“DIRITTI, MIGRAZIONE, COOPERAZIONE”: PERCORSI FORMATIVI A BERGAMO


“Diritti, Migrazione, Cooperazione”: è il titolo di un ciclo di conferenze, dibattiti ed approfondimenti promossi a Bergamo dagli Uffici pastorali
diocesani, dalla Cattedra Unesco dell’Università di Bergamo e da realtà associative impegnate nel contesto delle migrazioni e della cooperazione. Tre i percorsi previsti, il cui inizio avrà luogo venerdi 18 gennaio 2019, alle ore 20,45, presso la storica Abbazia di San Paolo d’Argon (BG) con l’intervento di Roberto Alborghetti, giornalista ed autore, che parlerà sul diritto all’educazione come delineato nel pensiero e nel magistero di Papa Francesco. Questo il programma completo dell’iniziativa.

PERCORSO A

I DIRITTI DELL’UOMO A 70 ANNI DALLA DICHIARAZIONE
UNIVERSALE DEL 1948
SEDE DEGLI INCONTRI: ABBAZIA S. PAOLO D’ARGON, ORE 20.45
Quattro incontri a tema per un approfondimento dei diritti
dell’uomo che si concludono con la costituzione di un
Osservatorio permanente sui diritti dell’uomo: evoluzione,
approvazione, trattati, protocolli, in collegamento con l’Alto
Commissariato dei Diritti dell’Uomo delle Nazioni Unite
(OHCHR), il Consiglio d’Europa e l’Unesco.

18 gennaio 2019
L’educazione: un diritto per tutti. Il pensiero di Papa Francesco.
Roberto Alborghetti, giornalista.
Coordina Daniela Noris

15 febbraio 2019
I diritti degli ultimi, i diritti degli altri, i diritti di tutti.
Avv. Giuseppe Guerini e don Ezio Bolis.
Coordina Bruno Goisis

15 marzo 2019
Il diritto al lavoro.
Pierino Persico e Savino Pezzotta
Coordina Candida Sonzogni

12 aprile 2019
La cooperazione internazionale a partire dal rispetto dei diritti
dell’uomo.
Duilio Manara, Omar Ndiaye, Felice Rizzi
Coordina Stefania Gandolfi

PERCORSO B
VERSO UN GOVERNO DELLA MOBILITÀ UMANA
6 INCONTRI PER I GIOVANI
SEDE DEGLI INCONTRI: CISL BERGAMO, VIA CARNOVALI, 88
DA FEBBRAIO A MAGGIO 2019
Riunioni Mensili per discussione e confronto a partire dalla lettura
del “Patto mondiale per migrazioni sicure, ordinate, regolari” e
di altri testi dell’organizzazione internazionale delle Migrazioni
(OIM) e dell’Unesco.
L’obiettivo è quello di costruire dei partenariati innovativi e aperti
a tutti in vista di una governance democratica inclusiva delle
migrazioni, centrata sull’interdipendenza dei diritti dell’uomo.

PERCORSO C
MIGRAZIONI E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
SEDE DEGLI INCONTRI: UNIVERSITÀ DEGLI STUDI
BERGAMO
UN INCONTRO AL MESE
Continuazione della terza parte della ricerca “Migrazioni e
cooperazione internazionale” e Presentazione del libro “Diaspora e
democrazie”.
I partenariati e la cooperazione sono la pietra angolare del
Programma per lo sviluppo sostenibile 2030.
In particolare l’obiettivo 17 invita a rafforzare il partenariato
mondiale per lo sviluppo in tutti gli ambiti compreso quello delle
migrazioni. Il recente rapporto del Segretariato Generale delle
Nazioni Unite “Rendere le migrazioni benefiche a tutti” afferma
che la “gestione delle migrazioni presenta oggi una delle sfide più
urgenti e serie per la cooperazione internazionale”.

L’iniziativa è promossa da un gruppo di lavoro costituito da Cattedra Unesco, Associazione Chizzolini, Cooperativa Ruah, Ufficio Pastorale Migranti.

