“FRANCESCO”: ORA E’ UNA VERA E PROPRIA ENCICLOPEDIA UNICA AL MONDO!


“Francesco”, la grande opera dedicata alla vita e al pontificato di Papa Bergoglio, autore Roberto Alborghetti, edita da Velar. In questi giorni, nel clima dell’attesa della storica visita di Papa Francesco a Milano, è uscito il quarto volume, con sette nuovi capitoli, che si aggiungono ai precedenti 21. In totale sono oltre 500 pagine, in grande formato, che presentano un apparato fotografico per certi aspetti unico, con ben 550 immagini.     www.velar.it

BARI: “NESSUNO RESTI INDIETRO” ALL’ISTITUTO “MARGHERITA” (SABATO 28 GENNAIO 2017)


 

Guest Writer: Stefano Alberti 

La “rivoluzione” di Papa Francesco. Ossia: la storia, la testimonianza, le intuizioni e il modello di economia solidale di un Pontefice che sta cambiando la Chiesa e non solo. E’ questo il tema dell’incontro in programma a Bari, presso l’Istituto Margherita (Corso  Benedetto Croce 267), sabato 28 Gennaio 2017, con inizio alle ore 10,30. Promosso dallo stesso Istituto Margherita – storica scuola paritaria del capoluogo pugliese – e dal Comitato AGeSC Provinciale di Bari, l’evento intende sottolineare il rilancio delle attività dell’Associazione Genitori Scuole Cattoliche, realtà che opera a servizio della famiglia e della scuola cattolica.

Il messaggio di Papa Francesco e il magistero della dottrina sociale sono apparsi il tema più consono, oltre che di grande attualità, per poter invitare la comunità scolastica e la cittadinanza a riflettere su realtà ed aspetti che toccano e coinvolgono la società intera. L’incontro vedrà la partecipazione di Roberto Alborghetti, giornalista e autore di “Nessuno resti indietro, Papa Francesco la dignità del lavoro e l’inclusione sociale” (Editrice Velar) e di altre tre pubblicazioni dedicate al papato di Bergoglio. L’incontro prevede gli interventi di: Tommaso Cozzi, Direttore Ufficio Mondo Sociale e del Lavoro Diocesi di Bari-Bitonto; Giancarlo Frare, Vice Presidente Nazionale AGeSC; Suor Elena Pacini, Superiora dell’Istituto Margherita e il saluto di benvenuto di Gianni Panuzzo, Presidente del Comitato Provinciale dell’AGeSC, che con il gruppo dei più stretti collaboratori, ha voluto questo evento che segna a Bari la “rinascita” dell’Associazione che, da più di quarant’anni, è dalla parte dei genitori e della scuola. L’Editrice Velar sarà rappresentata dal dottor Paolo Sandini.

L’iniziativa vuole dunque essere un’opportunità per riflettere sulle tematiche della giustizia sociale, della solidarietà e dell’educazione al senso civico così come suggerito dalle pagine di “Nessuno resti indietro”. Già ristampato e accolto da grande attenzione da parte del pubblico e dagli opinion leaders, il libro presenta Papa Francesco e la sua sensibilità per i temi della dignità del lavoro,  dell’inclusione sociale e della solidarietà, offrendo una documentazione inedita su fatti ed esperienze vissute dal futuro Papa nel difficile contesto storico e sociale dell’Argentina. “Un libro affascinante, che ci permette di capire perchè Papa Francesco fa e dice determinate cose“: queste le parole dell’ex premier sen. Giuliano Amato, giudice alla Corte Costituzionale. “Un testo che tutta la classe dirigente dovrebbe leggere”: così ha affermato l’avv. Vincenzo Massara, vice presidente nazionale di MCL. E il leader della Cisl Puglia, Giuseppe Boccuzzi, ha pubblicamente consigliato la lettura di “questo libro meraviglioso,per dedicarlo a chi non può partire in vacanza o a chi non ha mai avuto un lavoro o lo ha perso e non lo trova. Una lettura che ci sproni  a pensare ed agire affinchè Nessuno resti indietro, come dice il Santo Padre”. La giornalista e scrittrice Marina Lomunno  ha scritto sul settimanale di Torino (“La Voce del Popolo”) che il libro offre una “efficace sintesi della visione di Papa Francesco sui temi del lavoro”.

