FARE SCUOLA CON L’ACQUA: INVITA IN CLASSE L’ESPERTO DEL CONSORZIO DI BONIFICA. ECCO COME FARE.


PAGINE 12-13 (3)

 

Anche quest’anno alle scuole è proposta l’iniziativa “IL CONSORZIO FA…SCUOLA” con la possibilità di organizzare in classe una vera e propria “lezione sull’acqua” con la partecipazione di un esperto del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca. Le scuole potranno usufruire di questa singolare opportunità inviando una semplice richiesta, anche via fax. Data la limitata disponibilità, si invitano le scuole ad inviare la richiesta il più presto possibile. Si può semplicemente telefonare alla redazione di OKAY! Tel. 035 314720, inviare un Fax 035 317550

 Può essere inviato un messaggio di richiesta anche tramite la pagina Facebook “Noi siamo Okay!” (area gruppi aperti) o il sito-blog di “Okay”

www.okayscuola.wordpress.com

ECCO IL MODULO DI RICHIESTA: STAMPA, COMPILA, INVIA…

modulo Consorzio fa scuola

 

Una grande iniziativa-ricerca promossa dal Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca per le scuole di Bergamo e provincia e della Lombardia

 ACQUA, ENERGIA PER LA VITA

 Insieme verso “Milano Expo 2015” riflettendo sul Pianeta Acqua. Osserva dove vivi e racconta in piena libertà e fantasia il “mondo dell’acqua” del tuo paese, del tuo quartiere e della tua città. Sarà un modo per conoscere e tutelare le risorse idriche, bene prezioso per “nutrire il pianeta” ed “energia per la vita”.    

 

OBIETTIVI

L’acqua, bene prezioso, vista e raccontata dalla scuola attraverso immagini, disegni e storia che aiutino a conoscere meglio una risorsa fondamentale per il pianeta. E’ questo il tema della ricerca-concorso che il Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca promuove per le scuole Materne, Primarie e Secondarie di Primo grado della provincia di Bergamo e della Lombardia.

Quest’anno l’idea – che nasce dalla rinnovata volontà del CONSORZIO DI BONIFICA DELLA MEDIA PIANURA BERGAMASCA di continuare a diffondere tra le scuole una riflessione ed un’azione di conoscenza del tema-acqua – si colloca nel contesto di MILANO EXPO 2015, evento mondiale che tra le sue finalità ha proprio quella di riflettere sul Pianeta Terra, sulla gestione delle sue risorse, in modo da garantire in modo equilibrato sviluppo,  benessere e energia per la vita dell’umanità tutta.

 

 

COME PARTECIPARE

  • La gara di abilità che ha l’obiettivo di sollecitare scolari e studenti ad approfondire il tema dell’acqua nell’ambito del proprio territorio, dell’ambiente in cui essi vivono, in sintonia con i temi di MILANO EXPO 2015.
  • Il tema “ACQUA, ENERGIA PER LA VITA” può essere sviluppato negli stili e nelle forme grafiche ed espressive più diverse, secondo la creatività di ognuno.
  • Si chiede di realizzare una sorta di “viaggio” all’interno del quale raccontare come l’acqua è vissuta nel contesto del proprio ambito di vita. Ossia: indagare, verificare ed approfondire il ruolo, l’importanza e la presenza dell’acqua nel proprio paese, nel proprio quartiere e nel proprio territorio.
  • E’ un invito a leggere e ad osservare “l’energia dell’acqua” nell’ambiente, raccontando di fiumi e ruscelli, rogge e torrenti, stagni e fontanelle, fonti e sorgenti e così via, illustrando con i modi creativi storie, tradizioni, aspetti e curiosità legati al mondo della “propria acqua”. Ossia, dell’acqua che si vede e si osserva ogni giorno, cogliendone aspetti, problemi e realtà.
  • Le varie storie, potranno essere presentate nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, audiocassette, dvd, siti web, cd-rom e così via. Il prodotto delle proprie osservazioni “sul posto” potrà essere presentato sottoforma di disegni, fotografie, scritti, strumenti multimediali.
  • Il tema può essere articolato in piena libertà espressiva e creativa, secondo le competenze e le conoscenze di singoli allievi, delle classi e degli istituti.

 

 

QUANDO E DOVE INVIARE I LAVORI

  • I lavori dovranno essere realizzati e spediti entro il 30 APRILE 2015 al seguente indirizzo: Okay!, c/o Casa M. E. Mazza, via F. Nullo 48, 24128 Bergamo; farà fede il timbro postale.
  • I lavori dovranno riportare in modo chiaro: classe, scuola, docente coordinatore ed indirizzo completo della sede del plesso o dell’Istituto, con numeri di telefono ed e-mail.
  • Una commissione giudicatrice, a suo insindacabile giudizio, selezionerà gli elaborati ed attribuirà i premi previsti.
  • La premiazione avrà luogo prima delle chiusura del corrente anno scolastico. Il Consorzio, in qualità di ente promotore, si riserva il diritto di utilizzare e valorizzare il materiale pervenuto nell’ambito delle più diverse  attività ed iniziative, anche editoriali.

 

 

 

UN’ONDATA DI BELLISSIMI PREMI

 

PER LE SCUOLE MATERNE

1° Premio – Videocamera

2° Premio – Lettore DVD

3° Premio – Stampante 

4° Premio – Fotocamera digitale 

5° Premio – Fotocamera digitale

 

 

PER LE SCUOLE PRIMARIE

1° Premio – Videocamera

2° Premio – Lettore DVD

3° Premio – Stampante 

4° Premio – Fotocamera digitale 

5° Premio – Fotocamera digitale

 

 

PER LE SCUOLE SECONDARIE

1° Premio – Videocamera

2° Premio – Lettore DVD

3° Premio – Stampante 

4° Premio – Fotocamera digitale 

5° Premio – Fotocamera digitale

ANMIL ED OKAY! LANCIANO “PRIMI IN SICUREZZA 12”: SCOPRI TUTTE LE NOVITA’


OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“PRIMI IN SICUREZZA 2013/2014”

Promosso da Anmil ed Okay!

La prevenzione si impara a scuola:

idee, ricerche, proposte e messaggi,

Portare gli studenti italiani ad essere… “bravi in sicurezza”, avvicinandoli alla realtà della prevenzione come strumento per risolvere il fenomeno degli incidenti e degli infortuni. E’ questa la finalità della XII edizione di PRIMI IN SICUREZZA, che torna con alcune novità. Tra i partners, non c’è più Rossini Trading Spa, che ringraziamo per la collaborazione nel corso di undici anni. La “campagna” è ora promossa a pieno titolo da ANMIL ed OKAY! Come noto, classi scolastiche e singoli ragazzi, vi potranno prendere parte producendo e realizzando, entro la data del 31 marzo 2014, lavori, ricerche ed  elaborati sul tema della sicurezza e della prevenzione degli incidenti e degli infortuni sul lavoro. L’argomento potrà essere affrontato nella sua complessità o nei suoi aspetti particolari, come pubblicato in queste pagine.

