“NESSUNO RESTI INDIETRO”: PRESENTAZIONE A PIANCOGNO (VALLE CAMONICA, BS) IL 6 GIUGNO


 

 

“NESSUNO RESTI INDIETRO”, IL LIBRO DI ROBERTO ALBORGHETTI, EDIZIONI VELAR, SARA’ PRESENTATO ANCHE A PIANCOGNO (VALLE CAMONICA) IL PROSSIMO 6 GIUGNO 2016, PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE. INCONTRO PROMOSSO DAL COMUNE DI PIANCOGNO IN COLLABORAZIONE CON VELAR. COORDINAMENTO DI ANDREA RICHINI.

Piancogno 6 6 2016

 

UN LIBRO-NOVITA’ DI CUI MOLTI PARLANO: “UN’IMPRESA CON IL CUORE”, FRANCESCO MAFFEIS SI RACCONTA A ROBERTO ALBORGHETTI. DA MURATORE A IMPRENDITORE DI SUCCESSO…


 UNIMPRESA CON copertina

“Francesco Maffeis – Un’impresa con il cuore” è il titolo di una novità editoriale che, scritta da Roberto Alborghetti, racconta la vita e la carriera di un imprenditore bergamasco, Francesco Maffeis.

Partito dalla gavetta – era garzone di bottega e poi muratore – Maffeis è ora a capo di una delle aziende-leader del cleaning. Uscito per i tipi di Marna, il volume è stato presentato presso l’Università degli Studi di Bergamo, con interventi del Rettore dott. Stefano Paleari, dello stesso Maffeis e dell’autore della biografia, Roberto Alborghetti. La pubblicazione è introdotta da una riflessione del dott. Giulio Terzi (già ministro degli Esteri). La proponiamo qui di seguito.        

 ***

Quando Francesco Maffeis mi ha chiesto di scrivere la prefazione della sua biografia, su cui l’autore, Roberto Alborghetti, stava lavorando, ho subito accettato con grandepiacere e entusiasmo. La ragione di tale scelta è profonda, semplice e autentica, come questo libro: il rapporto di stimae amicizia che ho da tempo instaurato con il Commendatore Maffeis.

Quando però mi sono apprestato a scrivere questo testo, mi sono reso conto che non era compito facile. Come far rientrare in uno scritto così breve – come necessariamente deve essere una prefazione – il senso di una lunga e complessa storia imprenditoriale? Come racchiudere in poche righe le ragioni di un esemplare successo professionale, che ha reso FrancescoMaffeis un’emerita personalità del mondo imprenditoriale bergamasco? Come spiegare al lettore, nel modo più esatto e veritiero, chi è Francesco Maffeis?

In soccorso mi sono allora echeggiate le parole del filosofo Benedetto Croce: “la nostra storia è storia della nostra anima”. Per comprendere a fondo la storia del Commendatore Maffeis,occorre fare luce sui valori del suo animo imprenditoriale, quelli che ne hanno da sempre ispirato la visione e sorretto l’azione. E mentre riflettevo, ho riconosciuto nel Commendatore Maffeis qualcosa di molto familiare: la coerenza morale e il coraggio della nostra terra, che consentono di saldare l’attenzione al profitto e all’iniziativa con la dimensione umana, la solidarietà e il rispetto per l’altro, soprattutto se è più debole. Questi valori sono tratti distintivi di chi è nato e cresciuto nella Bergamasca.E non sorprende che essi siano stati alla base della decisione dell’Eco di Bergamo di indicare il Commendatore Maffeis tra i Bergamaschi illustri del 2011.

Le pagine che seguono raccontano con fresca semplicità e senza celebrazioni la straordinaria esperienza umana e professionale di un uomo che, contando solo sulle proprie forze e sull’affetto dei propri cari, ha dato vita a una delle più vivaci e floride realtà imprenditoriali del settore. Francesco è stato tra gli artefici del miracolo italiano. Nell’Italia che usciva distrutta materialmente e moralmente dalla guerra, Francesco si rimboccò le maniche, fece i più disparati lavori e contribuì ad affermare – giorno dopo giorno e con fatti concreti – il senso di orgoglio nazionale. L’Italia è diventata una potenza economica mondiale grazie al dinamismo e all’operosità di tanti imprenditori come Francesco. Con 40 anni di esperienza, una variegata offerta di servizi e una clientela assai vasta, Fra. Mar ha superato la soglia dei 600 dipendenti, con ben 200 lavoratori stranieri provenienti da 37 Paesi diversi: un esempio di integrazione che riflette l’impegno e il costante interesse di Francesco Maffeis per lo sviluppo economico del territorio. Francesco Maffeis è un limpido esempio di sana imprenditoria votata all’innovazione e all’attenzione al cliente.

