FENOMENI / CARTOONS E SIGLE TV: TUTTI I RECORDS DELLA CANTANTE PAOLA ORLANDI. DA REMI A CAPITAN HARLOCK…  


 

PAOLA ORLANDI

 

 

Guest Writer: GIANNI SORU

 

Nata a Roma il 19 gennaio del 1938. PAOLA ORLANDI, è una delle pochissime donne autrici di musica, suona il pianoforte. Assieme alla sorella Nora è stata la primissima corista per tutti i cantanti italiani.

Negli anni ’50 incide alcuni dischi come solista come “Dimmelo con un bacio”, “Sono un sognatore”, “Ancora ti credo”, “Adoro te”, “Oltre l’arcobaleno” (da Over the Raimbow)…

Dal 1961 al 1984 entra a far parte dei 2+2 (e successivamente diverranno i 4+4) gruppo vocale fondato da sua sorella maggiore Nora Orlandi. Il gruppo sarà sul palco dell’Ariston per far da coro a tutte le canzoni del Festival di Sanremo.

Paola ha scritto più di 100 canzoni, ed ha fatto da coro ad oltre 1.000 canzoni. Paola è la regina della musica italiana, tutti abbiamo cantato una sua canzone, la sua voce era ovunque, o legata a un canzone, o a un programma tv, o a un telefilm, a un cartone animato o a un jingle pubblicitario (ha cantato tanti tormentoni come ‘Coca Cola’, ‘Fanta’, ‘Fiesta’, ‘Esselunga’, ‘Pasta del Capitano’, ‘Falqui’, ‘Vivident’, ‘La Rinascente’, ‘Standa’, ‘Sprite’, ‘Plasmon’, ‘Astadamiano’, ‘Mercatone dell’Arredamento’, ‘Glisolid’, ‘Postalmarket’, ‘Rabarbaro Zucca’…)

Ancora oggi Paola fa cantare tutti con le sue sigle, è colei che ha venduto più di tutti ben oltre 8 milioni di copie in 10 anni! Un record! (il primo a ad intervistare Paola Orlandi fu proprio Gianni Soru alla fine degli anni ‘90 pubblicando diversi articoli su varie riviste: Cudowny, Il Giornale di Noi Ragazzi, Manga Club, WooW, Scelta TV, Colori… ndr).

 

Sono stati i cori per Adriano Celentano in “24 mila baci”, “Azzurro”, “Una carezza in un pugno”, “Soli”, “Il tempo se ne va”, “Yuppi du”…; per Betty Curtis: “Buongiorno amore…; per Bobby Solo: “Una lacrima sul viso”, “Se piangi se ridi”…; per Caterina Caselli: “Nessuno mi può giudicare”, “Perdono”…; per Domenico Modugno: “Nel blu dipinto di blu”, “Piove”, “Addio addio”…; per Drupi: “Vado via”, “Sereno è”, “Piccola e fragile”, “Sambariò”, “Regalami un sorriso”…; per Edoardo Vianello: “Pinne fucile e occhiali”, “Guarda come dondolo”, “Abbronzantissima”, “I Watussi”, “Sul cucuzzolo”…; per Fausto Leali: “A chi”…; per Gianni Morandi: “Andavo a cento all’ora”,, “Non son degno di te”, “Chimera”…; per Iva Zanicchi: “Zingara”, “Ciao cara come stai”….; per Johnny Dorelli: “L’immensità”, “Arriva la bomba”…; per Gino Paoli: “Sapore di sale”…; per Little Tony: “Riderà”, “Cuore matto”…; per Lucio Battisti: “Acqua azzurra acqua chiara”, “Il mio canto libero”…; per Lucio Dalla: “4 marzo 1943”…; per Massimo Ranieri: “Da bambino”…; per Marcella Bella: “Montagne verdi”, “Un sorriso e poi perdonami”, “Nessuno mai”…; per Mia Martini: “Minuetto”…; per Milva: “Monica delle bambole”…; per Mina: “Insieme”, “Grande grande grande”, “Se telefonando”, “Amor mio”, “E poi”…; per Nada: “Ma che freddo fa”, “Il cuore è uno zingaro”…; per Nicola Di Bari: “Il matto del villaggio”…; per Orietta Berti: “Io ti darò di più”, “Io, tu e le rose”, “Tipitipitì”…; per Ornella Vanoni: “La musica è finita”…; per Patty Pravo: “La spada nel cuore”…; per Paul Anka: “Ogni volta”…; per Peppino Di Capri: “Un grande amore e niente più”…; per Raffaella Carrà: “Ma che musica maestro”, “Chissà se va”, “Din Don Dan”, “Felicità tà tà”, “Ma che sera”, “Rumore”…; Renato Rascel “Padre Brown”…, per Rita Pavone: “La partita di pallone”, “Il ballo del mattone”, “Datemi un martello”, “Viva la pappa col pomodoro”, “Fortissimo”, “Il geghegè”, “Pippo non lo sa”…; per Sandra Mondaini “Tiritiritera”…; per Sergio Endrigo: “Canzone per te”…; per Tony Renis: “Quando quando quando”, “Buongiorno amore”…; per Toto Cutugno: “Solo noi”, “L’italiano”, “Serenata”…; per Wilma Goich: “Le colline sono in fiore”…

