L’APOCALISSE NEI COLORI: FINO A DOMENICA LA MOSTRA DI ROBERTO ALBORGHETTI NEL BATTISTERO ROMANICO DI LENNO (LAGO DI COMO)


Photo by Roberto Alborghetti - Lenno, Lake Como, 2015 (13) (480x640)

Foto: Roberto Alborghetti – Lenno, Lago di Como, 2015

Guest Writer: STEFANO ALBERTI

“Colori di un’Apocalisse 2015”: è la mostra di Roberto Alborghetti, incentrata sulle sue particolarissime  “laceR/Azioni”, in programma da domani 3 luglio, e fino al 5 Luglio 2015, presso l’antico Battistero romanico di San Giovanni Battista a Lenno, ora Comune della Tremezzina, sul Lago di Como.  C’è viva attesa per l’iniziativa. Basta del resto navigare sul  Blog Roberto Alborghetti (oltre 200.000 visite) dove le pagine dedicate all’evento sono cliccatissime in tutto il mondo. In questa esposizione   Alborghetti presenta 25 opere che rappresentano il senso della sua ricerca artistica, basata sull’osservazione e sulla riproduzione di quella che è una delle tante “apocalissi” (comunicative, e non solo) dei nostri tempi, ossia la decomposizione dei manifesti pubblicitari e dei “segni” (crepe naturali, graffi e screpolature) sui muri e lungo le strade di metropoli ed ambienti urbani. La mostra è accompagnata dada un suggestivo cortometraggio di circa 13 minuti e da un catalogo, consultabile gratis anche su ISSUU:

Roberto Alborghetti, con l’esposizione al Battistero di San Giovanni Battista in Lenno, entra con il suo sguardo nella grande babele di colori e parole decomposti, lacerati e degradati (dal tempo, dall’ambiente e dall’uomo) per coglierne l’energia cromatica, ridando vita e ragione a ciò che è considerato, a tutti gli effetti, un rifiuto od un elemento disturbante (per l’occhio e per il panorama urbano). Lo storico e affascinante tempietto romanico, con il suo impagabile scenario che evoca i passaggi del tempo, si offre come spazio ideale per esaltare il contrastante linguaggio dei colori e delle forme delle composizioni di Roberto Alborghetti, accompagnate e guidate da una serie di “passi” tratti dall’Apocalisse di San Giovanni, che il giornalista-artista rilegge nella tumultuosità delle narrazioni cromatiche.  SEGNALATO DA OKAY! Infatti, dai ventidue capitoli del Libro scritto dall’apostolo ed evangelista mentre era sull’isola greca di Patmos, Alborghetti ha tratto frasi e descrizioni che offrono delle suggestioni visive sugli scenari narrati nell’Apocalisse. E così la realtà del mondo che ci circonda – i “quadri” di Alborghetti non sono dipinti, ma realistiche riproduzioni fotografiche su tela pittorica – è proposta e offerta in immagini astratte, che i vigorosi e apocalittici passi di Giovanni rafforzano nel loro valore espressivo. Immagini che, trasferite nel cortometraggio, hanno anche una interpretazione sonora che rende questo progetto particolarmente innovativo, anche sul piano tecnologico.

Oltre alle tele, Roberto Alborghetti presenta un “collage” –  creato con centinaia di pezzi di carta decomposta dei manifesti pubblicitari lacerati – e tre  singolari sciarpe di pura seta realizzate in edizione limitata in collaborazione con il noto textile designer di Como, Bruno Boggia, che ha lavorato con i più celebri stilisti di moda internazionali.

Aperture mostra: venerdi 5 Luglio 2015, ore 16-22. Nelle giornate di sabato 4 e domenica 5 luglio: 10-12, 14,30 – 22,00. Il Battistero di San Giovanni si trova sulla piazza della chiesa parrocchiale di Lenno, a pochi metri dal lungolago.

IMMAGINI DI CIO’ CHE CI CIRCONDA… 

 “LaceR/Azioni” è un progetto di Roberto Alborghetti, giornalista professionista, autore di saggi e biografie, fotografo. Da anni ha l’hobby di “catturare”, in giro per il mondo, particolari e dettagli dell’apparente caos della carta lacerata delle affissioni. Ha finora raccolto oltre 70.000 immagini che giocano a contaminarsi con stili, forme ed espressioni diversi. Impressionati dall’obiettivo digitale, poi trasferite su tela o su tessuti, riprodotte su litografia o scansionate in un videoclip, i particolari della decomposizione dei manifesti pubblicitari, dei materiali urbani e industriali, degli ambienti e degli arredi metropolitani, sembrano riprendere nuova vita e ragione di essere, in una sovrapposizione di messaggi e di colori.