Il racconto di questa storia personale e familiare si legge tutto d’un fiato, perché è profondamente vero e sincero, come il suo protagonista. Vi si trovano l’affermazione e la nascita di un imprenditore sostenuto dalla forza trasmessagli da quella civiltà contadina” della terra bergamasca alla quale siamo entrambi orgogliosi di appartenere. In questo libro è quindi racchiuso un enorme patrimonio di competenza e passione,testimonianza diretta e sincera di quello spirito di sacrificio che ha fatto grande l’Italia. Sono sicuro che la sua lettura potrà essere fonte di ispirazione per tanti altri imprenditori, del cui coraggio e della cui coerenza morale l’Italia ha assolutamente bisogno per ritornare a crescere.

Giulio Terzi

Ministro degli Affari Esteri

nel Governo Monti (2011-2013)

  • FRANCESCO MAFFEIS,UN’IMPRESA CON IL CUORE”, di Roberto Alborghetti, Marna Editrice, 2013

 

 

ACQUA E ALLUVIONI: NON BASTA PIANGERE SUI MORTI… LA SCUOLA PUO’ DAVVERO FARE LA “RIVOLUZIONE”. ECCO UN SUGGERIMENTO CONCRETO…


Ciò che è accaduto in Sardegna – con una inondazione che ha provocato morti, feriti ed ingentissimi danni ad intere popolazioni e territori – è un’altra tragica storia italiana. Purtroppo. Vedrete, la notizia rimarra’ per qualche giorno sui media, poi tutto tornera’ alla “normalita”,  alle prese con la solita cronaca… E chi s’è visto s’è visto.   Ciò che è avvenuto in Sardegna puo’ accadere in qualsiasi localita’ del nostro (ex?) Bel Paese. Di dissesto idrogeologico si parla da mezzo secolo, ma dopo la tragedia tutto torna come prima. 

Anche in questo ambito la scuola – la vera Scuola – può giocare una parte importante e fondamentale per far riflettere ed imporre una nuova cultura, quella della difesa e della custodia – direbbe Papa Francesco – del creato.

Da ormai 15 anni, Okay! dà una mano all’istituzione scolastica (senza ricevere peraltro uno di quegli euro che a milioni vengono sempre distribuiti a destra, a manca e al centro…)  Anche sul tema della gestione dell’acqua, e delle risorse idriche – tema appunto collegato alla tragedia della Sardegna – da anni “provoca” le scuole a studiare, cercare, lavorare, creare. Anche per l’anno scolastico 2013-2014 è tornata “Amica Acqua”, che – guarda la coincidenza – invita a riflettere su come la “bonifica” sia importante per il territorio e per evitare eventi e calamità come quelle avvenute in Sardegna.    

Invitiamo docenti e scuole a prendere visione del regolamento, qui sotto, che prevede anche la partecipazione ad un sondaggio. Questo può davvero contribuire a fare cultura. Ed evitare l’ipocrisia di piangere i morti e continuare poi a fare finta di niente…

***

AMICA ACQUA / L’iniziativa-ricerca

promossa per le scuole della provincia di Bergamo e della Lombardia dal Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca

L’ACQUA E LA BONIFICA

UNA FORZA DA TUTELARE, CONOSCERE E GUIDARE

 HPIM3691

Elementi, ambienti, storie, caratteristiche scientifiche e fatti sul “mondo dell’acqua”. Un modo per conoscere e tutelare le risorse idriche, bene prezioso per tutti e per ognuno.  

