“SOCIAL O DIS-SOCIAL?”: DUE GIORNATE DI INCONTRI ALL’IC PESCARA 7 (29-30 APRILE ’19)


 

Locandina Pescara 7 (2)

Due giornate dedicate ai temi della tecnologia e dell’uso consapevole dei social. Il “tour 2019” di “Social o dis-social?” fa tappa, lunedi 29 e martedi 30 aprile 2019 all’ Istituto Comprensivo Pescara 7 di Pescara. L’iniziativa è un po’ lo sviluppo dell’incontro che Roberto Alborghetti aveva avuto nel marzo scorso con il gruppo docenti dell’Istituto guidato dalla ds prof.ssa Rossella Di Donato. In quell’occasione – davanti a circa 100 docenti, presso l’Aula Magna della Scuola secondaria di 1° “Antonelli” – vennero presentati i temi del libro “Social o dis-social?”, Funtasy Editrice, sollevando ampio interesse da parte del corpo docente.

Ecco dunque il programma delle due giornate. Lunedi 29 aprile, Ore 10:30 -13:00: Incontro con gli studenti della Scuola secondaria di 1°, presso l’Aula Magna della Scuola secondaria “Antonelli” (via Virgilio 27, Pescara). Sempre lunedi 29 aprile, Ore 17:00-19:00, Incontro con i genitori di tutti gli allievi dell’IC Pescara 7, sempre presso l’Aula Magna della Scuola secondaria “Antonelli”. Martedì 30 aprile, Ore 10:20 – 13:00: incontro con gli alunni della Scuola primaria dell’IC Pescara 7( Aula Magna della Scuola secondaria “Antonelli”, via Virgilio 27, Pescara).  L’iniziativa è coordinata da Edit Inform.

“SOCIAL” COME OPPORTUNITA’ E NON COME RISCHIO

Anche all’IC Pescara 7, al centro degli incontri con studenti e famiglie verranno posti aspetti e questioni della cittadinanza digitale, tema urgente e tra i più sensibili dell’attuale fase storica. Non nuovo a testi che riguardano il rapporto tra le nuove generazioni e l’uso responsabile degli strumenti informatici e di Internet, Roberto Alborghetti ha ricominciato negli scorsi mesi un lungo giro tra varie città italiane, incontrando studenti, docenti e genitori sulle tematiche suggerite da “Social o dis-social?”, pubblicato da Funtasy Editrice. Il libro – che presenta una riflessione introduttiva del prof. Mario Morcellini, commissario nazionale AGCOM – si propone come una sorta di accattivante guida per accompagnare gli “under 14″(e non solo) nella navigazione dell’web.

Illustrato graficamente da Eleonora Moretti e stampato con il carattere Easy Reading – che facilità la leggibilità nei soggetti che vivono forme di dislessia, fenomeno che gli stessi dati del Miur indicano in costante aumento – “Social o dis-social” risponde in modo concreto all’esigenza di informazione e formazione sulle tematiche dell’uso consapevole della tecnologia digitale. Infatti, si leva insistente da molti genitori l’allarme che riguarda i figli eternamente iper connessi sugli schermi di smartphone, tablet e play station, preda di chat e videogiochi che rubano sempre più tempi e spazi.  Un’attrazione fatale che, appunto, comincia dai primi anni di vita e si consolida col passare degli anni, sino a diventare una vera dipendenza.

Numerosi sono ormai i moniti provenienti dal campo medico, scientifico e pedagogico. Anche Tim Cook, il gran capo di Apple, e Tim Berners Lee, “padre fondatore” della Rete, parlano di overdose da connessione. Vi è dunque la necessità di fornire ai più giovani, e ai genitori, elementi e strumenti di lettura della realtà per capire se il web ci stia effettivamente rendendo più “dis-social” che “social”. Come appunto suggerisce il titolo del libro che sarà al centro delle due giornate all’IC Pescara 7 di Pescara.

Foto di Paolo Sandini

Per info e contatti: funtasyeditrice@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.