“PRONTO? SONO IL LIBROFONINO”: 1.000 STUDENTI DI MOLA DI BARI INCONTRANO L’AUTORE (DIRETTA RADIO SU RMI, 30 GENNAIO ’17)


mola-di-bari-30-gennaio-2017

“Pronto? Sono il librofonino” è il nuovo libro di Roberto Alborghetti, con le illustrazioni di Eleonora Moretti, dedicato ai ragazzi e alle ragazze. E’ un fanta-racconto su un cellulare che “racconta storie di smombies, smartphones e cyber-bulli”, edito da I Quindici. Attorno a questo libro, il 30 gennaio  2017, a Mola di Bari (Bari) si svolgerà un grande incontro che vedrà la presenza di circa 1.000 studenti, che fanno parte delle scuole del 2° Circolo Didattico “S,Giuseppe, del 1° Circolo Didattico “Maria Montessori”, della Scuola Secondaria di 1° “Alighieri-Tanzi”.

L’iniziativa è organizzata dalle stesse scuole insieme al Comune di Mola di Bari e all’Assessorato alla Cultura  – con il sindaco Giangrazio di Rutigliano ed il vice sindaco Francesca Mola – con la partecipazione di Sac-Mari tra le Mura e Radio Mola International, che trasmetterà l’evento in diretta a partire dalle ore 11. Straordinario il luogo dove si terrà l’incontro: la chiesa del Sacro Cuore, messa a disposizione dalla Parrocchia, in quanto l’iniziativa – nata dall’interessamento e dall’entusiasmo della Dirigente scolastica prof.ssa Cinzia Brunelli, della docente prof.ssa Sabrina Linsalata e dai colleghi – è proposta come una opportunità per riflettere su uno dei fenomeni che ci tocca tutti: quello della comunicazione tramite i telefonini, realtà che ci sta cambiando (e spesso condizionando) la vita quotidiana.

Con l’autore Roberto Alborghetti sarà presente Paolo Sandini, in rappresentanza de I Quindici, storico marchio dell’editoria italiana per l’infanzia. Il sindaco Giangrazio di Rutigliano, la Dirigente prof.ssa Brunelli e l’Assessore alla Cultura del Comune di Mola di Bari porteranno il proprio saluto.

“NESSUNO RESTI INDIETRO”: PROSSIMI INCONTRI A BARI (28 GENNAIO) E FIRENZE (3 FEBBRAIO)


Guest Writer: Stefano Alberti

Bari (28 gennaio, Istituto Margherita) e Firenze (3 febbraio, Centro Internazionale “G.La Pira”) sono le prossime tappe del lungo giro di presentazioni di “Nessuno resti indietro”, il best seller di Roberto Alborghetti, edito da Velar, dedicato alle tematiche della dignità del lavoro e dell’inclusione sociale nel pontificato di Papa Francesco.

BARI: 28 GENNAIO, ISTITUTO MARGHERITA

La “rivoluzione” di Papa Francesco. Ossia: la storia, la testimonianza, le intuizioni e il modello di economia solidale di un Pontefice che sta cambiando la Chiesa e non solo. E’ questo il tema dell’incontro in programma a Bari, presso l’Istituto Margherita (Corso  Benedetto Croce 267), sabato 28 Gennaio 2017, con inizio alle ore 10,30. Promosso dallo stesso Istituto Margherita – storica scuola paritaria del capoluogo pugliese – e dal Comitato AGeSC Provinciale di Bari, l’evento intende sottolineare il rilancio delle attività dell’Associazione Genitori Scuole Cattoliche, realtà che opera a servizio della famiglia e della scuola cattolica.

