FENOMENI / E NEGLI ANNI NOVANTA L’ESPLOSIONE DEI “MANGA”


FUMETTI ANNI '90

Guest Writer: Gianni Soru

 

A metà degli anni 90 scoppia la mania dei manga, ovvero dei fumetti giapponesi, i giornalini propongono i fumetti in bianco e nero, sempre disegnati a mano ma nelle versioni originali.

 

 

1990:

“Cara dolce Kioko”: formato A5 in bianco e nero con il titolo “Maison Ikkoku – Cara dolce Kioko”.

“I cavalieri dello zodiaco”: formato A5 in bianco e nero con il titolo “Saint Seya – I Cavalieri dello zodiaco”.

“Kate and July”: formato A5 in bianco e nero con il titolo “Dirty Pair”.

 

1991:

“Hello Kitty” il giornale ogni tanto regalava qualche cosa da ritagliare di Hello Kitty come le etichette, cartoline, il sensor dell’umore, i segnaposto…

“I favolosi Tiny”: formato A4 a colori con il titoloBunny Band” ed otterrà un buon successo, pubblicherà oltre alle storie dei Tiny Toon, anche quelle dei Looney Tunes e quelle degli “Animaniacs”. In allegato spesso si potevano trovare dei bei poster dei Favolosi Tiny, poi ha regalato la battaglia navale dei Tiny Toons, il gioco dell’oca dei Tiny Toons, le card e il portafoto da ritagliare dei Tiny Toons. La pubblicazione andrà avanti fino al 1998.

“I Simpson”: formato A4 a colori.

 

1992:

“Winny the Pooh”: formato A4 a colori, ha ottenuto un enorme successo, ancora oggi è esistente, ogni tanto regalava dei bei poster di Winny, il gioco dell’oca e il portafoto da ritagliare di Winny.

“Bentornato topo Gigio”: ha avuto 2 testate formato A4 a colori ed un formato A4 a colori con il titolo “Topo Gigio”. Questo giornalino regalava la carta da gioco di topo Gigio, le cartoline di topo Gigio e il cubo da costruire di topo Gigio.

 

1993:

“Batman”: formato A4 a colori con il titolo “The Barman Adventure”.

“La sirenetta”: formato A4 a colori, regalava dei suoi bei poster.

 

1995:

“Biker Mice da Marte”: formato A4 a colori, regalava i loro poster.

“Sailor Moon”: avrà 2 fumetti, uno in formato A5 in bianco e nero, l’altro in formato A4 a colori dal titolo “Il grande fumetto Sailor Moon”. La rivista dedicherà qualche servizio pure ai cartoni animati.

“Gargoyles”: formato A4 a colori.

 

1996:

“Ranma mezzo”: formato A5 in bianco e nero.

 

1997:

“City Hunter”: formato A5 in bianco e nero.

“Piccoli problemi di cuore”: formato A5 in bianco e nero dal titolo “Marmalade Boy”.

“Street Sharks quattro pinne all’orizzonte”: formato A4 a colori con il titolo “Street Sharks”.

“Una porta socchiusa ai confini del sole”: formato A5 in bianco e nero con il titolo “Una porta socchiusa ai confini del sole – Rayearth”.

“Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo per Rina”: formato A5 in bianco e nero con il titolo “Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo  – The Slayers”.

“La principessa Sissi”: formato A5 a colori, otterrà un grandissimo successo, avrà vita molto longeva, fino al 2005. Il giornalino regalerà i poster, il copriquaderno, le palline di Natale da ritagliare, il gioco del domino, il gioco dell’oca, le etichette, il portafoto, il raccoglitore delle lettere, il salvadanaio, i sottobicchieri, le sagome… di Sissi. E sponsorizzerà tutto il merchand che usciva dedicato a Sissi come cartelle, astucci, diari, bagnoschiuma, bambola, la teiera, le tazzine, la macchina fotografica, il portagioie, le scarpe…

“Tre gemelle e una strega”: formato A4 a colori. La rivista ha regalato il portafoto da ritagliare delle Tre gemelle e una strega.

 

1998:

“Mummies alive quattro mummie in metropolitana”: formato A4 a colori.

“Curiosando nei cortili del cuore”. Formato A5 in bianco e nero con il titolo “Cortili del cuore”.

“Garfield”: formato A4 a colori con il titolo “Il giornale di Garfield”. La rivista regalava dei bei poster di Garfield, ed ogni tanto anche dei giochi di Garfield come il canestro, il flipper…

 

1999:

“Pesca la tua carta Sakura”: ha avuto 2 riviste una in formato A5 in bianco e nero dal titolo “Card Captor Sakura” e l’altra in formato A4 a colori dal titolo “Card Captor Sakura Pesca la tua carta”.

“Tommy e Oscar”: formato A4 a colori. Questa rivista regalava diversi bei loro poster; il box porta lettere da costruire e il cubo di Tommy e Oscar.

“Golden boy”,

“Cowboy Beebop”.

