ARTE E AUTISMO / UN’ONDATA DI COLORI SULL’AMIATA: IN MOSTRA LE “CRE/AZIONI” ISPIRATE DALLE “LACER/AZIONI”


Guest Writer: Stefano Alberti

Una ventata di colori e di emozioni sul Monte Amiata. Lo ha portata la mostra “Lacer/azioni e Cre/azioni” allestita presso la sala del Comune di Piancastagnaio (Siena) nell’ambito della XV edizione di “Penne e Video Sconosciute”. La docente coordinatrice, Patrizia Sapri, che opera  presso la Scuola primaria “Marconi” dell’Istituto Comprensivo “Gramsci” di Aprilia (Latina) ha curato l’allestimento dei lavori realizzati nel corso di esperienze di laboratorio per gli alunni diversamente abili del territorio, alcuni dei quali portatori di sindrome dello spettro autistico. 

Come si ricorderà, grazie all’impegno ed all’entusiasmo dell’insegnante Patrizia Sapri – coadiuvata dai familiari, colleghi e amici della Onlus “Il senso della vita” – i ragazzi avevano prodotto delle singolarissime opere ispirandosi alle “Lacer/azioni” di Roberto Alborghetti, le provocatorie immagini sui manifesti pubblicitari decomposti e lacerati e sui “segni” dei muri metropolitani. La mostra di Piancastagnaio ha suscitato molto interesse, anche perchè ha messo a confronto da una parte una copia fotografica delle opere di Alborghetti e dall’altra il lavoro eseguito dagli alunni con tempere e materiali vari.  Nel corso dell’esposizione Patrizia ha avuto modo di raccontare ai visitatori la sua singolare esperienza e come i ragazzi abbiano trovato nei colori e nelle forme astratte di Roberto Alborghetti un modo per esprimere le proprie emozioni e la propria creatività.

Ha detto Patrizia Sapri : “Quando siamo in laboratorio a volte solchiamo l’ interno dell’ immagine ed ecco allora che la comunicazione anche non verbale è dentro ed intorno a chi dipinge, a noi. Ne rimane un foglio che non ha solo colori esterni e croste, ma racchiude un mondo interiore da esplorare e conoscere… I miei piccoli allievi sono Erik, Massimo, Flavia, Gaia e Nicole… Erik – che chiama Roberto (Alborghetti) Berttto… – ha elaborato una “lacer/azione” al cavalletto. E dice: Bertto molto bello! fatto io… fatto il pittore… porto a mamma!un successo, pitturo da su a giù.” Massimo con i suoi cromatismi crea da “Lacer/azioni” solo con supervisione verbale. Comunica con il suo corpo e la sua arte tutte le sue emozioni…” Un’esperienza davvero interessante, destinata a continuare e a sollevare ulteriore attenzione, confermando come nell’espressione artistica tutti si possono ritrovare, al di là di ogni diversità.   

Annunci

VETRINA-SHOW DA PITROSE/BEAUTY CONCEPT STORE: IN MOSTRA LE TRE ARTISTICHE SCIARPE DI SETA DI “LACER/AZIONI”


Di Nicola Rossi

I titolari di Pitrose / Beauty Concept Store hanno avuto una bella idea. Hanno creato una vetrina-installazione che in un suggestivo colpo d’occhio la serie di tre sciarpe di seta, in edizione limitata, realizzate da Roberto Alborghetti per il progetto “Lacer/azioni”. Pitrose ha infatti dedicato alle tre sciarpe un bellissimo spazio, che può essere visto dal pubblico che transita ad Urgnano (Bergamo) nel centro storico. Flussi di seta si mescolano così i colori autunnali in un singolare scenario che abbina paesaggio e ricerca artistica ed ambientale.

Pietro e Rosy di Pitrose sono felici di accogliere clienti e  visitatori con il dono di un fascicolo – Lacer/ azioni – Immagini della (pubbli)Città Strappata – e di dare informazioni sugli artistici pezzi di seta esposti in vetrina. Nei primi giorni della singolarissima esposizione, la gente si è mostrata interessata ed incuriosita. Come forse molti sanno, queste sciarpe di seta sono davvero uniche e speciali. Hanno un design inconfondibile: riproduce dettagli di immagini di manifesti pubblicitari strappati e “segni” che Roberto Alborghetti ha catturato in giro per il mondo per il progetto “Lacer/azioni”. Così, dopo avere trasformato “le immagini della carta-spazzatura” in oggetti d’arte (le scene astratte sono state trasferite su tela, tessuti, litografie, alluminio…) sono state prodotte tre sciarpe di seta con l’aiuto e la collaborazione del noto designer tessile Bruno Boggia, che lavora per i più famosi stilisti di moda internazionali.

