L’APOCALISSE NEI COLORI: FINO A DOMENICA LA MOSTRA DI ROBERTO ALBORGHETTI NEL BATTISTERO ROMANICO DI LENNO (LAGO DI COMO)


Photo by Roberto Alborghetti - Lenno, Lake Como, 2015 (13) (480x640)

Foto: Roberto Alborghetti – Lenno, Lago di Como, 2015

Guest Writer: STEFANO ALBERTI

“Colori di un’Apocalisse 2015”: è la mostra di Roberto Alborghetti, incentrata sulle sue particolarissime  “laceR/Azioni”, in programma da domani 3 luglio, e fino al 5 Luglio 2015, presso l’antico Battistero romanico di San Giovanni Battista a Lenno, ora Comune della Tremezzina, sul Lago di Como.  C’è viva attesa per l’iniziativa. Basta del resto navigare sul  Blog Roberto Alborghetti (oltre 200.000 visite) dove le pagine dedicate all’evento sono cliccatissime in tutto il mondo. In questa esposizione   Alborghetti presenta 25 opere che rappresentano il senso della sua ricerca artistica, basata sull’osservazione e sulla riproduzione di quella che è una delle tante “apocalissi” (comunicative, e non solo) dei nostri tempi, ossia la decomposizione dei manifesti pubblicitari e dei “segni” (crepe naturali, graffi e screpolature) sui muri e lungo le strade di metropoli ed ambienti urbani. La mostra è accompagnata dada un suggestivo cortometraggio di circa 13 minuti e da un catalogo, consultabile gratis anche su ISSUU:

Roberto Alborghetti, con l’esposizione al Battistero di San Giovanni Battista in Lenno, entra con il suo sguardo nella grande babele di colori e parole decomposti, lacerati e degradati (dal tempo, dall’ambiente e dall’uomo) per coglierne l’energia cromatica, ridando vita e ragione a ciò che è considerato, a tutti gli effetti, un rifiuto od un elemento disturbante (per l’occhio e per il panorama urbano). Lo storico e affascinante tempietto romanico, con il suo impagabile scenario che evoca i passaggi del tempo, si offre come spazio ideale per esaltare il contrastante linguaggio dei colori e delle forme delle composizioni di Roberto Alborghetti, accompagnate e guidate da una serie di “passi” tratti dall’Apocalisse di San Giovanni, che il giornalista-artista rilegge nella tumultuosità delle narrazioni cromatiche.  SEGNALATO DA OKAY! Infatti, dai ventidue capitoli del Libro scritto dall’apostolo ed evangelista mentre era sull’isola greca di Patmos, Alborghetti ha tratto frasi e descrizioni che offrono delle suggestioni visive sugli scenari narrati nell’Apocalisse. E così la realtà del mondo che ci circonda – i “quadri” di Alborghetti non sono dipinti, ma realistiche riproduzioni fotografiche su tela pittorica – è proposta e offerta in immagini astratte, che i vigorosi e apocalittici passi di Giovanni rafforzano nel loro valore espressivo. Immagini che, trasferite nel cortometraggio, hanno anche una interpretazione sonora che rende questo progetto particolarmente innovativo, anche sul piano tecnologico.

Oltre alle tele, Roberto Alborghetti presenta un “collage” –  creato con centinaia di pezzi di carta decomposta dei manifesti pubblicitari lacerati – e tre  singolari sciarpe di pura seta realizzate in edizione limitata in collaborazione con il noto textile designer di Como, Bruno Boggia, che ha lavorato con i più celebri stilisti di moda internazionali.

Aperture mostra: venerdi 5 Luglio 2015, ore 16-22. Nelle giornate di sabato 4 e domenica 5 luglio: 10-12, 14,30 – 22,00. Il Battistero di San Giovanni si trova sulla piazza della chiesa parrocchiale di Lenno, a pochi metri dal lungolago.