 

GIANNI SORU

 

 

 

 

FENOMENI / FUMETTI-BOOM NEGLI ANNI ’80: DA “L’APE MAIA” A “DRAGON BALL”


FUMETTI ANNI '80

Guest Writer: GIANNI SORU

 

Vendutissimi i fumetti negli anni ’80, tantissime serie di successo come ‘Tekkaman’, ‘Le nuove avventure di Pinocchio’, ‘Charlotte’, ‘Judo boy’, ‘Daitarn 3’, ‘Gackeen’, ‘Monkey’, ‘Grand Prix’, ‘Astro robot’, ‘Peline story’, ‘Sally la maga’, ‘Dustardly e Muttley’, ‘Daltanious’, ‘Trider G 7’, ‘Polymar’, ‘Kyashan’, ‘Zambot 3’, ‘King Arhtur’, ‘Fantaman’, ‘Starzinger’, ‘Tom story’, ‘Gordian’, ‘God Sigma’, ‘Galaxy Express 999’, ‘Chobin’, ‘Astroboy’, ‘Monciccì’, ‘Doraemon’, ‘Flo la piccola Robinson’, ‘Nils Holgersson’, ‘Hello Spank!’, ‘Il tulipano nero’, ‘Isidoro’, ‘Evelyn e la magia di un sogno d’amore’, ‘Iridella’, ‘I predatori del tempo’, ‘Mask’, ‘Magica Emi’, ‘Popples’, ‘Sandy dai mille colori’, ‘Ghostbusters’, ‘Pollyanna’, ‘Tutti in campo con Lotti’, ‘Maple Town’, ‘Sibert’, ‘Una per tutte tutte per una’, ‘Milly’, ‘D’Artagnan’, ‘Denver’…. verranno pubblicate all’interno di varie riviste come La Banda, Cartoni in Tivù, Noi Supereroi, Telefumetto, TV Junior, Corriere dei Piccoli, Il Giornalino, Più, Storie e Cartoni in TV….. Sarà negli anni ’90 che a molte serie degli anni ‘80 verrà dedicato il fumetto personale riscuotendo sempre un grande successo.

 

 

1980:

“L’ape Maia”: formato A4 a colori è stato un grandissimo successo; è riproposto anche negli anni 2000 in formato A5 a colori.

“Mazinga Z”: formato A5 a colori, è un grandissimo successo; è stato riproposto negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Gundam”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Candy Candy”: formato A5 a colori; ha ottenuto un enorme successo, è stato il giornalino più venduto e con vita più longeva negli anni ’80. E’ andato avanti fino al 1986. Successo dovuto anche ai fumetti che pubblicava ed alle diverse iniziative. Nel 1983 si chiamerà Candy Candy Tv Junior, e nel 1985 Candyssima. Ha pubblicato anche i fumetti di “Lady Oscar”, “Lo specchio magico” e “Georgie”. Ogni tanto allegava bellissimi regali come i poster, gli adesivi, le cartoline o le gommine di Candy Candy,  gli adesivi di Lady Oscar o l’album di figurine di Georgie.

“Le avventure di Huckleberry Finn”: formato A4 a colori.

“Getta robot”:  pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Getter Robot G”.

“Space robot”:  pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Getter Robot”.

“Starblazers”: formato A5 a colori; è stato ripubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “La corazzata Yamato”.

“La principessa Zaffiro”:  pubblicato negli anni 2000 in formato A5 in bianco e nero.

“Anna dai capelli rossi”: formato A4 a colori fu un grandissimo successo.

 

1981:

“Capitan Futuro”: formato A4 a colori.

“Bia la sfida della magia”: formato A4 a colori, è stato un grandissimo successo.

“Gatchaman la battaglia dei pianeti”: formato A4 a colori.

“Pinocchio”: formato A5 a colori su libretti cartonati.

 

1982:

“L’Uomo Tigre il campione”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “L’Uomo Tigre”.

“Marco”: formato A5 a colori.

“Jenny la tennista”: è stato pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Jenny la tennista – Punta al massimo”.

“Lady Oscar”: formato A5 a colori è stato un grandissimo successo; è stato ripubblicato in bianco e nero negli anni ’90 in formato A5.

“I Puffi”: pubblicato negli anni ’90 in formato A4 a colori con il titolo “Il Corrierino de I Puffi”.

“Sampei ragazzo pescatore” è stato pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Sanpei” con la lettera N, non con la lettera M.

 

1983:

“Pimpa”: formato A4 a colori, rivista nata nel 1987, ha riscosso un enorme successo, ancora oggi è esistente. La copertina e l’ultima di pagina formano sempre un poster. La rivista sponsorizza molto il merchand che esce riguardante la Pimpa come le cartelle, quaderni, astucci, cartellette, puzzle, giornalini da colorare, libri, dvd, pupazzi… Il suo fumetto è stato pubblicato anche sul Corriere dei Piccoli e 44 Gatti.

“Il dottor Slump e Arale”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“D’Artacan e i tre moschettieri”: formato A5 a colori.

“Lamù la ragazza dello spazio”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Lamù”.

 

1984:

“Masters i dominatori dell’universo”: formato A4 a colori il giornalino si chiamerà “Masters of the Universe”, uscirà nel 1986, ed andrà avanti fino al 1988, otterrà un grandissimo successo. Pubblicherà i fumetti di altri due eroi della TV: “Voltron” e “Bravestarr”. Questo giornale regalerà i poster di He-Man, Voltron e Bravestarr.

“C’era una volta Pollon”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Pollon”.

“Georgie”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo.

“Mademoiselle Anne”  pubblicato negli anni 2000 in formato A5 in bianco e nero.

“Il fiuto di Sherlock Holmes”: formato A4 a colori su libretti cartonati.

 

1985:

“L’incantevole Creamy”:  formato A4 a colori su libretti cartonati; è stato ripubblicato in bianco e nero negli anni ’90.

“Il grande sogno di Maya”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Il grande sogno di Maya – La maschera di vetro”.

“Gli Snorky”: formato A4 a colori.

“Kiss me Licia”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Love me Knight – Kiss me Licia”.

“Ransie la strega”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Batticuore notturno”.

“Occhi di gatto”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Cat’s Eye – Occhi di gatto”.

“Devil man”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Transformers”: formato A4 a colori.

“Gli orsetti del cuore”: formato A4 a colori;  riproposto anche negli anni 2000 sempre in formato A4 a colori.

“Gigi la trottola”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Dash Kappei – Gigi la trottola”.