Le pagine di “Nessuno resti indietro” ci portano dentro gli anni e le esperienze pastorali che Jorge Mario Bergoglio ha vissuto nella Buenos Aires del lavoro-schiavo, dei laboratori clandestini, della tratta delle persone, dello sfruttamento dei minori, della disoccupazione, del lavoro nero, nel “tritacarne” dell’economia speculativa. Tra quelle vicende – scrive Alborghetti – “ho trovato la risposta all’interrogativo perché questo Papa insiste coerentemente sulla necessità di “un nuovo ‘umanesimo del
lavoro’, dove l’uomo, e non il profitto, sia al centro; dove l’economia serva l’uomo e non si serva dell’uomo”. Nella sofferenza condivisa per tanti episodi di ingiustizia e di esclusione sociali – nel libro si parla della strage ferroviaria dell’Once e del massacro di quasi 200 giovani nella discoteca Cromañón , delle vittime del lavoro schiavo e della criminalità collegata al racket delle persone e allo sfruttamento minorile in circa 3.000 fabbriche tessili abusive – nasce, si muove e si eleva il grido del “Nessuno resti indietro” dell’arcivescovo Bergoglio, e del modello di un nuovo ordine sociale ed economico, che – come si scrive nel libro – è definibile con il termine “Francisnomics”.

LIBRO-NOVITA’: SALVO D’ACQUISTO, LA STORIA DI UN EROE RACCONTATA AI RAGAZZI


cover_salvo_d_acquisto

Questa è la copertina di un nuovo titolo pubblicato da Velar. Sono solo 20 pagine che suggeriscono i momenti più importanti della vita di Salvo d’Acquisto, vice brigadiere dell’ Arma dei Carabinieri, insignito di Medaglia d’oro al valor militare alla memoria per essersi sacrificato il 23 settembre 1943 per salvare un gruppo di civili durante un rastrellamento delle truppe naziste (Seconda Guerra mondiale). Scorrendo la storia di Salvo d’Acquisto nasce spontanea la domanda se anche oggi, in un mondo cosÏ confuso e incerto soprattutto per i giovani, esistano ancora persone come Salvo, che abbiano il coraggio di vivere fino in fondo la loro fede e siano autentici testimoni di vita cristiana.

  • Salvo D’Acquisto, di Vera Bonaita, Illustrazioni di Remo Buttinoni, Collana Echi dell’anima, Pagine 20, € 5,00, Editrice Velar, 2016

 

“COME CHICCHI IN UNA SPIGA DI GRANO”: LA PRIMA COPIA CONSEGNATA AL NEO CARDINALE DIEUDONNÉ NZAPALAINGA ARCIVESCOVO DI BANGUI (AFRICA)


20161219_141251

 

Guest Writer: Stefano Alberti

Monsignor Dieudonné Nzapalainga è l’arcivescovo di Bangui, nella Repubblica Centrafricana, ed è Presidente della Conferenza Episcopale del Centrafrica. E’ alla guida di quella che è considerata una delle più povere diocesi del mondo. Lo scorso anno, Papa Francesco ha voluto aprire a Bangui la porta santa della cattedrale, inaugurando il Giubileo straordinario della Misericordia in un modo che non ha precedenti. In queste settimane, l’arcivescovo Nzapalainga è a Roma, perché Papa Francesco ha voluto nominarlo cardinale. E’ un altro gesto importante del suo Pontificato. Come vuole la tradizionale, ad ogni cardinale è legata una chiesa. Al neo cardinale del Centrafrica è stato affidato il titolo di una importante basilica, quella di Sant’Andrea della Valle in Roma, sede dei Teatini, la Congregazione fondata da San Gaetano Thiene.

Proprio alcuni giorni fa, come abbiamo scritto su questo blog, è stato pubblicato un libro di grande interesse “Come chicchi in una spiga di grano”, di Roberto Alborghetti, Editrice Velar.     Il volume presenta la vicenda collegata alla devozione espressa dal popolo argentino e dal futuro Papa Francesco proprio per San Gaetano Thiene, al quale è dedicato un frequentatissimo santuario a Liniers, quartiere di Buenos Aires, meta di centinaia di migliaia di pellegrini. Ebbene, è sembrato giusto e doveroso consegnare la prima copia del libro proprio all’arcivescovo di Bangui, che ha preso possesso della basilica di Sant’Andrea nella giornata di ieri, domenica 18 dicembre, con un semplice ma partecipato rito religioso.

