“SOCIAL O DIS-SOCIAL?”: L’AGENDA DEI PROSSIMI INCONTRI IN PUGLIA ED ABRUZZO


“Social o dis-social?” è sempre più al centro di incontri e di presentazioni in giro per l’Italia. Il libro di Roberto Alborghetti, con le illustrazioni di Eleonora Moretti, edito da Funtasy, sarà proposto, nella prossima settimana, in diversi incontri in programma in Puglia e in Abruzzo. Ecco il calendario:

  • MARTEDI 26 FEBBRAIO 2019: Bitonto (BA), “Noi, nella rivoluzione dei social”, Incontro promosso da Istituto Tecnico Economico “Vitale Giordano” e da Liceo Scientifico “Galileo Galilei”, Ore 8,30, presso Salone Istituto Tecnico Economico “Vitale Giordano”, Piazzale G. Rodari, Bitonto.
  • MERCOLEDI 27 FEBBRAIO 2019 : Pescara, Istituto Comprensivo Pescara 2, Via Vincenzo Cerulli 15, Presentazione di “Social o dis-social?” agli studenti; Ore 9,30: Incontro con le Classi seconde, Ore 11,30 Incontro con le Classi terze. L’iniziativa è coordinata da Edit Inform.
  • MERCOLEDI 27 FEBBRAIO 2019: Chieti, Istituto Comprensivo “Antonelli” Chieti 3,    ore 17.00, presso l’Auditorium della Parrocchia Santi XII Apostoli, Via Capestrano,  Chieti Scalo, “Social o dis-social?”: incontro con i genitori. Ingresso libero. L’iniziativa è coordinata da Edit Inform.
  • GIOVEDI 28 FEBBRAIO 2019: Pescara, Istituto Comprensivo Pescara 6, Presentazione di “Social o dis-social?”, Aula Magna del Plesso della Scuola Secondaria 1° “B. Croce”, in via Scarfoglio 66, Pescara. Ore 10.00 Incontro – laboratorio con le Classi Quarte della Scuola Primaria dell’Istituto, comprendente Plesso Pineta Dannunziana: 4A, 4B, 4C; Plesso “M. Di Resta”: 4A, 4B; Plesso “A. Cascella”: 4°.Ore 11.45 Incontro – laboratorio con le classi terze della Scuola Secondaria 1°, Plesso “B.Croce”: 3A, 3B, 3C, 3D, 3E, 3F. L’iniziativa è coordinata da Edit Inform.
  • GIOVEDI 28 FEBBRAIO 2019: Pineto (Teramo), Istituto Comprensivo statale Giovanni XXIII, Plesso Scuola primaria “G.Illuminati”, Via Garibaldi, Ore 15: “Social o dis-social?”, Incontro-dibattito riservato ai docenti. L’iniziativa è coordinata da Edit Inform.

Per incontri con l’autore, letture pubbliche, stage di formazione per docenti e genitori: funtasyeditrice@gmail.com

Annunci

SOCIAL O DIS-SOCIAL? / QUANDO IL CELL E’ L’UNICO “AMICO” CON CUI PARLARE…


 

Pico Lettera

 

Anche i temi, come i disegni, aprono finestre sulle menti e sui cuori dei ragazzi e delle ragazze. Le parole, come le forme colorate, ci raccontano stati d’animo, pensieri, timori e speranze. Come uno dei tanti temi che è passato sotto gli occhi della docente Anna Abatecola. A proposito di social, aveva dato un testo da svolgere in classe. Questo il tema:  “Hai anche tu voglia di sfogarti e raccontare qualcosa che ti sta a cuore? Immagina questo foglio bianco un tuo amico e sfogati”.

Sono emerse situazioni e condizioni che oggi sono molto diffuse tra i nostri ragazzi, i quali spesso non hanno un vero amico, una persona con la quale parlare…. Sì, vivono momenti di vera solitudine. Ed ecco, allora, l’uso continuo ed incessante del telefonino, che diventa il surrogato di quell’amico” con il quale vorrebbero dialogare. Così emerge, peraltro, anche dai numerosi incontri sui temi del libro “Social o dis-social?”.

Un alunno ha concluso il testo con queste parole, rivolte al foglio “bianco”:  “Grazie amico mio per avermi ascoltato… Sarai il mio compagno di viaggio finche’ non trovero’ un vero amico”.
Parole che ci invitano a pensare e a riflettere, su tante cose: famiglia, società, media e scuola. Appunto, la scuola: un grande bene ed una grande risorsa, come dimostrano anche questi piccoli pensieri.