Per Informazioni e adesioni: Associazione V. Chizzolini ONLUS
Telefono: 035.4598133, e-mail: info@chizzolinionlus.it, via Gavazzeni, 3 BERGAMO

Annunci

“SOCIAL O DIS-SOCIAL?”: EVENTO AD ANAGNI (FR) IL 19 GENNAIO ’19


 

incontro anagni 19 1 19

Il “booktour 2019” di “Social o dis-social?” si aprirà nel centro Italia, precisamente da Anagni, la celebre e storica “città dei Papi”. Infatti, il libro di Roberto Alborghetti, edito da Funtasy, con le illustrazioni di Eleonora Moretti, sarà al centro di un convegno, il 19 gennaio 2019, promosso dall’Istituto Comprensivo 1 di Anagni (FR). L’evento si terrà a partire dalle ore 9,30 presso la Sala della Ragione del Palazzo Comunale. Sarà rivolto ai genitori e agli alunni delle classi quinte della primaria e e delle classi prime e seconde a scuola media. Essendo una iniziativa pubblica, è previsto l’ingresso libero anche ai cittadini, fino ad esaurimento dei posti.

L’iniziativa, coordinata da Paolo Sandini, ha il patrocinio del Comune di Anagni. Insieme all’autore del libro, interverranno il Dirigente Scolastico, dott.ssa Michelangeli Daniela; il Sindaco di Anagni, Natalia Daniele; il Consigliere comunale delegato alla pubblica istruzione, Ambrosetti Riccardo; il Consigliere comunale con delega ai servizi sociali, dott.Tuffi Danilo. Nella circostanza dell’evento sarà esposto, nell’adiacente Sala delle Trifore, il plastico realizzato dagli alunni di Osteria della Fontana nell’ambito del progetto New WebQuest. Un lavoro didattico che ben si colloca nello spirito  e nei contenuti di “Social o dis-social?”, la “guida per under 14 (e non solo)”sull’uso consapevole dei dispositivi digitali e su come la tecnologia debba essere considerata una grande opportunità e non come un’esperienza che può ostacolare il benessere personale.

Per incontri con l’autore e stage di formazione: funtasyeditrice@gmail.com 

anagni - palazzo della ragione - foto lplt

Anagni, la Città dei Papi – Nella foto LPLT: Il Palazzo della Ragione

LIBRERIA UNIVERSITARIA: TRE LIBRI AL TOP PER ACQUISTI ON LINE


MI-LI-BRO

libuniver 7 1 19 a

Libreria Universitaria, libreria on line tra le più qualificate, genera automaticamente i libri più venduti per ogni singolo autore. In questi primi giorni del nuovo anno, la classifica relativa ai titoli di Roberto Alborghetti vede al comando “Social o dis-social?” (Funtasy Editrice), seguito da “A tavola con Papa Francesco” (Mondadori) e da “Pronto? Sono il librofonino” (I Quindici). Qui sotto il link a Libreria Universitaria, dove appunto è possibile effettuare acquisti on line anche dei titoli sopra indicati.

https://www.libreriauniversitaria.it/libri-autore_alborghetti+roberto-roberto_alborghetti.htm?sort_order_by=vendite

View original post

GALLERIE UFFIZI: VISITA A SORPRESA DEI PROTAGONISTI DE “LA CASA DI CARTA”