 

1975: Paola si trasferisce a Milano, dove crea un suo gruppo vocale per i cantanti che incideranno al Nord. Paola incide la sua prima sigla tv come solista dal titolo “Papaya”, sigla fortunata del programma tv Per un colpo di fortuna.

 

1976: “Oh Ettore” (sigla di Il soldato di ventura) con gli Oliver Onions.

 

1977: Paola si occupa della traduzione di tutti i testi dello spettacolare programma dei “Muppet Show” (Rai 1) condotto dagli stessi pupazzi. Ne realizza anche la sigla traducendola da quella originale americana e la canta con il suo gruppo che la porta in classifica con 200.000 copie vendute. Scrive poi il testo per il celeberrimo telefilm di “Zorro” (Rai 1) e la canta facendo da coro ad Arturo Zitelli assieme ai suoi figli Giampi e Chiara. Un enorme successo, la sigla entra in classifica vendendo 300.000 copie. Paola scriverà anche tutte le canzoni del 33 giri di Zorro.

Fa da coro a Rita Pavone per la sua hit “My name is potato” (Rai 1, sigla di Rita ed io), con 350.000 copie vendute.

 

1978: le commissionano le sigle di “Ufo robot” e “Shooting star” (in inglese), sigle di testa e di coda di Atlas ufo robot (Rai 2), il disco, è un tormentone, un classico ancora oggi amatissimo, e va in top-ten con 650.000 copie vendute. Incide anche la nuova sigla “Goldrake” altro tormentone amatissimo, una nuova hit da 600.000 copie (voce solista Michele Tadini); sigle firmate con lo pseudo di Actarus. Incideranno anche le canzoni del 33 giri “Atlas ufo robot” (“Rigel”, “Venusia”, “Alcor”, “Vega”, “Procton”…), disco che entrerà in classifica con 300.000 copie vendute.

Paola scrive ed incide assieme al figlio Giampaolo “La marcia di Topolino” (Rai 1, sigla di Il club di Topolino). Un grandissimo successo da classifica con 140.000 copie. Paola scriverà anche tutte le canzoni del 33 giri.

 

1979: con il nome I Ragazzi di Remì cantano un classico, un tormentone cantatissimo “Remì le sue avventure” (Rai 1), una hit da 1.400.000 copie vendute, (dentro Paola ha messo anche suo figlio Giampi di 9 anni). Invece con lo pseudo La Banda dei Bucanieri incideranno una hit amatissima, si tratta di “Capitan Harlock” (Rai 2).

Invece con lo pseudo di La Famiglia Rossi incidono “Lo dice la mamma” (Rai 2), sigla del programma Arrivano i vostri. (Sul lato B del disco cantano “T come TV”).

Saranno i cori per il brano tormentone “Sarà un fiore” sigla di apertura del Festival di Sanremo (Rai 1), per Enrico Beruschi, una hit da 700.000 copie.

Cori anche per Bruno D’Andrea e la sua martellante “Na-no Na-no” (Rai 2, sigla di Mork e Mindy), che va in top-ten con 300.000 copie vendute.

 

1980: tornano in top-ten con un altro classico stra-cantato e stra-amato, si tratta di “Anna dai capelli rossi” (Rai 1), con 1.200.000 copie vendute.

Con lo pseudo de I Micronauti invece vanno in classifica con il tormentone amatissimo di “Daitarn 3” (Milano TV), con 300.000 copie; incidono anche “Tekkaman” (Canale 51, voce solista Silvio Pozzuoli), sigla di Tekkaman il cavaliere dello spazio.

Con il nome di Ypsilon vanno in classifica con “Astro robot contatto Ypsilon” (Rai 2, voce solista Silvio Pozzuoli), vendendo 200.000 copie. (sul lato B del disco cantano invece l’inedito “Quattro super eroi”)

Invece con lo pseudo I Cavalieri di Silverland, farà da coro a Marco Ferradini ed alla sua “La principessa Zaffiro” (Canale 51).

“Sembrano Proprio Quasi Romani” (Rai 1) sigla di S.P.Q.R., la cantano con lo pseudo de I Romani, ma la serie tv però non avrà fortuna e il disco non verrà mai stampato.

