PRIMI IN SICUREZZA 2017: IMMAGINI DI UNA PREMIAZIONE DA RECORD PER UNA EDIZIONE RECORD


Venerdì 26 maggio, nella prestigiosa cornice della Nuova Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei deputati a Roma (in Via di Campo Marzio n. 74) si è svolta la Cerimonia di Premiazione di Primi in Sicurezza, “campagna” per le scuole promossa dall’ANMIL (Associazione fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) e dal mensile “Okay!”, sul tema della prevenzione degli infortuni sul lavoro.

L’iniziativa – che negli anni ha visto la partecipazione di oltre 4.000 Istituti scolastici e 1.300.000 studenti di tutto il territorio nazionale, e mette tutti in competizione alla pari, dalle scuole d’infanzia a quelle secondarie di secondo grado, prevedendo la selezione dei lavori solo per categorie – ha avuto quest’anno una partecipazione da record e l’entusiasmo ha portato a Roma  da tutta Italia oltre 400 studenti.

La premiazione dei 24 Istituti vincitori ha visto, oltre alla presenza del Presidente ANMIL Franco Bettoni, e del Direttore della rivista OKAY!, Roberto Alborghetti, gli interventi del Presidente della Commissione Lavoro della Camera, On. Cesare Damiano; del Presidente del CIV INAIL, Francesco Rampi; del Presidente dell’INAIL, Massimo De Felice; del responsabile dei servizi statistici ANMIL Franco D’Amico; dell’esperto in Comunicazione sociale e docente de La Sapienza di Roma, Marco Stancati. Presenti anche la cantautrice Mariella Nava, che ha donato all’ANMIL la canzone per le vittime del lavoro “Stasera torno prima”; il rapper Skuba Libre (finalista di “Italia’s Got Talent”) che ha scritto per l’ANMIL il brano “Qualcosa cambierà” e Marco Martinelli (finalista di “Forte, forte forte” e conduttore del programma di RAI Scuola “Memex: la scienza raccontata dai protagonisti”).

“Quindici anni in continua crescita su un argomento non certo facile dimostrano che questo Concorso punta su temi e valori che gli stessi insegnanti riconoscono come fondamentali nella crescita degli studenti e che servono a prepararli ad affrontare responsabilmente la vita”, ha dichiara il Direttore della rivista Okay! Roberto Alborghetti, che ha tra l’altro presentato il suo testo “Pronto?Sono il librofonino”, sul tema della sicurezza in rete e dell’abuso degli smartphones.

Quanto all’importanza del tema e delle sue ricadute sulla quotidianità bastano i numeri sia degli infortuni ai giovani lavoratori all’indomani del termine degli studi sia della sicurezza degli ambienti scolastici per i ragazzi. Per dare qualche numero basti pensare che ogni anno, in Italia, sono circa 6.200 gli infortuni che colpiscono lavoratori minori (15 -17 anni); di questi 3.900 sono maschi (pari al 63% del totale) e 2.300 femmine (37% del totale). Ma si tratta solo dei dati ufficiali perché in queste fasce di età vi sono diffuse situazioni di lavoro nero che emergono solo con le attività di controllo. Quanto agli ambienti scolastici, nel 2015 sono stati circa 77.000 gli infortuni occorsi a studenti: per il 57% (44.000 casi) si tratta di maschi e per il 43% di femmine (33.000 casi).

“Per questo come Associazione che da oltre 70 anni si occupa di assistere e tutelare le vittime del lavoro a partire dai nostri 400.000 iscritti – ha aggiunto il Presidente nazionale ANMIL, Franco Bettoni – puntiamo a stimolare l’entusiasmo dei giovani affinché, domani, diventino lavoratori o imprenditori responsabili che mettano la prevenzione tra i valori intangibili e, con tutti i partecipanti al Concorso sappiamo di avere nuovi alleati in questa lotta ed è su di loro che punteremo per proseguire la nostra campagna per la prevenzione degli infortuni”.

Grande ed entusiastica la partecipazione delle rappresentanze scolastiche, che hanno ricevuto in dono i bellissimi e tecnologici premi dell’ANMIL. Ora, l’arrivederci è alla prossima edizione. E tra i sogni, c’è anche quello – ha detto Franco Bettoni – di organizzare una mostra itinerante con i lavori pervenuti negli anni dalle scuole.