“SOCIAL O DIS-SOCIAL?”: MISURA IL TUO MODO DI STARE (BENE) NELLA RETE


La guida per “under 14” (e non solo) su come usare la rete e i social in modo responsabile in rapporto anche al benessere personale. Con 13 schede di autovalutazione. Tra i temi: la condivisione delle immagini, il tempo orario trascorso on line, la postura da smombie, la luce blu, radiofrequenza e onde elettromagnetiche, cyberbullismo e tanto altro ancora. Un libro di Roberto Alborghetti, illustrazioni di Eleonora Moretti, coordinamento di Paolo Sandini. Prefazione del prof. Mario Morcellini, Commissario AGCOM. Funtasy Editrice. Per info, incontri con l’autore e stage di formazione: funtasyeditrice@gmail.com

BITONTO (BA): ALL’IC “CASSANO-DE RENZIO” DUE GIORNATE PER ESSERE “SOCIAL” (E NON “DIS-SOCIAL”)


Cattura

“Social o dis-social? / La Rete come uno spazio per crescere e creare storie di vita” è il titolo di una due-giorni che si terrà il 7 e l’8 novembre 2018 a Bitonto (Bari) presso l’Istituto Comprensivo “Cassano-De Renzio”, diretto dalla dott.ssa Anna Bellezza. Gli incontri coinvolgeranno le classi della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di 1° e saranno condotti da Roberto Alborghetti, giornalista e autore di “Social o dis-social / Misura il tuo modo di stare (bene) nella Rete” e di “AlbumOne”, editi da Funtasy, di fresca pubblicazione. Le tematiche dell’uso consapevole della Rete e come la Rete possa diventare uno spazio di espressione e creatività saranno al centro delle attività, che coinvolgeranno anche i genitori. Ecco, nei particolari, come si svolgerà il programma delle due giornate.

MERCOLEDI 7 NOVEMBRE 2018, ORE 11.00

Scuola dell’infanzia, Via Michelangelo

Le Storie di AlbumOne:

Dino Contadino e la Mucca Dosolina

Presentazione in anteprima nazionale

Incontro con alunni e docenti

*

MERCOLEDI 7 NOVEMBRE 2018, ORE 9.00

Scuola Primaria “Cassano”, Via Salvemini 7

Ci raccontiamo quanto siamo “social”

Incontro con le Classi Quarte

*

MERCOLEDI 7 NOVEMBRE 2018, ORE 17.00

Scuola Secondaria 1° “De Renzio”, Via Berlinguer

Essere genitori al tempo di Internet

Incontro con i genitori degli alunni

delle classi 4e , 1a e 2a Media

Animazione del Coro “Anna De Renzio”

*

GIOVEDI 8 NOVEMBRE 2018, ORE 17.00

Scuola Primaria “Cassano”, Via Salvemini 7

Tutti in Festa con i Nonni

Le Poesie degli alunni protagonisti

del Concorso Nazionale “Un Fiore per Voi 2018”.

Cattura 2

“LIBROFONINO”: SEGNALATO COME “CASE HISTORY” IN UN TESTO SUI MEDIA DIGITALI


Il libro  “Pronto? Sono il librofonino“, uscito per I Quindici nel gennaio 2017 è stato al centro di numerosissimi incontri nelle scuole di tutta Italia e da ben 18 mesi è sempre presente nella TOP 40 di Amazon (Categoria libri che parlano di Problemi, Famiglia e Bullismo). Ora è stato segnalato come “case history”, un caso editoriale oggetto di analisi e di studio.

influencer_kidsInfatti, come ci segnala la prof.ssa Gabriella Conte, dirigente dell’IC “Capponi” di Milano, il libro “Influencer kids e mamme digital”, edito da Lupetti, dedica grande spazio proprio al “Librofonino”, segnalandolo tra i testi utili a comprendere e conoscere il ruolo che le nuove tecnologie hanno all’interno dei rapporti familiari (pagine 110 e 111). Ringrazio le autrici – Marzia Istria e Michela Valsecchi – per l’attenzione data al testo che racconta, in forma divertente, “storie di smombies, smartphones e cyberbulli”. Un testo, tra l’altro, oggetto di dibattito e di incontri, negli ultimi due anni, con quasi 40 mila studenti di tutta Italia.

27 MARZO 2018: IL #LIBROFONINO AD ACQUI TERME (AL). INCONTRI CON STUDENTI E FAMIGLIE


2

Saranno oltre 400 gli studenti che il prossimo 27 marzo 2018 parteciperanno ad Acqui Terme (Alessandria) agli incontri che vedranno Roberto Alborghetti, autore de “Pronto? Sono il librofonino”, aprire un confronto sui temi della tecnologia e della sicurezza in rete. L’iniziativa, promossa da A.S.C.A. – Associazione Socio Assistenziale dei Comuni dell’Acquese, costituita nell’anno 2004 con la finalità di gestire i servizi socio assistenziali del territorio – prevede anche in serata un incontro con i genitori degli alunni, operatori sociali ed educatori e l’intera cittadinanza. Il tema centrale della “giornata” riguarderà l’esigenza di stringere un patto, tra giovanissimi e le famiglie, sull’uso consapevole e responsabile degli strumenti della tecnologia digitale.

