ADDIO 2013 E BENVENUTO 2014! GLI AUGURI DI BUON ANNO ATTRAVERSO IL GRANDE ALBERO DELLA SCUOLA PRIMARIA DI GRASSOBBIO (BG)


OLYMPUS DIGITAL CAMERA

AFFIDIAMO GLI AUGURI PER UN FELICE ANNO NUOVO AD UNO DEGLI   ELABORATI REALIZZATI PER “CARO NATALE” PROMOSSO DAL CENTRO “LE DUE TORRI” DI STEZZANO. E’ IL GRANDE ALBERO DI CARTA CREATO DALLA SCUOLA PRIMARIA DI GRASSOBBIO (BG). TANTE MANI CHE SALUTANO IL 2013 ED ACCOLGONO IL 2014.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

FOTOGALLERIA DI “CARO NATALE” 2013 / IL LAVORO DELLA SCUOLA PRIMARIA “PIACENTINI” DI AZZANO S.P. (BG)


 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

UN ALTRO ELABORATO REALIZZATO PER “CARO NATALE” PROMOSSA DAL CENTRO “LE DUE TORRI” DI STEZZANO. E’ QUELLO DELLA SCUOLA PRIMARIA “PIACENTINI” DI AZZANO SAN PAOLO (BG) CHE HA COSTRUITO UNA INSTALLAZIONE NATALIZIA.

FOTOGALLERIA DI “CARO NATALE 2013” / I DISEGNI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA DI POSCANTE DI ZOGNO (BG)


ALTRA ONDATA DI DISEGNI REALIZZATI PER “CARO NATALE” PROMOSSA DAL CENTRO “LE DUE TORRI” DI STEZZANO, SONO QUELLI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA SAN GIUSEPPE DI POSCANTE, FRAZIONE DI ZOGNO (BG) CHE HANNO INTERPRETATO IL NATALE NEL MONDO.

“NOMACHI, LE VIE DEL SACRO”: A ROMA UNA GRANDE MOSTRA PER RACCONTARE POPOLI E CULTURE


VIE DEL SACRO 2

Aperta il 14 dicembre scorso e visitabile fino al 4 maggio 2014, “Nomachi /Le vie del sacro” è la più grande mostra antologica di Kazuyoshi Nomachi e la sua prima assoluta in Occidente. Con circa 200 scatti il percorso espositivo articolato in 7 sezioni ricostruisce il viaggio di una vita attraverso la sacralità dell’esistenza quotidiana, un’esperienza vissuta dall’artista in terre tra loro lontanissime,ma accumunate da quella spiritualità che dà un ritmo e un senso alle condizioni di vita più dure.

Kazuyoshi Nomachi è sempre stato un fotografo documentarista, sin dal suo primo viaggio nel Sahara quando aveva venticinque anni. In Africa è rimasto affascinato dai grandi spazi e dalla forza della gente che vive in ambienti così difficili. Per oltre 40 anni, intorno al tema “della preghiera della ricerca del sacro”, ha rivolto la sua attenzione alle più diverse culture tradizionali che sono l’espressione di popoli che abitano nelle terre più aspre, ai quattro angoli del mondo. Nomachi ha saputo cogliere la spiritualità che percorre quei paesaggi di unica e straordinaria bellezza, dove i ritratti e le figure umane assumono una dignità assoluta e si fondono con il contesto in composizioni quasi pittoriche, dominate da una luce abbagliante, reale e trascendentale al tempo stesso.

Nomachi nasce in Giappone nel 1946 a Mihara, un villaggio nel Distretto di Hata, Prefettura di Kochi. Studia alla Kochi Technical High School e inizia a scattare fotografie fin dall’adolescenza. Nel 1969 studia fotografia con Takashi Kijima. Nel 1971 inizia la sua carriera come fotografo pubblicitario free-lance e l’anno successivo compie il suo primo viaggio nel Sahara, dove rimane colpito dalle dure condizioni di vita degli abitanti di un ambiente così ostile. Decide a quel punto di dedicarsi al foto-giornalismo. Quasi a fare da contrappunto alla sua lunga esperienza nel riarso deserto matura in lui l’ispirazione del Nilo come tema, “Il Nilo, perenne flusso d’acqua che mai si prosciuga scorrendo nell’arido Sahara”. È questo concetto che dal 1980 guida la sua ricerca lungo il Nilo Bianco, dal delta fino alla fonte in un ghiacciaio dell’Uganda, poi lungo il Nilo Blu fino alla sorgente negli altopiani dell’Etiopia. Strada facendo, egli cattura nei suoi scatti la forza dell’ambiente e della gente di questa vasta regione dell’Africa. Dal 1988 rivolge la sua attenzione all’Asia. Mentre esplora le aree occidentali della Cina, viene attratto dalle popolazioni che vivono nelle estreme altitudini del Tibet e dal Buddismo. Questo incontro lo porta, fra il 2004 e il 2008, a visitare quasi l’intera area di cultura tibetana, spingendosi poi alla scoperta delle origini nelle terre del sacro Gange, dove nacque l’Induismo. Dal 1995 al 2000 Nomachi accede alle più sacre città dell’Islam e viaggia per cinque anni in Arabia Saudita, avendo l’opportunità di fotografare il grande pellegrinaggio annuale alla Mecca e a Medina.