Così afferma l’autore Roberto Alborghetti : “Ci riesce difficile pensare che dietro poster, crepe e graffi sbiaditi, decomposti e degradati, ci possa essere ancora “qualcosa” da vedere o scoprire. Eppure, queste immagini continuano ad essere uno specchio della città che comunica, della città che parla. Sono le tracce ed i reperti post-comunicanti di un prodotto, di un evento, di uno spettacolo, di una idea, di una realtà temporale in cui è riconoscibile il volto dell’altra città, quella strappata e lacerata, la città “scartata”, che si auto-modifica nei passaggi del tempo (anche meteorologico), che si auto-rigenera e si auto-riproduce in elementi visivi nuovi, spesso contrastanti, dissonanti, disarmonici, ma sempre sorprendentemente vitali”.

COLORI DI UN'APOCALISSE - COLORS OF AN APOCALYPSE SHOW, 2015

LA TERRA DI ROBIN HOOD CONQUISTATA DA “THE GHOST BUS” (L’AUTOBUS FANTASMA). I MEDIA INGLESI: “EVENTO MEMORABILE”


Comunicato stampa a cura di ACT GROUP

Beeston, Nottingham, UK   

 

A Nottingham la “prima” mondiale del progetto che Roberto Alborghetti, Bartons PLC e ACT Group  hanno costruito attorno ad un veicolo-simbolo del trasporto inglese. Un’idea innovativa per trovare nuove espressioni all’arte visuale. 

 

FOTO: PAUL BOYD e ROBERTO ALBORGHETTI

E’ stata davvero una grande e sorprendente serata quella avvenuta a Nottingham (Regno Unito) lo scorso 27 marzo, per la “prima” mondiale dei cortometraggi “The Ghost Bus” (L’Autobus Fantasma), progetto creato e realizzato da Roberto Alborghetti con Bartons ed ACT Group. L’enorme garage Bartons a Chilwell, un tempo sede di una storica ed importante azienda inglese di trasporti, è stato trasformato in una sorta di set con tre distinti spazi che hanno ospitato un “evento memorabile”, come pubblicamente affermato  dalla signora Celia Clayton (Pin Sharp Marketing).

Molti artisti, fotografi, operatori dei media e bloggers hanno partecipato alla manifestazione considerata come una presentazione unica e speciale dei cortometraggi dedicati al vecchio “The Ghost Bus” attorno al quale Roberto Alborghetti, giornalista, scrittore e artista visuale, ha via via costruito un affascinante ed innovativo percorso. Simon Barton, titolare di Bartons PLC,  con James, Tom, Jeanie e Fiona, ha ricevuto gli ospiti presso la grande Galleria.

Marysia Zipser, fondatrice di  ACT Group, ha introdotto l’evento invitando il pubblico a muoversi e a sperimentare le diverse aree di Bartons PLC, dove è stato allestito un ambiente straordinario e magico con al centro il vecchio e storico veicolo, documentato anche in un bellissimo films in Kodachrome del 1959 che racconta la vacanza in Italia di una comitiva inglese. Un cinedocumentario unico e straordinario, che il regista professionista Bill Freeman ha recuperato e riproposto per l’evento.

Roberto Alborghetti ha raccontato come è nato e si è sviluppato il progetto e come da semplici “scatti” attorno alla “carcassa” deIla vecchia “corriera” dei Bartons egli sia riuscito a produrre una serie di suggestive e coinvolgenti immagini, poi confluite in due distinti  cortometraggi che, anche grazie ad una trascinante colonna sonora, hanno lasciato a boccaperta i numerosi ospiti invitati all’evento speciale.