IMMAGINI DI CIO’ CHE CI CIRCONDA… 

 “LaceR/Azioni” è un progetto di Roberto Alborghetti, giornalista professionista, autore di saggi e biografie, fotografo. Da anni ha l’hobby di “catturare”, in giro per il mondo, particolari e dettagli dell’apparente caos della carta lacerata delle affissioni. Ha finora raccolto oltre 70.000 immagini che giocano a contaminarsi con stili, forme ed espressioni diversi. Impressionati dall’obiettivo digitale, poi trasferite su tela o su tessuti, riprodotte su litografia o scansionate in un videoclip, i particolari della decomposizione dei manifesti pubblicitari, dei materiali urbani e industriali, degli ambienti e degli arredi metropolitani, sembrano riprendere nuova vita e ragione di essere, in una sovrapposizione di messaggi e di colori.

Così afferma l’autore Roberto Alborghetti : “Ci riesce difficile pensare che dietro poster, crepe e graffi sbiaditi, decomposti e degradati, ci possa essere ancora “qualcosa” da vedere o scoprire. Eppure, queste immagini continuano ad essere uno specchio della città che comunica, della città che parla. Sono le tracce ed i reperti post-comunicanti di un prodotto, di un evento, di uno spettacolo, di una idea, di una realtà temporale in cui è riconoscibile il volto dell’altra città, quella strappata e lacerata, la città “scartata”, che si auto-modifica nei passaggi del tempo (anche meteorologico), che si auto-rigenera e si auto-riproduce in elementi visivi nuovi, spesso contrastanti, dissonanti, disarmonici, ma sempre sorprendentemente vitali”.

COLORI DI UN'APOCALISSE - COLORS OF AN APOCALYPSE SHOW, 2015

POESIE E DISEGNI PER RACCONTARE I NONNI DEL MONDO: ECCO LA 16a EDIZIONE DI “UN FIORE PER VOI”


FIORE LOGO FESTANONNI

  • OKAY! in collaborazione con il COMUNE DI CESENATICO e L’UFFICIO TURISMO propone la XVI edizione di “Un fiore per voi, Nonni” iniziativa rivolta alle scuole primarie e secondarie (primo grado) di tutta Italia.
  • L’iniziativa è promossa in occasione della FESTA DEI NONNI. La sua finalità è quella di aprire un dialogo, con la poesia e il disegno, tra le persone anziane e le nuove generazioni. Si invitano ragazzi e ragazze a parlare dei propri nonni immaginando – come gesto di attenzione – di offrire loro il dono di un fiore, simbolo universale di amore, amicizia, simpatia, rispetto e stima.
  • Le poesie, composte secondo stili ed espressioni diverse, dovranno pervenire, ognuna in 3 copie, ad OKAY! entro il 15 giugno 2015. Ogni poesia dovrà riportare nome, cognome, indirizzo, numero telefonico dell’autore e/o della scuola di appartenenza e dell’insegnante referente. Va indicato anche l’indirizzo e-mail della scuola (o dell’insegnante).
  • I disegni vanno invece inviati in una unica copia, quella originale, sempre con indicate le generalità dell’autore e della scuola, come sopra specificato.
  • Poesie e disegni (non vanno spedite via fax) vanno inviati al seguente indirizzo: OKAY! c/o presso Casa M. E. Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo. Per informazioni: 035/314.720;www.okayscuola.wordpress.com
  • Una giuria selezionerà i premiati; le decisioni delle giuria sono insindacabili. I premiati saranno ospiti (gratuitamente) insieme ai loro docenti coordinatori e parteciperanno alla festa finale.
  • I vincitori saranno avvertiti a mezzo posta elettronica. Poesie e disegni premiati avranno l’onore di essere pubblicate sul sito di OKAY!

 

OKAY!

c/o presso Casa M. E. Mazza

Via Nullo 48, 24128 Bergamo

http://www.okayscuola.wordpress.com/

 

 *

 ATTENZIONE!

ATTENZIONE!UN PREMIO SPECIALE SARA’ ASSEGNATO ALL’AUTORE DELLA PIU’ BELLA POESIA DEDICATA A CESENATICO, LOCALITA’ SEDE DELLA CERIMONIA FINALE. LE POESIE SU CESENATICO VANNO SPEDITE SEMPRE ALL’INDIRIZZO DI OKAY!