È stato così il primo a documentare in modo così ampio e approfondito il prodigioso pellegrinaggio di oltre 2 milioni di musulmani verso la loro città santa, la Mecca. Dal 2002 visita anche gli altopiani delle Ande, il Perù e la Bolivia, per indagare l’intreccio fra cattolicesimo e civiltà Inca, ricerca che prosegue a tutt’oggi.

Raccolte in 12 grandi edizioni antologiche, le sue fotografie sono pubblicate in tutto il mondo e appaiono nelle principali riviste di fotografia, come The National  Geographic, Stern e GEO. I lavori realizzati nel Sahara, lungo il Nilo, in Etiopia, in Tibet e in Arabia, hanno suscitato negli anni una grande ammirazione, anche nei paesi occidentali e hanno vinto numerosi premi, tra cui l’Annual Award of the Photographic Society del Giappone nel 1990 e nel 1997 e, nel 2009, la Medal of Honor with Purple Ribbon (riconoscimento del governo giapponese per meriti accademici o artistici).

Nel 2005 i suoi 30 anni di attività vengono presentati  in una grande mostra dal titolo Il pellegrinaggio del fotografo, un viaggio attraverso le “preghiere” che l’obiettivo di Nomachi ha raccolto in ogni parte del mondo.

La mostra è resa possibile dall’accordo sottoscritto da Civita con l’artista per l’organizzazione di eventi espositivi in Italia e in Europa. Nella prima sede a Roma, un sorprendente allestimento, progettato da Peter Bottazzi per gli spazi espositivi della Pelanda, propone ai visitatori un percorso affascinante e coinvolgente. Titta Buongiorno con Volume ha progettato le luci. Canon ha curato tutte le stampe, garantendo una straordinaria qualità delle riproduzioni. Il catalogo è pubblicato da National Geographic Italia.

La mostra è promossa dall’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale, dal MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma e da Civita, con il sostegno di Canon e con la collaborazione di Crevis e della Fondazione Italia Giappone.

Scheda informativa

Nomachi. Le vie del sacro

La Pelanda – Centro di Produzione Culturale

Roma, Piazza Orazio Giustiniani, 4

14 dicembre 2013 – 4 maggio 2014

Orari

da martedì a venerdì h 16,00 – 22,00

sabato e domenica h 11,00 – 22,00

l’ingresso è consentito fino alle ore 21.00

chiuso il lunedì, 24, 25, 31 dicembre 2013 e 1 gennaio, 1° maggio 2014

Biglietti

intero € 10,00

ridotto € 8,00 per minori di 18 e maggiori di 65 anni, gruppi di oltre 15 persone, universitari con tesserino e titolari di apposite convenzioni

ridotto speciale € 4,00 per gruppi di studenti delle scuole elementari, medie e superiori

gratuito per minori di 6 anni, due insegnanti accompagnatori per classe, giornalisti con tesserino, disabili con un accompagnatore.

Info

www.mostranomachi.it ; 060608

PARTE LA TERZA EDIZIONE DE “IL CUORE NELLE MANI/PREMIO SOLIDARIETA’ D.A. NICOLI”: RACCONTATE ESPERIENZE, STORIE E PROGETTI


 OLYMPUS DIGITAL CAMERA

IL CUORE NELLE MANI 2014

PREMIO NAZIONALE DI SOLIDARIETA’

DON ALDO NICOLI”

III edizione

 

Una iniziativa nazionale indirizzata alle nuove generazioni

(scuole, gruppi giovanili, associazioni, Oratori) 

 

 

 

 

Raccontare esperienze, progetti, testimonianze ed azioni concrete di solidarietà. Questa la finalità della 3a edizione del “Premio Nazionale di Solidarietà” intitolato a Don Aldo Nicoli, che la Onlus “Insieme con Don Aldo”  promuove a livello nazionale con la collaborazione del mensile Okay! dopo la felice riuscita delle prime due edizioni.

