FENOMENI /  PROTAGONISTI DELLE SIGLE IN TV: I PANDEMONIUM


PANDEMONIUM

Guest Writer: GIANNI SORU

Mauro Goldsand, è nato a Roma nel 1954, assieme a Fiammetta Flamini (già interprete di diverse canzoni e conduttrice di vari programmi TV), ed ad Antonello Baranta (che si occupava di radiofonia) forma il gruppo del Mago (lui), la fata (Fiammetta) e la Zucca Bacata (Antonello). Il nome Pandemonium è inventato dallo stesso Mauro. Però non erano sempre le stesse persone a cantare, c’è chi andava e chi veniva, nel gruppo è subentrata anche Patrizia Tapparelli, Roberta Pettoruti (futura corista per il Festival di Sanremo), Tamburelli, di conseguenza i discografici vollero cambiare il nome del gruppo, eccoli così chiamarsi anche Happy Gang o I Mostriciattoli.

Mauro ha realizzato anche diverse canzoni per altri artisti come “Blue Motel” per Lene Lovich, “Più di così” per Antonella Arancio, canzoni portate a Sanremo; con Tamburelli e Dossena ha realizzato dei pezzi per la Francia interpretati da Johnny Holliday e Dalida.  (Il primo a svelare ed ad intervistare Mauro Goldsand fu proprio Gianni Soru nei primissimi anni 2000 pubblicando diversi articoli su varie riviste: Manga Club… e sul sito Koji and Cutey. ndr).

1978: incidono “Qui lo dico e qui lo nego” (Rai, sigla di Buonasera con Franco Franchi, cantata assieme al pupazzo Saruzzo), firmata con il nome di Pandemonium.

1980: incidono “Quando la banda va” (Rai), sigla del telefilm Pronto Emergenza, che firmano con il nome di Pandemonium.  Incidono poi “La città della domenica” (Rai sigla del programma tv, sul lato B del disco cantano “Ciucciadito”) e “Fan Bernardo” (Rai), sigla del cartone animato made in Italy. Sul lato B del disco cantano “Minutino”. Queste 3 canzoni le firmano con il nome di Il Mago-La Fata-La Zucca Bacata.

Invece con lo pseudo di Galaxy Group canteranno “Mazinga Z” (Rai) che va in classifica con 300.000 copie e “Astro Ganga” (Telemontecarlo); con lo pseudo di I Sorrisi cantano “Piccola Lulù” (Telemontecarlo). Faranno da coro a Lino Toffolo per la sigla del telefilm “Lancillotto 008” (Rai)

1981: viene bocciata la loro sigla per il cartone animato di “Flash Gordon”.

1982: incidono la martellante “Chobin” (Italia 1, sigla di Chobin il principe stellare), canzone che entra in classifica con 80.000 copie; segue poi “Superboy Shadow” (Telereporter, sigla di La spada di luce), però non ha molta fortuna. Entrambe le sigle le firmano ancora con il nome di Il Mago-La Fata-La Zucca Bacata. Incidono con il nome de Il Piccolo Coro di Lilly, la dolcissima e tanto amata “I bom bom di Lilly” (Retequattro, sigla de I bom bom magici di Lilly).

1983: con lo pseudo di Happy Gang cantano “Mr baseball” (Telereporter) e quella del telefilm di “Ultralion” (Telereporter); incidono poi le divertenti “Carletto e i mostri” e “Che paura mi fa”, sigla di testa e di coda di Carletto il principe dei mostri (Italia 1, tradotte da quelle originali giapponesi) che cantano con lo pseudo de I Mostriciattoli. Mauro compone per Cristina Marongiu “Lettera” che sarà la sigla della telenovelas di “Gli Emigranti”; poi realizza il tormentone “Rocking Rolling” data da cantare a Scialpi, a fargli da coro sarà Mauro.

Causa crisi discografica il gruppo si scioglie.

1984: Goldsand realizza il celebre programma “Piccoli Fans” per Sandra Milo.

GIANNI SORU

Annunci

FENOMENI / CARTONI IN TV: C’ERA UNA VOLTA TELEMONTECARLO


Guest Writer: GIANNI SORU

Rete televisiva famosissima, è sempre stata nazionale, ha trasmesso molti cartoni animati, riscotendo un buon successo. Dal 1975 al 1983 hanno debuttato i cartoni animati di:
“Top cat” (un grande successo), ‘I Pronipoti’ (un enorme successo), ‘Tati e Tatone’ (un grande successo), ‘Woody Woodpecher’ (un enorme successo), ‘Casper’ (un enorme successo), ‘Napo orso capo’ (un discreto successo), ‘Don Chuck il castoro’ (un enorme successo, sigla cantata da Nico Fidenco), ‘Gundam’ (un grandissimo successo, sigla cantata da Peter Rai), ‘Piccola Lulù’ (un discreto successo, sigla cantata da I Sorrisi), ‘Astro Ganga’ (sigla cantata dai Galaxy Group), ‘Ippotommaso’ (un grandissimo successo, sigla cantata da Le Mele Verdi), ‘L’orsacchiotto Mysha’ (un grande successo, sigla cantata dai Rocking Horse), ‘Tamagon risolvetutto’ (sigla cantata da Sara Kappa), ‘Sasuke il piccolo ninja’ (un buon successo, sigla cantata da I Cavalieri del Re), ‘Ginguiser’ (sigla cantata da I Dragoni), ‘Lo scoiattolo Banner’ (un buon successo, sigla cantata da Le Mele Verdi), ‘L’invincibile ninja Kamui’ (Telemontecarlo, sigla cantata dai Condors), ‘Guyslugger’ (sigla cantata da I Dragoni).
Dal 1983 al 1987 Telemontecarlo farà tantissime repliche di tanti bellissimi cartoni animati come: ‘Angie girl’ (Italia 1, sigla Kelli e Kelli), ‘Belfy e Lillibit’ (Italia 1, sigla Le Mele Verdi), ‘Charlotte’ (Antenna Nord, sigla I Papaveri blu), ‘Conan’ (Telereporter, sigla Georgia Lepore), ‘Cyborg i nove supermagnifici’ (Italia 1, sigla Nico Fidenco), ‘Daitarn 3’ (Milano TV, sigla I Micronauti), ‘Fantaman’ (Antenna 3, sigla Superbanda), ‘Galaxy Express 999’ (Rai, sigla Oliver Onions), ‘Gatchaman la battaglia dei pianeti’ (Canale 5, sigla Orchestra e Coro di Augusto Martelli), ‘Gli gnomi delle montagne’ (Antenna 3, sigla Le Mele Verdi), ‘God Sigma’ (Telereporter, sigla I Monelli Spaziali), ‘Gordian’ (Telecity, sigla Superobots), ‘I bom bom magici di Lilly’ (Retequattro, sigla Il Piccolo Coro di Lilly), ‘Isabelle de Paris’ (Telereporter), ‘Il fantastico mondo di Paul’ (Canale 51, sigla Patrizia Pradella), ‘Jeanie dai lunghi capelli’ (Telereporter), ‘La banda dei ranocchi’ (Antenna 3, sigla Le Mele Verdi), ‘Le nuove avventure di Pinocchio’ (Canale 51, sigla Luigi Lopez), ‘Le avventure dell’ape Magà’ (Milano TV, sigla Coro I Nostri Figli), ‘Ryù il ragazzo delle caverne’ (Antenna Nord, sigle Fogus e Georgia Lepore), ‘Sam ragazzo del West’ (Italia 1, sigla Nico Fidenco), ‘Supercargattiger’ (Antenna Nord, sigla Superobots), ‘Superauto mach 5 go! go! go!’ (Italia 1, sigla I Cavalieri del Re), ‘Temple e Tam Tam’ (Antenna Nord, sigla Coro Temple e Tam Tam)…

Dal 1992 al 1995 va in onda il programma per ragazzi “SORRISI E CARTONI”, condotto da Arianna Ciampoli: tra i cartoni animati nuovi conosceremo ‘Capitan Zeta’ e vedremo repliche di cartoni animati come ‘Bat-man’ (Italia 1), ‘Black Star’ (Euro TV), ‘Capitan Cavie’ (Canale 51), ‘Casper’, ‘Charlie Brown’ (Rai), ‘Galtar e Goleta’, ‘Ghostbusters’ (Euro TV), ‘Hero High’ (Euro TV), ‘I Pronipoti’, ‘Isidoro’ (Euro TV), ‘Mister T’ (Italia 1, sigla The Group of Team), ‘Scooby Doo’ (Rai), ‘Woody Woodpecher’…