SOSTIENI IL PROGETTO "DIALOGO TRA LE GENERAZIONI - MEMORIA PER IL FUTURO"

CARTOLINE “SULLA” SVIZZERA ITALIANA / SFOGLIA L’ALBUM E PARTECIPA ALLA GRANDE INIZIATIVA


*

LEGGI IL REGOLAMENTO CLICCANDO QUESTO LINK:

https://okayscuola.wordpress.com/cartoline-dalla-svizzera-italiana/

 

LE BELLISSIME BORRACCE IN DONO PER LE PRIME 5 CLASSI CHE INVIERANNO AD OKAY! LE PROPRIE "CARTOLINE" CARTOLINE

LE BELLISSIME BORRACCE IN DONO PER LE PRIME 5 CLASSI CHE INVIERANNO AD OKAY! LE PROPRIE “CARTOLINE” CARTOLINE

CESENATICO: SONO TORNATE LE “TENDE AL MARE”. QUEST’ANNO RACCONTANO CHE IL “MARE E’ IL CIELO DEI PESCI”


Le tende al mare sono tornate anche quest’anno a colorare la spiaggia di Cesenatico grazie ai Pesci di Gek Tessaro, protagonista della XVII edizione della originalissima rassegna d’arte contemporanea che si svolge sulla spiaggia libera della città romagnola sino al 7 settembre. Autore poliedrico, Gek Tessaro si muove tra letteratura per l’infanzia (ma non solo), illustrazione e spettacolo, grazie alle sue performance di “Teatro disegnato”. Il mare e le creature che lo abitano, così come le suggestioni acquatiche in generale, tornano in modo ricorrente nel suo lavoro, e dunque compongono un ricco, multiforme coloratissimo campionario di temi e creature, compresa una grande balena – animale che Gek ama particolarmente perché mansueto nonostante le sue dimensioni e la sua forza – che occuperà insieme ad altri pesci l’estensione di ben 6 tende…

 

SEGNALATO DA OKAY!

SEGNALATO DA OKAY!

Con la serie marina ispirata da Gek Tessaro, dal titolo “Il mare è il cielo dei pesci”, le Tende al Mare giungono alla loro diciassettesima edizione. Iniziato nel 1998 su iniziativa congiunta del Comune di Cesenatico e dell’Istituto regionale per i beni culturali in occasione della grande mostra dedicata a Franca Rame e a Dario Fo, il ciclo artistico rappresenta la storia e il miglior presente dell’offerta culturale e turistica di Cesenatico. Una iniziativa di indubbia originalità, capace di far dialogare l’arte con il grande pubblico, quello più “svagato” che trascorre la vacanza sulla spiaggia. Una autentica scommessa ma, forse proprio per questo, più intrigante di molte altre iniziative.

 Vi è tuttavia un altro aspetto. Sin dall’origine le Tende al Mare sono anche un’occasione di solidarietà, che quest’anno acquista una valenza maggiore grazie al fatto che le tele sono state realizzate proprio grazie all’impegno diretto di tre realtà che da sempre lavorano nell’ambito del sociale: la Fondazione Nuova Famiglia di Cesenatico, il centro diurno “Don Oreste Benzi” di San Tomaso di Cesena, l’Associazione Michelangelo di Cesena. Gli ospiti di questi luoghi guidati dai loro operatori – che hanno dimostrato anche in questo caso grande capacità ed esperienza sia sul versante artistico che su quello umano e personale – hanno realizzato a partire dai bozzetti di Tessaro opere di grande qualità, pienamente “riconosciute” dall’artista che le ha “firmate” congiuntamente agli stessi autori. L’entusiasmo dei ragazzi impegnati nel progetto ha raggiunto l’apice allorché, nei primi giorni di maggio, Tessaro ha tenuto con loro un work-shop di due giorni.