 

1986:

“Memole dolce Memole”: formato A6 a colori.

“Mila e Shiro due cuori nella pallavolo” pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Mila e Shiro – Attacker You!”.

“Holly e Benji due fuoriclasse”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Capitan Tsubasa”.

“Ken il guerriero”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

 

1987:

“Vola mio Miniponi”: formato A5 a colori con il titolo “My Little Pony” ha ottenuto un grande successo, regalava ogni tanto dei loro poster e delle loro cartoline; viene riproposto negli anni 2000 con lo stesso titolo ma in formato A4 a colori, dove regalava sempre dei poster e delle cartoline.

“Gi Joe”: formato A4 a colori.

 

1988:

“Hilary”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Hilary – Hikari”.

“Calimero”: formato A5 a colori, negli anni ’90 avrà un nuovo formato in A4 a colori con il titolo “Il Corrierino di Calimero” dove regalava dei suoi poster.

“The real Ghostbusters”: formato A4 a colori.

“Prendi il mondo e vai”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Touch”.

 

1989:

“E’ quasi magia Johnny”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Orange Road”.

“Motori in pista”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Dragon ball”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Tartarughe ninja alla riscossa”: formato A5 a colori, ha ottenuto un grandissimo successo.

 

GIANNI SORU

SPIDER-MAN E’ TORNATO…E PREMIA 3 CLASSI CON UNA GITA “ELETTRIZZANTE”. ECCO COME…


OKAY! 17 COP

THE AMAZING SPIDER-MAN – IL POSTER

 

Risparmio energetico?

Sì, grazie! Eravamo certi che, parlandovi di Electro, il mortale nemico dagli straordinari poteri che Spider-Man, uno dei supereroi più amati di tutti i tempi, affronta nella sua nuova, spettacolare ed… elettrizzante avventura

The Amazing Spider-Man 2:il potere di Electro, al cinema dal 23 aprile,avreste preso spunto da questo nuovo “cattivo” e dal suo potere (vive e combatte utilizzando enormi quantità di energia) per sensibilizzarvi sull’importanza di utilizzare al meglio e senza sprechi l’energia.

 

Non fate quindi i modesti: sappiamo che state diventando dei veri e propri esperti nel risparmio energetico! 

Ogni giorno, infatti, mettendo in campo piccoli accorgimenti quotidiani, imparerete non solo ad usare al meglio l’energia ma anche a risparmiarla.

Possiamo immaginare quale sia stata la vostra “strategia” prima di lanciarvi, allo stesso modo in cui Spider-Man si “lancia” ogni giorno in emozionanti avventure, nell’importantissima “missione risparmio”: avrete sicuramente girato lo sguardo tutt’intorno a voi per capire quante cose funzionino con l’energia elettrica.

E qui ecco la prima sorpresa: moltissime cose “vanno a corrente”; i lampadari e gli elettrodomestici, ad esempio, ma anche televisori, radio, stereo, lettori DVD e BD, tostapane, grattugie e molto altro.

Conoscere ciò che ci circonda (e si “alimenta” con l’energia) è infatti il primo passo per capire dove è possibile intervenire per far sì che la nostra “missione” abbia successo: se è importante infatti che nessuna energia debba essere sprecata, è altresì importante che ognuno di noi “faccia la sua parte”, anche se piccola.

Cominciate quindi a non lasciare in stand by i televisori, a “suggerire” alla mamma (che rimarrà piacevolmente stupita!) di utilizzare, quando è possibile, la lavatrice a basse temperature e non tenete mai più aperto lo sportello del frigorifero e del congelatore più del necessario sapendo che il frigorifero, ogni qualvolta viene aperto, si “riscalda” e deve poi utilizzare energia per ristabilire la giusta temperatura.

Se non avete ancora “incanalato” l’energia risparmiata fatelo aderendo al progetto “Spegni la luce, accendi… le idee!”:mandateci elaborati, filmati, disegni, progetti e quant’altro vi suggerisca la fantasia che abbiano come tema il risparmio energetico. Siamo impazienti di vedere le vostre idee che sicuramente saranno… folgoranti!

Ed ora preparatevi: è arrivato il momento in cui finalmente possiamo svelarvi l’elettrizzante montepremi:

TRE visite guidate al museo dell’Energia Idroelettrica di Cedegolo (Brescia) con laboratori didattici creati ad hoc e decine di DVD del primo episodio, The Amazing Spider-Man.

Tenetevi pronti, perché non sarà la solita visita bensì un’esperienza indimenticabile, multisensoriale ed interattiva in cui ascoltare, guardare, toccare, sperimentare, far funzionare, comprendere, emozionarsi, insomma da ricordare!

Cosa aspettate dunque? Fate come Spider-Man: lanciatevi in questo fantastico progetto così come lui si lancia ogni giorno dai grattacieli per salvare l’amata Gwen e la città di New York!

 

ECCO COME PARTECIPARE

 

PERIODO: dal 3 febbraio al 31 maggio 2014

 

DESTINATARI: classi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado

 

MODALITÀ: per partecipare, la classe potrà inviare uno o più elaborati realizzati dagli alunni (disegno, collage, tempera, ecc.) che abbiano come tema il risparmio energetico.

 

Gli elaborati dovranno pervenire in busta chiusa e accompagnati da una scheda in cui siano indicati i dati della classe partecipante, della scuola (indirizzo, telefono ed e-mail) entro il 31 maggio 2014 a: Okay! c/o Casa M.E. Mazza, via Nullo 48 – 24128 Bergamo.

 

Una giuria composta da 3 membri (un rappresentante della rivista Okay!, uno della Warner Bros. e un consulente di comunicazione) dopo aver valutato i lavori selezionerà i 3 migliori elaborati.

