8 PIETRE D’INCIAMPO PER NON DIMENTICARE: LILIANA SEGRE SCRIVE ALLA COMUNITA’ DI AMBIVERE (BG)


E’ un fatto per certi aspetti raro e straordinario quello che si terrà domenica 15 Gennaio, alle ore 14.30, ad Ambivere, Comune della provincia di Bergamo, dove avrà luogo la cerimonia pubblica per la posa di 8 Pietre d’Inciampo in memoria di otto vittime dell’odio e della barbarie nazifascista: le 7 appartenenti alla Famiglia Levi e Vittorio Leoni. L’evento vedrà la presenza dell’artista Gunter Demnig che è stato l’ideatore di questa iniziativa dedicata alla Memoria della Shoah.

Proprio in vista dell’annuale Giornata della Memoria, il 27 gennaio, il Comune di Ambivere con la posa di 8 Pietre d’Inciampo (Stolpersteine) entra a pieno titolo nel progetto dell’artista Gunter Demnig, impegnato dagli anni Novanta nella costruzione del più grande monumento diffuso d’Europa dedicato alle vittime del nazifascismo.

L’iniziativa che coinvolge Ambivere è stata portata alla conoscenza della Senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta agli orrori dell’Olocausto. La Senatrice ha inviato al sindaco una commovente lettera che qui pubblichiamo integralmente:

Liliana Segre (foto Senato della Repubblica Italiana)

Stimato Sindaco, desidero per il suo tramite salutare tutti i presenti alla cerimonia di inaugurazione delle otto pietre di inciampo che la comunità di Ambivere ha deciso di dedicare ad altrettante vittime del nazifascismo.

Ancora oggi colpisce quanto la popolazione di una piccola località possa aver patito durante il periodo peggiore della seconda guerra mondiale. Gli anni fra 1943 e 1944 in cui il nazismo tedesco aveva deciso la “soluzione finale” contro gli Ebrei, ma rinchiudeva nei campi di concentramento anche migliaia di prigionieri militari, oltre a zingari, omosessuali, malati ecc. Questo mentre in Italia i collaborazionisti fascisti della cosiddetta “repubblica di Salò” partecipavano attivamente ai rastrellamenti, alle deportazioni, alle rappresaglie.

Colgo l’occasione per salutare anche Gunther Demnig che per primo ha concepito le “pietre di inciampo”, una iniziativa che ha il merito di ricordare le vittime della barbarie nazifascista nei luoghi in cui esse vivevano, nei palazzi dove abitavano, nei luoghi in cui si svolgeva la loro vita personale e sociale. Un modo per ricordare a tutti che la memoria non è solo un fatto di buona e diffusa informazione, ma qualcosa che riguarda persone in carne ed ossa, persone che hanno vissuto, hanno amato, hanno lavorato, erano parte di comunità tanto famigliari quanto civili.

Per questo è dovere la memoria, per mettere ciascuno di noi sull’avviso che proprio la nostra quotidianità è la dimensione su cui più drammaticamente è impatta la follia degli uomini e dei regimi.

Auguro quindi il miglior successo alla iniziativa che ricorda le vittime della famiglia Levi di Ambivere, di cui una soltanto sopravvisse alla deportazione, ma riguarda altresì Vittorio Leoni morto a Mauthausen e poi anche le vittime militari e civili rinchiuse nei vari campi di prigionia, oltre alle eroiche vittime della Resistenza.

Un saluto particolare alle ragazze ed ai ragazzi del Vostro territorio che debbono essere non solo i destinatari, ma i protagonisti del messaggio che a noi tutti viene dalla inaugurazione delle “pietre d’inciampo”. Liliana Segre

Ambivere – che proprio nel 2023 celebra i 1.100 anni della sua storia – ha vissuto in modo particolarmente doloroso l’esperienza dell’Olocausto. Le ricerche storiche hanno permesso di dare ancor più luce alle vicende che, nel 1943 e nel 1944, coinvolsero la comunità. Qui, nel dicembre del 1943, come detto, sette giovani donne della Famiglia Levi vennero arrestate dai nazisti e deportate ad Auschwitz. Solo Laura sopravvisse e riuscì a tornare in Italia. Sempre ad Ambivere, accadde in quegli anni un terribile episodio, di cui pochissimi hanno finora raccontato: la rappresaglia dei nazisti avvenuta per l’assalto al granaio, di cui i tedeschi si ritenevano proprietari. Tre concittadini , incaricati della custodia del granaio, vennero arrestati e deportati a Fossoli e poi a Mauthausen. Uno di essi, Vittorio Leoni, trovò la morte.

E’ raro per un paese così piccolo il fatto di avere vissuto con tale intensità tutto l’orrore e il dolore di quel periodo storico. Tra l’altro, è sempre di Ambivere il partigiano degli Alpini, Vittorio Gasparini, trucidato dai nazisti a Milano, Medaglia d’Oro. Era di Ambivere anche una delle vittime dell’eccidio nazista di Cefalonia e Corfù, Ferdinando Mangili. Ed era sempre un cittadino di Ambivere il marinaio Mosè Locatelli, perito nell’affondamento, da parte dei nazisti, della corazzata “Roma”, nelle acque dell’Asinara, altro episodio quasi dimenticato dai libri di storia (circa 1.300 i deceduti).

L’evento di domenica 15 gennaio diventa dunque una circostanza importante per fare memoria. Il programma prevede: Ore 14.30 Posa delle Pietre d’Inciampo in in tre distinti luoghi del paese; Ore 16:00 Conferenza presso il Cortile (Chiesa vecchia, l’ex granaio) con interventi di Gunter Demnig, Silvano Donadoni (sindaco), Elisabetta Ruffini (direttrice Isrec); coordina Roberto Alborghetti, giornalista. L’incontro sarà chiuso dalla consegna delle borse di studio per merito scolastico.

Le “Stolpersteine” sono cubetti di cemento con superficie d’ottone che riportano nomi e date di persone arrestate, deportate e uccise dal nazifascismo. Create da Gunter Demnig, costituiscono straordinarie opere di un grande museo a cielo aperto più grande d’Europa. L’iniziativa vede la collaborazione della Provincia di Bergamo con i Comuni di Ambivere, Bergamo, Treviglio, Ranica e Schilpario. E’ stato costituito un gruppo di lavoro composto da Aned, ANPI, Museo delle storie e Associazione Italia-Israele e Isrec Bergamo. Il progetto delle pietre d’inciampo è un’occasione importante per segnare di memoria il tessuto urbano: si tratta di suscitare memoria dentro i quartieri delle città e dei paesi, ma anche di legare, attraverso l’opera di Gunter Demnig, la memoria delle singole nazioni a quella europea.

LINK UTILI  

– https://www.memoriaurbana.it/pietre-dinciampo/

– https://www.provincia.bergamo.it/cnvpbgrm/po/mostra_news.php?id=857&area=H

– https://www.stolpersteine.eu/

– http://www.gunterdemnig.de/

#giornatadellamemoria #ANPI #IsrecBergamo #ilcortile #IstitutocomprensivoMapello #ambivere #comunediambivere #comuneambivere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.