“OGGI MI FACCIO UN GOAL!”: IL VIDEO-RAP DEGLI STUDENTI DELL’IC CASSANO-DE RENZIO (BITONTO, BA)


Dal libro “Oggi mi faccio un goal!” di Roberto Alborghetti, con i disegni di Eleonora Moretti (Edizioni I Quindici), gli studenti di Bitonto (Bari) eseguono il rap composto per la parte musicale dal docente Antonio Mancazzo. Una singolare esperienza ispirata dal contenuto del libro…#lasciatecigiocare #lasciatecisognare

Annunci

VIDEO SCONOSCIUTI 2017: ECCO LE SCUOLE PREMIATE NEGLI EVENTI DI OTTOBRE SULL’AMIATA


20161023_151400

Ecco l’elenco degli Istituti Scolastici premiati per Video Sconosciuti 2017 promossa da OSA Onlus. Come noto, la premiazione avrà luogo nelle giornate di Ottobre (20-21-22) a Piancastagnaio, nella splendida cornice del Monte Amiata (Siena).

  • “Montefeltro fermo immagine”
    IC Statale Raffaello Sanzio di Mercatino Conca (PU)

E’ immenso il patrimonio storico e naturalistico dell’Italia; spetta a noi conoscerlo a fondo, e difenderlo. Questo il messaggio del video realizzato dalle alunne e alunni della Prima B dell’IC R. Sanzio coordinati dal prof. Magi, che hanno scelto le belle colline del Montefeltro come esempio di bellezza quasi dimenticata, -che sia la fortuna di questi posti? verrebbe da chiedersi-, montando una slide-show accurata ed evocatrice.

  • “Dall’Amiata a Minamata. La parabola del mercurio”
    IC Bovino-Panni-Castelluccio (FG)

Muovendo i passi dalla Miniera del Siele sull’Amiata, i ragazzi e le ragazze della Terza C di Panni, con la prof.ssa Russo, realizzano un ottimo documentario sugli effetti del metallo Mercurio sull’ambiente e sugli esseri umani. Il video mescola i materiali video girati a scuola con fotografie, grafici, animazioni, ben utilizzando i vari linguaggi espressivi, ed è coraggiosa la scelta dell’argomento ecologico, abbinando il monte Amiata passato e presente, a Minamata in Giappone, sede di un gravissimo disastro ambientale causato da un’industria.

  • “La via del rifugio”
    IC Varallo Pombia – SS 1°grado Don Giuseppe Rossi (NO)

Il video prodotto dalla Terza A di Varallo Pombia, con la prof.ssa Storoni, riflette il bel lavoro compiuto su Guido Gozzano, e rielabora la sua poesia, provando a dare una faccia alle parole, a tradurre i versi in immagini. Belle riprese e montaggio tra le parti di fiction, le fotografie di repertorio, e i notevoli “effetti speciali”, che dimostrano le ottime competenze audiovisive acquisite dalle alunne e dagli alunni.

  • “Il fiume Lete”
    SS 1° grado G. Vitale di Pedimonte Matese (CE)

Interessante cortometraggio documentario sul fiume Lete, quello realizzato dal prof. Masullo con le alunne e alunni della Seconda C, che nel tempo breve di una “pillola informativa”, descrive il percorso delle acque del Lete, la sua fauna, il suo sfruttamento idroelettrico e l’industria dell’acqua in bottiglia.

  • “Parco termale”
    IPIA Bartolo Longo di Pompei (NA)

Il prof. Fienga con l’aiuto dei ragazzi e ragazze delle Quinte, realizza uno spot promozionale di un parco termale, utilizzando materiale video e fotografico, e montando come colonna sonora alcune note canzoni italiane.

  • “Santuario di Maria S.S. Incoronata”
    1° Circolo Didattico di Scafati (SA)

Interessante video-documentario raccontato dai bambini e bambine del 1° Circolo di Scafati, che illustrano la storia e la cultura del Santuario di Maria S.S. Incoronata, e che viene corredato da immagini di festa popolare che sottolineano il legame con la tradizione e con il territorio.

  • “Da sconosciuti a nuovi amici”
    Liceo Ariosto di Ferrara

Dopo uno scambio culturale con un Liceo di Berlino, la prof.ssa Mestieri con le ragazze e i ragazzi della Terza W del Liceo Ariosto di Ferrara riflettono sulle lingue e sulle culture differenti che rappresentano l’Europa: l’incontro tra modi di vivere e comunicare diversi crea sempre interesse, e offre spunti per confrontarsi e aprirsi la mente. Ottime riprese per le interviste e ottimo il montaggio delle immagini dell’esperienza in Germania.

