FENOMENI / BENVENUTI NEL MONDO DI “PIÙPAZZA”…


il-mondo-di-piupazza

Il personaggio di Piùpazza, la mucca pupazzo più buffa, simpatica, divertente, allegra e… chic che esista, creata da Gianni Soru – che partecipa a questo Blog con i suoi post sui “fenomeni” dei cartoons – sta conquistando grandi e piccoli con la sua sit-com e con le sue barzellette.
Per Natale è uscito il suo calendario, 12 mesi con 24 spassose foto tutte… muccose. Vedremo Piùpazza in cucina che usa le presine a forma di mucca, ed un timer a forma di mucca, i bicchieri, la bottiglia e la tazza sono ovviamente di mucca; la tovaglietta che usa per mangiare, i tovaglioli che usa per pulirsi e il loro portatovaglioli non potevano che essere di mucca; anche il suo portabiscotti, il portauovo e il portacellulare sono a forma di mucca; i soldi li conserva in un salvadanaio a forma di mucca; quando va a fare la spesa adopera un portafoglio con il pelo e il disegno di una mucca; i suoi portachiavi e le calamite sono sempre a forma di mucca; quando è in casa ovviamente adopera delle pantofole di mucca; naturalmente dorme su di un cuscino con la faccia di mucca e si copre con una coperta con su le mucche; è logico che la sua lucina notturna sia a forma di mucca; anche quando fuori fa freddo si copre bene con un cappello ed una sciarpa di mucca; e dopo il bagno, come tutti, si asciuga con un accappatoio… però di mucca. E dove tiene tutta la cancelleria? Per forza in un astuccio a forma di… mucca. E dove mette le sue foto? In un bel portafoto anche questo a forma di… mucca. E pensate un po’, quali biglietti augurali usa? Ma quelli con le mucche no? Quando poi ha voglia di fare musica eccola con un bel fischietto a forma di mucca ed una campanella e un tamburello con disegnati sopra una mucca.
Ovviamente i mesi non potevano che essere in disordine… proprio come lei.
Il calendario contiene anche due bei disegni da colorare in tema natalizio, e il testo con lo spartito della sua sigla ‘Piùpazza song’ che canta assieme ai Cartoonmatti (ha girato anche un video della sigla).

“Perle e diamanti,
rubini e smeraldi,
piacciono a te.
bracciali ed anelli,
collane e orecchini
sono per te.
Piùpazza più matta mu mu mu
Più forte più grande sei.
Piùpazza più buffa mu mu mu
Più strana più chic sei tu. Bau!”

Ma altro merchand uscirà di Piùpazza, come il quaderno, le deliziose cartoline con tanti bei messaggi; i simpatici segnalibri con dediche, e i divertenti adesivi con simpatiche frasi. Presto Piùpazza avrà su di un giornale, una rubrica tutta sua dal titolo Email-Pazze dove risponderà ai suoi fans.

FENOMENI / CARTONI A PIENO RITMO A “SVEGLIA RAGAZZI” SU RETECAPRI


 

Gretecapriuest Writer: GIANNI SORU

 

“SVEGLIA RAGAZZI”: programma per ragazzi nato nel 1980, ha riscosso un grande successo, portato avanti fino al 1984. Retecapri era un canale che si prendeva solo nella regione Campania. A condurlo sono stati Teresa Iaccarino e il pupazzo marziano Uffi. La sigla è cantata da Teresa.

In questo programma sono stati replicati tanti celebri cartoni animati che han debuttato su svariati canali TV come ad esempio ‘Baldios’ (sigla Il Coro di Baldios), ‘Bem’ (sigla Nico Fidenco), ‘Betty Boop’, ‘Calendar men’ (sigla I Cavalieri del Re), ‘Candy Candy’ (sigla Rocking Horse), ‘Charlotte’ (sigla I Papaveri blu), ‘Conan’ (sigla Georgia Lepore), ‘Cybernella’ (sigla I Vianella), ‘Daltanious’ (sigla Superobots), ‘Danguard’ (sigla Veronica), ‘Don Chuck il castoro’ (sigla Nico Fidenco), ‘Falco il superbolide’ (sigla Superobots), ‘Fantaman’ (sigla Superbanda), ‘Gaiking il robot guerriero’, ‘Gackeen il robot guerriero’ (sigla I Mini robot), ‘Getta robot’ (sigla I Mini Robot),  ‘Gli gnomi delle montagne’ (sigla Le Mele Verdi), ‘God Sigma’ (sigla I Monelli Spaziali), ‘Gordian’ (sigla Superobots), ‘Grand Prix e il campionissimo’ (sigla Superobots), ‘Gundam’ (sigla Peter Rai),  ‘Hurricane Polymar’, ‘Il grande Mazinga’ (sigla Superobots), ‘Ippotommaso’ (Le Mele Verdi), ‘Jenny la tennista’ (sigla Nico Fidenco), ‘Jeeg robot’ (sigla Fogus), ‘Kyashan il ragazzo androide’, ‘Kimba il leone bianco’ (sigla I Cavalieri del Re), ‘L’invincibile robot Trider G 7’ (sigla Superobots), ‘L’orsacchiotto Mysha’ (sigla Rocking Horse), ‘L’Uomo Tigre il campione’ (sigla I Cavalieri del Re), ‘La banda dei ranocchi’ (sigla Le Mele Verdi), ‘La macchina del tempo’, ‘La spada di King Arthur’ (sigla I Cavalieri del Re), ‘Lamù la ragazza dello spazio’ (sigla Ataru), ‘Le nuove avventure di Pinocchio’ (sigla Luigi Lopez), ‘Le avventure dell’ape Magà’ (sigla Coro I Nostri Figli), ‘Lo scoiattolo Banner’ (sigla Le Mele Verdi), ‘Mazinga Z’ (sigla Galaxy Group), ‘Monkey’ (sigla I Coccodrilli), ‘Mr Magoo’, ‘Rocky Joe’ (sigla Oliver Onions), ‘Ryù il ragazzo delle caverne’ (sigle Fogus e Georgia Lepore), ‘Sally la maga’ (sigle The Witche e I Piccoli Cantori),  ‘Sampei ragazzo pescatore’ (sigla Rocking Horse), ‘Sasuke il piccolo ninja’ (sigla I Cavalieri del Re), ‘Space robot’ (sigla I Mini Robot), ‘Starblazers’ (sigla Superobots), ‘Starzinger’ (sigla Superobots), ‘Supercargattiger’ (sigla Superobots), ‘Temple e Tam Tam’ (sigla Il Coro di Temple e Tam Tam), ‘Tekkaman il cavaliere dello spazio’ (sigla I Micronauti),  ‘Toriton’ (sigla Rocking Horse), ‘Ufo Diapolon guerriero spaziale’ (sigla Superobots), ‘Wicky il vichingo’ (sigla Il Coro di Wicky), ‘Woody Woodpecher’, ‘Zambot 3’…

Tanto è stato il successo di questo programma tv che per anni sono usciti i suoi splendidi diari per la scuola ed il pupazzo Uffi.

GIANNI SORU

 

FENOMENI / TUTTI I GRANDI SUCCESSI DEI CARTOONS TARGATI RAI


programmi-per-ragazzi-rai

Guest Writer: GIANNI SORU

Le reti RAI sono state senza dubbio il canale con più attenzione verso i programmi dei più giovani. Ne ha realizzati tanti, sono i più belli, sempre attenti a soddisfare il pubblico dei più piccoli. vediamo quali sono stati tra i tanti i più storici ed importanti di Rai 1, Rai 2 e Rai 3 e quali cartoni animati abbiamo conosciuto.

“SUPERGULP!”: un enorme successo, in onda dal 1977 al 1981, come mascotte il fumetto animato di Giumbolo. Le sigle sono cantate da Jona: ‘Supergulp i fumetti in TV’, ‘Giumbolo’, ‘Giumbolando’ (assieme ai Piccoli Cantori di Niny Comolli) e ‘Supergulp 2’. In Supergulp abbiamo conosciuto i cartoni animati di: ‘Le avventure di Tin Tin’ (un grande successo), ‘Alan Ford e il gruppo T.N.T.’ (un buon successo, sigla cantata dai Zig Zag Ensemble), ‘Corto Maltese’, ‘I fantastici 4’ (un enorme successo, sigla cantata dai Sorrisi 1981), ‘L’Uomo Ragno’ (un enorme successo, sigla cantata dai Sorrisi 1981), ‘Superman’ (un buon successo), ‘Coccobill’, ‘Lupo Alberto’… Il successo è tale che uscirà la rivista Supergulp.

“IL DIRIGIBILE”: grandissimo successo dal 1977 al 1979, condotto dalla presentatrice Maria Giovanna Elmi, dal cantante Mal e dal pupazzo Coniglio Giulio Motorista. Mal ne ha cantato le sigle ‘Machintosh’ (assieme ai Piccoli Cantori di Niny Comolli), ‘Penne colorate’, ‘Il dirigibile’, ‘Uomo Squalo’ (assieme ai Piccoli Cantori di Niny Comolli) e Giovanna Elmi invece ha cantato quelle di ‘Invicibile dirigibile’ e ‘Clic Clic’ (assieme ai Piccoli Cantori di Niny Comolli). In questo programma abbiamo conosciuto i cartoni animati di ‘La famiglia Addams’ (un buon successo), ‘Atlas ufo robot’ (un enorme successo, le sigle sono cantate dagli Actarus), ‘Zum il delfino bianco’, ‘Noi supereroi’ (un grande successo, la sigla è cantata dalla Superbanda)…

“IL TRENINO”: riscuote un buon successo, in onda dal 1978 al 1981 viene condotto da Andrea Lala, Emilia Cecchi e Paolo Sonetti. La sigla è cantata da Cristian De Sica assieme al Coro dei Nostri Figli di Nora Orlandi. Qui conosceremo i cartoni animati di ‘Heidi’ (un enorme successo, la sigla è cantata da Elisabetta Viviani), ‘Scooby Doo’ (un enorme successo), ‘Remì le sue avventure’ (un enorme successo, la sigla è cantata da I Ragazzi di Remì).

“BUONASERA CON RITA AL CIRCO”: riscuote un buon successo, condotto da Rita Pavone con il pupazzo Paperita, la sigla è cantata da Rita Pavone, Paperita e I Piccoli Cantori di Niny Comolli. Qui abbiamo conosciuto i cartoni animati di ‘Barbapapà’ (un enorme successo, la sigla è cantata da Le Mele Verdi e Roberto Vecchioni 1975), ‘Capitan Harlock’ (un enorme successo, la sigla è cantata da La banda dei Bucanieri)…

“3, 2, 1, CONTATTO”: riscuote un buon successo, a condurlo sono Paolo Bonolis, Sandro e Marina dal 1980 al 1981. La sigla ‘Ty Uan’ è cantata dagli Atomi. Qui vedremo i cartoni animati di ‘Fan Bernardo’ (sigla Il Mago, la Fata la Zucca Bacata), ‘Mazinga Z’ (un enorme successo, la sigla è cantata dai Galaxy Group), ‘Le incredibili indagini dell’ispettore Nasy’ (sigla Giorgio La Neve), ‘Le avventure di Huckleberry Finn’ (un grande successo, la sigla è cantata dai Louisiana Group), ‘La famiglia Mezil’, ‘Anna dai capelli rossi’ (un enorme successo, la sigla è cantata da I Ragazzi dai capelli rossi), ‘Capitan Futuro’ (un grande successo, la sigla è cantata da I Micronauti), ‘Bia la sfida della magia’ (un enorme successo, la sigla è cantata da I Piccoli Stregoni), ‘Shirab il marinaio’ (un buon successo), ‘Tom story’ (un grande successo, la sigla è cantata da La banda di Tom)…

“FRESCO FRESCO”: grande successo dal 1980 al 1984. Trai tanti conduttori ci sono stati Marco Columbro, Gigi Marziali, Cinzia De Carolis (doppiatrice), Patricia Pilchard, Barbara D’Urso, Dania Pericola (doppiatrice). Diverse le sigle avute: ‘E’ strano ti amo’ è cantata da Manuel Manù, ‘Con semplicità’ è cantata da Katia Svizzero. Tra i cartoni animati che abbiamo visto ci sono stati ‘L’ape Maia’ (un enorme successo, sigla cantata da Katia Svizzero), ‘Astro robot contatto ypsilon’ (un grande successo, sigla cantata dagli Ypsilon), ‘C’era una volta l’uomo’ (sigla Lino Toffolo), ‘Attenti a Luni’ (sigla Eddy Toad Cabano), ‘Luca tortuga’, ‘Galaxy Express 999’ (un grandissimo successo, sigla cantata dagli Oliver Onions), ‘Doraemon’ (un grandissimo successo, sigla cantata dagli Oliver Onions)…

“DIRETTISSIMA CON LA TUA ANTENNA”: ottiene un buon successo dal 1981 al 1983, a condurlo è Marta Flavi. Jasmine ne canta la sigla ‘Boing Boing’. Conosceremo i cartoni animati di ‘L’isola del tesoro’ (sigla Lino Toffolo), ‘Marco’ (un grandissimo successo, sigla cantata da Gli Amici di Marco), ‘Astroboy’ (un buon successo), ‘Avventure disavventure e amori di Nero cane di leva’ (sigla I Cavalieri del Re), ‘Nils Holgersson’ (un discreto successo, la sigla è cantata da I Fratelli Grimm), ‘Ulysse 31’ (un discreto successo, la sigla è cantata dalla Superbanda), ‘Hello Sandybell’ (un grande successo, la sigla è cantata da Le Mele Verdi).