Il dottor Paolo Sandini, a nome dell’autore Roberto Alborghetti e dell’Editrice Velar, ha consegnato copia del nuovo libro a mons. Dieudonné Nzapalainga, al quale è stato donato anche “Francesco”, la monumentale opera che, sempre scritta da Alborghetti e pubblicata da Velar, è la prima grande biografia storica illustrata dedicata a Papa Bergoglio (è in uscita il prossimo volume). L’arcivescovo di Bangui, come mostrano le immagini, ha gradito i due volumi ed ha avuto parole di ringraziamento.

Mons. Nzapalainga, nel corso della celebrazione, ha parlato anche della Chiesa di Bangui e delle necessità della popolazione, soprattutto quella infantile, che avevano peraltro molto colpito Papa Francesco durante la sua visita in Centrafrica. Come forse molti sapranno, anche artisti italiani, come Claudio Baglioni e la stessa Gendarmeria Vaticana si stanno muovendo concretamente in risposta all’appello del Papa per Bangui.

Ricordiamo che nelle prossime settimane, la basilica di Sant’Andrea della Valle sarà al centro di incontri per il lancio del libro “Come chicchi in una spiga di grano”.  Per tutto il periodo delle festività natalizie, il libro sarà sempre disponibile al pubblico all’interno della suggestiva basilica, grazie alla presenza di Paolo Sandini dell’Editrice Velar, coadiuvato da Anna Scaglione. Lunedi 26 dicembre, sarà presente anche l’autore, Roberto Alborghetti, che avrà il piacere di incontrare il pubblico e di autografare copie della pubblicazione. Altra giornata speciale il 3 gennaio. La presentazione ufficiale del libro avrà luogo venerdi 13 gennaio, con inizio alle ore 18. Con l’autore interverranno: Padre  Salvador Rodea González, Preposito Generale dei Chierici Regolari Teatini e Padre Carlos Gómez-Ruiz, Rettore della Basilica di Sant’Andrea della Valle.

Nelle foto: il dottor Paolo Sandini, a nome dell’autore Roberto Alborghetti e dell’Editrice Velar, consegna a mons. Dieudonné Nzapalainga, i libri su Papa Francesco.      

LIBRI NOVITA’/ LE RADICI DELL’AMORE : LE STORIE DI UNA NONNA, I SOGNI DI UNA NIPOTINA…


radici_amore_cover

 

Editrice Velar ha pubblicato in questi giorni un bel libro illustrato, da leggere e da “vedere”. Si tratta de “Le Radici dell’Amore” di Caterina Villani e Stefano Nava. E’ un libro che parla di sogni e racconti condivisi…Questa la trama in sintesi: Gaia vive nel villaggio ai piedi della grande collina. Ogni giorno la nonna le racconta una storia. Storie nuove, vere o immaginarie. Una di queste è un po’ speciale. Così gli occhi della bambina iniziano a sognare. E Gaia impara che il sogno per diventare realtà può solo attraversare le stagioni. Colorate e silenziose. A volte noiose. Sempre, comunque, piene di vita.

GLI AUTORI

Caterina Villani
Architetto e insegnante tirocinante della scuola di Biodanza. Ama camminare
e stare nella natura. Incontrare persone, conoscere nuove realtà
e scrivere, sono ciò che le permette di esprimersi e di comunicare quello
che porta dentro.

Stefano Nava
Artista e illustratore. Ama far convivere parole e immagini. Nelle sue
tavole i colori riemergono da sfondi delicati e spazi di silenzio. Parte
integrante di questa sua ricerca è il lavoro di assistenza agli anziani. Insieme
hanno anche pubblicato Maria di Nazareth (Editrice Velar-Elledici).
Sposi dal 2010, vivono a Reggio Emilia con il piccolo Francesco.

*

Le Radici dell’Amore, Caterina Villani e Stefano Nava, Pagine 32, € 12,00
Racconto illustrato, 24,7×24,7, Editrice Velar, Dicembre 2016.