Nel 1995 il canale televisivo non riporterà più il nome per esteso, ma l’abbreviazione con le 3 lettere TMC. Nasce il programma TV “ZAP ZAP” che riscuote un buon successo, condotto da Marta Iacopini, Guido Cavalleri, poi da Ettore Bassi, Alessandra Luna e il pupazzo Zappo, condotto fino al 1999. La sigla del programma è cantata dai Cartoon Kids.
Tra il 1995 e il 1999 tornerà a proporre serie inedite come: ‘Karate Kid’ (sigla cantata dai Cartoon Kids), ‘Ranma 1/2’ (un grande successo, sigla cantata dai Cartoon Kids), ‘Kangoo’ (sigla cantata dai Cartoon Kids), ‘La storia infinita’ (sigla cantata dai Cartoon Kids), ‘I miserabili’ (sigla cantata dai Cartoon Kids), ‘David Crocket’, ‘Nello e Patrash’ (sigla cantata dai Cartoon Kids), ‘Charlie’ (sigla cantata dai Cartoon Kids), ‘Twinkle’, ‘Gi Joe extreme’, ‘Calamiti Jane’, ‘B-TX’…
E tornerà a replicare anche tante serie televisive di successo come: ‘Arrivano i superboys’ (sigla cantata dai Cartoon Kids), ‘Belfy e Lillibit’ (Italia 1), ‘Coccinella’ (Euro TV), ‘Bia la sfida della magia’ (Rai), ‘Blue Noah mare spaziale’ (Canale 51), ‘Conan’ (Telereporter), ‘Don Chuck il castoro’, ‘Hello Sandybell’ (Rai), ‘Judy boy’ (Milano TV), ‘La spada di King Arthur’ (Antenna Nord), ‘Mademoiselle Anne’ (Euro TV), ‘Mimì e le ragazze della pallavolo’ (Italia 1), ‘Tommy la stella dei Giants’ (Odeon TV), ‘Pat la ragazza del baseball’ (Telereporter), ‘Sally la maga’ (Antenna Nord)…

GIANNI SORU

FENOMENI / SIGLE E CARTOONS: LE INCONFONDIBILI VOCI DEI FRATELLI BALESTRA


 

FRATELLI BALESTRA

Guest Writer: GIANNI SORU

 

Claudio Balestra è nato a Roma il 1 giugno del 1952, Mauro Balestra è nato a Roma il 20 novembre del 1953, Gian Carlo Balestra è nato a Roma l’ 11 gennaio del 1957. Claudio suona la chitarra, Mauro la chitarra e Gian Carlo, suona chitarra e pianoforte. Le sigle per i ragazzi dove vi han preso parte i fratelli Balestra han venduto più di 4 milioni di dischi in 7 anni. Un vero botto! (il primo a svelare ed ad intervistare i Fratelli Balestra fu proprio Gianni Soru all’inizio degli anni 2000 pubblicando diversi articoli su varie riviste: Manga Club, WooW, Colori… e il sito Koji and Kutei ndr).

All’ inizio degli anni 70 entrano a far parte del gruppo dei Pandemonium (qui ci stava pure Amedeo Minghi), incidono il 45 giri dal titolo “La strada”; ma i fratelli Balestra vogliono lavorare da soli. Suoneranno nelle canzoni di diversi artisti come Gianni Moranti, Renato Zero, Patty Pravo, Ornella Vanoni, Rita Pavone… faranno anche i cori per diverse canzoni come “Pensiero stupendo” per Patty Pravo, “Maledetta Primavera” per Loretta Goggi, “Grazie Roma” per Antonello Venditti, “Il cielo è sempre più blu” per Rino Gaetano…

1977: saranno i cori in “Orzowei” (Rai) per gli Oliver Onions, una sigla amatissima che arriverà in top-ten con 600.000 copie vendute.

1978: incidono “Mirror”, sigla del film Un insolito destino, e del telefilm “Amori miei”; compongono poi “Sesamo apriti” (Rai), sigla del programma condotto dai pupazzi, i fratelli Balestra canteranno tutte le canzoni di questo programma.

1979: sono i cori per Roberto Fogu e la sua martellante “Jeeg robot” (Quinta Rete, tradotta dall’originale giapponese) che va in top-ten con 600.000 copie vendute, un classico amatissimo; assieme ad altri saranno i cori per un altro classico amatissimo “Il grande Mazinga” (Antenna Nord), firmata con il nome di Superobots, una hit stra-cantata da altre 600.000 copie. Saranno i cori per Heather Parisi e la sua hit, la bella “Disco bambina” da oltre 1 milione di copie vendute (sigla di testa di Fantastico) e per Loretta Goggi e la sua “L’aria del sabato sera”, hit da 1 milione di copie (sigla di coda di Fantastico).

1980: rifiutano di cantare la sigla di “Candy Candy” (Antenna Nord), ma faranno i cori al cantante Douglas Meakin dei Rocking Horse, un classico intramontabile che va in top-ten con 550.000 copie. Invece con il coro di Paola Orlandi cantano un altro classico da top-ten, si tratta dai “Anna dai capelli rossi” (Rai 1), un tormentone da 1.200.000 copie vendute firmate con lo pseudo de I Ragazzi dai capelli rossi. Sul lato B del disco i fratelli Balestra cantano con lo stesso pseudo “Come le piume dei pettirossi”. Sempre con il coro di Paola cantano la martellante e amatissima “Daitarn 3” (Milano TV) firmata con lo pseudo di I Micronauti, un classico che va in classifica con  300.000 copie. Incidono poi il 45 giri “Angela” e “Ancora e sempre tu”.

1981: ancora coro con gli altri dei Superobots per la bellissima “Daltanious” (Antenna Nord) che va in classifica con 200.000 copie. Finalmente riescono a cantare delle sigle da soli, senza fare da sostengo ad altri, useranno il nome della R.C.A., quello di Superobots, e incidono “Supercargattiger” (Antenna Nord) che li porta in classifica con 150.000 copie e “Starzinger” (Telecity, sigla tradotta dall’originale giapponese), che li riporta in classifica con 100.000 copie, segue poi la bella sigla per il telefilm di “Koseidon” (Telecity). Invece con il loro nome di Fratelli Balestra, incidono la sigla della serie a pupazzi “X-Bomber” (Telecity). Vengono bocciate le loro sigle di “Flash Gordon” e del telefilm  “La donna bionica”. Segue un loro 45 giri di musica leggera “Parigi” e “Salvami”. Sono i cori per il tormentone di Heather Parisi “Cicale” (una hit da oltre 1 milione di copie, sigla di Fantastico 2) e “Ti rockerò” (una hit da mezzo milione di copie, sigla di Stasera niente di nuovo). Sono ospiti fissi dei programmi Fantastico e Direttissima con la tua Antenna.

1982: inventando il nome di Condors, incidono “Ninja Kamui” (Telemontecarlo, sigla di L’invincibile ninja Kamui). Vengono bocciate le loro sigle di “L’isola del tesoro” e di  “Sam ragazzo del West”. Incidono poi “Annamaria” sigla del programma radiofonico Sereno variabile e “Carta bianca” sigla di Radio 1. Saranno i cori per Raffaella Carrà e la sua hit tormentone di “Ballo Ballo” (da più di 1 milione di copie vendute, sigla di Fantastico 3). Segue anche “Vieni avanti cretino” sigla del film con Lino Banfi.

Sono ospiti fissi del programma Discoring.

1983: con il nome di Condors incidono la sigla per il programma “Catch” e del cartone animato di “10 magnifici eroi” (Telereporter); invece utilizzando il loro nome di Fratelli Balestra cantano le sigle di “Teppei” (Telereporter, sigla di Io sono Teppei) e del telefilm “Monjiro” (Telereporter, sigla di Monjiro cavaliere solitario), realizzano anche l’album  per il programma “La porta magica” incidendo canzoni nuove come “Skeleton rock”, “Il vampiro Casimiro”, “Acqua, acqua, fuoco, fuoco”, “Belzebù”, “Il fantasma Gedeone”… Incidono poi il 45 giri “Gente” e “Baraka”. Sono i cori per Raffaella Carrà e la sua bella hit “Fatalità” (da oltre mezzo milione di copie vendute, sigla di Pronto Raffaella?) ed Heather Parisi e la sua hit “Ceralacca” (sigla di Fantastico 4, da 300.000 copie vendute).

Sono ospiti fissi dei programmi Pronto Raffaella? e de La Porta Magica.

1984: ancora con il nome di Condors incidono “Muteking” (Telereporter, il 45 giri non verrà stampato ma la sigla viene pubblicata in una compilation), poi utilizzando ancora il nome di Superobtos, assieme a Douglas Meakin ed alla piccola Sara, e cantano “Super robot 28” (Telecity) ed “All’età della pietra” (Retequattro, sigla di Giatrus il primo uomo). Incidono poi il 45 giri “Judy” e “Sogno d’arcobaleno” sigla di Week-end. Pubblicano l’album “Balla Bimbo Balla” dove ricantano mixate, le loro sigle dei cartoni animati e quelle di altri più delle canzoncine inedite come “Disco volante”, “Il triciclo a motore”… Sono ancora i cori per Heather Parisi e la sua nuova hit “Grilù” (con 300.000 copie vendute, sigla di Fantastico 5) e per Raffaella Carrà che va in top-ten con “Dolce far niente” (sigla di Pronto Raffaella?).