“TANDEM”: riscuote un buon successo, in onda dal 1982 al 1984 riscuote un buon successo, tra i vari conduttori Fabrizio Frizzi, Barbara D’Urso, Enza Sampò, Roberta Manfredi…Qui conosceremo i cartoni animati di ‘Pimpa’ (un grande successo), ‘D’Artacan e i tre moschettieri’ (un buon successo, la sigla è cantata dagli Oliver Onions), ‘Il cucciolo’.

“CARTONI MAGICI”: riscuote un discreto successo (1984-1985), a condurlo ci sono Giuseppe Cella, Oreste Castagna, Pietro Ghislandi, Elisabetta Gardini, ospiti fissi le cantanti delle Mele Verdi. Tra i cartoni animati debuttano ‘Kwicky Koala’, ‘Le avventure di Petey’, ‘Il fedele Patrash’ (sigla I Cuccioli), ‘La famiglia Day’, ‘Il fiuto di Sherlock Holmes’ (un buon successo, la sigla è cantata dal Complotto)…

“PISTA!”: è un successo del 1984 fino al 1987 condotto dal regista Maurizio Nichetti, assieme a Daniela Goggi, Margherita Pace e Orsetta Gregoret. Daniela Goggi ne canta anche la sigla dal titolo ‘La famiglia di Topolino’. Come cartoni animati conosceremo ‘Esteban’.

“PANE E MARMELLATA”: è un grande successo del 1985-1986 condotto da Fabrizio Frizzi con il cane Toby. La sigla di testa ‘Pane e Marmellata’ è cantata da Fabrizio Frizzi con il Coro di Torre Spaccata, quella di coda ‘Me no, me no, non si dice marmellato’, è cantata da Toby.

“MAGIC”: nasce nel 1985 e viene condotto da Manuela Antonelli e Piero Chiambretti. Tra i cartoni animati debutteranno ‘Yakari’, ‘Squadrone tuttofare’, ‘Pac Man’, ‘L’ispettore Gadget’ (un buon successo, la sigla è cantata da Gdget), ‘Wuzzles’, ‘Rosaura’, ‘Tao Tao’ (la sigla è cantata da Il Club dei Panda).

“BIG”: enorme successo per questo programma nato nel 1988 fino al 1993. Tra i suoi tanti conduttori ci sono stati Carlo Conti, l’attrice Gegia, Giorgia Passeri, Emilio Levi, Giorgia Pini e Giorgia Passeri. La sigla è cantata dai Piccoli Cantori di Milano. Come cartoni animati conosceremo quelli di ‘Calimero’ (un grandissimo successo, la sigla è cantata da Marco Pavone e Ignazio Colnaghi con i Piccoli Cantori di Niny Comolli), ‘Pao Paos’, ‘Silverhowks’ (sigla Andrea Lo Vecchio), ‘Duck Tales’ (un grandissimo successo, sigla cantata da Ermavilo), ‘Reporter blues’, ‘Il mio amico Bum Bu’, ‘I ragazzi della libertà’, ‘I pirati dell’acqua nera’, ‘In principio storie dalla Bibbia’ (un discreto successo), ‘Volpe Tasso e compagnia’, ‘Potsworth’ (sigla I Bambini Irresistibili), ‘Alf’, ‘Teddy e Annie i giocattoli dimenticati’, ‘Il fantastico mondo di Peter Rabbit’, ‘Free Willy’, ‘Gesù un regno senza confini’, ‘La principessa Shehearzade’…

“L’ALBERO AZZURRO”: enorme successo nato nel 1990 e ancora oggi esistente. E’ il programma per ragazzi con vita più longeva. Protagonista in assoluto è il pupazzo Dodò. Tra i numerosi conduttori ci sono stati Francesca Paganini, Claudio Madia, Carlo Rossi, Marcela Barro, Augusta Gori, Barbara… La sigla di testa e quella di coda sono cantate da Dodò con i suoi conduttori. Tanto è il successo che sono usciti i dvd, diari, astucci, quaderni…

“DISNEY CLUB”: un grande successo (1991-1995) a condurlo ci sono Gaia, Dado e Riccardo, con ospite fisso Arianna. Qui debuttano i cartoni animati di ‘Cip e Ciop agenti speciali’ (un grandissimo successo, la sigla è cantata ad Ermavilo), ‘Tale Spin’ (discreto successo, la sigla è cantata da Arianna), ‘Winny the Pooh’ (un enorme successo, la sigla è cantata da Ermavilo), ‘Darkwing Duck’ (un buon successo, la sigla è cantata da Arianna), ‘La Sirenetta’ (un grandissimo successo), ‘Aladino’ (un grandissimo successo, la sigla è cantata da Ermavilo), ‘Marsupilami’ (un discreto successo, la sigla è cantata da Ermavilo), ‘Dov’è finita Carmen San Diego?’ (sigla Ermavilo), ‘Timon e Pumba’ (un buon successo, sigla cantata da Timon e Pumbaa), ‘I cuccioli della giungla’, ‘Pepper Ann’….

“SOLLETICO”: un enorme successo, nato nel 1993 andrà in onda fino al 1998, a condurlo sono Elisabetta Ferracini e Mauro Serio. La sigla è cantata dai Piccoli Cantori di Milano. Qui debuttano i cartoni animati di: ‘Capitan Planet’ (sigla Club 0-12), ‘I ragazzi del Mundial’, ‘Biker Mice da Marte’ (un buon successo), ‘Il fantastico mondo di Richard Scarry’ (un buon successo, la sigla è cantata dai Richard Scarry), ‘Gargoyles’ (un buon successo), ‘Iron-Man’, ‘I nuovi fantastici 4’, ‘La principessa Sissi’ (un grandissimo successo, le sigle sono cantate da Lighea), ‘Barbarossa’ (sigla Oliver Onions), ‘Pel di carota’ (sigla Ermavilo), ‘Sandokan’ (un buon successo, la sigla è cantata dagli Oliver Onions).

“GO CARD”: grande successo condotto da Maria Monsè dal 1996 al 1999. Qui debuttano i cartoni animati di ‘Papà castoro’ (discreto successo, la sigla è cantata dai 3 Castorini), ‘The Flintstones Kids’, ‘Tre gemelle e una strega’ (un grande successo, la sigla è cantata dalle 3 Gemelle), ‘Animaniacs’ (un grande successo, la sigla è cantata dagli Animaniacs), ‘Billy the cat’, ‘Grimmy’…

“LA MELEVISIONE”: enorme successo per questo programma nato nel 1999 ed ancora oggi esistente. I suoi conduttori sono Lupo Lucio, la principessa Odessa, Orco Manno, Orco Rubio, Scintilla Shirine, Drollo, Strega Varana, Milo Cotogno (tormentone le sue frasi ‘Arcipigna’, o ‘Nano secondo’). La sigla è cantata dai conduttori della Melevisione. Tale è il successo che sono usciti libri, album di figurine, album da colorare…

“ART ATTACK”: enorme successo iniziato nel 2000 ed ancora oggi operativo, a condurlo è Giovanni Muciaccia. Bellissimo studio con attrezzi da lavoro in versione gigante. Il successo è tale che è uscita anche la rivista.

“E’ DOMENICA PAPA'”: Nato nel 2004, termina nel 2010, a condurlo era Armando Traverso, è affiancato dai pupazzi Ambrogio l’Orologio, Lallo il cavallo e Gigetto. La sigla è cantata dalla banda della domenica.

“LA POSTA DI YO YO”: Nel 2006 la Rai apre altri 2 canali per i più piccoli Rai Gulp e Rai Yo Yo, su questo va in onda il programma condotto da Carolina a partire dal 2010. Ogni tanto a farle compagnia ci sta il cavallo Lallo del programma E’ domenica papà ed alcuni personaggi della Melevisione.
In questo programma sono andati in onda tanti cartoni animati come ‘Pimpa’, ‘Cuccioli’ (un buon successo, sigla cantata da Sergio Mangio) , ‘Caillou’ (sigla Caillou), ‘I magici piedini di Franny’, ‘La stella di Laura’, ‘La famiglia Passiflora’, ‘Saurini’ (discreto successo, la sigla è cantata dai Cartoon Family), ‘Peppa Pig’ (un enorme successo), ‘Curioso come George’, ‘Pipì Pupù e Rosmarina’, ‘Mamma Mirabelle’ (discreto successo), ‘Pop Pixie’ (un buon successo, la sigla è cantata dai Cartoon Family), ‘Il piccolo regno di Ben e Holly’, ‘Principessa Lillifee’ e le serie in 3D di ‘Pingu’, ‘Il postino Pat’, ‘Shaun vita da pecora’, ‘Musti’, ‘Piccolo grande Timmy’, ‘Babar le avventure di Badou’, ‘Il piccolo Principe’, ‘Le nuove avventure di Peter Pan’, ‘Masha e Orso’, ‘Ondino’, ‘L’ape Maia’, ‘Mofy’, ‘La casa delle api’, ‘Zou’, ‘Dottoressa Peluche’, ‘Calimero’, ‘Topo Tip’, ‘Cars Toons’, ‘Heidi’, ‘Sammy e Co.’…

GIANNI SORU

*

SIAMO TRA I PIU’ VISTI! LO DICE GOOGLE…

Nelle statistiche di Google 2016, tra i 100 articoli più visti e letti su Internet, 3 sono tra quelli pubblicati su Okay!:

1 – “Le sorprese nelle patatine”

2 – “Le maschere di carnevale”

3 – “Il coro dei Sanremini”

FENOMENI / I PROTAGONISTI DELLE SIGLE TV: ALBUM DI FAMIGLIA PER I CAVALIERI DEL RE


album-di-famiglia

 

 

Guest Writer: GIANNI SORU

Finalmente, dopo 30’anni è uscito ALBUM DI FAMIGLIA. Tutte canzoni nate durante i loro anni di attività e mai pubblicate perché il gruppo si sciolse. I Cavalieri del Re sono l’unico gruppo italiano (e anche nel mondo) ad aver un curriculum musicale vastissimo. Sono gli unici ad aver toccato ed esplorato così tanti generi musicali diversi. Dalle sigle televisive per i giovani (1981-1985 imbattibili in questo campo!); alle ballate popolari delle <Italian Carnaval> per i nostri nonni (1983-1986, l’album più venduto in Italia), dalle canzoni di Sanremo per i nostri genitori in <Sanremo dance> (1984) a quelle di Natale per tutti del <Christmas dance> (1984, l’album di Natale più pubblicato in Italia), e dalle canzoni dei Beatles in italiano per gli adolescenti <C’erano una volta i Beatles> (1986) a quelle di musica leggera italiana di <Album di famiglia> (1986). Vendendo in pochi anni di attività ben 10 milioni di dischi.

Sono stati i primi in Italia ad aver cominciato a fare tante collaborazioni con altri artisti: oggi divenuta una vera moda; con Jack la Cayenne <Ranger Pier> (1981), con Ambra Orfei <I miei 16 anni> (1981), con i Chikano ed i Tukano gli album <Italian Carnaval> (1983-1986), con Maria Creuza <Ave Maria no morro>, (1984), con Rockfeller l’album <Rockfeller a Pentatlon> (1985), con i Santarosa <Atlantide> e <Din Don> (1985), con Cesare Vaia gli album di <Fisa Carnaval> (1985), con Nilla Pizzi l’album <Nillamix> (1986).