 

 

Annunci

PRIMI IN SICUREZZA: LA 15a EDIZIONE DELLA GRANDE INIZIATIVA DI ANMIL ED OKAY! CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO


Carta_Layout 1

ANMIL e “OKAY!” (la prima rivista, oggi online, che si rivolge al mondo della scuola, coinvolgendo docenti, alunni, educatori e famiglie, con un blog che supera i 390.000 utenti unici) lanciano la XV edizione di “Primi in sicurezza” , la grande iniziativa che invita a cimentarsi sul tema della sicurezza e della prevenzione degli infortuni sul lavoro.
L’iniziativa che negli anni ha visto la partecipazione di oltre 4.000 istituti e 1.300.000 studenti di tutto il territorio nazionale, dalle scuole d’infanzia a quelle secondarie, si è fregiata anche del coinvolgimento di illustri personaggi che hanno preso parte alla cerimonia di premiazione svoltasi, nelle ultime due edizioni, nella prestigiosa sede Parlamentare della Nuova Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei deputati, tra i quali meritano di essere segnalati: il Presidente della Commissione Lavoro al Senato, Sen. Maurizio Sacconi; il Segretario di Presidenza del Senato e Componente della Commissione straordinaria tutela e promozione diritti umani, Sen. Silvana Amati; la Componente della Commissione lavoro nonché della Commissione Infortuni e morti sul lavoro, Sen. Annamaria Parente; il presentatore televisivo Giovanni Muciaccia; la cantautrice Mariella Nava che ha donato all’ANMIL la canzone per le vittime del lavoro “Stasera torno prima” e l’artista rapper Skuba Libre (finalista di Italia’s Got Talent) che ha scritto per l’ANMIL il brano “Qualcosa cambierà”.
Il titolo dell’edizione di quest’anno è “Lavoro: Vai sul sicuro!” e vi potranno partecipare le scuole di ogni ordine e grado (scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di 1° e 2° grado) con lavori collettivi, di classe o individuali, proponendo con la massima libertà espressiva disegni, video, lavori, ricerche ed elaborati di ogni genere.
Le categorie di partecipazione al Concorso per l’assegnazione dei Premi finali – consistenti in ausili didattici, utili e di ultima generazione, ad uso delle classi/scuole vincitrici – faranno riferimento a 4 percorsi espressivi:

A – CATEGORIA “GRAFICA E DISEGNI”;

B – CATEGORIA “TESTI E RICERCHE”;

C – CATEGORIA “VIDEO E WEB”;

D – CATEGORIA “RAP”.

Il termine per la presentazione dei lavori è il 31 MARZO 2017 e la premiazione si svolgerà a Roma, entro la fine dell’anno scolastico 2016/2017, mentre la comunicazione dei vincitori avverrà con pubblicazione degli esiti della Commissione giudicatrice (composta da esperti del settore) entro il 15 MAGGIO 2017, sui siti di ANMIL e “OKAY!” dove è possibile reperire ulteriori informazioni, il Bando e la Scheda di partecipazione.
“Il valore della prevenzione non può essere sottovalutato – dichiara il Presidente dell’ANMIL Franco Bettoni insieme al Direttore della rivista OKAY! Roberto Alborghetti – ed è tra i banchi di scuola, quando inizia la più grande formazione, che si deve far comprendere quanto sia importante, soprattutto per evitare di farne le spese sulla propria pelle”.

scuola-ic-cassano-de-renzio-bitonto-ba-1

AL TRAGUARDO IL “TOUR ANMIL” PER LA SICUREZZA SUL LAVORO DOPO TAPPE IN TUTTA ITALIA


Tour ANMIL Taranto (640x640) Tour ANMIL Torino (640x640)

Sta per giungere a termine il viaggio del “Tour per la sicurezza sul lavoro”, la straordinaria campagna di sensibilizzazione promossa dall’ANMIL per diffondere il tema della prevenzione degli infortuni sul lavoro Patrocinata dal Senato della Repubblica, dall’ANCI, dalla RAI e dall’ANSA che insieme alla TGR RAI è stata anche Media Partner dell’iniziativa.

Partito da Monfalcone (GO) lo scorso 28 aprile, questo viaggio ha visto il Presidente della Fondazione ANMIL “Sosteniamoli subito” Bruno Galvani – paraplegico dall’età di 17 anni per un grave infortunio sul lavoro – attraversare l’Italia per circa 4.000 km, di cui oltre 2.000 sono stati affrontati su una speciale sedia a rotelle motorizzata, avendo al seguito un camper ed un pulmino all’interno dei quali ha viaggiato il team che ha fatto le riprese del Tour per il docufilm che verrà realizzato prossimamente.