    1. ————————————————————————————-

OBIETTIVI

L’acqua, bene prezioso, vista e raccontata attraverso elementi, ambienti, scienza, storie, caratteristiche, tradizioni, culture, persone e messaggi. E’ questo il tema della VI edizione della ricerca-concorso che il Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca promuove per le scuole Materne, Primarie e Secondarie di Primo grado della provincia di Bergamo e della Lombardia.

L’iniziativa, che avviene nel contesto di quanto il Consorzio sta compiendo per la promozione, la valorizzazione delle risorse acquifere e la salvaguardia del territorio da esondazioni, si propone i seguenti obiettivi:

  1. Avvicinare il mondo della scuola, e dunque le nuove generazioni, alle realtà ed agli aspetti dell’acqua, sensibilizzando sulla necessità di tutelare e salvaguardare un bene prezioso che va conosciuto ed usato in modo responsabile e corretto.

  2. Valorizzare il servizio e l’azione svolti dal Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca, da oltre cinquant’anni in primo piano nella tutela e nello sviluppo delle risorse acquifere del territorio bergamasca, promuovendo una maggiore conoscenza dell’acqua, come risorsa ma anche come realtà da cui proteggersi in caso di inondazioni.

COME PARTECIPARE

  1. Il tema può essere sviluppato negli stili e nelle forme grafiche ed espressive più diverse, secondo la creatività di ognuno.

  2. Le scuole partecipanti sono invitate a disegnare e leggere le tantissime “realtà e forme di acqua” presenti nel proprio territorio. Sono dunque invitate ad osservare e a raccontare – con disegni, foto, scritti e così via – come l’acqua è “vissuta” nel proprio ambiente di vita. Ed interrogarsi sulla “forza” che l’acqua ha sul proprio ambiente, come lo ha modellato, come lo ha cambiato.   

  3. Si suggerisce – anche attraverso una uscita “sul posto” – di indagare, verificare ed approfondire il ruolo, l’importanza e la presenza dell’acqua nel proprio paese, nel proprio quartiere, nel proprio territorio, nel consumo domestico, con riferiemento alla stessa azione compiuta dal Consorzio di Bonifica.

  4. È dunque un invito a leggere e ad osservare l’ambiente, a disegnare e raccontare fiumi e ruscelli, rogge e torrenti, stagni e fontanelle, fonti e sorgenti e così via, raccontando storie, tradizioni, aspetti e curiosità legati al mondo-acqua.  

  5. I lavori potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, audiocassette, videocassette, cd-rom e così via. Il tema può essere articolato in piena libertà espressiva e creativa, secondo le competenze e le conoscenze di singoli allievi, delle classi e degli istituti.

QUANDO E DOVE INVIARE I LAVORI

  1. I lavori dovranno essere realizzati e spediti entro il 31 MARZO 2014 alseguente indirizzo: Okay!, c/o Casa M. E. Mazza, via F. Nullo 48, 24128 Bergamo; farà fede il timbro postale. 

  2. I lavori dovranno riportare in modo chiaro: classe, scuola, docente coordinatore ed indirizzo completo della sede del plesso o dell’Istituto, con numeri di telefono ed e-mail.

  3. Una commissione giudicatrice, a suo insindacabile giudizio, selezionerà gli elaborati ed attribuirà i premi previsti.

  4. La premiazione avrà nel mese di maggio 2014 nell’ambito della classica “settimana nazionale della bonifica” indetta dal Consorzio Bonifica della Media Pianura Bergamasca

  5. Il Consorzio, in qualità di ente promotore, si riserva il diritto di utilizzare e valorizzare il materiale pervenuto nell’ambito delle più diverse  attività ed iniziative, anche editoriali. 

Per informazioni:

OKAY!

Tel. 035 314720

Fax 035 231050

info@scuolaokay.it

DOMANDE SULL’ACQUA: LE TUE RISPOSTE

PER MIGLIORARE L’AMBIENTE

L’acqua – e tutto ciò che essa significa – è diventata tema di dibattito. Con la sua iniziativa, il CONSORZIO DI BONIFICA DELLA MEDIA PIANURA BERGAMASCA si colloca in quell’azione di sensibilizzazione che può contribuire ad offrire ai giovani, ed alle loro famiglie, spunti di riflessione che intendono rafforzare quella “nuova cultura” del rispetto dell’acqua invocata da più parti.