ECCO COME PARTECIPARE

I lavori di PRIMI IN SICUREZZA potranno essere eseguiti in piena libertà espressiva e creatività. Accanto alle piste suggerite, potranno esserne sviluppate altre, secondo gli interessi e le attenzioni di ogni singola classe i temi. Potranno essere realizzati: disegni, posters, album fotografici, testi; potranno essere presentati articoli pubblicati sui propri giornalini scolastici; potranno essere prodotti spot promozionali, video, cd-rom, audiocassette; potranno essere realizzati: giochi di società, test, sondaggi (ad esempio: chiedere ad un campione di cittadini se sono soddisfatti del livello di sicurezza del proprio ambiente di lavoro) e t-shirts.          

  • Tutti i lavori di PRIMI IN SICUREZZA dovranno pervenire entro il 31 MARZO 2014 alla redazione di OKAY! al seguente indirizzo: OKAY!, presso Casa M.E.Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo. La cerimonia di premiazione si svolgerà entro la fine del mese di maggio 2014. 

  1. PER CONTATTI ED INFO

  2. www.anmil.it

  3. www.okayscuola.wordpress.com/

  4. Redazione OKAY! tel. 035/314720

INCIDENTI SUL LAVORO: COME, QUANDO E PERCHÉ

Ecco alcune proposte di attività da realizzare in classe.

1 – Gli incidenti sul lavoro: come, quando e perché

  1. Perché succedono gli incidenti sul lavoro? Quali sono le cause? Quali sono i settori più colpiti? Che cosa dicono le statistiche?

  2. Proposte di attività:  grafici e tabelle sul fenomeno degli incidenti ed infortuni in Italia ed in Europa; raccolta e commento di articoli e servizi giornalistici sul tema degli incidenti; incontro con un imprenditore della propria città o del proprio paese per parlare della prevenzione e della sicurezza; visita ad una fabbrica o ad un ufficio per descriverne gli impianti, le attrezzature, le condizioni di sicurezza. 

2 – “Io, vittima di un incidente sul lavoro”

  1. Che cosa accade durante un incidente? Che tipo di conseguenze può comportare sul fisico e nella vita quotidiana? Che sentimenti e che stati d’animo provoca?  

  2. Proposta di attività:  intervista ad una persona che ha vissuto l’esperienza di un infortunio sul lavoro; incontro con un medico che illustra le conseguenze fisiche (menomazioni, difficoltà di movimento ecc.) connesse con un infortunio sul lavoro.

3 – “Mamma e papà, è capitato anche a voi?”

  1. Si parla in famiglia dei rischi negli ambienti di lavoro? I genitori confidano ai propri figli di lavorare in condizioni di disagio e di pericolo? Qualche genitore è stato vittima di incidenti sul lavoro?

  2. Proposta di attività: sondaggio tra le famiglie degli alunni per verificare se incidenti sul lavoro hanno coinvolto mamma, papà o un parente; sondaggio tra le famiglie degli alunni sui principali rischi degli ambienti di lavoro; sondaggio tra le famiglie degli alunni sulle paure e sui timori che i genitori provano in un ambiente di lavoro; sondaggio tra le famiglie degli alunni sul rispetto delle condizioni di sicurezza negli ambienti di lavoro.    

4 – Un messaggio per prevenire gli incidenti sul lavoro: scatena la tua fantasia

La sensibilizzazione è importante sul tema degli incidenti sul lavoro. Prevenire è meglio che curare, si dice. Come scuotere l’opinione pubblica sui questo problema? Come richiamare l’attenzione sulla necessità di creare migliori condizioni di sicurezza sul lavoro?

  1. Proposta di attività: crea uno slogan, inventa un poster, realizza un disegno, produci uno spot televisivo, prepara un “jingle” radiofonico, inventa una t-shirt con un messaggio che aiuti a prendere coscienza del problema degli incidenti sul lavoro o della necessità di prevenirli.      

5 – Così dice la Legge

  1. Che cosa prevedono, in materia di sicurezza, le leggi italiane? Perché è importante per le aziende e per i lavoratori? Che cosa comporta per il datore di lavoro e per il lavoratore ?  

  2. Proposta di attività: lettura e commento in classe di alcune delle principali disposizioni di Legge in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro; gioco-quiz su cosa prevedono le normative in caso di lotta antincendio, uso di dispositivi di protezione individuale, uso di strumenti video, lotta ai rumori.  

NOVITA’ / DOPPI PREMI PER VOI!

PREMI NAZIONALI

Una commissione valuterà i lavori pervenuti ed assegnerà premi e riconoscimenti suddivisi per i seguenti ordini scolastici:

  1. Scuole dell’infanzia, Scuole primarie, Scuole secondarie 1° grado, Scuole secondarie 2° grado.  

Per ogni sezione scolastica è prevista l’assegnazione di  premi di utilità didattica (videolettori, impianti audio/mp3, fotocamere digitali, stampanti e cosi via).

PREMI SU BASE TERRITORIALE

Una novità è rappresentata quest’anno dall’assegnazione, da parte delle sedi regionali o provinciali dell’ANMIL, di premi ad una scuola del proprio territorio risultata particolarmente meritevole. Dunque, una doppia opportunità per tutte le scuole che parteciperanno alla XII edizione di Primi in Sicurezza. 

Le scelte della commissione giudicatrice sono insindacabili. I lavori non si restituiscono; si invitano le classi a conservarne una copia (o fotocopia). Ogni lavoro dovrà riportare in modo chiaro: nome della scuola, indirizzo completo, località e provincia di residenza, nominativo del docente referente, numero telefonico o e-mail. Okay! ed  Anmil si riservano il diritto di promuovere iniziative ed attività (mostre, convegni, ecc.) con il materiale didattico pervenuto dalle scuole.