In questa sorta di pellegrinaggio laico di 51 giorni – durante il quale sono stati toccati 40 Comuni scelti per essere stati scenario di alcuni tra i più gravi incidenti sul lavoro o per aver provocato malattie professionali o disastri ambientali – oltre al supporto delle sedi ANMIL presenti su tutto il territorio che hanno organizzato, in ogni tappa, eventi e iniziative in collaborazione con le amministrazioni comunali, con le scuole e con le aziende territoriali, è stata davvero preziosa la collaborazione delle Prefetture e delle Questure locali dedicando agenti che hanno garantito la sicurezza e l’individuazione del miglior percorso al Tour.

Aldilà dell’accoglienza entusiastica che l’iniziativa ha ottenuto in ogni tappa, in questo viaggio meritano di essere segnalati alcuni numeri:

  • 51 giorni di viaggio;
  • 40 città d’Italia sono state tappa del Tour che invece ha attraversato quasi 1.000 comuni;
  • 370 sono stati i chilometri percorsi dal Presidente Galvani sulla sedia a rotelle motorizzata durante le tappe;
  • oltre 35.000 cittadini hanno partecipato alle manifestazioni organizzate per il Tour;
  • circa 7.000 studenti a partire dai 7 anni di 18 Istituti scolastici hanno incontrato il Tour e realizzato videomessaggi di sostegno;
  • più di 300 volontari ANMIL delle sedi territoriali si sono attivati per organizzare le manifestazioni legate al Tour;
  • 3 concerti dedicati al tema: a Piacenza, a Taranto e a Cagliari;
  • 37 strutture alberghiere hanno ospitato il Tour;
  • quasi 300 ore di riprese e più di 150 ore di montaggio per circa 100 videoclip pubblicati sui social.

 

Per la tappa conclusiva a Roma, venerdì 17 giugno, il tour concluderà il suo viaggio presso la Direzione generale dell’ANMIL, in Via Adolfo Ravà 124, dove arriverà scortato dalla Polizia Municipale intorno alle ore 11.00.

“Questo viaggio ci ha consentito di incontrare migliaia di cittadini e rappresentanti delle istituzioni – spiega il Presidente nazionale ANMIL Franco Bettoni – e, più di tutto è emersa la capacità, del nostro paese, di reagire a grandi tragedie legate al lavoro, e tutti i Comuni coinvolti nel Tour sono diventati i primi sostenitori della cultura della prevenzione sui luoghi di lavoro, nonostante la crisi che ancora riguarda la nostra economia ripercuotendosi su quelle garanzie e su quei valori fondamentali a cui il nostro paese dovrebbe mirare senza compromessi e indugi di sorta”.

“Per lasciare una traccia indelebile di questo viaggio straordinario in cui ha fortemente creduto, da subito, il Produttore cinematografico della Tetramax Movie, Fabrizio Borni – commenta Bruno Galvani protagonista del Tour – sottolineo il nostro ringraziamento a lui e al regista Luigi Pastore che dal primo giorno hanno voluto affiancarmi in questo viaggio inteso e faticoso che speriamo di far conoscere attraverso la realizzazione di un docu-film, intitolato come l’omonima canzone scritta per il Tour dal rapper Skuba Libre dedicata a questa “campagna” per la prevenzione degli infortuni, Qualcosa Cambierà”.

Un supporto di fondamentale importanza è arrivato anche dai Partner del Tour quali: Silicondev S.p.a., che ha curato la progettazione e la realizzazione del sito dedicato e di tutti i social (Twitter, Facebook e Instagram) e ha realizzato appositamente per il Presidente Galvani che sarà il primo a testarlo “AbiLeo”, un apparecchio dotato di hardware e software che gli consentirà, durante tutta la durata dell’iniziativa, di interagire con persone, web e social; Sunrise Medical S.r.l. che ha messo a disposizione la sedia a rotelle superleggera a cui è stato abbinato il propulsore elettronico e tutti i ricambi necessari per la percorrenza dei Km in carrozzina.

 

PRIMI IN SICUREZZA: IL VIDEOCLIP SULLA 13a EDIZIONE DELLA “CAMPAGNA” DI ANMIL ED OKAY!