Il messaggio di Papa Francesco e il magistero della dottrina sociale sono apparsi il tema più consono, oltre che di grande attualità, per poter invitare la comunità scolastica e la cittadinanza a riflettere su realtà ed aspetti che toccano e coinvolgono la società intera. L’incontro vedrà la partecipazione di Roberto Alborghetti, giornalista e autore di “Nessuno resti indietro, Papa Francesco la dignità del lavoro e l’inclusione sociale” (Editrice Velar) e di altre tre pubblicazioni dedicate al papato di Bergoglio. L’incontro prevede gli interventi di: Tommaso Cozzi, Direttore Ufficio Mondo Sociale e del Lavoro Diocesi di Bari-Bitonto; Giancarlo Frare, Vice Presidente Nazionale AGeSC; Suor Elena Pacini, Superiora dell’Istituto Margherita e il saluto di benvenuto di Gianni Panuzzo, Presidente del Comitato Provinciale dell’AGeSC, che con il gruppo dei più stretti collaboratori, ha voluto questo evento che segna a Bari la “rinascita” dell’Associazione che, da più di quarant’anni, è dalla parte dei genitori e della scuola. L’Editrice Velar sarà rappresentata dal dottor Paolo Sandini. L’iniziativa vuole dunque essere un’opportunità per riflettere sulle tematiche della giustizia sociale, della solidarietà e dell’educazione al senso civico così come suggerito dalle pagine di “Nessuno resti indietro”.

FIRENZE: 3 FEBBRAIO 2017, CENTRO INTERNAZIONALE “G.LA PIRA)

Un libro per parlare di dignità del lavoro ed inclusione sociale, temi che sono sempre, più che mai, di stretta attualità. Venerdi 3 Febbraio 2017, alle ore 17, presso il Centro Internazionale Studenti “G.La Pira”, Sala Teatina,via dei Pescioni 3, a Firenze, avrà luogo la presentazione di “Nessuno resti indietro / Papa Francesco, la dignità del lavoro e l’inclusione sociale”di Roberto Alborghetti, Editrice Velar. Con l’Autore interverranno: Sen. Prof. Luigi Berlinguer, già Ministro dell’Istruzione,Università e Ricerca; Don Paolo Tarchi, già Direttore Ufficio problemi sociali e del lavoro della Cei; Prof. Fabio Di Palma, Istituto Universitario Sophia; Prof. Nicola Cirocco, Past president Osa Onlus. L’incontro è promosso dal Centro Internazionale Studenti “G.La Pira”, Osa Onlus e Opera per la Gioventù “G. La Pira”.

Già ristampato e accolto da grande attenzione da parte del pubblico e dagli opinion leaders, “Nessuno resti indietro” presenta Papa Francesco e la sua sensibilità per i temi della dignità del lavoro,  dell’inclusione sociale e della solidarietà, offrendo una documentazione inedita su fatti ed esperienze vissute dal futuro Papa nel difficile contesto storico e sociale dell’Argentina. “Un libro affascinante, che ci permette di capire perchè Papa Francesco fa e dice determinate cose“: queste le parole dell’ex premier sen. Giuliano Amato, giudice alla Corte Costituzionale. “Un testo che tutta la classe dirigente dovrebbe leggere”: così ha affermato l’avv. Vincenzo Massara, vice presidente nazionale di MCL. E il leader della Cisl Puglia, Giuseppe Boccuzzi, ha pubblicamente consigliato la lettura di “questo libro meraviglioso,per dedicarlo a chi non può partire in vacanza o a chi non ha mai avuto un lavoro o lo ha perso e non lo trova. Una lettura che ci sproni  a pensare ed agire affinchè Nessuno resti indietro, come dice il Santo Padre”. La giornalista e scrittrice Marina Lomunno  ha scritto sul settimanale di Torino (“La Voce del Popolo”) che il libro offre una “efficace sintesi della visione di Papa Francesco sui temi del lavoro”.

Le pagine di “Nessuno resti indietro” ci portano dentro gli anni e le esperienze pastorali che Jorge Mario Bergoglio ha vissuto nella Buenos Aires del lavoro-schiavo, dei laboratori clandestini, della tratta delle persone, dello sfruttamento dei minori, della disoccupazione, del lavoro nero, nel “tritacarne” dell’economia speculativa. Tra quelle vicende – scrive Alborghetti – “ho trovato la risposta all’interrogativo perché questo Papa insiste coerentemente sulla necessità di “un nuovo ‘umanesimo del
lavoro’, dove l’uomo, e non il profitto, sia al centro; dove l’economia serva l’uomo e non si serva dell’uomo”. Nella sofferenza condivisa per tanti episodi di ingiustizia e di esclusione sociali – nel libro si parla della strage ferroviaria dell’Once e del massacro di quasi 200 giovani nella discoteca Cromañón , delle vittime del lavoro schiavo e della criminalità collegata al racket delle persone e allo sfruttamento minorile in circa 3.000 fabbriche tessili abusive – nasce, si muove e si eleva il grido del “Nessuno resti indietro” dell’arcivescovo Bergoglio, e del modello di un nuovo ordine sociale ed economico, che – come si scrive nel libro – è definibile con il termine “Francisnomics”.

http://www.velar.it

 

LIBRO-NOVITA’ / PRONTO? SONO IL #LIBROFONINO. GUARDA IL VIDEO E NON FARE LO…SMOMBIE!