Ma vediamo gli aneddoti legate alle canzoni contenenti nell’album di famiglia.

“Siamo tutti italiani” (1982): doveva essere la sigla per i mondiali di calcio ‘Calcio matto’, un vero inno, il calcio, lo sport che unisce tutto il mondo e che ci fa tornare tutti bambini.

<Siam tutti italiani davanti a un pallone che grande emozione ci da. Siam tutti italiani dal ricco al barbone davanti a un pallone che va. Non c’è religione non c’è più padrone davanti a un pallone, il calcio è un po’ matto guarisce ogni lutto fa stare benone. Siamo tutti italiani, siam tutti più buoni se un calcio al pallone si da. Torniamo bambini dai corti calzoni davanti a un pallone che va, romani, toscani, pugliesi, emiliani, sia pur siciliani, davanti a un pallone che rotola matto siam tutti italiani…>. La loro versione è stata incisa anche da altri artisti.

“Ding Dong il villaggio fantasia” (1982-1983), han fatto due versioni dello stesso brano, dovevano essere le sigle di testa e di coda del programma per ragazzi ‘Jo Jo’, è una canzone piena di fantasia dove tutto è possibile: volare come Peter Pan o essere piccoli come Pollicino, fino al coraggioso eroe Robin Hood.

<Ding Dong, Ding Dong bello volare sul Big Bang. Ding Dong, Ding Dong al fianco di Peter Pan. Ding Dong, Ding Dong avventuroso andrò lassù. Ding Dong, Ding Dong con Pollicina e Barbablù. Nel villaggio fantasia tutto si realizzerà, con un tocco di magia tutto diverrà realtà. Ding Dong, Ding Dong. Ding Dong, Ding Dong. Ding Dong, Ding Dong. Ding Dong, Ding Dong…>.

Nel 1992 questo brano viene usato come sigla per il programma radiofonico Un mondo di Amici.

“Gente del circo” (1983) è una canzone dedicata alla vita di questi splendidi artisti girovaghi: acrobati, leoni, clown, giocolieri. E’ stata scritta per Milva nel 1972 ma non l’ha più incisa, così 20 anni dopo lo hanno fatto I Cavalieri.

<Gente del circo non vi scorderò mai, mai, lascio il mio cuore con voi, che per il mondo girate cantando portando felicità. Gente del circo non vi scorderò mai, mai, il nostro cuore è con voi, finché nel mondo l’amore si avrà la gente del circo vivrà…”

“Luna Park” (1983), una canzone dedicata al mondo dei divertimenti dei grandi e piccoli, pieno di luci ed euforia tra la ruota gigante, il treno fantasma, la donna serpente, i cavalli di legno, il tiro a segno, la donna cannone, la maga, il fachiro, il mangiafuoco.

<Nel mondo magico del Luna Park con la gran giostra e le macchine in pista dimentichi un po’ tutti i tuoi guai e sempre più ti divertirai. Nel mondo magico del Luna Park lasciati andare un’ora a sognare ritorni così bambino anche tu per qualche ora in più…>

“Illusao no samba” (1983), bellissima canzone brasiliana scritta nel 1964 e incisa 19 anni dopo. Il disco uscirà solo all’estero.

“Bardonecchia” (1983) fu l’allegra sigla del programma radiofonico il Trovavacanze. Canzone dedicata alle montagne innevate; all’euforia, agli amori che belli o brutti possono trovare durante le vacanze.

<Dai vieni con noi (su dai vieni a Bardonecchia). C’è sole e neve (su dai vieni a Bardonecchia). E’ come una nave (su dai vieni a Bardonecchia), la crociera dell’amore si farà. Dai vieni con noi (su dai vieni a Bardonecchia). Piccole case (su dai vieni a Bardonecchia). A luci soffuse (su dai vieni a Bardonecchia), Ogni sera un’avventura ci sarà. A Bardonecchia sai l’amore non invecchia mai. Oh!..>

“La fanciulla di Le Fort” (1983) bellissimo pezzo ispirata ad una leggenda russa. Delicatezza, romanticismo in uno splendido villaggio, di una ragazza che soffre d’amore e di un pittore misterioso. E’ stata incisa dai Turisti del Po nel 1973, ma non ebbe successo, 30’anni dopo I Cavalieri l’hanno ricantata.

<Nella soffitta di una piccola casa c’è lo studio di un pittore che non dipinge più. Tutti i suoi quadri con la appesi ai muri ma per lui ormai non contano più. Qualcosa d’importante ha dipinto nel cuor la giovane fanciulla di Le Fort. Nella terza casa proprio dietro alla chiesa c’è la giovane fanciulla di Le Fort, ora che l’inverno s’avvicinerà, lei soffrirà…>

“Nella verde valle” (1983) un bel brano, doveva essere la sigla del telefilm americano Arrivano le spose, l’amore tra i boscaioli e le loro donne, la loro vita quotidiana, la vita nelle capanne, i panni stesi, i ricami con la nonna, l’acqua tirata su dai pozzi, la sera e il cielo stellato.

<Ma presto arriverà quassù la primavera ed ogni cuore scoprirà la sua natura, ogni uomo la sua donna incontrerà,  ogni donna un boscaiolo sposerà. In questa grande verde valle a primavera ogni coppia qui vivrà la sua natura, chi romantico non è diventerà, una volta in più l’amore vincerà. Grande festa ci sarà giù nella valle, quando il sole scenderà la dietro al colle, tutti noi staremo svegli, (ohie) per l’arrivo delle mogli. Urrà. Na, na, na, na, na, na, na, na, na, na, na, na. Na, na, na, na, na, na, na, na, na, na, na, na. Na, na, na, na, na, na, na. Na, na, na, na, na, na, na…”.

“Manichini metropolitani” (1983) un fantastico brano che doveva essere la sigla della telenovelas brasiliana Marron Galcè. Eleganza o assurdità, essere punk oppure pagliacci. Intrighi, tradimenti, mode, amori, un tema sempre attuale.

<L’amore non guarda nè abito nè moda. L’amore non chiede ti fa cambiare strada. L’amore non bussa ma sfonda alla tua porta. Entra prepotente con la freccia grande. L’amore si accende nel buio di una sala. L’amore si espande col morso di una mela. L’amore non chiude la porta è sempre aperta. Per noi manichini metropolitani un po’ demodé…”

Nel 1983 questa canzone fu inserita in una compilation si sigle per la TV.

“La fanciulla di Siena” (1983) doveva essere la sigla del film Corri come il vento. Il famoso palio di Siena. Le corse dei cavalli.

<Carosello nella piazza tutta in festa è la città, c’è chi cerca una ragazza c’è chi invece piange e cerca il suo papà. Venditori di torrone ballo e musica laggiù, il profumo del buon pane sale insieme a un palloncino su nel blu. Sono in guerra le Contrade già si sa chi vincerà, ma la gente per le strade non lo sa. Squilleranno poi le trombe il tamburo rullerà, una gran bandiera al vento s’alzerà. E allora girerà più forte la giostra allegramente, girerà anche se la piccola fanciulla di Siena non c’è…>

“La domenica” (1983), canzone dedicata al giorno di riposo e a quello che si fa di solito con la famiglia: uscite fuori porta o giornata tranquilla.

<Ma poi nel pomeriggio finalmente noi si andrà a fare quattro salti al Luna Park. Se il tempo poi permetterà si andrà in periferia a vedere gli animali in libertà. Ma quando s’alzerà il primo vento della sera prenderemo malinconici quel tram, che come ogni domenica vuoto sarà e lento ci porterà. A casa dal finestrino noi guarderemo la città e l’abito da sera, lentamente indosserà…>

“Tornare al vecchio West” (1983) doveva essere la sigla dello special sui film di John Wayne. Qui si respira molto il genere wester, coyote, praterie, deserti, case, il sole. Il brano si conclude fischiettando la famosa “Oh Susanna”.

<Tornare al vecchio West (viaggiando in diligenza), tra verdi praterie (mentre la notte avanza), tra fiumi azzurri e monti  mandrie di bisonti tutti in libertà. Ti sogno vecchio West (c’è un piccolo coyote), come un miraggio al sole (nascosto sulla rupe), con le pistole ai fianchi su cavalli bianchi liberi laggiù. Tornare un po’ bambini e non svegliarsi più…>

“Messaggio d’amore” (1983) splendido pezzo che dovevano presentare al Festival di Sanremo, ma decidono alla fine di ritirarsi. Descrive perfettamente l’amore, quanto sia  prezioso, delicato, fresco, potente come 2 gabbiani in volo, aquiloni al vento, passeri nel cielo, gocce di cristallo, lucciole di seta, farfalle di corallo. Ma l’amore è anche il vuoto, triste, e deludente.

<Va, pensiero mio, (vola e va). Vola in alto va, ti affido a Dio, (vola e va). Vola su nel blu, nell’immensità, (vola e va). Vola su città, pensiero va, (vola e va). Va sul mare, vola va verso il sole e non fermarti mai (e non fermarti mai). Porta questo mio messaggio d’amore va a cercare lei.

Va, pensiero mio, (vola e va). Vola in alto va, nel cuore suo, (vola e va). Vola su nel blu, nell’immensità, (vola e va). Vola su città, pensiero va, (vola e va). Va sui monti va a posarti su un fiore lei ti ascolterà, (si lei ti ascolterà), porta questo mio messaggio d’amore lei ti seguirà…”

“La gallina brasiliana” (1985), è un simpaticissimo brano che gli avevano chiesto di comporre per lo Zecchino d’oro. La buffa vita di una gallina che mangia il cacao o del formaggio groviera al posto del grano, depone le uova, gioca a pallone.

<La gallina brasiliana lo fa su richiesta tipo lusso esportazione tipo scolapasta, se fornisci il nastro rosso un foglio plasticato lei lo tira fuori pronto e già confezionato. Lo deposita a san bando con delicatezza proprio al centro del cuscino e non lo strapazza, poi lo timbra con il marchio di Copa Cabana perché quella è una fatica tutta brasiliana. Oh oh ohohoh. Co co co co co co co co. Co co co co co co co co. Co co co co co co co co. Co co co co co co co co…>.

“Ripa Ticinese” (1986) è una canzone che hanno scritto per Nilla Pizzi e I Cavalieri l’hanno ricantata. Il celebre e incantevole posto di Milano, pieno di vita, allegria, una Milano romantica e non caotica dove vivono tanti artisti.

<Tra noi musicisti, pittori ed artisti di Ripa Ticinese, passare tu puoi una bella serata con noi serenità, con quattro soldi e un’allegra chitarra e con un buon bicchier di vino i grandi problemi tu puoi annegare se resterai con noi…”

GIANNI SORU

 

 

 

FENOMENI / I PROTAGONISTI DELLE SIGLE IN TV: I PICCOLI CANTORI DI NINY COMOLLI


 

i-piccoli-cantori

Guest Writer: GIANNI SORU

Antigone Vaginè, più nota come Niny Comolli, ha origini francesi, nata a Milano nel 1915,

è stata la prima donna pianista a lavorare in Rai alla fine degli anni ’50. Propone poi un’organizzazione canora per bambini, ma l’idea le viene poi “copiata” e fatta a Bologna con il nome di Zecchino d’Oro, Niny scriverà anche diverse canzoni per lo Zecchino d’Oro e vincerà pure un’edizione con “I fratelli del Far West”. Trasferitasi poi a Milano decide di realizzare il suo sogno e organizza l’Ambrogino d’Oro, tenuto dal 1965 al 1984: faceva concorrenza allo Zecchino di Bologna. I Piccoli Cantori, così battezzati dallo stesso pubblico, sono un coro molto famoso e molto importante. Questo piccolo coro detiene un primato assoluto, quello di aver preso parte a un migliaio di sigle TV, affiancando anche diversi celebri artisti. Erano sempre artisti e discografici a contattarli, piacevano come lavoravano. I dischi dove sono presenti I Piccoli Cantori han venduto oltre 10 milioni di copie. Ha una nipote di nome Laura Marcora, avuta dal suo primo marito, che entra subito a far parte del piccolo coro come cantante, e nel 1983 lo seguirà con la sua nonna, nel 1986 diventano I Piccoli Cantori di Milano.