Su queste sciarpe, molto apprezzate a livello internazionale, la blogger americana Marina Chetner ha scritto che sono “la prossima grande tendenza della moda”. Un’altra artista e blogger americana, Meredith Deerheart, ha pubblicato un lungo articolo sulle tre sciarpe, decantandone i colori traslucidi, “pezzi originali di moda, un regalo perfetto”. Un’altra blogger di moda, Debra Kolkka, australiana ha definito l’arte di Roberto Alborghetti “sorprendente e unica”.  

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sciarpa di seta. # 1: “Stati d’animo condivisi”

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sciarpa di seta # 2: “Nine Eleven, New York 2001”

 ??????????????????????

Sciarpa di seta # 3: “Vento di maggio, scompigliami i capelli”

***

Sciarpe in pura seta / Limited Edition/ Crepe de Chine 

Creato da Roberto Alborghetti per il Progetto “Lacer/azioni” in collaborazione con Bruno Boggia (Como, Italia)

“CONTEMPLAZIONI E LACER/AZIONI”: SCRITTI DI IERI E “SEGNI” DI OGGI…DA VEDERE, LEGGERE E ASCOLTARE


 

Ventisette immagini (Lacer/azioni) di Roberto Alborghetti accompagnano altrettanti pensieri, invocazioni ed aforismi scritti da Tommaso da Olera (1563-1631). “Contemplazioni e Lacer/azioni” – questo il titolo del progetto multimediale, lanciato nella circostanza della Beatificazione del “Fratello del Tirolo”, come era chiamato Tommaso Acerbis – comprende una galleria virtuale (slideshow), un album da sfogliare ed un video, condivisi sui più importanti social networks (WordPress, Facebook, YouTube, Twitter, LinkedIn, Pinterest, Google+) con migliaia di visualizzazioni: solo sulla piattaforma di WordPress gli utenti hanno superato in questi giorni quota  centomila. 

E’ la vasta platea del web, alla quale sono proposti colori e suggestioni visuali che attualizzano, con il linguaggio del “realismo astratto” di Roberto Alborghetti, gli scritti del cuore di un fratello cappuccino mistico e visionario, contemplativo sulle strade d’Europa, grande comunicatore, vissuto oltre 450 anni fa nel segno della rivoluzione di Francesco d’Assisi…

Le composizioni visuali create da Roberto Alborghetti non riproducono dipinti, e nemmeno elaborazioni grafiche realizzate al computer, ma immagini assolutamente realistiche, catturate dalla realtà, come le altre 40.000 che egli ha raccolto in tutti questi anni lungo le strade nel corso della sua ricerca-indagine sui manifesti pubblicitari strappati e decomposti e sui “segni” e sulle “crepe” (cracks) degli ambienti urbani…

Il videoclip, con la recitazione dello speaker Marco Minelli, (Station manager di Radio Kiss Kiss) dalla voce inconfondibile, dà corpo e forza ai pensieri di Tommaso da Olera, proponendosi come un singolare spazio di riflessione e di meditazione diffuso attraverso la multimedialità ed i social networks. 

Scritti di ieri, Immagini di Oggi, un’Esperienza visuale proiettata nel Futuro. Questo è “Contemplazioni e Lacer/azioni”, che porta alla luce il messaggio di solidarietà lasciato lungo le strade d’Europa da un semplice pastore di pecore diventato ambasciatore di bene e di pace. Il Centro Studi “Tommaso Acerbis”, Doriano Bendotti,Marco Daminelli e Marco Marcassoli  hanno collaborato nella realizzazione del progetto.

LA SEZIONE SPECIALE SU WORDPRESS

CONTEMPLAZIONI E LACER/AZIONI AT WORDPRESS #!