 

La premiazione avverrà a settembre 2014.

 

LE TRE CLASSI VINCITRICI si aggiudicheranno ognuna una “elettrizzante” visita guidata al Museo dell’energia idroelettrica di Cedegolo (BS) con laboratorio didattico.

In più: decine di DVD del primo episodio, The Amazing Spider-Man.

 

“SPEGNI LA LUCE, ACCENDI LE…IDEE”: UN’ELETTRIZZANTE GARA CREATIVA PER LE SCUOLE IN COMPAGNIA DI SPIDER-MAN


THE AMAZING SPIDER-MAN

 

Risparmio energetico?

Sì, grazie! Eravamo certi che, parlandovi di Electro, il mortale nemico dagli straordinari poteri che Spider-Man, uno dei supereroi più amati di tutti i tempi, affronta nella sua nuova, spettacolare ed… elettrizzante avventura

The Amazing Spider-Man 2:il potere di Electro, al cinema dal 23 aprile,avreste preso spunto da questo nuovo “cattivo” e dal suo potere (vive e combatte utilizzando enormi quantità di energia) per sensibilizzarvi sull’importanza di utilizzare al meglio e senza sprechi l’energia.

 

Non fate quindi i modesti: sappiamo che state diventando dei veri e propri esperti nel risparmio energetico! 

Ogni giorno, infatti, mettendo in campo piccoli accorgimenti quotidiani, imparerete non solo ad usare al meglio l’energia ma anche a risparmiarla.

Possiamo immaginare quale sia stata la vostra “strategia” prima di lanciarvi, allo stesso modo in cui Spider-Man si “lancia” ogni giorno in emozionanti avventure, nell’importantissima “missione risparmio”: avrete sicuramente girato lo sguardo tutt’intorno a voi per capire quante cose funzionino con l’energia elettrica.

E qui ecco la prima sorpresa: moltissime cose “vanno a corrente”; i lampadari e gli elettrodomestici, ad esempio, ma anche televisori, radio, stereo, lettori DVD e BD, tostapane, grattugie e molto altro.

Conoscere ciò che ci circonda (e si “alimenta” con l’energia) è infatti il primo passo per capire dove è possibile intervenire per far sì che la nostra “missione” abbia successo: se è importante infatti che nessuna energia debba essere sprecata, è altresì importante che ognuno di noi “faccia la sua parte”, anche se piccola.

Cominciate quindi a non lasciare in stand by i televisori, a “suggerire” alla mamma (che rimarrà piacevolmente stupita!) di utilizzare, quando è possibile, la lavatrice a basse temperature e non tenete mai più aperto lo sportello del frigorifero e del congelatore più del necessario sapendo che il frigorifero, ogni qualvolta viene aperto, si “riscalda” e deve poi utilizzare energia per ristabilire la giusta temperatura.

Se non avete ancora “incanalato” l’energia risparmiata fatelo aderendo al progetto “Spegni la luce, accendi… le idee!”:mandateci elaborati, filmati, disegni, progetti e quant’altro vi suggerisca la fantasia che abbiano come tema il risparmio energetico. Siamo impazienti di vedere le vostre idee che sicuramente saranno… folgoranti!

Ed ora preparatevi: è arrivato il momento in cui finalmente possiamo svelarvi l’elettrizzante montepremi:

TRE visite guidate al museo dell’Energia Idroelettrica di Cedegolo (Brescia) con laboratori didattici creati ad hoc e decine di DVD del primo episodio, The Amazing Spider-Man.

Tenetevi pronti, perché non sarà la solita visita bensì un’esperienza indimenticabile, multisensoriale ed interattiva in cui ascoltare, guardare, toccare, sperimentare, far funzionare, comprendere, emozionarsi, insomma da ricordare!

Cosa aspettate dunque? Fate come Spider-Man: lanciatevi in questo fantastico progetto così come lui si lancia ogni giorno dai grattacieli per salvare l’amata Gwen e la città di New York!

 

ECCO COME PARTECIPARE

 

PERIODO: dal 3 febbraio al 31 maggio 2014

 

DESTINATARI: classi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado

 

MODALITÀ: per partecipare, la classe potrà inviare uno o più elaborati realizzati dagli alunni (disegno, collage, tempera, ecc.) che abbiano come tema il risparmio energetico.

 

Gli elaborati dovranno pervenire in busta chiusa e accompagnati da una scheda in cui siano indicati i dati della classe partecipante, della scuola (indirizzo, telefono ed e-mail) entro il 31 maggio 2014 a: Okay! c/o Casa M.E. Mazza, via Nullo 48 – 24128 Bergamo.

 

Entro giugno 2014una giuria composta da 3 membri (un rappresentante della rivista

Okay!, uno della Warner Bros. e un consulente di comunicazione) dopo aver valutato i lavori selezionerà i 3 migliori elaborati.

 

La premiazione avverrà a settembre 2014.

 

LE TRE CLASSI VINCITRICI si aggiudicheranno ognuna una “elettrizzante” visita guidata al Museo dell’energia idroelettrica di Cedegolo (BS) con laboratorio didattico.

In più decide di DVD del primo episodio, The Amazing Spider-Man.

 

TORNA CON LA SUA PIU’ GRANDE SFIDA… INTANTO OKAY! VI SFIDA A SPEGNERE LA LUCE E AD ACCENDERE LE IDEE…


 

THE AMAZING SPIDER-MAN

© 2014 MARVEL

CLICCA SUL LINK E SCOPRI TUTTI I PARTICOLARI DI UNA FANTASTICA INIZIATIVA IN ESCLUSIVA SU OKAY!