Questi grandi artisti sono stati ospiti in tanti programmi tv come: Più che altro un varietà, Canzonissima, Domenica in…, Superclassifica Show, Telethon, Viva l’allegria, TeleMike, Bis, Tutti a scuola, Sabato al circo, Holiday on ice, Festa della mamma, risate in famiglia, L’allegria fa ’90, Luna Party, San Valentino, Natale sotto l’albero… poi si sono esibiti anche al Teatro Nazionale, Palatrussardi, p.zza Duomo, Expo… (Il primo a svelare ed ad intervistare Niny Comolli fu proprio Gianni Soru all’inizio degli anni 2000 pubblicando diversi articoli su varie riviste: Cudowny, Il Giornale di Noi Ragazzi, Manga Club, Otaku, WooW, Scelta TV, Colori… e il sito di Koji and Cutei ndr).

Nel 1975 incidono diversi 45 giri come “Il tappeto volante”, “Conosco un cow boy”, “Il teatrino delle marionette”, “Nella vecchia fattoria”… Con Bruno Lauzi cantano un classico amatissimo “La tartaruga” (1975, sigla del programma Anteprima di un colpo di fortuna) un brano tormentone arrivato in cima alle classifiche con 2 milioni di copie vendute. Questa canzone nel 1983 diventa la sigla del cartone animato di “Cari amici animali”. Con Pippi Calzelunghe cantano la celebre sigla del telefilm “Pippi Calzelunghe” (1976, Rai), un classico che va in classifica con 300.000 copie. Con Jocelyn cantano “Virgola” (1976, Telemontecarlo, sigla di Un peu d’amour d’amitié et beaucoup de musiqueda), una hit da 700.000 copie; “Prendi un Fiorellino” (1977, Telemontecarlo, sigla di Un peu d’amour d’amitié et beaucoup de musiqueda), è la nuova hit da 500.000 copie che cantano assieme a Jocelyn; “Apri quella gabbia” (1978); e diverse canzoncine come “Rino Rino” (1979) e “Ton Kinese” (1979).

Con Paolo Dany cantano “Rocky Bubu” (1976), una canzone a favore della Lega Nazionale per la Difesa del Cane. Con Rita Pavone cantano “Siamo tutti Gian Burrasca” (1977, sigla di Rita ed io), in classifica con 300.000 copie e la scatenatissima “Paperita” (1979, sigla di Buonasera con Rita al Circo), ed è ancora una classifica con 300.000 copie. Con Mal cantano l’allegra “Machintosh” (1977, Rai, sigla de Il Dirigibile), e vanno in top-ten con 300.000 copie; “Il ritorno di Furia” (1978), e la bellissima “Uomo Squalo” (1979, Rai, sigla della nuova serie Il Dirigibile), e tornano in classifica con 200.000 copie. Con Alberto Lupo cantano “C’era una volta…” (1977, Rai, sigla del programma omonimo), una classifica da 140.000 copie. Con Silvia Annichiarico la simpatica “Mugghi” (1977,  Rai, sigla di Stasera con Silvan).

Con il Quartetto Cetra cantano la divertentissima “Pierino ha la febbre il sabato sera” e “Appuntamento spaziale con gli ufo robot” (1978, Rai, sigle di testa e di coda del programma Buonasera con il Quartetto Cetra), e vanno in classifica con 300.000 copie. Con Nino Manfredi l’amatissima e cantatissima “Tarzan lo fa” (1978, Rai, sigla di Noi no), una top-ten da 600.000 copie; la simpatica “Lei non sa chi sono io” (1980, Rai, sigla di Domenica in…) in classifica con 100.000 copie; e “Canzone pulita” (1983, Rai, sigla del Festival di Sanremo), in top-ten con 300.000 copie. Con Maria Giovanna Elmi la deliziosissima “Clic Clic” (1978, Rai, sigla di coda de Il Dirigibile), in classifica con 80.000 copie. Con Mino Reitano la simpatica “Keko il tricheco” (1978, Rai, sigla di Giococittà). Con Nino Fabbro “Il bosco dei perché” (1978, Telemontecarlo), sigla della serie a pupazzi. Con Vanna Bosio la romantica “L’aquilone” (1978, Rai, sigla del programma omonimo). Con Don Backy cantano la ritmatissima “La banda Carciofolli” (1978). Con Olivia cantano “Il mio eroe Braccio di Ferro” (1978) dedicata al celebre cartoons.

Con Orietta Berti e Claudio Lippi cantano la sigla della seconda serie “Ecco arrivare i Barbapapà” (1979, Rai 2). Il successo è tale che incideranno un intero album con canzoni nuove, le stesse che canteranno all’interno del cartone animato. Con Macario la simpatica “Ciao nonnino” (1979, Rai, sigla di Buonasera con Macario), e vanno in top-ten con 400.000 copie. Con Memo Remigi la divertente “Che tipo di topo” (1979, Rai, sigla di L’inquilino del piano di sotto), e tornano in classifica con 180.000 copie. Con Ewa Aulin la bella “Arizona” (1979, Rai, sigla di Sceriffi e banditi), in classifica con 80.000 copie. Con Gino Bramieri “Dai dai dai” (1979, Rai, sigla di Gran varietà). Con Piero Cotto incidono un disco per l’Unicef dal titolo “Concerto per un bambino” (1979).

Con Katia Svizzero” un classico intramontabile “L’ape Maia” (1980, Rai 2), che va in top-ten con 850.000 copie; ci saranno 2 copertine del disco, una di colore giallo ed una di colore arancione; poi la bella “L’ape Maia va” (1981, Rai  sigla di testa) e la splendida “L’ape Maia in concerto” (1981, Rai 2, sigla di coda), il nuovo disco entrerà in classifica con 300.000 copie. Con Enrico Beruschi cantano la divertente “Urca che bello” (1980, Rai, sigla di Alle cinque del sabato sera), e diventa una hit da 300.000 copie. con lo zio Pino cantano la famosa “Renna Kid” (1980), sigla del programma radio che va in classifica con 200.000 copie. Con Tino Scotti cantano “Il cavaliere della sera” (1980, Rai, sigla di Buonasera con Tino Scotti), in classica con 140.000 copie. Con Carlo D’Apporto cantano la romantica “La pioggia” (1980, Rai, sigla di Buonasera con…). Con Alberto Patrucco cantano “Gasparone” (1980, sigla di Classifica dei ragazzi).

Grandissimo successo per “Sally sì Sally ma” (1981, Antenna Nord, sigla di testa di Sally la maga che cantano assieme ad Andrea Lo Vecchio con lo pseudo di The Witch, la sigla cantatissima entra in classifica con 200.000 copie. Con Jona cantano l’allegra “Giumbolando” (1981, sigla del celebre programma Supergulp… fumetti in TV).  Con Cristina D’Avena canteranno cpiù di 300 sigle come “Canzone dei Puffi” (1982, Canale 5, sigla de I Puffi una hit tormentone da 500.000 copie; “John e Solfami” (1983, Italia 1), una hit da 250.000 copie; “Puffi la la la” (1984), in classifica con 100.000 copie; “Ciao Ciao” (1984, Retequattro, sigla del programma omonimo), “Là sui monti con Annette” (1984, Italia 1), l’amatissima “L’incantevole Creamy” (1985, Italia 1), sigla cantatissima che entra in classifica con 100.000 copie; “Il grande sogno di Maya” (1985, Italia 1), la graziosa “Che bello essere un Puffo” (1985, Italia 1); “Arrivano gli Snorky” (1985, Italia 1, sigla de Gli Snorky) che va in classifica con 50.000 copie; la bella “Evelyn e la magia di un sogno d’amore” (1985, Retequattro), l’amatissima “Kiss me Licia” (1985, Italia 1), sigla tormentone che va in top-ten con 150.000 copie; la splendida “Occhi di gatto” (1985, Italia 1), in classifica con 50.000 copie; la cantatissima “Memole dolce Memole” (1986, Italia 1) che va in classifica con 100.000 copie, la tenera “Lovely Sara” (1986, Italia 1), l’amatissima “Mila e Shiro due cuori nella pallavolo” (1986, Italia 1), sigla cantatissima che va in classifica con 100.000 copie; “Magica magica Emi” (1986, Italia 1), “Puffa di qua Puffa di la” (1986, Italia 1); “Love me Licia” (1986, Italia 1), in classifica con 30.000 copie, la bella “David gnomo amico mio” (1986, Italia 1) che va in classifica con 50.000 copie; “Noi Snorky incontrerai” (1986, Italia 1); “Sandy dai mille colori” (1987, Italia 1), “Vola mio Miniponi” (1987, Italia 1), in classifica con 30.000 copie; la frizzantissima “Jem” (1987, Italia 1), “Pollyanna” (1987, Italia 1), in classifica con 50.000 copie; “Licia dolce Licia” (1987, Italia 1) in classifica con 30.000 copie; “Teneramente Licia” (1987, Italia 1), in classifica con 30.000 copie; “Ogni Puffo pufferà” (1987, Italia 1), “Piccola bianca Sibert” (1987, Italia 1), in classifica con 30.000 copie; “Maple Town un nido di simpatia” (1987, Italia 1), in classifica con 30.000 copie; “Hilary” (1988, Italia 1), in classifica con 10.000 copie, “Una per tutte tutte per una” (1988, Italia 1), “Palla al centro per Rudy” (1988, Italia 1), “Prendi il mondo e vai” (1988, Italia 1),  “Balliamo e cantiamo con Licia” (1988, Italia 1), in classifica con 30.000 copie, “Arriva Cristina” (1988, Italia 1), in classifica con 50.000 copie; la bella “Viaggiamo con Benjamin” (1988, Italia 1), “Puffi qua e la” (1988, Italia 1), “Denny” (1988, Italia 1), “Milly un giorno dopo l’altro” (1989, Italia 1), in classifica con 30.000 copie, “D’Artagnan e i moschettieri del re” (1989, Italia 1), la bellissima “E’quasi magia Johnny” (1989, Italia 1), “Siamo fatti così” (1989, Italia 1), “Conte Dacula” (1989, Italia 1), la bella “I Puffi sanno” (1989, Itala 1), la simpatica “Ti voglio bene Denver” (1989, Italia 1), in classifica con 10.000 copie; “Cristina” (1889, Italia 1), in classifica con 50.000 copie; “Sabato al circo” (1989, Italia 1), “Niente paura c’è Alfred” (1990, Italia 1), “Amici Puffi” (1990, Italia 1), “Cri Cri” (1990, Italia 1), in classifica con 50.000 copie; “Alvin rock’n and roll” (1990, Italia 1), “Peter Pan” (1991, Italia 1), “Scuola di polizia” (1991, Italia 1), “Papà gambalunga” (1991, Italia 1), la bella “Il mistero della pietra azzurra” (1991, Italia 1), “Robin Hood” (1991, Canale 5), “L’Europa siamo noi” (1991, Italia 1), in classifica con 50.000 copie; “Bentornato topo Gigio” (1992, Italia 1), la bella “Gemelli nel segno del destino” (1992, Canale 5), “James Bond Junior” (1992, Italia 1), “Mary e il giardino dei misteri” (1993, Italia 1), la frizzantissima “Tazmania” (1993, Canale 5), “Bat-man” (1993, Canale 5), la bella “Cantiamo insieme” (1994, Canale 5), “Fiocchi di cotone per Jeanie” (1994, Italia 1), la famosissima “Sailor Moon” (1995, Canale 5), “E’ un po’ magia per Terry e Maggie” (1996, Italia 1), “Un fiocco per sognare un fiocco per cambiare” (1996, Italia 1), “Piccoli problemi di cuore” (1997, Italia 1), “Lisa e Seya un solo cuore per lo stesso segreto” (1996, Italia 1), “Una porta socchiusa ai confini del sole” (1997, Italia 1), “Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo per Rina “ (1997, Italia 1), “Curiosando nei cortili del cuore” (1998, Italia 1), “Pesca la tua carta Sakura” (1999, Italia 1), “Il laboratorio di Dexter’s” (1999, Italia 1), “Sabrina” (2000, Italia 1), “Franklin” (2001, Italia 1), “Magica Doremì” (2002, Italia 1), “Hamtaro piccoli criceti grandi avventure” (2002, Italia 1), “Simsalagrimm” (2002, Italia 1), “Yui ragazza virtuale” (2004, Italia 1), “Mew mew amiche vincenti” (2004, Italia 1), “Mirmo” (2005)…

Con l’omonimo Pepero cantano “Vola bambino” (1983, Italia 1, sigla di Pepero). Con Complotto cantano la bella e famosa “Sherlock Holmes” (1984, Rai 2, sigla de Il fiuto di Sherlock Holmes) Con Gianfranco D’Angelo la buffa “Has Fidanken” (1984, Italia 1, sigla di Drive in). Con Nadia Cassini la bella “Bum Bum Bum cantiano” (1985, Italia 1, sigla di Drive in). Con i vari conduttori di Bim Bum Bam canteranno diverse sigle del programma “Che avventure a Bim Bum Bam con il nostro amico Uan” (1985, Italia 1), “Tutti insieme noi guardiamo Bim Bum Bam” (1986, Italia 1), “Dai vieni a Bim Bum Bam” (1987, Italia 1), “Bim Bum Bam siamo qui tutti e tre” (1988, Italia 1), “Viva Bim Bum Bam” (1989, Italia 1), “Bim Bum Bam ma che magia” (1990, Italia 1)… Con i vari conduttori di Ciao Ciao canteranno diverse sigle del programma “Four e Giorgia Ciao Ciao” (1986, Retequattro), “Ciao Ciao gioca con noi” (1987, Retequattro), “Ciao Ciao siamo tutti tuoi amici” (1988, Retequattro), “Per me, per te, per noi Ciao Ciao” (1989, Retequattro), “Finalmente Ciao Ciao” (1990, Retequattro)… Con Packi cantano “Pac man” (1985, Rai 2). Con il piccolo Paolo cantano l’amatissima “Holly e Benji due fuoriclasse” (1986, Italia 1), sigla tormentone che va in classifica con 100.000 copie.

