Immagine

L’ABITO “VULCANO” CONTINUA A FAR PARLARE (E SCRIVERE): ECCO L’ARTICOLO PUBBLICATO DAL QUOTIDIANO L’ECO DI BERGAMO


L'ECO DI BERGAMO 9 11 2015 (640x217)

Annunci

(SIAMO) FATTI PER ESSERE VISTI:UN CLIP PER RACCONTARE MITRANI YARDEN, FASHION DESIGNER E ARTISTA DI TALENTO


*

Questo è il videoclip che ho creato per Mitrani Yarden, giovane stilista di talento e artista, originario di Tel Aviv, con esperienze di studio e di lavoro in Francia, ora residente a Firenze, che trova una città splendida e creativa. Per realizzare il video, mi sono ispirato all’unicità delle sue creazioni e al suo modo di abbinare i colori e le forme, e al suo coraggio di sperimentare nuovi tessuti, materiali e soluzioni. La sua arte nasce dalle strade, dalle città, dal cuore e della mente. Libertà, armonia e personalità individuale sono le 3 parole che rappresentano il modo (ed il mondo) di vita di Yarden.

Per realizzare questo videoclip ho iniziato a lavorare intorno a queste sue 3 parole, lasciandomi ispirare dalle sue singolari creazioni (abiti, schizzi, disegni, fotografie). Poi ho cercato di tradurre il senso e lo spirito della sua arte in alcune frasi, come si può vedere nella clip: “Metti una corazza sui tuoi sogni / Rivestiti di libertà / Nessun dardo ti colpirà / (siamo) FATTI PER ESSERE VISTI”.

Per la colonna sonora ho scelto un frammento da un grande pezzo di Audiomachine (“Red Sorrow”) … Per favore, ascoltate i tamburi epici (che sembrano svegliare il mondo … e le coscienze un po’ sopite).

Sì, siamo fatti per essere visti: credo che questo sia un concetto di base della mutua relazione umana. In realtà, non siamo in-visibili. Perché la in-visibilità è il modo più doloroso per cadere nell’area della dis-umanità … Il design, l’arte e la moda di Mitrani Yarden ci dicono questo messaggio forte.

Mitrani Yarden così afferma: “Le mie creazioni vogliono avere un carattere  cosmico e poliedrico. Un’infinità multiculturale nella realtà. Punto a creare un meltinpot, unico, diverso, ricco, terreno e moderno, fatto di equilibrio, eleganza, una  silhouette sofisticata per offrire alle persone abiti dall’armonia piena e perfetta, valorizzando la loro personalità e il loro carattere. Dare loro la possibilità di esprimersi in modo perfetto, comunicando se stesse agli altri in modo diretto, in ogni momento “.

Sì, perché appunto (siamo) fatti per essere visti …

Il fashion design di Mitrani Yarden contiene una grande varietà di dettagli, materiali, elementi contrastanti: natura, contemporaneità, culture, tradizione e modernità, contraddizione tra non-costruito e futuristico, tra romantico e  eleganza, tra avant-garde e libertà.

Mitrani Yarden sarà tra gli ospiti, sull’Amiata, del forum degli studenti nella prossima edizione di “Penne e Video Sconosciuti” di Osa Onlus. Sarà interessante ascoltare la sua storia e, per i giovani cronisti, intervistarlo (25-26 Ottobre). Un appuntamento da non perdere!

Il suo sito ufficiale: http://www.mitraniyarden.com/

ROBERTO ALBORGHETTI

MITRANI YARDEN

MITRANI YARDEN

 

“LACER/AZIONI” COME “CHANEL CRISTALLE”… NOTO BLOGGER, AUTORE E FILM MAKER AMERICANO SCRIVE DI UN’OPERA DI R.ALBORGHETTI ASSOCIANDOLA AD UN CELEBRE PROFUMO (E CELEBRANDO LA CREATIVITA’ ITALIANA)


Lanier Smith – blogger, scrittore, artista e film maker americano (vive a S.Francisco, California, USA) – ha dedicato un articolo sul suo blog (Scents Memory) ad una delle immagini di Roberto Alborghetti chiamate “Lacer/azioni” (le quali sono attualmente in mostra in Toscana, presso la duecentesca Rocca Aldobrandesca di Piancastagnaio, Siena). Nulla di nuovo, dirà qualcuno. Ma Lanier Smith ha fatto davvero qualcosa di inedito. Ha tradotto le “sensazioni” di un artwork di Alborghetti in una singolare e curiosa descrizione olfattiva, associando l’immagine al prestigioso Chanel Cristalle. Lanier Smith è un cultore e ricercatore di essenze e profumi. Ed è innamorato dell’Italia. E nel suo post – che qui pubblichiamo integralmente tradotto dall’originale – abbina le sensazioni olfattive anche ad un luogo: la celebre Villa Borghese, a Roma. Italy-in-us-2013Ecco l’articolo, che ci piace rilanciare con orgoglio, anche perchè il 2013 è dedicato alla promozione della cultura, dell’arte, dell’innovazione e della ricerca Italiane in USA.   

