguendo il filo delle committenze, le fonti letterarie, i percorsi degli artisti, sullo sfondo complesso e affascinante dell’Italia delle corti. Accanto all’Allegoria della Pazienza figura la versione dello stesso tema eseguita da Camillo Filippi e conservata presso la Galleria Estense di Mantova (1554 ca), da cui proviene anche il busto di Ercole II scolpito da Prospero Sugari (1556 ca), sul cui basamento è effigiata la stessa virtù, e le medaglie di Pompeo Leoni sempre per il Duca (Firenze, Bargello, 1558 ca). Accanto a queste, ad illustrare il motivo iconografico nella sua complessa genesi, è prevista una grande tavola proveniente dall’Accademia di Venezia. Essa è parte di un soffitto a scomparti lignei eseguiti per la famiglia Corner nel 1542; inoltre la  piccola  tavoletta degli Uffizi, nota erroneamente come Artemisia che piange Mausolo,  ma che deve riconoscersi invece come una Pazienza, alcuni disegni e incisioni del Gabinetto Disegni e stampe di Firenze e del Cabinet del Dessins du Louvre.

INFORMAZIONI SULL’EVENTO

Enti promotori

Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo, Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana, Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze, Galleria Palatina, Firenze Musei

Sede espositiva

Galleria Palatina – Palazzo Pitti, Firenze

Periodo della mostra

26 novembre 2013 – 5 gennaio 2014

Soprintendente per il Patrimonio Storico, Artistico

ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze

Cristina Acidini

Direttore della Galleria Palatina

Alessandro Cecchi

Mostra e Catalogo a cura di

Anna Bisceglia

Comitato scientifico

Cristina Acidini, Barbara Agosti, Anna Bisceglia, Stefano Casciu, Alessandro Cecchi, Alessandra Pattanaro

Direzione della Mostra

Alessandro Cecchi

Segreteria Organizzativa

Cristina Gabbrielli con Daniela Cresti, e Simona Mammana con la collaborazione di Monika Kokanda e Diana Murphy

Exhibition Registrar

Cristina Gabbrielli

Progettazione dell’allestimento e Direzione del lavori

Mauro Linari

Realizzazione dell’allestimento

Opera Laboratori Fiorentini – Civita Group

Direzione amministrativa e del personale

Silvia Sicuranza

Coordinamento del personale

Maurizio Cartofi, Giulio Cocolini, Tina Gelsomino, Alessandra Sarti

Comunicazione a cura di

Opera Laboratori Fiorentini – Civita Group

Ufficio Stampa

Salvatore La Spina – Tel. 055 290383 – Cell. 331 5354957 – ufficiostampa@operalaboratori.com

Barbara Izzo e Arianna Diana – Civita – Tel. 06 692050220-258 – Cell. 348 8535647 – izzo@civita.it – diana@civita.it

Coordinamento, comunicazione e relazioni esterne

Opera Laboratori Fiorentini – Civita Group

Mariella Becherini

Catalogo

Sillabe

Prezzo biglietto

intero: € 13.00; ridotto: € 6.50 per i cittadini dell’U.E. tra i 18 ed i 25 anni

Gratuità del biglietto sotto i 18 e per i cittadini dell’U.E. sopra i 65 anni

Orario

Martedì – Domenica ore  8.15 – 18.50; la biglietteria chiude alle 18.05

Chiuso il lunedì

ACQUA E ALLUVIONI: NON BASTA PIANGERE SUI MORTI… LA SCUOLA PUO’ DAVVERO FARE LA “RIVOLUZIONE”. ECCO UN SUGGERIMENTO CONCRETO…


Ciò che è accaduto in Sardegna – con una inondazione che ha provocato morti, feriti ed ingentissimi danni ad intere popolazioni e territori – è un’altra tragica storia italiana. Purtroppo. Vedrete, la notizia rimarra’ per qualche giorno sui media, poi tutto tornera’ alla “normalita”,  alle prese con la solita cronaca… E chi s’è visto s’è visto.   Ciò che è avvenuto in Sardegna puo’ accadere in qualsiasi localita’ del nostro (ex?) Bel Paese. Di dissesto idrogeologico si parla da mezzo secolo, ma dopo la tragedia tutto torna come prima. 