***

GUARDA IL VIDEO: UN’ESPERIENZA VISUALE

CONTEMPLAZIONI E LACER/AZIONI Video su YouTube

***

SFOGLIA LE PAGINE DELL’ALBUM

CONTEMPLAZIONI E LACER/AZIONI at ISSUU

GIORNALINOI 2013 / ECCO LE PRIME PAGINE DELLE TESTATE PREMIATE A MIRABILANDIA IL 19 OTTOBRE (2A PARTE)


GIORNALINOI

MIRABILANDIA

PREMIO GIORNALISMO SCOLASTICO 2013

XI EDIZIONE

Ecco le testate scolastiche premiate nella XI edizione di “GiornaliNoi”, il Gran Premio Mirabilandia di Giornalismo Scolastico. Come tradizione, la graduatoria ed il tipo di premio verranno resi noti nella cerimonia di premiazione in programma a Mirabilandia, Ravenna, sabato 19 ottobre 2013.

L’ECO DEL LIRI

ISTITUTO COMPRENSIVO

ISOLA LIRI – FR

*

SC@TTO

SCUOLA SEC. 1° GRANDO “DE AMICIS”

TRIGGIANO – BA

*

PAROLA NOSTRA

ICS BOVINO-CASTELLUCCIO-PANNI

BOVINO – FG

*

PROTAGONISTI DEL NOSTRO TEMPO

SCUOLA SECONDARIA 1° “GESMUNDO”

TERLIZZI – BA

*

LE VOCI DEL CANIANA

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE

BERGAMO

*

SCUOLA DOC

SCUOLA I.C. “STRAMPELLI”

FIUMINATA – MC

*

LO SQUILLO

I.C.S. “IMBRIANI”

ROCCABASCERANA – AV

*

MONDOGIGI

I.C.S. “MARVELLI”

RIMINI

*

PUNTO E VIRGOLA

SCUOLA SECONDARIA I.C.S. “DON BOSCO”

MANDURIA –  TA

*

IL PENNINO

ISTITUTO COMPRENSIVO “BATTAGLIA”

FUSIGNANO – RA

*

SCUOLE IN RILIEVO

ICS “POZZA” E ICS MAROSTICA

CROSARA – VI

*

L’ECO

I.C.S. MONTELEONE-PASCOLI

TAURIANOVA – RC

*

L’IPPOGRIFO

LICEO CLASSICO “V.EMANUELE II”

JESI – AN

*

IL CORRIERE DEL SACRO CUORE

LICEO SCIENTIFICO E DELLA COMUNICAZIONE

ROMA

*

INCHIOSTRO VIVO

I.S. “L.DA VINCI”

FASANO –  BR

*

BAOBAB

II CIRCOLO DIDATTICO

CIAMPINO – ROMA

*

PASSO PASSO/LE NOSTRE STORIE

SCUOLA PRIMARIA / CLASSE SECONDA

CAMPORGIANO – LU

*

NOTIZIALAND

SCUOLA PRIMARIA “GIOVANNI XXIII”

NARDO’ – LE

***

VEDI ARTICOLO PRECEDENTE (PRIMA PARTE):

https://okayscuola.wordpress.com/2013/10/09/giornalinoi-2013-ecco-le-prime-pagine-delle-testate-di-classe-premiate-il-19-ottobre-a-mirabilandia-1a-parte/

GRAN FESTA A “LE DUE TORRI”: PREMIATI ANCHE I DISEGNI DELLE SCUOLE DI GRASSOBBIO (BG) E MONZA (NELLA FOTOGALLERIA)


Tutto pronto per la festa dei premi de “La Pianta che mi Piace”, iniziativa promossa da Ufficio Olandese dei Fiori ed Okay!  La manifestazione di premiazione si terrà domenica 6 ottobre, con inizio alle ore 10,30, presso il Centro Commerciale “Le Due Torri” di Stezzano (Bergamo), in via Guzzanica 62. Il Centro “Le Due Torri”, con il suo direttore Roberto Speri, hanno allestito una bellissima dotazione premi, che saranno conferiti alle rappresentanze delle scuole.   

Il Centro “Le Due Torri” è facilmente raggiungibile, anche per chi giunge con auto e pullman dall’autostrada Milano-Brescia: l’uscita è al casello di Dalmine, poi seguire l’indicazione per il Centro Commerciale, che si trova nelle vicinanze.