Incursione dei protagonisti della serie Netflix ‘La Casa di Carta’ agli Uffizi di Firenze. A sorpresa, il Professore (Alvaro Morte), Berlino (Pedro Alonso) ed il regista del serial, Jesus Colmenar, si sono presentati questo pomeriggio in visita nella celebre galleria fiorentina. A far loro da guida tra i capolavori del museo è stato lo stesso direttore Eike Schmidt.
La visita è durata oltre un’ora: attori e regista si soffermati in particolare, ad ammirare i Duchi di Urbino di Piero della Francesca, la Primavera e Venere del Botticelli, la tribuna del Buontalenti, l’Adorazione dei Magi e l’Annunciazione di Leonardo, il Tondo Doni di Michelangelo (davanti al quale si sono concessi un selfie), la Medusa e il Bacco di Caravaggio. Anche alcune opere meno famose hanno attirato la loro attenzione: tra queste, soprattutto, il Marte di Bartolomeo Ammannati. Il tour si è svolto durante l’orario di apertura della galleria; non pochi visitatori, sorpresi, hanno scattato foto e chiesto selfie al Professore e a Berlino.
Durante la visita gli interpreti della fortunata serie spagnola hanno scambiato battute con il direttore Schmidt. “A che ora chiude il museo?”, ha detto il Professore osservando attentamente le protezioni della Venere e le telecamere presenti nella sala. “E’ impossibile da rubare”, ha replicato sorridendo Schmidt. “Lei non sa con chi sta parlando”, ha ribattuto scherzosamente il Professore. “Spero che adesso non vogliate pianificare un colpo dei vostri agli Uffizi – li ha salutati al termine del tour il direttore – ma se vorrete girare nel museo alcune scene della quarta stagione sarete i benvenuti”. Il cast della Casa di Carta si trova oggi a Firenze per girare alcune scene della terza stagione della serie, seguita su Netflix da milioni di persone in tutto il mondo. Le riprese si sono svolte in piazza del Duomo e al piazzale Michelangelo.

FIRENZE: FRAGILI TESORI DEI PRINCIPI IN MOSTRA AGLI UFFIZI


Manufaktur Du Paquier, Wien
Kaffeekanne
um 1725
Porcelain
PO71
Coffee Pot

 

Continua a Palazzo Pitti la mostra Fragili tesori dei Principi. Le vie della porcellana tra Vienna e Firenze, curata da Rita Balleri, Andreina d’Agliano, Claudia Lehner-Jobst e realizzata in collaborazione con la collezione del Principe di Liechtenstein (Vaduz–Vienna). Le Gallerie degli Uffizi propongono un viaggio nella storia del gusto presso le Corti viennese e fiorentina durante il Granducato lorenese. La reggia di Palazzo Pitti, che ospitò la dinastia medicea e quella lorenese, risplende del fascino esotico attribuito alla porcellana, che durante il Settecento inebriò le Corti d’Europa divenendo identificativo dello status sociale di chi la possedeva e, quindi, veicolo di diffusione del gusto e delle mode.
La mostra che, in poco meno di un mese, sta riscuotendo ottimi risultati, sia in termini di presenze che critica, apre le porte, grazie alle visite guidate tenute della curatrice Rita Balleri e dagli assistenti curatoriali museali: Marco Maria Melardi, Idalisa Paone e Rossella Fioretti. I visitatori saranno guidati tra le opere esposte: porcellane, ma anche dipinti, sculture, commessi in pietra dura, cere, avori, cristalli, arazzi, arredi e incisioni. Pezzi pregiati che offrono un fertile dialogo tra le arti, per celebrare la magnificenza della porcellana durante il Granducato di Toscana sotto la dinastia lorenese. Ai prestiti hanno contribuito istituzioni nazionali e internazionali e i più importanti musei europei e statunitensi, oltre a diverse collezioni private.
La magnificenza di questo pregiato impasto, candido e traslucido, è celebrata in mostra mediante l’esposizione di raffinati esemplari realizzati dalla manifattura viennese di Innocentius Du Paquier sorta nel 1718 e da quella fondata nel 1737 nei pressi di Firenze dal marchese Carlo Ginori. Entrambe sono presentate in costante dialogo con le arti.