 

 

Un libro de “I Quindici” scritto da Roberto Alborghetti. Un cellulare racconta storie di smombies, smartphones e cyber-bulli. Illustrazioni di Eleonora Moretti. Imperdibile!!! Disponibile nelle librerie, anche on line. Prenotalo presso il tuo libraio di fiducia.  www.inuoviquindici.com

 

FENOMENI / CARTONI A PIENO RITMO A “SVEGLIA RAGAZZI” SU RETECAPRI


 

Gretecapriuest Writer: GIANNI SORU

 

“SVEGLIA RAGAZZI”: programma per ragazzi nato nel 1980, ha riscosso un grande successo, portato avanti fino al 1984. Retecapri era un canale che si prendeva solo nella regione Campania. A condurlo sono stati Teresa Iaccarino e il pupazzo marziano Uffi. La sigla è cantata da Teresa.

In questo programma sono stati replicati tanti celebri cartoni animati che han debuttato su svariati canali TV come ad esempio ‘Baldios’ (sigla Il Coro di Baldios), ‘Bem’ (sigla Nico Fidenco), ‘Betty Boop’, ‘Calendar men’ (sigla I Cavalieri del Re), ‘Candy Candy’ (sigla Rocking Horse), ‘Charlotte’ (sigla I Papaveri blu), ‘Conan’ (sigla Georgia Lepore), ‘Cybernella’ (sigla I Vianella), ‘Daltanious’ (sigla Superobots), ‘Danguard’ (sigla Veronica), ‘Don Chuck il castoro’ (sigla Nico Fidenco), ‘Falco il superbolide’ (sigla Superobots), ‘Fantaman’ (sigla Superbanda), ‘Gaiking il robot guerriero’, ‘Gackeen il robot guerriero’ (sigla I Mini robot), ‘Getta robot’ (sigla I Mini Robot),  ‘Gli gnomi delle montagne’ (sigla Le Mele Verdi), ‘God Sigma’ (sigla I Monelli Spaziali), ‘Gordian’ (sigla Superobots), ‘Grand Prix e il campionissimo’ (sigla Superobots), ‘Gundam’ (sigla Peter Rai),  ‘Hurricane Polymar’, ‘Il grande Mazinga’ (sigla Superobots), ‘Ippotommaso’ (Le Mele Verdi), ‘Jenny la tennista’ (sigla Nico Fidenco), ‘Jeeg robot’ (sigla Fogus), ‘Kyashan il ragazzo androide’, ‘Kimba il leone bianco’ (sigla I Cavalieri del Re), ‘L’invincibile robot Trider G 7’ (sigla Superobots), ‘L’orsacchiotto Mysha’ (sigla Rocking Horse), ‘L’Uomo Tigre il campione’ (sigla I Cavalieri del Re), ‘La banda dei ranocchi’ (sigla Le Mele Verdi), ‘La macchina del tempo’, ‘La spada di King Arthur’ (sigla I Cavalieri del Re), ‘Lamù la ragazza dello spazio’ (sigla Ataru), ‘Le nuove avventure di Pinocchio’ (sigla Luigi Lopez), ‘Le avventure dell’ape Magà’ (sigla Coro I Nostri Figli), ‘Lo scoiattolo Banner’ (sigla Le Mele Verdi), ‘Mazinga Z’ (sigla Galaxy Group), ‘Monkey’ (sigla I Coccodrilli), ‘Mr Magoo’, ‘Rocky Joe’ (sigla Oliver Onions), ‘Ryù il ragazzo delle caverne’ (sigle Fogus e Georgia Lepore), ‘Sally la maga’ (sigle The Witche e I Piccoli Cantori),  ‘Sampei ragazzo pescatore’ (sigla Rocking Horse), ‘Sasuke il piccolo ninja’ (sigla I Cavalieri del Re), ‘Space robot’ (sigla I Mini Robot), ‘Starblazers’ (sigla Superobots), ‘Starzinger’ (sigla Superobots), ‘Supercargattiger’ (sigla Superobots), ‘Temple e Tam Tam’ (sigla Il Coro di Temple e Tam Tam), ‘Tekkaman il cavaliere dello spazio’ (sigla I Micronauti),  ‘Toriton’ (sigla Rocking Horse), ‘Ufo Diapolon guerriero spaziale’ (sigla Superobots), ‘Wicky il vichingo’ (sigla Il Coro di Wicky), ‘Woody Woodpecher’, ‘Zambot 3’…