Questo il programma della giornata: Ore 9:30, presso il Palacongressi Acqui Terme (Zona Bagni) incontro con gli studenti e le studentesse dell’Istituto Comprensivo 1 di Acqui Terme e Istituto Comprensivo di Spigno Monferrato; Ore 10:45, sempre presso il Palacongressi di Acqui Terme, incontro con riservato agli allievi dell’Istituto Comprensivo 2 di Acqui Terme e dell’Istituto Comprensivo “N. Bobbio” di Rivalta Bormida. Alle ore 21, presso la Sala Conferenze ex Kaimano di Acqui Terme incontro con i genitori e la cittadinanza.

L’evento fa parte di un percorso legato ad un progetto (VIadallaviA) promosso dalla Compagnia di San Paolo. Prevede, fra le azioni, iniziative di formazione/informazione rivolte ai minori e ai genitori. Tanti i soggetti che hanno aderito all’iniziativa della presentazione di “Pronto? Sono il Librofonino”. Per gli Enti pubblici territoriali : A.S.C.A. Unione Montana Suol d’Aleramo (Capofila), Comune di Acqui Terme, Comune di Cassine. Per gli Istituti Scolastici Comprensivi: I.C. 1 Acqui Terme, I.C. 2 Acqui Terme, I.C. n. Bobbio – Rivalta Bormida, I.C. Spigno Monferrato. Per le Associazioni sportive, culturali e di volontariato: AGeSC (Associazione Genitori Scuole Cattoliche), CESTE – Consulenza Educativa Sul Territorio (Associazione di Promozione Sociale), SOMS Jona Ottolenghi, Scuola dei Genitori di Acqui Terme, Associazione Interparrocchiale di Acqui dell’Azione Cattolica, ASD Budo Club, SSD Acqui Promozione Sport, Pedale Acquese, Corpo Bandistico Acquese

20180317_155117 (640x346)

#LIBROFONINO / 5 GIORNATE IN PIEMONTE: 21 INCONTRI, 6 ISTITUTI SCOLASTICI, OLTRE 1.600 ALLIEVI COINVOLTI


21 incontri, 6 Istituti scolastici, oltre 1.600 allievi coinvolti, circa 300 genitori incontrati: ecco i numeri spiccioli di una significativa esperienza formativa che dal  12 al 16 marzo 2018 ha sensibilizzato i giovanissimi sull’uso consapevole e sicuro della tecnologia e della rete. Promossa da AGeSC Provinciale di Torino e AGeSC Provinciale di Cuneo, in collaborazione con I Quindici e Paolo Sandini, l’iniziativa ha visto l’autore del libro, Roberto Alborghetti, dialogare e confrontarsi sui temi più attuali (e spesso preoccupanti) dell’evoluzione digitale. Gli incontri si sono svolti presso: Istituto “Virginia Agnelli” (Torino), Istituto Internazionale “Edoardo Agnelli” (Torino), Scuola “San Domenico” (Fossano, CN) Istituto “Maria Consolatrice” (Torino), Istituto “Sant’Anna Opera Barolo” (Moncalieri, TO), Istituto “Maria Ausiliatrice” (Giaveno, TO). E’ stata una bella e partecipata attività di scuole in rete per condividere il tema “Noi, la famiglia e gli smartphones:  perche’ non facciamo un patto?”. Ossia: Storie, testimonianze ed esperienze per prendere coscienza delle sfide del mondo digitale.

La settimana di incontri ha dato a ragazzi, ragazze e alle loro famiglie l’opportunità di riflettere su uno dei fenomeni che ci tocca tutti: quello della comunicazione tramite i telefonini e le nuove tecnologie, realtà che sta cambiando (e condizionando) la nostra vita quotidiana. Aspetti che il libro e gli incontri di Roberto Alborghetti rivelano senza inutili giri di parole, offrendo uno spaccato di come siamo e di come ormai ci comportiamo in quella che è chiamata “l’era digitale”. Gli incontri hanno visto la partecipazione dei singoli Comitati AGeSC d’Istituto e di esponenti e rappresentanti dell’AGeSC di Torino e Cuneo – come Roberto Gontero, Gianna Pierini, Manuela Mina, Mariangela D’Ambrosio e Luciano Strumia, bravissimo regista dell’intera operazione – oltre che di Paolo Sandini, in rappresentanza de I Quindici. Grande l’interesse dei ragazzi e delle ragazze, che hanno seguito gli interventi dell’autore con grande attenzione, stimolati dalle pagine del testo illustrato da Eleonora Moretti. Per info: sandinipaolo@gmail.com