FENOMENI / I GRANDI PROTAGONISTI DELLE SIGLE TV: I FRATELLI DE ANGELIS (OLIVER ONIONS)…SANDOKAAAN!!!


oliver-onions

GUEST WRITER: GIANNI SORU

Guido De Angelis è nato a Rocca di Papa il 22 dicembre del 1944. Maurizio De Angelis è nato a Rocca di Papa il 22 febbraio del 1947.

Nel 1967 entrano a far parte del gruppo dei Black Stones. Nel 1971 cominciano ad essere indipendenti con le loro musiche. E’ loro il record per il maggior numero di colonne sonore composte, ne hanno fatte oltre 400. Spesso molte sigle di film le interpreteranno Guido e Maurizio De Angelis in lingua inglese; adottando anche il nome di Oliver Onions; e per alcune sigle tv useranno degli pseudonimi per non inflazionare il mercato. Fondano anche la loro etichetta musicale Kangaroo. I loro dischi sono stati stampati anche all’estero ed hanno venduto milioni di copie.

(All’inizio degli anni 2000 Gianni Soru riparlerà degli Oliver Onions, svelando cose nuove, pubblicando diversi articoli su svariati giornali come Di Tutti i Colori, Japan Magazine, Cudowny,  Manga Club, WooW, Colori… e per il sito Koji and Kutei ndr).

Centinaia e centinaia sono le colonne sonore che hanno composto e cantato come “Dio perdona io no” (1967), “I quattro dell’Ave Maria” (1968), “Un esercito di cinque uomini” (1969), “Per grazie ricevuta” (1971), “Lo chiamavano Trinità” (1971), “Trastevere” (1971), “Continuavano a chiamarlo Trinità” (1971), “Poi lo chiamarono il magnifico” (1972), “Più forte, ragazzi!” (1972),  “Il prode Anselmo e il suo scudiero” (1972), “Anche gli angeli mangiano fagioli” (1973), “Il terrore con gli occhi storti” (1973), “Giovanna coscialunga, disonorata con onore” (1973), “I racconti di Canterbury 2” (1973), “Tutti figli di mammasantissima” (1973), “Piedone lo sbirro” (1973), “Altrimenti ci arrabbiamo” (1973), “Storia di karatè, pugni e fagioli” (1973), “Delitto di regime” (1973), “Prima ti suono poi ti sparo” (1974), “Arrivano Joe e Margherito” (1974), “Porgi l’altra guancia” (1974), “Anche gli angeli tirano di destro” (1974), “A forza di sberle” (1974), “Il bianco, il giallo, il nero” (1974), “40 giorni di libertà” (1974), “A mezzanotte va la ronda del piacere” (1975), “Africa express” (1975), “Roma violenta” (1975), “Zorro” (1975), “Piedone a Hong Kong” (1975), “Tommaso d’Aquino” (1975), “Il sodato di ventura” (1976), “Due sul pianerottolo” (1976), “Simone e Matteo (1976), “Squadra antiscippo” (1976), “La moglie di mio padre” (1976), “Il letto in piazza” (1976), “Langudi baci, perfide carezze” (1976), “Con la rabbia negli occhi” (1976),  “Vanno, si trasformano, tornano” (1976), “Tre tigri contro tre tigri” (1977), “Squadra antifurto” (1977), “Il signor Robinson” (1977), “Safari express” (1977), “Il Vangelo secondo Simone e Matteo” (1977), “Goodbye & amen” (1977), “Il figlio dello sceicco” (1977), “Charleston” (1977), “I due superpiedi quasi piatti” (1977), “La tigre è ancora viva: Sandokan alla riscossa” (1977), “Piedone l’africano” (1978), “Formula 1, febbre della velocità” (1978), “La montagna del dio cannibale” (1978), “Squadra antitruffa” (1978), “Lo chiamavano Bulldozer” (1978), “Pari e dispari” (1978), “Alien 2, sulla terra” (1979), “Il cacciatore di squali” (1979), “Sensività” (1979), “Uno sceriffo extraterrestre” (1979), “L’avventuriero” (1979), “L’occhio che uccide” (1979), “Bello di mamma” (1980), “Pole position” (1980), “L’ultimo squalo” (1980), “Uno contro l’altro praticamente amici” (1980), “Piedone d’Egitto” (1980), “Chissà perché capitano tutte a me” (1980), “Poliziotto Superpiù” (1980), “Banana Joe” (1981), “Chi trova un amico trova un tesoro” (1981), “Occhio alla penna” (1981), “Adamo ed Eva la prima storia d’amore” (1982), “Bomber” (1982), “Cane e gatto” (1982), “Bonnie e Clyde all’italiana” (1983), “I predatori di Atlantide” (1983), “Occhio malocchio, prezzemolo e finocchio” (1983), “Il diavolo e l’acquasanta” (1983), “Cenerentola ‘80” (1983), “Nati con la camicia 2” (1983), “L’allenatore nel pallone” (1984), “L’angelo custode” (1984),  “Nel mare degli antichi” (1984), “Arrivano i vostri – Avventurosa storia del western all’italiana” (1984), “Non c’è 2 senza 4” (1984), “Figlio mio infinitamente caro” (1985), “Mezzo destro, mezzo sinistro” (1985), “Scemo di guerra” (1985), “Il diavolo sulle colline” (1985), “Paolo e Francesca” (1985), “Miami Supercops” (1985), “Molly’O” (1986), “Fantasupergenio” (1986), “Delitti” (1987), “Il caso Donati” (1987), “Uomo contro uomo” (1987), “Frankenstains Tante” (1987),  “Cerco l’amore” (1987), “Big man” (1988), “Cinque ragazzi a Parigi” (1988), “Quando ancora non c’erano i Beatles” (1988), “Passi d’amore” (1989), “Un piede in paradiso” (1990), “La storia spezzata” (1991), “Il ragazzo dal kimono d’oro” (1991), “La moglie nella cornice” (1992), “Un amore rubato” (1993), “Vite a termine”, “Il prezzo della vita” (1994), “La storia di Chiara” (1995), “Addio e ritorno” (1996), “Dove comincia il sole” (1997), “Mia per sempre” (1997), “Sotto il cielo dell’Africa” (1998)

