ARABESCHI IMMAGINARI… MA SONO SOLO CREPE SU UN CESTINO DI RIFIUTI AD ABBADIA S. SALVATORE (SI)


L’usura del tempo, nel suo inarrestabile incedere, provoca corrosioni, crepe e screpolature. Così capita anche ai cestini per i rifiuti collocati nel centro di un sorprendente villaggio medioevale, Abbadia San Salvatore, situato sul monte Amiata, nel cuore della Toscana. La verniciatura gialla, nel corso degli anni, si è scrostata e corrosa, lasciando poi spazio a crepe e corrosioni che sembrano immaginari arabeschi: l’occhio della mia fotocamera li ha colti a distanza ravvicinata, per il mio progetto Lacer/actions o Lacer/azioni. Perchè anche le crepe possono assumere un nuovo e diverso significato. Lo scrisse, in una bellissima canzone, un grande artista come Leonard Cohen. E lo dice la tradizione dell’Estremo Oriente. In Giappone si parla di “wabi-sabi“, ossia di come accogliere e valorizzare le imperfezioni, a qualsiasi livello.

Si parla anche, sempre in Giappone, della tecnica del kintsugi consente di trasformare degli oggetti corrosi e con crepe  in ‘oggetti preziosi’. Una tecnica che, sul piano umano e psicologico, rappresenta una perfetta metafora del concetto di resilienza, ossia della“capacità di un individuo di affrontare e superare un evento.  Un messaggio che, appunto, arriva dal progetto “Lacer/azioni”. Attraverso le crepe (cracks) è possibile vedere qualcosa di nuovo e di sorprendente. Guarda queste immagini:

https://robertoalborghetti.wordpress.com/new-laceractions-the-cracks-gallery/

r.a

© Roberto Alborghetti

© Roberto Alborghetti 

“STRATI DI MEMORIA” PER “LAMIAGENDA 2018/2019”


Da dove nascono la copertina e la grafica della imminente nuova edizione de “LamiAgenda”, l’innovativo diario scolastico de I Quindici? Questo video ve lo racconta… Tutto è collegato al “collage” che Roberto Alborghetti ha realizzato per il suo progetto “Lacer/azioni”. Come per la copertina della scorsa edizione, anche la nuova “LamiAgenda” presenta un inedito lavoro tutto fatto di piccoli pezzi di carta straccia di manifesti pubblicitari strappati e decomposti. Sì, un lavoro di recupero. Anche perchè il tema annuale de “LamiAgenda” è dedicato all’ambiente e alla sostenibilità: “Tutti su per terra”.

 

OGGI LA GIORNATA MONDIALE PER L’ACQUA: IMMAGINI E RACCONTI DALLO SCAFO DI UNA BARCA


Un video per la Giornata mondiale dell’acqua 2018, che si celebra oggi 22 marzo. Le immagini del video non sono dipinti o composizioni realizzate digitalmente, ma foto astratte e macro scattate da Roberto Alborghetti per il progetto-ricerca “Lacer/azioni”. Le scene del video sono come incredibili “racconti” di mare impressi –  attraverso corrosioni e graffi –   sullo scafo di una vecchia barca nel porticciolo di Torre a Mare (Bari,Puglia). #weareinpuglia #lacerazioni #artevisuale

© Roberto Alborghetti – Lacer/actions

LA BARCA DI TORRE A MARE : “QUADRI” ASTRATTI A CIELO APERTO. MA SONO “SOLO” FOTOGRAFIE…


Le immagini del video non sono dipinti o composizioni digitali, ma foto astratte che Roberto Alborghetti ha scattato per la sua ricerca- progetto Lacer / azioni, attorno a una vecchia barca a Torre a Mare (Bari,Puglia). Sono ormai ben 100.000 le foto scattate e archiviate per il progetto Lacer/azioni! Il soundtrack del video è “Tick Tock” di Jimmy Fontanez.

 

CHE MONDO SBALORDITIVO SI “NASCONDE” SU UN CASSONETTO DEI RIFIUTI! GUARDA IL VIDEO


Immagini di un’esperienza “visuale” che ha coinvolto gli studenti dell’IC “Sylos” di Bitonto, Istituto Comprensivo diretto dalla prof.ssa Angela Maria Mangini. Roberto Alborghetti, nel contesto del suo progetto “Lacer/azioni”, ha guidato gli allievi per le vie della città, a scoprire che anche un cassonetto nasconde un mondo…”sbalorditivo”, come mostrato nel video.

Immagine realizzata dagli studenti dell’IC Sylos, Bitonto, Bari.

 

QUESTA E’ “OPERAZIONE CASSONETTO”…PER LA SERIE “USIAMO IL CELLULARE CON LA TESTA”…NE VEDRETE DELLE BELLE!!!


Che ci faccio, con circa 150 studenti, in giro per la città di Bitonto, nel freddo pungente di questi giorni? Lo scoprirete molto presto. Intanto vi diciamo che questa è Operazione Cassonetto… Per la serie “Usiamo il Cellulare Con La Testa / La Rivincita del Librofonino”… Ne vedrete davvero delle belle!!! Foto di Paolo Sandini – I Quindici

GOCCIA DOPO GOCCIA: LA TECNICA DEL “DRIPPING” (MA QUESTI NON SONO DIPINTI… SONO “LACER/AZIONI”)


ARTWORKS E VIDEOCLIP DI ROBERTO ALBORGHETTI.

LA TECNICA DEL “DRIPPING”: IMMAGINI CASUALI E SPONTANEE, “CATTURATE” IN SICILIA (ISOLA DELLE FEMMINE).

By Roberto Alborghetti - Lacer/actions

By Roberto Alborghetti – Lacer/actions

 

CREPE (CRACKS) E SINAPSI… NON SONO DIPINTI! SONO “LACER/AZIONI”…IL MACRO DAL MICRO


Un nuovo video di Roberto Alborghetti per il suo progetto “Lacer/azioni”… Le immagini che vedete non sono dipinti (eh sì!) ma foto astratte e macro che Roberto ha “scattato” attorno ad un grande contenitore di rifiuti ad Aprilia (Latina) presso il maneggio della “Casa dei Cedri”… Non ci credete? Chiedete alla docente Patrizia Sapri e vi racconterà…

DSCN5879 (2) (800x447)