“LIBROFONINO”: GRANDE ATTESA PER LE DUE GIORNATE-EVENTO DI MONTEROTONDO (ROMA)


DSCN1644DSCN1647DSCN1648

NELLE FOTO: L’ANTICO PALAZZO BARBERINI DI MONTEROTONDO, SEDE DEL COMUNE, OSPITERA’ L’INCONTRO DEL 27 OTTOBRE, ALLE ORE 18.  

 

Un grande evento per un grande successo editoriale. Una intera città mobilitata attorno ai temi di “Pronto? Sono il librofonino”. Due giornate di manifestazioni, coinvolti tutti gli istituti scolastici, per oltre 4.000 ragazzi. Una prestigiosa Fondazione – la Carlo Ferri – e il patrocinio del Comune di Monterotondo. Questi in sintesi i dati relativi agli eventi in programma il 26 e il 27 ottobre. Il grande interesse è confermato anche dalla ricaduta mediatica. Diverse testate e siti web ne stanno parlando.

La manifestazione si svolge su iniziativa della Fondazione “Carlo Ferri”, presieduta da Ilario Moscatelli, con il patrocinio del Comune di Monterotondo. Massimo Bernabei (consigliere della stessa Fondazione) e Paolo Sandini, de I Quindici, insieme  all’Assessore alla Cultura e Politiche Educative Riccardo Varone hanno messo a punto il programma che interesserà non soltanto gli allievi, ma anche le loro famiglie e l’intera cittadinanza. L’autore del testo – già presentato nei mesi scorsi, con grande risposta del pubblico, in oltre sessanta incontri in giro per le scuole d’Italia – incontrerà gli alunni sul tema dell’uso consapevole e responsabile delle tecnologie. Previsto anche un incontro aperto a tutta la cittadinanza.

Come detto, grande l’interesse espresso dalla Fondazione “Carlo Ferri” che – presieduta da Ilario Moscatelli – dal 1988 opera sul territorio con attività ed iniziative riguardanti la prevenzione, la ricerca e la diagnosi precoce in campo oncologico.

Gli incontri con gli studenti si svolgeranno con il seguente programma: giovedi 26 ottobre, ore 09.00 Incontro presso IC “Loredana Campanari”; Ore 11.00 Incontro presso “IC eSpazia”; venerdi 27 ottobre: Ore 09.00 Incontro presso IC “B.Buozzi”, Ore 11.00 Incontro presso IC “Raffaello Giovagnoli”. Un momento aperto a tutta la cittadinanza avrà luogo venerdi 27 ottobre, alle ore 18, presso la Sala Consiliare , Palazzo del Comune, in Piazza Frammartino. Il programma prevede gli interventi di: Mauro Alessandri, Sindaco di Monterotondo; Ilario Moscatelli, Presidente Fondazione Carlo Ferri; Riccardo Varone, Assessore alle Politiche Educative del Comune di Monterotondo; Ruggero Ruggeri, Presidente del Consiglio Comunale; Roberto Alborghetti, autore. Coordina l’incontro: Paolo Sandini.

L’iniziativa ha coinvolto società, imprese, esercizi commerciali che, a vario titolo, hanno espresso adesione e sostegno concreto all’evento. Hanno sostenuto l’iniziativa che permetterà agli studenti di Monterotondo di ricevere in dono copia del libro : COMET ANTINCENDIO SRL, MONDATI & SELVA SRL, ADELIO AGNOLET, EURO METALSIDER SRL, D’ASCENZI PAVIMENTI SPA, ELETTROSERVICE (KLIK) SPA, RETALIA SRL – CENTRO COMMERCIALE MONTEROTONDO, NUOVA CARROZZERIA F.LLI DI VENTURA SRL, CE.AM.IT. SRL, IEZZI & Co SRL, DFM SRL (SqualoNet), WIND di Alessandro Gentili.

Anche a Monterotondo, negli incontri con gli studenti, Roberto Alborghetti  condurrà una vera e propria animazione didattica e letteraria, che ha già interessato oltre 25.000 studenti in tutta Italia. Animato dalle bellissime illustrazioni di Eleonora Moretti, è un fanta-racconto su un cellulare che descrive quanto accade, quotidianamente, al suo proprietario, Alessandro, un ragazzo come tanti. Le pagine di “Pronto? Sono il librofonino” suggeriscono una storia per prendere coscienza che la tecnologia non va usata “per mentire, deridere o ingannare un altro essere umano” o per farsi coinvolgere in conversazioni che possono fare del male agli altri.

Anche l’evento di Monterotondo darà l’opportunità ai giovanissimi di riflettere su uno dei fenomeni che ci tocca tutti: quello della comunicazione tecnologica, realtà che ha cambiato profondamente abitudini, modi di essere, in tutti gli ambiti della vita sociale.

