EVENTI SULL’AMIATA / ECCO L’ABITO VULCANO: CREATO UN CAPO DI ALTA MODA DALL’ IMMAGINE DI UN VECCHIO BUS INGLESE


 

Foto Roberto Alborghetti - Mitrani Yarden 4

Guest Writer: Stefano Alberti

Questo è il bellissimo Abito Vulcano, presentato per la prima volta in Toscana (Monte Amiata, Piancastagnaio, Siena) il 25 ottobre, durante gli eventi per la prima italiana di “The Ghost Bus” cortometraggio prodotto da Roberto Alborghetti con Bartons PLC e ACT Group (Nottingham, Regno Unito).

L’immagine che ammiriamo è una speciale anteprima dal prossimo video e e-book : “La Principessa, il Fuoco e il Castello”. L’abito è un capo di alta moda, creazione HotCouture di Mitrani Yarden, basato sull’immagine originale che Roberto Alborghetti (Lacer/ azioni) ha realizzato  per il progetto “The Ghost Bus”. Infatti, lo “scatto” fotografico, preso dalla superficie arrugginita e polverosa di un vecchio autobus abbandonato,  è stato magnificamente stampato e modellato sul tessuto da Yarden, fino a creare un abito, unico e non riproducibile.

La creazione di alta moda, insieme al cortometraggio del “Ghost Bus” sono stati presentati nell’ambito della 17a edizione di “Penne e Video Sconosciuti”, organizzata da Osa Onlus con il Comune di Piancastagnaio. Nel corso delle giornate sono state anche realizzate riprese fotografiche e video, a cura sempre di Roberto Alborghetti e Mitrani Yarden, con la partecipazione della modella Ginevra Bertolani, dell’Agenzia Casting di Firenze, e con la collaborazione (hair style e make up) di Natalia Scalacci ( Free Style, Abbadia San Salvatore, Siena). Il video dell’Abito Vulcano conterrà la colonna sonora musicata e composta da Eylon Malhi, musicista di Tel Aviv (Istraele).  

Le riprese sono avvenute nella suggestiva Rocca Aldobrandesca, sempre a Piancastagnaio, dove era in corso una bellissima mostra dello scultore Paolo Borghi. Grande l’interesse del pubblico, tra cui anche oltre 500 studenti che hanno partecipato agli incontri tenuti da Roberto Alborghetti e Mitrani Yarden,fashion designer originario di Tel Aviv (ora vive a Firenze, dopo un periodo di studio e di attività a Parigi presso importanti case di moda). Presente anche una delegazione dal Regno Unito, guidata dalla signora Marysia Zipser (ACT Group), che ha prospettato l’ipotesi di una collaborazione stabile tra i territori dell’Amiata (celebri anche per un’antica scultura che presenta un arciere) e la terra di Robin Hood, arciere di Nottingham.

Un evento davvero riuscito, per il quale è d’obbligo un “grazie” per la collaborazione al Comune di Piancastagnaio, al Sindaco Luigi Vagaggini, al consigliere comunale Samuele Bechini, a Nicola Cirocco (Osa Onlus), alla docente Patrizia Sapri, a Marysia Zipser (ACT Group, Beeston), all’Agenzia Re Ratchis, al Gruppo folk guidato da Gianmarco Nucciotti e ai rappresentanti del Palio delle Contrade.  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...