Dipinti, sculture, commessi in pietra dura, cere, avori, cristalli, arazzi e incisioni, provenienti da importanti prestiti di musei e collezioni private italiane ed estere, tra cui quella dei principi del Liechtenstein, sveleranno l’attenzione per l’esotico, la passione antiquaria e l’interesse naturalistico caratteristici del gusto internazionale settecentesco, recepito dalle porcellane attraverso le forme e i decori. Previste anche visite guidate gratuite alla mostra con il pagamento del biglietto d’ingresso di Palazzo Pitti

 

 

NINTENDO LABO: GRANDE INTERESSE PER LE 4 SCUOLE SELEZIONATE NEL PRIMO BIMESTRE


spazio alle menti creative
SEMPRE ALTO L’INTERESSE PER NINTENDO LABO, LA GRANDE INIZIATIVA CHE NELLE SCORSE SETTIMANE HA COMUNICATO LA SELEZIONE DEI 4 ISTITUTI SCOLASTICI MERITEVOLI DEL PRIMO BIMESTRE. 
Come già rilevato, il lavoro della Giuria è stato difficilissimo, tutti gli elaborati pervenuti sono di grande livello qualitativo e testimoniano l’importante lavoro svolto da insegnanti e alunni!
Queste le quattro classi selezionate:
Scuole Primarie:
I.C. DON BOSCO (Napoli) – Classe 4°, sezione B
I.C. FERNANDA IMONDI ROMAGNOLI (Fabriano-Ancona) – Classe 3°, sezione A
Scuole Secondarie di primo grado:
I.C. SANTERNA (Torino) – Classe 2°, sezione A
I.C. SPOLETO 1 DELLA GENGA-ALIGHIERI (Spoleto) – Classe 1°, sezione B
Grazie a tutte le scuole che hanno aderito alla prima scadenza e per l’impegno che hanno dedicato al progetto “NINTENDO LABO-MONTA-GIOCA_SCOPRI”! Tutte riceveranno un attestato di partecipazione e alle scuole selezionate verrà inviato un riconoscimento di utilità didattica.
IL PROGETTO DIDATTICO “NINTENDO LABO – MONTA-GIOCA-SCOPRI” RIPARTE, LA SECONDA SCADENZA PER L’INVIO DEGLI ELABORATI E’ IL 21 GENNAIO 2019!
Nintendo Labo Logo

ABBADIA S.SALVATORE (SI): FINESTRE APERTE SUI PICCOLI PRESEPI


Ad Abbadia S.Salvatore, sul Monte Amiata, in provincia di Siena, è ormai tradizione allestire piccoli presepi all’interno delle finestre delle abitazioni dell’antico Borgo medievale. È davvero uno spettacolo, nelle ore serali, addentrarsi tra le vie del centro storico ed ammirare gli allestimenti delle scene della Natività riprodotta nelle svariate forme della creatività. Un’altra attrattiva per la celebre “città delle fiaccole” che alla vigilia di Natale è illuminata dal fuoco sprigionato da singolari cataste di legno magistralmente costruite in piazze e vie. Un evento che anche nel 2018 ha calamitato sull’ Amiata migliaia di persone.

PIANCASTAGNAIO (SI): BENVENUTI ALLA ROCCA INCANTATA DI BABBO NATALE


Fino al 6 gennaio 2019, è aperta a Piancastagnaio, sul Monte Amiata (SI) la Rocca Incantata di Babbo Natale e del mondo delle fiabe. L’iniziativa, intitolata “Favoliamo verso il Natale”, alla quarta edizione, è ospitata nella suggestiva Rocca Aldobrandesca. Grazie alla collaborazione di un gruppo di volontari e il patrocinio del Comune e Pro Loco, è stato ricreato uno spazio magico che ha già registrato la visita di migliaia di visitatori. http://www.favoliamoversoilnatale.it

LEONARDO E L’ACQUA: PERCORSI GUIDATI GRATUITI A FIRENZE E DINTORNI


 

In concomitanza della mostra L’acqua microscopio della natura. Il Codice Leicester di Leonardo da Vinci, organizzata dalle Gallerie degli Uffizi e del Museo Galileo nell’Aula Magliabechiana degli Uffizi, il Consorzio di bonifica 3 Medio Valdarno propone una serie di iniziative che permetteranno di approfondire gli studi leonardiani sulle acque, direttamente nei luoghi delle sue osservazioni.