Con Vincenzo Draghi canteranno tante sigle come il classico “Lupin l’incorreggibile Lupin” (1987, Italia 1), la bellissima sigla va in classifica con 50.000 copie, “Street Sharks quattro pinne all’orizzonte” (1996, Italia 1), “Sulle ali dei Dragon Flyz” (1996, Italia 1), “Ivanhoe” (1998, Italia 1), “Mummies alive quattro mummie in metropolitana” (1998, Italia 1), “Extreme Dinosaures quattro dinosauri scatenati” (1998, Italia 1), “Evviva Zorro” (1998, Retequattro)…

Con Manuel De Peppe “Tutti in campo con Lotti” (1987, Italia 1). Con Gerry Scotti cantano la divertente “Smile” (1987, Italia 1, sigla di Dj Television), e vanno in top-ten con 350.000 copie.  Con la piccola Giorgia cantano la bellissima “Dolce Lassie” (1987, Rai). Con Marco Pavone la famosa “Io son Calimero” (1988, Rai 1, sigla di Calimero). Con Toto Cutugno cantano la frizzantissima “Piacere Rai 1” (1989, Rai). Con Arianna “Siamo forti” (1990), “Teenagers rap” (1991),  “Canta con Disney” (1992)… Con Gianna Nannini ed Edoardo Bennato incidono “Notti magiche”, l’inno dei mondiali di calcio. Con Elisabetta Viviani la sprizzante “E’ domenica” (1992, Italia 1), Con Marco Destro canteranno tante sigle, il fenomeno “Power Rangers” (1994, Italia 1), “Insuperabili X-Men” (1994, Canale 5), “Conan the adventure” (1994, Italia 1), la bella “Skeleton Warrios” (1995, Italia 1), “Masked Rider il cavaliere mascherato” (1999, Italia 1), “Superhuman samurai” (1999, sigla del telefilm di Italia 1), la bella “Ryo un ragazzo contro un impero” (1996, Italia 1), “La fabbrica dei mostri” (1996, Italia 1), “Action man” (1996, Italia 1), “Teknoman” (1997, Italia 1)…

Con i Cartoon Kids “Karate Kid” (1995, Telemontecarlo), “Zap Zap” (1996, Telemontecarlo, sigla del programma omonimo), la famosa “Ranma ½” (1996, Telemontecarlo), “Kangoo” (1996, Telemontecarlo), “La storia infinita” (1996, Telemontecarlo), “Arrivano i Superboys” (1996, Telemontecarlo)…

Con Giorgio Vanni cantano diverse sigle “Superman” (1998, Retequattro), la fenomenale “Pokemon” (2000, Italia 1), “Rossana” (2000, Italia 1), il tormentone “Dragon ball” (2000, Italia 1), “What’s my destiny Dragon Ball” (2000, Italia 1), “Dragon Ball G T” (2001, Italia 1), “All’arrembaggio” (2001, Italia 1), “Detective Conan” (2002, Italia 1), “Shin Chan” (2005, Italia 1), “Let’s and go sulle ali di un turbo” (2005, Italia 1), “Naruto” (2006, Italia 1), “Keroro” (2006, Italia 1)…

Con Mattia Pisanu la bella “Magician la giustizia non è un trucco” (1999, Italia 1). Con Francesca Sardella la sigla di testa del famoso “Tommy e Oscar” (1999, Rai 1).

Da soli, come coro, I Piccoli Cantori hanno inciso tante sigle utilizzando anche diversi pseudonimi come “Il ragionier Noè” (1977, Rai, sigla di Il Ragionier Noè, la barca se la fa da sé); il classico intramontabile di “Portobello” (1977, Rai), in classifica con 200.000 copie vendute; la simpaticissima “Il cavallino Michele” (1977, Rai, sigla di Scommettiamo…), in classifica con 150.000 copie; “Studio Polifonico n.2” (1977, sigla di Invito alla Musica); “Temple e Tam Tam” (1979, Antenna Nord), con lo pseudo di Temple e Tam Tam, che riscuote un buon successo; “Rataplam” (1979), sigla film omonimo; la bella “Judo boy” (1980, Milano TV), con lo pseudo di Il Coro di Judo Boy; la sigla tormentone amatissima “La canzone di Charlotte” (1980, Antenna Nord, sigla di Charlotte), che entra in classifica con 300.000 copie, e la canteranno con lo pseudo de I Papaveri blu (sul lato B del disco cantano l’inedito “A cavallo insieme a Tex”); “Kum Kum” (1980, Milano TV), la cantano con lo pseudo di I Piccoli Antenati; invece con lo pseudo de I Mini robot canteranno la bellissima “Gackeen magnetico robot” (1980, Telereporter, sigla di Gackeen il robot magnetico), “Space robot” (1980, Antenna Nord), “Getta robot” (1980, Milano TV, sigla di Jet robot) che va in classifica con 80.000 copie; e la divertente “George of the jungle” (1980, Telenova); il successo di “Starblazers” (1980, Videodelta) la firmeranno con lo pseudo de Gli Argonauti (esistono 2 copertine, una riporta solo il titolo di Starblazers, l’altra riporta sotto il titolo ‘i guerrieri delle stelle’); non ottiene fortuna invece “Emilie” (1980, Telenova. Sul lato B cantano un inedito “Tilt robot”); “Maghetta Sally” (1981, Antenna Nord), è la sigla di coda che I Piccoli Cantori cantano per Sally la maga, questa versione però non convince i discografici e la sigla non verrà pubblicata; la famosa “God Sigma” (1981, Telereporter), la cantano con lo pseudo de I Monelli Spaziali; l’amatissima “Baldios” (1981, Telereporter), la firmano con lo pseudo Il Coro di Baldios; con il nome di Somrisi incidono “Superbook” (1983, Retequattro), la sigla non viene pubblicata perché la serie non ottiene un buon successo e la famosa “Il magico mondo di Gigi” (1983, Retequattro), sigla ricercatissima, ma a causa della crisi discografica purtroppo questa sigla non verrà pubblicata la sigla e “Little” (1987, Italia 1); “Orzoro” (1983), un jigle pubblicitario tormentone, è uno dei più celebri della tv; la sigla ufficiale del parco divertimenti di “Gardaland” (1986); “Tao Tao” (1986, Rai 1), che cantano con lo pseudo Il Club dei Panda; “Flash Flash Gordon” (1986, Retequattro), il disco e la sigla non verranno mai pubblicati; la bellissima e cantatissima “Rosvita per colpa di Teddy” (1987, Junior TV, sigla del Baby Show), e vanno in classifica con 80.000 copie; l’allegra “Big” (1989, Rai, sigla del programma omonimo); “Papà non fumare” (1989), è una canzoncina incisa per l’associazione lotta per i tumori; “A carnevale ogni scherzo vale” (1989); “Capitan Planet” (1992, Rai 2), La frizzantissima “Solletico” (1993, Rai, sigla del programma omonimo); “La riproduzione sessuale” (1993; Rai 2, sigla del cartoons L’albero della vita), “Le fiabe son fantasia” (Italia 1), sigla del cartone animato…

I Piccoli Cantori hanno inciso canzoni anche con Gino Paoli, i Pooh, Antonella Ruggero, Iva Zanicchi, Romina Power, Jovanotti…

I Piccoli Cantori hanno inciso anche tanti dischi oltre ai 19 album dell’ ”Ambrogino d’Oro”, “Canzoncine di ieri per i bambini di oggi”, “I Piccoli Cantori e la musica classica”, “Mi piacerebbe che Gesù Bambino…”, “Viva fantasia”, “C’era una volta una filastrocca”, “Barbapapà”, “A mezza altezza”, “Rititi, cos’è una mamma”, “Ministar”, “I Piccoli Cantori di Milano in concerto”,  “Corriere dei Piccoli in musica”, “Gran Galà di Biancaneve”, “Buon Natale dai Piccoli Cantori”,  “Il concerto della vita”, “Trionfo di gala”, “Giocastrocche” (sono ben 6 volumi), “Natale con I Piccoli Cantori di Milano”…

GIANNI SORU

 

 

 

FENOMENI / I PROTAGONISTI DELLE SIGLE IN TV: VINCENZO DRAGHI


 

vincenzo-draghi

Guest Writer: GIANNI SORU

Nato a Voghera è nato a Voghera il 15 marzo 1952. Sposato, ha 2 figli; nel 1973 viene ingaggiato da Luigi Alberelli e da Enrico Riccardi come produttore ed arrangiatore, lavora per Drupi, Mal, Patty Pravo…. Nel 1975 a 23 anni incide il suo primo disco “Non chiedo più il perché”, dopo di che si da nella realizzazione di jingles pubblicitari radiofoniche, entra a far parte del coro di Paola Orlandi e lavorerà molto con I Piccoli Cantori di Milano diretti da Laura Marcora. (Il primo a svelare ed ad intervistare Vincenzo Draghi fu proprio Gianni Soru all’inizio degli anni 2000 pubblicando diversi articoli su varie riviste: Manga Club…ed il sito Koji and Cutei ndr).

1985: la sua voce si farà subito amare, Vincenzo sarà infatti la voce di Mirko dei Bee-Hive nel cartone animato di Kiss me Licia, interpretando le bellissime canzoni di “Freeway”, “Baby I Love You”, “Fire”, “Lonely boy”. Canzoni che verranno pubblicate nell’album Kiss me Licia e i Bee Hive ed il disco entrerà in classifica vendendo 100.000 copie.

1986: realizza alcuni brani cantati all’interno del cartone animato dei “Muppet Babies”; diventa poi la voce di Mirko per le canzoni interpretate nei telefilm di Love me Licia “Lovely Smile”, ”Nel grande cielo blu”, “Broken heart”, “Baciami kiss me with love”, “I need your love”…

1987: per Cristina D’Avena realizza “Juny peprina inventatutto” (Italia 1), “Gli amici Cercafamiglia” (Italia 1), che riscuotono un discreto successo; collabora alla realizzazione di nuovi brani per i monotematici di Maple Tonw un nido di simpatia e di Piccola bianca Sibert; ed è ancora la voce di Mirko per le canzoni interpretate nei telefilm di Licia dolce Licia “Love i need you love you want you”, “Oh Happyness”, “Cosa c’è Baby”, “Semplice semplice”, “Mio dolce amore”, “Senza di te”, “I love you, you love me”… e di Teneramente Licia in “La poesia sei tu”, “Nel tuo sorriso”, “Amore mio”, “Un sogno aspetta noi”, “E tante piccole cose fanno grande l’amore”…

Per Manuel De Peppe realizza “Tutti in campo con Lotti” (Italia 1), che riscuote un buon successo.

Draghi compone e canta la martellante e bellissima “Lupin l’incorreggibile Lupin” (Italia 1), sigla della terza serie di Lupin III, assieme ai Piccoli Cantori di Milano. La sigla entra in classifica con 50.000 copie. Sigla firmata con lo pseudo Gli Amici di Lupin.

