POESIE PER I NONNI: PRESTO I RISULTATI, INTANTO LE COMPOSIZIONI DELLA SCUOLA PRIMARIA DI VALLEMAIO (FROSINONE)


SUCCESSO CONFERMATO ANCHE PER LA XVI EDIZIONE DI UN FIORE PER VOI-POESIE E DISEGNI PER LA FESTA DEI NONNI, L’ORMAI STORICA INIZIATIVA DI OKAY! IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE DI CESENATICO, DOVE AVRA’ LUOGO L’EVENTO FINALE DELLA PREMIAZIONE, SABATO 26 SETTEMBRE PROSSIMO. NEI PROSSIMI GIORNI I RISULTATI, INTANTO DIAMO SPAZIO AI LAVORI PERVENUTI. ECCO LE POESIE DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA DI VALLEMAIO, DELL’ICS SAN GIORGIO LIRI, FROSINONE.

“LA PIANTA CHE MI PIACE 2013”: I FANTASIOSI DISEGNI DELLA PRIMARIA DI TRECATE (NO) TRA LE SCUOLE PREMIATE DOMENICA 6 OTTOBRE


Tutto pronto per la festa dei premi de “La Pianta che mi Piace”, iniziativa promossa da Ufficio Olandese dei Fiori ed Okay!  La manifestazione di premiazione si terrà domenica 6 ottobre, con inizio alle ore 10,30, presso il Centro Commerciale “Le Due Torri” di Stezzano (Bergamo), in via Guzzanica 62. Il Centro “Le Due Torri”, con il suo direttore Roberto Speri, hanno allestito una bellissima dotazione premi, che saranno conferiti alle rappresentanze delle scuole.   

Il Centro “Le Due Torri” è facilmente raggiungibile, anche per chi giunge con auto e pullman dall’autostrada Milano-Brescia: l’uscita è al casello di Dalmine, poi seguire l’indicazione per il Centro Commerciale, che si trova nelle vicinanze.

Le scuole premiate riceveranno in dono anche l’attesa “Glowing Star in The Dark”, la pianta che si illumina al buio, che arriverà direttamente dall’Olanda, dalle serre dell’azienda “Amigo Plant”, che ha ideato questa singolare pianta grassa che a Cesenatico, sabato 28 settembre, è andata letteralmente a ruba ed ha vivamente impressionato il pubblico. Poi, come detto “Le Due Torri” collaborano all’evento assegnando altri premi di grande utilità per la scuola.

EVENTO LE 2 TORRI 6.10.2013

Precisiamo che i premi saranno assegnati e consegnati direttamente nel corso della manifestazione e non saranno inviati a scuola. Le scuole sono dunque invitate a partecipare con delegazioni e con la presenza di genitori e nonni, visto che l’iniziativa si svolge nel contesto dell’annuale “Festa dei Nonni”.   

SCUOLA PRIMARIA “GIOVANNI XXIII” GRASSOBBIO BG
SCUOLA PRIMARIA “G. RODARI” SERIATE BG
I.C. “V. F. CASSANO – A. DE RENZIO” BITONTO BA
I.C. “LECCO 4” LECCO LC
SCUOLA PRIMARIA “G. PONTE” PALAGONIA CT
I.C. “ADA NEGRI” MAGNAGO MI
I.C. “F. TONOLINI BRENO” BRENO BS
SCUOLA PRIMARIA “C. ROSA” CARENNO LC
I.C STATALE “UGO FOSCOLO” CANCELLO ARNONE CE
SCUOLA PRIMARIA “PADRE DI FRANCIA” MONZA MI
SCUOLA PRIMARIA STATALE di SANT’OMERO SANT’OMERO TE
SCUOLA PRIMARIA MAGREGLIO MILANO MI
I.C. TRECATE 1 TRECATE NO
I.C. CURTATONE e MONTANARA, S.P. “SAFFI” PONTEDERA PI
SCUOLA MEDIA – “LUINI-FALCONE” ROZZANO MI
SCUOLA MATERNA “FACCANONI” SARNICO BG

LE GENERAZIONI SI INCONTRANO A SCUOLA: ECCO UNA INIZIATIVA EUROPEA


banner_gschool_web_26.02

Il dialogo tra le generazioni è una delle prerogative editoriali di Okay! che, come noto, da 15 anni propone la Festa dei Nonni,ed una serie di attività che si sono via via sviluppate con il mondo della scuola. Segnaliamo dunque con piacere la  seconda edizione di generations@school, lanciata lo scorso anno nel corso dell’Anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni.