DALL’AUSTRALIA L’INVITO ALLE SCUOLE ITALIANE A PARTECIPARE AD UN CONCORSO PER SENSIBILIZZARE CONTRO FUMO E SIGARETTE. SCADENZA: 22 OTTOBRE ’13


 art_toppling_tobacco_logo

Art Toppling Tobacco”. Ossia, “l’arte che è in grado di far vacillare il tabacco”. E’ questo il titolo di un singolare ed originale concorso artistico, lanciato in Australia qualche anno fa, proprio per svolgere un’azione di sensibilizzazione sui rischi e sui danni dell’uso e dell’abuso del tabacco. Lo ha ideato Fay Thomson, che con grande generosità e senso della solidarietà lo ha proposto e lanciato. Pensiamo che possa interessare anche le scuole e gli studenti che seguono Okay! Infatti, una sezione della competizione artistica è espressamente riservata alle scuole ed ai ragazzi, che sono invitati ad ideare e creare disegni (in tutte le tecniche e modalità espressive) che hanno come messaggio quello di invitare a non fumare e a non entrare nella spirale e nella dipendenza del tabacco.

Il tema è didattico e riguarda gli aspetti dell’educazione alla salute. E sappiamo che la creatività non manca alle scuole che solitamente partecipano alle iniziative di Okay! Per questo rilanciamo questa interessante attività, collegandoci idealmente e concretamente con Art Toppling Tobacco. Ma il tempo stringe. I lavori devono essere inviati – caricandoli sul sito del concorso – entro entro e non oltre le ore 05:00 di martedì 22 ottobre 2013 (dato il fuso orario, vi invitiamo ad aderire la mezzanotte del giorno precedente). Per partecipare occorre compilare una scheda on line, caricando anche il proprio elaborato (che non deve superare i 2 mb, cioè deve essere leggero).

I lavori possono essere inviati anche tramite posta a: Fay Thomson, Post Box 474, Milsons Point, NSW 1565, Australia. Sul sito, che è in inglese – e dunque può essere una ragione per partecipare anche durante le lezioni di questa lingua – ci sono tutte le modalità del concorso, che mette in palio premi molto interessanti.

Il tema, come suggerisce Fay, si presta ad essere svolto dalle scuole con grande fantasia. Possono anche essere realizzate magliette, cappellini, polsiere, oggetti vari e composizioni. L’importante è attenersi al tema e dispiegare la propria creatività.

Nel motivare questa bella ed intelligente iniziativa, la signora Thomson spiega che il suo obiettivo è di “fare danni” al fenomeno dell’uso e del consumo del tabacco “in modo che i giovani diventino saggi nelle loro scelte.” Il suo è anche un “omaggio agli uomini e alle donne che sono stati attirati e truffati, nel cominciare a fumare, attraverso la potente pubblicità delle sigarette. Nel fare questo voglio dare riconoscimento e ringraziamento a tutti gli artisti, agli umili e ai grandi che partecipano – o aiuteranno a partecipare –  a  questo concorso- progetto”.

Dunque, raccogliamo questo invito che arriva dall’Australia e mettiamoci all’opera. Sul sito troverete tutte le informazioni. Ma il tempo stringe… Buon lavoro!

L’indirizzo del sito di Art Toppling Tobacco è:

http://www.arttopplingtobacco.com.au/

“VERDE LIBERA TUTTI”: SETTE GIORNI PER …LAVORARE CON LA NATURA (15-21 APRILE ’13)


immagine campagna com. stampa

Basterà un gesto, magari piccolo, ma se è vero che “l’unione fa la forza”, alla fine della settimana 15 – 21 aprile la differenza sarà comunque evidente. 

Questa è l’ambizione di Verde libera tutti, il progetto fortemente voluto da Promogiardinaggio e che finalmente si prepara a vedere la luce; sette giorni in cui gli appassionati di natura, i pollici verdi per vocazione o chiunque abbia semplicemente voglia di riqualificare un’area degradata, un’aiuola abbandonata o una terrazza dimenticata potrà rispondere alla “chiamata alle zappe” dell’Associazione impegnata nella diffusione dell’amore per il verde e la natura.

 

L’idea

Una settimana di movimentazione collettiva allo scopo di realizzare dei concreti gesti verdi per migliorare l’ambiente intorno a noi. Da Milano, dove prenderà il via, fino a raggiungere tutte le località sensibili ai problemi di degrado, alla mancanza di verde pubblico e privato, alla necessità di circondarsi di natura come espressione di maggiore armonia.

 

L’ambizione

Coinvolgere il maggior numero possibile di persone, rendere virale il messaggio positivo che vuol veicolare il progetto e trasformare l’appuntamento con la settimana del “fare verde” una consuetudine anche per gli anni a venire.

 

Il promotore

Promogiardinaggio, l’associazione nata nel 2008 e dalla sua fondazione impegnata in progetti divulgativi della cura del verde e coinvolgenti attraverso attività pratiche anche per i più giovani. L’importanza del progetto Verde libera tutti è stata riconosciuta da importanti realtà italiane come Legambiente, AIGC (Associazione Italiana Centri Giardinaggio) e Ambienteacqua che hanno deciso di condividere l’evento.

 

Il coinvolgimento

Milano ha il ruolo di “cuore verde” del progetto. Il capoluogo lombardo sarà protagonista di un momento di aggregazione generale e  aperto a tutti. L’intera cittadinanza è invitata ad aderire all’iniziativa attraverso interventi di vario genere che avranno come scenario gli spazi pubblici, privati, i giardini scolastici, le aree aziendali.

 

 

 

I supporti

Per divulgare l’iniziativa, per rendere fruibili a tutti i particolari del progetto, le modalità e possibilità di partecipazione, ma anche per fornire idee e suggerimenti, Promogiardinaggio ha attivato tutti i canali social realizzando un sito internet –  www.verdeliberatutti.org –  aprendo una pagina Facebook –  www.facebook.com/verdeliberatuttie un canale twittertwitter.com/verdelibera – dove seguire step by step tutti gli sviluppi con l’approssimarsi della settimana 15 – 21 aprile e interagire con la comunità che si andrà a formare.

Inoltre, nel corso delle giornate dedicate a fare verde, l’Associazione metterà a disposizione per alcuni interventi in città tutto il materiale necessario (attrezzi, sementi, bulbi) e l’esperienza di personale qualificato a fornire consigli e informazioni riguardo a tecniche, metodi e scelte più idonee relativamente all’area interessata.

 

E’ un progetto nel quale crediamo e al quale abbiamo dedicato molte energie” spiega Luca Pelliciari presidente di Promogiardinaggio. “Pensiamo che il modo migliore per creare e sviluppare una coscienza verde sia coinvolgere attivamente le persone, rendendole protagoniste e non solo spettatrici di azioni eco sostenibili”.

 

Quello che Promogiardinaggio si aspetta dalla settimana di verde collettivo è di gettare le basi per rendere il nostro Paese un luogo più curato, più vicino ai virtuosi e numerosi esempi degli standard europei.