Tanto è stato il successo di questo programma tv che per anni sono usciti i suoi splendidi diari per la scuola ed il pupazzo Uffi.

GIANNI SORU

 

BARI: “NESSUNO RESTI INDIETRO” ALL’ISTITUTO “MARGHERITA” (SABATO 28 GENNAIO 2017)


 

Guest Writer: Stefano Alberti 

La “rivoluzione” di Papa Francesco. Ossia: la storia, la testimonianza, le intuizioni e il modello di economia solidale di un Pontefice che sta cambiando la Chiesa e non solo. E’ questo il tema dell’incontro in programma a Bari, presso l’Istituto Margherita (Corso  Benedetto Croce 267), sabato 28 Gennaio 2017, con inizio alle ore 10,30. Promosso dallo stesso Istituto Margherita – storica scuola paritaria del capoluogo pugliese – e dal Comitato AGeSC Provinciale di Bari, l’evento intende sottolineare il rilancio delle attività dell’Associazione Genitori Scuole Cattoliche, realtà che opera a servizio della famiglia e della scuola cattolica.

Il messaggio di Papa Francesco e il magistero della dottrina sociale sono apparsi il tema più consono, oltre che di grande attualità, per poter invitare la comunità scolastica e la cittadinanza a riflettere su realtà ed aspetti che toccano e coinvolgono la società intera. L’incontro vedrà la partecipazione di Roberto Alborghetti, giornalista e autore di “Nessuno resti indietro, Papa Francesco la dignità del lavoro e l’inclusione sociale” (Editrice Velar) e di altre tre pubblicazioni dedicate al papato di Bergoglio. L’incontro prevede gli interventi di: Tommaso Cozzi, Direttore Ufficio Mondo Sociale e del Lavoro Diocesi di Bari-Bitonto; Giancarlo Frare, Vice Presidente Nazionale AGeSC; Suor Elena Pacini, Superiora dell’Istituto Margherita e il saluto di benvenuto di Gianni Panuzzo, Presidente del Comitato Provinciale dell’AGeSC, che con il gruppo dei più stretti collaboratori, ha voluto questo evento che segna a Bari la “rinascita” dell’Associazione che, da più di quarant’anni, è dalla parte dei genitori e della scuola. L’Editrice Velar sarà rappresentata dal dottor Paolo Sandini.

L’iniziativa vuole dunque essere un’opportunità per riflettere sulle tematiche della giustizia sociale, della solidarietà e dell’educazione al senso civico così come suggerito dalle pagine di “Nessuno resti indietro”. Già ristampato e accolto da grande attenzione da parte del pubblico e dagli opinion leaders, il libro presenta Papa Francesco e la sua sensibilità per i temi della dignità del lavoro,  dell’inclusione sociale e della solidarietà, offrendo una documentazione inedita su fatti ed esperienze vissute dal futuro Papa nel difficile contesto storico e sociale dell’Argentina. “Un libro affascinante, che ci permette di capire perchè Papa Francesco fa e dice determinate cose“: queste le parole dell’ex premier sen. Giuliano Amato, giudice alla Corte Costituzionale. “Un testo che tutta la classe dirigente dovrebbe leggere”: così ha affermato l’avv. Vincenzo Massara, vice presidente nazionale di MCL. E il leader della Cisl Puglia, Giuseppe Boccuzzi, ha pubblicamente consigliato la lettura di “questo libro meraviglioso,per dedicarlo a chi non può partire in vacanza o a chi non ha mai avuto un lavoro o lo ha perso e non lo trova. Una lettura che ci sproni  a pensare ed agire affinchè Nessuno resti indietro, come dice il Santo Padre”. La giornalista e scrittrice Marina Lomunno  ha scritto sul settimanale di Torino (“La Voce del Popolo”) che il libro offre una “efficace sintesi della visione di Papa Francesco sui temi del lavoro”.