Il 29 aprile 2012, oltre 600 scuole di tutta Europa hanno partecipato alla Giornata europea della solidarietà tra le generazioni, invitando in classe delle persone anziane. Studenti e senior hanno parlato di invecchiamento attivo e pensato a come collaborare per costruire una società favorevole a tutte le età. Hanno poi condiviso le loro foto ed esperienze con altre scuole su una piattaforma online, per scoprire come si sviluppa il dialogo intergenerazionale nelle diverse parti d’Europa.

generations@school invita anche quest’anno gli insegnanti ad organizzare un’attività che riunisca alunni e senior delle comunità di appartenenza, allo scopo di esplorare il contributo che il dialogo intergenerazionale può apportare alla comprensione reciproca fra giovani e meno giovani. Tale incontro può prendere la forma di un dibattito su temi di interesse reciproco o di un progetto congiunto che veda una collaborazione più regolare fra giovani e anziani. Scoprite le iniziative realizzate l’anno scorso!

Il 2013,proclamato dall’Unione europea“Anno europeo dei cittadini”,costituisce un’ottima occasione per insegnanti, alunni e senior di organizzare il 29 aprile, o nei giorni immediatamente precedenti o seguenti, discussioni sull’Europa, sul suo passato, sul suo presente e su quello che le generazioni giovani e meno giovani possono fare insieme per costruire l’Europa di domani. Cosa significa essere cittadini europei? Quali diritti UE abbiamo ottenuto attraverso il processo di integrazione europea? In che modo i cittadini europei di domani percepiscono e intendono usare questi diritti? Che tipo di Europa dovremmo trasmettere alla generazione futura?

Tutte le informazioni relative alla nuova edizione del concorso generations@school, ai premi in palio e alle risorse che possono aiutare gli insegnanti a preparare il loro evento generations@school, sono disponibili sul sito Web: www.generationsatschool.eu.

Facendo clic sul link http://tools.paueducation.com/generations/Postcard_IT.pdf, potrete scaricare una cartolina colorata, che gli studenti avranno modo di stampare e utilizzare per invitare dei senior a prendere parte all’attività generations@school.

UN ALBERO PER I NIPOTI 2013: PARTE LA NUOVA EDIZIONE. NONNI, RACCONTATECI LE VOSTRE STORIE. SCARICA IL PDF DI OSA ONLUS


NONNI CHE STORIE! 2012

SCARICA IL PDF CON IL BANDO E LE SCADENZE DELLE INIZIATIVE:

UN ALBERO PER I NIPOTI 2013 – OSA ONLUS – IL DIALOGO TRA LE GENERAZIONI

FESTA DEI NONNI: NELL’ERA DIGITALE IL LEGAME NONNI-NIPOTI E’ ANCORA PIU’ FORTE. LO DICONO I SORPRENDENTI RISULTATI DI UN SONDAGGIO. ECCOLI IN ANTEPRIMA


Secondo i dati del sondaggio “Un Nonno vale un tesoro!” l’80% degli italiani dichiara che i nonni sono molto presenti e influenti nella propria vita il 73,2% svolge con i nonni attività di gioco a contatto con la natura, il verde e gli animali.

B 054 (640x478)

Il 2 ottobre di ogni anno ricorre la Festa dei Nonni: una giornata riconosciuta (DAL 2005) a livello nazionale ed internazionale e promossa, già da ben 14 anni, dall’Ufficio Olandese dei Fiori e da Okay! attraverso tante iniziative per le famiglie ed eventi importanti ormai consolidati, che si svolgono a Cesenatico e sul Monte Amiata (con Osa Onlus). Simbolo di questa giornata sono le piante, un dono ‘vivo’ e speciale per dimostrare ai nonni quanto sono preziosi per noi.