 

 

IN UN LIBRO LA VITA DI LUCIO PARENZAN, PIONIERE DELLA CARDIOCHIRURGIA INFANTILE


Il libro narra l’impegno, la passione professionale, l’amore per la vita di Lucio Parenzan, uno dei più grandi pionieri  della Cardiochirurgia Pediatrica, che nell’arco dell’ultimo cinquantennio trasformò l’ospedale di Bergamo, in un affermato polo di Cardiochirurgia Pediatrica di rilievo internazionale assoluto. Non solo si celebra l’eccezionalità di questa storia, ma soprattutto si forniscono temi di riflessione a chi sarà chiamato a scriverne di nuove.

Il prof. Lucio Parenzan è scomparso il 28 gennaio 2014, presso l’Ospedale di Bergamo, all’età di 89 anni. Questo volume diventa così una sorta di testamento, oltre che una testimonianza, non solo storica,  di colui che ha davvero fatto la storia della medicina moderna.  

“Il grande insegnamento non è che una forma di amicizia tra il maestro e l’allievo” (Jules Michelet)

*

Francesco Roncalli, l’autore, è professore emerito di Etruscologia e Antichità Italiche nell’Università “Federico II” di Napoli. E’ fratello di Laura, moglie di Lucio Parenzan.

SITI DEDICATI ALLA PUBBLICAZIONE:
 

***

STORIE ED IMMAGINI SULL’ACQUA: PARTECIPATE ALLA 5a EDIZIONE DI “AMICA ACQUA”…BELLISSIMI PREMI PER VOI!


AMICA ACQUA / V EDIZIONE

La grande iniziativa-ricerca

per le scuole di Bergamo e provincia e della Lombardia

promossa dal Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca

STORIE ED IMMAGINI SULL’ACQUA

Osserva dove vivi e racconta in piena libertà e fantasia il “mondo dell’acqua” del tuo paese, del tuo quartiere e della tua città. Sarà un modo per conoscere e tutelare le risorse idriche, bene prezioso per tutti.  

 

    1. —————————————————————————-

 

 

OBIETTIVI

L’acqua, bene prezioso, vista e raccontata dalla scuola attraverso una storia che aiuti a conoscere meglio una risorsa fondamentale per tutti. E’ questo il tema della ricerca-concorso che il Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca promuove per le scuole Materne, Primarie e Secondarie di Primo grado di  Bergamo e provincia e per quelle della Lombardia.

L’iniziativa, che avviene nel contesto di quanto il Consorzio sta compiendo per la promozione, la valorizzazione delle risorse acquifere e la salvaguardia del territorio da esondazioni, si propone i seguenti obiettivi:

  • Avvicinare il mondo della scuola, e dunque le nuove generazioni, alle realtà ed agli aspetti dell’acqua, sensibilizzando sulla necessità di tutelare e salvaguardare un bene prezioso che va conosciuto ed usato in modo responsabile e corretto.

  • Offrire informazioni sul servizio e sull’azione svolti dal Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca, da oltre cinquant’anni in primo piano nella tutela e nello sviluppo delle risorse acquifere del territorio bergamasca, promuovendo una maggiore conoscenza dell’acqua, come risorsa ma anche come realtà da cui proteggersi in caso di inondazioni.

COME PARTECIPARE

  • Il tema “STORIE ED IMMAGINI SULL’ACQUA”può essere sviluppato negli stili e nelle forme grafiche ed espressive più diverse, secondo la creatività di ognuno. Viene dunque chiesto di “lavorare sull’acqua”, ossia: indagare, verificare ed approfondire il ruolo, l’importanza e la presenza dell’acqua nel proprio paese, nel proprio quartiere e nel proprio territorio.

  • Si invita a “leggere” e a documentare l’ambiente – con immagini fotografiche, disegni e videoclip -; a raccontare di fiumi e ruscelli, rogge e torrenti, stagni e fontanelle, fonti e sorgenti e così via, raccontando storie, tradizioni, aspetti e curiosità legati al mondo della “propria acqua”. Ossia, dell’acqua che si vede e si osserva ogni giorno, cogliendone aspetti, problemi e realtà.   

  • Si suggerisce – anche attraverso una uscita “sul posto” – di indagare, verificare ed approfondire il ruolo, l’importanza e la presenza dell’acqua nel proprio paese, nel proprio quartiere e nel proprio territorio.  

  • I lavori potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, audiocassette, videocassette, cd-rom e così via.  Ossia, il prodotto delle proprie osservazioni “sul posto” potrà essere presentato sottoforma di disegni, fotografie, scritti, registrazioni audio, interviste ed immagini televisive. Il tema può essere articolato in piena libertà espressiva e creativa, secondo le competenze e le conoscenze di singoli allievi, delle classi e degli istituti.

PER VOI UNA… PIOGGIA DI PREMI!

PER LE SCUOLE MATERNE  

1° Premio – Videocamera

2° Premio – Lettore DVD

3° Premio – Stampante

4° Premio – Fotocamera digitale 

5° Premio – Fotocamera digitale

Premi di rappresentanza per i segnalati (libri, pubblicazioni)

PER LE SCUOLE PRIMARIE 

1° Premio – Videocamera

2° Premio – Lettore DVD

3° Premio – Stampante

4° Premio – Fotocamera digitale 

5° Premio – Fotocamera digitale

Premi di rappresentanza per i segnalati (libri, pubblicazioni)

PER LE SCUOLE SECONDARIE

1° Premio – Videocamera

2° Premio – Lettore DVD

3° Premio – Stampante 

4° Premio – Fotocamera digitale

5° Premio – Fotocamera digitale

Premi di rappresentanza per i segnalati (libri, pubblicazioni)

 

Per informazioni:

OKAY!

Tel. 035 314720

Fax 035 2281243

www.okayscuola.wordpress.com/

QUANDO E DOVE INVIARE I LAVORI

  1. I lavori dovranno essere realizzati e spediti entro il 20 MARZO 2013 alseguente indirizzo: Okay!, c/o Casa M. E. Mazza, via F. Nullo 48, 24128 Bergamo; farà fede il timbro postale. I lavori dovranno riportare in modo chiaro: classe, scuola, docente coordinatore ed indirizzo completo della sede del plesso o dell’Istituto, con numeri di telefono ed e-mail.

  2. Una commissione giudicatrice, a suo insindacabile giudizio, selezionerà gli elaborati ed attribuirà i premi previsti. La premiazione avrà nel mese di maggio 2013. Il Consorzio, in qualità di ente promotore, si riserva il diritto di utilizzare e valorizzare il materiale pervenuto nell’ambito delle più diverse  attività ed iniziative, anche editoriali. 