Come per le passate edizioni, anche le “tende” prodotte per l’odierna rassegna saranno vendute all’asta nei prossimi mesi e il ricavato utilizzato per finalità di beneficenza, in primo luogo a favore dei centri che hanno realizzato le tende.  Le Tende al Mare sono organizzate dal Servizio Beni Culturali del Comune di Cesenatico con la collaborazione preziosa e indispensabile della Cooperativa Stabilimenti Balneari Cesenatico: sono i bagnini, infatti, a garantire l’alzata quotidiana delle tende e la loro sorveglianza. Partner abituali sono l’Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, e la Consulta del Volontariato di Cesenatico.

 

 Gek Tessaro

 GEK_Tessaro_lrAutore poliedrico, Gek Tessaro si muove tra letteratura per l’infanzia (ma non solo), illustrazione e teatro. Dal suo interesse per “il disegnare parlato, il disegno che racconta” nasce “il teatro disegnato”. Sfruttando le impensabili doti della lavagna luminosa, con una tecnica originalissima, dà vita a narrazioni tratte dai suoi testi. La sua capacità di osservazione e di sintesi si riversa in performance teatrali coinvolgenti ed efficaci. Ha collaborato con diverse case editrici e i suoi libri hanno ottenuto importanti riconoscimenti, come “i migliori 250 libri del mondo” della Internationale Jugendbibliothek di Monaco di Baviera, il Premio Andersen (nel 2010 e 2012), il premio “Nati per leggere”. Presenta regolarmente spettacoli in teatri, scuole e biblioteche in tutta Italia. Ha partecipato a numerosi festival e manifestazioni culturali, e ha collaborato con il l’Arena di Verona illustrando dal vivo, con la lavagna luminosa, “Pierino e il lupo”, “Il carnevale degli animali”, “Le quattro stagioni”, “Romeo e Giulietta”, “La bisbetica domata”. Ha partecipato a un progetto di collaborazione tra il Conservatorio “G. Verdi” di Milano il Conservatorio Rimskij-Korsakov di San Pietroburgo disegnando dal vivo le scenografie per l’opera La Bella dormente nel bosco di Ottorino Respighi. Collabora con il Teatro dell’Archivolto di Genova e con il CTA di Gorizia.

 

IMMAGINI DA SPOTORNO E NOLI: DALL’ATELIER DELL’ARTISTA RAVASIO AL BORGO DELL’ANTICA REPUBBLICA MARINARA


 

E’ sempre piacevole e bello tornare a Spotorno e a Noli, sulle coste liguri, in quello che è definito “Il Golfo dell’Isola”, per via della presenza dell’isola di Bergeggi, area marina protetta. Qui arte, storia, cultura, turismo e tradizioni si intersecano in un flusso costante, scandito dai suggestivi centri storici, dove le auto non riescono e né possono entrare. Terra di vacanza e di relax. Terra che un tempo vide il predominio di una delle antiche Repubbliche Marinare, quella di Noli, dove ancora oggi i segni della storia si raccontano attraverso la struttura architettonica dell’antico borgo.

SEGNALATO DA OKAY!

SEGNALATO DA OKAY!

A Spotorno c’è anche l’atelier di un artista pittore, Cesare Ravasio, bergamasco trapiantato in Liguria, reduce dal successo della sua mostra a Sotto il Monte, dedicata a Papa Giovanni XXIII. Dunque, tappa obbligata nel suo studio, per uno scambio di doni, come quello avvenuto con Roberto Alborghetti, che ha donato all’amico Cesare una copia del suo volume “Francesco”, la prima grande biografia storica illustrata su Papa Bergoglio, edita da Velar-Elledici, già ristampata. E Cesare ha omaggiato Roberto di un artistico portagioie, creato in soli 20 esemplari in occasione appunto della mostra di Sotto il Monte. Tutto questo sullo sfondo di Spotorno e del suo bel paesaggio, con il centro storico del Monte, il Castello Vescovile, le sue antiche chiese e gli  alberghi storici, dove soggiornarono uomini illustri, come il romanziere inglese D.H.Lawrence, che amava ammirare i colori del mare del Golfo, rimanendone incantato.