Fino al 1994 realizza le musiche per le musicassette allegate ai fascicoli di “Storie e Cartoni in Tivù” per le serie di Mila e Shiro, David gmomo, Maple Town, Sibert, Benjamin, Milly, D’Artagnan, Denver, Tartarughe ninja, Teddy Ruxpin…

1988: compone per Cristina D’Avena le sigle di “Una sirenetta fra noi” (Italia 1), “Palla al centro per Rudy” (Italia 1, e collabora anche ad alcuni pezzi dell’album monotematico), “Conte Dacula” (Italia 1), e “Puffi qua e la” (Italia 1); per Giampi Daldello realizza “Sceriffi delle stelle” (Italia 7) e “Capitan Dick” (Italia 7);  per i conduttori di Bim Bum Bam realizza le sigle di “Bim Bum Bam siamo qui tutti e tre” (Italia 1) e per i conduttori di Ciao Ciao realizza “Ciao Ciao siamo tutti tuoi amici” (Retequattro).

E’ sempre la voce di Mirko per le canzoni interpretate nei telefilm di Balliamo e cantiamo con Licia come: “Il silenzio è”, “Con la primavera nel cuore”, “Pensare e sentire con te”…

E’ anche l’interprete di alcune canzoni dettate assieme a Cristina D’Avena per i suoi telefilm autobiografici di Arriva Cristina: “Dy day day”, “In un ricordo c’è”,  “Nasce un sogno”, “Meravigliosa libertà”,  “Fantasia”…

1989: per Giampi Daldello realizza “I Rangers delle galassie” (Italia 7), “A tutto gas” (Italia 7) e “Motori in pista” (Italia 7) e riscuotono un buon successo; per Cristina D’Avena realizza la bella “I Puffi sanno” (Italia 1). Per i conduttori di Bim Bum Bam compone “Viva Bim Bum Bam” (Italia 1), e per i conduttori di Ciao Ciao realizza “Per me, per te, per noi Ciao Ciao” (Retequattro). Assieme a Cristina D’Avena duetta nelle sue canzoni per i telefilm di Cristina “Rimani te stesso”, “Guarda un po’ più in là”, “Noi vorremmo”, “Evviva l’allegria”…

1990: per Cristina D’Avena realizza “Amici Puffi” (Italia 1); per i conduttori di Bim Bum Bam compone “Bim Bum Bam ma che magia” (Italia 1), e per i conduttori di Ciao Ciao realizza “Finalmente Ciao Ciao” (Retequattro).

Assieme a Cristina D’Avena duetta ancora nelle sue canzoni per i telefilm di Cri Cri “Dai parla un po’ con noi”, “Crescerai”, “Provaci pure tu”…

Draghi compone e canta la tanto ricercata “I 5 samurai” (Italia 7), nonostante il successo avuto la sigla non verrà mai pubblicata. a farle da coro sarà Paola Orlandi. Questa sigla la firmeranno con il nome de I Samurai.

1991: realizza per i conduttori di Bim Bum Bam “Quando è in onda Bim Bum Bam” (Italia 1) e per quelli di Ciao Ciao “Corre il treno di Ciao Ciao” (Retequattro).

Ancora sssieme a Cristina D’Avena nei duetti per i telefilm di L’Europa siamo noi: “Chi lo sa che moda andrà”, “Non voltarti di là”…

Per Cristina D’Avena scrive “Ciao Sabrina” (Canale 5) ed assieme a Paola Orlandi, realizza le canzoni all’interno del cartone animato di Ciao Sabrina, che canterà anche assieme a Paola Tovaglia ed a Nadia Biondini: “Dream”, “Hearthbreak tonigh”, “I Love you”, “Midnight city”, “Rolling Night”, “True love”, “Blue moon”, “Ormai sei grande”

Lavora per la De Agostini, realizzando le colonne sonore della loro collana Le Fiabissime, assieme ai Piccoli Cantori di Milano, alcuni titoli: “Aladino”, “Cenerentola”, “La Bella e la Bestia”, “Il gatto con gli stivali”, “Hansel e Gretel”, “La piccola fiammiferaia”, “Biancaneve”, “I tre porcellini”, “La bella addormentata nel bosco”, “Alice nel paese delle meraviglie”, “Pollicina”, “La sirenetta”, “Cappuccetto rosso”….

1992: sempre per i conduttori di Bim Bum Bam realizza “Arriva Bim Bum Bam” (Italia 1) e per quelli di Ciao Ciao “Afferra la magia di Ciao Ciao” (Reteaquattro).

1994: “Transformers Generation” (Italia 1) è la sigla dei Transformers che Vincenzo ha scritto e fatto cantare a suo figlio Cristian di 11 anni, purtroppo non otterrà fortuna e la sigla non verrà mai pubblicata.

1996: per il 16’ enne Marco Destro realizza: “Exosquad” (Italia 1), “Quattro tatuaggi per un super guerriero” (Italia 1).

1997: Viene ricontattato Vincenzo Draghi per cantare alcune sigle nuove, e questa volta decide di firmarle con il proprio nome senza usare pseudonimi. “Street Sharks quattro pinne all’orizzonte” (Italia 1), riscuote un buon successo; “Sulle ali dei Dragon Flyz” (Italia 1), “Ultraforce” (Italia 1), “Una giungla di stelle per Capitan Simian” (Italia 1), e per i telefilm di “Rombo di tuono e cieli di fuoco per i Bio Combat” (Italia 1) e “Beetle Borg quando si scatena il vento dell’avventura” (Italia 1). Per Marco Destro realizza “Teknoman” (Italia 1).

1998: scrive ed incide “Ivanhoe” (Italia 1), la frizzante “Mummies alive quattro mummie in metropolitana” (Italia 1), “Extreme Dinosaucers quattro dinosauri scatenati” (Italia 1), che riscuote un buon successo; la bella sigla di “Evviva Zorro” (Italia 1), “Skysurfer le stelle della galassia” (Italia 1, questa sarà forse il suo più grande flop). Per Marco Destro realizza “La sfera del tempo orientale” (Telenova).

1999: le sue nuove sigle saranno “Batman il cavaliere della notte” (Italia 1), sigla delle nuove puntate di Bat-man, “Tartarughe ninja il ritorno” (Italia 1) e del telefilm flop “Mysthich Nigh il giustiziere della notte” (Italia 1).

Dopo il periodo sigle Vincenzo Draghi collaborerà con diversi programmi tv delle reti Fininvest come “Sabato al circo”, “Risate in famiglia”, “Simpaticissima”, “Luna party”, “Festa della mamma”, “Canzoni sotto l’ albero”, “Buon pomeriggio”, “44 gatti”…

GIANNI SORU

 

FENOMENI / I GRANDI PROTAGONISTI DELLE SIGLE TV: I FRATELLI DE ANGELIS (OLIVER ONIONS)…SANDOKAAAN!!!


oliver-onions

GUEST WRITER: GIANNI SORU

Guido De Angelis è nato a Rocca di Papa il 22 dicembre del 1944. Maurizio De Angelis è nato a Rocca di Papa il 22 febbraio del 1947.

Nel 1967 entrano a far parte del gruppo dei Black Stones. Nel 1971 cominciano ad essere indipendenti con le loro musiche. E’ loro il record per il maggior numero di colonne sonore composte, ne hanno fatte oltre 400. Spesso molte sigle di film le interpreteranno Guido e Maurizio De Angelis in lingua inglese; adottando anche il nome di Oliver Onions; e per alcune sigle tv useranno degli pseudonimi per non inflazionare il mercato. Fondano anche la loro etichetta musicale Kangaroo. I loro dischi sono stati stampati anche all’estero ed hanno venduto milioni di copie.

(All’inizio degli anni 2000 Gianni Soru riparlerà degli Oliver Onions, svelando cose nuove, pubblicando diversi articoli su svariati giornali come Di Tutti i Colori, Japan Magazine, Cudowny,  Manga Club, WooW, Colori… e per il sito Koji and Kutei ndr).

Centinaia e centinaia sono le colonne sonore che hanno composto e cantato come “Dio perdona io no” (1967), “I quattro dell’Ave Maria” (1968), “Un esercito di cinque uomini” (1969), “Per grazie ricevuta” (1971), “Lo chiamavano Trinità” (1971), “Trastevere” (1971), “Continuavano a chiamarlo Trinità” (1971), “Poi lo chiamarono il magnifico” (1972), “Più forte, ragazzi!” (1972),  “Il prode Anselmo e il suo scudiero” (1972), “Anche gli angeli mangiano fagioli” (1973), “Il terrore con gli occhi storti” (1973), “Giovanna coscialunga, disonorata con onore” (1973), “I racconti di Canterbury 2” (1973), “Tutti figli di mammasantissima” (1973), “Piedone lo sbirro” (1973), “Altrimenti ci arrabbiamo” (1973), “Storia di karatè, pugni e fagioli” (1973), “Delitto di regime” (1973), “Prima ti suono poi ti sparo” (1974), “Arrivano Joe e Margherito” (1974), “Porgi l’altra guancia” (1974), “Anche gli angeli tirano di destro” (1974), “A forza di sberle” (1974), “Il bianco, il giallo, il nero” (1974), “40 giorni di libertà” (1974), “A mezzanotte va la ronda del piacere” (1975), “Africa express” (1975), “Roma violenta” (1975), “Zorro” (1975), “Piedone a Hong Kong” (1975), “Tommaso d’Aquino” (1975), “Il sodato di ventura” (1976), “Due sul pianerottolo” (1976), “Simone e Matteo (1976), “Squadra antiscippo” (1976), “La moglie di mio padre” (1976), “Il letto in piazza” (1976), “Langudi baci, perfide carezze” (1976), “Con la rabbia negli occhi” (1976),  “Vanno, si trasformano, tornano” (1976), “Tre tigri contro tre tigri” (1977), “Squadra antifurto” (1977), “Il signor Robinson” (1977), “Safari express” (1977), “Il Vangelo secondo Simone e Matteo” (1977), “Goodbye & amen” (1977), “Il figlio dello sceicco” (1977), “Charleston” (1977), “I due superpiedi quasi piatti” (1977), “La tigre è ancora viva: Sandokan alla riscossa” (1977), “Piedone l’africano” (1978), “Formula 1, febbre della velocità” (1978), “La montagna del dio cannibale” (1978), “Squadra antitruffa” (1978), “Lo chiamavano Bulldozer” (1978), “Pari e dispari” (1978), “Alien 2, sulla terra” (1979), “Il cacciatore di squali” (1979), “Sensività” (1979), “Uno sceriffo extraterrestre” (1979), “L’avventuriero” (1979), “L’occhio che uccide” (1979), “Bello di mamma” (1980), “Pole position” (1980), “L’ultimo squalo” (1980), “Uno contro l’altro praticamente amici” (1980), “Piedone d’Egitto” (1980), “Chissà perché capitano tutte a me” (1980), “Poliziotto Superpiù” (1980), “Banana Joe” (1981), “Chi trova un amico trova un tesoro” (1981), “Occhio alla penna” (1981), “Adamo ed Eva la prima storia d’amore” (1982), “Bomber” (1982), “Cane e gatto” (1982), “Bonnie e Clyde all’italiana” (1983), “I predatori di Atlantide” (1983), “Occhio malocchio, prezzemolo e finocchio” (1983), “Il diavolo e l’acquasanta” (1983), “Cenerentola ‘80” (1983), “Nati con la camicia 2” (1983), “L’allenatore nel pallone” (1984), “L’angelo custode” (1984),  “Nel mare degli antichi” (1984), “Arrivano i vostri – Avventurosa storia del western all’italiana” (1984), “Non c’è 2 senza 4” (1984), “Figlio mio infinitamente caro” (1985), “Mezzo destro, mezzo sinistro” (1985), “Scemo di guerra” (1985), “Il diavolo sulle colline” (1985), “Paolo e Francesca” (1985), “Miami Supercops” (1985), “Molly’O” (1986), “Fantasupergenio” (1986), “Delitti” (1987), “Il caso Donati” (1987), “Uomo contro uomo” (1987), “Frankenstains Tante” (1987),  “Cerco l’amore” (1987), “Big man” (1988), “Cinque ragazzi a Parigi” (1988), “Quando ancora non c’erano i Beatles” (1988), “Passi d’amore” (1989), “Un piede in paradiso” (1990), “La storia spezzata” (1991), “Il ragazzo dal kimono d’oro” (1991), “La moglie nella cornice” (1992), “Un amore rubato” (1993), “Vite a termine”, “Il prezzo della vita” (1994), “La storia di Chiara” (1995), “Addio e ritorno” (1996), “Dove comincia il sole” (1997), “Mia per sempre” (1997), “Sotto il cielo dell’Africa” (1998)

Realizzano anche le musiche per diversi telefilm di grande successo per la tv come “Casa Cecilia” (1983), “Il maresciallo Rocca ” (1996), “Incantesimo” (1998), “Un medico in famiglia” (2003), “Elisa di Rivombrosa” (2004)…

Sono stati gli autori anche delle musiche di celebri programmi tv come  “O patèo”, sigla del programma radiofonico Radio discoteca (1976), “Su e giù per l’Italia” (1979), “Al Paradise” (1984), “Domenica in…” (1985), “Fantastico 6” (1985), “Detto tra noi” (1994)…

Incidono in italiano diverse sigle, come quella del film di successo “Il corsaro nero” (1976) firmata con il nome Guido e Maurizio De Angelis; incidono anche la sigla per il telefilm colosso di “Sandokan” (1976, Rai), la sigla amatissima arriverà in top-ten con quasi 1 milione di copie vendute, cantata con lo pseudo di Oliver Onions. Il successo è tale che ne incideranno anche un album con canzoni nuove.