CON LORAX TUTTI A RACCOLTA PER IL RICICLO: UN NUOVO GRANDE GIOCO-RICERCA PER LE SCUOLE. ECCO COME PARTECIPARE


L’ambiente è la nostra risorsa più preziosa. Una verità tanto evidente quanto spesso sottovalutata. Per salvaguardarlo una buona pratica è il riciclo. Riutilizzare ciò che scartiamo è fondamentale per preservare tutto ciò che ci circonda. E di questo ne sarebbe felice anche il Lorax, una bizzarra creatura che abita i boschi…

Sopravvivere” sulla Terra non è un gioco da ragazzi! Molto dipende dal nostro sforzo di mantenere il pianeta in ottimo stato, e questo lo possiamo fare soltanto preoccupandoci dell’ambiente. Tutto quello che ci circonda – i mari, i laghi e i boschi – è un patrimonio inestimabile che va salvaguardato con un costante impegno di tutti noi. Come? Sicuramente valorizzando ciò che scartiamo attraverso la raccolta differenziata e il riutilizzo di tutti i materiali riciclabili. Il primo passo per essere dei buoni cittadini, rispettosi dell’ambiente, parte proprio da qui. Infatti, come ben sappiamo, la natura non prevede rifiuti, come li intendiamo noi. Tutto ciò che viene scartato viene assorbito dall’ambiente e rimesso “in circolo”; questa è la prima, fondamentale, lezione che dobbiamo imparare dalla natura.

Dobbiamo dunque sforzarci di produrre oggetti e beni che siano biodegradabili, oppure se ciò non fosse possibile, contribuire al riutilizzo dei materiali come plastica, vetro e carta per creare nuovi oggetti. Ridare vita ai materiali attraverso il riciclo: un obiettivo a cui tutti dobbiamo tendere. Quindi, è importante educare all’ecosostenibilità sin da piccoli: partendo magari dalla raccolta differenziata sino ad arrivare a sensibilizzare sui pericoli del disboscamento e dello scioglimento dei ghiacci. Tutti temi che ci coinvolgono direttamente e, in particolare, chiamano in causa i nostri comportamenti. E se da soli non ci riusciamo, può darci una mano il Lorax, una creatura tanto burbera quanto affascinante, protagonista di un nuovo film di animazione in cui i temi ambientali sono al centro della storia. Il Lorax vive in un bosco e la sua dimora sono gli alberi. Ecco perché, temendo il pericolo del disboscamento, cerca di sensibilizzare grandi e piccini a un comportamento ecosostenbile.

Il tema dell’educazione alla ecosostenibilità e al riciclo, in particolare, è di primaria importanza, sia per la formazione delle nuove generazioni, sia, soprattutto, per mantenere in buona salute il nostro pianeta. Proprio per questo, sarebbe molto interessante coinvolgere gli alunni invitandoli a partecipare a bando di concorso: “Tutti a raccolta per il riciclo” attraverso la realizzazione di un elaborato (di qualsiasi tipo) che testimoni le loro esperienze con il riciclo e il riuso dei materiali.

*

ECCO
COME PARTECIPARE

PERIODO: Dal 15/09 al 31/12/2012.

DESTINATARI: Classi delle scuole materne, primarie e secondarie di primo grado.

MODALITÀ: L’iniziativa viene promossa al fine di sensibilizzare gli alunni alle tematiche ambientali e responsabilizzarli sulla salvaguardia dello stesso.

Per partecipare, sarà sufficiente che la classe invii uno o più elaborati creativi, realizzati dai propri alunni (disegno, collage, tempera, costruzione, etc.) che abbiano come tema “Il riciclo”.

Gli elaborati dovranno essere inviati in busta chiusa insieme ai dati della classe partecipante (nome della scuola, classe, sezione, nome dell’insegnante referente, indirizzo, numero di telefono ed eventualmente e-mail) e dovranno pervenire entro il 31/12/2012 a: Okay! c/o Casa M.E Mazza, Via  Nullo, 48 – 24128 Bergamo.

Entro il 31/01/2013 una giuria composta da 3 membri (un rappresentante della rivista Okay!, un rappresentante della società Universal Pictures HE e un loro consulente di comunicazione) valuterà gli elaborati. Premiazione entro il 29/03/2013.

Le tre classi vincitrici si aggiudicheranno:

1° classificata: ingresso con visita guidata per tutta la classe in una delle oltre 100 Oasi WWF in Italia

2° classificata: 30 DVD per la classe

3° classificata: 30 poster del film e 30 matite di Lorax

*

NON PERDERTI IL LORAX!

Dai creatori di Cattivissimo Me, una nuova animazione per tutta la famiglia. Lorax il Guardiano della Foresta è un vero inno al rispetto per la natura: una bizzarra creatura dall’aspetto burbero, ma simpatico a cui sta a cuore l’ambiente e che farà di tutto per combattere chi vuole distruggere il suo ecosistema. Acquista subito  il cartone più “ecologicamente corretto” dell’anno!

Collegati al link e scopri tutto sul film:

http://www.ibs.it/dvd/fat/fatlor.asp

**********************************************************************************

L’UOMO CHE PARLAVA AL DINOSAURO: ECCO I TESORI DELLA COLLEZIONE RECCHI (MARCHE)


Casa Recchi – Scheletro di dinosauro

Un insospettabile Indiana Jones nostrano, un paesino nel cuore delle Marche, una morte improvvisa, la scoperta di un tesoro archeologico e paleontologico inestimabile. Non si tratta della trama di un film ma di una storia vera. La storia della scoperta della collezione Recchi, che dal 6 ottobre diventerà accessibile al grande pubblico grazie ad una mostra allestita a Palazzo Claudi a Serrapetrona (Mc). L’esposizione, dal titolo “La conquista del cielo”, è organizzata e promossa dal Comune di Serrapetrona, dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche e dalla Sapienza Università di Roma – Dipartimento di Scienze della Terra ed è realizzata grazie alla collaborazione del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Ancona, con il patrocinio e il contributo della Regione Marche, della Provincia di Macerata, della Comunità Montana dei Monti Azzurri e della Fondazione Carima, e con il sostegno delle aziende Efi e Cava Baroni.