TORNA “BLOGVILLE”: 30 BLOGGERS-VIAGGIATORI INVIATI SPECIALI IN EMILIA ROMAGNA E LOMBARDIA


PresentazioneBlogVille

L’edizione 2014 di BlogVille, il progetto digitale di promozione turistica via web 2.0 avviato due anni fa da APT Servizi Emilia Romagna in collaborazione con il network www.iAmbassador.net, allarga i suoi confini territoriali e punta alla “Grande Bellezza” italiana rappresentata dai siti Unesco.

A partire da quest’anno, in ottica Expo 2015, l’Emilia Romagna coinvolgerà in BlogVille la confinante Lombardia: tra le due regioni è stato recentemente siglato un protocollo d’intesa per la promozione turistica, nel segno del rispettivo appeal che si esprime a partire proprio dai numerosi siti Patrimonio dell’Umanità. Le province di Bologna, Ravenna, Modena e Ferrara da una parte, come Milano, Mantova e Cremona dall’altra, costituiscono quello che è stato battezzato il “Quadrilatero Unesco”, ed è proprio lungo questo perimetro interregionale che corre la promozione sinergica alla base di BlogVille 2014.

Non solo, i trenta bloggers coinvolti quest’anno nel progetto, provenienti da EuropaNord e Sud America ed Estremo Oriente (selezionati tra centinaia di candidature pervenute da tutto il mondo in base alla loro influenza in rete), avranno come base, per dieci settimane complessive tra maggio-giugno e settembre-ottobre,oltre al consueto appartamento a Bologna, ancheun appartamento nel centro di Milano.Un modo per farli sentire a casa e per far scoprire loro il territorio il più spontanemente possibile, come recita il motto di BlogVille: “Eat, Feel and Live like a local in Italy”.

La loro permanenza sul territorio nazionale li porterà alla scoperta delle eccellenze regionali complici dell’appeal riconosciuto in tutto il mondo al Made in Italy e all’Italian Style: dal Parmigiano Reggiano al Grano Padano, dal Prosciutto di Parma all’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e Reggio Emilia, dal Franciacorta alla Motorvalley, passando per i distretti della moda, fino alle bellezze paesaggistiche dell’Appennino emiliano-romagnolo, del Delta del Po e dei Laghi Lombardi.

«Quella di BlogVille 2014 -dichiara Maurizio Melucci, Assessore Regionale al Turismo- è una sinergia mirata a valorizzare i due territori sui mercati internazionali. Il web rappresenta oggi, nello scenario globale 2.0, uno strumento imprescindibile, che richiede però lo sviluppo di nuove modalità di promozione e l’integrazione di nuovi linguaggi di comunicazione. Rivolgersi al turista straniero con un approccio efficace ci impone di abbandonare i regionalismi e ragionare secondo un’ottica allargata e di collaborazione tra i territori e le loro eccellenze». 

«Quest’iniziativa -sottolinea Mauro Parolini, Assessore Regionale a Commercio, Turismo e Terziario della Lombardia- evidenzia il valore della promozione sovraregionale ai fini di un’attrattività sempre maggiore del nostro territorio, della nostra cultura e del nostro cibo, anche in vista di Expo 2015. Per vincere la sfida a livello internazionale abbiamo bisogno di adottare nuove strategie e la collaborazione tra Regioni è certamente una di quelle che già inizia a dare dei buoni risultati. Così come siamo certi ne possa dare l’utilizzo della rete, la vera finestra sul mondo, e il lavoro dei 30 bloggers selezionati».