1985: viene bocciata la loro sigla di “Lo strano mondo di Minù”. Sono i cori per Lorella Cuccarini e la sua hit “Sugar Sugar” (sigla di Fantastico 6), e per Raffaella Carrà e la sua “Fidati” (sigla di Buonasera Raffaella, una hit da 300.000 copie).

1986: incidono“Alassio in azzurro” sigla per i mondiali di calcio. Pubblicano l’album “Balla Bimbo Balla 2” dove ricantano mixate, canzoni di altri più delle canzoncine inedite come “La casa del pupazzo di neve”, “Figurine figurine”…

Sono poi i cori per Lorella Cuccarini e le sue hit famosissima “L’amore è” e poi “Tutto matto” (sigla di testa e di coda di Fantastico 7). Sono ospiti fissi del programma Il Sistemane e Giro Festival.

1987: Pubblicano l’album “Balla Bimbo Balla 3” dove ricantano mixate, canzoni di altri. Sono i cori per Lorella Cuccarini e la sua hit “Io ballerò” (sigla di Festival).

Negli anni 2000 fanno qualche concerto in giro per l’Italia.

2008: incidono 2 nuove sigle “L’invincibile Shogun” e “Machander robot”.

GIANNI SORU

FENOMENI / CARTOONS E SIGLE TV: TUTTI I RECORDS DELLA CANTANTE PAOLA ORLANDI. DA REMI A CAPITAN HARLOCK…  


 

PAOLA ORLANDI

 

 

Guest Writer: GIANNI SORU

 

Nata a Roma il 19 gennaio del 1938. PAOLA ORLANDI, è una delle pochissime donne autrici di musica, suona il pianoforte. Assieme alla sorella Nora è stata la primissima corista per tutti i cantanti italiani.

Negli anni ’50 incide alcuni dischi come solista come “Dimmelo con un bacio”, “Sono un sognatore”, “Ancora ti credo”, “Adoro te”, “Oltre l’arcobaleno” (da Over the Raimbow)…

Dal 1961 al 1984 entra a far parte dei 2+2 (e successivamente diverranno i 4+4) gruppo vocale fondato da sua sorella maggiore Nora Orlandi. Il gruppo sarà sul palco dell’Ariston per far da coro a tutte le canzoni del Festival di Sanremo.

Paola ha scritto più di 100 canzoni, ed ha fatto da coro ad oltre 1.000 canzoni. Paola è la regina della musica italiana, tutti abbiamo cantato una sua canzone, la sua voce era ovunque, o legata a un canzone, o a un programma tv, o a un telefilm, a un cartone animato o a un jingle pubblicitario (ha cantato tanti tormentoni come ‘Coca Cola’, ‘Fanta’, ‘Fiesta’, ‘Esselunga’, ‘Pasta del Capitano’, ‘Falqui’, ‘Vivident’, ‘La Rinascente’, ‘Standa’, ‘Sprite’, ‘Plasmon’, ‘Astadamiano’, ‘Mercatone dell’Arredamento’, ‘Glisolid’, ‘Postalmarket’, ‘Rabarbaro Zucca’…)

Ancora oggi Paola fa cantare tutti con le sue sigle, è colei che ha venduto più di tutti ben oltre 8 milioni di copie in 10 anni! Un record! (il primo a ad intervistare Paola Orlandi fu proprio Gianni Soru alla fine degli anni ‘90 pubblicando diversi articoli su varie riviste: Cudowny, Il Giornale di Noi Ragazzi, Manga Club, WooW, Scelta TV, Colori… ndr).

 

Sono stati i cori per Adriano Celentano in “24 mila baci”, “Azzurro”, “Una carezza in un pugno”, “Soli”, “Il tempo se ne va”, “Yuppi du”…; per Betty Curtis: “Buongiorno amore…; per Bobby Solo: “Una lacrima sul viso”, “Se piangi se ridi”…; per Caterina Caselli: “Nessuno mi può giudicare”, “Perdono”…; per Domenico Modugno: “Nel blu dipinto di blu”, “Piove”, “Addio addio”…; per Drupi: “Vado via”, “Sereno è”, “Piccola e fragile”, “Sambariò”, “Regalami un sorriso”…; per Edoardo Vianello: “Pinne fucile e occhiali”, “Guarda come dondolo”, “Abbronzantissima”, “I Watussi”, “Sul cucuzzolo”…; per Fausto Leali: “A chi”…; per Gianni Morandi: “Andavo a cento all’ora”,, “Non son degno di te”, “Chimera”…; per Iva Zanicchi: “Zingara”, “Ciao cara come stai”….; per Johnny Dorelli: “L’immensità”, “Arriva la bomba”…; per Gino Paoli: “Sapore di sale”…; per Little Tony: “Riderà”, “Cuore matto”…; per Lucio Battisti: “Acqua azzurra acqua chiara”, “Il mio canto libero”…; per Lucio Dalla: “4 marzo 1943”…; per Massimo Ranieri: “Da bambino”…; per Marcella Bella: “Montagne verdi”, “Un sorriso e poi perdonami”, “Nessuno mai”…; per Mia Martini: “Minuetto”…; per Milva: “Monica delle bambole”…; per Mina: “Insieme”, “Grande grande grande”, “Se telefonando”, “Amor mio”, “E poi”…; per Nada: “Ma che freddo fa”, “Il cuore è uno zingaro”…; per Nicola Di Bari: “Il matto del villaggio”…; per Orietta Berti: “Io ti darò di più”, “Io, tu e le rose”, “Tipitipitì”…; per Ornella Vanoni: “La musica è finita”…; per Patty Pravo: “La spada nel cuore”…; per Paul Anka: “Ogni volta”…; per Peppino Di Capri: “Un grande amore e niente più”…; per Raffaella Carrà: “Ma che musica maestro”, “Chissà se va”, “Din Don Dan”, “Felicità tà tà”, “Ma che sera”, “Rumore”…; Renato Rascel “Padre Brown”…, per Rita Pavone: “La partita di pallone”, “Il ballo del mattone”, “Datemi un martello”, “Viva la pappa col pomodoro”, “Fortissimo”, “Il geghegè”, “Pippo non lo sa”…; per Sandra Mondaini “Tiritiritera”…; per Sergio Endrigo: “Canzone per te”…; per Tony Renis: “Quando quando quando”, “Buongiorno amore”…; per Toto Cutugno: “Solo noi”, “L’italiano”, “Serenata”…; per Wilma Goich: “Le colline sono in fiore”…

 

1975: Paola si trasferisce a Milano, dove crea un suo gruppo vocale per i cantanti che incideranno al Nord. Paola incide la sua prima sigla tv come solista dal titolo “Papaya”, sigla fortunata del programma tv Per un colpo di fortuna.

 

1976: “Oh Ettore” (sigla di Il soldato di ventura) con gli Oliver Onions.

 

1977: Paola si occupa della traduzione di tutti i testi dello spettacolare programma dei “Muppet Show” (Rai 1) condotto dagli stessi pupazzi. Ne realizza anche la sigla traducendola da quella originale americana e la canta con il suo gruppo che la porta in classifica con 200.000 copie vendute. Scrive poi il testo per il celeberrimo telefilm di “Zorro” (Rai 1) e la canta facendo da coro ad Arturo Zitelli assieme ai suoi figli Giampi e Chiara. Un enorme successo, la sigla entra in classifica vendendo 300.000 copie. Paola scriverà anche tutte le canzoni del 33 giri di Zorro.

Fa da coro a Rita Pavone per la sua hit “My name is potato” (Rai 1, sigla di Rita ed io), con 350.000 copie vendute.

 

1978: le commissionano le sigle di “Ufo robot” e “Shooting star” (in inglese), sigle di testa e di coda di Atlas ufo robot (Rai 2), il disco, è un tormentone, un classico ancora oggi amatissimo, e va in top-ten con 650.000 copie vendute. Incide anche la nuova sigla “Goldrake” altro tormentone amatissimo, una nuova hit da 600.000 copie (voce solista Michele Tadini); sigle firmate con lo pseudo di Actarus. Incideranno anche le canzoni del 33 giri “Atlas ufo robot” (“Rigel”, “Venusia”, “Alcor”, “Vega”, “Procton”…), disco che entrerà in classifica con 300.000 copie vendute.

Paola scrive ed incide assieme al figlio Giampaolo “La marcia di Topolino” (Rai 1, sigla di Il club di Topolino). Un grandissimo successo da classifica con 140.000 copie. Paola scriverà anche tutte le canzoni del 33 giri.