Le scuole premiate riceveranno in dono anche l’attesa “Glowing Star in The Dark”, la pianta che si illumina al buio, che arriverà direttamente dall’Olanda, dalle serre dell’azienda “Amigo Plant”, che ha ideato questa singolare pianta grassa che a Cesenatico, sabato 28 settembre, è andata letteralmente a ruba ed ha vivamente impressionato il pubblico. Poi, come detto “Le Due Torri” collaborano all’evento assegnando altri premi di grande utilità per la scuola.

Precisiamo che i premi saranno assegnati e consegnati direttamente nel corso della manifestazione e non saranno inviati a scuola. Le scuole sono dunque invitate a partecipare con delegazioni e con la presenza di genitori e nonni, visto che l’iniziativa si svolge nel contesto dell’annuale “Festa dei Nonni”.   

SCUOLA PRIMARIA “GIOVANNI XXIII” GRASSOBBIO BG
SCUOLA PRIMARIA “G. RODARI” SERIATE BG
I.C. “V. F. CASSANO – A. DE RENZIO” BITONTO BA
I.C. “LECCO 4” LECCO LC
SCUOLA PRIMARIA “G. PONTE” PALAGONIA CT
I.C. “ADA NEGRI” MAGNAGO MI
I.C. “F. TONOLINI BRENO” BRENO BS
SCUOLA PRIMARIA “C. ROSA” CARENNO LC
I.C STATALE “UGO FOSCOLO” CANCELLO ARNONE CE
SCUOLA PRIMARIA “PADRE DI FRANCIA” MONZA MI
SCUOLA PRIMARIA STATALE di SANT’OMERO SANT’OMERO TE
SCUOLA PRIMARIA MAGREGLIO MILANO MI
I.C. TRECATE 1 TRECATE NO
I.C. CURTATONE e MONTANARA, S.P. “SAFFI” PONTEDERA PI
SCUOLA MEDIA – “LUINI-FALCONE” ROZZANO MI
SCUOLA MATERNA “FACCANONI” SARNICO BG

PUBBLICATO IL CATALOGO DELLA “COLLEZIONE PERMANENTE DI ARTE CONTEMPORANEA” APERTA A MERCATELLO S/M, NELLE MARCHE


E’ stato pubblicato il bellissimo catalogo della nuova Collezione Permanente di Arte Contemporanea, aperta a fine aprile negli incantevoli sotterranei di Palazzo Gasparini (XVII secolo) a Mercatello sul Metauro, deliziosa cittadina medievale e rinascimentale nelle Marche ( Pesaro Urbino). Il catalogo della “Permanente” è stato pubblicato con il contributo e il patrocinio della Banca dell’Adriatico. Il libro presenta tutte le 158 opere esposte nelle sale, con le  biografie dedicate a tutti gli artisti. 

Bonita Cleri e Silvia Cuppini – storici dell’arte presso l’Università di Urbino – hanno curato i testi critici sulle opere d’arte esposte. “La nuova Collezione Permanente di Arte Contemporanea – scrive la prof.ssa Cuppini nella presentazione – è una iniziativa importante che mira ad estendere il ruolo di Mercatello come luogo di arte e sensibilità contemporanea.” L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla passione e alla tenacia dell’artista e scultore Pasquale Martini, che ha curato la raccolta.

Il catalogo presenta anche il lavoro di Roberto Alborghetti dal titolo “C’è del caos, ma con un punto focale” (tela, 63 x 43), un’immagine realistica e non manipolata, che egli ha “catturato” a Milano nel dicembre 2010 per il suo progetto “Lacer/azioni” relativo alla decomposizione dei manifesti pubblicitari e dei “segni” metropolitani.

Galleria

FOTOGALLERIA DI “AMICA ACQUA 2013”: SCELTI TRA MIGLIAIA, ECCO I CAPOLAVORI DEGLI STUDENTI DELLA MEDIA LUINI-FALCONE DI ROZZANO (MI)…

Questa galleria contiene 14 immagini.


PASQUA A ROMA: 40.000 FIORI DALL’OLANDA PER LA PIAZZA PIU’ FAMOSA DEL MONDO


Davvero spettacolare, anche quest’anno, l’addobbo floreale di Piazza San Pietro, a Roma, in occasione delle celebrazioni pasquali, presiedute dal nuovo Papa Francesco. Per il 28° anno consecutivo è stato l’Ufficio Olandese dei Fiori a realizzare l’imponente show floreale, visto “in diretta” da circa 250.000 persone – i presenti al rito – e, grazie alle trasmissioni tv, da centinaia di milioni in tutto il mondo. Nell’allestimento dominavano i colori papali, bianco e giallo. Le varietà maggiormente rappresentate sono state rose bianche (3.000), narcisi (10.000 di vari colori più 6.000 gialli) e lilium (600). Oltre, ovviamente, agli immancabili tulipani, ben 20.000 di varie tonalità.