IN ATTESA DI…

THE AMAZING SPIDER-MAN 2 / IL POTERE DI ELECTRO:

https://okayscuola.wordpress.com/2014/01/29/spegni-la-luce-accendi-le-idee-con-the-amazing-spider-man-tutti-in-gioco-per-il-risparmio-energetico/

 

 

“SPEGNI LA LUCE, ACCENDI LE IDEE!”: CON “THE AMAZING SPIDER-MAN” TUTTI IN GIOCO PER IL RISPARMIO ENERGETICO


Banner-SpideMan-7X7

Risparmio energetico: due parole di grande attualità,che sentiamo nominare quotidianamente, essendo un argomento che tocca da vicino tutti noi. In molte azioni che compiamo ogni giorno a casa e a scuola, infatti, utilizziamo energia, proprio come Electro, il nuovo e temibile avversario per uno dei supereroi più amati di sempre. Di chi stiamo parlando, direte voi? Ecco dei piccoli indizi: ha un costume blu e rosso, volteggia tra i grattacieli di New York e combatte contro mortali nemici: sì, è proprio lui, Spider-Man, che ad aprile tornerà al cinema con The Amazing Spider-Man 2: Il potere di Electro: una nuova e spettacolare avventura che vedrà il nostro infaticabile eroe affrontare un nemico dagli straordinari poteri.

Mai fino ad ora avversario è stato più micidiale: Electro, infatti, vive e deve la sua forza all’energia; combatte impiegandone un’enorme quantità e i suoi scontri con Spider-Man non potranno che essere emozionanti, spettacolari e naturalmente… elettrizzanti!

Perché non prendere spunto da questo nuovo “cattivo” e dal suo potere per sensibilizzarci, tutti, sull’importanza del risparmio energetico e imparare non solo ad usare l’energia al meglio ma anche a risparmiarla? Incanalate quindi le vostre energie nel progetto “Spegni la luce, accendi… le idee!” per scoprire (e mettere in pratica!) i piccoli gesti quotidiani che permetteranno di risparmiare energia a casa e a scuola. Da sempre, infatti, siamo abituati a dare per scontata la “presenza” dell’energia elettrica a casa e a scuola: per accendere la luce basta schiacciare un interruttore, per avere l’acqua calda basta accendere il boiler elettrico, per conservare i cibi freschi c’è il frigorifero e per lavare gli indumenti c’è la lavatrice (che naturalmente necessitano della corrente elettrica per funzionare). Che dire poi dei computer, della televisione, delle console dei videogiochi o dei tanto diffusi cellulari? Se non li collegassimo alla corrente elettrica non potremmo utilizzarli.

Ma ci siamo mai chiesti come l’energia arriva alle nostre case? Se dovessimo intraprendere un viaggio seguendo“a ritroso” i cavi elettrici che vi arrivano arriveremmo molto spesso a grandi centrali elettriche che “producono” edistribuiscono per tutti noi l’energia. Ma, vi chiederete, con che cosa queste centrali producono energia? In molti modi,è la risposta: le centrali termoelettriche, le più diffuse al mondo, la producono utilizzando il carbone, il gas naturale(il più usato in Italia) e il petrolio, le idroelettriche sfruttando la grande energia cinetica dell’acqua. Negli ultimi anni,inoltre, l’uomo, alla perenne ricerca di fonti energetiche alternative e a impatto ambientale zero, si è avvalso dellenuove tecnologie per convertire l’energia cinetica del vento in energia elettrica costruendo le grandi torri eoliche (chetanto assomigliano a delle gigantesche girandole e che hanno fatto nascere dei veri e propri “parchi eolici” soprattuttoal Sud!) o accumulando attraverso i pannelli solari l’energia del sole. Se è così “facile” produrre energia, perchédobbiamo imparare a risparmiarla e ad utilizzarla al meglio? Perché molte delle materie prime che si utilizzano pergenerarla sono “risorse non rinnovabili” (il carbone, ad esempio) e quindi esauribili: esistono cioè in una quantitàben definita e, per rinnovarsi, necessitano tempi lunghissimi!

Cosa possiamo fare quindi per contribuire al risparmio energetico preservando le risorse? Ecco dei piccoli esempi: spegnete la luce quando uscite da una stanza e sostituite le vecchie lampadine a incandescenzacon le lampadine a basso consumo energetico (o meglio ancora con quelle LED) o… leggete un libro anziché giocare con la console (che rimanendo spenta non consumerà energia!).

Questi non sono che pochi esempi ma siamo certi che un argomento come il risparmio energetico stimolerà la vostra inventiva e sicuramente un… grande flusso di energia farà nascere in voi idee geniali! E siccome anche Spider-Man ci insegna che nessuna energia deve essere sprecata, la vostra “investitela” nel progetto “Spegni la luce, accendi…le idee!” e chissà, magari alcune saranno così belle da essere… folgoranti! I premi? Per il momento non possiamo anticiparvi nulla: sicuramente saranno per tutta la classee non potranno che essere… elettrizzanti!

COME PARTECIPARE

PERIODO: dal 3 febbraio al 31 maggio 2014

DESTINATARI: classi delle scuole materne, primarie e secondarie di primo grado

MODALITÀ: per partecipare, la classe potrà inviare uno o più elaborati realizzati dagli alunni (disegno, collage, tempera, ecc.) che abbiano come tema il risparmioenergetico.

Gli elaborati dovranno pervenire in busta chiusa e accompagnati da una scheda in cui siano indicati i dati della classe partecipante, della scuola (indirizzo, telefono ed e-mail) entro il 31 maggio 2014 a: Okay! c/o Casa

M.E. Mazza, via Nullo 48 – 24128 Bergamo.