Anche in questo ambito la scuola – la vera Scuola – può giocare una parte importante e fondamentale per far riflettere ed imporre una nuova cultura, quella della difesa e della custodia – direbbe Papa Francesco – del creato.

Da ormai 15 anni, Okay! dà una mano all’istituzione scolastica (senza ricevere peraltro uno di quegli euro che a milioni vengono sempre distribuiti a destra, a manca e al centro…)  Anche sul tema della gestione dell’acqua, e delle risorse idriche – tema appunto collegato alla tragedia della Sardegna – da anni “provoca” le scuole a studiare, cercare, lavorare, creare. Anche per l’anno scolastico 2013-2014 è tornata “Amica Acqua”, che – guarda la coincidenza – invita a riflettere su come la “bonifica” sia importante per il territorio e per evitare eventi e calamità come quelle avvenute in Sardegna.    

Invitiamo docenti e scuole a prendere visione del regolamento, qui sotto, che prevede anche la partecipazione ad un sondaggio. Questo può davvero contribuire a fare cultura. Ed evitare l’ipocrisia di piangere i morti e continuare poi a fare finta di niente…

***

AMICA ACQUA / L’iniziativa-ricerca

promossa per le scuole della provincia di Bergamo e della Lombardia dal Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca

L’ACQUA E LA BONIFICA

UNA FORZA DA TUTELARE, CONOSCERE E GUIDARE

 HPIM3691

Elementi, ambienti, storie, caratteristiche scientifiche e fatti sul “mondo dell’acqua”. Un modo per conoscere e tutelare le risorse idriche, bene prezioso per tutti e per ognuno.  

    1. ————————————————————————————-

OBIETTIVI

L’acqua, bene prezioso, vista e raccontata attraverso elementi, ambienti, scienza, storie, caratteristiche, tradizioni, culture, persone e messaggi. E’ questo il tema della VI edizione della ricerca-concorso che il Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca promuove per le scuole Materne, Primarie e Secondarie di Primo grado della provincia di Bergamo e della Lombardia.

L’iniziativa, che avviene nel contesto di quanto il Consorzio sta compiendo per la promozione, la valorizzazione delle risorse acquifere e la salvaguardia del territorio da esondazioni, si propone i seguenti obiettivi:

  1. Avvicinare il mondo della scuola, e dunque le nuove generazioni, alle realtà ed agli aspetti dell’acqua, sensibilizzando sulla necessità di tutelare e salvaguardare un bene prezioso che va conosciuto ed usato in modo responsabile e corretto.

  2. Valorizzare il servizio e l’azione svolti dal Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca, da oltre cinquant’anni in primo piano nella tutela e nello sviluppo delle risorse acquifere del territorio bergamasca, promuovendo una maggiore conoscenza dell’acqua, come risorsa ma anche come realtà da cui proteggersi in caso di inondazioni.

COME PARTECIPARE

  1. Il tema può essere sviluppato negli stili e nelle forme grafiche ed espressive più diverse, secondo la creatività di ognuno.

  2. Le scuole partecipanti sono invitate a disegnare e leggere le tantissime “realtà e forme di acqua” presenti nel proprio territorio. Sono dunque invitate ad osservare e a raccontare – con disegni, foto, scritti e così via – come l’acqua è “vissuta” nel proprio ambiente di vita. Ed interrogarsi sulla “forza” che l’acqua ha sul proprio ambiente, come lo ha modellato, come lo ha cambiato.   