SABATO 17 DICEMBRE: A TRIESTE, ANMIL PRESENTA IL LIBRO SU PAPA FRANCESCO E LA DIGNITÀ DEL LAVORO “NESSUNO RESTI INDIETRO” DI ROBERTO ALBORGHETTI


 

A CURA DELL’UFFICIO STAMPA ANMIL

anmil

poster-nessuno-resti-indietro-ts-457x640

Per mettere in luce il forte legame tra il Papa e il mondo del lavoro lo scrittore Roberto Alborghetti ha voluto raccogliere una serie di testi e documenti nel libro “Nessuno resti indietro. Papa Francesco, la dignità del lavoro e l’inclusione sociale”, Editrice Velar, la cui pubblicazione è stata sostenuta dall’ANMIL (Associazione Nazionale tra Lavoratori Mutilati ed Invalidi del Lavoro), e sarà presentato il 17 dicembre, alle ore 10.30, nella Sala dell’Università Popolare di Trieste (in Via Torrebianca n. 22).

Parteciperanno all’incontro, oltre all’autore del libro: il Vice Presidente dell’Università Popolare di Trieste Manuele Braico, il Presidente nazionale ANMIL Franco Bettoni e il Presidente regionale ANMIL Friuli Venezia Giulia Romeo Mattioli, che farà da moderatore. L’iniziativa vuole essere un’opportunità per riflettere sulle tematiche dell’inclusione sociale e sulle problematiche legate al fenomeno degli incidenti sul lavoro, argomento sviluppato nelle stesse pagine di “Nessuno resti indietro”.

Proprio Papa Francesco, anche come Arcivescovo di Buenos Aires, è intervenuto più volte sul problema e anche lo scorso 30 gennaio, nella prima Udienza giubilare dell’Anno della Misericordia è ritornato sul tema rivolgendosi direttamente alla delegazione dell’ANMIL presente in Piazza San Pietro da varie Regioni d’Italia, e alla quale il Pontefice ha rivolto queste parole: “Accolgo con piacere i membri dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro: la vostra presenza mi offre l’occasione di ribadire quanto sia importante salvaguardare la salute dei lavoratori; e difendere sempre la vita umana, dono di Dio, soprattutto quando è più debole e fragile”.

L’ANMIL triestina farà dono del libro a tutti coloro che interverranno all’incontro che, per una felice coincidenza, cade nel giorno dell’80° compleanno di Papa Bergoglio. Anche questa è una ragione che renderà ancor più significativa la manifestazione, occasione per rilanciare il messaggio dell’Associazione e il suo impegno nel campo della prevenzione degli incidenti in ambito lavorativo e della tutela di chi è infortunato. Tra l’altro, “Nessuno resti indietro” verrà proposto a Trieste nella speciale edizione realizzata per ANMIL, contenente le parole del Presidente nazionale Franco Bettoni ed una serie di informazioni utili per gli associati.

La pubblicazione offre dunque una documentazione inedita su fatti ed esperienze vissute da colui che in futuro sarebbe diventato Papa nel difficile contesto storico e sociale dell’Argentina: le pagine del testo ci portano dentro gli anni e le storie che Jorge Mario Bergoglio ha vissuto nella Buenos Aires del lavoro-schiavo, dei laboratori clandestini, della tratta delle persone, dello sfruttamento dei minori, di gravi incidenti nei luoghi di lavoro, della disoccupazione e del lavoro nero.

“Tra quelle vicende – scrive Alborghetti – ho trovato la risposta all’interrogativo perché questo Papa insiste coerentemente sulla necessità di “un nuovo ‘umanesimo del lavoro’, dove l’uomo, e non il profitto, sia al centro; dove l’economia serva l’uomo e non si serva dell’uomo”.

http://www.anmil.it

http://www.velar.it

 