Per questo, invitiamo docenti ed allievi a partecipare all’indagine di “Noi e l’acqua” (vedi scheda qui sotto). Anche queste sono delle importanti opportunità per riflettere sul tema e per favorire una maggiore conoscenza dell’acqua, realtà amica, realtà indispensabile.

—————————————————————————–

NOI E L’ACQUA

Indagine conoscitiva su come i ragazzi e le loro famiglie considerano il bene-acqua e l’ambiente

1 – TU E LA TUA FAMIGLIA UTILIZZATE ACQUA SOPRATTUTTO PER…

BERE

PREPARAZIONE CIBI  

DOCCIA

BAGNO IN VASCA  

ELETTRODOMESTICI

FIORI/GIARDINO  

ORTO  

PULIZIA CASA

PULIZIA AUTOMEZZI   

2 – TU E LA TUA FAMIGLIA, PER BERE, GENERALMENTE CONSUMATE …

ACQUA DEL RUBINETTO

ACQUA IN BOTTIGLIA VETRO

ACQUA IN BOTTIGLIA PLASTICA

3 – COME VALUTI IL TUO IMPEGNO PER UN CONSUMO INTELLIGENTE DELLA RISORSA ACQUA?

INSUFFICIENTE

SCARSO

BUONO

OTTIMO

4 – SAI INDICARE QUANTI LITRI D’ACQUA LA TUA FAMIGLIA (COMPOSTA DA N…….PERSONE) CONSUMA (*) IN MEDIA IN UN ANNO PER USO DOMESTICO ?

DA 30.000 A 50.000

DA 50.000 A 80.000

DA 80.000 A 100.000

DA 100.000 A 150.000

OLTRE 150.000

5 – PENSANDO ALLE TUE AZIONI QUOTIDIANE, QUANDO AVVIENE IL MAGGIOR SPRECO DI ACQUA? 

PULIZIA CASA

PULIZIA DELLA PERSONA

CURA AMBIENTE ESTERNO

ALIMENTAZIONE/CUCINA

IMPIANTI IN CATTIVE CONDIZIONI

(*) Puo’ essere un simpatico “gioco” calcolare il dato sulla base delle indicazioni della bolletta relativa al consumo dell’acqua.

CLASSE E SCUOLA PARTECIPANTE AL SONDAGGIO:

……………………………………………………………………………………………………………..

……………………………………………………………………………………………………………..

Grazie per la partecipazione disinteressata a questa indagine. Le vostre risposte ci aiuteranno tutti a capire e a riflettere su quanto sia importante la equilibrata gestione delle risorse idriche in rapporto all’ambiente. Il presente questionario, una volta completato, può essere spedito a: OKAY!, c/o Casa M. E. Mazza, via F. Nullo 48, 24128 Bergamo. Puo’ anche essere inviato via fax al numero 035 2281243 o via email: info@scuolaokay.it

UNA PIOGGIA DI PREMI PER VOI!

PER LE SCUOLE MATERNE  

1° Premio – Lettore DVD

2° Premio – Fotocamera digitale

3° Premio – Stampante

Premi di rappresentanza per i segnalati (libri, pubblicazioni)

PER LE SCUOLE PRIMARIE 

1° Premio – Lettore DVD

2° Premio – Fotocamera digitale

3° Premio – Stampante

Premi di rappresentanza per i segnalati (libri, pubblicazioni)

PER LE SCUOLE SECONDARIE

1° Premio – Lettore DVD

2° Premio – Fotocamera digitale

3° Premio – Stampante

Premi di rappresentanza per i segnalati (libri, pubblicazioni)

INVITA UN ESPERTO DEL CONSORZIO A SCUOLA

Alle scuole è proposta l’iniziativa “IL CONSORZIO FA…SCUOLA” con la possibilità di organizzare in classe una vera e propria “lezione sull’acqua” con la partecipazione di un esperto del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca. Le scuole potranno usufruire di questa singolare opportunità inviando richiesta via fax o con una e-mail alla redazione di Okay! Data la limitata disponibilità, si invitano le scuole ad inviare la richiesta il più presto possibile. I riferimenti sono: info@scuolaokay.it – Fax 035 2281243.