  • “A voi giovani”
    ITTS Galileo Ferraris di Molfetta (BA)

Da una lettera del 1919 di Gaetano Salvemini, le prof.sse Scava e Salvemini con i ragazzi e le ragazze delle classi Quinte dell’ITTS Ferraris traggono messaggi attuali e importanti, che traducono in video con suggestive scene di fiction “dell’epoca” alternate a belle riprese che mostrano il presente, che dovrebbe fare tesoro delle idee delle più feconde menti del passato.

  • “Molfetta nostra”
    ITTS Galileo ferraris di Molfetta (BA)

Molfetta, il suo mare e i suoi pescatori, e la sua storia millenaria, un grande patrimonio culturale ottimamente filmato e illustrato dai ragazzi e ragazze della Prima AE dell’ITTS Ferraris, è il soggetto del bel cortometraggio documentario che informa e invita a conoscere, e difendere, questa bellissima terra.

  • “#StopCyberRazzismo”
    IIS Claudio Varalli di Milano

La Quinta DT dell’Istituto Varalli di Milano, coordinata da ALA Milano Onlus, progetta e realizza un eccellente spot di informazione e di denuncia del razzismo nei mezzi di comunicazione; ottime le inquadrature e il montaggio dei ragazzi e ragazze, che ci spronano a prendere coscienza della pericolosità del razzismo sui social network e in tv, e chiedono di non restare indifferenti, ma agire e combattere questo sentimento odioso e anacronistico.

  • “LacerAzioni – Creazioni”
    Scuola Materna Arcobaleno di Aprilia (LT)

I colori, sempre al centro del lavoro di Patrizia Sapri, i colori che esprimono pensieri e emozioni, i colori che ci colpiscono gli occhi e ci risvegliano, i colori che sono di tutti e ci vivono dentro: la bella slide show documenta la creazione e realizzazione di piccole coloratissime e preziose opere d’arte da parte degli allievi e allieve della Scuola Materna Arcobaleno di Aprilia.

*

Tutte le scuole selezionate per il Concorso Penne Sconosciute e Video Sconosciuti avranno la possibilità di partecipare – su prenotazione – alle suddette iniziative: viste guidate alla Miniera del Siele, alle centrali geotermiche, alla Rriserva Naturale del Pigelleto, ad Aziende Agroalimentari, il frantoio Vabro, oltre naturalmente alle Contrade del Palio e la Rocca Aldobrandesca di Piancastagnaio – presso Agenzia Re Ratchis – 0577 775200 – info@reviaggi.com

Alle scuole partecipanti sarà rilasciato attestato di partecipazione con motivazione della Giuria, calendario personalizzato, albero da mettere a dimora, gadget degli sponsor ed una copia de LAMIAGENDA 2017/2018, che contiene la pagina personalizzata di Osa Onlus.

Per informazioni:

Nicola Cirocco – 3284740282

cironic@alice.it   –  tel. 0577.784049  – info@emerotecapiancastagnaio.it – www.emerotecapiancastagnaio.it

20170519_213614

20170519_213422

 

 

TUTTO PRONTO AL VILLAGGIO CAMPING VOLTONCINO PER IL #LIBROFONINO DAY. GRANDE GARA A COLPI DI QUIZ


20170726_154226_resized - Copia

Tutto pronto al Villaggio Camping Voltoncino di Albinia di Orbetello, sull’Argentario (Toscana) dove lunedi 31 luglio andrà in scena il Librofonino Day, con una battaglia a colpi di quiz e, in serata, la presentazione del libro “Pronto? Sono il librofonino” e una cena maremmana obbligatoriamente senza cellulare.  Saranno questi i momenti-clou dell’ evento di domani, presso il Villaggio Camping Voltoncino, ad Albinia di Orbetello (GR), nell’incantevole scenario dell’Argentario.

