LIBRI NOVITA’ / “MERAVIGLIARSI IN AFRICA”: IL RACCONTO DI 35 ANNI TRASCORSI NEL CONTINENTE NERO


MERAVIGLIARSI IN AFRICA

 

Autore: Fra Enzo Canozzi

Titolo: MERAVIGLIARSI IN AFRICA … poteva andare peggio

Casa Editrice: Editrice Velar (Gorle) ottobre 2013

Contenuto: narra l’esperienza missionaria vissuta, per 35 anni, dall’autore a contatto di popoli, tradizioni, culture, fedi diverse, terre ancora da scoprire, dove l’autore vive con le persone la loro vita.

Personaggio principale: Frate Enzo Canozzi, missionario cappuccino, nato a Magliano il 12/07/1944. Giunto in Repubblica Centrafricana nel gennaio 1971. Vissuto, come missionario itinerante, nelle case poverissime di tutti coloro che lo accoglievano. Lui era importante per tutti e loro erano importanti per lui. Da qui la meraviglia di poter vivere nella più grande condivisione alla ricerca di una dignità, di relazioni profonde, di un apprezzamento culturale reciproco…

Ambiente: i paesaggi, le strade, i fiumi, le bestie, le piante, le abitazioni sono descritte nella loro realtà oggettiva, ma amati.

Tempo: la storia di questa presenza è narrata da flash di vita vissuta.

Stile: è immediato, autentico nella condivisione dei sentimenti e drammi descritti; ricco di improvvise novità che fanno leggere il libro “d’un fiato”.

 

DA PASTORE DI PECORE A MESSAGGERO DI PACE: L’INCREDIBILE VITA DI TOMMASO DA OLERA NEL NUOVO LIBRO DI ROBERTO ALBORGHETTI


Tommaso da Olera (1563-1631) nel ritratto eseguito dal pittore Martin Polak o Martino Polacco.

Tommaso da Olera (1563-1631) nel ritratto eseguito dal pittore Martin Polak o Martino Polacco.

di Nicola Rossi

Il 21 settembre 2013 Bergamo accoglierà l’attesa Beatificazione del fratello laico cappuccino Tommaso da Olera.  In vista ed in preparazione di questo evento straordinario, Velar ed Elledici pubblicano – nell’ormai popolarissima “collana blu” – una biografia dedicata all’umile francescano bergamasco, introdotta eccezionalmente dalla presentazione del Cardinale Seán O’Malley, Arcivescovo di Boston, dell’Ordine dei Frati Cappuccini.

Scritta da Roberto Alborghetti e corredata da una ricca documentazione fotografica, con immagini inedite, la biografia ripercorre con linguaggio fresco e moderno,  rigorosamente basato su fonti autentiche, la vita di uno dei personaggi più popolari del Tirolo. La pubblicazione ha visto la collaborazione del Centro Studi “Fra Tommaso Acerbis” (che ha sede ad Olera) e di padre Rodolfo Saltarin (Vice-postulatore nella causa di canonizzazione).       

Nato ad Olera (Alzano Lombardo) nel 1563 e morto ad Innsbruck (Austria) nel 1631, fra Tommaso ha offerto una intensa testimonianza di fede in un’epoca difficile e complessa. Da pastore di pecore a semplice frate questuante, ha conquistato la gente promuovendo il messaggio evangelico di salvezza, di pace e carità. Predicatore, taumaturgo e mistico del Sacro Cuore, seppur illetterato, ha lasciato scritti e meditazioni spirituali di grande modernità e suggestione raccolti nell’opera “Fuoco d’amore”.

Questa biografia, che ha come sottotitolo “Un fuoco d’amore sulle strade d’Europa”, ci aiuta a conoscere un figlio illustre della terra di Bergamo che lo stesso Papa Giovanni XXIII considerava “un santo autentico” ed “un maestro di spirito”. Un testo che – scrive lo stesso Cardinale O’Malley – “ci ispira e ci incoraggia a dedicare tempo a Dio, a trovare Dio nell’ordinarietà delle nostre giornate, a ringraziarlo per il suo amore e la sua misericordia”.

Lavorando sugli scritti di Tommaso da Olera, Roberto Alborghetti ha inoltre dato vita ad un singolare progetto che ha coinvolto la sua attività creativa di “artista visuale”. Una trentina di pensieri e aforismi, scritti tra Cinque e Seicento, hanno suggerito la creazione di altrettante “lacer/azioni”, le singolari immagini che Alborghetti ricava dalla realtà, soprattutto dai manifesti pubblicitari strappati e decomposti e dalle “crepe” (cracks) visibili nell’ambiente urbano e metropolitano.

Ne è nato un suggestivo progetto, “Contemplazioni e Lacer/azioni”, di cui sentiremo ancora parlare…

***

Edizioni Velar

Via T.Tasso 10, Gorle (Bg), Tel. 035 6592811

www.velar.it