ANCHE LILIANA SEGRE TRA LE 12 GRANDI STORIE DEL LIBRO-NOVITA’ “ITALIANI O IT-ALIENI?”


Liliana Segre

Liliana Segre 2

Guest writer: STEFANO ALBERTI

C’è anche Liliana Segre – la senatrice a vita che nei giorni scorsi in Parlamento ha proposto l’istituzione di una Commissione contro il linguaggio e le espressioni di odio – tra le 12 grandi figure narrate nel libro “Italiani o It-alieni?“, pubblicato da Funtasy Editrice, scritto da Roberto Alborghetti e illustrato da Eleonora Moretti. Una scelta, quella di parlare di Liliana Segre, fatta in tempi non sospetti o dettati dall’attualità, ma dalla conoscenza storica e dalla testimonianza della senatrice a vita.

Nella pagine di “Italiani o It-alieni?” – che racconta ai giovanissimi i 12 principi fondamentali della Costituzione Italiana – a Liliana Segre è stato affiancato proprio l’articolo 3, che inizia così:  “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali…”.  Non c’era e non c’è articolo migliore da affiancare alla vita di Liliana Segre, la cui vicenda è raccontata in modo semplice, coinvolgente e diretto, in modo da arrivare al cuore dei ragazzi di tutta Italia.

Liliana Segre 3

Come noto, il filo conduttore di “Italiani o It-alieni ?’ – che ha la prefazione di Antonio Decaro, Presidente ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani – è costituito da 12 “ritratti” di persone e personaggi che hanno testimoniato, con la propria vita, valori e ideali di impegno civico e sociale, nel solco dei dettati della Costituzione. Non sono i “racconti della buonanotte”, ma i “racconti del buon giorno”, utili a… dare la sveglia, ossia a “risvegliare” il senso civico e la conoscenza della storia del nostro Paese, per non perdere la memoria.
Sono le “storie d’Italia” vissute da testimoni noti e meno noti, ma tutti animati dalla buona volontà di essere cittadini che hanno onorato, ed onorano, la Carta Costituzionale.
L’autore, Roberto Alborghetti, in modo vivo e coinvolgente narra vicende che – accompagnate dai ritratti dell’illustratrice Eleonora Moretti – vedono al centro, oltre a Liliana Segre, anche Giorgio La Pira, Rita Levi Montalcini, Enzo Ferrari, Piero Angela, Sofia Corradi, Tina Anselmi, Mario Lodi, Anna Magnani, Giuseppe La Rosa, i Caduti nel massacro di Cefalonia e CorfùGiovanni Falcone e Paolo Borsellino. Sono storie di sofferenza, di impegno, di riscatto e di amore per la propria Nazione. Storie che offrono esempi, modelli di vita, termini di riferimento, utili per i nostri giorni. Come la vita di Liliana Segre. Perchè essere cittadini non è cosa dell’altro mondo…

20191006_001842175422133.png

PER INFORMAZIONI, CONTATTI, INCONTRI CON L’AUTORE, CORSI FORMAZIONE DOCENTI: funtasyeditrice@gmail.com

 

 

SVELATO IL MISTERO: STA PER USCIRE “ITALIANI O IT-ALIENI?”


20190822_111744ITALIANI O IT-ALIENI copertina

In molti si chiedevano cosa fossero quelle immagini del piccolo alieno vestito con il tricolore, apparse nei giorni scorsi su questo blog. Ora ecco la risposta… Su WideNews un articolo di Elvira Silvana Zammarano annuncia in anteprima l’uscita del nuovo libro “Italiani o It-alieni?” edito da Funtasy. Qui sotto il link:

“Italiani o It-alieni?”, di Roberto Alborghetti, un testo per l’insegnamento dell’Educazione Civica a scuola