Le pagine di “Nessuno resti indietro” ci portano dentro gli anni e le esperienze pastorali che Jorge Mario Bergoglio ha vissuto nella Buenos Aires del lavoro-schiavo, dei laboratori clandestini, della tratta delle persone, dello sfruttamento dei minori, della disoccupazione, del lavoro nero, nel “tritacarne” dell’economia speculativa. Tra quelle vicende – scrive Alborghetti – “ho trovato la risposta all’interrogativo perché questo Papa insiste coerentemente sulla necessità di “un nuovo ‘umanesimo del
lavoro’, dove l’uomo, e non il profitto, sia al centro; dove l’economia serva l’uomo e non si serva dell’uomo”. Nella sofferenza condivisa per tanti episodi di ingiustizia e di esclusione sociali – nel libro si parla della strage ferroviaria dell’Once e del massacro di quasi 200 giovani nella discoteca Cromañón , delle vittime del lavoro schiavo e della criminalità collegata al racket delle persone e allo sfruttamento minorile in circa 3.000 fabbriche tessili abusive – nasce, si muove e si eleva il grido del “Nessuno resti indietro” dell’arcivescovo Bergoglio, e del modello di un nuovo ordine sociale ed economico, che – come si scrive nel libro – è definibile con il termine “Francisnomics”.

BARLETTA: PAPA FRANCESCO E IL “SOCIALE”. INCONTRO SUL LIBRO “COME CHICCHI…” (27 GENNAIO 2017)


 Alle ore 19,30 nella centralissima chiesa di Santa Lucia. Presenti l’arcivescovo mons. Pichierri, l’autore Roberto Alborghetti e Frare dell’AGeSC Nazionale.

20170118_183105-copia

 

Le problematiche più stringenti dell’odierna realtà – dal lavoro alla scuola, dalla famiglia alle nuove povertà – saranno al centro di un evento culturale in programma a Barletta sul tema del messaggio e del pontificato di Papa Bergoglio. Lo spunto è dato dall’ultimo libro che Roberto Alborghetti, giornalista ed autore, ha pubblicato sulla vita e sulla testimonianza di Papa Francesco. L’incontro è in programma nella città di Barletta, venerdi 27 gennaio 2017, alle ore 19,30, presso un luogo suggestivo, la Chiesa parrocchiale di Santa Lucia (in Vicoletto Santa Lucia, angolo Corso Cavour), attorno al tema “Papa Francesco, la famiglia, la scuola e il lavoro”. L’iniziativa è promossa dall’Istituto Suore Salesiane Dei Sacri Cuori, dalla Parrocchia di Santa Lucia e dal Comitato AGeSC (Associazione Genitori Scuole Cattoliche) di Barletta e dal suo Presidente Giuseppe Leonardo, che ha lanciato l’idea di trovarsi a riflettere su tematiche che riguardano l’attualità.
Insieme a Roberto Alborghetti – che presenterà il suo più recente libro su Papa Bergoglio, “Come chicchi in una spiga di grano”, Editrice Velar – interverranno: mons. Giovan Battista Pichierri, Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie,Titolare di Nazareth; don Vito Carpentiere, Parroco della Parrocchia di Santa Lucia; Giancarlo Frare, Vice Presidente dell’AGeSC. L’incontro sarà coordinato da Giuseppe Dimiccoli, giornalista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Presente anche l’editrice Velar con il dottor Paolo Sandini, che sarà a disposizione del pubblico.