L’anteprima di “The Ghost Bus” al Bartons Plc è stata veicolata da un gran numero di media, social network e bloggers. Ha fatto notizia il fatto che Roberto Alborghetti, “biografo di Papa Francesco” – come hanno scritto i giornali, riferendosi ai due libri pubblicati su Papa Bergoglio – sia stato conquistato da uno storico veicolo, considerato un emblema del trasporto pubblico del Regno Unito, leggendolo da un singolare ed innovativo punto di vista artistico. Le stesse televisioni e radio inglesi hanno dedicato interviste e spazio alla “prima” di “The Ghost Bus”. La giornalista e reporter Sharon Walia di Notts TV, ha guidato e coordinato un bellissimo documentario, mostrando come è avvenuto il processo creativo che ha portato alla produzione dei due short-films.

Impressionanti e oltremodo positivi i commenti di giornalisti e critici d’arte, come Simon Wilson (direttore di EG, The Nottingham Post), Christopher Frost (fotografo, giornalista, The Beestonian, Nottingham Daily Photo), Alison Emm (editor per lo stiloso LeftLion magazine), Emvan (Network Arti Visive dell’East Midlands), Richard Cook (curatore del Carnival of Monsters,  Festival Internazionale di Arte Contemporanea), Paul Boyd (fotografo e docente di educazione all’immagine), Robert Richardson ( scrittore e fotografo), Pam Miller (nota artista inglese). L’evento speciale ha visto la partecipazione della signora Anna Soubry, Ministro del Governo Inglese per la Sicurezza e Welfare, Membro del Parlamento Inglese,  che si è felicitata per l’evento, esprimendo calorosi commenti per l’originalità dei cortometraggi. Presente anche la signora Webb (della Webb Vehicle Collection di Suffolk, dove il vecchio autobus si trovava fino al 2012), di rappresentanti di enti e fondazioni artistici e culturali, operatori del mondo dell’’arte e gli studenti della University of Nottingham e della Nottingham Trent University.

Il grande interesse suscitato dal progetto è confermato dalle prossime “fermate” del “Ghost Bus”. Già si parla di un evento speciale presso lo storico Nottingham Heritage Centre di Ruddington, polo museale dedicato alla storia dei trasporti. Dagli USA sono giunti via web inviti a proporre i due cortometraggi al piu importante festival cinematografico americano dedicato al tema della mobilità e della strada, l’ “AutoMoto Film & Arts Festival” che si tiene a Detroit e a Monterey.

THE GHOST BUS (L’AUTOBUS FANTASMA): 
 *
VIDEOCLIP SULLA “PRIMA” DI THE GHOST BUS
 *
VIDEOCLIP: CI CREDI CHE QUEST’ARTE E’ SU UN VECCHIO AUTOBUS?

 

“CONTEMPLAZIONI E LACER/AZIONI”: TESTI DEL ‘500/’600, VISUALS, POLIFONIA, STREET ART, RECITAZIONE… SETTE MINUTI CHE ROMPONO GLI SCHEMI E LE BARRIERE…


***

Ventisette immagini (Lacer/azioni) di Roberto Alborghetti accompagnano altrettanti pensieri ed invocazioni di Tommaso da Olera o Tommaso da Bergamo (1563-1631).

Sono sette minuti di suggestioni e di emozioni che attualizzano, con il linguaggio del “realismo astratto” di Roberto Alborghetti, gli scritti del cuore di un cappuccino mistico e visionario vissuto oltre 450 anni fa, nel segno della rivoluzione di Francesco d’Assisi… Un videoclip che gioca a contaminare e a contaminarsi mescolando linguaggi ed espressioni diversi: gli scritti del Cinque-Seicento, i visuals cromatici, pagine di musica polifonica dal repertorio sacro di Claudio Monteverdi, atmosfera da street art, montaggio serrato e  la inconfondibile recitazione di Marco Minelli (Station manager di Radio Kiss Kiss), che dà corpo e voce, in modo coinvolgente, ai pensieri di Tommaso da Olera. Un video di grande forza narrativa ed innovativa, che ha visto la collaborazione del Centro Studi “Tommaso Acerbis” e di  Doriano Bendotti, Marco Daminelli e Marco Marcassoli, altri nomi che esprimono l’eccellenza della creatività nel campo della produzione multimediale.