WideNews 5 9 19

DOCENTI NELLA RIVOLUZIONE DEI SOCIAL: CORSI DI FORMAZIONE A PESCARA E CHIETI (12-13 SET ’19)


copertina 4a - Copia
“Social o dis-social?” – il libro di Roberto Alborghetti, illustrato da Eleonora Moretti, edito da Funtasy – anche nel nuovo anno scolastico sarà il “filo conduttore” di una serie di appuntamenti in giro per l’Italia. Già dalla prossima settimana sono in programma incontri a Pescara e a Chieti, riservati ai docenti, nell’ambito di corsi di formazione sulle tematiche dell’uso consapevole della Rete e delle tecnologie. Ecco gli incontri in programma:
  • GIOVEDI 12 SETTEMBRE 2019: Pescara, Liceo Scientifico “G. Galilei” (Via Balilla, 34), Ore 9,30-12,30: “Social o dis-social?”, Incontro di formazione ed aggiornamento riservato ai docenti. Interviene Roberto Alborghetti, autore, giornalista, formatore e autore di “Social o dis-social?”. L’iniziativa è coordinata da Edit Inform.
  • GIOVEDI 12 E VENERDI 13 SETTEMBRE 2019: Chieti, Istituto Comprensivo Chieti 4 (Via Campobasso 10), Ore 15: “Essere docenti nella rivoluzione dei social”, Corso di aggiornamento riservato ai docenti. Formatore: Roberto Alborghetti. L’iniziativa è coordinata da Edit Inform.
Per informazioni, prenotazione copie e incontri con l’autore e corsi di formazione: funtasyeditrice@gmail.com (Paolo Sandini).

BULLISMO IN FUORI GIOCO: A RAVENNA UNA SERATA SU SPORT E FAIR PLAY (30 SET ’19)


Una serata-dibattito per parlare di prevenzione al bullismo attraverso lo sport e per
sensibilizzare ragazzi e famiglie verso questa importante tematica, di grande attualità: “Non è una squadra per bulli. Lo sport come uno strumento contro il bullismo”.
L’iniziativa, promossa da Associazione Genitori Scuole Cattoliche di Ravenna, in collaborazione con il Romagna RFC, si svolgerà nella serata di lunedì 30 settembre 2019 a Ravenna presso l’Hotel Mattei, con il patrocinio dell’Assessorato allo Sport del Comune di Ravenna e del Coni – Comitato Regionale Emilia Romagna.
Oggi Mi Faccio un Goal Copertina (377x640)Lo spunto è dato dal libro illustrato per ragazzi “Oggi mi faccio un goal” di Roberto Alborghetti, con i disegni di Eleonora Moretti (I Quindici), in cui un pallone da calcio, racconta “in prima persona” le avventure di una piccola squadra di calcio di quartiere e del loro allenatore, parlando tra le altre cose di fair play, del valore educativo dello sport, del contenere l’eccesso di agonismo (in campo come sugli spalti), di lotta al bullismo. L’idea è quella di far dialogare su queste tematiche sport molto diversi tra loro come il calcio, il rugby, il basket, attraverso gli interventi di
esponenti di questi mondi.
Insieme all’autore del libro, per il rugby offrirà la sua testimonianza Francesco Urbani, Direttore Tecnico del Romagna Rugby, mentre per il calcio e basket stiamo definendo gli interventi di allenatori/giocatori, che racconteranno la loro esperienza. L’obiettivo è quello di creare un momento di confronto e di dibattito trasversale, che possa coinvolgere genitori e ragazzi, veicolando il messaggio sia dell’importanza di fare squadra in campo e fuori, sia del valore dello sport per la crescita personale, contrastando i disvalori come la prevaricazione e il bullismo.
L’evento verrà promosso attraverso i canali di comunicazione degli organizzatori, con locandine, volantini, post sui social media e comunicazioni dirette alle società sportive e agli istituti scolastici, con l’obiettivo di coinvolgere famiglie ed educatori. Per info:  333 6006888.

