FIRENZE: NOTTE DI LUCE E DI SPERANZA NEL RICORDO DI MARIA CRISTINA OGIER


onlus Firenze 3

Dal sagrato della  Basilica di  San Miniato al monte, seguendo
padre Bernardo Francesco Gianni e Nikla Balestra  in
pellegrinaggio  verso la tomba di Maria Cristina  ognuno  con in mano
un  flambeaux , una luce per attimi eterni di raccoglimento in
preghiera  dove – quando nel ciclo dell’ esistenza vita e rinascita
coincidono. Sono presenti  molti  ospiti delle case famiglie fondate  da Maria
Cristina per l’ accoglienza  a persone che hanno difficoltà, insieme
a personalità del mondo  politico, culturale, religioso  e
naturalmente tanti amici e amiche… per vivere, davanti alla facciata
della splendida basilica,  attimi-eterni,  con lo sguardo, prima rivolto  a Firenze,  al mare dei suoi tetti
cosi vicini al cielo  da dove si innalzano eleganti  monumenti  mito –
meta di milioni di persone, dalla cupola del Brunelleschi, al
campanile di Giotto,  alla Biblioteca nazionale ..ed essere totalmente
coinvolti in uno straordinariamente bello  spettacolo di  danza  delle
ballerine: bambine e ragazze della scuola Centro arte e danza
diretta  da Elettra Marinai.
Movimenti del corpo e giochi geometrici di marmi verdi e bianchi ,
disegno- segno, colori- luci, architetture e movenze per una armonia
che va al di là degli sguardi    e arriva  diretta al cuore!
Speranza  che nella diversità delle culture, dell’ età, dei talenti
si possa costruire quel  forte legame tra l’ io- il tu,il noi:  la
società- la terra per vivere felici nel- per il dono meraviglioso
della vita  nella certezza della rinascita nella luce.
Alla porta centrale della Basilica, giocata su geometrie verdi e bianche
” accoglie”  il marmo dove  brilla la rosa mistica  opera di Enrico
Savelli artista capace di  estrarre luce dal marmo… mentre in alto
lo sguardo di Cristo effigiato nel grande mosaico che supera ogni
limite per unirci nella grande famiglia umana insieme nella notte di
luce per accendere speranza in coloro che l’ hanno persa.
Maria Cristina rosa  fiorita  testimonianza d’ amore , un amore che
non conosce limiti nel tempo e dello spazio….  il male percorre
oscuri sentierI,  ma se la luce lo penetra persino fiori possono
nascere dall’ asfalto, tu Maria Cristina  sei venuta su questa terra
per essere luce e portare sollievo a chi meno fortunato  aveva bisogno
di una carezza in più, di un sorriso in più…… a noi contemporanei
il dovere di  testimoniare amore.
Sono stati resi disponibili i  libri il  dvd  ed il notiziario quadrimestrale  dell’ Istituto Maria Cristina Ogier,
“La scia”  dove in copertina, in un geometrico cielo azzurro, volano rondini anche esse azzurre
che talvolta sembrano cuori  ed una colomba bianca con nel becco un
ramoscello di olivo.
Un vero potere il servizio  – afferma Papa Francesco -, bisogna aver cura
di ogni persona con amore, specialmente dei bambini, dei vecchi  di
coloro che sono più fragili. Un ringraziamento particolare a coloro che con tanto gusto e
fantasia  hanno preparato  un buffet daI mille sapori – profumi servito con gentilezza e generosità come è nello stile degli ambienti che portano il nome di Maria Cristina.  Per informazioni e richiesta di materiale: Centro culturale Maria Cristina Ogier, prof.ssa Nikla Balestra,  cell 3349766442.

Carmelina Rotundo 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...