Entro giugno 2014 una giuria composta da 3 membri (un rappresentante della rivista Okay!, uno della Warner Bros. e un consulente di comunicazione) dopo aver valutato gli elaborati selezionerà i vincitori.

La premiazione avverrà a settembre 2014.

LE TRE CLASSI VINCITRICI si aggiudicheranno ognuna premi fantastici ed “elettrizzanti”!

FENOMENI/ DA “CALIMERO” A “WINX CLUB” : AVVENTURE DA COLLEZIONE


MERLIN COLLECTION

DI GIANNI SORU

Nel 1995 nasce la Merlin Collection (simbolo di rappresentanza, un mago rassomigliante molto a Merlino). Questa nuova casa editrici per album di figurine, otterrà subito un enorme successo. Pubblicherà tanti album bellissimi e vendutissimi, negli anni ’90 e 2000 saranno loro ad ottenere i diritti di serie molto popolari e saranno i loro gli album più venduti come: “Ben 10” (2 album), “Calimero”, (la 2 serie, la prima è dell’Euroflash ed una dell’Edigamma), “Che magnifiche spie” (2 serie, la prima è della Panini), “Dragon Ball” (la prima pubblicazione, 6 album li farà poi la Panini ed uno la Giochi preziosi); “Gemelli nel segno del destino”, “Hamtaro piccoli criceti grandi avventure” (la 2 serie, la prima è dell’Edizione Panini), “Holly e Benji due fuoriclasse” (il 2° e 3° album, il primo album è della Junior Stickers e il quarto e della New Link), “I Cavalieri dello zodiaco”, “I Puffi” (la prima serie è dell’Edizione Panini), “James Bond junior”, “Le magiche ballerine volanti”, “Let’s and go”, “Lupin l’incorreggibile Lupin” (che contiene la 1 e la 3 serie TV), “Magica Doremì”, “Mew Mew amiche vincenti”, “Piccoli problemi di cuore”,  “Pokemon” (le prime 4 serie, le altre saranno seguite dalla Ultimate Stickers), “Power Rangers” (dedicato al celeberrimo telefilm), “Rossana”, “Sailor Moon” (ben 5 album per le 5 serie), “Street fighter II” (dedicato al celebre videogioco), “Street Sharks”,“Tazmania”, “The Mask”, “Turtles” (la nuova serie), “Winx Club pocket collection” (un mini album tascabile, le altre serie sono dell’Edizione Panini), “Zorro” (la 3 serie)

GIANNI SORU

FENOMENI / DAI PUFFI A PEPPA PIG: GADGETS E REGALI DISTRIBUITI NELLE “MACCHINETTE”


REGALI NELLE MACCHINETTE

di GIANNI SORU

Nel 2000 è esplosa la mania dei regalini che si possono trovare dentro le sfere delle macchinette poste all’esterno dei negozi. Si introduce una monetina da 1 o 2 euro, si gira la manovella, ed ecco uscire une gran belle sfera contenente un graziosissimo e sfiziosissimo gadget.

I primi ad andare a ruba furono quelli di “Winny the Pooh”, esplose una grande mania, i piccoli pupazzetti avevano abitini interscambiabili di gomma, a forma di frutta, dolci, animali, e anche in tema natalizio etc… erano dei pendagli che si potevano mettere ovunque, sui cellulari in primis, poi ci sono state anche le bellissime mini scatolette di latta.

Subito dopo fu la mania con quelli di “Hello Kitty”, sempre andati a ruba, si poteva trovare la gattina con i suoi gusci sempre di gomma intercambiabili, come animali, segni zodiacali, popolazioni etc… poi uscirono i suoi mini blocchetti, le calamite, gli anelli, i fermacapelli, i mini salvadanai, i portasegreti in latta….

Poi si sono susseguiti tanti altri personaggi tra i quali “Cip e Ciop” con i loro graziosissimi pendagli di gomma, interscambiabili, con forme e colori diverse come dolci, noci, caramelle, mela, pannocchia etc…

Arrivano subito dopo i simpatici timbrini e poi i palloncini da gonfiare dei personaggi dei “Looney Tunes”, ovvero di Bugs Bunny, Gatto Silvestro, Duffy Duck, Willy coyote, Tazmania…

Poi ci saranno le belle calamite di “Woody Woodpecher”.

Ai “Pokemon” han dedicato i mini pupazzetti dei mostriciattoli e i bellissimi pendagli.

Per “Super Mario” invece sono stati fatti i pendagli e le penne.

Simpaticissimi i porta matite con i personaggi di “Cartoon Network”, ci sono stati quelli di Mucca e Pollo, Johnny Bravo, Dexter’s lab, Leone cane fifone, Samurai Jack, Ed Edd Eddy.

Poi un reparto a parte lo hanno avuto “Le Superchicche”, oltre ai graziosissimi pendagli ci sono stati anche i portamonete e l’oggettistica per i capelli come mollettine, gli anellini, braccialetti, collane e orecchini.

Invece a “Scooby doo”, oltre ai personaggi da collezione han dedicato anche quelli con la ventosa da attaccare.

Anche i mini personaggi dei “Rugrats” si potevano trovare nelle macchinette.

Degli eroi di casa “DC Comics” ci sono stati invece i bei pupazzetti di Superman, Bat-man, Wonder Woman e Flash.

Per le “Winx Club” invece si potevano trovare delle bellissime scatolette in latta portasegreti.

Poi “Charlie Brown” con i pendagli a forma di pallina con dentro l’acqua e i personaggi; e poi i simpatici orologi al quarzo.

Doraemon” ha avuto delle bellissime pile che potevano proiettare l’immagine, e i pendagli con il campanellino.

A ruba sono andati anche quelli dei “Barbapapà”, che hanno avuto i morbidi pupazzetti, i bellissimi pendagli con le forme dei segni zodiacali; e poi i bellissimi palloncini da gonfiare.