Giampaolo Scarpa, Associazione Genitori Scuole Cattoliche, AGeSC Ravenna

“SOCIAL O DIS-SOCIAL?”: DUE GIORNATE DI INCONTRI ALL’IC PESCARA 7 (29-30 APRILE ’19)


 

Locandina Pescara 7 (2)

Due giornate dedicate ai temi della tecnologia e dell’uso consapevole dei social. Il “tour 2019” di “Social o dis-social?” fa tappa, lunedi 29 e martedi 30 aprile 2019 all’ Istituto Comprensivo Pescara 7 di Pescara. L’iniziativa è un po’ lo sviluppo dell’incontro che Roberto Alborghetti aveva avuto nel marzo scorso con il gruppo docenti dell’Istituto guidato dalla ds prof.ssa Rossella Di Donato. In quell’occasione – davanti a circa 100 docenti, presso l’Aula Magna della Scuola secondaria di 1° “Antonelli” – vennero presentati i temi del libro “Social o dis-social?”, Funtasy Editrice, sollevando ampio interesse da parte del corpo docente.

Ecco dunque il programma delle due giornate. Lunedi 29 aprile, Ore 10:30 -13:00: Incontro con gli studenti della Scuola secondaria di 1°, presso l’Aula Magna della Scuola secondaria “Antonelli” (via Virgilio 27, Pescara). Sempre lunedi 29 aprile, Ore 17:00-19:00, Incontro con i genitori di tutti gli allievi dell’IC Pescara 7, sempre presso l’Aula Magna della Scuola secondaria “Antonelli”. Martedì 30 aprile, Ore 10:20 – 13:00: incontro con gli alunni della Scuola primaria dell’IC Pescara 7( Aula Magna della Scuola secondaria “Antonelli”, via Virgilio 27, Pescara).  L’iniziativa è coordinata da Edit Inform.

“SOCIAL” COME OPPORTUNITA’ E NON COME RISCHIO

Anche all’IC Pescara 7, al centro degli incontri con studenti e famiglie verranno posti aspetti e questioni della cittadinanza digitale, tema urgente e tra i più sensibili dell’attuale fase storica. Non nuovo a testi che riguardano il rapporto tra le nuove generazioni e l’uso responsabile degli strumenti informatici e di Internet, Roberto Alborghetti ha ricominciato negli scorsi mesi un lungo giro tra varie città italiane, incontrando studenti, docenti e genitori sulle tematiche suggerite da “Social o dis-social?”, pubblicato da Funtasy Editrice. Il libro – che presenta una riflessione introduttiva del prof. Mario Morcellini, commissario nazionale AGCOM – si propone come una sorta di accattivante guida per accompagnare gli “under 14″(e non solo) nella navigazione dell’web.

Illustrato graficamente da Eleonora Moretti e stampato con il carattere Easy Reading – che facilità la leggibilità nei soggetti che vivono forme di dislessia, fenomeno che gli stessi dati del Miur indicano in costante aumento – “Social o dis-social” risponde in modo concreto all’esigenza di informazione e formazione sulle tematiche dell’uso consapevole della tecnologia digitale. Infatti, si leva insistente da molti genitori l’allarme che riguarda i figli eternamente iper connessi sugli schermi di smartphone, tablet e play station, preda di chat e videogiochi che rubano sempre più tempi e spazi.  Un’attrazione fatale che, appunto, comincia dai primi anni di vita e si consolida col passare degli anni, sino a diventare una vera dipendenza.

Numerosi sono ormai i moniti provenienti dal campo medico, scientifico e pedagogico. Anche Tim Cook, il gran capo di Apple, e Tim Berners Lee, “padre fondatore” della Rete, parlano di overdose da connessione. Vi è dunque la necessità di fornire ai più giovani, e ai genitori, elementi e strumenti di lettura della realtà per capire se il web ci stia effettivamente rendendo più “dis-social” che “social”. Come appunto suggerisce il titolo del libro che sarà al centro delle due giornate all’IC Pescara 7 di Pescara.

Foto di Paolo Sandini

Per info e contatti: funtasyeditrice@gmail.com

ALBUMONE: MA CHE SUCCESSONE! DINO CONTADINO E LA MUCCA DOSOLINA SONO ORMAI SUPERSTARS!