Anche le potenzialità turistiche di incoming dai Paesi di provenienza hanno giocato un ruolo importante nella selezione dei blogger ospiti. Tra i partecipanti a i BlogVille 2014 ci sono Jiajia Zhu (Cina) con oltre 900 mila follwers su Weibo, il più popolare social network per il Paese di riferimento (www.blog.sina.com.cn/janne1125);Julia Davydova (Russia) blogger per la sezione viaggi del blog www.bigpicture.ru che conta oltre 80.000 visite giornaliere;Angelika Schwaff (Germania) di www.ichweisswo.blogspot.de e responsabile del Reiseblogger Kollektiv di cui fanno parte i più seguiti travel bloggers tedeschi; otto bloggers in arrivo da Inghilterra e Nord America del network partner www.iAmbassador.net che raggiunge oltre 5 milioni di utenti online. Per le sue caratteristiche di creatività ed innovazione senza precedenti BlogVille si è di recente aggiudicato il primo premio al SoMet Social Media Tourism Symposium(Finlandia) il più autorevole appuntamento internazionale per l’utilizzo dei social media come strumento di promozione e marketing nel comparto turismo. Il progetto, nei primi due anni di svolgimento, ha già portato in Emilia Romagna 120 bloggers internazionali che, grazie alla pubblicazione on line di oltre 600 articoli ed 8mila immagini, hanno prodotto oltre 10 milioni di contatti via social networks (solo su Twitter sono state 320 milioni le impressions generate). Alcuni dei travel bloggers coinvolti sono stati, in seguito alla propria esperienza sul territorio, anche autori di The Art Cities of Emilia Romagna, eBook per viaggiatori 2.0, in lingua inglese e sfogliabile anche da tutti i dispositivi mobili, che in poche settimane dalla sua messa on line ha ottenuto oltre 10mila visualizzazioni.

***

BlogVille alla scoperta del patrimonio UNESCO tra Emilia Romagna e Lombardia

Durante le dieci settimane totali di permanenza tra Emilia Romagna e Lombardia il percorso dei bloggers tra arte e storia si snoderà attraverso le seguenti tappe:

Bologna, Città Creativa della Musica; Ferrara con il suo centro storico rinascimentale e le Delizie Estensi nell’area del Delta del Po; Modena con la Cattedrale, la Torre Civica e Piazza Grande; Ravenna con gli otto Monumenti che ospitano i mosaici Paleocristiani; Parma, il cui Battistero è segnalato dall’Unesco tra i siti di maggiore valore astronomico a livello mondiale; Milano e Il Cenacolo di Leonardo da Vinci in Santa Maria delle Grazie; Mantova con le eccezionali testimonianze dell’architettura e dell’urbanistica del Rinascimento – Palazzo Ducale, Casa del Mantegna e Palazzo Te; Sabbioneta. la Città ideale di Vespasiano Gonzaga; Cremona, che con la Liuteria è inserita nella lista rappresentativa del Patrimonio Immateriale dell’Umanità.

CREATE CARTOLINE SULLA SVIZZERA ITALIANA… CI POTRESTE ANDARE IN GITA-PREMIO CON LA VOSTRA CLASSE!!!


1 lago ceresio

FOTO: LAGO CERESIO

*

Una grande iniziativa per le Scuole primarie e secondarie di 1°promossa dall’Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio in collaborazione con Okay!

*

Ogni bambino e ragazzo sogna di poter viaggiare alla ricerca di avventure per scoprire nuovi luoghi, come un piccolo esploratore. Armato di cartina geografica, bussola, binocoli e quaderno di appunti desidera mettersi in marcia e provare tante emozioni. Prima però occorre preparare bene il viaggio, documentarsi è fondamentale! A tutti gli allievi delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado delle regioni: Valle d’Aosta, Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Trentino, Friuli V.G. e Emilia Romagna l’Ente Turistico del Mendrisiotto offre una grande opportunità all’insegna dell’avventura nella Svizzera italiana, e in particolare nella regione del Mendrisiotto e del Basso Ceresio: scoprire sette luoghi molto particolari, ciascuno con caratteristiche diverse, ma tutti appassionanti e di grande interesse culturale e geografico!

Sulle pagine di Okay! e sul blog verranno fornite curiosità, approfondimenti, in modo che ogni classe possa sviluppare un progetto dedicato al luogo che, fra i sette indicati, più colpisce la loro fantasia. Gli insegnanti potranno così guidare gli allievi ad elaborare un racconto-itinerario turistico, una guida speciale che sarà frutto delle ricerche sviluppate in classe, accompagnate dai disegni. Lo scopo è quello di favorire la conoscenza del Cantone italiano  della Svizzera, paese confinante con l’Italia, al quale ci legano molte tradizioni e l’affinità linguistica.