Invece con lo pseudo Gli Amici di Misha, cantano “Amico Misha”, sigla-inno ufficiale delle Olimpiadi 1980.

Paola fa cantare a suo figlio Giampi (di 10 anni), le sigle di testa e di coda di Addio Giuseppina, dal titolo “La balena Giuseppina” e “Giuseppina non lasciarmi mai” (Antenna 3), e mamma Paola decide di fargli i cori.

 

1981: con lo pseudo di Orchestra e Coro di Augusto Martelli incidono la cantatissima “Gatchaman la battaglia dei pianeti” (Canale 5) ed entrano di nuovo in classifica vendendo 200.000 copie. (Sul lato B del disco cantano un brano inedito “7 Zark 7”). Poi “Five” e “Ma che Five” (Canale 5), sigla dei programmi per ragazzi Pomeriggio con Five e Domenica con Five, disco che entra in classifica con 100.000 copie.

Invece riadoperando il nome de I Micronauti, tornano in classifica con la bella “Capitan Futuro” (Rai 2) vendendo 200.000 copie (sul lato B del disco cantano un pezzo inedito dal titolo “Gran Capitano”); e con lo pseudo La banda di Tom vanno in classifica con la cantatissima “Tommy” (Rai 1), sigla di Tom story con 200.000 copie (sul lato B del disco cantano l’inedito “Mississipi”), invece con lo pseudo I Pungiglioni vanno in classifica con “Ape ape ape Maia” (Rai 2), sigla di L’ape Maia, vendendo 300.000 copie.

 

1982: vanno in classifica con la cantatissima “Marco” (Rai 1), vendendo 200.000 copie, cantata con lo pseudo Gli Amici di Marco.

Invece con lo pseudo dei I Fratelli Grimm, vanno in classifica con “Nils Holgersson” (Rai 2), vendendo 100.000 copie.

Di nuovo con il nome Orchestra e Coro di Augusto Martelli cantano “Tansor 5” (Canale 5).

 

1983: “Hello Spank” (Italia 1), sigla tormentone amatissima, che firmano con i nome de I Cuccioli, e vanno in classifica vendendo 200.000 copie.

ancora con il nome di Orchestra e Coro di Augusto Martelli incidono “La regina dei mille anni” (Canale 5) e con Cristina D’Avena invece cantano “Lucy May” (Italia 1), in classifica con 50.000 copie.

“Vola bambino” (Canale 5), sigla di Pepero, invece è cantata dal bimbo Pepero e il coro viene fatto da Paola.

 

1984: “Due giovani eroi John e Solfami” (Italia 1), sigla de I Puffi, viene cantata ancora utilizzando il nome di Orchestra e Coro di Augusto Martelli.

Utilizzando ancora il nome de I Cuccioli, cantano invece la sigla de “Il fedele Patrash” (Rai 1).

 

1985: “L’ispettore Gadget” (Rai 2), la sigla cantata da Gadget con cori di Paola, viene tradotta da quella originale francese, ma il disco non verrà mai pubblicato.

E’ il coro per lo sceneggiato “Radici” (canale 5).

Sarà il coro per “Joan Lui” di Adriano Celentano, film interpretato dallo stesso Adriano.

 

1988: scrive le canzoni del 33 giri “Palla al centro per Rudy” (Italia 1), cantate da Cristina D’Avena. Paolo propone suo Figlio Giampi (ora 18’enne), per le nuove sigle di cartoni animati come “Sceriffi delle stelle” (Italia 7), “Capitan Dick” (Italia 7) e mamma Paola gli farà i cori.

 

1989: per suo figlio Giampi Daldello le farà da coro nelle sigle di “I Rangers delle galassie” (Italia 7), “A tutto gas” (Italia 7), “Motori in pista” (Italia 7) ed il tormentone di “Tartarughe ninja alla riscossa” (Italia 7). I singoli non usciranno ma le sigle verranno inserite in diverse compilation.

 

1990: è ancora coro per suo figlio Giampi in “He man” (Italia 1), e coro per Vincenzo Draghi e la sua ricercatissima e mai pubblicata “I 5 Samurai” (Italia 7) che firmano con lo pseudo de I Samurai.

 

1991: Paola è autrice delle canzoni che compaiono all’interno del cartone animato di “Ciao Sabrina”, cantate da Nadia Biondini, Paola Tovaglia ed Enzo Draghi. In questo stesso anno Paola lascia il mondo della musica per seguire una piccole etichetta musicale fino a metà degli anni 2000, dove poi decide di fare la nonna a tempo pieno per i suoi nipotini.

 

 

 

GIANNI SORU

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...