Realizzano anche le musiche per diversi telefilm di grande successo per la tv come “Casa Cecilia” (1983), “Il maresciallo Rocca ” (1996), “Incantesimo” (1998), “Un medico in famiglia” (2003), “Elisa di Rivombrosa” (2004)…

Sono stati gli autori anche delle musiche di celebri programmi tv come  “O patèo”, sigla del programma radiofonico Radio discoteca (1976), “Su e giù per l’Italia” (1979), “Al Paradise” (1984), “Domenica in…” (1985), “Fantastico 6” (1985), “Detto tra noi” (1994)…

Incidono in italiano diverse sigle, come quella del film di successo “Il corsaro nero” (1976) firmata con il nome Guido e Maurizio De Angelis; incidono anche la sigla per il telefilm colosso di “Sandokan” (1976, Rai), la sigla amatissima arriverà in top-ten con quasi 1 milione di copie vendute, cantata con lo pseudo di Oliver Onions. Il successo è tale che ne incideranno anche un album con canzoni nuove.

La martellante “Orzowei” (1977, Rai 1), sigla del telefilm che li riporta in top-ten con 600.000 copie, cantata con lo pseudo di Oliver Onions. Compongono anche la musica per il celeberrimo telefilm di “Furia cavallo del West” (1977, Rai), cantata da Mal,

“S.O.S. Spazio 1999” (1979, Rai) sigla del popolarissimo telefilm che li riporta in classifica con 300.000 copie, cantata con lo pseudo di Oliver Onions.