Dei “Puffi” ci sono stati i pendagli e i bellissimi palloncini da gonfiare.

Degli “Orsetti del cuore” i bellissimi braccialetti profumati, i pendagli e i palloncini da gonfiare.

A “Phineas e Ferb” invece hanno dedicato dei bellissimi bracciali a scatto e finte radio spia.

Poi ci sono stati i pendagli di “Dora l’esploratrice”, “Pucca”, “Spongebob”, “Gli Antenati”, “Peroro”, “Jewelpet”, “L’ape Maia”… ed i bellissimi ciondoli delle “Witch”.

Nelle macchinette si potevano trovare anche i bellissimi personaggi “My Little pony” e “Peppa Pig”, alcuni invece sono da montare di “Dragon ball”, “Gundam”, “I Cavalieri dello zodiaco”, “Ben 10”.

Poi dei “Littlest Pet Shop” sono usciti dei bellissimi braccialetti e dei bellissimi puzzle calamitati.

 GIANNI SORU

 

FENOMENI / CARTOONS & FUMETTI: LE RIVISTE DEGLI ANNI DUEMILA


RIVISTE ANNI 2000

di GIANNI SORU

 

Le riviste contenitore sono quelle riviste che trattano diversi argomenti come la posta, interviste, articoli vari e pubblicano anche diversi fumetti. Alcune di queste riviste prendono spunto per il nome da un personaggio che ha avuto successo. Negli anni 2000 nasceranno tante nuove riviste, ma purtroppo con vita molto breve perché le vendite saranno molto basse, le tematiche e il materiale sono poco interessanti e l’arrivo di Internet taglia le gambe a molte di queste. Vediamo quali sono state le riviste più lette, famose ed amate degli anni 2000.

 

G BABY: settimanale formato A4, nasce come appendice de Il Giornalino, ottiene un grande successo questa rivista nata nel 2000 ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati di “Bugs bunny”, “Gatto Silvestro”, “Duffy duck”, “Speedy gonzales”, “Tom and Jerry”, “L’ape Maia”, “I Puffi”, “Topo Gigio” (tutti disegnati a mano). Ancora oggi la rivista è operativa.

CARTOON NETWORK: rivista mensile formato A4, legata al canale televisivo omonimo, nasce nel 2002 e termina nel 2003. Ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati (con scene originali della TV) di “Johnny Bravo”, “Mucca e Pollo”, “Leone cane fifone”, “Dexter’s lab”, e “Le Superchicche” ed ha dedicato diversi servizi sui cartoni animati.

BENKYO’: buono il successo per questa rivista mensile formato A4, nata nel 2002 e terminata nel 2006. Ha pubblicato diversi articoli sui cartoni animati anche inediti. Allegava sempre un cd con immagini di cartoni animati.

MONDO JAPAN: formato A4, rivista mensile nata nel 2003 termina nel 2006. Ha pubblicato diversi servizi sui cartoni animati anche inediti.

PRINCIPESSE: mensile Disney formato A4 nato nel 2003, ancora oggi esistente, ha riscosso un buon successo, ha pubblicato i fumetti inediti di “Biancaneve”, “La Sirenetta”, “Aurora” (de La bella addormentata nel Bosco), “Bella” (di la Bella e la Bestia), “Pocahontas”, “Mulan”, tutte disegnate a mano. La rivista regalerà qualche poster delle sue protagoniste.

MANGA CLUB: da un’idea di Gianni Soru, mensile in bianco e nero, formato A5, nata nel 2004 termina nel 2008; è stata la rivista più popolare degli anni 2000 (ancora oggi viene ristampata). Ha pubblicato centinaia di articoli sui cartoni animati, ha parlato del merchand dei cartoni animati, degli interpreti sigle, dei siti Internet più belli, in più pubblicava i testi delle sigle dei telefilm più belli e famosi.

RETRO’: rivista mensile formato A4, che ha riscosso un buon successo, nasce nel 2006 e termina nel 2010. Ha pubblicato diversi articoli sui cartoni animati, trattava anche personaggi dello spettacolo e giocattoli vecchi.

CARTONI: rivista mensile formato A4, di discreto successo, nata nel 2007 termina nel 2010, ha pubblicato diversi articoli di cartoni animati anche sulle anteprime.

SCUOLA DI MANGA: formato A4, rivista mensile di discreto successo, nata nel 2007, ancora oggi operativa,  ha pubblicato diversi articoli sui cartoni animati e insegna come si disegnano i fumetti.

WOOW: mensile, a colori, formato A5, nasce nel 2008 da un’idea di Gianni Soru e chiude nel 2009 riscuotendo un buon successo. Pubblicava articoli sui cartoni animati dagli anni ’70 ad oggi, e tanti fumetti inediti come ‘Gavarax’, ‘Darvatros Delta 7’, ‘La Papessa’, ‘Tirkito Avaristo’, ‘Nonna Tota’, ‘Piero Piga’

Da ricordare anche delle riviste che non hanno avuto molta fortuna, con vita molto breve di 1-2 o 3 anni, mensili nel formato A5 o formato A6, tutte a colori. “CARTOONEWS” (2003), NEW WIND (2003), MAN-GA (2005), OTAKU (2005, altra produzione di Gianni Soru): ha parlato dei cartoni animati inediti, dei lungometraggi trasmessi sulle nostre reti, e dei canali TV dove han debuttato molte serie televisive. SAT KIDS (2005-2006), PICCOLE STREGHE (2006): ha pubblicato il fumetto di “All’arrembaggio”, “Mew Mew amiche vincenti” e “Magica Doremì” (tutti con scene originali della TV). LE MAGIE DI BUFFY (2006): ha pubblicato il fumetto di “Mirmo” (con scene originali della TV). PICCOLA LADY (2006): ha pubblicato il fumetto di “Mirmo” (con scene originali della TV). BELLISSIMA (2006): ha pubblicato i fumetti di “Magica Doremì”, “Pokemon” (con scene originali della TV).