*

Primo piano su alcuni dei 700 lavori pervenuti alla XIII edizione della “campagna” nazionale promossa da ANMIL e dal periodico OKAY!, la prima ed unica iniziativa europea che fa prevenzione a scuola sul tema degli incidenti sul lavoro.Come noto, la premiazione si è svolta giovedi 4 giugno a Roma presso la Camera dei Deputati-Nuova Aula Gruppi Parlamentari.  

*

Link: Cronaca ed immagini premiazione:

https://okayscuola.wordpress.com/2015/06/05/primi-in-sicurezza-2015-300-studenti-alla-premiazione-a-roma-presso-la-camera-dei-deputati-ospite-a-sorpresa-il-rapper-skuba-libre/

1 DSCN1808

PRIMI IN SICUREZZA 2015: 300 STUDENTI ALLA PREMIAZIONE A ROMA PRESSO LA CAMERA DEI DEPUTATI… OSPITE A SORPRESA IL RAPPER SKUBA LIBRE


Oltre 300 tra studenti e docenti hanno partecipato ieri, 4 giugno 2015, alla cerimonia di premiazione della XIII edizione di “Primi in Sicurezza”, l’iniziativa di ANMIL ed OKAY! dedicata alla prevenzione degli infortuni sul lavoro. Per la prima volta, la premiazione si è svolta nella prestigiosa sede della Camera dei Deputati, nella Nuova Aula dei Gruppi Parlamentari. E’ stata una bellissima esperienza per tanti studenti provenienti da varie parti d’Italia. Ed anche una straordinaria opportunità di portare Primi in Sicurezza all’attenzione delle istituzioni, i cui rappresentanti hanno recato anche il proprio saluto a studenti e docenti.

Insieme a Franco Bettoni, presidente nazionale ANMIL e a Roberto Alborghetti, direttore di OKAY!, sono intervenuti la Senatrice  Silvana Amati,  Segretario di Presidenza del Senato e Componente Commissione straordinaria tutela e promozione diritti umani; il Senatore Maurizio Sacconi, Presidente Commissione Lavoro al Senato; il Direttore Centrale Prevenzione INAIL, Ing. Ester Rotoli; il componente CIV INAIL nazionale, Giuseppe Turudda; e un socio dell’ANMIL, Alberto Verzulli, che ha portato una testimonianza. Ospite d’onore d’eccezione, e molto applaudito, il rapper Skuba Libre, finalista di Italia’s got talent.

A Primi in Sicurezza, alla 13/ma edizione, sono pervenuti 700 elaborati,album, ricerche, tabelloni , videoclip e brani rap, che sono stati posti alla visione dello stesso Skuba Libre, che ha avuto parole incoraggianti e lusinghiere per le opere vincitrici. Nel corso della premiazione, coordinata dalla giornalista Luce Tommasi, con la collaborazione di Marinella De Maffutiis, responsabile della comunicazione dell’ANMIL, sono rimbalzati dati e notizie sul fenomeno incidenti, nella scuola e sul lavoro.

Nel 2013 sono rimasti infortunati 88.530 studenti durante le ore di lezione, mentre dal 1994 a oggi 37 ragazzi sono morti mentre erano a scuola. Sempre nel 2013, 6.168 minorenni si sono fatti male mentre lavoravano. A questi si devono aggiungere i quasi 2 mila infortuni occorsi a minori impiegati in lavori irregolari (dati Inail). Tra i feriti a scuola nel 2013, il 57,6% ha meno di 14 anni, il 43,6% sono femmine. “Queste cifre sugli infortuni a scuola e al lavoro – ha osservato il presidente nazionale Anmil , Franco Bettoni – giustificherebbero maggiori investimenti in prevenzione, valore che non può essere sottovalutato. E’ tra i banchi di scuola che si deve far comprendere quanto questo sia importante soprattutto per evitare di farne le spese sulla propria pelle”. Anche in vista della riforma ‘Buona scuola’, “che rafforza il collegamento tra scuola e lavoro – ha aggiunto – noi ci battiamo affinché i minori vadano a scuola a formarsi e non ad esporsi ai rischi del lavoro”.