“Tutti in gioco con il “librofonino” è il motivo conduttore che si snoderà attorno al libro di Roberto Alborghetti, “Pronto? Sono il librofonino”, edito da I Quindici, dove “un cellulare racconta storie di smombies, smartphones e cyberbulli”.
Già presentata nei mesi scorsi, con grande risposta del pubblico, in oltre sessanta incontri in giro per le scuole d’Italia, la pubblicazione sarà ora proposta nel contesto di una “giornata al mare”, dove spicca l’evento di una vera e propria gara di lettura, a suon di quiz. Ecco il programma:
Ore 15,30 : Librofonino Game, 1° campionato nazionale sul libro “Pronto? Sono il librofonino” riservato a ragazze e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado. La partecipazione è gratuita, con premi messi a disposizione da “I Quindici”.
Ore 18.00 : Telefonini & Tecnologia: Ma siamo tutti smombies? L’uso del cellulare tra comodità e dipendenza. Incontro con Roberto Alborghetti, autore. Parteciperanno: Eleonora Moretti, Illustratrice; Roberta Capitini, Dirigente scolastico I.C. Albinia; Lea Bigiorini, Insegnante, Albinia; Don Antonio Scolesi, Parroco di Albinia; Nicola Cirocco, Associazione Culturale OSA Onlus. Sarà presente TV9.
Al termine:Cena Maremmana, con l’obbligo di non usare, per un paio di ore, il cellulare. I commensali saranno invitati a “lasciare a casa” il telefonino o a spegnerlo. Insomma, una serata detox per quanto riguarda suoneria e onde elettromagnetiche.
Il libro “Pronto? Sono il librofonono” è intanto già disponibile presso il negozio-spaccio da Katia presso il Camping Voltoncino di Albinia di Orbetello. La manifestazione è promossa da Camping Voltoncino, Osa Onlus, Parrocchia Maria SS. delle Grazie, I Quindici. Le iniziative sono aperte a tutti. Il Camping Voltoncino si trova sulla Strada Statale Aurelia 199.

Featured Image -- 16131

NEL MAGICO EMPORIO DI MARCELLINA, SUL MONTE AMIATA, ANCHE “LAMIAGENDA” E IL “LIBROFONINO”


 

Foto: ROBERTO ALBORGHETTI

Li trovate anche da Marcellina e nel suo “magico emporio“. Sono lì, che vi aspettano, colorati e ben riconoscibili, nella grande parata di oggetti e cose che potete scorgere nel suo negozio ad Abbadia San Salvatore, sul Monte Amiata, in provincia di Siena.

Marcellina Pinzuti è infatti entrata nel novero degli amici de “LamiAgenda” e di “Pronto? Sono il librofonino”. Trovate le due pubblicazioni bene in vista nella sua incredibile bottega, tra tanti altri libri antichi e recenti. E lei vi aspetta, per proporli e mostrarli. E’ un po’ la distributrice in esclusiva dell’Amiata, dove tra l’altro i due testi saranno presentati anche nella prossima edizione di “Penne e Video Sconosciuti” promossa da Osa Onlus (dal 20 al 23 ottobre, a Piancastagnaio).

Ma chi è Marcellina? Per il territorio amiatino, è un personaggio.  Che cosa fa Marcellina? Gestisce un negozio, Pinzi Pinzuti, sulla via Cavour, ad Abbadia San Salvatore, località con un suggestivo centro storico medioevale. Ma dire “negozio” è riduttivo. E’ un vero e proprio emporio della creatività, della fantasia, dove si trova di tutto, dove è esposto di tutto, in maniera allegramente confusa, ma tutto alla portata di mano, secondo una sapiente logica che solo Marcellina conosce.

Marcellina Pinzi Pinzuti è la grande animatrice di questo luogo affascinante, dove si può viaggiare a ritroso nel tempo, alla ricerca di un vecchio oggetto, di un soprammobile, di un giocattolo di latta, di un libro antico, di una stoffa, di una teiera, di un piatto di ceramica, di calendari datati, di cibi e alimenti prodotti in loco, come i vini dell’Azienda Agricola Biologica  Pinzi Pinzuti. Sì, un antro magico, aperto fino a tardi, e le cui luci si spandono all’esterno, come a richiamare i frettolosi passanti.

Dunque, benvenuti in un mondo che, forse, pensavamo non esistesse più, perché se ne era andato con l’avvento della tecnologia. Ecco, da Marcellina, si recupera il valore magico delle cose. E’ una…cosa non da poco, in questi tempi che vanno veloci e sembrano trascinare via tutto, anche il senso degli oggetti, il sapore della memoria. Non per niente, ecco la sua sensibilità per “LamiAgenda 2017/18”, il diario scolastico tutto nuovo, e per il “Librofonino”, la divertente storia che fa pensare e riflettere su come i cellulari ci stanno cambiando.

r.a.