 

1979: con il nome I Ragazzi di Remì cantano un classico, un tormentone cantatissimo “Remì le sue avventure” (Rai 1), una hit da 1.400.000 copie vendute, (dentro Paola ha messo anche suo figlio Giampi di 9 anni). Invece con lo pseudo La Banda dei Bucanieri incideranno una hit amatissima, si tratta di “Capitan Harlock” (Rai 2).

Invece con lo pseudo di La Famiglia Rossi incidono “Lo dice la mamma” (Rai 2), sigla del programma Arrivano i vostri. (Sul lato B del disco cantano “T come TV”).

Saranno i cori per il brano tormentone “Sarà un fiore” sigla di apertura del Festival di Sanremo (Rai 1), per Enrico Beruschi, una hit da 700.000 copie.

Cori anche per Bruno D’Andrea e la sua martellante “Na-no Na-no” (Rai 2, sigla di Mork e Mindy), che va in top-ten con 300.000 copie vendute.

 

1980: tornano in top-ten con un altro classico stra-cantato e stra-amato, si tratta di “Anna dai capelli rossi” (Rai 1), con 1.200.000 copie vendute.

Con lo pseudo de I Micronauti invece vanno in classifica con il tormentone amatissimo di “Daitarn 3” (Milano TV), con 300.000 copie; incidono anche “Tekkaman” (Canale 51, voce solista Silvio Pozzuoli), sigla di Tekkaman il cavaliere dello spazio.

Con il nome di Ypsilon vanno in classifica con “Astro robot contatto Ypsilon” (Rai 2, voce solista Silvio Pozzuoli), vendendo 200.000 copie. (sul lato B del disco cantano invece l’inedito “Quattro super eroi”)

Invece con lo pseudo I Cavalieri di Silverland, farà da coro a Marco Ferradini ed alla sua “La principessa Zaffiro” (Canale 51).

“Sembrano Proprio Quasi Romani” (Rai 1) sigla di S.P.Q.R., la cantano con lo pseudo de I Romani, ma la serie tv però non avrà fortuna e il disco non verrà mai stampato.

Invece con lo pseudo Gli Amici di Misha, cantano “Amico Misha”, sigla-inno ufficiale delle Olimpiadi 1980.

Paola fa cantare a suo figlio Giampi (di 10 anni), le sigle di testa e di coda di Addio Giuseppina, dal titolo “La balena Giuseppina” e “Giuseppina non lasciarmi mai” (Antenna 3), e mamma Paola decide di fargli i cori.

 

1981: con lo pseudo di Orchestra e Coro di Augusto Martelli incidono la cantatissima “Gatchaman la battaglia dei pianeti” (Canale 5) ed entrano di nuovo in classifica vendendo 200.000 copie. (Sul lato B del disco cantano un brano inedito “7 Zark 7”). Poi “Five” e “Ma che Five” (Canale 5), sigla dei programmi per ragazzi Pomeriggio con Five e Domenica con Five, disco che entra in classifica con 100.000 copie.

Invece riadoperando il nome de I Micronauti, tornano in classifica con la bella “Capitan Futuro” (Rai 2) vendendo 200.000 copie (sul lato B del disco cantano un pezzo inedito dal titolo “Gran Capitano”); e con lo pseudo La banda di Tom vanno in classifica con la cantatissima “Tommy” (Rai 1), sigla di Tom story con 200.000 copie (sul lato B del disco cantano l’inedito “Mississipi”), invece con lo pseudo I Pungiglioni vanno in classifica con “Ape ape ape Maia” (Rai 2), sigla di L’ape Maia, vendendo 300.000 copie.

 

1982: vanno in classifica con la cantatissima “Marco” (Rai 1), vendendo 200.000 copie, cantata con lo pseudo Gli Amici di Marco.

Invece con lo pseudo dei I Fratelli Grimm, vanno in classifica con “Nils Holgersson” (Rai 2), vendendo 100.000 copie.

Di nuovo con il nome Orchestra e Coro di Augusto Martelli cantano “Tansor 5” (Canale 5).

 

1983: “Hello Spank” (Italia 1), sigla tormentone amatissima, che firmano con i nome de I Cuccioli, e vanno in classifica vendendo 200.000 copie.

ancora con il nome di Orchestra e Coro di Augusto Martelli incidono “La regina dei mille anni” (Canale 5) e con Cristina D’Avena invece cantano “Lucy May” (Italia 1), in classifica con 50.000 copie.

“Vola bambino” (Canale 5), sigla di Pepero, invece è cantata dal bimbo Pepero e il coro viene fatto da Paola.

 

1984: “Due giovani eroi John e Solfami” (Italia 1), sigla de I Puffi, viene cantata ancora utilizzando il nome di Orchestra e Coro di Augusto Martelli.

Utilizzando ancora il nome de I Cuccioli, cantano invece la sigla de “Il fedele Patrash” (Rai 1).

 

1985: “L’ispettore Gadget” (Rai 2), la sigla cantata da Gadget con cori di Paola, viene tradotta da quella originale francese, ma il disco non verrà mai pubblicato.

E’ il coro per lo sceneggiato “Radici” (canale 5).

Sarà il coro per “Joan Lui” di Adriano Celentano, film interpretato dallo stesso Adriano.

 

1988: scrive le canzoni del 33 giri “Palla al centro per Rudy” (Italia 1), cantate da Cristina D’Avena. Paolo propone suo Figlio Giampi (ora 18’enne), per le nuove sigle di cartoni animati come “Sceriffi delle stelle” (Italia 7), “Capitan Dick” (Italia 7) e mamma Paola gli farà i cori.

 

1989: per suo figlio Giampi Daldello le farà da coro nelle sigle di “I Rangers delle galassie” (Italia 7), “A tutto gas” (Italia 7), “Motori in pista” (Italia 7) ed il tormentone di “Tartarughe ninja alla riscossa” (Italia 7). I singoli non usciranno ma le sigle verranno inserite in diverse compilation.

 

1990: è ancora coro per suo figlio Giampi in “He man” (Italia 1), e coro per Vincenzo Draghi e la sua ricercatissima e mai pubblicata “I 5 Samurai” (Italia 7) che firmano con lo pseudo de I Samurai.

 

1991: Paola è autrice delle canzoni che compaiono all’interno del cartone animato di “Ciao Sabrina”, cantate da Nadia Biondini, Paola Tovaglia ed Enzo Draghi. In questo stesso anno Paola lascia il mondo della musica per seguire una piccole etichetta musicale fino a metà degli anni 2000, dove poi decide di fare la nonna a tempo pieno per i suoi nipotini.

 

 

 

GIANNI SORU

 

FENOMENI / E ANCHE LE SIGLE TV DEI “CARTOONS” SCOPRIRONO LE “COVER”, OSSIA LE VERSIONI RI-CANTATE…    


DISCHI COVER

Guest writer: GIANNI SORU

 

Già negli anni ’70, se una sigla aveva successo erano pronti ad uscire i dischi con le cover, ovvero canzoni ricantate da altri artisti. Quindi l’arrangiamento cambia, la musica rimane molto simile all’originale e la voce che la canta cerca di imitare il più possibile al vero interprete.

Sono state ricantate molte sigle di programmi tv come: “Ma che musica maestro”, “Vieni via con me taratapunzi punzi è”, “La tartaruga”, “Johnny il bassotto”, “Virgola”, “Isotta”, “Portobello”, “Machintosh”, “Sbirulino”, “Tarzan lo fa”, “Sì buonasera”, “Il leone”, “Giumbolo”, “La marcia di Topolino”, “Cicciotella”, “Charlie è una lenza”, “La balena”…;

Lo stesso vale anche per le sigle dei telefilm: “Furia”, “Sandokan”, “Orzowei”, “Zorro”, “Pippi calzelunghe”, “Woobinda”, “La banda dei 5” etc…

Stessa sorte toccherà poi anche alle sigle dei cartoni animati, appena una di queste aveva successo ecco uscire subito una cover, le copertine ovviamente non potevano riportare immagini originali del cartone animato e né utilizzare la stessa immagine della casa discografica di appartenenza, perché non ne avevano i diritti; questo portava spesso ad una piccola confusione nei bambini, che vedendo una foto disegnata, che riportava però il titolo originale, lo acquistavano, facendo perdere delle vendite agli originali. E’ quello che è successo a “Barbapapà”, “Ryù il ragazzo delle caverne”, “Noi super eroi”, “Danguard”, “L’ape Magà”, “Ken Falco”, “Temple e Tam Tam”, “Mazinga Z”, “Tekkaman”, “Gundam”, “Daitarn 3”, “Space robot”, “Jet robot”, “Starblazers”, “Capitan Futuro”, “Daltanious”, “Trider G7”, “Bambino Pinocchio”, “Gatchaman la battaglia dei pianeti”, “Gordian”, “L’Uomo Tigre”, “Galaxy Express”, “Jenny la tennista”, “Belle e Sebastien”, “Sam ragazzo del West”, “Mimì e le ragazze della pallavolo”, “Flo la piccola Robinson”, “Hello Spank”, “Mimì e la nazionale di pallavolo”, “Georgie”, “L’incantevole Creamy”, “Kiss me Licia”, “Occhi di gatto”