***

 “LACER/AZIONI” (LACER/ACTIONS)… CHANEL CRISTALLE

di Lanier Smith

Come si fa a sfuggire al rumore, alla pressione ed alla folla esasperante di una città? C’è qualcosa che tutti noi possiamo fare, tutto ciò che ci serve è un parco ed il cielo. Sdraiarsi sull’erba morbida a guardare il cielo equivale ad una fuga immediata. Tutto affonda nella terra sotto l’erba morbida ed umida su cui si sta distesi. Lavoro, tempo, pressione, rabbia, frustrazione, preoccupazione, tutto scivola via e tutto sembra levitare verso il cielo. L’unica cosa che non scivola via è l’olfatto.

Il mio amico e collega blogger Roberto Alborghetti è un artista meraviglioso. Da quando mi sono innamorato delle sue opere intitolate “Lacer/azioni” ( “Lacer/actions”) ho avuto via via modo di conoscerlo. Roberto crea i suoi incredibili lavori dalla decomposizione dei manifesti pubblicitari e delle insegne che si trovano nelle città.

E’ davvero incredibile vedere ciò che egli fa perché non c’è traccia del materiale di partenza nei pezzi finiti e mai potreste immaginare da dove essi hanno avuto origine. Egli fotografa i dettagli di manifesti e cartelli stradali e poi li trasferisce su tela, nei video ed anche su sciarpe di seta. E’ un giornalista famoso in Italia, autore di oltre 30 libri ed ha prodotto documentari televisivi. Ma è evidente, dalla passione con cui crea le sue opere, che il suo cuore risiede nella sua arte meravigliosa. Attualmente le sue opere sono in mostra alla Rocca Aldobrandesca di Piancastagnaio, a Siena, in Toscana.

Recentemente Roberto mi ha proposto una sfida. Era possibile trovare in una delle sue opere l’ispirazione che avrebbe potuto  portare ad una comparazione con un profumo particolare? Avrei potuto io sbloccare la connessione tra il visivo ed il sensoriale? Fin dal primo momento era per me un’idea sconcertante, e così ho accettato la sfida. Per mesi, una volta al giorno, ammiravo l’immagine prescelta ed annusavo un profumo diverso,  combinandolo con l’aspetto visuale. Ogni tentativo portava a zero, nulla che potesse condurre ad un “click” e cominciavo a pensare che il compito fosse  impossibile.

 ROBERTO ALBORGHETTI,  LACER-ACTIONS, TELA (CANVAS) , 2012 - "LA NEVE CHE CERCA DI RUBARE POSTO AL VENTO"

Proprio giovedi scorso ho ricevuto un flacone di profumo che avevo cercato e che aspettavo di provare da molti mesi. Ricolmo di quell’attesa che anima chi, come noi, ama i profumi, ho aperto la scatola e testato la fragranza sul mio braccio. Immediatamente ho capito cosa mancava nella mia ricerca per il profumo perfetto da abbinare alla composizione di Roberto. Chanel Cristalle Eau De Parfum è entrato nei miei sensi e mi ha aperto gli occhi con un nuovo punto di vista sull’immagine artistica.

Di colpo mi sono sentito trasportare a Villa Borghese, il meraviglioso ed incantato parco nel centro di Roma. L’odore della terra umida dopo la pioggia di maggio incontra le narici come un primordiale e pungente colpo di pugno primaverile. Fiori lavati e puliti dalla pioggia aggiungono l’aroma così da guardare verso quello stesso cielo in cui Michelangelo ha immaginato Dio che   creava Adamo tra le nuvole. C’è un profondo e ricco retro-odore di corteccia, l’odore inconfondibile di un parco cittadino. Questo è ciò che ho visto quando ho guardato l’immagine di Roberto, estasiato com’ero dalle note molto profonde di Cipro verde e floreale di Chanel Cristalle. Ero sdraiato sulla schiena a guardare il cielo più bello del mondo.