Novità dell’edizione 2012 il concorso sondaggio ‘Un Nonno vale un tesoro!’, condotto online sul sito http://www.festadeinonni.it e commissionato dal Flower Council of Holland. La ricerca è stata realizzata da Smart Research nel corso della prima metà del mese di settembre su un panel di oltre 5000 persone il cui nucleo centrale è rappresentato da persone con figli (52% del totale): ne sono emersi dati molto interessanti che offrono uno scorcio sul ruolo dei nonni all’interno delle famiglie italiane di oggi.

Nonostante le famiglie moderne si siano ristrette e nonostante il sempre maggiore divario tra i giovanissimi abituati ad utilizzare la tecnologia nella comunicazione quotidiana e gli anziani, il rapporto tra nipoti e nonni continua ad essere forte e connotato in modo positivo. Il 90,2% conosce la Festa dei nonni e ben l’88,5% pensa di celebrarla, a dimostrazione dell’importanza che queste figure assumono all’interno della società.

Oltre i 2/3 del campione dichiara che i propri figli trascorrono regolarmente del tempo con i nonni durante la settimana e nel 73,2% dei casi svolgendo attività di gioco a contatto con la natura, il verde e gli animali. Mentre il 35% circa si dedica ad attività importanti come imparare a leggere e scrivere e il 24% ed è rappresentato da chi svolge attività scolastiche (i compiti) e da chi con i nonni va in vacanza.

Inoltre, i Nonni sono ritenuti soprattutto affettuosi e disponibili (63%), oltre che affidabili (32%), queste le qualità preferite utilizzate per descriverli.

Esplorando temi più legati all’attualità e alla sfera economica, emerge una incertezza generale legata alle recenti riforme pensionistiche. Infatti, se il 46% del campione ritiene che Il supporto economico ed organizzativo dei nonni diminuirà per via delle pensioni sempre più basse e dell’innalzamento dell’età pensionabile, il 70% ritiene addirittura che la disponibilità dei nonni possa influenzare la decisione di mettere al mondo dei figli, soprattutto per il potenziale aiuto fornito alla coppia quando entrambi i componenti lavorano (89% dei casi).

Inoltre è interessante rilevare un atteggiamento di sfiducia nei confronti delle istituzioni: il 53% del campione non ritiene che il ruolo dei nonni verrà sostituito da interventi governativi in tema di servizi alla famiglia (asili, ecc.).

Quali le valenze positive dei nonni? Il 94% dei partecipanti al sondaggio preferisce affidare i figli ai nonni piuttosto che a persone esterne alla famiglia. Mentre, per la maggior parte degli intervistati i nonni rappresentano una memoria storica importante (nel 71,4% dei casi totalmente d’accordo), sono una valida risorsa sia come babysitter (54,8%), sia come consolatori (55,2%). Molto meno rilevante l’importanza dell’aiuto economico fornito alla famiglia (19%).

E i nonni, cosa dicono? I nonni intervistati (20% del campione), dimostrano una perfetta consapevolezza dell’importanza del proprio ruolo. Il 47% afferma di trascorrere molto tempo con i nipoti e il 33% abbastanza. Oltre i due terzi, ovvero il 66%, ritiene di essere molto presente e influente nella vita dei nipoti.

Insomma, da tutti i punti di vista, il rapporto tra nonni e nipoti continua a essere ricco di valenze positive e merita di essere celebrato. Dal sondaggio emerge che la pianta viene riconosciuta come il dono più adatto dal 78% del campione, sia perché i nonni amano i fiori, sia per il loro valore simbolico: perchè una pianta è vita”, “perché a una pianta si dedica amore cure affetto… proprio come i nonni hanno fatto con noi”, dicono alcuni intervistati.

Infine, alla domanda “perché un nonno vale un tesoro?”, le risposte sono state molto variegate: “è sempre presente senza essere mai di fretta e quindi ha tempo per ascoltarmi”, “perchè mi consente di giocare, divertirmi, passare bei momenti a contatto con la natura e perchè con la loro esperienza mi insegnano molte cose utili e storiche”, ecc., ma tutte sono espressione di un forte attaccamento ai propri nonni.

Per maggiori informazioni: www.festadeinonni.it

NELLA FOTO: CESENATICO, EVENTO FINALE FESTA DEI NONNI 2012; IL SINDACO ROBERTO BUDA PREMIA I MINI POETI DI “UN FIORE PER VOI, POESIE PER I NONNI”, XIII ED.