Quando invece una sigla aveva un successo più longevo nel tempo ecco ristampare i dischi con le cover cambiandone la copertina con un nuovo disegno: “Heidi” ( è il disco che ha avuto più cover, più di 6 dischi ristampati con copertine diverse), “Ufo robot”, “Goldrake”, “Jeeg robot”, “Capitan Harlock”, “Il grande Mazinga”, “Don Chuck il castoro”, “Remì le sue avventure”, “L’ape Maia”, “Pinocchio perché no?”, “Candy Candy”, “La canzone di Charlotte”, “Peline story”, “Anna dai capelli rossi”, “Bia la sfida della magia”, “Lulù l’angelo tra i fiori”, “La spada di King Arthur”, “Lady Oscar”, “Canzone dei Puffi”, “John e Solfami”

Alcuni dischi con le cover venivano addirittura allegati alle brioche San Carlo, si potevano trovare quelli di “L’ape Maia”, “Candy Candy”, “La canzone di Charlotte”, “Pinocchio perché no?”, “Peline story”, “Anna dai capelli rossi” etc…

Sul lato B del disco ci stava sempre una canzoncina nota come Caro papà, Il mio bel castello, Madama Dorè, Cin Cin… Ping Pong, E’ arrivato l’ambasciatore, Formicuzza, La bella lavanderina, Questo è l’occhio bello, Simeone, Marianna, Giro giro tondo, Tanti auguri…

Ma chi erano queste persone che le ricantavano cercando di essere il più fedele possibile ai brani originali? I Sanremini (un gruppo di bambini), oppure i Boys Group (un gruppo di adulti e di questi ogni tanto vi faceva parte pure Riccardo Zara del gruppo dei Cavalieri del Re, la sua voce la si può sentire in Zorro, Furia soldato, Tarzan lo fa… ed ha dovuto fare addirittura la cover dei suoi stessi brani originali di Lassie e Rin Tin Tin); poi anche i fratelli Balestra hanno ricantato alcune celebri sigle come L’ape Magà, La banda dei ranocchi, Sasuke, Lady Oscar, Lulù…; poi anche Elisabetta Viviani ha ricantato sigle di altri come Ufo robot, Lady Oscar, Lupin III, Pokemon… ed infine anche Giorgio Vanni ha ricantato Daitarn 3, L’Uomo Tigre, Lamù la ragazza dello spazio, I Cavalieri dello zodiaco…

Specializzato in questo settore di cover era la casa discografica della LS, divenuta poi la Duck Record, etichetta che otterrà un enorme successo proprio grazie alle sue compilation di cover.

Già nel 1980 cominciano ad uscire dischi a 33 giri che raccolgono le cover, ottenendo discreti successi; nel 1986 non verranno più stampati i 45 giri con le cover causa crisi discografica, ma ancora oggi vengono stampate compilation con canzoni ricantate e sono realizzate da diverse etichette come la Butterfly, DV More Record, Fonola…

 

 

GIANNI SORU

FENOMENI / IL PICCOLO CORO DI TORRE SPACCATA: GRANDI SIGLE PER LA TV DEGLI ANNI OTTANTA


 

CORO DI TORRE SPACCATA

Guest Writer: GIANNI SORU

 

Il Coro di Torre Spaccata. Un piccolo coro di bambini di Roma diretto da Renata Cortiglioni. Operativi per pochi anni negli anni ‘80 hanno cantato tante celebri sigle di cartoni animati e programmi tv assieme a vari artisti.

1980: “Fantasupermega” e “Godzilla Godzuki” sigle di cartoni animati cantate assieme a Nico Fidenco.

1982: “Bem”, “Jenny la tennista” (entrata in classifica), “Cyborg i nove supermagnifici” e “Microsuperman” sono altre 4 sigle di cartoni animati cantate assieme a Nico Fidenco; “Carletto” (andata in top-ten), cantata assieme a Corrado, sarà la sigla di Fantastico 3; “Gomma Gomma” (andata in top-ten) cantata assieme a Luca e Manuela fu la sigla di Domenica in….

1983: “Hela supergirl” e “Jane e Micci” sono le sigle di altri 2 cartoni animati cantate assieme a Nico Fidenco; “Il gioco della musica” è la sigla del programma Un milione al secondo cantata assieme a Gianni Meccia.

1984: “Rockfeller” (andata in top-ten), è la sigla dei programmi Domenica in… e Fantastico 5, che canteranno assieme al celebre pupazzo corvo Rockfeller di Josè Luis Moreno; “Sei contento papà” (andata in top-ten) cantata assieme a Corrado, sarà la sigla del progrmma Ciao Gente.

1985: “La pappa non mi va” (andata in top-ten) è una canzone che il corvo Rockfeller ha presentato al Festival di Sanremo; “Sole papà” (andata in to-ten) è la sigla di Fantastico bis che canteranno assieme ai due pupazzi Pompeo e Carlotta; “Pane e marmellata” è la sigla dell’omonimo programma per ragazzi cantato assieme a Fabrizio Frizzi.

In questi 5 anni hanno venduto più quasi 3 milioni di dischi.

GIANNI SORU

I SESSANT’ANNI DELLA RAI / LE SIGLE TV DEGLI ANNI ’80: DA “FANTASTICO” A “INDIETRO TUTTA”


RAI '80

 

Di GIANNI SORU

Nascono anche le reti Fininvest (Canale 5, Italia 1 e Rete 4), che gli danno del gran filo da torcere per i primi anni ’80. Con moltissimi cartoni animati bellissimi e portandogli via molti dei suoi più grandi personaggi, per tanti show nuovi e di successo. Nascono tanti altri canali di successo cone Antenna 3, Euro TV, Telereporter. Ma la RAI continua sempre la sua fama per programmi tv e cartoni animati. Sempre sigle storiche. Ecco i suoi prodotti più importanti.

 

1980: <Mi spendo tutto> sigla di ‘Millemilioni’cantata da Raffaella Carrà; <La balena> divertente canzoncina tormentone per bambini sigla di ‘Domenica in…’ cantata da Orietta Berti; <Ciao> è la sigla di ‘Giochiamo al varità’ cantata dai Gatti di Vicolo Miracolo; <Prendi la fortuna per la coda> è la sigla di ‘Scacco matto’ cantata da Pippo Franco e Laura Troschel; <Ty Uan> è la sigla del programma per ragazzi ‘3, 2,1, contatto’ cantata dagli Atomi. Arrivano gli amatissimi cartoni animati di ‘L’ape Maia’ è la sigla stra popolare cantata da Katia Svizzero; ‘Mazinga Z’ è la famosissima sigla cantata dai Galaxy Group; <Huck e Jim> sigla di  ‘Le avventure di Huckleberry Finn’ è la bella sigla cantata dai Louisiana Group; ‘Astro robot contatto Ypsilon’ è cantata dagli Ypsilon; ‘Anna dai capelli rossi’ è l’amatissima sigla cantata da I Ragazzi dai capelli rossi;  <Attenti Luni> sigla cantata da Eddy Toad Cabano. Tra i telefilm ‘Lancillotto 008’ cantata da Lino Toffolo e ‘Pronto emergenza’, ‘Bat-man’, ‘Billy il bugiardo’.

 

1981: <Cicale> è la sigla tormentone di apertura di ‘Fantastico 2’ cantata da Heather Parisi; <Il ballo del qua qua> invece è la divertente sigla di coda cantata da Romina Power; <Aria i casa> è la bellissima sigla di ‘Happy Circus’ cantata da Sammy Barbot; <Gioca Jouer> è l’allegra sigla del ‘Festival di Sanremo’ cantata da Claudio Cecchetto; <Ti rockerò> è la sigla di ‘Stasera niente di nuovo’ cantata da Heather Parisi; <Lo stellone> invece è la sigla di ‘Fantastico bis’ cantata da Sbirulino; <Come vorrei> invece è la nuova bellissima sigla di ‘Portobello’ cantata dai Ricchi e Poveri;  <Patatrac> è l’allegra sigla del programma per ragazzi omonimo cantata dalle 3 gemelle Trix;  <Giumbolando> è la nuova divertente sigla di ‘Supergulp… i fumetti in TV> cantata sempre da Jona; <E mi pareva strano> è la divertente sigla di ‘Drim’ cantata da Franco e Ciccio; <Con i piedi all’insù> invece è la simpaticissima sigla di coda cantata da Barbara Boncompagni; <Boing Boing> è la simpatica sigla del programma per ragazzi ‘Direttissima con la tua antenna’ cantata da Jasmine. Tra i bellissimi cartoni animati ci stanno ‘Capitan Futuro’ sigla cantatissima interpretata da I Micronauti; ‘Bia la sfida della magia’ amatissima sigla cantata ad I Piccoli Stregoni; ‘Tom story’ è  cantata da La Banda di Tom; e poi ‘Shirab il marinaio’.