Il Consorzio, che opera istituzionalmente per la manutenzione degli alvei dei fiumi e torrenti di sua competenza, vuole collegarsi idealmente all’opera di Leonardo da Vinci e al trattato in mostra per poter fare conoscere ad un ampio pubblico il territorio su cui Leonardo operò e l’evoluzione che lo stesso ha subito nel corso dei secoli.

Nei suoi manoscritti Leonardo, infatti, cita spesso, il territorio fiorentino, anche se negli ultimi cinque secoli il paesaggio è stato ampiamente modificato e trasformato, ancora oggi è possibile seguire qualche segno che lega certi toponimi al grande scienziato.

Partendo proprio da queste esili, ma significative, tracce il Consorzio si vorrebbe collegare idealmente alla Mostra proponendo una serie di percorsi sul territorio che traggono ispirazione proprio dai manoscritti leonardiani e che potranno essere riproposti più compiutamente nel corso dell’anno leonardiano 2019.

I percorsi proposti saranno svolti, a Firenze, nell’area del Parco delle Cascine, sulle colline di Bagno a Ripoli e nella valle dell’Agliena presso Barberino val d’Elsa. Ma si tratta solo dell’inizio perché, con la stagione favorevole saranno identificati e costruiti altri percorsi alla scoperta di un territorio meraviglioso. La prima iniziativa si è svolta svolta a Firenze il 15 dicembre scorso, con partenza da Piazza G. Puccini (davanti a Cinema Puccini) e arrivo nel Piazzale delle Cascine. La visita sarà ripetuta sabato 19 gennaio e sabato 16 febbraio. Si tratterà di un percorso fra Arno, Macinante e Mugnone alla scoperta della loro evoluzione dai tempi di Leonardo a oggi.

Il torrente del Mugnone è spesso ricordato da Leonardo da Vinci nei suoi appunti ma, nel corso del tempo, ha avuto molte variazioni di percorso per vari motivi. Quello che oggi è chiamato fosso Macinante, invece, era già presente ai tempi di Leonardo. Il percorso urbano, di circa 6 km e della durata di tre ore, permette di scoprire l’importanza dell’attività di bonifica nella piana fiorentina per la manutenzione di queste importanti vie d’acqua, capirne il ruolo per la città di Firenze e seguire le evoluzioni dei corsi d’acqua della piana fiorentina negli ultimi secoli.

Il percorso è piano e aperto a tutti, purché adeguatamente equipaggiati visto che si svolgerà anche su terreno o piste che potrebbero essere non asfaltate. L’iniziativa è prenotabile e per un massimo di 20 persone e verrà rimandata in caso di maltempo.

Da Piazza Puccini si segue il Mugnone fino al Barco dove sarà possibile vedere la singolare opera idraulica del sotto attraversamento del Macinante. Da lì, sempre lungo il Mugnone si arriva alla fine del Parco delle Cascine e poi, dopo una breve sosta alla palazzina dell’Indiano, si ritornerà, lungo i viali del Parco delle Cascine al Piazzale dove si concluderà la visita. Altri percorsi verranno definiti nelle prossime settimane e partiranno in primavera con un programma che verrà definito nelle prossime settimane.

 

Per info e prenotazioni è possibile telefonare:

Firenze Musei 055294883

 

 

ALLA SCUOLA PRIMARIA DI PICO (FR) TOMBOLA CON I NONNI


Ci comunica la docente Anna Abatecola della Scuola primaria di Pico, IC Pontecorvo 2 FR : “Queste le belle immagini di una giornata all’ insegna della spensieratezza e condivisione di amore reciproco tra nonni e nipoti , l’ultimo giorno prima delle vacanze natalizie : tombolata con i nonni e alla fine un bel brindisi . Brindisi conclusivo, dopo 5 anni di Scuola Primaria, i bambini con i nonni, condividono in armonia l’ ultima tombolata prima di intraprendere un nuovo percorso scolastico”.