Questa storia comincia la mattina del 19 dicembre 2006 a Serrapetrona, paese di 1000 anime incastonato sui Monti Azzurri. Giorgio Recchi, geologo 68enne, non risponde alla porta. Strano, aveva fissato un appuntamento. L’uomo vive solo, nessuno ha le chiavi e la casa è una specie di fortezza: porta blindata e sbarre alle finestre, ci vogliono i Vigili del Fuoco per aprire. Una volta entrati, i soccorritori restano esterrefatti: Giorgio Recchi è senza vita sul letto, attorno a lui uno strabiliante museo privato, con reperti preistorici, vasi etruschi ed ellenici magnificamente dipinti, bronzetti votivi, oggetti d’ornamento piceni, reperti egizi e di epoca romana, monete in bronzo, argento e oro; e poi ancora reperti fossili: esemplari di antropodi paleozoici, invertebrati primordiali, anfibi e rettili acquatici, rettili volanti e uccelli primitivi, mammiferi antichi. Un tesoro inestimabile di 839 reperti paleontologici, 305 reperti archeologici e 1377 reperti numismatici. Ma è all’ultimo piano del villino lo spettacolo più sbalorditivo: al centro della stanza troneggia, quasi minaccioso, lo scheletro ricostruito di un dinosauro di circa 75 milioni di anni fa, lungo sui 4 metri.

Da questa scoperta eccezionale è stata avviata l’attività di recupero, studio e valorizzazione che vede coinvolti il Comune di Serrapetrona, il Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Ancona, la Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche e la Sapienza Università di Roma. La fase di analisi e catalogazione è ancora in corso, ma gli esperti hanno già riconosciuto il grande valore scientifico della collezione, destinata a diventare un riferimento per studiosi a appassionati a livello internazionale. Molto si può già dire del tesoro raccolto con perizia e oculatezza negli anni e custodito gelosamente da questo personaggio colto e schivo, che abbina in modo affascinante la vita dell’avventuriero appassionato d’arte e storia, segretamente impegnato in spedizioni in tutto il mondo, alla rassicurante tranquillità della provincia. Il collezionista ha costruito il suo eden privato secondo una logica precisa: i reperti coprono un periodo che va dalla preistoria all’età romana e, per quanto riguarda l’aspetto paleontologico, materializzano attraverso pezzi rarissimi momenti chiave del processo evolutivo.

Per rendere fruibile al grande pubblico questa straordinaria scoperta è stato avviato un percorso di musealizzazione, con una prima mostra nel 2010 incentrata sui reperti acquatici. La seconda esposizione, in programma dal 6 ottobre 2012 al 30 giugno 2013, permetterà di ammirare per la prima volta il reperto più imponente: il dinosauro o, più precisamente, un esemplare di Prosaurolophus del Cretaceo Superiore (75 milioni di anni fa) del Nord America. Accanto, una selezione di circa 70 reperti tra paleontologici, archeologici e numismatici, accumunati dal tema del volo. In particolare verranno esposti reperti fossili risalenti ad un periodo che va dai 350 ai 30 milioni di anni fa circa: insetti provenienti soprattutto dal Brasile; pterosauri (rettili volanti) da Sud America e Germania; un esemplare dei primi uccelli basali (fondamentali per la discussa teoria sull’evoluzione degli uccelli dai dinosauri) proveniente dalla Cina ed un piccolo fossile di pipistrello. Saranno in mostra, inoltre, manufatti per la gran parte di produzione magno-greca ed etrusca, anch’essi legati al tema del volo grazie a splendide decorazioni.

La mostra verrà presentata in anteprima venerdì 27 luglio (ore 21.30) al Museo Archeologico Nazionale delle Marche di Ancona da Umberto Nicosia della Sapienza Università di Roma, Nicoletta Frapiccini dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche e Adriano Marucci, sindaco di Serrapetrona.

La conquista del cielo”

Serrapetrona (Mc), Palazzo Claudi

Dal 6 ottobre 2012 al 30 giugno 2013

Orario di visita: il sabato dalle ore 16 alle 20 e la domenica dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 20; negli altri giorni su prenotazione.

Ingresso: 5 euro; riduzioni per gruppi e scuole

Info: 0733 908321 (Comune di Serrapetrona)

TANTI LIBRI NELLA VALIGIA DELLE VACANZE


AVVENTURE, SAGGI, STORIE ED ATTUALITA’

NEI NUOVI TITOLI DI EDIZIONI SAN PAOLO

***

LUPO CATTIVO

di Maria Loretta Giraldo – illustrazioni di Nicoletta Bertelle

Un albo illustrato per i più piccoli che capovolge gli stereotipi: il Lupo Cattivo non è poi così cattivo… anzi è proprio buono!

Anche i suoi amici – Biscia Velenosa, Porcello Puzzolente, Gazza Ladra e Coniglio Pauroso – non sono quello che sembrano, come potrà sperimentare Iena Ridente.

Una storia che insegna ai bambini a vedere oltre le apparenze.

Maria Loretta Giraldo, nata a Padova, vive e lavora sulla riviera del Brenta. Scrive da sempre filastrocche che compaiono in molti testi scolastici. Le sue fiabe sono state pubblicate da diversi editori italiani e stranieri.

Nicoletta Bertelle, nata a Padova, dove vive e lavora, ha frequentato l’Istituto d’arte e la Scuola dell’illustrazione del maestro Stepan Zavrel. Tiene laboratori e letture animate nelle scuole e nelle biblioteche; ha illustrato numerosi libri per editori italiani e stranieri.

LUPO CATTIVO

di Maria Loretta Giraldo – illustrazioni di Nicoletta Bertelle

Edizioni San Paolo

CDU: R4I 31

40 pagine € 14,90

***

LA BALLATA DELLA GENESI

di Roberto Piumini – illustrazioni di Roberta Angeletti

Cinque episodi della Genesi (Creazione, Eden, Adamo ed Eva,Caino e Abele, diluvio) messi in poesia da Roberto Piumini. Una rilettura personale dei brani biblici, corredata dalle illustrazioni di Roberta Angeletti, che con un linguaggio semplice riesce a toccare corde profonde. Perfetto per la lettura ad alta voce, sia in casa che in contesti educativi (scolastici e non), La ballata della Genesi è anche uno spettacolo teatrale, già portato in scena dal Teatro Carignano di Torino durante il Festival Torino Spiritualità 2011.

Roberto Piumini è nato a Edolo, in provincia di Brescia, nel 1947. tra gli autori italiani per ragazzi (e non solo) più famosi al mondo, nella sua carriera ha scritto poesie, ballate, racconti e romanzi.

Roberta Angeletti, nata a Civitavecchia nel 1964, diplomata in pittura, ha dedicato diversi anni all’insegnamento in scuole elementari e medie. Ora si dedica a tempo pieno all’illustrazione, collabora con numerose case editrici italiane.

LA BALLATA DELLA GENESI

di Roberto Piumini – illustrazioni di Roberta Angeletti

Edizioni San Paolo

CDU: R4I 29

36 pagine € 14,00

***

CONTROPIEDE

La vittoria è impossibile solo

Per chi non crede nei propri sogni

di Marco Pozza

Nel cuore di Roma un ex meccanico, appassionato di atletica, riesce in una sfida che ha dell’inverosimile: aprire le porte dell’annuale Maratona di New York a un gruppo di giovani writers ai margini della società.