Cristalle apre brillantemente tra il sole che filtra tra le foglie degli alberi con una miscela superba di esotico Mandarino e con i robustamente caldi limoni di Sicilia. Queste sono perfette note agrumate del Mediterraneo. C’è un piccolo albero di pesca succosa nella parte retrostante del parco, caldo e crespo sotto il sole, ed aggiunge un brillante sapore lussureggiante, davanti all’ingresso del parco il Mughetto ed il bergamotto si uniscono sulla parte destra. E’ incantevole stare qui a Villa Borghese.

Nelle note di mezzo, abbastanza lontano tanto che nel parco i suoni della città si abbassano in dissolvenza, c’è il Gelsomino “Chanel”, che è come nessun altro gelsomino al mondo: ti avvolge di gioia pura come la risata di una bella donna nel buio. Un ricco e terroso Iris aggiunge una nota di glamour pericoloso e ricorda di scavare con le dita nell’umida ricchezza di questa esperienza. Il Giacinto ed il Palissandro si trovano in questa parte della foresta urbana e non fanno altro che migliorare ed accentuare la sensualità di questo profumo.

Al tramonto, vicino al bordo del parco, le note di fondo legnose di verde vetiver e muschio di quercia esaltano la bellezza della vostra visita in questo luogo dove il cielo incontra la città e dove c’è un luogo per chi è in cerca di uno scampo.

Cristalle è commercializzato come un profumo femminile anche se non lo è affatto. Lo classificherei come un profuno audacemente uni-sex. La sua durata è buona e la conservazione è  rispettabile. Così alla fine ho trovato il profumo in grado di affrontare la sfida, almeno per me. Sono sicuro che quando si ammira una qualsiasi delle opere di Roberto Alborghetti si potrebbe trovare, nel vostro armadio dei profumi, una fragranza speciale che la ispira.

Per ulteriori informazioni su Roberto e sulla sua magnifica arte si invita a visitare il suo blog: http://robertoalborghetti.wordpress.com/

All’arte di Roberto Alborghetti:

Cinque Stelle Platino / Five Platinum Stars *****

A Chanel Cristalle: 

Cinque Stelle Oro / Five Gold Stars *****

Leggi il post originale:

http://sentsmemory.wordpress.com/2012/12/01/lacerazioni-chanel-cristalle/

ALTRE IMMAGINI SULLA FESTA DI “UN FIORE PER VOI 2012” A CESENATICO


FOTO DI CARMINE DE PASQUALE, BITONTO (BA)

LE SCIARPE DI SETA E LE “LACER/AZIONI” DI ROBERTO ALBORGHETTI STANNO CONQUISTANDO…L’AMERICA : LA TESTIMONIANZA DI UN’ARTISTA E BLOGGER DELL’INDIANA


Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblichiamo il bel commento che Roberto Alborghetti  ha ricevuto dalla blogger americana Meredith – http://healingminds.wordpress.com/circa l’edizione limitata di 3 SCIARPE DI SETA, create con Bruno Boggia Disegni per il  progetto artistico “Lacer/ azioni”; le sciarpe (vedi foto) sono ora eccezionalmente in vendita on line presso LA BOTTEGA DI OSCAR / OSCAR BOUTIQUE .

Incredibile, ma vero: ancora poco conosciute in Italia – dove forse  si è sempre… timorosi nel percepire e capire i nuovi linguaggi – le “Lacer/azioni” di Roberto Alborghetti (tele, tessuti e litografie che presentano le immagini “sporche” e provocatorie della pubblicità lacerata e dei “segni” sui muri metropolitani) stanno sollevando interesse e dibattito in giro per il mondo, soprattutto in America; vedere il blog di R.Alborghetti – www.robertoalborghetti.wordpress.com/ – che ha già superato i 43.000 visitatori in pochi mesi.

Già una nota blogger di New York, Marina Chetner, aveva definito le incredibili sciarpe di seta di Alborghetti “il prossimo grande trend della moda”, sollecitando gli stilisti italiani, di solito attenti a ciò che anticipa i tempi, a prendere visione di queste immagini provocatorie, suggestive e decisamente anomale, ma di grande suggestione emotiva.

Ora la testimonianza di Meredith Deerheart, che risiede sempre  negli Stati Uniti, nell’Indiana. Meredith si occupa di arte, danza, scrittura, fotografia, teatro, animazione didattica nell’ottica della cura dei disagi e dei disturbi psichici. Anche Meredith ha conosciuto il progetto “Lacer/azioni” su Internet e se ne è innamorata. Ne è nata anche una collaborazione on-line – condivisa da numerosi bloggers – attraverso la quale le immagini di Roberto Alborghetti sono diventate parole, anche ad uso terapeutico, in una singolare sperimentazione innovativa chiamata “Haiga” (haiku+visuals).    