VETRINA-SHOW DA PITROSE/BEAUTY CONCEPT STORE: IN MOSTRA LE TRE ARTISTICHE SCIARPE DI SETA DI “LACER/AZIONI”


Di Nicola Rossi

I titolari di Pitrose / Beauty Concept Store hanno avuto una bella idea. Hanno creato una vetrina-installazione che in un suggestivo colpo d’occhio la serie di tre sciarpe di seta, in edizione limitata, realizzate da Roberto Alborghetti per il progetto “Lacer/azioni”. Pitrose ha infatti dedicato alle tre sciarpe un bellissimo spazio, che può essere visto dal pubblico che transita ad Urgnano (Bergamo) nel centro storico. Flussi di seta si mescolano così i colori autunnali in un singolare scenario che abbina paesaggio e ricerca artistica ed ambientale.

Pietro e Rosy di Pitrose sono felici di accogliere clienti e  visitatori con il dono di un fascicolo – Lacer/ azioni – Immagini della (pubbli)Città Strappata – e di dare informazioni sugli artistici pezzi di seta esposti in vetrina. Nei primi giorni della singolarissima esposizione, la gente si è mostrata interessata ed incuriosita. Come forse molti sanno, queste sciarpe di seta sono davvero uniche e speciali. Hanno un design inconfondibile: riproduce dettagli di immagini di manifesti pubblicitari strappati e “segni” che Roberto Alborghetti ha catturato in giro per il mondo per il progetto “Lacer/azioni”. Così, dopo avere trasformato “le immagini della carta-spazzatura” in oggetti d’arte (le scene astratte sono state trasferite su tela, tessuti, litografie, alluminio…) sono state prodotte tre sciarpe di seta con l’aiuto e la collaborazione del noto designer tessile Bruno Boggia, che lavora per i più famosi stilisti di moda internazionali.

Su queste sciarpe, molto apprezzate a livello internazionale, la blogger americana Marina Chetner ha scritto che sono “la prossima grande tendenza della moda”. Un’altra artista e blogger americana, Meredith Deerheart, ha pubblicato un lungo articolo sulle tre sciarpe, decantandone i colori traslucidi, “pezzi originali di moda, un regalo perfetto”. Un’altra blogger di moda, Debra Kolkka, australiana ha definito l’arte di Roberto Alborghetti “sorprendente e unica”.  

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sciarpa di seta. # 1: “Stati d’animo condivisi”

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sciarpa di seta # 2: “Nine Eleven, New York 2001”

 ??????????????????????

Sciarpa di seta # 3: “Vento di maggio, scompigliami i capelli”

***

Sciarpe in pura seta / Limited Edition/ Crepe de Chine 

Creato da Roberto Alborghetti per il Progetto “Lacer/azioni” in collaborazione con Bruno Boggia (Como, Italia)

GRAN FESTA A “LE DUE TORRI”: PREMIATI ANCHE I DISEGNI DELLE SCUOLE DI GRASSOBBIO (BG) E MONZA (NELLA FOTOGALLERIA)


Tutto pronto per la festa dei premi de “La Pianta che mi Piace”, iniziativa promossa da Ufficio Olandese dei Fiori ed Okay!  La manifestazione di premiazione si terrà domenica 6 ottobre, con inizio alle ore 10,30, presso il Centro Commerciale “Le Due Torri” di Stezzano (Bergamo), in via Guzzanica 62. Il Centro “Le Due Torri”, con il suo direttore Roberto Speri, hanno allestito una bellissima dotazione premi, che saranno conferiti alle rappresentanze delle scuole.   

Il Centro “Le Due Torri” è facilmente raggiungibile, anche per chi giunge con auto e pullman dall’autostrada Milano-Brescia: l’uscita è al casello di Dalmine, poi seguire l’indicazione per il Centro Commerciale, che si trova nelle vicinanze.

Le scuole premiate riceveranno in dono anche l’attesa “Glowing Star in The Dark”, la pianta che si illumina al buio, che arriverà direttamente dall’Olanda, dalle serre dell’azienda “Amigo Plant”, che ha ideato questa singolare pianta grassa che a Cesenatico, sabato 28 settembre, è andata letteralmente a ruba ed ha vivamente impressionato il pubblico. Poi, come detto “Le Due Torri” collaborano all’evento assegnando altri premi di grande utilità per la scuola.