*

IL CONTENUTO DEL LIBRO:

GLI ANNI DI BERGOGLIO A BUENOS AIRES
C’è qualcosa di misteriosamente appassionante nei “serpentoni” di folla che, ogni anno, nel quartiere periferico di Liniers, a Buenos Aires, si incanalano in paziente attesa di toccare il vetro di una nicchia che protegge un piccolo simulacro, quello del “Santo più amato dell’Argentina” e del “Santo più venerato dai lavoratori argentini”. Da più di cento anni, il Santuario di San Gaetano Thiene, a Liniers, è il fulcro di una devozione popolare per certi aspetti unica nel panorama mondiale. Le parole non bastano per definire “un luogo costruito con il lavoro pieno d’amore di tutti i lavoratori e i lavoratori del nostro Paese, quelli che si alzano ogni giorno e lavorano; quelli che non rubano, ma che lavorano; quelli che non vivono di ciò che è prodotto dal lavoro altrui, ma che lavorano”: così disse il 7 agosto 2008, in un’appassionata omelia, l’arcivescovo di Buenos Aires, l’allora cardinale Jorge Mario Bergoglio, ora Papa Francesco.
Perché il Santuario di San Gaetano di Liniers riveste un grande significato per Buenos Aires e l’Argentina? Perché il futuro Papa Francesco è così legato a San Gaetano? Quali i messaggi lanciati dall’arcivescovo Jorge Mario Bergoglio ogni 7 agosto nel quartiere di Liniers? Nelle pagine di “Come chicchi in una spiga di grano” – titolo che fa riferimento proprio ad una frase dell’arcivescovo Bergoglio – Roberto Alborghetti ricostruisce un “fenomeno” ed una storia destinati ad incidere nel carattere e nella personalità del futuro Papa Francesco. Bergoglio incontrava centinaia di migliaia di fedeli, percorrendo a piedi, in senso contrario, le due chilometriche file (una “veloce”, l’altra “lenta”) che i pellegrini formano davanti al Santuario, in attesa di rendere grazie a San Gaetano. Si intratteneva per ore con la gente, ascoltandola, benedicendola, incoraggiandola, accarezzando i volti dei bambini e sostenendo gli ammalati. Scene che oggi, Jorge Mario Bergoglio, ha messo al centro della sua azione da pontefice e da guida al servizio dell’umanità.

 

 

PRONTO? SONO IL LIBROFONINO…Glinglonglang-Glanglinglong-Glonglanglung


copertina-def

Ecco il primo #librofonino al mondo! Glinglonglang-Glanglinglong-Glonglanglung! Un cellulare racconta storie di smombies, smartphones e cyber-bulli… Con le bellissime illustrazioni di Eleonora Moretti… Un piccolo grande libro de I Quindici.

copertina-def-retro

RACCONTATE LA VITA DEI VOSTRI NONNI: REGAL ACADEMY VI PREMIA


REGAL ACADEMY: NONNI…CHE FAVOLA!

7x7-regal-banner

Ecco una nuova grande iniziativa lanciata da Rainbow attraverso Regal Academy! Leggete bene il bando qui sotto e…coinvolgete i vostri nonni (anche in vista della loro Festa, del 2 ottobre).

CHE COSA FARE

  • Coinvolgiamo i nonni! Decidete insieme con gli insegnanti i nonni da poter coinvolgere in questo progetto.

Proponete ai nonni di intervenire in classe e raccontare la loro esperienza o un momento di vita importante, basandovi su una delle tematiche proposte nella pagina qui di seguito, ispirate ai nonni di Regal Academy.

 

  • Fatevi ispirare dai racconti dei nonni, per realizzare il vostro elaborato:

– Realizzate delle registrazioni, oppure un reportage con foto e video, e scrivete il racconto.

– Il lavoro potrà essere accompagnato da una parte testuale che spiegherà i motivi della “creazione” realizzata.

Lasciatevi emozionare dai racconti dei nonni e lasciate ampio spazio alla fantasia e alla creatività!

 LE SCADENZE

  • Spedite gli elaborati ENTRO IL 30 MARZO 2017 con le seguenti modalità:

Via email a: okay@esprithb.it se si tratta di lavoro multimediale (video).

Per posta ordinaria a: Esprithb – via Cesare Ajraghi, 40 – 20156 Milano se si tratta di lavoro cartaceo (foto/disegni/manoscritti).

Una giuria tecnica composta da un rappresentante Rainbow ed Okay valuterà gli elaborati pervenuti e decreterà la classe vincitrice, che si aggiudicherà un’esperienza esclusiva “regale” con i propri nonni e le altre due classificate vinceranno un magico premio Regal Academy.