Il Flower Council of Holland è l’ente di riferimento per la promozione della floricoltura olandese in Italia e nel mondo. Dedica particolare attenzione alla sensibilizzazione del grande pubblico nei confronti delle piante in vaso, meravigliose

compagne di vita che ci circondano di energia e piacere allietando le nostre giornate. A fronte di una piccola dose di cure e attenzioni, le piante ci offrono molto in cambio: fresca vitalità, atmosfera positiva e rilassante e un senso di legame costante con la natura e le nostre radici. Le piante non sono soltanto un bellissimo elemento decorativo per gli ambienti, ma un prezioso alleato per il nostro benessere.

Collegati anche a FACEBOOK: NOI SIAMO OKAY! area gruppi

“NONNI, CHE STORIE!”: GRANDE FESTA ALLA “CASA ANZIANI” DEL GLENO (BERGAMO). PRESENTI OLTRE 200 ALUNNI CON DELEGAZIONI SCOLASTICHE DA VARIE PARTI D’ITALIA


Si è svolta questa mattina presso l’auditorium della Casa di Ricovero Santa Maria Ausiliatrice Onlus di via Gleno a Bergamo la cerimonia di premiazione del concorso “Nonni, che storie!”, rivolto alla scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Bergamo e della Lombardia.

A fare gli onori di casa il direttore generale Fabrizio Lazzarini, che ha premiato le scuole vincitrici dell’edizione 2011/2012. Oltre 200 gli studenti presenti, provenienti da istituti scolastici delle province di Bergamo, Milano, Como, Lecco e Pavia.

Tra coloro che hanno assistito alle premiazioni erano presenti anche alcuni ospiti della casa di ricovero, che hanno passato alcune ore in allegria tra i bambini festanti. Proprio a loro è stata dedicata una canzone, creata ad hoc per la cerimonia, molto apprezzata ed applaudita da tutti i presenti, da parte degli alunni della scuola primaria “Giovanni Paolo II” di Sorico (Como). Una esibizione canora “rap” è stata invece eseguita dagli alunni della Primaria di Carenno (Lecco). E poi tanti racconti su come sono nati i lavori presentati a “Nonni, che storie!”

Lanciata nel corso dell’anno scolastico 2010/11 dalla Fondazione Casa di Ricovero S. Maria Ausiliatrice Onlus per celebrare il Bicentenario della sua nascita, l’iniziativa è stata riproposta anche per l’anno scolastico successivo, riscontrando vivo interesse tra i partecipanti. E come per la precedente edizione, l’obiettivo auspicato dagli organizzatori è stato raggiunto anche quest’anno: portare il mondo della scuola a contatto ed in dialogo con gli anziani, invitando i più giovani ad intrecciare relazioni con le generazioni che li hanno preceduti.

Sul piano didattico gli alunni delle scuole partecipanti sono stati chiamati a partecipare ad una gara di abilità con l’obiettivo di stringere legami e condividere esperienze di vita con i propri nonni o con le persone anziane. In questo modo gli studenti hanno preso coscienza dell’importanza, del valore e del ruolo ricoperti dagli anziani nella società odierna.

La risposta delle scuole lombarde, ed in particolare quelle di Bergamo e provincia, non s’è fatta attendere: sono stati infatti oltre 300 gli elaborati ricevuti, tra cui: racconti, album fotografici, opuscoli, dvd, interviste, giochi, calendari, ricettari di piatti tipici locali, ricerche, disegni, cartelloni, canzoni, filastrocche e reportage che hanno narrato le storie e le avventure dei nonni. Dai vari elaborati sono così emersi usi e costumi della società di un tempo, piccoli e grandi fatti di vita quotidiana, simpatici aneddoti e tradizioni di una volta ormai scomparse ai giorni nostri.

Il direttore generale della Fondazione Casa di Ricovero S. Maria Ausiliatrice Onlus Fabrizio Lazzarini, rivolgendosi ai bambini, ha dichiarato: «La nostra è una grande casa in cui vivono circa 500 persone, alcune delle quali sono oggi qui presenti, mentre altre sono nelle loro stanze a riposare. Ma tutte loro sono felici perché percepiscono la vostra presenza, sentono la vostra voce e il vostro calore. Grazie a questa iniziativa, che vi ha visti partecipare con entusiasmo, mia auguro che abbiate portato gioia ai vostri nonni e alle persone anziane e che anche loro siano stati capaci di trasmettervi valori e insegnamenti importanti per il vostro futuro».