Precisiamo che i premi saranno assegnati e consegnati direttamente nel corso della manifestazione e non saranno inviati a scuola. Le scuole sono dunque invitate a partecipare con delegazioni e con la presenza di genitori e nonni, visto che l’iniziativa si svolge nel contesto dell’annuale “Festa dei Nonni”.   

SCUOLA PRIMARIA “GIOVANNI XXIII” GRASSOBBIO BG
SCUOLA PRIMARIA “G. RODARI” SERIATE BG
I.C. “V. F. CASSANO – A. DE RENZIO” BITONTO BA
I.C. “LECCO 4” LECCO LC
SCUOLA PRIMARIA “G. PONTE” PALAGONIA CT
I.C. “ADA NEGRI” MAGNAGO MI
I.C. “F. TONOLINI BRENO” BRENO BS
SCUOLA PRIMARIA “C. ROSA” CARENNO LC
I.C STATALE “UGO FOSCOLO” CANCELLO ARNONE CE
SCUOLA PRIMARIA “PADRE DI FRANCIA” MONZA MI
SCUOLA PRIMARIA STATALE di SANT’OMERO SANT’OMERO TE
SCUOLA PRIMARIA MAGREGLIO MILANO MI
I.C. TRECATE 1 TRECATE NO
I.C. CURTATONE e MONTANARA, S.P. “SAFFI” PONTEDERA PI
SCUOLA MEDIA – “LUINI-FALCONE” ROZZANO MI
SCUOLA MATERNA “FACCANONI” SARNICO BG

“IL CUORE NELLE MANI/PREMIO D.A.NICOLI 2013”: ECCO I VINCITORI. PREMIAZIONE IL 21 SETTEMBRE


 IL CUORE NELLE MANI 2013

Ecco le classi e le scuole vincitrici del Premio Nazionale “Don Aldo Nicoli / II edizione”. Cerimonia di conferimento il 21 settembre a Nembro presso la sede della Onlus “Insieme con don Aldo”.

 *

Va alla Scuola Primaria “Rodari”, Classi Quarte A/B, di Seriate (Bergamo) il Primo Premio della II edizione de “Il Cuore nelle Mani / Don Aldo Nicoli” promosso dalla Onlus “Insieme con don Aldo”. Alle piazze d’onore si sono classificate: la Classe 3 H della Scuola Primaria “Pascoli” di Aprilia (Latina) e la Scuola dell’Infanzia “Santi Innocenti” di Gaverina Terme (Bg). La scelta è maturata all’unanimità nella Commissione giudicatrice costituita dalla Onlus e coordinata dal giornalista professionista e scrittore Lugi Carrara, che ha steso e redatto il documento conclusivo sui lavori pervenuti.

La Commissione ha preso in esame le proposte pervenute, assegnando i tre premi previsti e – considerato il valore ed il significato dei progetti proposti – ha inoltre deciso di conferire anche tre premi speciali che sono stati assegnati a: Classe V Scuola Primaria “Duca d’Aosta” di Bari Palese, all’ICS “Sanzio” di Mercatino Conca (PU) ed al Laboratorio Colori ed Emozioni della Onlus “Il Senso della Vita” di Aprilia (LT). Una scelta, questa, che ha voluto sottolineare la qualità e la riuscita della seconda edizione del Premio di Solidarietà “Il Cuore nelle Mani” dedicato a don Aldo Nicoli.

Le scuole premiate hanno saputo rispondere alla finalità dell’iniziativa che, come noto, è quella di commemorare la figura e l’opera di don Aldo Nicoli nel modo concreto e dinamico che gli avrebbe desiderato. Ossia, invitando il mondo della scuola, le nuove generazioni, gli Oratori, a raccontare e proporre progetti ed azioni di solidarietà, attualmente in atto o allo studio. L’iniziativa – pur ai suoi primi passi e meritevole di essere continuata e sviluppata ulteriormente – ha di fatto contribuito a documentare e valorizzare realtà, piccole e grandi, esperienze e forme di solidarietà nate e sviluppate nelle comunità scolastiche, tra le realtà giovanili e tra la rete degli oratori. 