Le “scene” create da Roberto Alborghetti non sono dipinti, e nemmeno elaborazioni grafiche digitali realizzate al computer, ma immagini assolutamente realistiche, catturate dalla realtà, come le altre 50.000 che egli ha raccolto in tutti questi anni nel corso della sua ricerca-indagine sui manifesti pubblicitari strappati e decomposti e sui “segni” e sulle “crepe” (cracks) degli ambienti urbani… “Contemplazioni e Lacer/azioni”: Scritti di ieri, Immagini di Oggi, un’Esperienza visuale proiettata nel Futuro…

http://robertoalborghetti.wordpress.com/

Contemplazioni e Lacer/azioni, Gli scritti di Tommaso da Olera (o da Bergamo), i "visuals" di Roberto Alborghetti, 2013

Contemplazioni e Lacer/azioni, Gli scritti di Tommaso da Olera (o da Bergamo), i “visuals” di Roberto Alborghetti, 2013

“CONTEMPLAZIONI E LACER/AZIONI”: SCRITTI DI IERI E “SEGNI” DI OGGI…DA VEDERE, LEGGERE E ASCOLTARE


 

Ventisette immagini (Lacer/azioni) di Roberto Alborghetti accompagnano altrettanti pensieri, invocazioni ed aforismi scritti da Tommaso da Olera (1563-1631). “Contemplazioni e Lacer/azioni” – questo il titolo del progetto multimediale, lanciato nella circostanza della Beatificazione del “Fratello del Tirolo”, come era chiamato Tommaso Acerbis – comprende una galleria virtuale (slideshow), un album da sfogliare ed un video, condivisi sui più importanti social networks (WordPress, Facebook, YouTube, Twitter, LinkedIn, Pinterest, Google+) con migliaia di visualizzazioni: solo sulla piattaforma di WordPress gli utenti hanno superato in questi giorni quota  centomila. 

E’ la vasta platea del web, alla quale sono proposti colori e suggestioni visuali che attualizzano, con il linguaggio del “realismo astratto” di Roberto Alborghetti, gli scritti del cuore di un fratello cappuccino mistico e visionario, contemplativo sulle strade d’Europa, grande comunicatore, vissuto oltre 450 anni fa nel segno della rivoluzione di Francesco d’Assisi…

Le composizioni visuali create da Roberto Alborghetti non riproducono dipinti, e nemmeno elaborazioni grafiche realizzate al computer, ma immagini assolutamente realistiche, catturate dalla realtà, come le altre 40.000 che egli ha raccolto in tutti questi anni lungo le strade nel corso della sua ricerca-indagine sui manifesti pubblicitari strappati e decomposti e sui “segni” e sulle “crepe” (cracks) degli ambienti urbani…

Il videoclip, con la recitazione dello speaker Marco Minelli, (Station manager di Radio Kiss Kiss) dalla voce inconfondibile, dà corpo e forza ai pensieri di Tommaso da Olera, proponendosi come un singolare spazio di riflessione e di meditazione diffuso attraverso la multimedialità ed i social networks. 

Scritti di ieri, Immagini di Oggi, un’Esperienza visuale proiettata nel Futuro. Questo è “Contemplazioni e Lacer/azioni”, che porta alla luce il messaggio di solidarietà lasciato lungo le strade d’Europa da un semplice pastore di pecore diventato ambasciatore di bene e di pace. Il Centro Studi “Tommaso Acerbis”, Doriano Bendotti,Marco Daminelli e Marco Marcassoli  hanno collaborato nella realizzazione del progetto.

LA SEZIONE SPECIALE SU WORDPRESS

CONTEMPLAZIONI E LACER/AZIONI AT WORDPRESS #!

***

GUARDA IL VIDEO: UN’ESPERIENZA VISUALE

CONTEMPLAZIONI E LACER/AZIONI Video su YouTube

***

SFOGLIA LE PAGINE DELL’ALBUM

CONTEMPLAZIONI E LACER/AZIONI at ISSUU

APRE A MERCATELLO SUL METAURO (PU) LA NUOVA “RACCOLTA D’ARTE CONTEMPORANEA PERMANENTE”: 158 OPERE DI ARTISTI ITALIANI ED INTERNAZIONALI


MERCATELLO SUL METAURO (PU), PALAZZO GASPARINI, SEDE DELLA NUOVA RACCOLTA D'ARTE CONTEMPORANEA PERMANENTE

MERCATELLO SUL METAURO (PU), PALAZZO GASPARINI, SEDE DELLA NUOVA RACCOLTA D’ARTE CONTEMPORANEA PERMANENTE

 Sabato 27 Aprile 2013, alle ore 10.30, presso il Palazzo Gasparini in Mercatello sul Metauro (PU) sarà inaugurata la nuova Raccolta d’ Arte Contemporanea Permanente che si affiancherà al Museo di San Francesco di Arte Antica che prossimamente sarà riaperta al pubblico dopo i lavori di ampliamento.