Nonostante il concorso fosse rivolto alle scuole di Bergamo e della Lombardia, sono giunti anche lavori da fuori regione e, in particolare, dalle provincie di Asti, Verona, Perugia, Latina e Cagliari, a dimostrazione dell’interesse suscitato dal tema.

Con la sua iniziativa la Fondazione casa di ricovero S. Maria Ausiliatrice Onlus si colloca idealmente in quell’azione di sensibilizzazione che può offrire ai giovani, ed alle loro famiglie, spunti di riflessione per valorizzare le memorie degli anziani. Le stesse memorie che possono essere tramutate in preziosi consigli e insegnamenti, da tramandare alle generazioni future e conservare come lezioni di vita quotidiane.

“NONNI, CHE STORIE!” : DOMANI (ORE 10,30) LA PREMIAZIONE NELL’AUDITORIUM DELLA “CASA” DI VIA GLENO A BERGAMO


Domani, 14 novembre, si svolge la premiazione di “Nonni, che storie!” presso l’Auditorium della Fondazione della Casa di Ricovero Santa Maria Ausiliatrice, nota come la Casa di Ricovero “Gleno”, in via Gleno a Bergamo. Sarà una mattinata di festa, con le scuole che si sono distinte nel realizzare lavori dedicati alle esperienze dei nonni. I premi previsti (materiali e prodotti di uso didattico) saranno materialmente consegnati domani, con un diploma. Inoltre omaggi e altre sorprese solo per gli alunni presenti alla manifestazione.   

 

 LE SCUOLE PREMIATE

 

PRIMI PREMI

CLASSI TERZE

SCUOLA PRIMARIA

CORNA IMAGNA – BG

 

 

CLASSI TERZE

SCUOLA PRIMARIA RODARI

SERIATE – BG

 

ISTITUTO COMPRENSIVO

RANICA – BG

 

SCUOLA SECONDARIA 1°

DONATO BRAMANTE”

VIGEVANO – PV

 

 

 

SECONDI PREMI

 

SCUOLA PRIMARIA DA VINCI

GHISALBA – BG

 

SCUOLA PRIMARI MAGREGLIO

MILANO

 

SCUOLA PRIMARIA “C.ROSA”

CARENNO – LC

 

SCUOLA PRIMARIA “MORO”

CAMPELLO SUL CLITUNNO – PG

 

 

 

TERZI PREMI

 

SCUOLA SECONDARIA 1° “BROFFERIO”

ASTI

 

 

SCUOLA PRIMARIA “SABA”

ELMAS – CA

 

 

SCUOLA PRIMARIA “GIOVANNI PAOLO II”

ICS GERA LARIO

SORICO – CO

 

 

SCUOLA SECONDARIA 1° “TREBESCHI-CATULLO”

DESENZANO SUL GARDA – VR

 

 

NONNI, CHE STORIE 2012: IL 14 NOVEMBRE LA PREMIAZIONE A BERGAMO CON LE SCUOLE PROTAGONISTE DELL’INIZIATIVA


 

Mercoledi 14 novembre è in programma alla Casa per anziani di via Gleno a Bergamo la premiazione delle scuole protagoniste dell’iniziativa lanciata dalla Fondazione della Casa di Ricovero Santa Maria Ausiliatrice, nota come la Casa di Ricovero “Gleno” di Bergamo. Invitiamo le scuole a confermare la propria presenza. 

L’incontro avrà inizio alle ore 10,30, presso l’Auditorium della Casa di Ricovero “Gleno”, in via Gleno 51 a Bergamo, facilmente raggiungibile con i mezzi privati e con l’autobus urbano della Linea 7. Tutte le scuole premiate sono vivamente invitate a partecipare, anche perchè il Premio sarà materialmente consegnato in tale occasione. A tale riguardo, la presenza alla manifestazione va confermata entro il 10 novembre p.v. alla redazione di OKAY! ai numeri: Tel. 035/314.720, Fax 035/2281243,333/4596503, indicando il numero dei partecipanti.