 

 

 

GIANNI SORU

 

 

FENOMENI: IN VIAGGIO NELLE RIVISTE PER RAGAZZI DEGLI ANNI ’90


RIVISTE ANNI 90

di GIANNI SORU

Le riviste contenitore sono quelle riviste che trattano diversi argomenti come la posta, interviste, articoli vari e pubblicano anche diversi fumetti. Alcune di queste riviste prendono spunto per il nome da un personaggio che ha avuto successo. Negli anni ’90 molte riviste chiuderanno e diverse ne apriranno, ma quasi nessuna rimarrà nella storia delle riviste di settore, e le vendite saranno molto basse, nulla a che vedere con quelle avute negli anni precedenti. Vediamo quali sono state le riviste più lette, famose ed amate degli anni ’90.

JAPAN MAGAZINE: mensile e poi quindicinale, nata nel 1991 da un’idea di Gianni Eusebio, nel formato A4, chiude nel 2005 nel formato A5. Sarà la rivista più famosa ed amata degli anni ’90. Pubblicherà vari fumetti di cartoni animati anche inediti. Questa rivista ha regalato tanti bellissimi poster, e poi adesivi, vhs e carte da gioco.

BUNNY BAND: mensile formato A4, nasce nel 1991 e termina nel 1998, formato A4, nasce legato al cartone animato de “I favolosi Tiny” ed oltre a pubblicare il loro fumetto, pubblica pure quelli di “Bugs bunny”, “Gatto Silvestro”, “Duffy Duck”, “Willy il coyote” e degli “Animaniacs” (tutti disegnati a mano). Quasi sempre in regalo un poster dedicato ai Tiny Toons.

TIRAMOLLA: mensile nato in bianco e nero negli anni ’60, riprenderà a colori nel 1990 sempre in formato A5, cesserà nel 1992, seguendo i programmi di Junior TV, pubblicherà diversi fumetti inediti come ‘Tiramolla’ (protagonista a cui è dedicato il giornalino), ‘Pugacioff’, ‘Re di Picche’ e ‘L’ispettore Bobop’. Questa rivista dedicherà diversi articoli sui cartoni animati.

PAPEROTTI: formato A5, mensile, nasce e termina nel 1994, otterrà un discreto successo. Pubblicherà i fumetti dei cartoni animati di “Braccio di ferro”, “La pantera rosa” e “Betty Boop” (tutti disegnati a mano) e di “Leo’Pard”.

IL CORRIERINO DI BARBARA: rivista mensile in formato A4, con buon successo, nata nel 1994, cesserà nel 2001. Pubblicherà diversi fumetti dedicati ai cartoni animati (tutti disegnati a mano) come “Olivia” (di Braccio di Ferro), “La pantera rosa”, “I Puffi”, “Calimero”, “Sailor Moon” (con scene originali della TV), “Garfield” e “La banda di Monica”. Ha dedicato alcuni servizi ai cartoni animati.

KAPPA: rivista mensile in bianco e nero in formato A5, nasce nel 1992, cesserà nel 2002, ha riscosso un buon successo. Ha pubblicato i fumetti di cartoni animati inediti come ‘Oh mia dea’, ‘Calm Breaker’, ‘Compiler returns’, ‘Mille demoni’, ‘Office Rei’, ‘Exaxxion’, ‘Genzo’, ‘Narutaru’, ‘Aiten Myoo’…

MANGA: rivista mensile in bianco e nero in formato A5, ha riscosso un buon successo, nasce nel 1992 e termina nel 2002. Ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati di: “L’invincibile ninja Kamui”, “Lamù”, “Ranma ½”, “Patlabor” (tutti disegnai a mano). Ha dedicato un centinaio di servizi sui cartoni animati.

AMICI: formato A5 in bianco e nero, nasce nel 1997 e termina nel 1998. Ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati (tutti disegnai a mano) di “Mademoiselle Anne”, “L’incantevole Creamy”, “Sailor Moon”, “E’ un po’ magia per Terry e Maggie”, “Lisa e Seya un solo cuore per lo stesso segreto”.

COMIX: nata nel 1990 e terminata nel 1995, in bianco e nero formato A3. Ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati di “Cattivik”, “Garfield”, “Grimmy”, “Mafalda”, “Mordillo” (tutti disegnati a mano) ed ha pubblicato anche tanti fumetti inediti come ‘Taxi girl’, ‘Ava’, ‘Alice a quel paese’, ‘Palmiro’, ‘Cowboy Henk’, ‘Bizzarro’, ‘Jazzamentos’,  ‘Il santo coccodrillo’, ‘Il gatto’, ‘Le crociate’…

Ricordiamo anche altre riviste che non hanno avuto molta fortuna, ma che erano comunque molto carine, tutte nate da fanatici del settore, trattavano esclusivamente serie giapponesi, tutte mensili, in formato A5, alcune a colori, altre in bianco e nero, duravano 1, 2, o 3 anni.

YAMATO (1990-1994), CARTOON VIDEO AND COMICS (1992), ANIMANIA (1997-2000), MANGA CLASSIC (1997-2000), STRIKE (1997-2000), UKIYO (1997-2000), JAPAN TIME (1998-2000), LAMUNE (1998-2002), LODOSS MAGAZINE (1998-2001), NIPPON MAGAZINE (1998-2000), TAKO-SAN (1999-2000), MY ANIME (1999-2002).

GIANNI SORU