La martellante “Orzowei” (1977, Rai 1), sigla del telefilm che li riporta in top-ten con 600.000 copie, cantata con lo pseudo di Oliver Onions. Compongono anche la musica per il celeberrimo telefilm di “Furia cavallo del West” (1977, Rai), cantata da Mal,

“S.O.S. Spazio 1999” (1979, Rai) sigla del popolarissimo telefilm che li riporta in classifica con 300.000 copie, cantata con lo pseudo di Oliver Onions.

Nel 1980 incidono per la Spagna le sigle dei cartoni animati di “Las aventuras de Tom Sawyer” (da noi conosciuto come Tom story) e “Banner y Flapy” (da noi conosciuto come Lo scoiattolo Banner) in lingua spagnola.

Cantano la bellissima “Non è la gelosia” (1981, Rai), sigla della telenovelas A Tuttoamore, che firmano con lo pseudo di Tommy; “W i Re Magi” e “Bulibù” sono le sigle di testa e di coda del cortometraggio per Domenica in… (1981, Rai) firmate con il nome di Re Magi; pubblicheranno anche un intero album omonimo con canzoni di Natale; incidono anche “Marco Polo” e “Le avventure di Marco Polo” sigla di testa e di coda del cartone animato di Le avventure di Marco Polo (1981, Videodelta) che riscuote un buon successo e che firmano con il nome di Oliver Onions. In inglese cantano “Movie Movie” (Rai, 1981), sigla del programma A tutto cinema.

La bella “Gabbiano”, è la sigla del programma L’albero dei diamanti (1982, Rai) firmata con il nome di Oliver Onions; ed incidono le sigle dei cartoni animati di “Galaxy” sigla di Galaxy Express 999 (1982, Rai 2), amatissima che li porta in classifica con 80.000 copie cantata con il nome di Oliver Onions; ai discografici questo pezzo piace talmente tanto che gli chiedono di usare la stessa musica per “Fantasy”, nuova sigla del film di Bud Spencer; incidono poi “Jacky” sigla di Jacky l’orso del monte Tallak (1982, Retequattro) che firmano con il nome di Royal Jelly (sigla che incideranno anche in spagnolo) pubblicano anche un 33 giri con canzoni inedite a lui dedicate; eseguono poi la cantatissima “Rocky Joe” (1982, Retequattro), firmata con lo pseudo Gli Amici di Rocky e “Il gatto Doraemon” (1982, Rai 2), sigla di testa del famosissimo Doraemon, firmata con il nome di Oliver Onions.

Segue poi la simpatica sigla di “Benedetta” (1983, Rai), per il telefilm Benedetta e Co., che canteranno proprio con la loro nipotina Bendetta; incidono poi le sigle per i cartoni animati di successo di “Ruy” sigla Ruy il piccolo Cid (1983, Italia 1, sigla incisa anche in spagnolo) che firmano con lo pseudo di Benedetta (perché cantata assieme alla loro nipotina) e  “D’Artacan” sigla di D’Artacan e i tre moschettieri (1983, Rai 2, incisa anche in spagnolo, in inglese ed in francese), che firmano con lo pseudo de I Tre Moschettieri (sempre assieme alla loro nipote Benedetta); eseguono poi in inglese “Yor World”, sigla del programma tv Yor’s (1983, Rai) e “Blue sea” (1983, Rai), sigla di Dimensione oceano.

“Il giro del mondo in 80 giorni” è la bella sigla de Il giro del mondo di Willy Fog (1984, Italia 1, incisa anche in spagnolo, inglese, francese e finlandese).

Per la Spagna incidono la sigla del cartone animato “Bobobobs” (1985).

“Cook” è la sigla de Il grande oceano di Capitan Cook (1987, Rai).

“Barbarossa” (1998, Rai 1), sigla del cartone omonimo e per il cartone animato di “Sandokan la tigre della Malesia” (1998, Rai 1), viene riutilizzata la loro storica sigla del telefilm del 1976.

Incidono poi la bella “Jolanda la figlia del corsaro nero” (2000, Rai 2).

Il celebre telefilm “Un medico in famiglia” (2003, Rai 2), diventa un cartone animato, con la stessa musica degli Oliver Onions.

 

Son da ricordare anche 2 canzoni di musica leggera italiana “Santa Maria” (1980) e “Quanto sei bella stasera” (1981) , tutte e due arrivate ai vertici delle classifiche.

 

GIANNI SORU

 

FENOMENI / GLI AUTORI DELLE SIGLE TV: MASSIMO DORATI & ODEON BOYS


massimo-dorati

 

Guest Writer: GIANNI SORU

Massimo Dorati, nato a Milano il 16 settembre del 1953 (il primo a intervistarlo fu proprio Gianni Soru all’inizio degli anni 2000 pubblicando diversi articoli su varie riviste: Manga Club… e il sito di Koji and Cutei ndr).  A metà degli anni ’80 comincia a comporre jingle pubblicitari per diversi prodotti come:  “The infrè”, “Ice tea Lipton”, “Nivea solare”, “Bonciock”, “Standa”, “Idee golose Colussi”, “Olio Dante”, “Counturella”, “Dietorelle”, “Gelato Lulù”, “Pasta tosta”…

1988: nasce il canale televisivo di Odeon TV, cercano qualcuno che si occupi delle musiche degli spot tv, contattano Massimo che realizza “Odeon”, “Odeon la mia amica sei tu”, “Odeon è una tele esagerata”, ogni tanto presterà anche la sua voce per cantare i jingle pubblicitari come “Una notte all’ Odeon”, “Sete di vittoria”, “Forza Italia”, “Caffè Italia”, “Telemeno”, “Kappa 0”, “Cowboy band”…

1989: realizza la musica per il programma per ragazzi “Slurp la fantastica redazione” (Odeon TV). “La vita di un vitello” (Odeon TV, sigla di Fantazoo), la sigla viene bocciata perché si sente troppo il dialetto romano ed è poco comprensibile. Forma poi il suo gruppo musicale per le sigle dei cartoons e decide di chiamarlo Odeon Boys (composto da Chicco Santulli del Gruppo Italiano e da Massimo Crespini), nome scelto in onore al canale per il quale lavoreranno. Incidono “L’allegro mondo di Talpilandia” (Odeon TV), “L’inno dei Gi Joe” (Odeon TV, sigla di Gi Joe), che riscuote un buon successo; “Il mio amico Guz” (Odeon TV). Viene bocciata da Italia 7 la sua versione di “Tartarughe ninja” (per Tartarughe ninja alla riscossa).

1990: incide “Gorilla Force” (Odeon TV, sigla di Capitan Gorilla), “Lo scrigno magico” (qui la voce solista è Erika Papa), canterà la celebre a amatissima “I Cavalieri dello zodiaco” (Odeon TV), un tormentone cantato da tutti. Il 45 giri purtroppo non viene stampato (avrebbe di sicuro scalato le classifiche), segue poi “Robocop” (Odeon TV), altro successo, “Kate and July” (Odoen TV). Era in programma l’uscita in un cd che raccogliesse tutte le sigle degli Odeon Boys, ma a causa della grande crisi discografica, si teme che il cd non vendesse nulla.

Massimo Dorati viene chiamato da Italia 7 per incidere 3 nuove sigle: “Rocky Joe il campione” (Italia 7, sigla della seconda serie di Rocky Joe) che riscuoterà un buon successo; “Tommy la stella dei Giants” (Italia 7), altro grande successo e “Il ritorno dei Cavalieri dello Zodiaco” (Italia 7, sigla della seconda serie della celeberrima sigla) e riscuote un enorme successo. Neanche queste 3 sigle verranno mai pubblicato, viene messa in commercio solo Il Ritorno dei Cavalieri dello Zodiaco, pubblicata nella compilation di Fivelandia 9 che la farà entrare in classifica con oltre 100.000 copie. Queste 3 sigle le firmerà con il suo nome, e non con quello di Odeon Boys perché non avevano nulla a che vedere con quel canale TV.

1997: realizza la sigla di “Virtua Fighter” (Junior TV), anche se la serie tv riscuote un buon successo anche questa sigla non verrà mai pubblicata.

Massimo comincia poi a comporre per le reti Fininvest diverse musiche (ogni tanto anche cantate da lui) per diversi spot tv come “Buon compleanno canale 5”, “Buona Natale Canale 5”, “Italia 1”, “Retequattro Natale con te”… Dalla musica Massimo è passato ai testi per la realizzazione di molti programmi tv per la Fininvest. Suoi sono stati “Azzurro”, “Festivalbar”, “Buona Domenica”, “Sabato al circo”, “Il circo delle stelle”, “L’ Odissea”, “Sei meno meno”, “Karaoke”, “Il gioco dei 9”, “Canzoni spericolate”, “Gran galà della musica”, “Perdonami”, “Canzoni sotto l’albero”, “Scherzi a parte”, “La sai l’ultima?” etc…

GIANNI SORU

 

FENOMENI / I PROTAGONISTI DELLE SIGLE IN TIVU’: TUTTI I SUCCESSI DELLE “MELE VERDI”


 

le-mele-verdi

Guest Writer: GIANNI SORU

Maria Letizia Amoroso, più nota come Mitzi Amoroso, è nata a Roma il 15 agosto del 1937, nel 1957 si diploma al conservatorio e si iscrive alla S.I.A.E. è una delle primissime donne italiane cantautrici. Negli anni ’60 diventa famosa incidendo diverse canzoni come “L’orologio”, “Un cuore da vendere”, “Spegni la luce”, “Il mio vestito”, “Scendi alla mia fermata”, “Bagno di mare a mezzanotte”, “Ruggine”… Ha vinto anche il Festival di Cassano ed il Festival di Lucca. Mitzi per Nino Manfredi scrive 2 canzoni “La frittata” e “La ballata di sedie e poltrone”.

Diventa poi mamma di 3 bimbi (2 femmine ed un maschietto) e decide di interrompere la sua carriera di artista per dedicarsi alla famiglia. Decide poi di dedicarsi al mondo dei più piccoli. Nel 1974 scrive per l’Ambrogino d’Oro la canzone “Il supertimidissimo” e l’anno seguente, durante una festa di compleanno forma un gruppo vocale di sole bambine, a cui prepara magliettine bianche con disegnata dietro una mela. Fonda così il suo gruppo de Le Mele Verdi (nome scelto perché erano giovanissime, composte da 10-14 bambine dai 6 ai 12 anni). Un discografico le aveva sentite esibire e le fa incidere una sigla per la tv. Da lì parte il loro grandissimo successo di fama e popolarità. Porteranno diversi spettacoli nei più importanti teatri di Milano come Teatro Smeraldo, Teatro San Calimero, Teatro Ciack, Teatro Gnomo, Teatro dell’Elfo…, ad ogni spettacolo ovviamente abbineranno una canzone; ma Le Mele Verdi doppieranno e presteranno la loro immagine anche a tantissime pubblicità per la TV come “Chicco”, “Prenatal”, “Panettone Bauli”, “Panettone Paluani”,  “Shampo Clear”, “Tè Twinning”, “Cioccolato Galak”, “Bastoncini Findus”, “Burghy”, “Mc Donald’ s”, “Nesquik”, “Danone”, “Kellogg’s”, “Fruttolo”, “Invernizzina”, “Cucciolone”, “Barilla”…

Tanti i programmi che le hanno ospitate come Superclassifica Show, Il Trenino, Tandem, Vai col verde, Bim Bum Bam, Ambrogino d’Oro, Cartoni Magici, Jo Jo, Pista, TeleMike, Junior TV… Tutti i giornali parleranno di loro Bolero, Il Giornale, Il Monello, Il Giorno, Il Corriere, L’Avvenire, Oggi, Repubblica, Corriere dei Piccoli, Topolino, TV Sorrisi e Canzoni, Telesette, Famiglia Cristiana… Mitzi insegnerà alle Mele Verdi a ballare ed a recitare e scriverà i testi delle loro sigle musicate dal suo amico Corrado Castellari, che ogni tanto si divertirà a mettere la sua voce nelle loro sigle.