 

1982: <Ballo ballo> è la sigla tormentone di apertura di ‘Fantastico 3’ cantata da Raffaella Carrà; <Carletto> invece è l’allegra canzoncina per bambini, sigla di coda, cantata da Corrado; <W la Rai> è un’altra bella sigla di ‘Fantastico 3’ cantata da Renato Zero; <Gomma Gomma> è la simpatica canzoncina per bambini sigla di ‘Domenica in…’ cantata da Luca e Manuela; <Piccolo amore> è la bellissima nuova sigla di ‘Portobello’ cantata dai Ricchi e Poveri; <Che fico> è la nuova e divertente sigla del ‘Festival di Sanremo’ cantata da Pippo Franco; <E’ strano ti amo> è la sigla di apertura del programma per ragazzi di ‘Fresco Fresco’, la sigla di coda <Con semplicità> è cantata da Katia Svizzero. Tra gli amatissimi cartoni animati arrivano: ‘Galaxy Express 999’ sigla molto amata cantata dagli Oliver Onions; ‘Marco’ cantata da Gli Amici di Marco; ‘Doraemon’ la sigla di testa è cantata dagli Oliver Onions, quella di coda dal Coro dei Nostri Figli, ‘Nils Holgersson’ cantata dai Fratelli Grimm e poi ‘Astroboy’.

 

1983: <Fatalità> è la sigla cantatissima di ‘Pronto…Raffaella?’, cantata da Raffaella Carrà; <Che dolor> invece è la sigla di coda del programma cantata sempre da Raffaella Carrà; <Ceralacca> è la nuova sigla di ‘Fantastico 4’ cantata da Heather Parisi; <Grazie perché> è la nuova sigla di ‘Domenica in…’ cantata da Gianni Morandi ed Amii Stewart; <Savana> è la nuova bella sigla del ‘Festival di Sanremo’ cantata da Superleo; <Radiostelle> è la sigla di ‘Al Paradise’ cantata da Heather Parisi. Arrivano i cartoni animati di ‘Ulysse 31’ cantata dalla Superbanda, ‘D’Artacan ei tre moschettieri’ cantata dagli Oliver Onions; ‘Sandybell’ cantata da Le Mele Verdi e poi ‘La Pimpa’. Come telefilm ‘Benedetta e company’ sigla cantata dagli Oliver Onions.

 

1984: <Rockfeller> è la sigla tormentone di ‘Fantastico 5’ e di ‘Domenica in…’, cantata da Rockfeller; <Crilù> invece è la sigla di chiusura di ‘Fantastico 5’ cantata da Heather Parisi; <Dolce far niente> è la nuova sigla di ‘Pronto… Raffaella?’, cantata sempre da Raffaella Carrà; <Rose su rose> è la nuova sigla del ‘Festival di Sanremo’, questa volta affidata a Mina; <Pinocchio chiò> invece è la sigla di coda cantata da Pippo Franco; <Jo Iho> è la simpatica sigla dello ‘Zecchino d’oro’ cantata da La Banda del Sabato; <Come si fa> invece è la sigla dello stra popolarissimo programma per bambini ‘Piccoli Fans’ cantata da Sandra Milo. Arriva il cartone animato di ‘Il fiuto di Sherlock Holmes’ cantata da i Complotto.

 

1985: <Ma la notte no> e <Il materasso> sono le famosissime sigle di apertura e di chiusura del programma ‘Quelli della notte’ cantate da Enzo Arbore; <Fidati> è una nuova sigla di ‘Pronto… Raffaella?’ cantata sempre da Raffaella Carrà; <Sugar Sugar> è la sigla di ‘Fantastico 6’ cantata da Lorella Cuccarini; <Sole papà> invece è la sigla di ‘Fantastico bis’ cantata da Pompeo e Carlotta; <L’amore è un topolino> è la nuova sigla del ‘Festival di Sanremo’ cantata da Le Mele Verdi; <Pane e marmellata> è la simpatica sigla del programma per ragazzi cantata da Fabrizio Frizzi. Come cartoni animati ‘L’ispettore Gadget’ cantata da Gadget.

 

1986: <Tutto matto> è la nuova sigla di apertura di ‘Fantastico 7’ cantata da Lorella Cuccarini; <L’amore è> invece è la stra popolare sigla di chiusura cantata da Alessandra Martinez e Lorella Cuccarini; <Io nascerò> è la nuova sigla del ‘Festival di Sanremo’, questa volta affidata a Loretta Goggi; <Telebù> è la sigla di ‘Serata d’onore’ cantata da Heather Parisi; <Curiosità> invece è la nuova sigla di ‘Domenica in…’ cantata da Raffaella Carrà. Tra i cartoni animati arrivano ‘I Gummi’ cantata da Sergio e Francesca.

 

1987: <Una domenica italiana> è l’allegra sigla di ‘Domenica in…’ cantata da Toto Cutugno; <Cantare> è la nuova sigla del ‘Festival di Sanremo’ cantata dai Mediterranea; <La famiglia di Topolino> è invece la sigla del programma per ragazzi ‘Pista’, cantata da Daniela Goggi.

 

1988: <Sì la vita è tutt’un quiz> e <Vengo dopo il Tiggì>, sono le divertenti sigle di testa e di coda di ‘Indietro tutta’, cantate da Enzo Arbore. Tra i cartoni animati ‘Calimero’ cantata da Marco Pavone e Ignazio Colnaghi e ‘Duck Tails’.

 

1989: <Piacere Rai 1> è l’allegra sigla del programma omonimo cantata da Toto Cutugno.

 

 

GIANNI SORU

I SESSANT’ANNI DELLA RAI/ GLI ANNI ’70: DA PADRE BROWN A REMI


 DI GIANNI SORU

Cominciano a nascere diversi canali televisivi: Telemontecarlo, Telecity, Telecapodistria, Canale 51, Canale 58, Videodelta, Antenna Nord…, ma la RAI è al suo massimo splendore. Rimane sempre il canale per eccellenza in Italia. Nel 1978 la TV diventa a colori. La Rai sforna una miriade di programmi, comincia a mandare in onda i primi cartoni animati e telefilm che faranno storia, le sigle che compaiono su questo canale rimangono sempre dei tormentoni vendutissimi che si piazzano ai primi posti delle classifiche. Tutte le case discografiche vogliono piazzare una sigla sulla RAI: R.C.A., Fonit Cetra, Ricordi, Durium, CBS, Cinevox Record, Baby Record, Ariston, EMI, CGD… Ecco alcuni titoli dei suoi migliori prodotti degli anni ’70.

RAI '70

 

1970: <Ma che musica maestro> sigla tormentone del programma ‘Canzonissima ‘70’, a cantarla è Raffaella Carrà; ‘Io, Agata e tu’.<Padre Brown> è la sigla del famosissimo sceneggiato TV, a cantarla è Renato Rascel. Arriva ‘Topolino’ il topo più famoso del mondo.

1971: <Chissà se va> e <Maga maghella> sono le sigle di testa e di coda di  ‘Canzonissima ’71’, a cantarle è ancora Raffaella Carrà. Arrivano i personaggi dei ‘Looney Tunes’. Arrivano anche ‘Paperino’ e ‘Cip e Ciop’.

1972: <Parole Parole>, bellissima sigla di ‘Studio 10’, è cantata da Mina con Carlo D’Apporto; <Mani Mani> e <Vieni via con me Tartapunzi punzi è> sono le sigle di testa e di coda di ‘Canzonissima ‘72’ cantata da Loretta Goggi. Debuttano i celebri ‘Tom and Jerry’.

1973: <Una musica> è la sigla del ‘Rischiatutto’, cantata dai Ricchi e Poveri; <Sempre> è la sigla di ‘Dove sta Zazà’, cantata da Gabriella Ferri. Debuttano gli stra popolari cartoni animati di ‘Braccio di Ferro’, ‘La pantera rosa’ e ‘Charlie Brown’.

1974: <Din Don Dam> è la sigla di ‘Milleluci’ cantata da Raffaella Carrà; <Non gioco più> è la bella sigla di chiusura cantata da Mina; <Felicità tà tà> è la sigla di apertura di ‘Canzonissima ‘74’, cantata da Raffaella Carrà; <E la vita la vita> è la simpatica sigla di chiusura cantata da Cochi e Renato; <Tiritiritera> è la divertente sigla di ‘Tante scuse’ cantata da Sandra Mondaini. Arrivano i famosissimi cartoni animati di ‘Asterix’, ‘L’orso Yoghi’, ‘Braccobaldo’, ‘Ernesto sparalesto’ e ‘Il leone Svicolane’.