Contro gli infortuni e gli incidenti a scuola e nel lavoro “la formazione è fondamentale. Bisogna lavorare perché le regole vengano rispettate e si evitino i rischi”, ha affermato il segretario di presidenza del Senato,

Silvana Amati. “E’ necessario investire nell’educazione a rendere sicuro l’ambiente in cui viviamo”, ha concluso il presidente della Commissione Lavoro del Senato, Maurizio Sacconi, che ha seguito con vivo interesse la manifestazione, premiando personalmente i rappresentanti delle scuole vincitrici. Particolarmente apprezzati i premi, tra cui anche degli spettacolari droni che, magari nell’edizione del prossimo anno di “Primi in Sicurezza”, consentiranno alle scuole di realizzare lavori fotografici di alta tecnologia.

*

Foto: Roberto Alborghetti – Nei prossimi giorni altre fotogallerie

“PRIMI IN SICUREZZA 13” ALLA CAMERA DEI DEPUTATI: LA PREMIAZIONE A ROMA (4 GIUGNO, ORE 13) CON SCUOLE DA TUTTA ITALIA


Retropalco Ed XIII_Layout 1

Sono 12 gli Istituti scolastici vincitori della XIII edizione del Concorso nazionale “Primi in sicurezza” promosso dall’ANMIL e dal mensile “Okay!”. Come già annunciato, la premiazione si svolgerà in una prestigiosa sede istituzionale della Camera dei Deputati, la “Nuova Aula” del Palazzo dei Gruppi Parlamentari (in Via di Campo Marzio, 74) giovedi 4 giugno, dalle ore 13.00 alle ore 15.00, con oltre 250 partecipanti tra studenti dalle scuole elementari alle superiori, dirigenti scolastici, docenti e alcuni genitori provenienti da tutta Italia e alla presenza di numerose autorità.

Saranno infatti presenti ai lavori coordinati dalla giornalista Luce Tommasi: il Presidente nazionale ANMIL Franco Bettoni; il Direttore della rivista per le scuole “Okay!”, Dott. Roberto Alborghetti; il Coordinatore dei sevizi statistico-informativi ANMIL, Dott. Franco D’Amico; il Componente CIV INAIL nazionale, Giuseppe Turudda; il Direttore Centrale Prevenzione INAIL, Ing. Ester Rotoli; la Consigliera nazionale ANMIL e Insegnante, Debora Spagnuolo e il Direttore Vicario Direzione INAIL Lazio, Dott.ssa Caterina Crupi.

Il concorso nato per stimolare docenti, studenti e scuole sui temi della sicurezza sul lavoro e della prevenzione degli infortuni, ha coinvolto ad oggi oltre 4.000 istituti e 1.300.000 studenti su tutto il territorio nazionale, con una partecipazione davvero entusiastica anche quest’anno. Infatti alla presente edizione hanno aderito centinaia di Istituti Scolastici da tutta Italia, dalle scuole d’infanzia alle scuole secondarie che, con la cerimonia conclusiva, potranno celebrare un importante obiettivo didattico-formativo su un tema scomodo e impopolare.

Ai 12 istituti vincitori verranno consegnati premi con l’obiettivo di gratificare collettivamente tutti, facendo rinascere quello stesso spirito positivo e creativo che li ha ispirati nella ideazione e realizzazione dei progetti presentati. In particolare quest’anno l’edizione è stata intitolata “Tutti in RAP (Ridurre Anzi Prevenire)” per invitare i ragazzi a cimentarsi anche con proposte originali su un genere oggi sempre più amato dai giovani e il risultato è stato meritorio.

L’ANMIL è una onlus che esiste da oltre 70 anni e raccoglie in tutta Italia oltre 400.000 iscritti per i quali si adopera offrendo loro supporto e assistenza attraverso le oltre 500 sedi e, allo stesso tempo, promuove con numerose iniziative la prevenzione degli infortuni in ambito lavorativo per combattere un fenomeno che provoca circa 3 morti al giorno, oltre 2.000 infortuni e 40.000 invalidi permanenti ogni anno, per non parlare della strage silenziosa legata alle malattie professionali.

“Non possiamo che essere soddisfatti dei risultati di questo Concorso che ogni anno raccoglie sempre maggiori adesioni – dichiara il Presidente dell’ANMIL Franco Bettoni insieme al Direttore della rivista Okay! Roberto Alborghetti – ma quello che più ci sorprende è come i giovani trovino sempre nuove idee originali come i rap che hanno proposto su un tema innegabilmente difficile e impopolare”.