Ecco dunque quanto Meredith ha scritto sulle sciarpe di seta di Roberto Alborghetti realizzate con il design delle immagini di “Lacer/azioni”. Presentiamo la versione italiana e quella originale, in lingua inglese. E’ una testimonianza su come i colori, ed i tessuti, possono influire positivamente sugli stati d’animo e sulle nostre emozioni.  

 

* * *

UNA SCIARPA DI SETA SBALORDITIVA… COME UN ONDEGGIANTE VETRO COLORATO”

LACER/AZIONI BY ROBERTO ALBORGHETTI – SCIARPE DI SETA, EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA CON BRUNO BOGGIA DISEGNI

Ho ricevuto la scorsa sera la sciarpa e l’ho portata fuori alla luce per vederne tutte le tonalità e texture tessute in una ragnatela. Volteggiavo con essa e mi sentivo come se avessi ali di arcobaleno. La trasparenza la faceva apparire multidimensionale… come ondeggiante vetro colorato.  Sono ricca, ricca, ricca! Nel colore e nella texture.

Ho un abito da sera di cashmere nero, e l’ho indossato perché rendeva la silhouette slanciata, sono uscita e ho lasciato che il vento gonfiasse leggermente la sciarpa attorno alla mia figura buia e immobile. L’abito sembra così elegante ora, lo indosserò a Chicago per festeggiare il mio compleanno. Mi sento davvero come se fossi la donna più bella del mondo… Le immagini della sciarpa non rendevano la straordinaria, pura luminosità della seta: dal vivo la sciarpa è ancora più sbalorditiva di come l’avevo immaginata. Penso che sia una meravigliosa sorpresa extra.

La amo! La amo!

Il giorno del mio compleanno mi sento come se fossi la donna più bella ed elegante del teatro, indossando la sciarpa e lasciandola fluttuare nella brezza mentre cammino. Sono sciarpe così belle che nessuna macchina fotografica può  rendere giustizia all’effetto, simile a quello di una ragnatela, della seta rifratta dal colore traslucido… e quando ballo con essa e ammiro il suo movimento nello spazio, la sciarpa sembra una fluida, traslucida vetrata a colori.

Onestamente, se si vuole fare colpo su una donna che va matta per i pezzi di moda originali, questo é un regalo perfetto… E un affare. Ci sono tantissime schifezze sul mercato e tutto sembra essere uguale e più costoso. Adoro questa sciarpa, e lo fa chiunque mi vede indossarla.

La bellezza cresce. Non smettere mai di scoprire, Roberto! La grandezza fuoriesce da ogni parte di te.

Meredith D.

http://healingminds.wordpress.com/

* * *

A COMMENT FROM MEREDITH D. (INDIANA, USA):

“I TWIRLED AROUND WITH IT AND FELT LIKE I HAD RAINBOW WINGS…” 

I’m very glad to publish the beautiful comments I received from fellow blogger Meredith about  the LIMITED-EDITION of 3 SILK SCARVES (I created for my “Lacer/actions Art  Project”) now on sale at “LA BOTTEGA DI OSCAR / OSCAR’S BOUTIQUE”. R.A.

*

I received the scarf last night and took it outside to see all the hues and texture woven in gossamer.  I twirled around with it and felt like I had rainbow wings.  The transparency makes it look multi-dimensional… like floating colored glass.  I am rich, rich, rich! in color and texture today.

I have a black cashmere dinner dress (long), and I pulled it out to make a long silhouette, then went outside and let the breeze blow the scarf lightly around the still blackness of my form.  The outfit looks so elegant, now, I will wear it to Chicago to celebrate by birthday.  I truly feel like the most beautiful woman in the world… The pictures of the did not captures the extraordinary,  sheer luminosity of the silk, so in the the scarf is more stunning than I even imagined.  I think it is is a wonderful, extra surprise.

I love it!  I love it!

On my birthday, though, I will feel like the most elegant, beautiful woman in the theater wearing my scarf, and letting it flutter in the breeze as I walk.

These are such beautiful, dimension scarves no camera can do justice to the gossamer effect of the silk refracted by translucent color… and when I dance with it and explore its movement through space, the scarf looks like fluid, translucent stained glass.

  Honestly, if you want to impress a woman who’s wild about original fashion pieces, this a perfect gift… and a bargain.  There’s a lot of crap on the market that all looks the same, and is more expensive. I love this scarf, and so does everyone who see me wear it.

Beauty grows.  Never stop discovering, Roberto.  You have greatness pouring from every part of you.

Meredith