Sette luoghi per sette avventure

Ecco quali sono le mete dei piccoli esploratori, non sarà facile scegliere!

  • Il Monte San Giorgio

  • Il Parco Archeologico di Tremona-Castello

  • Il Treno del Monte Generoso

  • Le Nevére della Valle di Muggio

  • La Grotta dell’Orso

  • Il Percorso del Cemento

  • Il Lago Ceresio

Una guida speciale: la giovane esploratrice!

Chi è la bambina che vi accompagna alla scoperta dei sette luoghi? È una ragazzina che abita nella Regione, li conosce tutti e ha tanta voglia di raccontare quello che sa anche ad altri bambini, invitarli a visitare il Mendrisiotto e il Basso Ceresio per vivere insieme a lei nuove avventure. Seguitela, anche lei parla l’italiano e sarà facile capirsi al volo!

In omaggio un opuscolo, per raccogliere tutte le informazioni di base

In allegato al numero di ottobre Okay! potete trovare un opuscolo con molte informazioni e anche un poster da appendere in classe, che rappresenta la cartina dettagliata dove sono indicati i sette luoghi scelti dall’Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio.

Il pdf dell’opuscolo e del poster sono anche scaricabili su www.okayscuola.wordpress.com

 *

Come partecipare

  • Il progetto è indirizzato alle scuole primarie ed alle scuole secondarie di di primo grado delle regioni:

Valle d’Aosta, Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Trentino, Friuli V.G. e Emilia Romagna

  • Periodo: da ottobre 2013 a giugno 2014

  • Modalità:

per partecipare, la classe potrà inviare un elaborato relativo ad uno dei sette luoghi indicati, accompagnato da disegni (matite colorate, tempera, pennarello, acquerello, collage ecc. )

  • Gli elaborati

dovranno pervenire in busta chiusa, accompagnati da una scheda in cui siano indicati chiaramente il nome della scuola partecipante (indirizzo, telefono, e-mail),  la sezione della classe ed il nome dell’insegnante

entro il 30 marzo 2014 a:

Okay! c/o Casa M.E. Mazza, via Nullo 48 – 24128 Bergamo

  • La Giuria sarà composta da un referente dell’Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio, il direttore di Okay!, un insegnante e un rappresentante di esprithb, lo studio che ha curato il concept del progetto.

  • La premiazione avverrà entro il mese di giugno 2014

Le tre classi più meritevoli vinceranno una visita al luogo descritto nel proprio elaborato. Inoltre, alcuni fra i disegni selezionati diventeranno vere e proprie cartoline, che l’Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio potrà pubblicare a seguito dell’iniziativa

*

SCARICA IL POSTER:

CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA Scarica il POSTER!

*

SCARICA L’OPUSCOLO DI 8 PAGINE:

CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA Scarica l’OPUSCOLO !

CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA / SFOGLIA E SCARICA GRATIS LA BELLISSIMA GUIDA SU ISSUU.COM


 CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA (574x800)

Su Issuu.com puoi sfogliare e scaricare gratis la bellissima guida per partecipare a CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA, la fantastica iniziativa per le Scuole primarie e secondarie di 1° grado. Leggi il regolamento e il montepremi. E scopri sette bellissime località del Mendrisiotto e del Basso Ceresio.

CLICCA, LEGGI E SCARICA:

CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA / L’OPUSCOLO IN REGALO SU ISSUU.COM

CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA / L’INIZIATIVA APERTA ANCHE ALLE SCUOLE SECONDARIE DI 1° GRADO (MEDIE)


 La giovane esploratrice

Grande interesse per il Progetto promosso dall’Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio in collaborazione con Okay!