La magia irresistibile di AlbumOne! Ecco come il fascicolo n.2, intitolato “Dino Contadino e la Mucca Dosolina” è stato ri-creato dalla Scuola dell’Infanzia di Pico, dell’IC Pontecorvo 2 (FR). Il video fa riferimento all’AlbumOne realizzato come lavoro di gruppo da bambini e bambine di 4 anni. Poi, ogni singolo allievo, ha lavorato in piena libertà sulla propria singola copia, realizzando il proprio libro personale.

AlbumOne è l’idea innovativa per fare scuola (dell’infanzia e primaria) in modo divertente, alternativo e fuori dai soliti schemi. AlbumOne – testi di Roberto Alborghetti, illustrazioni di Eleonora Moretti, edito da Funtasy – sta conquistando sempre più scuole in tutta Italia.

  • Per info, contatti, incontri e corsi di formazione docenti (Unità didattica di 25 ore): funtasyeditrice@gmail.com  

FENOMENO “SOCIAL O DIS-SOCIAL?”: 50 CITTÀ, 170 INCONTRI, GIÀ 10.000 GLI STUDENTI COINVOLTI


 

Già 50 località visitate, oltre 170 incontri nelle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, oltre 10.000 studenti e 300 docenti coinvolti: sono, questi, i numeri che disegnano, in modo chiaro, l’attenzione e la partecipazione che stanno accompagnando in tutta Italia la proposta di un libro, “Social o dis-social?”, di Roberto Alborghetti, edito da Funtasy Editrice con la grafica e le illustrazioni di Eleonora Moretti.

Un successo accompagnato da un altro dato: il testo è già alla seconda edizione in pochi mesi, essenzialmente veicolato in modo alternativo rispetto al circuito delle librerie (anche se è presente in quelle online).  Sì, fenomeno “Social o dis-social?”, nel quale sono stati coinvolti tutti quegli istituti scolastici che finora hanno promosso incontri con l’autore, nell’ambito dei progetti lettura o in attività didattiche legate ai temi della tecnologia, della legalità, della sicurezza in rete e della cittadinanza. Il testo riporta la prefazione del prof. Mario Morcellini, commissario AGCOM, ed è stampato in carattere Easy Reading, ossia ad alta leggibilità, a sottolineare l’inclusività della pubblicazione.

“Un esito che,per certi aspetti, nessuno poteva prevedere e che ci ha positivamente sorpresi”: così commenta il dott. Paolo Sandini, coordinatore di Funtasy Editrice, che ha pubblicato “Social o dis-social?” scommettendo su un progetto editoriale che risponde alle esigenze e alle stesse domande che la scuola italiana si pone nei confronti delle problematiche della tecnologia, della gestione dei “social” e dell’accesso al digitale da parte dei minori.

Gli incontri di Roberto Alborghetti – con tappe in varie zone d’Italia,da Nord a Sud – sono ovunque accolti con grande interesse. Sono spesso preparati con la lettura del libro e con la compilazione delle tredici “schede di autovalutazione” da parte di ogni allievo, chiamato a mettersi a confronto con il suo modo di stare nella rete. Da segnalare anche il riscontro degli incontri con i genitori, che le scuole solitamente prevedono accanto a quelli per gli studenti.

Il booktour2019 di “Social o dis-social?” prosegue fino alla fine dell’anno scolastico in corso. Tra le prossime tappe: Pineto (Te, 11 e 12 aprile 2019), Ambivere (Bergamo),  Teramo, Atessa (Chieti), Ravenna, Sesto Fiorentino (Firenze), Frosinone, Formia (Latina). Per gli incontri in Abruzzo collabora Edit Inform.  Da segnalare anche a fine maggio 2019 le giornate di formazione e aggiornamento per docenti (Unità didattica di 25 ore) promosse a Bitonto (Bari) dall’Istituto Comprensivo Cassano-De Renzio, diretto dalla dott.ssa Anna Bellezza. Tema del corso: “Noi docenti nella rivoluzione dei social”, con un particolare riferimento alle problematiche del cyberbullismo tra i banchi di scuola.