 

LAMIAGENDA

Sempre più scuole e classi stanno adottando LamiAgenda, il diario scolastico tutto nuovo, ma anche un diario scolastico davvero speciale. Unanimi gli apprezzamenti per il contenuto innovativo e per l’altissima qualità: il diario è rilegato, non incollato; è stampato in carattere EasyReading, “font” ad alta leggibilità, che annulla anche le difficoltà di lettura in soggetti dislessici; la copertina è di tipo olandese, che non si rovina solo dopo poche settimane. E poi, ha un costo davvero competitivo nel rapporto qualità-prezzo.

LamiAgenda sta conquistando  anche per il contenuto, dedicato ai temi della navigazione sicura in rete. Tra l’altro, gli istituti scolastici hanno personalizzato il diario, con una serie di pagine che illustrano attività, programmi e progetti didattici.

Per info: Paolo Sandini, sandinipaolo@gmail.com

OSA ONLUS (PENNE E VIDEO SCONOSCIUTI): NICOLA CIROCCO PASSA IL TESTIMONE A LAURO SERIACOPI


20161021_151736_resized

Nicola Cirocco, durante la scorsa edizione di Penne e Video Sconosciuti, insieme alla docente Maria Rita Cappelletti e Roberto Alborghetti.

 

Come preannunciato nello scorso autunno, il prof. Nicola Cirocco, fondatore di OSA Onlus e di “Penne e Video Sconosciuti” ha lasciato l’incarico dopo 25 anni e tantissime iniziative. Non dice addio ad OSA, ma resta Vice Presidente, assicurando la sua vicinanza a tutte le attività associative, compresa la gara dei giornali e dei video scolastici. Interpretando il pensiero di tanti docenti e scolaresche, Okay! rivolge a Nicola un pensiero di gratitudine, per quanto egli ha fatto e portato avanti a favore della scuola e a servizio del territorio amiatino. Il testimone della presidenza passa al prof. Lauro Seriacopi, laureato in filosofia, autore di saggi e pubblicazioni, che raccoglie così il compito di continuare ad aggregare quanti, fuori e dentro la scuola, hanno interesse  e sensibilità per le attività culturali, educative e sociali.
L’assemblea di soci OSA ha deliberato anche i componenti del nuovo Consiglio Direttivo, formato da Baccheschi Mariella, Bisconti Annamaria, Flori Fiorella, Magini Enzo, Mantengoli Patrizia e Sani Giuseppe.
E’ stata deliberata anche l’ubicazione della sede legale dell’associazione che dal 01 Febbraio 2017 è in via U. Bassi, 8 53021 Abbadia San Salvatore (SI) –  (Telefono  0577 778471 – 338.1437831 – 328.4740282 – Email osaonlus@virgilio.it – http://www.osaonlus.it).

 

 

FIRENZE: “NESSUNO RESTI INDIETRO” AL CENTRO INTERNAZIONALE STUDENTI “G.LA PIRA” (3 FEBBRAIO 2017, ORE 17)