Un’avventura esaltante, ritmata dalla fatica dell’allenamento e dalla creatività dell’impegno di pensarsi oltre la disfatta. Perché le sfide amano la cenere delle sconfitte.

Contropiede non è soltanto una bella storia, ma è soprattutto un invito giovane a credere nello sport come palestra per diventare uomini felici.” – Alex Schwazer, oro olimpico nella 50 km di marcia a Pechino 2008 –

Marco Pozza (Calvene, 1979) ama definirsi un sacerdote creativo. Cappellano del Carcere Due Palazzi di Padova e docente di Teologia Fondamentale, ha raccolto la sfida di abitare i luoghi giovani per risvegliare la bellezza di un cristianesimo dell’innamoramento. Appassionato di sport (2h 48’ in maratona), ha ideato e cura il sito www.sullastradadiemmaus.it

CONTROPIEDE

La vittoria è impossibile solo

Per chi non crede nei propri sogni

di Marco Pozza

Edizioni San Paolo

146 pagine € 13,00

***

L’AVE MARIA

spiegata da Ermes Ronchi

illustrazioni di Tommaso D’Incalci

La preghiera più amata dalle famiglie e dai bambini. Un albo illustrato con immagini delicate ed evocative per spiegare, verso per verso, la preghiera dell’Ave Maria. E’ una preghiera nata da Dio e dall’uomo e composta di parole discese dal cielo e da parole salite dalla terra.

Un primo approccio alla preghiera attraverso le parole di un grande maestro spirituale, Ermes Ronchi. Un libro per grandi e piccini.

Ermes Ronchi, dei frati Servi di Santa Maria, friulano di Racchiuso di Attimis (Udine), e nato nel 1947. Ha studiato teologia a Roma (Marianum) e scienze religiose e antropologia a Parigi (Institut Catholique e Sorbona), docente al Marianum; collaboratore di “Avvenire”, ha pubblicato varie opere.

L’AVE MARIA

spiegata da Ermes Ronchi

illustrazioni di Tommaso D’Incalci

Edizioni San Paolo

CDU: R4I 30

36 pagine € 14,00

***

COME FUOCO E VENTO

Percorsi per adolescenti appassionati

di Carlo Mazza e Fausto Negri

Questo volume è stato pensato dagli autori come un percorso educativo per adolescenti. A partire da alcune figura chiave della Bibbia, il testo si focalizza sullo Spirito Santo e sulla Parola che entra nella vita di ognuno. Mosè, Davide, Elia, Isaia, Geremia ed Ezechiele sono lo spunto per una riflessione da compiere insieme, ragazzi e adulti.

Lo spirito è la scintilla che incendia la vita. Ma non c’è scintilla se non c’è aria!

Lo spirito Santo è… come il fuoco come il vento.

Mons. Carlo Mazza è vescovo della diocesi di Fidenza. Nato ad Entratico (Bergamo) nel 1942, è stato ordinato sacerdote nel 1968. Ha perfezionato i suoi studi presso l’Università Cattolica di Milano, la Bocconi e la Pontificia università lateranense, dove ha acquisito il dottorato in teologia. Dal 1988 è direttore dell’Ufficio nazionale della CEI per la pastorale del tempo libero, turismo e sporte ed è stato cappellano della squadra italiana fin dalle Olimpiadi di Seul (1988).

Fausto Negri, sposato con un figlio, già docente di religione cattolica nella scuola secondaria superiore, è un laico impegnato nell’ambito della pastorale giovanile e familiare. Collabora a varie riviste di carattere catechistico e pastorale ed è autore di sussidi educativi per adolescenti e giovani e di collane di preghiera.

COME FUOCO E VENTO

Percorsi per adolescenti appassionati

di Carlo Mazza e Fausto Negri

Edizioni San Paolo

CDU: R4P 28

126 pagine € 13,00

***

REALITY MAMMA

Come rendere preziosi 3 mesi di fuoco

di Barbara Tamborini

Cos’è Reality mamma? Lo dice già il nome, è un reality! Un reality su carta di una famiglia rumorosa! Barbara Tamborini racconta con ironia l’estate di una mamma (lei medesima!) tra valigie, vacanze, merende, nonni, cinema e tanta tanta confusione ed allegria; perché mamme si diventa e, alla trasformazione biologica, segue un lungo processo di cambiamento che richiede alla donna di apprendere nuove competenze e di ridefinire la propria identità.

Questo divertente diario di vita famigliare vuol far sorridere le mamme e farle sentire meno sole nel loro compito, aiutandole anche ad affinare il proprio stile educativo e magari elaborare qualche idea in più per dare

nuovo slanci alla propria maternità e alla vita famigliare.

Barbara Tamborini ha vinto il Premio Giovanni Arpino inediti 2010 con Aiuto! Mi sono perso a Londra (Edizioni San Paolo 2011) e il premio Onda d’Arte di Ceriale 2011.

REALITY MAMMA

Come rendere preziosi 3 mesi di fuoco

di Barbara Tamborini

Edizioni San Paolo

CDU: 19F 114

272 pagine € 14,00

***

CUCCIOLI E ANIMALI CON MAMME E PAPA’

di Lorena Lombroso e Simona Pareschi

Gli animali che vivono vicino a noi possono essere amici fedeli e compagni di giochi, ci aiutano a capire la natura e sono importanti per consolidare nei bimbi il senso della responsabilità e della sicurezza. E anche sugli adulti agiscono come preziosi antistress, invitano al movimento fisico, al gioco, a dire no alla vita sedentaria; riattivano l’amore per la vita e sono quindi indispensabili per chi ha disabilità psicofisiche e per gli anziani. In famiglia la presenza di cani, gatti o altri animali contribuisce a trovare e a conservare allegria e voglia di vivere, a patto di creare le opportune condizioni in cui possano avere spazio, divertimento, sicurezza.

Questo manuale aiuta a capire come scegliere gli amici animali. Come avvicinare i bambini a questa esperienza e come trovare le soluzioni per convivere in allegria.

Il volume è completato da schede dei più comuni “pet” adatti alla vita con i bimbi e da un elenco di mete per viaggi e visite al mondo della natura e degli animali.

Lorena Lombroso e Simona Pareschi sono autrici di numerosi libri, manuali e riviste. Hanno esperienze dirette di vita con gli animali domestici in famiglia e una grande passione per la natura in tutte le sue forme.