  • “Social o dis-social?” non è disponibile nel normale circuito distributivo. Per copie e  informazioni sugli incontri, contattare: funtasyeditrice@gmail.com

NOVITA’ / ALBUMONE: QUANDO UN LIBRO PORTA IL BAMBINO DENTRO LA REALTA’


AlbumOne 2 copertina

La protesta dei pastori sardi, il latte versato per le strade, mucche portate in piazza, perfino sotto i palazzi del potere… Sono, queste, notizie che rimbalzano continuamente, in questi giorni, sui telegiornali, su web e sulla carta stampata. Notizie che appartengono al mondo dei grandi, scaraventate spesso sotto gli occhi dei bambini, che seguono e guardano, cercando un senso a quelle scene in cui è mostrato che il latte è buttato…Quel latte che la mamma, o la maestra, ti fanno bere, a casa e a scuola. E allora sorgono tante domande, a cui – in modo distratto – non si dà alcuna risposta… Perchè il latte? Perchè i contadini? Perchè le mucche… 

!cid_04BF8431-F84C-4BE9-8B2F-378F4DC1853E - Copia - CopiaOra, come segnalato da diversi docenti, c’è un testo che può aiutare la famiglia e la scuola a portare alla conoscenza dei bambini il mondo dell’agricoltura e della terra. Si tratta della seconda storia “giallorossoblu” di  AlbumOne, l’innovativa serie di Funtasy Editrice. E in questi giorni di proteste, il grande album delle Edizioni del Divertimente è di grande utilità. Vediamo perchè… 

Un contadino di nome Dino, una mucca che fa il latte “più buono del mondo”, una fattoria costruita sulla collina del sole. Sono, questi, alcuni degli elementi attorno ai quali appunto ruota il secondo titolo di AlbumOne, intitolato “Dino contadino e la mucca Dosolina”. Dopo il primo fascicolo – “Avventure in mongolfiera” – accolto da grandi consensi nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie, ecco il secondo numero delle storie giallorossoblu, ideali per essere al centro di attività scolastiche – età suggerita: dai 4 ai 7 anni – o di una lettura in famiglia. Scritte da Roberto Alborghetti, e accompagnate da illustrazioni create da Eleonora Moretti, le storie sono state concepite e presentate come uno strumento da “mettere nelle mani” dei docenti e dei piccoli allievi.

AlbumOne non è semplicemente un libro, ma un vero e proprio strumento di lavoro, da costruire settimana dopo settimana, insieme ai bambini. Lo hanno del resto dimostrato le numerose scuole che l’hanno adottato: hanno dato vita a bellissime esperienze di gioco e di scoperta, documentate in elaborati e materiali didattici di grande fantasia. 

ALBUMONE: UNA STORIA CHE DA’ VITA ALLE STORIE

Anche “Dino contadino e la mucca Dosolina” è costruito in modo semplice e al tempo stesso innovativo. Innanzitutto è quadrato! . Ossia ha una forma che – è scientificamente provato – favorisce nel bambino una migliore postura, una maggiore concentrazione, un’armonia di gesti ed un utilizzo migliore e razionale dello spazio-foglio. 

In “Dino Contadino e la mucca Dosolina” si va alla scoperta dell’atmosfera vissuta in campagna, della vita all’aria aperta, del mondo degli animali e del tema dell’alimentazione.  Appunto: una storia per capire che anche la vita di un contadino e quella della sua unica mucca, hanno un senso. Che il latte è importante, nella storia dell’umanità. Che il lavoro della terra è fondamentale. La storia è presentata a puntate, nell’arco delle varie pagine. E ogni puntata suggerisce domande, percorsi, prospettive, disegni da realizzare sui fogli bianchi, spazi da riempire in piena libertà, rivivendo e re-interpretando le varie scene della storia. Sperimentando sempre la scoperta di parole nuove, in un arricchimento lessicale coinvolgente e divertente. 