(All’inizio degli anni ’90 Gianni Soru riparlerà delle Mele Verdi, svelando cose nuove, pubblicando diversi articoli su svariati giornali come Di Tutti i Colori, Japan Magazine, Cudowny, Il Giornale di Noi Ragazzi, Manga Club, Otaku, WooW, Scelta TV, Colori… e per il sito Koji and Kutei ndr).

Le Mele Verdi con i loro dischi hanno venduto quasi 2 milioni di dischi.

1975: assieme al cantautore Roberto Vecchioni incidono la strafamosa e cantatissima “La famiglia di Barbapapà” (Rai 1, sigla di Barbapapà, tradotta dal quella originale francese), e il disco non poteva mancare nelle classifiche vendendo 300.000 copie. Questa è la prima sigla ufficiale di un cartone animato per la TV.

1976: il successo dei Barbapapà è sempre più crescente che verrà chiesto agli stessi interpreti di incidere un album tutto dedicato ai Barbapapà e comprenderà tutte le canzoncine che Le Mele Verdi e Vecchioni cantano all’interno del cartone animato come  “Come mi diverto aiutare Barbapapà”, “La canzone di Barbottina”, “Il miglior amico degli animali”, “Rosso, bianco, verde e blu”, “Barbapapà rock”, “La canzone di Barbalalla”, “La canzone di Barbadura”, “Barbatella bella bella”…

1978: incidono il “Cantagioco” un disco 45 giri con 4 canzoni “Capricci colorati”, “Lupo rimbambito”, C’era un vecchio re”, “Filastrocca 1,2,3,” e le 4 basi musicali (Mitzi inventa così il Karaoke). Il Cantagioco diverrà anche uno spettacolo teatrale. Incidono la stra-popolare e cantatissima “Woobinda” (Rai) sigla del telefilm cantata assieme a Riccardo Zara, che va in top-ten con 550.000 copie. La voce del bambino solista è quella di Paolo, figlio di Mitzi che a soli 3 anni entra a far parte del gruppo (unico maschietto delle Mele Verdi). Questa parte all’inizio toccava ad un altro bimbo, ma la sua voce non convinceva Mitizi, non sembrava spontanea; così la fece provare a suo figlio e la parte fu sua. Con lo Zio Tobia invece incidono la simpatica “Il pelo nell’uovo”.

1979: con Lino Toffolo incidono “Andiamo a ballare” e la divertente “Centomila perché”.

1980: incidono “Melomania” e ne diventa anche uno spettacolo per il teatro e poi 2 sigle l’amatissima “La banda dei ranocchi” (Antenna 3), sigla tormentone che va in classifica con 150.000 copie. Per cantare questa sigla in TV e nei loro spettacoli si vestiranno da ranocchie. Incidono poi un’altra sigla martellante, si tratta di “Ippotommaso” (Telemontecarlo).

1981: incidono 2 successi, l’allegra “Gli gnomi delle montagne” (Antenna 3) e la simpatica “Lo scoiattolo Banner” (Telemontecarlo), che canteranno nei loro spettacoli vestite da scoiattoli. Mitzi scrive per Donno la sigla del cartone animato di “Flash Gordon Flash” (Antenna 3, sigla di Flash Gordon). A teatro portano “Fantaltà”.

1982: incidono la bella e tanto cantata “Belfy e Lillibit” (Italia 1) che va in classifica con 80.000 copie, che canteranno nei loro spettacoli vestiti da gnomi; vengono bocciate le sigle di “Chobin il principe stellare”, “L’isola del tesoro” e “La macchina del tempo”, piace la loro “Angie girl” (Italia 1), i discografici però, ritengono la sigla più adatta ad una voce maschile ed adulta, così la versione di Mitzi verrà affidata ai Kelli Kelli che riscuoteranno un buon successo. Segue “La canzone di Rin Tin Tin” (Rai, sigla del celebre telefilm Le avventure di Rin Tin Tin), e vincono l’Ambrogino d’Oro con “Spazio 12”. Con Sbirulino incidono “Tagallo” (Italia 1, sigla de Il circo di Sbirulino) e compaiono anche nella videosigla, il disco va in top-ten con 400.000 copie. Incidono così la simpaticissima “Sabato al supermercato” che diverrà anche il titolo dell’album omonimo che ospiterà nel lato A tutte le loro sigle. A teatro portano lo spettacolo “Fichi e fantasia”.

1983: incidono la famosa “Pat la ragazza del baseball” (Telereporter) che nei loro spettacoli proporranno vestite da giocatrici di baseball; e la bellissima “Sandybell” (Rai 1, sigla di Hello Sandybell), che va in classifica con 80.000 copie, che canteranno nei loro spettacoli vestite da scozzesi. Incidono anche “La mela verde”. A teatro portano “Cappuccetto Rosso Story”. Sono ospiti fisse del programma Rai Cartoni Magici, dove ballano e cantano le loro canzoni.

1984: incidono la splendida “Madesmoiselle Anne” (Telereporter), una sigla amatissima, che canteranno nei loro spettacoli con gonnellina e maglietta e “Ikkiusan” (Euro TV, sigla di Ikkiusan il piccolo Bonzo, incisa nel 1983). Tornano all’Ambrogino d’Oro con 2 brani la spettacolare “Africa bambina”, che canteranno nei loro spettacoli vestite con abitini africani colorati e “Che sballo”. A teatro portano “Magico Flash”.

1985: salgono sul palco dell’Ariston per cantare la sigla di apertura del Festival di Sanremo con la simpatica “L’amore è un topolino”. A teatro portano “Fantaltà”.

1986: incidono la sigla “Stadio giovane” per i campionati mondiali di calcio, canzone che porteranno nei loro spettacoli vestite da ballerine pom-pom. Sono ospiti fisse del programma Junior Star su Junior TV dove balleranno e canteranno le loro canzoni. A teatro portano “Chi ha paura della paura”.

1987: a teatro portano “La favola delle stelle”. A causa della grande crisi discografica Mitzi e costretta, con grande dolore, a sciogliere il gruppo delle Mele Verdi. Fonderà una scuola di recitazione; suoi sono i numerosi bambini che vediamo in tv in molti spot.

2007: Si radunano alcune delle celebri Mele Verdi per farle incidere una nuova sigla, quella di “Robottino”. Incideranno anche 2 nuove canzoni autobiografiche “La canzone delle Mele Verdi” e “Al tempo delle Mele Verdi”, che dà anche il titolo al loro cd che raccoglie tutti i loro provini.

2009: Mitzi pubblica il suo libro “Donna di carta velina”.

Nel 2010 la canzone di Mitzi Amoroso “Un topolino, un gatto e… un grande papà”, vince lo Zecchino D’Oro.

Ogni tanto Mitzi e Le Mele Verdi compaiono in qualche programma Tv e in qualche concerto.

GIANNI SORU

 

FENOMENI / GLI AUTORI DELLE SIGLE IN TV: ANDREA LO VECCHIO


 

andrea-lo-vecchio

 

Guest Writer: GIANNI SORU

Nato a Milano il 7 ottobre del 1942, ha 2 figli Manuelo e Consuelo. Andrea fondò una sua casa discografica, la Love Record, e collaborò alla realizzazione della S.I.A.E. (Società, Italiana, Autori, Editori), per i diritti sulle canzoni.

(Il primo a svelare ed ad intervistare Andrea Lo Vecchio fu proprio Gianni Soru nei primissimi anni ’90 pubblicando diversi articoli su varie riviste: Di Tutti i Colori, Japan Magazine, Manga Club… e sul sito Koji and Cutey. ndr).

Nel 1964 a 22 anni incide la sua prima canzone: “Ho scelto Bach”, con la quale va in classifica, seguono altri suoi successi: “Li”, “Parabola”, “Magari chissà”, “Correre per correre”, “Per”, “Desiderio d’ evasione”, “Africa”, “Quel poco che so con onestà”, “Lei che passa a prendermi”,“Sono figlio tuo”, “Di avventura in avventura”…

Tra un’ incisione e l’altra negli anni 70 decide di comporre canzoni anche per altri cantanti: per i Dik Dik “Un’ estate intera”; per Gigliola Cinguetti “Sera”; per gli Homo Sapiens “Tornerai tornerò”; per I nuovi angeli la bella “Donna felicità”; per Mal la famosa “Betty blu”; per Mina la bellissima “E poi”, “Magica follia”, “Ormai”, “Immagina un concerto”, “No”, “Fate piano”…; per Ornella Vanoni “Minuto per minuto”…; per Raffaella Carrà “Male”, “Felicita tà tà” (sigla di Canzonissima ‘74) e la spettacolare “Rumore”; per Roberto Soffici: “Strano momento”, “Nel dolce ricordo del suo sorriso”; per Roberto Vecchioni “Altri campioni” e la bella “Luci a San Siro”; per Santino Rocchetti: “Armonia e poesia”, “Macchè amore”, “E tu mi manchi”, “Dedicato a te”

Alla fine degli anni ’70 viene contattato dalle case discografiche della Fonit Cetra, Meeting (fondata dal suo amico Detto Mariano) ed EMI per la realizzazione di alcune sigle TV. Le sue sigle venderanno quasi 3 milioni di copie.

1978: “Tarzan lo fa” (Rai, sigla di Noi No), cantata da Nino Manfredi, un tormentone, che arriva ai vertici delle classifiche vendendo 600.000 copie, la voce del bambino solista che canta è quella di suo figlio Manolo. La simpaticissima “Woobinda” (Rai, realizzata assieme a Zara), sigla del telefilm omonimo, un classico amatissimo cantata da Riccardo Zara e Le Mele Verdi, che arriva ai vertici delle classifiche con 550.000 copie.

1979: la graziosa “Temple e Tam Tam” (Antenna Nord), è cantata dal Coro di Temple e Tam Tam (ovvero I Piccoli Cantori).

1980: “Mazinga Z” (Rai 1, è tradotta da quella originale giapponese), sigla cantatissima che corre in classifica con 300.000 copie, esistono 2 versioni diverse della copertina del disco; ed “Astro Ganga” (Telemotecarlo), entrambe le sigle sono cantate dai Galaxy Group (voce solista di Vincenzo Polito). L’amatissima “Gundam” (Telemontecarlo), cantata da Peter Rai, che va in classifica con 200.000 copie; la bella “Judo Boy” (Milano TV), cantata  dal Coro di Judo Boy (che sono i Piccoli Cantori). “La cicogna” (Rai, sigla di Buonasera con Marco Ferrari) è cantata dall’Equipe Ferrari.

1981: “Sally sì Sally ma” (Antenna Nord, sigla di testa di Sally la maga), sigla cantatissima che canta Andrea Lo Vecchio con i Piccoli Cantori di Niny Comolli, con lo pseudo di The Witch, la sigla vola in classifica con 200.000 copie. (Sul lato B del disco cantano un brano inedito dal titolo “Sally la maga”). Lo scioglilingua, “Bia la sfida della magia” (Rai 2), sigla tormentone amatissima, che arriva ai vertici delle classifiche con 500.000 copie. Anche questa decide di cantarla Andrea Lo Vecchio con sua figlia Consuelo usando lo pseudo di I Piccoli Stregoni. (Sul lato B del disco cantano “L’alfabeto di Bia”). “God Sigma” (Telereporter), cantata da I Monelli Spaziali (ancora I Piccoli Cantori); la bellissima “Baldios” (Telereporter), è cantata da Il Coro di Baldios (sono sempre I Piccoli Cantori). “Il gioco degli amori” (Rai, sigla di Magic Moment), è cantata dai Magic Moment.

1982: la dolcissima “I bom bom di Lilly” (Retequattro, sigla di I bom bom magici di Lilly), è cantata da Il Piccolo Coro di Lilly (ovvero i Il Mago-La Fata-La Zucca bacata), “Se non è amore” è una canzone scritta per Katia Svizzero.

1985: la sempre attuale “Bum Bum Bum cantiamo” (Italia 1, sigla di Drive in…), è cantata da Nadia Cassini. (Sul lato B del disco compone “Tu più forte”, sempre per Nadia).

Gianni Soru