Il Cuore nelle Mani / Premio Nazionale di Solidarietà Don Aldo Nicoli” vivrà il suo momento-clou il 21 settembre 2012, ore 16,  a Nembro (Bergamo) con la cerimonia ufficiale di conferimento dei Premi agli Istituti Scolastici, presso la sede della Onlus, a Ca’ Foì (frazione Viana, via Puccini). Un intenso momento di condivisione nel segno della solidarietà e del ricordo di don Aldo.   

ECCO LE SCUOLE PREMIATE

PRIMO PREMIO

(500 Euro in prodotti scolastici)

Classi Quarte A/B

Scuola Primaria “Rodari”,

Seriate (Bergamo)

 *

SECONDO PREMIO

(300 Euro in prodotti scolastici)

Classe 3 H

Scuola media “Pascoli”

Aprilia (Latina).

 *

TERZO PREMIO

(200 Euro in prodotti scolastici)

Scuola dell’Infanzia “Santi Innocenti”

Gaverina Terme (Bg)

 *

PREMI SPECIALI

Classe V Scuola Primaria

Duca d’Aosta”

Bari Palese

 *

ICS “Sanzio”

Mercatino Conca (Pesaro Urbino)

*

Laboratorio Colori ed Emozioni

Il Senso della Vita Onlus 

Aprilia (Latina)

“GUSTAMBIVERE”: SERATA-EVENTO CON DEGUSTAZIONI DEI LOCALI STORICI, MUSICA D’IRLANDA E LE “LACER/AZIONI”


 GUSTAMBIVERE 2013

Serata-evento, con eccellenze gastronomiche, buona musica ed anche uno speciale assaggio di “Lacer/azioni”. Accadrà ad Ambivere (Bergamo), con l’iniziativa “GustAmbivere”, domenica 14 luglio, con inizio alle ore 18,30, presso l’antica piazzetta Gasparini, nel cuore storico di Ambivere, località in provincia di Bergamo, già documentata in atti notarili risalenti all’anno 923.

In un ambiente suggestivo, tra le antiche mura, i tre Locali Storici di Ambivere, tra i più antichi della provincia, appronteranno degli speciali menù. L’iniziativa – promossa per il secondo anno consecutivo dal Comune di Ambivere in collaborazione con il Distretto del Commercio Ville e Torri dell’Isola e dall’associazione “Il Ponte di stelle” – vedrà ai fornelli gli chefs ed i barmen dei tre Locali Storici, ossia: Antica Osteria dei Camelì (fondata nel 1856), Trattoria Visconti (fondata nel 1932) e Caffè del Fiola (fondato nel 1887). Tre locali segnalati nelle varie guide di settore e riconosciuti con delibera regionale, un vanto per una piccola comunità.   

La serata vedrà anche una sorta di “assaggio” artistico con la mostra di “Lacer/azioni”, i “visuals”di Roberto Alborghetti  sui “segni” dei manifesti pubblicitari strappati e decomposti, già al centro di esposizioni a livello nazionale ed internazionale. Inoltre, musica, colori e profumi della terra d’Irlanda con la presenza del gruppo “Fuich Irish Music”. L’evento darà modo anche di apprezzare i vini del territorio di Sant’Egidio-Azienda Agricola di Fontanella di Sotto il Monte. La serata ha uno scopo di solidarietà a sostegno dei progetti di cooperazione per la missione di padre Pierino Limonta, originario di Ambivere, da decenni in servizio nel Madagascar (Africa).   

***

SCARICA IL FLYER ED IL POSTER DELL’EVENTO:

GUSTAMBIVERE 2013 Flyer

GUSTAMBIVERE 2013 Poster

AMICA ACQUA 2012-’13/ PRESTO LE SCUOLE PREMIATE…INTANTO AMMIRATE L’ALBUM DELLA SCUOLA PRIMARIA DI CAPRINO BERGAMASCO


AMICA ACQUA E’ UN’INIZIATIVA PROMOSSA DAL CONSORZIO DI BONIFICA DELLA MEDIA PIANURA BERGAMASCA IN COLLABORAZIONE CON OKAY!