Così, di pagina in pagina, di mese in mese, la storia giallorossoblu di Dino Contadino e della sua bellissima fattoria, produrrà e suggerirà altre storie, che rimarranno  “scolpite” nelle pagine di AlbumOne, che diventerà documento imperdibile e diario dei primi anni di vita. Un documento da conservare, da donare ai genitori, al termine dell’anno scolastico. E gli stessi genitori, potranno anche essere coinvolti nella realizzazione delle varie pagine, da fare, creare e elaborare a casa insieme ai propri figli.

AlbumOne è accompagnato da una speciale “Guida per il Docente” con notizie, informazioni per le attività di classe, piano generale dell’opera e schede per le competenze europee e i campi di esperienza. La Guida è in omaggio per i docenti ed è disponibile in versione pdf. 

ALBUMONE #2: INFO e CARATTERISTICHE

Titolo: Dino Contadino e la mucca Dosolina

Autore: Roberto Alborghetti

Illustrazioni : Eleonora Moretti

Numero pagine: 28

Formato quadrato: 28 x 28 cm 

Confezione: Punto metallico

Prezzo al pubblico: Euro 5,50

Pubblicato da Funtasy – Le edizioni del divertimente

Per info, incontri, pubbliche letture e corsi di formazione: contattare dott.Paolo Sandini, funtasyeditrice@gmail.com

ALL’I.C. CAPPONI DI MILANO IL SAFER INTERNET DAY CON “SOCIAL O DIS-SOCIAL?”


IMG-20190206-WA0012

L’incontro con genitori e docenti presso l’IC Capponi di Milano

Il Safer Internet Day – la giornata mondiale (5 febbraio) dedicata alla sensibilizzazione per una rete più sicura – è stata celebrata, a Milano, presso l’Istituto Comprensivo G.Capponi, diretto dalla prof.ssa Gabriella Conte, con distinti incontri per studenti, genitori e docenti. Al centro dell’iniziativa: i contenuti ed i temi del libro “Social o dis-social“, di Roberto Alborghetti, edito da Funtasy Editrice ed illustrato da Eleonora Moretti. La pubblicazione è infatti una “guida” per gli under 14 (e non solo) su quelle che sono le problematiche più urgenti e scottanti dell’uso responsabile dell’web. Negli incontri promossi dall’IC Capponi, Roberto Alborghetti ha posto l’accento sulle grandi opportunità che Internet e lo sviluppo digitale offrono oggi sul piano educativo, sociale, culturale. Ma nello stesso tempo ha evidenziato come la mancanza di formazione-informazioni adeguate comprometta l’uso responsabile della tecnologia, con conseguenze che sono ormai sotto gli occhi della cronaca quotidiana.

Ecco dunque i temi e le questioni della dilagante inciviltà digitale, della condivisione delle immagini, dei limiti di età per poter scaricare le app ed avere un profilo sui social, della sicurezza dei dispositivi digitali, degli effetti dell’elettromog, delle radiofrequenze e della luce blu sul sistema visivo. Richiamata poi la necessità dell’affiancamento dei genitori e delle problematiche connesse al cyberbullismo, alle chat dei gruppi scuola e, soprattutto, al tempo orario che può essere dedicato dai più giovani al consumo della tecnologia digitale (smartphone, tablet, play station) e agli aspetti collegati alla salute e al ben-essere personali (ritmi sonno-veglia, postura, epilessia fotosensibile). Una particolare sottolineatura è stata dedicata allo sport e all’attività ludica, da non dimenticare magari a vantaggio dell’isolamento digitale nella propria cameretta, fenomeno che anche in Italia sta crescendo in modo esponenziale, come conferma il fenomeno degli hikikomori, che non è solo questione del Giappone o delle popolazioni dell’Estremo Oriente.

Foto: Paolo Sandini.

Per incontri con l’autore e stage di formazione: funtasyeditrice@gmail.com

IMG-20190206-WA0010