PRIMI IN SICUREZZA 2015: 300 STUDENTI ALLA PREMIAZIONE A ROMA PRESSO LA CAMERA DEI DEPUTATI… OSPITE A SORPRESA IL RAPPER SKUBA LIBRE


Oltre 300 tra studenti e docenti hanno partecipato ieri, 4 giugno 2015, alla cerimonia di premiazione della XIII edizione di “Primi in Sicurezza”, l’iniziativa di ANMIL ed OKAY! dedicata alla prevenzione degli infortuni sul lavoro. Per la prima volta, la premiazione si è svolta nella prestigiosa sede della Camera dei Deputati, nella Nuova Aula dei Gruppi Parlamentari. E’ stata una bellissima esperienza per tanti studenti provenienti da varie parti d’Italia. Ed anche una straordinaria opportunità di portare Primi in Sicurezza all’attenzione delle istituzioni, i cui rappresentanti hanno recato anche il proprio saluto a studenti e docenti.

Insieme a Franco Bettoni, presidente nazionale ANMIL e a Roberto Alborghetti, direttore di OKAY!, sono intervenuti la Senatrice  Silvana Amati,  Segretario di Presidenza del Senato e Componente Commissione straordinaria tutela e promozione diritti umani; il Senatore Maurizio Sacconi, Presidente Commissione Lavoro al Senato; il Direttore Centrale Prevenzione INAIL, Ing. Ester Rotoli; il componente CIV INAIL nazionale, Giuseppe Turudda; e un socio dell’ANMIL, Alberto Verzulli, che ha portato una testimonianza. Ospite d’onore d’eccezione, e molto applaudito, il rapper Skuba Libre, finalista di Italia’s got talent.

A Primi in Sicurezza, alla 13/ma edizione, sono pervenuti 700 elaborati,album, ricerche, tabelloni , videoclip e brani rap, che sono stati posti alla visione dello stesso Skuba Libre, che ha avuto parole incoraggianti e lusinghiere per le opere vincitrici. Nel corso della premiazione, coordinata dalla giornalista Luce Tommasi, con la collaborazione di Marinella De Maffutiis, responsabile della comunicazione dell’ANMIL, sono rimbalzati dati e notizie sul fenomeno incidenti, nella scuola e sul lavoro.

Nel 2013 sono rimasti infortunati 88.530 studenti durante le ore di lezione, mentre dal 1994 a oggi 37 ragazzi sono morti mentre erano a scuola. Sempre nel 2013, 6.168 minorenni si sono fatti male mentre lavoravano. A questi si devono aggiungere i quasi 2 mila infortuni occorsi a minori impiegati in lavori irregolari (dati Inail). Tra i feriti a scuola nel 2013, il 57,6% ha meno di 14 anni, il 43,6% sono femmine. “Queste cifre sugli infortuni a scuola e al lavoro – ha osservato il presidente nazionale Anmil , Franco Bettoni – giustificherebbero maggiori investimenti in prevenzione, valore che non può essere sottovalutato. E’ tra i banchi di scuola che si deve far comprendere quanto questo sia importante soprattutto per evitare di farne le spese sulla propria pelle”. Anche in vista della riforma ‘Buona scuola’, “che rafforza il collegamento tra scuola e lavoro – ha aggiunto – noi ci battiamo affinché i minori vadano a scuola a formarsi e non ad esporsi ai rischi del lavoro”.

Contro gli infortuni e gli incidenti a scuola e nel lavoro “la formazione è fondamentale. Bisogna lavorare perché le regole vengano rispettate e si evitino i rischi”, ha affermato il segretario di presidenza del Senato,

Silvana Amati. “E’ necessario investire nell’educazione a rendere sicuro l’ambiente in cui viviamo”, ha concluso il presidente della Commissione Lavoro del Senato, Maurizio Sacconi, che ha seguito con vivo interesse la manifestazione, premiando personalmente i rappresentanti delle scuole vincitrici. Particolarmente apprezzati i premi, tra cui anche degli spettacolari droni che, magari nell’edizione del prossimo anno di “Primi in Sicurezza”, consentiranno alle scuole di realizzare lavori fotografici di alta tecnologia.

*

Foto: Roberto Alborghetti – Nei prossimi giorni altre fotogallerie

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...