LA PREMIAZIONE SI TERRA’ PRESSO L’AUDITORIUM “CASA DEL GIOVANE”, VIA GAVAZZENI, BERGAMO, IL GIORNO 16 MAGGIO 2013, ORE 10,30.

LA MOSTRA DEI LAVORI AVRA’ LUOGO IL 18-19 MAGGIO SUL SENTIERONE (BERGAMO) NELL’AMBITO DELLA SETTIMANA DEL CONSORZIO DI BONIFICA. 

QUANDO LA STORIA SI FA AVVENTURA E MERAVIGLIA…DUE LIBRI NOVITA’ PER L’ESTATE


 

IL NOCE DI SANT’ANTONIO

di Lorenza Farina, Ed.Messaggero Padova, 2012, Euro 10

Un albero narra a un passero la straordinaria vita di Sant’Antonio da Padova. Non si tratta di un albero qualunque, ma del noce tra i cui rami il Santo si fece costruire una piccola capanna, pochi mesi prima di morire, il 13 giugno del 1231.

In quella cella arborea l’umile frate si ritirò per pregare e contemplare Dio. Da quel pulpito tra cielo e terra egli predicò ai numerosi pellegrini che da ogni parte venivano ad ascoltare le sue parole piene di umanità e saggezza.

LORENZA FARINA vive a Vicenza dove lavora come bibliotecaria occupandosi in particolar modo di promozione della lettura. Ha al suo attivo numerosi romanzi, racconti e fiabe per giovanissimi con una predilezione per le storie ambientate nel verde della natura.

VALENTINA SALMASO, illustratrice per l’infanzia, lavora al “Messaggero di sant’Antonio” e ha illustrato moltissimi libri per diverse case editrici.

 

CURTIS LEMINE

di Luigi Cattaneo, Ed. Albatros, 2012, Euro 12

La storia si fa romanzo in questo libro di Luigi Cattaneo. E’ ambientato nell’antica Corte di Lemine, in un territorio compreso tra le attuali aree dell’isola Bergamasca, la Val San Martino e la Valle Imagna, e dove ancora oggi ci tramanda dei veri e propri gioielli di architettura romanica, dal (tempietto di San Tomè, chiese di San Giorgio, Madonna del Castello, chiesa di S.Egidio in Fontanella).  

La Corte di Lemine,  pagus romano poi Corte Regia coi Longobardi, Corte Regia coi Franchi, feudo vescovile e poi comune, è ora territorio di Bergamo. All’epoca dei fatti raccontati nel libro di Cattaneo, fa parte del Ducato di Milano. La Repubblica Veneta vuole allargare i suoi confini e con la battaglia di Maclodio inizia la conquista dei territori fino al fiume Adda. E’ a Maclodio nel 1427 che Tomaxius (Tomas) dè Caetani, al servizio di Milano resta ferito e storpiato per sempre. Un canonico di Lemine gli insegna a leggere e scrivere affinché i secolari documenti presenti alla pieve vengano recuperati e salvati. I soldati di Venezia nel 1443 distruggeranno Lemine e bruceranno quei documenti, ma non la memoria di Tomas.

Toccherà a lui raccontare la Corte di Lemine con le sue ricchezze ma anche con i suoi presbiteri accusati di simonia, i chierici indegni, gli episodi documentati di immoralità, le scomuniche e le uccisioni. Primo volume di una trilogia romanzata che spazia in questa Corte dal 1000 al 1450, il romanzo di Luigi Cattaneo ci trasporta in un viaggio nel passato, alla conoscenza di luoghi, usanze e storie che hanno ancora tanto da rivelarci ancora oggi.

Luigi Cattaneo è nato il 24 febbraio del 1951 a Valbrembo (BG) e vive al Almeno San Salvatore (BG), l’antica Lemine del presente romanzo. Il lavoro l’ha portato in giro per il mondo dove c’erano petrolio e raffinerie. Appassionato di storia e di Medioevo sta ora completando una trilogia di cui “Curtis Lemine” costituisce il primo libro.

San Giorgio in Lemine, chiesa romanica.

San Giorgio in Lemine, chiesa romanica. (Photo credit: Wikipedia)