DI COTTI & DI CRUDI / AVANZI E MENSE (SCOLASTICHE): CHE COSA LASCI SUL PIATTO?


© Foto e testo: ROBERTO ALBORGHETTI

Ecco una “galleria” di immagini su “che cosa” gli allievi lasciano nei piatti dopo avere consumato il pasto nella mensa scolastica. Le foto documentano infatti gli avanzi che i nostri ragazzi abbandonano quotidianamente in una delle tantissime mense organizzate all’interno degli istituti scolastici. Così, per gioco, queste immagini si prestano ad essere lette su diversi livelli.

C’è sicuramente l’aspetto dello spreco, a documentare impietosamente come buona parte del cibo non venga consumato. Ma c’è anche l’aspetto dell’estetica del proprio posto-mensa, ossia delle condizioni in cui si lasciano piatti, forchette, coltelli, tovaglioli e gli stessi avanzi.

Siccome tutto, ma proprio tutto, concorre a rivelare una persona, ci piace pensare che, anche attraverso questa serie di immagini, i nostri ragazzi ci vogliano raccontare qualcosa di se stessi. E’ interessante osservare come nessun piatto sia simile all’altro. Ma è anche curioso notare come, in certi casi, ci sia pure una sorta di ordine, di compostezza, nel lasciare i propri avanzi e la stessa disposizione delle posate.

Ogni piatto ci racconta poi una sorta di tipologia del soggetto che l’ha utilizzato e preso in carico. In questo limitato campione di immagini (ne pubblicheremo ancora) sono rari i piatti vuoti,quelli dei “mangiatutto”, ossia senza un avanzo. Abbondano i piatti di quanti non “digeriscono” la verdura, ossia gli “antiverde”, e di coloro che rifiutano la frutta, i “mela-no”. Ma fanno specie i piatti con mozziconi di porzioni di pesce, appartenenti alla categoria dei “contro-bastoncini”.

Comunque, buona osservazione. E nasce spontaneo un suggerimento alle insegnanti (e ai genitori): per capire un alunno forse bisognerà cominciare a guardare un po’ di più anche agli avanzi prodotti alla mensa scolastica (ed anche a casa). Sì, dimmi che avanzi fai e ti dirò che allievo sei…

Attività ed iniziative tentano di contrastare il fenomeno. Nelle mense scolastiche sono stati affissi cartelli che invitano a non gettare il cibo. Molte scuole organizzano visite alle fattorie didattiche per sensibilizzare gli alunni sui prodotti della terra. Si sollecitano i ragazzi a non lasciare aperte le confezioni di cibo, in modo da essere poi distribuite in altri momenti. Altre scuole hanno allungato la durata del pranzo per permettere agli alunni di finire il pasto. La finalità è far capire che il cibo è importante, per la salute e per l’ambiente.

COVER (667x800) Al  cibo e alla sana alimentazione è dedicata “LamiAgenda 2019/2020” (I Quindici), SUL TEMA “Di Cotti & di Crudi”, l’innovativo diario scolastico quadrato utile per organizzare al meglio le attività scolastiche: https://okayscuola.wordpress.com/lamiagenda-20172018/

http://www.lamiagenda.com

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.