1975: <La tartaruga> è la cantatissima sigla per bambini per il programma ‘Anteprima di un colpo di fortuna’ cantata da Bruno Lauzi; <Pirù Pirulì> è la bellissima sigla di ‘Di nuovo tante scuse’ cantata da Sandra Mondaini; <Donna Rosa> è la sigla della nuova edizione di ‘Settevoci’, cantata da Nino Ferrer. <La famiglia di Barbapapà> è la sigla del celeberrimo cartone animato dei ‘Barbapapà’, cantata da Le Mele Verdi e Roberto Vecchioni. <Aggiungi un posto a tavola> celeberrima sigla del musical che approda in tv, a cantarla è il Coro di Nora Orlandi. Debuttano i cartoni animati amatissimi di <Barbapapà>, la sigla tormentone fu cantata da Le Mele Verdi e Roberto Vecchioni; e poi ‘Magilla gorilla’, ‘Pixie e Dixie’ e ‘Lupo de Lupis’.

1976: <Johnny il bassotto> è la cantatissima sigla per bambini per il programma ‘Anteprima di chi?’, cantata da Lino Toffolo; <Fatti più in là> è la simpaticissima sigla di ‘L’altra domenica’, cantata dalle sorelle Bandiera; <Sei forte papà> è la sigla per bambini del programma ‘Rete Tre’, cantata da Gianni Morandi; <Oba ba lu la> è la sigla di ‘Due ragazzi incorreggibili’ cantata da Daniela Goggi; <A far l’amore comincia tu> è la sigla di ‘Canzonissima ‘76’, cantata da Raffaella Carrà; <Forte forte forte> è la bella sigla di ‘Gran Varietà’ cantata da Raffaella Carrà. Ancora successo con i cartoni animati di ‘Lucky Luke’, ‘Wally gator’, ‘Grisù il draghetto’ e ‘Mr Magoo’. Arrivano gli stra popolari telefilm di<Sandokan> sigla amatissima cantata dagli Oliver Onions; e <Pippi calzelunghe> simpatica sigla cantata da Pippi Calzelunghe.

1977: <Isotta> è la cantatissima sigla per bambini del programma ‘Anteprima di secondo voi’, cantata ad Pippo Franco; <Portobello> è la simpaticissima sigla del programma omonimo cantato dai Piccoli Cantori di Niny Comolli; <Siamo tutti Giam Burrasca><My name is potato>  sono le sigle di testa e di coda di ‘Rita ed io’, cantata entrambe da Rita Pavone; <E viene sabato e poi domenica> è la sigla del celebre programma ‘Domenica in…’ cantata da Raul Casadei; <Domani> è la sigla di ‘Stasera Goggi’ cantata da Daniela e Loretta Goggi; <Machintosh> è la sigla del programma per ragazzi ‘Il Dirigibile’, cantata da Mal; la bella <Cerco un uomo> e la divertentissima <Ma quant’è forte Tarzan>, sono le sigle di testa e di coda di ‘Noi no’, cantate tutte e 2 da Sandra Mondaini; <Muppet Show> enorme successo per i simpaticissimi pupazzi, la sigla è cantata da Flint Harpers e Green. Tra i cartoni animati ci sono i bellissimi ‘L’Uomo Ragno’, ‘I fantastici 4’, ‘Le avventure di Tin Tin’ e ‘Wicky il vichingo’. Per i telefilm arrivano gli amatissimi<Furia cavallo del west> tormentone di sigla cantata da Mal; <Orzowei> sigla amatissima affidata agli Oliver Onions. <Zorro> sigla cantatissima interpretata da Arturo Zitelli; e poi ‘Lassie’e ‘Rin Tin Tin’ il mitico ‘Happy days’ e la leggendaria ‘Casa nella prateria’ e il leggendario ‘Star Trek’.

1978: <Tanti auguri> è la sigla tormentone di ‘Ma che sera’, cantata da Raffaella Carrà; <Sbirulino> è la famosissima sigla per bambini del programma ‘Io e la Befana’, cantata a Sbirulino; <Capito?> è la divertentissima sigla di coda di ‘Domenica in…’, cantata dai Gatti di Vicolo Miracolo; <Tarzan lo fa> è la divertente canzoncina per bambini di ‘Noi no’, cantata da Nino Manfredi; <Sì buonasera> è la simpatica canzoncina per bambini del programma omonimo cantata da Renato Rascel; <Ancora ancora ancora> è la bellissima sigla di ‘Mille e una luce’, cantata da Mina; <Il leone> è la canzoncina per bambini sigla di ‘Domenica in…’ cantata ad Corrado; <Mister Mandarino> è la bella sigla di coda cantata dai Matia Bazar; <Supergulp n. 2> e l’allegra canzoncina di <Giumbolo>, sono le sigle di testa e di coda di ‘Supergulp I Fumetti in TV’ cantate da Jona; <La marcia di Topolino> è la canzoncina per bambini del ‘Il Club di Topolino’;<Il Trenino> è l’allegra canzoncina del programma omonimo per bambini cantata da Cristian De Sica; <I Moschettieri> è la sigla dello sceneggiato cantata dal Quartetto Cetra. <Heidi> sigla dello stra popolare cartone animato cantata da Elisabetta Viviani; <Ufo robot> e <Goldrake> sigle tormentone del cartone animato di ‘Atlas ufo robot’, sono cantate dal complesso degli Actaurs e poi arriva il simpaticissimo <Scooby doo> e <Tarzan>. Per i telefilm arrivano <Woobinda> la sigla cantatissima è cantata da Riccardo Zara e Le Mele Verdi; segue poi ‘Simpatiche canaglie’, ‘Il tenente Colombo’, la storica ‘Famiglia Bradford’ e ‘Tre nipoti e un maggiordomo’.

1979: <Disco bambina> è la sigla di apertura dello stra popolare ‘Fantastico’ cantata da Heather Parisi; <L’aria del sabato sera> è la sigla di coda cantata da Loretta Goggi; <Sarà un fiore> è la divertente sigla di apertura del ‘Festival di Sanremo’ cantata da Enrico Beruschi; <Cicciotella> è la simpaticissima sigla per bambini di ‘Bis’ cantata da Loretta Goggi; <La Befana Trullallà> è la simpatica canzoncina di coda per bambini del programma ‘Tilt’ cantata da Gianni Morandi; l’allegra <Marameo> e  la bellissima <Cocktail d’amore> sono le sigle di testa e di coda di ‘Tilt’, entrambe cantate da Stefania Rotolo; <Ciao nonnino> è la canzoncina per bambini del  programma ‘Buonasera con Macario’, cantata da Macario; <Charlie è una lenza> è la nuova sigla di ‘Domenica in…’ cantata da Corrado; <Invincibile Dirigibile> è la sigla di apertura del programma per bambini ‘Il Dirigibile’ cantata da Maria Giovanna Elmi; <Uomo Squalo> è la bella sigla di coda cantata da Mal; <Che tipo di topo> è la simpatica sigla de ‘L’inquilino del piano di sotto’ cantata da Memo Remigi e Topo Gigio; <Paperita> è la divertentissima sigla del programma per ragazzi ‘Buonasera con Rita al circo’, cantata ad Rita Pavone. <Remì le sue avventure> sigla amatissima del cartone animato omonimo cantata da I Ragazzi di Remì; <Capitan Harlock> bellissima sigla del cartone animato cantata da La Banda dei Bucanieri; <Noi Supereroi> sigla del cartone animato, cantata da La Superbanda. Arrivano anche i bellissimi telefilm di <Na no, Na no> sigla amatissima di ‘Mork e Mindy’, cantata da Bruno D’Andrea; <La banda dei cinque> bellissima sigla cantata da Elisabetta Viviani; <S.O.S. Spazio 1999> cantata dagli Oliver Onions; <George e Mildred> cantata da Gin e Tonic e poi ‘Kojak’, ‘L’ispettore Derrik’, ‘Starsky e Hutch’…

GIANNI SORU

FENOMENI / CARTOONS & FUMETTI: LE RIVISTE DEGLI ANNI DUEMILA


RIVISTE ANNI 2000

di GIANNI SORU

 

Le riviste contenitore sono quelle riviste che trattano diversi argomenti come la posta, interviste, articoli vari e pubblicano anche diversi fumetti. Alcune di queste riviste prendono spunto per il nome da un personaggio che ha avuto successo. Negli anni 2000 nasceranno tante nuove riviste, ma purtroppo con vita molto breve perché le vendite saranno molto basse, le tematiche e il materiale sono poco interessanti e l’arrivo di Internet taglia le gambe a molte di queste. Vediamo quali sono state le riviste più lette, famose ed amate degli anni 2000.

 

G BABY: settimanale formato A4, nasce come appendice de Il Giornalino, ottiene un grande successo questa rivista nata nel 2000 ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati di “Bugs bunny”, “Gatto Silvestro”, “Duffy duck”, “Speedy gonzales”, “Tom and Jerry”, “L’ape Maia”, “I Puffi”, “Topo Gigio” (tutti disegnati a mano). Ancora oggi la rivista è operativa.