La raccolta comprende 158 opere di cui 32 opere scultoree e 126 dipinti di artisti affermati in campo nazionale ed internazionale provenienti da diverse regioni italiane e dall’estero.

L’iniziativa si deve all’entusiasmo, alla passione ed alla tenacia dell’artista scultore Pasquale Martini, che ha coinvolto nell’ambizioso e prestigioso progetto il sindaco di Mercatello sul Metauro, Giovanni Pistola, con l’Amministrazione Comunale, la Pro Loco e l’intera comunità, coinvolta in originali iniziative.

Le opere custodite nella “Raccolta” sono state generosamente donate dagli artisti. Il catalogo è stato interamente realizzato con il contributo della Banca dell’Adriatico, convinta sostenitrice della promozione culturale sul territorio marchigiano. I testi critici sono della prof.ssa Bonita Cleri e della prof.ssa Silvia Cupini, entrambe docenti di storia dell’arte dell’Università di Urbino.

La raccolta, come spiega la Prof. Cuppini nella presentazione del catalogo, è per Mercatello una iniziativa importante che tende a prolungare la sua vocazione di luogo d’arte verso una testimonianza viva del sentire contemporaneo. Ora, accanto al Museo d’Arte Antica – che riaprirà presto i battenti dopo i lavori di rifacimento – si aprono gli spazi della nuova “Raccolta di Arte Contemporanea”. Due centri di interesse artistico che rilanciano Mercatello sulla scena culturale delle Marche.    

  • Raccolta d’ Arte Contemporanea Permanente, Palazzo Gasparini, Piazza Garibaldi, Mercatello sul Metauro (Pesaro Urbino). Inaugurazione: sabato 27 aprile, ore 10,30.

***

GLI ARTISTI PRESENTI NELLA NUOVA

RACCOLTA D’ARTE CONTEMPORANEA PERMANENTE”