FINALITA’ DEL “PREMIO”

La finalità è quella di commemorare la figura e l’opera di don Aldo Nicoli nel modo concreto e dinamico che gli avrebbe desiderato. Ossia, invitando il mondo della scuola, le nuove generazioni, gli Oratori di tutta Italia, a raccontare e proporre progetti ed azioni di solidarietà, attualmente in atto o allo studio, da parte degli stessi soggetti partecipanti/candidati al Premio.  Nel nome di Don Aldo Nicoli, l’iniziativa vuole invitare a documentare e valorizzare realtà, esperienze e forme di solidarietà nate e sviluppate nelle comunità scolastiche, tra le realtà giovanili e tra la rete degli oratori. 

MODALITA’ DI ADESIONE

Attraverso temi, composizioni, disegni, testimonianze  e reportages, i ragazzi italiani dovranno raccontare le proprie storie ed avventure sulle vie della solidarietà e dell’aiuto dato al prossimo, illustrando – attraverso fome creative ed espressive – le proprie esperienze e le proprie testimonianze.

I lavori potranno riguardare tutti gli ambiti del mondo della solidarietà; ossia: azioni espresse a sostegno delle realtà e dei soggetti  più vari (anziani, persone in difficoltà, ammalati, disabili,  missionari) e delle esperienze più diverse nei vari settori della società e delle comunità (educazione, cultura, ambiente, accoglienza, infanzia e così via)           

PRESENTAZIONE DEGLI ELABORATI

Gli elaborati potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, audiocassette, videocassette, cd-rom e così via. Tutti i lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 10 GIUGNO 2014 (fa fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Okay!, presso Casa M.E.Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE

Una commissione giudicatrice selezionerà i migliori lavori pervenuti. Le scuole saranno premiate – con prodotti di utilità didattica – nel corso di un evento che si terrà nell’ambito della ricorrenza annuale della scomparsa di Don Aldo (settembre). Nel corso della medesima manifestazione – dedicata a ricordare e ad attualizzare la testimonianza di don Aldo Nicoli – verrà organizzata una mostra dei migliori lavori pervenuti.

INFORMAZIONI

Informazioni e regolamento sono reperibili sul mensile  OKAY! che dedica ogni mese uno spazio all’iniziativa del Premio. Notizie ed anticipazioni sono presenti anche sui  siti:

www.okayscuola.wordpress.com/

www.insiemecondonaldo.org

ECCO I PREMI!

1° PREMIO: EURO 500

IN PRODOTTI SCOLASTICI

2° PREMIO: EURO 300

IN PRODOTTI SCOLASTICI

3° PREMIO: EURO 100

IN PRODOTTI SCOLASTICI

 

 

ZODIACO 2014/ DI CHE SEGNO SEI? SCRUTIAMO LE STELLE, TANTO PER SPORT…


OROSCOPO E SEGNI ZODIACALI

Testi di Antonio Di Gioia e disegni di Gianni Soru

ARIETE (marte) 21 marzo-20 aprile

Per voi il 2014 sarà un anno dove dovete prendere delle scelte! Amore lavoro e casa! Voi che siete i principi della foresta e dello zodiaco avrete un bel da fare… ma il vostro intuito vi porterà lontano!

 

TORO (venere) 21 aprile-20 maggio

Tutti i tori nel 2014 incontreranno gli astri favorevoli per società matrimonio e nuove relazioni favoriti i viaggi e gli spostamenti bisogna prendere la decisione giusta! Dove vivere e con chi fare famiglia!! Amanti della bella vita i toro non si tirano indietro davanti a nulla!

 

GEMELLI (mercurio) 21 maggio-21 giugno

I gemellini sempre indaffarati corrono su e giù veloci dinamici e scattanti! Il loro motto è non ho tempo!

Per voi è arrivato il sole dopo anni di sofferenza! Mai fare arrabbiare un gemelli sempre vendicativo.

 

CANCRO (luna) 22 giugno-22 luglio

I cancerini dolci amabili sensuali ma molto vendicativi dopo anni di sofferenze abbandoni e crisi economica si rialzeranno e andranno verso il loro obiettivo! Niente e nessuno li fermerà. E’ ora di prendere in mano la vita forza cancerini siete vittoriosi!

 

LEONE (sole) 23 luglio-23 agosto

I leoncini dominati dal sole amano la riservatezza e vivere appartati e ora di cambiare tutto! Gli astri dicono dai fatti coraggio e guida la tua vita al mare!

Di natura i leoni sono dolci mansueti ma mostrano una punta di egoismo e solitudine! Il 2014 e l’anno della svolta!

 

VERGINE (mercurio) 24 agosto-22 settembre

Ci risiamo i vergine devono combattere e soffrire ma poi sono sempre vittoriosi! Attori di nascita sanno svincolarsi da ogni dubbio e difficoltà!

Voi intraprendenti dinamici vi svincolate dalla matassa dello smog e del caos certo vivere in città non vi aiuta!