Nel 1980 incidono per la Spagna le sigle dei cartoni animati di “Las aventuras de Tom Sawyer” (da noi conosciuto come Tom story) e “Banner y Flapy” (da noi conosciuto come Lo scoiattolo Banner) in lingua spagnola.

Cantano la bellissima “Non è la gelosia” (1981, Rai), sigla della telenovelas A Tuttoamore, che firmano con lo pseudo di Tommy; “W i Re Magi” e “Bulibù” sono le sigle di testa e di coda del cortometraggio per Domenica in… (1981, Rai) firmate con il nome di Re Magi; pubblicheranno anche un intero album omonimo con canzoni di Natale; incidono anche “Marco Polo” e “Le avventure di Marco Polo” sigla di testa e di coda del cartone animato di Le avventure di Marco Polo (1981, Videodelta) che riscuote un buon successo e che firmano con il nome di Oliver Onions. In inglese cantano “Movie Movie” (Rai, 1981), sigla del programma A tutto cinema.

La bella “Gabbiano”, è la sigla del programma L’albero dei diamanti (1982, Rai) firmata con il nome di Oliver Onions; ed incidono le sigle dei cartoni animati di “Galaxy” sigla di Galaxy Express 999 (1982, Rai 2), amatissima che li porta in classifica con 80.000 copie cantata con il nome di Oliver Onions; ai discografici questo pezzo piace talmente tanto che gli chiedono di usare la stessa musica per “Fantasy”, nuova sigla del film di Bud Spencer; incidono poi “Jacky” sigla di Jacky l’orso del monte Tallak (1982, Retequattro) che firmano con il nome di Royal Jelly (sigla che incideranno anche in spagnolo) pubblicano anche un 33 giri con canzoni inedite a lui dedicate; eseguono poi la cantatissima “Rocky Joe” (1982, Retequattro), firmata con lo pseudo Gli Amici di Rocky e “Il gatto Doraemon” (1982, Rai 2), sigla di testa del famosissimo Doraemon, firmata con il nome di Oliver Onions.

Segue poi la simpatica sigla di “Benedetta” (1983, Rai), per il telefilm Benedetta e Co., che canteranno proprio con la loro nipotina Bendetta; incidono poi le sigle per i cartoni animati di successo di “Ruy” sigla Ruy il piccolo Cid (1983, Italia 1, sigla incisa anche in spagnolo) che firmano con lo pseudo di Benedetta (perché cantata assieme alla loro nipotina) e  “D’Artacan” sigla di D’Artacan e i tre moschettieri (1983, Rai 2, incisa anche in spagnolo, in inglese ed in francese), che firmano con lo pseudo de I Tre Moschettieri (sempre assieme alla loro nipote Benedetta); eseguono poi in inglese “Yor World”, sigla del programma tv Yor’s (1983, Rai) e “Blue sea” (1983, Rai), sigla di Dimensione oceano.

“Il giro del mondo in 80 giorni” è la bella sigla de Il giro del mondo di Willy Fog (1984, Italia 1, incisa anche in spagnolo, inglese, francese e finlandese).

Per la Spagna incidono la sigla del cartone animato “Bobobobs” (1985).

“Cook” è la sigla de Il grande oceano di Capitan Cook (1987, Rai).

“Barbarossa” (1998, Rai 1), sigla del cartone omonimo e per il cartone animato di “Sandokan la tigre della Malesia” (1998, Rai 1), viene riutilizzata la loro storica sigla del telefilm del 1976.

Incidono poi la bella “Jolanda la figlia del corsaro nero” (2000, Rai 2).

Il celebre telefilm “Un medico in famiglia” (2003, Rai 2), diventa un cartone animato, con la stessa musica degli Oliver Onions.

 

Son da ricordare anche 2 canzoni di musica leggera italiana “Santa Maria” (1980) e “Quanto sei bella stasera” (1981) , tutte e due arrivate ai vertici delle classifiche.

 

GIANNI SORU

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...