 

 

 

ECCO LE SCUOLE PREMIATE

 

PRIMI PREMI

CLASSI TERZE

SCUOLA PRIMARIA

CORNA IMAGNA – BG

 

 

CLASSI TERZE

SCUOLA PRIMARIA RODARI

SERIATE – BG

 

ISTITUTO COMPRENSIVO

RANICA – BG

 

SCUOLA SECONDARIA 1°

DONATO BRAMANTE”

VIGEVANO – PV

 

 

 

SECONDI PREMI

 

SCUOLA PRIMARIA DA VINCI

GHISALBA – BG

 

SCUOLA PRIMARI MAGREGLIO

MILANO

 

SCUOLA PRIMARIA “C.ROSA”

CARENNO – LC

 

SCUOLA PRIMARIA “MORO”

CAMPELLO SUL CLITUNNO – PG

 

 

 

TERZI PREMI

 

SCUOLA SECONDARIA 1° “BROFFERIO”

ASTI

 

 

SCUOLA PRIMARIA “SABA”

ELMAS – CA

 

 

SCUOLA PRIMARIA “GIOVANNI PAOLO II”

ICS GERA LARIO

SORICO – CO

 

 

SCUOLA SECONDARIA 1° “TREBESCHI-CATULLO”

DESENZANO SUL GARDA – VR

 

 

PONTINIA (LT): LA SCUOLA “DON MILANI” INSIEME AI NONNI DI VILLA ELENA PER UN INCONTRO TRA LE GENERAZIONI


 

“I nonni sono coloro che vengono da lontano

e vanno per primi, ad indagare oltre la vita;

sono i vecchi da rispettare per essere rispettati da vecchi;

sono il passato che vive nel presente

ed i bambini sono il presente che vedrà il futuro “.

(Maria Rita Parsi)

 

 

DI LUCREZIA ZUCCARO

Per la prima volta, il 2 ottobre è stata dedicata una giornata speciale ai Nonni ospiti di Villa Elena e si è svolta la Festa dei Nonni, con l’invasione per qualche ora dei nipotini che hanno portato una ventata di aria nuova e antica.

L’evento è stato organizzato dalle insegnanti delle classi della Scuola Primaria di Primo grado, Don Lorenzo Milani di Pontinia, Ornella, Ombretta, Giovanna e Claudia con gli alunni delle classi seconde A e B, che hanno visitato gli ospiti di Villa Elena, di Pontinia. Festa voluta per un momento d’incontro tra Nonni e Nipoti, per il forte valore educativo, affettivo, culturale, personale e sociale che rappresenta. I Nonni hanno trasmesso le loro esperienze e i propri ricordi ai bambini, che hanno vissuto un momento di condivisione con canti, pensieri e tanta allegria. La Scuola ancora una volta si è dimostrata vicino a tutti i Nonni per la disponibilità e sensibilità su un progetto che festeggia e mette in primo piano la figura e il ruolo dei Nostri Nonni.

Una visita molto emozionante e partecipata sia dai bambini sia dai nonni e dopo la canzone di accoglienza ogni Nonno è stato premiato con un fiore  (preparato per l’avvenimento, sulle foglie scritte bellissime frasi), un forte abbraccio e un bacio, perché i bambini hanno colto l’importanza del rapporto con i nonni.

