ALLA MOSTRA DI NORCIA SORPRENDE LA “STELLA CADENTE” CREATA CON LA CARTA STRACCIA DEI POSTER PUBBLICITARI DECOMPOSTI


*

 Guest Writer: Stefano Alberti

 Sorprende, incuriosisce e…diverte. E’ la “Stella cadente” esposta a Norcia (Perugia, Umbria) nella 40a edizione di “Una mostra, Un restauro” che si propone il recupero e la salvaguardia del patrimonio artistico della celebre cittadina umbra. Tra le opere partecipanti a questa benemerita iniziativa, c’è infatti anche il singolare pezzo di Roberto Alborghetti creato nell’ambito del suo progetto “Lacer/azioni”.

http://www.artslant.com/global/artists/show/134694-roberto-alborghetti

Si tratta di un collage realizzato con circa 300 piccoli pezzi di carta straccia proveniente da manifesti pubblicitari lacerati e decomposti, che come si sa – insieme a crepe, graffi e segni naturali – costituiscono l’oggetto ed il soggetto della ricerca visuale dell’artista e giornalista/scrittore. L’opera esposta a Norcia si intitola “Stella cadente” e  misura 53×35. Anch’essa è riportata nel catalogo ufficiale che è stato edito per l’evento, destinato a richiamare nella patria di San Benedetto, patrono d’Europa, vivo interesse, numerosi appassionati d’arte e turisti.

 

SEGNALATO DA OKAY!

SEGNALATO DA OKAY!

Quest’anno l’iniziativa ha raccolto l’adesione di 416 artisti italiani i quali, con le loro opere, hanno inteso sostenere i lavori di tutela della pala d’altare della “Incoronazione della Vergine” di Jacopo Siculo (1541), che necessita di un sipario fonoassorbente. La mostra-vendita delle opere si tiene nel suggestivo complesso monumentale di San Francesco fino al 7 settembre 2014. L’evento è promosso dal Comitato “Una mostra, Un restauro”, con il suo presidente prof. Giuseppe Urso, ed è patrocinato dal Comune di Norcia.

“Una mostra un restauro” è nata grazie allo spirito d’iniziativa del presidente del comitato, Giuseppe Urso, insieme a una decina di famiglie (poi arrivate a 30) e al sostegno di oltre 100 artisti di arte contemporanea, tutti validi e affermati, sia italiani che stranieri. Tra questi Manfredi, Castellani, Maccari, Caruso, Greco, Dorazio, Guttuso. Ognuno di loro ogni anno ha donato delle opere grafiche o acquerelli per la realizzazione di una mostra il cui ricavato veniva devoluto al restauro di un’opera d’arte del territorio nursino”.

“Con gli anni – ricorda il prof. Giuseppe Urso – si è creata un’amicizia tra tutti noi e gli artisti, grazie ai quali fino ad oggi sono state restaurate oltre 30 opere; ultime delle quali le sculture lignee cinquecentesche di san Claudio e san Rocco provenienti da Serravalle di Norcia”. Per il loro restauro, tra luglio e settembre 2010, nel complesso di San Francesco di Norcia era stata allestita la 21a Mostra nazionale di grafica. “Un vero successo – ricorda Urso – con oltre 5.000 visitatori da tutta Italia e anche dall’estero”. Davvero encomiabile l’impegno del comitato. Il primo restauro fu quello del tempietto di Norcia (di Vanni della Tuccia, 1354) negli anni 1974-75. Ora è la volta della “Incoronazione della Vergine” di Jacopo Siculo.

3 Norcia, Una Mostra Un Restauro, Roberto Alborghetti, Stella cadente, 2012, collage 53x35

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.