“GETTARE PONTI DOVE C’E DIVISIONE”: PAPA FRANCESCO INCONTRA I GENITORI DELL’AGeSC


_0008725

Guest Writer: Giusi Vianello – Ufficio Stampa AGeSC

“Prego il Signore perché la scuola cattolica non dia mai per scontato il significato di questo aggettivo! Infatti, essere educatori cattolici fa la differenza”. Lo ha detto stamane il Papa incontrando i genitori A.Ge.S.C. e chiedendo subito dopo quali siano i requisiti perché una scuola possa dirsi veramente cattolica. Francesco ha sottolineato che “La scuola cattolica deve trasmettere una cultura integrale, non ideologica e, in concreto, è chiamata a favorire l’armonia delle diversità. “Gettare ponti – ha detto il Papa nella Sala Clementina – non c’è sfida più nobile! Costruire unione dove avanza la divisione, generare armonia quando sembra avere la meglio la logica dell’esclusione e dell’emarginazione” evidenziando così la missione dell’educazione cattolica. “Non siate fuori dal mondo, ma vivi come lievito nella pasta. L’invito che vi rivolgo è semplice ma audace: sappiate fare la differenza con la qualità formativa. Sappiate trovare modi e vie per non passare inosservati dietro le quinte della società e della cultura. Non destando clamori. Non con progetti farciti di retorica” ha detto il Pontefice agli oltre 400 A.Ge.S.C. “Sappiate distinguervi  per la vostra costante attenzione alla persona, in modo speciale agli ultimi, a chi è scartato, rifiutato, dimenticato – ha aggiunto. Sappiate farvi notare non per la facciata, ma per una coerenza educativa radicata nella visione cristiana dell’Uomo e della Società”. Il Pontefice ha poi sottolineato come spetti ai genitori il diritto/dovere  irrinunciabile di educare i figli, in maniera integrale, aiutando così il compito della scuola, per far si che essa sia all’altezza dei suoi compiti educativi. Specialmente quando l’educazione che si propone è cattolica. Un cenno il Papa lo ha riservato anche alla crisi economica, che ha fatto chiudere molte scuole cattoliche, cosa che non deve indurre scoraggiamento ma aumentare l’impegno, perché la differenza si fa con la qualità della vostra presenza e non con la quantità di risorse in campo. “Non svendete mai i valori umani e cristiani di cui siete testimoni nella famiglia, nella scuola, nella società – ha aggiunto Francesco – e date generosamente il vostro contributo perché la scuola cattolica non diventi mai un ripiego o un’alternativa insignificante tra le varie istituzioni formative”. In apertura dell’udienza il Presidente nazionale Roberto Gontero ha presentato a Papa Francesco l’associazione, con finalità e obiettivi, primo tra tutti raggiungere una reale e concreta libertà di scelta educativa, battaglia da affrontare in tutte  le sedi politiche e sociali.  “Il pluralismo scolastico insieme al diritto dei genitori di scegliere l’educazione integrale della persona – ha affermato Gontero – sono per A.Ge.S.C. diritti inviolabili da difendere con la consapevolezza che essi sono negati in Italia alle famiglie più povere e ai disabili”.

Al Pontefice i genitori delle scuole cattoliche hanno consegnato il volume “Quando il giorno era  una freccia. Papa Francesco: gli anni nel mondo della scuola. La testimonianza educativa” di Roberto Alborghetti, insieme ad una ceramica dipinta a mano da una mamma e rappresentante il logo per i 40 dell’Associazione 1975 – 2015. Al termine dell’udienza Papa Francesco ha stretto la mano a tutti i partecipanti riservando un’attenzione affettuosa a tutti i numerosi bambini presenti. La grande disponibilità del Pontefice verso l’A.Ge.S.C. ha lasciato in tutti il segno di una grande commozione insieme ad un rinnovato vigore per la sfida educativa che attende i genitori nel prossimo futuro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...