  • Cari nonni voi siete importanti perché ci raccontate tanti fatti. (Rosa)
  • Cari nonni vi voglio tanto bene e spero di stare sempre insieme a voi. (Rebecca)
  • I nonni sono gentili. (Marco). I nonni sono speciali. (Giulia)
  • I nonni ci vogliono sempre bene. (Sara Lucci). I nonni sono spiritosi. (Marika)
  • Nonno ti voglio tanto bene. (Alessandro)
  • Cari nonni vi voglio bene a tutti, anche a quelli che stanno in cielo. (Sara)
  • Nonno tu per me sei nel cuore. (Gianni).
  • Cari nonni vi voglio tanto bene, anche se a volte vi faccio arrabbiare. Vi voglio bene vostro nipote. (Filippo)
  • Nonni siete importanti perché i vostri sorrisi sono tanti. (Mattia)
  • I nonni sono straordinari perché sono bravi e giocano con noi. (Emilia)
  • I nonni sono sempre dolci. (Gabriele).
  • I nonni mi fanno stare più allegro e felice. (Gerardo).
  • Grazie per tutto quello che avete saputo insegnarmi. Grazie per tutto il tempo che mi avete dedicato. (Diamantino)
  • Cari nonni vi voglio tanto bene più del mio cuore. (Desiree)
  • Cari nonni anche se siete in malinconia ci fate compagnia. (Lorenzo Tittoni)
  • Cari nonni siete tutti nel mio cuore. (Daniele C.)
  • Cari nonni vi amo con tutto il cuore anche a voi che siete in cielo. (Antonio)
  • Nonno e nonna vi voglio tanto bene. (Matteo G.). I nonni sono intelligenti. (Dionigi)
  • Nonni vi voglio tanto bene. (Emanuele)
  • Cari nonni anche se siete un po’ vecchietti ci fate sempre gli occhietti dolci. (Elisa)
  • I nonni giocano insieme a noi. (Giulia De Simone)
  • Cari nonni grazie per tutto quello che insegnate. Siete tutti nel mio cuore. (Ale)
  • Tutti i nonni dentro sono ancora bambini. (Alice). I nonni ci fanno le coccole. (Simona)
  • I nonni sono intelligenti e bravi. (Nicholas)
  • Cari nonni anche se siete  un po’ anzianotti siete sempre nel mio pensiero tutte le notti. (Asia)
  • Per me siete dei nonni speciali. (Anonimo). Nonni niente è più importante dell’amore che date a noi nipoti. (Anonimo). Io voglio tanto bene ai miei nonni. (Anonimo). Nonni siete dolci. (Anonimo). Cari nonni anche se siete un po’ doloranti siete sempre importanti. (Anonimo).

La festa ha conseguito un unanime consenso degli ospiti, dei proprietari, del personale, delle animatrici, dei familiari e dei genitori degli alunni. È stato un momento di condivisione all’insegna della semplicità, dello stare insieme, del contatto e del rapporto tra persone.

È stata una sorpresa bellissima e inaspettata la comunicazione della maestra Ornella alla signora Monica, che non ha comunicato la visita degli alunni ai suoi ospiti per non metterli in ansia e non togliere loro la sorpresa di una cosa bella. Tutto è stato possibile grazie al contributo di chi ha lavorato per la buona riuscita di questo evento, un sentito e caloroso “GRAZIE” alle maestre, ai bambini, alla Dirigente Scolastica Dottoressa Anna Maria Bilancia, per la disponibilità. La signora Monica ha espresso il desiderio di poter ripetere l’evento per stare insieme, improvvisare canti, pensieri e far festa.

La “Festa dei Nonni” diventa, infatti, istituzionale con la legge n. 159 del 31 luglio 2005. Niente più dubbi quindi sulla “dovuta importanza al ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale”. Nel 2005 la Festa Nazionale dei Nonni ha coinvolto più di venti milioni di italiani tra nipoti e nonni.

La festa è un momento d’incontro per dire “Grazie!” a chi ci ha cresciuto e ha dedicato tanto tempo ai nipoti, seguendone i passi come angeli custodi.

Il 2 ottobre, giorno della ricorrenza, è, infatti, dedicato anche agli Angeli Custodi. I nonni sono figure insostituibili nell’infanzia di ogni bambino, che diventato adulto ne ricorderà per sempre le coccole, le storie raccontate prima di andare a dormire, i giochi e i tanti momenti spensierati.

Il “non ti scordar di me” è il fiore ufficiale della Festa dei Nonni, che in Italia è stata istituita dal Parlamento nel 2005. Si tratta quindi per noi, a differenza che per gli americani, di una festa “giovane”, ma dal sapore antico, che dovrebbe servire a ricordare il ruolo fondamentale dei nonni nella nostra società. Nonni e nonne sono veri e propri angeli custodi di nipoti e bambini. Il 2 ottobre, festa degli Angeli Custodi, é l’occasione per manifestare attraverso una grande “Festa” tutta la sincerità dei sentimenti di amore, affetto, riconoscenza, tenerezza, che i Nonni riescono a suscitare in nipoti e bambini. È quello fra nonni e nipoti un rapporto incantato, dove i sentimenti trovano una giocosa espressione di purezza, spontaneità, trasporto incondizionato.

Auguri a tutti i nonni “Patrimonio dell’umanità”