 

BILANCIA (venere) 23 settembre-22 ottobre

I bilancini sono goliardici allegri e amano la bella vita! Come il loro pianeta venere amano tutto e sono amanti della buona tavola e dell’allegria! se dobbiamo paragonarli a una storia sarebbero i protagonisti sia di una storia incantata ho qualche eroe Batman ho un cavaliere cosa certa i bilancini amano cantare mangiare e ridere!

 

SCORPIONE (plutone) 23 ottobre-22 novembre

Gli scorpioncini nel 2014 avranno un bel grattacapo per la testa lavoro e casa ma il vostro pianeta saprà ispirarvi al meglio! Non solo con l’aiuto di chi vi ama avrete la possibilità di scegliere al meglio!

Voi che siete vittima della vita reagite!

 

SAGITTARIO (giove) 23 novembre-21 dicembre

Voi amate dei viaggi mare e bella vita che ci fate in città. Voi che amate il mare il cocco e mangiare!! per voi la vita sarebbe una vacanza! Se foste dei personaggi storici sareste dei re e regine! Prendete la persona che amate e fatevi quel viaggio tanto desiderato lontano lontano!

 

CAPRICORNO (saturno) 22 dicembre-20 gennaio

Saggi mai aggressivi riflessivi saprete sistemare ciò che non va! spesso soli davanti alla vita saprete trovare la risposta che cercate! Braviiiiiii!!!!

 

ACQUARIO (urano) 21 gennaio-19 febbraio

Beh e ora di tirare le somme voi sempre guerrieri ma a volte bisogna fermarsi!!

Sicuramente il mare e la vostra casa!  Lottate sempre ma a volte e bene sorvolare per vivere meglio!

 

PESCI ( nettuno) 20 febbraio-20 marzo

I dolcissimi pesci amato la pace e la serenità sono molto intuitivi e pacifici ma mai farli arrabbiare!! L’amore bussa al vostro cuore! Posti dove c’è mare lago e fiume sono i posti che amate! Non state in mezzo ai casini!

 

 

UN BELLISSIMO CONCERTO: GLI AUGURI DI NATALE DAL MINICORO MONTEROSSO DI BERGAMO… VOCI E VOLTI DA TUTTO IL MONDO


Un Concerto per augurare Buon Natale. Davvero bravissimi i piccoli coristi del Minicoro Monterosso che recentemente hanno proposto brani intonati alla festività natalizia presso il Tempio Votivo della parrocchia Santa Lucia di Bergamo. La manifestazione, promossa dall’Associazione “Amici di Maria Elisabetta Mazza” e dal suo presidente, dottor Giovanni Battista Sertori, ha offerto l’opportunità di ammirare ed applaudire una straordinaria formazione che ha già al suo attivo importanti affermazioni di pubblico e critica. L’iniziativa ha avuto il sostegno e la collaborazione delle Piccole Apostole della Scuola Cristiana, fondate dalla maestra Bettina Mazza, e dalla stessa parrocchia. Calorosi e copiosi gli applausi che hanno accolto un ricco repertorio di canti natalizi, eseguiti con bravura e partecipazione.   

Il Minicoro Monterosso di Bergamo – fondato e diretto da Silvana Conversano – è un coro di voci bianche con un repertorio di canzoni per l’infanzia i cui testi, pur divertendo, trattano temi universali quali la pace, l’amicizia, la solidarietà, l’ecologia, attinti dal repertorio dello Zecchino d’Oro, di Walt Disney e dei migliori cantautori italiani ed esteri. Il Minicoro, nato nel 2001 un po’ per gioco, si è trasformato poco alla volta in una realtà capace di coniugare la voglia di stare insieme con la possibilità, offerta dalla musica, di vivere valori quali l’ascolto e il rispetto reciproco, il senso d’appartenenza ad una grande famiglia, nella tolleranza delle diversità di religione e cultura.

Il coro, che conta attualmente circa 60  elementi di età compresa tra i 4 e i 14 anni, accoglie bambini provenienti da diversi Paesi, segnalandosi come una singolare esperienza educativa e di integrazione sociale e culturale. E’ una verae propria formazione multietnica che ha al suo attivo partecipazioni ad eventi diffusi anche dalle televisioni nazionali. Da segnalare che il Minicoro Monterosso ha ottenuto un riconoscimento speciale dall’Assessore all’Immigrazione del Comune di  Firenze con la seguente motivazione: “Per il prezioso contributo che tale coro fornisce, attraverso la musica, all’integrazione dei bambini extracomunitari e delle loro famiglie.”  Dal febbraio 2008 il Minicoro Monterosso è ufficialmente diventato Associazione di Promozione Sociale.

R.A.          

Volete invitare a cantare il  Minicoro Monterosso di Bergamo

Scrivete a: silconversano@tiscali.it

o telefonate al numero:  3402838677