“Sappiamo che le cifre di questo fenomeno giustificherebbero maggiori investimenti perché il valore della prevenzione non può essere sottovalutato ed è tra i banchi di scuola, quando inizia la più grande formazione, che si deve far comprendere quanto sia importante, soprattutto per evitare di farne le spese sulla propria pelle”, aggiunge Bettoni.

 

Ecco le Scuole vincitrici

SEZIONE PRIMA
SCUOLA SUPERIORE (SECONDARIA DI SECONDO GRADO)

• Istituto di Istruzione Superiore “San Benedetto” – indirizzo Agrario e Chimico-Biologico –
Cassino (FR)
Classe 3a – Progetto: Indovina il simbolo

*
• Liceo delle Scienze Umane “Sacro Cuore” – indirizzo Economico-Sociale – Roma
Classe 1a – Il Corriere del Sacro Cuore: speciale sicurezza sul lavoro

*

• Liceo Scientifico degli Istituti di Istruzione Superiore “Oreste Del Prete” – indirizzo Scienze Applicate – Sava (TA)
Classe 4a A – La sensibilizzazione è importante sul posto

*
• Liceo Scientifico Statale “G. C. Vanini” – Casarano (LE)
Classe 3ᵃ F – Video-testimonianza “Lavoro come libertà”

*

SEZIONE SECONDA
SCUOLA MEDIA (SECONDARIA DI PRIMO GRADO)

Scuola Media “Buonarroti-Vinci” – Mondragone (CE)
Classi 2a e 3a M – La sicurezza a scuola è un diritto

*

Istituto Comprensivo “Gioele Solari” – Albino (BG)
Classe 1a F – Giocando in sicurezza – La settimana enigmistica

*
• Scuola Media “Alessandro Manzoni” – Barletta (BAT)
Classe 3a E-G-I  – Il lavoro nella Costituzione della Repubblica

*

• Scuola Secondaria 1° Grado “A. De Renzio” dell’Istituto Comprensivo Scolastico “Cassano-De Renzio” – Bitonto (BA)
Classi 1ᵃ A e B – Brano “Rap Sicurezza”

*

SEZIONE TERZA
SCUOLA ELEMENTARE (PRIMARIA)

• Scuola Primaria “A. Manzoni” dell’Istituto comprensivo “Mons Luigi Vitali” – Dervio (LC)
Classe 1ᵃ – Video animato “Sicurap”

*
Scuola Primaria Paritaria “Suore Domenicane” – Moncalieri (TO)
Classe 5a – Un regalo per la nostra sicurezza

*

II Circolo Didattico “San Giuseppe” – Mola di Bari (BA)
Classi 4a A e B – Basta poco

*

SEZIONE QUARTA
PROGETTI DI CONTINUITÀ

• Scuola dell’Infanzia, Scuola Elementare e Scuola Media dell’Istituto Comprensivo “Via Scialoia” – Milano
Tutte le Classi – Educare alla sicurezza

 

 

PRIMI IN SICUREZZA 13: LA PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI SUL LAVORO NEI MEGA TABELLONI DELLA SCUOLA “MANZONI” DI BARLETTA


Per la XIII edizione di “Primi in sicurezza”, la grande “campagna” contro gli  infortuni sul lavoro lanciata da ANMIL ed Okay! si sono chiusi i termini di presentazione dei lavori, che ora passano al vaglio della giuria, con l’obiettivo di selezionare il gruppo delle scuole premiate. L’elenco delle scuole premiate sarà pubblicato tempestivamente on line sui siti www.okayscuola.wordpress.com/  e su quello dell’ANMIL, www.anmil.it

Come noto i premi sono  attribuiti agli autori degli elaborati che si sono distinti per aver rispettato il tema, per originalità, per contenuto, per significato didattico ed anche per le modalità complessive di presentazione dei lavori. Quest’anno la “campagna” era scandita dallo slogan “Tutti in R.A.P. (Ridurre Anzi Prevenire), con l’invito a ideare anche messaggi in musica con lo stile appunto del rap. 

In questa PRIMA PARTE della fotogalleria i mega tabelloni pervenuti dalla Scuola Sec. 1° “Manzoni” di Barletta.  Come si vede anche da queste immagini, bravura ed originalità sono il binomio con cui la scuola italiana ha portato il proprio contributo alla finalità di Primi in Sicurezza, ossia battere gli infortuni sul lavoro, come ormai da tredici anni è l’obiettivo dell’iniziativa promossa da ANMIL ed Okay!