“NESSUNO RESTI INDIETRO”: INCONTRO-DIBATTITO ALLA XVIII RASSEGNA DEL GIORNALISMO SCOLASTICO SUL MONTE AMIATA


Guest Writer: STEFANO ALBERTI

“Nessuno resti indietro” verrà presentato anche nell’ambito della XVIII edizione di “Penne e Video Sconosciuti”, la grande festa del giornalismo e della comunicazione a scuola promossa da Osa Onlus, evento annuale che coinvolge il territorio dell’Amiata richiamando migliaia di studenti da tutta Italia. L’incontro si terrà sabato sabato prossimo, 22 ottobre 2016, alle ore 18, presso il Teatro Comunale di Piancastagnaio (Siena) con la partecipazione dell’autore, Roberto Alborghetti, del Sindaco di Piancastagnaio, Luigi Vagaggini, di D. Carlo Prezzolini della Diocesi  di Pitigliano, di Nicola Cirocco, Presidente Osa Onlus e di Giuseppe Serafini, della testata Amiata News. L’ iniziativa  ha il patrocinio del Comune di Piancastagnaio e la collaborazione delle parrocchie di Piancastagnaio e Saragiolo.

poster-osa-web

Già ristampato e accolto da grande attenzione da parte del pubblico e dagli opinion leaders,“Nessuno resti indietro” presenta Papa Francesco e la sua sensibilità per i temi della dignità del lavoro e dell’inclusione sociale, offrendo una documentazione inedita su fatti ed esperienze vissute dal futuro Papa nel difficile contesto storico e sociale dell’Argentina. “Un testo che tutta la classe dirigente dovrebbe leggere”: così ha recentemente affermato l’avv. Vincenzo Massara, vice presidente nazionale e presidente regionale Calabria di MCL. In un post su Facebook e Twitter, il leader della Cisl Puglia, Giuseppe Boccuzzi, ha pubblicamente consigliato la lettura di “questo libro meraviglioso,per dedicarlo a chi non può partire in vacanza o a chi non ha mai avuto un lavoro o lo ha perso e non lo trova. Una lettura che ci sproni  a pensare ed agire affinchè Nessuno resti indietro, come dice il Santo Padre”. L’ex premier Giuliano Amato, giudice costituzionale, ha pure parlato gran bene del testo durante un incontro di presentazione, lo scorso agosto, definendolo “un libro indispensabile per capire Papa Francesco”.

Le pagine di “Nessuno resti indietro” ci portano dentro gli anni e le esperienze pastorali che Jorge Mario Bergoglio ha vissuto nella Buenos Aires del lavoro-schiavo, dei laboratori clandestini, della tratta delle persone, dello sfruttamento dei minori, della disoccupazione, del lavoro nero, nel “tritacarne” dell’economia speculativa.

Tra quelle vicende – scrive Alborghetti – “ho trovato la risposta all’interrogativo perché questo Papa insiste coerentemente sulla necessità di “un nuovo ‘umanesimo del
lavoro’, dove l’uomo, e non il profitto, sia al centro; dove l’economia serva l’uomo e non si serva dell’uomo”, dove i tanti giovani che non lavorano sono “i nuovi
esclusi del nostro tempo”, “vengono privati della loro dignità”, mentre “la giustizia umana chiede l’accesso al lavoro per tutti” (16 gennaio 2016, Incontro con MCL,
Movimento Cristiano Lavoratori).

Nella sofferenza condivisa per tanti episodi di ingiustizia e di esclusione sociali – il libro, ad esempio, ricostruisce le vicende della strage ferroviaria dell’Once e del massacro di quasi 200 giovani nella discoteca Cromañón , delle vittime del lavoro schiavo e della criminalità collegata al racket delle persone e allo sfruttamento minorile in circa 3.000 fabbriche tessili abusive – nasce, si muove e si eleva il grido del “Nessuno resti indietro” dell’arcivescovo Bergoglio, e del modello di un nuovo ordine sociale ed economico, che – come si scrive nel libro – è definibile con il termine “Francisnomics”.

Il libro sarà disponibile durante tutte le giornate di “Penne e Video Sconosciuti” insieme agli altri titoli che Roberto Alborghetti ha dedicato a Papa Bergoglio: “Francesco” (la prima grande biografia storica illustrata, Editrice Velar) e “Quando il giorno era una freccia” (Ed.AGeSC). E’ imminente l’uscita di: “Come chicchi in una spiga di grano”. Paolo Sandini di Velar sarà a disposizione del pubblico per informazioni.

*

Per info:

www.velar.it

http://www.sandini.it/

*

IL LIBRO E’ DISPONIBILE NELLE PRINCIPALI LIBRERIE ON LINE.