1   ALDO  ALBERTI                               

2   ROBERTO   ALBORGHETTI

3   LINO   ALVIANI                                

4   VITTORIO   AMADIO       

5   ALDO   AMBROSINI                 

6   SANTE   ARDUINI       

7   GESINE   ARPS           

8   ANTONINO   ATTINA’       

9   ORAZIO   BARBAGALLO                

10 MICAELA   BARBAROSSA                     

11 GABRIELLA   BARIONI   

12 GELINDO  BARON       

13 CLAUDIO   BARONI                         

14 DUILIO   BARTOLINI                       

15 GIOVANNI   BELUFFI                   

16 MICHELE  BENEDETTO                   

17 ROSETTA   BERARDI       

18 LUCIANO   BIANCHI                                                                                                                                                             

19 GIOVANNI   BLANDINO                             

20 MASSIMO  BOLLANI      

21 ANNA  BOSCHI

22 NICOLETTA BRACCIONI       

23 ALFREDO CALDIRON       

24 IGNAZIO   CAMPAGNA                    

25 MATTEO   CANNATA       

26 GABRIELLA  CAPODIFERRO           

27 GAETANO   CARBONI         

28 NINO   CASSANI                               

29 RICCARDO  CAVALLERI          

30 GIOVANNI  CERRI

31 MARINA CHIOCCHETTA        

32 SILVIA  CIBALDI        

33 PIERO   CICOLI                                 

34 ALFREDO CIFANI                

35 MASSIMO  CONCONI       

36 EMILIO  CORTI       

37 MARIO  COSTANTINI        

38 GIANCARLO COSTANZO

39 SILVIO   CRAIA             

40 ANTONIO   CREMONESE                  

41 SILVESTRO   CUTULI                      

42 PIER GIORGIO  D’ANGELO      

43 GAETANO   D’AURIA       

44 GIUSEPPE  D’ELIA         

45 CLOTILDE  DE  LISIO     

46 PIETRO   DE   PAOLIS       

47 ISA  DI  BATTISTA  GORINI              

48 LUCIANO  DI  BERNARDO

49 PASQUALE DI FABIO          

50 LUIGI  DI  FABRIZIO                         

51 PINO   DI  GENNARO                       

52 VINCENZO  DI  GIOSAFFATTE       

53 MARCELLO DIOTALLEVI      

54 CLAUDIO   ELLI        

55 MARCELLO   ERCOLE     

56 TERENZIO  EUSEBI

57 MARIA  TERESA  FATA                      

58 ANNY   FERRARIO                         

59 SALVATORE  FORNAROLA

60 FRANCO FOSSA           

61 VITTORE   FRATTINI       

62 MAURIZIA  FRULLI                        

63 RENATO   GALBUSERA                            

64 ALBERTO   GALLERATI      

65 FERRUCCIO   GARD

66 GIORDANO   GARUTI       

67 CARLA   GATTI                 

68 LUCIANO   GATTI       

69 MIRELLA   GEROSA                         

70 LUCIO   GIACINTUCCI                

71 FRANCO  GIULI                 

72 PAOLO   GOBBI               

73 CARLO   IACOMUCCI         

74 ANTONIO   IACOVETTI      

75 MARIA   IANNELLI                 

76 MANUELITA  IANNETTI       

77 FIORELLA   IORI         

78 GIOVANNI  LA  ROSA                             

79 ETTORE LE  DONNE

80 GIANCARLO  LEPORE

81 LUCA   LISCHETTI

82 SALVATORE LOVAGLIO

83 NANDO  LURASCHI                      

84 NICCOLO’  MANDELLI-CONTEGNI  

85 ADA   MARCHETTI          

86 ARNALDO   MARCOLINI       

87 MARISA   MARCONI

88 FRANCO MARROCCO        

89 GIUSEPPE   MARTINELLI                        

90 PASQUALE   MARTINI                      

91 EDOLO   MASCI                   

92 FULVIO   MASCIANGIOLI       

93 CLODOVEO   MASCIARELLI            

94 ALFREDO  MAZZOTTA                    

95 VITO   MELE                                    

96 VITO   MELOTTO                                

97 LESLIE  MEYER         

98 ANTONIO   MIANO       

99 CARMELO   MICALIZZI

100 KRISTINA   MILAKOVIC       

101 ADAMO   MODESTO                

102 EUGENIO   MOMBELLI 

103 VINCENZO MONTRONE        

104 MARCELLO   MORANDINI                  

105 ANGELA   MROSITZKI           

106 FRANCA   MUNAFO’

107 CIRILLO   MURER            

108 WALTER  NECCI            

109 ROBERTO   NEZZI        

110 FERDINANDO   PAGANI   

111 GABRIELA   PAGLIARI

112 MARIA  LETIZIA  PALAMA’

113 ALBANO  PAOLINELLI

114 GIUSEPPE   PAPAGNI                          

115 ANTONIO   PECCHINI                         

116 GIULIO   PERFETTI                        

117 GENNARO  PERONE

118 MASSIMINA   PESCE                            

119 PIERO  PIANGERELLI

120 OSCAR  PIATTELLA 

121 MASSIMO  PIAZZA                               

122 STEFANO  PIZZI 

123 GIANCARLO  POZZI  

124 ANTONIO  QUATTRINI                         

125 ORESTE   QUATTRINI                        

126 AUGUSTO   RANOCCHI           

127 M. LUISA   RITORNO                           

128 CESARE   RIVA                                   

129 MARIELLA   SADORIN           

130 VANNI   SALTARELLI

131 SALVATORE   SCELBA                        

132 FRANCO   SCIUSCO 

133 GABRIELE   SCIUSCO

134 SALVATORE   SEBASTE

135 ANNA  SECCIA

136 MARISA   SETTEMBRINI

137 STEFANO  SICHEL  

138 CHIARA   SILVA             

139 DANTE   SIMONE   

140 MARCELLO   SIMONETTA

141 MAURIZIO SIMONETTA                           

142 LUCIANO   TARASCO

143 GIOVANNI  TAVANI                             

144 CARMELO   TODOVERTO

145 ANTONIO TONELLI

146 GIUSEPPE   VERANI                          

147 VINICIO   VERZIERI                            

148 PETER   VON   BURG

149 BERND RUBEN WETTERAU                          

150 LUCA   ZAMPETTI   

151 MARCO   ZANZOTTERA                    

152 SALVATORE   ZAPPALA’             

153 ERALDO  ZECCHINI

154 ABEL ZELTMAN