  3. Si suggerisce – anche attraverso una uscita “sul posto” – di indagare, verificare ed approfondire il ruolo, l’importanza e la presenza dell’acqua nel proprio paese, nel proprio quartiere, nel proprio territorio, nel consumo domestico, con riferiemento alla stessa azione compiuta dal Consorzio di Bonifica.

  4. È dunque un invito a leggere e ad osservare l’ambiente, a disegnare e raccontare fiumi e ruscelli, rogge e torrenti, stagni e fontanelle, fonti e sorgenti e così via, raccontando storie, tradizioni, aspetti e curiosità legati al mondo-acqua.  

  5. I lavori potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, audiocassette, videocassette, cd-rom e così via. Il tema può essere articolato in piena libertà espressiva e creativa, secondo le competenze e le conoscenze di singoli allievi, delle classi e degli istituti.

QUANDO E DOVE INVIARE I LAVORI

  1. I lavori dovranno essere realizzati e spediti entro il 31 MARZO 2014 alseguente indirizzo: Okay!, c/o Casa M. E. Mazza, via F. Nullo 48, 24128 Bergamo; farà fede il timbro postale. 

  2. I lavori dovranno riportare in modo chiaro: classe, scuola, docente coordinatore ed indirizzo completo della sede del plesso o dell’Istituto, con numeri di telefono ed e-mail.

  3. Una commissione giudicatrice, a suo insindacabile giudizio, selezionerà gli elaborati ed attribuirà i premi previsti.

  4. La premiazione avrà nel mese di maggio 2014 nell’ambito della classica “settimana nazionale della bonifica” indetta dal Consorzio Bonifica della Media Pianura Bergamasca

  5. Il Consorzio, in qualità di ente promotore, si riserva il diritto di utilizzare e valorizzare il materiale pervenuto nell’ambito delle più diverse  attività ed iniziative, anche editoriali. 

Per informazioni:

OKAY!

Tel. 035 314720

Fax 035 231050

info@scuolaokay.it

DOMANDE SULL’ACQUA: LE TUE RISPOSTE

PER MIGLIORARE L’AMBIENTE

L’acqua – e tutto ciò che essa significa – è diventata tema di dibattito. Con la sua iniziativa, il CONSORZIO DI BONIFICA DELLA MEDIA PIANURA BERGAMASCA si colloca in quell’azione di sensibilizzazione che può contribuire ad offrire ai giovani, ed alle loro famiglie, spunti di riflessione che intendono rafforzare quella “nuova cultura” del rispetto dell’acqua invocata da più parti.

Per questo, invitiamo docenti ed allievi a partecipare all’indagine di “Noi e l’acqua” (vedi scheda qui sotto). Anche queste sono delle importanti opportunità per riflettere sul tema e per favorire una maggiore conoscenza dell’acqua, realtà amica, realtà indispensabile.

—————————————————————————–

NOI E L’ACQUA

Indagine conoscitiva su come i ragazzi e le loro famiglie considerano il bene-acqua e l’ambiente

1 – TU E LA TUA FAMIGLIA UTILIZZATE ACQUA SOPRATTUTTO PER…

BERE

PREPARAZIONE CIBI  

DOCCIA

BAGNO IN VASCA  

ELETTRODOMESTICI

FIORI/GIARDINO  

ORTO  

PULIZIA CASA

PULIZIA AUTOMEZZI   

2 – TU E LA TUA FAMIGLIA, PER BERE, GENERALMENTE CONSUMATE …

ACQUA DEL RUBINETTO

ACQUA IN BOTTIGLIA VETRO

ACQUA IN BOTTIGLIA PLASTICA

3 – COME VALUTI IL TUO IMPEGNO PER UN CONSUMO INTELLIGENTE DELLA RISORSA ACQUA?

INSUFFICIENTE

SCARSO

BUONO

OTTIMO

4 – SAI INDICARE QUANTI LITRI D’ACQUA LA TUA FAMIGLIA (COMPOSTA DA N…….PERSONE) CONSUMA (*) IN MEDIA IN UN ANNO PER USO DOMESTICO ?