Complessivamente circa 40.000 tra piante, rami fioriti e fiori recisi sono stati utilizzati per addobbare piazza San Pietro, la scalinata e la loggia centrale. Quella che ormai è una tradizione iniziò nel 1985 quando al fiorista olandese Nic van der Voort venne offerta l’opportunità di andare a Roma per curare gli addobbi in occasione della beatificazione del sacerdote olandese Titus Brandsma e poi per la Pasqua del 1986. Nel 1989 Giovanni Paolo II ringraziò in olandese per i fiori. In questi decenni la presenza dei fiori e delle piante dall’Olanda è diventata una presenza fissa ed attesa. Ed anche domenica scorsa, sapienti mani e una grande creatività hanno reso ancor più bella la piazza più famosa del mondo.  

FOTO DI CHARLES LANSDORP

UFFICIO OLANDESE DEI FIORI

***

 

NARCISI, LILIUM, ROSE, TULIPANI, CHE SPETTACOLO

 Addobbando la Piazza San Pietro per il 28 esimo anno consecutivo, il settore dell’orticultura olandese è fiero di presentare una selezione celebrativa della sua produzione di fiori da bulbo , alberi e piante da giardino , verdi e fiorite , grazie al  processo di crescita speciale che permette ai fiori ed alle  piante di raggiungere il massimo dello  splendore floreale proprio alla festa della Santa Pasqua . Le composizioni di fiori recisi sono state realizzate da un piccolo team di specialisti ,venuto dall’Olanda per l’occasione ; alcuni di fioristi partecipano a questa missione dall’ inizio, ormai più di 25 fa . Quest’anno due di loro ,Aad van Uffelen e Paul Deckers, sono stati eletti a sostituire il capo storico dei designer Charles van der Voort , impedito quest’anno di presenziare a Roma per una temporanea indisposizione fisica.

Narcisi

Due fiori da bulbo, . di due famiglie diverse , rappresentano i colori bianco e giallo in  particolare . Sulla scalata che porta all’altare , il giallo è rappresentato dai narcisi, della varietà tete à tete  . Il nome deriva dal fatto che ogni stemma ha almeno due fiori, che assomigliano a due piccole teste che,  quando si muovono nel vento , sembrano a parlare l’una con l’altro. . Questi narcisi nani, veri ambasciatori della primavera , trovano la loro posizione ideale sui gradini larghi e circolari ; con 6000 vasetti messi in riga , conferiscono un senso di primavera alla piazza , sottolineando, allo stesso tempo, le linee armoniose della sua architettura .

Lilium 

Sui terrazzi ai lati della  scala , sono posizionati i Lilium , bianchi e gialli. Bulbose con fiori ad ombrella , con profumo delicato , gli sono stati attributi connotazioni di pace, purità, innocenza, virginità , che ha fatto del fiore il simbolo del potere (divino) nel  primo medioevo , e per quello può essere trovato nella araldica di famiglie nobili e reali di quei tempi .

Giardini  di primavera

Intorno all’altare  sono cresciuti piccoli giardini colorati di tulipani, narcisi e hiacinti in un trepudio di colori ,accanto a piante da giardino come Rhodondendro,  ,Azalea, Prunus ,Viburnum , ed alberi come la betula, l’Acer, il Morus Alba a la Robinia ,  Laburnum e Wisteria che fanno da sottofondo per le composizioni floreali dove le Rose bianche Avalanche  in abbinamento con le Delphinium rosa e lillà   prevalgono, insieme con i rami della Forsythia ed i ciliegi in fiore . Sull’ altare troviamo composizioni in varie tonalità del bianco , con rose ,lilium, e rami fioriti .

Loggia

La Loggia centrale  della benedizione Urbi ed Orbi è ornato con rose bianche , Lilium ed Anthurium , insieme alle orchidee Vanda bianche ,insieme alle  sfumature verdi di Aspidistra e  Tillandsia , inquadrando la Benedizione in un riposante , e pur vigoroso cornice di fiori primaverili.