ECCO ALCUNI LINKS:

 

Hoepli

http://www.hoepli.it/libro/nessuno-resti-indietro-papa-francesco-la-dignita-del-lavoro-e-l-inclusione-soc/9788866712404.html

 

La Feltrinelli

http://www.lafeltrinelli.it/libri/roberto-alborghetti/nessuno-resti-indietro-papa-francesco/9788866712404

 

IBS

http://www.ibs.it/code/9788866712404/alborghetti-roberto/nessuno-resti-indietro.html

 

Libreria Universitaria

http://www.libreriauniversitaria.it/nessuno-resti-indietro-papa-francesco/libro/9788866712404

 

Amazon

https://www.amazon.it/Nessuno-indietro-Francesco-dignit%C3%A0-linclusione/dp/886671240X/ref=sr_1_5?s=books&ie=UTF8&qid=1470295719&sr=1-5&keywords=Roberto+Alborghetti

 

Ebay Libri

http://www.ebay.it/itm/Nessuno-resti-indietro-Alborghetti-Roberto-/131742317705?hash=item1eac743c89

RACCONTANDO “FRANCESCO”: BELLISSIMA SERATA AL “MARTINBOOK FESTIVAL 2016” DI MARTINSICURO (TE)


 

Di Roberto Alborghetti, autore di “Francesco”, Editrice Velar

E’ stata davvero una bella serata quella del “MartinBook Festival” di Martinsicuro (TE) alla quale ho avuto l’onore e la gioia di partecipare in qualità di autore di “Francesco”, la prima grande biografia storica illustrata su Papa Bergoglio, pubblicata da  Editrice Velar . L’evento si è svolto sabato scorso, 30 luglio, promosso da Martinbook associazione culturale e dal Comune di Martinsicuro nella suggestiva cornice del complesso monumentale della Torre Carlo V e dell’annessa antica dogana,  che ora ospita il Museo Antiquarium di Castrum Truentinum, che conserva ed espone i reperti archeologici provenienti dal territorio di Martinsicuro.

E’ sempre bello, umanamente e professionalmente, partecipare a questi eventi, che offrono l’opportunità di incontrare tanta gente e di poter raccontare un po’ di come nasce un’opera editoriale come “Francesco”, alla sua terza edizione aggiornata, strutturata in 388 pagine, con 450 foto, grande formato (cm. 23 x 29,5) disponibile anche in una speciale edizione in 3 volumi con cofanetto.

Un “grazie” vivissimo va dunque a Matteo Bianchini dell’Associazione MartinBook Festival, all’Amministrazione Comunale e al suo Sindaco Paolo Camaioni, alla giornalista Noris Cretone, che ha condotto con rigore e bravura l’incontro. Un grazie al prof. Leopoldo Saraceni, docente ed autore di testi sulla storia e l’ambiente di Martinsicuro, e alla sua consorte, la prof.ssa Brunella, i quali – avendo letto ed apprezzato “Francesco” – lo hanno proposto al MartinBook. Un sincero “grazie” anche al numeroso pubblico intervenuto, che ha poi seguito la successiva presentazione di un altro libro, “La toga stracciata” di Mauro Crocetta ( sono intervenuti Maria Rosaria Sarcina, il giornalista Roberto Toppetta e Giovanna Frastalli). Bellissima anche l’animazione musicale della giovane musicista Maria Vittoria Tranquilli. Paolo Sandini dell’Editrice Velar è stato a disposizione del pubblico per illustrare l’opera editoriale; con l’acquisto di “Francesco” si partecipa all’iniziativa di solidarietà ” Salva una vita! Operazione Cuore” che consente a Velar di finanziare interventi chirurgici su bambini colpiti da cardiopatie (tra le principali cause di morte infantili) nelle missioni cappuccine dell’Africa.

Ora la prossima destinazione è Albinia (Grosseto) dove l’11 agosto prossimo, alle ore 18, presso il Campeggio Voltoncino, avrà luogo la presentazione di “Nessuno resti indietro / Papa Francesco, la dignità del lavoro e l’inclusione sociale”. Tra gli ospiti che porteranno la propria testimonianza, anche Giuliano Amato, già presidente del Consiglio dei Ministri e ora giudice costituzionale.