DA 30.000 A 50.000

DA 50.000 A 80.000

DA 80.000 A 100.000

DA 100.000 A 150.000

OLTRE 150.000

5 – PENSANDO ALLE TUE AZIONI QUOTIDIANE, QUANDO AVVIENE IL MAGGIOR SPRECO DI ACQUA? 

PULIZIA CASA

PULIZIA DELLA PERSONA

CURA AMBIENTE ESTERNO

ALIMENTAZIONE/CUCINA

IMPIANTI IN CATTIVE CONDIZIONI

(*) Puo’ essere un simpatico “gioco” calcolare il dato sulla base delle indicazioni della bolletta relativa al consumo dell’acqua.

CLASSE E SCUOLA PARTECIPANTE AL SONDAGGIO:

……………………………………………………………………………………………………………..

……………………………………………………………………………………………………………..

Grazie per la partecipazione disinteressata a questa indagine. Le vostre risposte ci aiuteranno tutti a capire e a riflettere su quanto sia importante la equilibrata gestione delle risorse idriche in rapporto all’ambiente. Il presente questionario, una volta completato, può essere spedito a: OKAY!, c/o Casa M. E. Mazza, via F. Nullo 48, 24128 Bergamo. Puo’ anche essere inviato via fax al numero 035 2281243 o via email: info@scuolaokay.it

UNA PIOGGIA DI PREMI PER VOI!

PER LE SCUOLE MATERNE  

1° Premio – Lettore DVD

2° Premio – Fotocamera digitale

3° Premio – Stampante

Premi di rappresentanza per i segnalati (libri, pubblicazioni)

PER LE SCUOLE PRIMARIE 

1° Premio – Lettore DVD

2° Premio – Fotocamera digitale

3° Premio – Stampante

Premi di rappresentanza per i segnalati (libri, pubblicazioni)

PER LE SCUOLE SECONDARIE

1° Premio – Lettore DVD

2° Premio – Fotocamera digitale

3° Premio – Stampante

Premi di rappresentanza per i segnalati (libri, pubblicazioni)

INVITA UN ESPERTO DEL CONSORZIO A SCUOLA

Alle scuole è proposta l’iniziativa “IL CONSORZIO FA…SCUOLA” con la possibilità di organizzare in classe una vera e propria “lezione sull’acqua” con la partecipazione di un esperto del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca. Le scuole potranno usufruire di questa singolare opportunità inviando richiesta via fax o con una e-mail alla redazione di Okay! Data la limitata disponibilità, si invitano le scuole ad inviare la richiesta il più presto possibile. I riferimenti sono: info@scuolaokay.it – Fax 035 2281243.

CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA / SFOGLIA E SCARICA GRATIS LA BELLISSIMA GUIDA SU ISSUU.COM


 CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA (574x800)

Su Issuu.com puoi sfogliare e scaricare gratis la bellissima guida per partecipare a CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA, la fantastica iniziativa per le Scuole primarie e secondarie di 1° grado. Leggi il regolamento e il montepremi. E scopri sette bellissime località del Mendrisiotto e del Basso Ceresio.

CLICCA, LEGGI E SCARICA:

CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA / L’OPUSCOLO IN REGALO SU ISSUU.COM

CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA / L’INIZIATIVA APERTA ANCHE ALLE SCUOLE SECONDARIE DI 1° GRADO (MEDIE)


 La giovane esploratrice

Grande interesse per il Progetto promosso dall’Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio in collaborazione con Okay!