*

Ogni bambino e ragazzo sogna di poter viaggiare alla ricerca di avventure per scoprire nuovi luoghi, come un piccolo esploratore. Armato di cartina geografica, bussola, binocoli e quaderno di appunti desidera mettersi in marcia e provare tante emozioni. Prima però occorre preparare bene il viaggio, documentarsi è fondamentale! A tutti gli allievi delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado delle regioni: Valle d’Aosta, Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Trentino, Friuli V.G. e Emilia Romagna l’Ente Turistico del Mendrisiotto offre una grande opportunità all’insegna dell’avventura nella Svizzera italiana, e in particolare nella regione del Mendrisiotto e del Basso Ceresio: scoprire sette luoghi molto particolari, ciascuno con caratteristiche diverse, ma tutti appassionanti e di grande interesse culturale e geografico!

Sulle pagine di Okay! e sul blog verranno fornite curiosità, approfondimenti, in modo che ogni classe possa sviluppare un progetto dedicato al luogo che, fra i sette indicati, più colpisce la loro fantasia. Gli insegnanti potranno così guidare gli allievi ad elaborare un racconto-itinerario turistico, una guida speciale che sarà frutto delle ricerche sviluppate in classe, accompagnate dai disegni. Lo scopo è quello di favorire la conoscenza del Cantone italiano  della Svizzera, paese confinante con l’Italia, al quale ci legano molte tradizioni e l’affinità linguistica.

Sette luoghi per sette avventure

Ecco quali sono le mete dei piccoli esploratori, non sarà facile scegliere!

  • Il Monte San Giorgio

  • Il Parco Archeologico di Tremona-Castello

  • Il Treno del Monte Generoso

  • Le Nevére della Valle di Muggio

  • La Grotta dell’Orso

  • Il Percorso del Cemento

  • Il Lago Ceresio

Una guida speciale: la giovane esploratrice!

Chi è la bambina che vi accompagna alla scoperta dei sette luoghi? È una ragazzina che abita nella Regione, li conosce tutti e ha tanta voglia di raccontare quello che sa anche ad altri bambini, invitarli a visitare il Mendrisiotto e il Basso Ceresio per vivere insieme a lei nuove avventure. Seguitela, anche lei parla l’italiano e sarà facile capirsi al volo!

In omaggio un opuscolo, per raccogliere tutte le informazioni di base

In allegato al numero di ottobre Okay! potete trovare un opuscolo con molte informazioni e anche un poster da appendere in classe, che rappresenta la cartina dettagliata dove sono indicati i sette luoghi scelti dall’Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio.

Il pdf dell’opuscolo e del poster sono anche scaricabili su www.okayscuola.wordpress.com

 *

Come partecipare

  • Il progetto è indirizzato alle scuole primarie ed alle scuole secondarie di di primo grado delle regioni:

Valle d’Aosta, Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Trentino, Friuli V.G. e Emilia Romagna

  • Periodo: da ottobre 2013 a giugno 2014

  • Modalità:

per partecipare, la classe potrà inviare un elaborato relativo ad uno dei sette luoghi indicati, accompagnato da disegni (matite colorate, tempera, pennarello, acquerello, collage ecc. )

  • Gli elaborati

dovranno pervenire in busta chiusa, accompagnati da una scheda in cui siano indicati chiaramente il nome della scuola partecipante (indirizzo, telefono, e-mail),  la sezione della classe ed il nome dell’insegnante

entro il 30 marzo 2014 a:

Okay! c/o Casa M.E. Mazza, via Nullo 48 – 24128 Bergamo

  • La Giuria sarà composta da un referente dell’Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio, il direttore di Okay!, un insegnante e un rappresentante di esprithb, lo studio che ha curato il concept del progetto.

  • La premiazione avverrà entro il mese di giugno 2014

Le tre classi più meritevoli vinceranno una visita al luogo descritto nel proprio elaborato. Inoltre, alcuni fra i disegni selezionati diventeranno vere e proprie cartoline, che l’Ente Turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio potrà pubblicare a seguito dell’iniziativa

*

SCARICA IL POSTER:

CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA Scarica il POSTER!

*

SCARICA L’OPUSCOLO DI 8 PAGINE:

CARTOLINE DALLA SVIZZERA ITALIANA Scarica l’OPUSCOLO !