CUCCIOLI E ANIMALI CON MAMME E PAPA’

di Lorena Lombroso e Simona Pareschi

Edizioni San Paolo

CDU: 19F 119

128 pagine € 16,00

***

FACEBOOK, INTERNET E I DIGITAL MEDIA

Una guida per genitori ed educatori

di Paolo Padrini

Facebook è ormai una realtà nella vita di ciascuno di noi. Questa affermazione è particolarmente vera per le giovani generazioni, i nativi digitali. Ma come devono comportarsi i genitori di fronte a un mondo che a volte non comprendono appieno? Questo volume si propone come un aiuto concreto che risponde alle domande più frequenti delle mamme e dei papà; Mio figlio trascorre troppo tempo su Internet? Come gestire un profilo Facebook? Devo “chiedere l’amicizia” a mio figlio? Come funzionano gli altri social network? Con un linguaggio chiaro e concreto, Padrini conduce il lettore per mano nella selva oscura della rete fino a  riveder le stelle.

Paolo Padrini (Novi Ligure, 1973) è diventato famoso per aver lanciato iBreviary, l’applicazione che porta la preghiera cattolica del Breviario, per la prima volta al mondo e in cinque lingue, su iPhone e iPad. Nel 2009 viene chiamato presso il Pontificio Consiglio delle Comunicazioni sociali per coordinare il progetto vaticano Pope2You.net.

FACEBOOK, INTERNET E I DIGITAL MEDIA

Una guida per genitori ed educatori

di Paolo Padrini

Edizioni San Paolo

CDU: 19F 121

96 pagine € 10,00

***

C’ERA UNA VOLTA UN ALBERO DI GELSO

di Anne Braff  Brodzinsky

Mamma uccello ha un uccellino da accudire e si rende conto che da sola non può farcela. Allora decide di dare in adozione il suo piccolo. “Mamma Uccello guardò Gufo. Non le piaceva quello che aveva appenda detto. Non voleva dire addio al suo piccolo. Tuttavia, lo ascoltò con calma quando lui cominciò a raccontare una storia.

Sin dall’inizio del mondo, disse Gufo, è successo tante volte che una mamma avesse un piccolo che amava, ma per quanto si sforzasse non riusciva a dargli ciò di cui egli aveva bisogno. Quando questo accadeva, qualche volta la mamma cercava qualcuno che l’aiutasse a trovare un’altra famiglia che amasse il suo piccolo e si prendesse cura di lui”.

Anne Braff  Brodzinsky esercita la professione di psicologa a South Orange, nel New Jersey (USA). E’ madre adottiva, ha partecipato al gruppo di ricerca della Rutgers University e allo studio da esso prodotto, su ciò che i bambini pensano e comprendono dell’adozione.

C’ERA UNA VOLTA UN ALBERO DI GELSO

di Anne Braff  Brodzinsky

traduzione di Giulia Guasco ill. di Angela Marchetti

Edizioni San Paolo

CDU: R3P 15

32 pagine € 12,00

***

STORIE PER EDUCARE BAMBINI FELICI

di Begoña Ibarrola

illustrazioni di Jesús Gabán

Ai genitori e agli adulti in genere spetta il compito di promuovere nei bambini una crescita sana, felice ed equilibrata. Questo libro si propone di aiutare i genitori nel loro compito tramite la narrazione. Ciascuno dei 10 capitoli – dedicato ognuno ad un tema specifico – in cui è suddiviso il volume comprende una breve parte introduttiva, seguita da due racconti (con protagonisti gli animali del bosco) esemplificativi del problema o della situazione che si vuole affrontare  e una scheda finale contenente indicazioni e suggerimenti pratici per i genitori.

Begoña Ibarrola, laureata in Psicologia all’Università Complutense di Madrid nel 1977, all’indomani della laurea si dedica, come educatrice e terapeuta infantile, ai bimbi e agli adolescenti con problemi comportamentali e di ritardo mentale.

Jesús Gabán è nato nel 1957 nei pressi di Madrid. Nel 1981 ha iniziato al sua attività come illustratore per l’infanzia, grazie alla quale ha vinto numerosi premi. I suoi interessi spaziano dal teatro alla fotografia.

STORIE PER EDUCARE BAMBINI FELICI

di Begoña Ibarrola

illustrazioni di Jesús Gabán

Edizioni San Paolo

CDU: R2R 32

176 pagine € 20,00

***

CINQUE SENSI + 1

di Maria Gianola

Racconti brevi con poco testo e tante illustrazioni colorate. Piccole storie che hanno accompagnato per  un anno intero i lettori di G Baby, il mensile San Paolo per i più piccoli e che ora sono raccolte in un unico volumetto. Lo scopo di questi racconti è aiutare i bambini ad aumentare la fiducia in se stessi, prendere consapevolezza del mondo che li circonda e stimolare la loro curiosità e anche per aiutarli a capire che in noi c’è un sesto senso, molto importante: il cuore.

Maria Gianola vive e lavora a Venezia, città dove è nata. Collabora, come autrice e illustratrice, con numerose case editrici e riviste, fra cui “Popotus” (“Avvenire”) e “GBaby”; per quest’ultima ha inventato i personaggi di Nero e Matilde e il gatto Bombo.

CINQUE SENSI + 1

di Maria Pianola

Edizioni San Paolo

CDU: R2R 113

13,50

***

IO PARLO E TU ASCOLTI

Le preghiere dei bambini e la Parola di Dio

di Lodovica Cima e Elio Sala

illustrazioni di Marta Carraio

Io parlo e Tu ascolti vuole aiutare i piccoli lettori – con parole e immagini – ad apprendere come pregare e far capire loro un concetto molto importante; che il Signore parla a noi tutti ogni giorno attraverso le persone e la Scrittura.

Il testo è composto da una serie di preghiere informali – con testi semplici e diretti, come se a parlare fosseroi bambini – e in parallelo la “risposta” dalle Scritture.

Lodovica Cima vive e lavora a Milano, dove si è laureata in Letteratura italiana comparata alla Letteratura inglese, dopo essersi diplomata come maestra elementare.

Don Elio Sala, nato a Canonica Lambro di Triuggio (Milano) nel 1951, si è licenziato in Teologia fondamentale all’Università Gregoriana di Roma. Attualmente lavora presso Edizioni San Paolo, dove ha rivestito diversi incarichi.

Marta Carraro pendola in treno tra Abbiategrasso, dove vive, e Milano, dove lavora come grafica.

IO PARLO E TU ASCOLTI

Le preghiere dei bambini e la Parola di Dio

di Lodovica Cima e Elio Sala

illustrazioni di Marta Carraro

Edizioni San Paolo

CDU: R4B 104

48 pagine € 12,00