*

Ogni bambino e ragazzo sogna di poter viaggiare alla ricerca di avventure per scoprire nuovi luoghi, come un piccolo esploratore. Armato di cartina geografica, bussola, binocoli e quaderno di appunti desidera mettersi in marcia e provare tante emozioni. Prima però occorre preparare bene il viaggio, documentarsi è fondamentale! A tutti gli allievi delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado delle regioni: Valle d’Aosta, Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Trentino, Friuli V.G. e Emilia Romagna l’Ente Turistico del Mendrisiotto offre una grande opportunità all’insegna dell’avventura nella Svizzera italiana, e in particolare nella regione del Mendrisiotto e del Basso Ceresio: scoprire sette luoghi molto particolari, ciascuno con caratteristiche diverse, ma tutti appassionanti e di grande interesse culturale e geografico!

Sulle pagine di Okay! e sul blog verranno fornite curiosità, approfondimenti, in modo che ogni classe possa sviluppare un progetto dedicato al luogo che, fra i sette indicati, più colpisce la loro fantasia. Gli insegnanti potranno così guidare gli allievi ad elaborare un racconto-itinerario turistico, una guida speciale che sarà frutto delle ricerche sviluppate in classe, accompagnate dai disegni. Lo scopo è quello di favorire la conoscenza del Cantone italiano  della Svizzera, paese confinante con l’Italia, al quale ci legano molte tradizioni e l’affinità linguistica.

Sette luoghi per sette avventure

Ecco quali sono le mete dei piccoli esploratori, non sarà facile scegliere!

  • Il Monte San Giorgio

  • Il Parco Archeologico di Tremona-Castello

  • Il Treno del Monte Generoso

  • Le Nevére della Valle di Muggio

  • La Grotta dell’Orso

  • Il Percorso del Cemento

  • Il Lago Ceresio

Una guida speciale: la giovane esploratrice!

Chi è la bambina che vi accompagna alla scoperta dei sette luoghi? È una ragazzina che abita nella Regione, li conosce tutti e ha tanta voglia di raccontare quello che sa anche ad altri bambini, invitarli a visitare il Mendrisiotto e il Basso Ceresio per vivere insieme a lei nuove avventure. Seguitela, anche lei parla l’italiano e sarà facile capirsi al volo!

In omaggio un opuscolo, per raccogliere tutte le informazioni di base

In allegato al numero di ottobre Okay! potete trovare un opuscolo con molte informazioni e anche un poster da appendere in classe, che rappresenta la cartina dettagliata dove sono indicati i sette luoghi scelti dall’Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio.

Il pdf dell’opuscolo e del poster sono anche scaricabili su www.okayscuola.wordpress.com

 *

Come partecipare

  • Il progetto è indirizzato alle scuole primarie ed alle scuole secondarie di di primo grado delle regioni:

Valle d’Aosta, Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Trentino, Friuli V.G. e Emilia Romagna

  • Periodo: da ottobre 2013 a giugno 2014

  • Modalità:

per partecipare, la classe potrà inviare un elaborato relativo ad uno dei sette luoghi indicati, accompagnato da disegni (matite colorate, tempera, pennarello, acquerello, collage ecc. )

  • Gli elaborati

dovranno pervenire in busta chiusa, accompagnati da una scheda in cui siano indicati chiaramente il nome della scuola partecipante (indirizzo, telefono, e-mail),  la sezione della classe ed il nome dell’insegnante

entro il 30 marzo 2014 a:

Okay! c/o Casa M.E. Mazza, via Nullo 48 – 24128 Bergamo

  • La Giuria sarà composta da un referente dell’Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio, il direttore di Okay!, un insegnante e un rappresentante di esprithb, lo studio che ha curato il concept del progetto.

  • La premiazione avverrà entro il mese di giugno 2014

Le tre classi più meritevoli vinceranno una visita al luogo descritto nel proprio elaborato. Inoltre, alcuni fra i disegni selezionati diventeranno vere e proprie cartoline, che l’Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio potrà pubblicare a seguito dell’iniziativa

*

SCARICA IL POSTER:

CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA Scarica il POSTER!

*

SCARICA L’OPUSCOLO DI 8 PAGINE:

CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA Scarica l’OPUSCOLO !