CARTOON NETWORK: rivista mensile formato A4, legata al canale televisivo omonimo, nasce nel 2002 e termina nel 2003. Ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati (con scene originali della TV) di “Johnny Bravo”, “Mucca e Pollo”, “Leone cane fifone”, “Dexter’s lab”, e “Le Superchicche” ed ha dedicato diversi servizi sui cartoni animati.

BENKYO’: buono il successo per questa rivista mensile formato A4, nata nel 2002 e terminata nel 2006. Ha pubblicato diversi articoli sui cartoni animati anche inediti. Allegava sempre un cd con immagini di cartoni animati.

MONDO JAPAN: formato A4, rivista mensile nata nel 2003 termina nel 2006. Ha pubblicato diversi servizi sui cartoni animati anche inediti.

PRINCIPESSE: mensile Disney formato A4 nato nel 2003, ancora oggi esistente, ha riscosso un buon successo, ha pubblicato i fumetti inediti di “Biancaneve”, “La Sirenetta”, “Aurora” (de La bella addormentata nel Bosco), “Bella” (di la Bella e la Bestia), “Pocahontas”, “Mulan”, tutte disegnate a mano. La rivista regalerà qualche poster delle sue protagoniste.

MANGA CLUB: da un’idea di Gianni Soru, mensile in bianco e nero, formato A5, nata nel 2004 termina nel 2008; è stata la rivista più popolare degli anni 2000 (ancora oggi viene ristampata). Ha pubblicato centinaia di articoli sui cartoni animati, ha parlato del merchand dei cartoni animati, degli interpreti sigle, dei siti Internet più belli, in più pubblicava i testi delle sigle dei telefilm più belli e famosi.

RETRO’: rivista mensile formato A4, che ha riscosso un buon successo, nasce nel 2006 e termina nel 2010. Ha pubblicato diversi articoli sui cartoni animati, trattava anche personaggi dello spettacolo e giocattoli vecchi.

CARTONI: rivista mensile formato A4, di discreto successo, nata nel 2007 termina nel 2010, ha pubblicato diversi articoli di cartoni animati anche sulle anteprime.

SCUOLA DI MANGA: formato A4, rivista mensile di discreto successo, nata nel 2007, ancora oggi operativa,  ha pubblicato diversi articoli sui cartoni animati e insegna come si disegnano i fumetti.

WOOW: mensile, a colori, formato A5, nasce nel 2008 da un’idea di Gianni Soru e chiude nel 2009 riscuotendo un buon successo. Pubblicava articoli sui cartoni animati dagli anni ’70 ad oggi, e tanti fumetti inediti come ‘Gavarax’, ‘Darvatros Delta 7’, ‘La Papessa’, ‘Tirkito Avaristo’, ‘Nonna Tota’, ‘Piero Piga’

Da ricordare anche delle riviste che non hanno avuto molta fortuna, con vita molto breve di 1-2 o 3 anni, mensili nel formato A5 o formato A6, tutte a colori. “CARTOONEWS” (2003), NEW WIND (2003), MAN-GA (2005), OTAKU (2005, altra produzione di Gianni Soru): ha parlato dei cartoni animati inediti, dei lungometraggi trasmessi sulle nostre reti, e dei canali TV dove han debuttato molte serie televisive. SAT KIDS (2005-2006), PICCOLE STREGHE (2006): ha pubblicato il fumetto di “All’arrembaggio”, “Mew Mew amiche vincenti” e “Magica Doremì” (tutti con scene originali della TV). LE MAGIE DI BUFFY (2006): ha pubblicato il fumetto di “Mirmo” (con scene originali della TV). PICCOLA LADY (2006): ha pubblicato il fumetto di “Mirmo” (con scene originali della TV). BELLISSIMA (2006): ha pubblicato i fumetti di “Magica Doremì”, “Pokemon” (con scene originali della TV).

 

 

 

GIANNI SORU

 

 

FENOMENI/ SIGLE TV: MA VI RICORDATE DEI “SANREMINI”?


I SANREMINI

Di GIANNI SORU

Un gruppo di bambini ‘celebri’ che ha inciso tante classiche canzoncine per bambini. Nati nel 1970, sono stati diretti fino al 1990 da Ornella Bazzini. Il gruppo nasce per far riscoprire e conoscere ai bambini, le celebri canzoncine che tutti ormai conosciamo e cantiamo ai nostri figli o che loro stessi cantano quando giocano con i loro amichetti. I Sanremini hanno inciso tanti 45 giri come <Madama Dorè> che faceva così “Oh quante belle figlie Madama Dorè, oh quante belle figlie. Se son belle me le tengo Madama Dorè, se son belle me le tengo…”; la celeberrima <Le belle statuine> che diceva  “Le belle statuine d’oro e d’argento, sono il monumento della città. Io sono la regina, che vado a governare, e tu sei piccolina, e sotto devi stare (e sotto devi stare)…”; oppure la classica <Oh Susanna> “Dall’Alabama vengo ed ho il benjo qui con me, sto andando in Louisiana in cerca del mio amor. La notte in cui partii c’era il sole su nel ciel,  no non piangere Susanna no non piangere per me…”; la celeberrima <La bella lavanderina> che fa: “La bella lavanderina che lava i fazzoletti per i poveretti della città…”; e ancora la celebre conta <Ambaraba ciccì coccò> che fa “Ambarabà Ciccì Coccò, tre civette sul comò, che facevano rumore nella casa del fattore, il fattore s’ammalò, Ambarabaà Ciccì Coccò, Ambarabà. Ambarabà. Ambarabaà Ciccì Coccò…”; e tante altre come <Apelle>, <All’asilo no no no>, <Le ochette>, <Pinco Pallino>,  <Risotto allo zoo>, <Cin Cin Ping Pong>, <Kansas City>, <La mucchetta colorata>, <Il violino magico>,<Il codino del topino>,  <Iho Miao Bau Cip>, <I giorni della settimana>, <Bovi Bovi dove andate>…

Ma questi 45 giri spesso erano anche il retro di qualche sigla già nota da loro ricantata, sì, perché il mini gruppo vocale era specializzato nel fare le cover di grandi successi, per sigle di cartoni animati o telefilm come ‘La famiglia di Barbapapà’, ‘Orzowei’, ‘Furia cavallo del west’, ‘Pinocchio perché no?’, ‘Kum Kum’, ‘Peline story’, ‘La canzone di Paul’, ‘John e Sofami’ etc…

Per la TV hanno piazzato 2 sigle, tra cui <Le avventure di Mari Rosa>  (la più celebre, è del 1976) fu il jingle per la pubblicità della bimba che sponsorizzava il lievito Bertolini e che faceva così: “Brava brava Mariarosa ogni cosa sai far tu, qui la vita è sempre rosa solo quando ci sei tu…” altro jingle è stato quello de <Il paese dell’incontrario> (del 1976) che faceva così “Ma che paese straordinario, è il paese dell’incontrario, dove sia non si sa. Io lo so ma non lo dico…”; poi hanno piazzato 2 sigle per 2 programmi TV nel 1980 <Bolle il pentolone> (dal programma omonimo) e <Che cosa c’è papà> dal programma Occhio per Occhio.

Invece tra gli inediti hanno dedicato canzoncine a celebri personaggi come <Pinocchio>, <Ma Tarzan cosa fai> al celebre telefilm <La casa nella prateria> “Io sogno una casa nell’immensità, dei pascoli senza confin. Dove il bufalo va nella sua libertà, dove il cielo è sempre più blu…”;  <Sandogatt> è una parodia del celebre Sandokan che fa così “Sandogatt (miao). Sandogatt (miao). E’ in arrivo il flagello dei rat. Sandogatt (miao). Sandogatt (miao) E’ in arrivo il flagello dei rat…”; <W le bambine> è dedicata a tutte le femminucce che fa così “Evviva le bambine indipendenti. Abbasso i maschietti prepotenti. Evviva le bambine stavolta tocca a noi, non siamo le regine dei lavandini tuoi…”; invece <W le comiche> è una canzone dedicata ai film muti che fa così: “W le comiche le pazze comiche che ridere ci fanno a crepapelle. Oh quanto ridere come divertono vederle noi vogliam…”; e poi è da ricordare <Teleimbranato>, una canzoncina incisa nel 1981 e dedicata ai personaggi dei cartoni animati e che faceva così: “Io rimango qui ci sto tutto il dì, c’è Remì, Peline e poi Mazinga, Candy e Tekkaman e Megaloman con Arsenio Lupin e Zenigata, dopo Heidi c’è Gozzilla che si batte con un gran gorilla. Non mi muovo più viva la tv non ho proprio il tempo per studiare…”.

Questo divertente e simpatico mini compleanno ha inciso anche diversi album dover raccoglievano le loro canzoncine o le cover di cartoni animati.

GIANNI SORU