nessuno-resti-indietro-firenze-3-2-2017

Guest Writer: STEFANO ALBERTI

Un libro per parlare di dignità del lavoro ed inclusione sociale, temi che sono sempre, più che mai, di stretta attualità. Venerdi 3 Febbraio 2017, alle ore 17, presso il Centro Internazionale Studenti “G.La Pira”, Sala Teatina,via dei Pescioni 3, a Firenze, avrà luogo la presentazione di “Nessuno resti indietro / Papa Francesco, la dignità del lavoro e l’inclusione sociale”di Roberto Alborghetti, Editrice Velar. Con l’Autore interverranno: Sen. Prof. Luigi Berlinguer, già Ministro dell’Istruzione,Università e Ricerca; Don Paolo Tarchi, già Direttore Ufficio problemi sociali e del lavoro della Cei; Prof. Fabio Di Palma, Istituto Universitario Sophia; Prof. Nicola Cirocco, Past president Osa Onlus. L’incontro è promosso dal Centro Internazionale Studenti “G.La Pira”, Osa Onlus e Opera per la Gioventù “G. La Pira”.
L’iniziativa vuole essere un’opportunità di riflettere sulle tematiche della pace, della giustizia sociale, della solidarietà e dell’educazione al senso civico così come suggerito dalle pagine di “Nessuno resti indietro” e dal messaggio di Papa Francesco. Già ristampato, edito anche in una speciale versione per ANMIL e accolto da grande attenzione da parte del pubblico e dagli opinion leaders, “Nessuno resti indietro” presenta Papa Francesco e la sua sensibilità per i temi della dignità del lavoro, dell’inclusione sociale e della solidarietà, offrendo una documentazione inedita su fatti ed esperienze vissute dal futuro Papa nel difficile contesto storico e sociale dell’Argentina.
“Un libro affascinante, che ci permette di capire perchè Papa Francesco fa e dice determinate cose“: queste le parole dell’ex premier sen. Giuliano Amato, giudice alla Corte Costituzionale, intervenendo ad un incontro di presentazione ad Albinia, promosso da Osa Onlus la scorsa estate. “Un testo che tutta la classe dirigente dovrebbe leggere”: così ha affermato l’avv. Vincenzo Massara, vice presidente nazionale di MCL. E il leader della Cisl Puglia, Giuseppe Boccuzzi, ha pubblicamente consigliato la lettura di “questo libro meraviglioso,per dedicarlo a chi non può partire in vacanza o a chi non ha mai avuto un lavoro o lo ha perso e non lo trova. Una lettura che ci sproni a pensare ed agire affinchè Nessuno resti indietro, come dice il Santo Padre”. La giornalista e scrittrice Marina Lomunno, sempre attenta al “sociale”, ha scritto sul settimanale di Torino (“La Voce del Popolo”) che il libro offre una “efficace sintesi della visione di Papa Francesco sui temi del lavoro”.
Le pagine di “Nessuno resti indietro” ci portano dentro gli anni e le esperienze pastorali che Jorge Mario Bergoglio ha vissuto nella Buenos Aires del lavoro-schiavo, dei laboratori clandestini, della tratta delle persone, dello sfruttamento dei minori, della disoccupazione, del lavoro nero, nel “tritacarne” dell’economia speculativa. Tra quelle vicende – scrive Alborghetti – “ho trovato la risposta all’interrogativo perché questo Papa insiste coerentemente sulla necessità di “un nuovo ‘umanesimo del
lavoro’, dove l’uomo, e non il profitto, sia al centro; dove l’economia serva l’uomo e non si serva dell’uomo”, dove i tanti giovani che non lavorano sono “i nuovi esclusi del nostro tempo”, “vengono privati della loro dignità”, mentre “la giustizia umana chiede l’accesso al lavoro per tutti” (16 gennaio 2016, Incontro con MCL, Movimento Cristiano Lavoratori).
Nella sofferenza condivisa per tanti episodi di ingiustizia e di esclusione sociali – il libro, ad esempio, ricostruisce le vicende della strage ferroviaria dell’Once e del massacro di quasi 200 giovani nella discoteca Cromañón , delle vittime del lavoro schiavo e della criminalità collegata al racket delle persone e allo sfruttamento minorile in circa 3.000 fabbriche tessili abusive – nasce, si muove e si eleva il grido del “Nessuno resti indietro” dell’arcivescovo Bergoglio, e del modello di un nuovo ordine sociale ed economico, che – come si scrive nel libro – è definibile con il termine “Francisnomics”.

NESSUNO RESTI INDIETRO: PROSSIMA PRESENTAZIONE NELLA 18a EDIZIONE DI “PENNE E VIDEO SCONOSCIUTI” (MONTE AMIATA, PIANCASTAGNAIO) IL 22 OTTOBRE


“Nessuno resti indietro” verrà presentato anche nell’ambito della XVIII edizione di “Penne e Video Sconosciuti”, la grande festa del giornalismo e della comunicazione a scuola promossa da Osa Onlus, evento annuale che coinvolge il territorio dell’Amiata. L’incontro si terrà sabato 22 ottobre 2016, alle ore 18, presso il Teatro Comunale di Piancastagnaio (Siena) con la partecipazione dell’autore, Roberto Alborghetti, del Sindaco di Piancastagnaio, Luigi Vagaggini, di D. Carlo Prezzolini della Diocesi di  Diocesi di Pitigliano, di Nicola Cirocco, Presidente Osa Onlus. L’ iniziativa  ha il patrocinio del Comune di Piancastagnaio e la collaborazione delle parrocchie di Piancastagnaio e Saragiolo ( Diocesi  Pitigliano-Sovana-Orbetello e Grosseto).

nessuno-resti-indietro-banner