Per info: sandinipaolo@gmail.com

IL SALUTO DI RICCARDO VARONE, ASSESSORE ALLA CULTURA E POLITICHE EDUCATIVE DEL COMUNE DI MONTEROTONDO  

È un grande piacere per me presentare il lavoro di Roberto Alborghetti. Ho avuto modo di apprezzare fin dalle primissime uscite editoriali questo suo lavoro che presenta una tematica molto attuale e di diffusione mondiale. Viviamo in una società quasi completamente dipendente dalla tecnologia informatica e dall’utilizzo dei social network, ma proprio la “rete”, grande strumento di innovazione, può trasformarsi in una gogna tremenda e in un problema sociale.

” Pronto sono il Librofonino” affronta invece il problema dell’utilizzo corretto degli smartphones, delle “bufale” che sono create dalla rete e del cyberbullismo, in maniera chiara e diretta, offrendo una panoramica al mondo giovanile e ai genitori, su come riconoscere e proteggersi da questi fenomeni. Permettetemi infine di fare un ringraziamento particolare a Paolo Sandini per l’impegno e la passione che caratterizzano il suo lavoro e alla Fondazione Carlo Ferri Onlus che ha dimostrato ancora una volta sostenendo questo progetto di dedicarsi ai giovani e alle loro famiglie.

RICCARDO VARONE, Assessore alla Cultura e Politiche Educative

locandina monterotondo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LIBROFONINO: GLI EVENTI DI MONTEROTONDO. GRANDE SOSTEGNO DA ENTI E AZIENDE


Il 26 e il 27 ottobre, la città di Monterotondo ospita una serie di eventi con incontri sulle tematiche suggerite dal libro “Pronto? Sono il librofonino”, di Roberto Alborghetti con le illustrazioni di Eleonora Moretti, edito da I Quindici. L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Carlo Ferri, con il patrocinio del Comune di Monterotondo e il sostegno delle principali aziende del territorio, che qui vogliamo ringraziare pubblicamente.

Cattura

Cattura 2

Cattura 3

Cattura 4

LIBROFONINO: DUE GIORNATE-EVENTO A MONTEROTONDO (ROMA). ECCO IL PROGRAMMA


locandina monterotondo

 

“Pronto? Sono il librofonino” vivrà un grande e particolare evento a Monterotondo, alle porte di Roma. Per due giornate, il 26 e il 27 ottobre prossimi, il libro di Roberto Alborghetti, edito da I Quindici, dove “un cellulare racconta storie di smombies, smartphones e cyberbulli”, sarà al centro di incontri ed attività.

La manifestazione si svolge su iniziativa della Fondazione “Carlo Ferri”, presieduta da Ilario Moscatelli, con il patrocinio del Comune di Monterotondo. Massimo Bernabei (consigliere della stessa Fondazione) e Paolo Sandini, de I Quindici, insieme  all’Assessore alle Politiche Educative, Riccardo Varone, hanno messo a punto il programma che interesserà non soltanto gli allievi, ma anche le loro famiglie e l’intera cittadinanza. L’autore del testo – già presentato nei mesi scorsi, con grande risposta del pubblico, in oltre sessanta incontri in giro per le scuole d’Italia – incontrerà gli alunni sul tema dell’uso consapevole e responsabile delle tecnologie.

Come detto, grande l’interesse espresso dalla Fondazione “Carlo Ferri” che – presieduta da Ilario Moscatelli – dal 1988 opera sul territorio con attività ed iniziative riguardanti la prevenzione, la ricerca e la diagnosi precoce in campo oncologico. Allo stesso tempo, l’iniziativa ha coinvolto società, imprese, esercizi commerciali che, a vario titolo, hanno espresso adesione e sostegno concreto all’evento.

Gli incontri con gli studenti si svolgeranno con il seguente programma: giovedi 26 ottobre, ore 09.00 Incontro presso IC “Loredana Campanari”; Ore 11.00 Incontro presso “IC eSpazia”; venerdi 27 ottobre: Ore 09.00 Incontro presso IC “B.Buozzi”; Ore 11.00 Incontro presso IC “Raffaello Giovagnoli”. Un momento aperto a tutta la cittadinanza avrà luogo venerdi 27 ottobre, alle ore 18, presso la Sala Consiliare dell’antico Palazzo Comunale, in piazza Frammartino, a Monterotondo.

Il programma prevede gli interventi di: Mauro Alessandri, Sindaco di Monterotondo; Ilario Moscatelli, Presidente Fondazione Carlo Ferri; Riccardo Varone, Assessore alle Politiche Educative del Comune di Monterotondo; Ruggero Ruggeri, Presidente del Consiglio Comunale; Roberto Alborghetti, autore. Coordina l’incontro: Paolo Sandini (I Quindici).

Anche a Monterotondo, negli incontri con gli studenti, Roberto Alborghetti  condurrà una vera e propria animazione didattica e letteraria, con filmati, foto, documenti. Un vero “spettacolo sul libro”, che ha già interessato oltre 25.000 studenti. Le pagine di “Pronto? Sono il librofonino” suggeriscono una storia per prendere coscienza che la tecnologia non va usata “per mentire, deridere o ingannare un altro essere umano” o per farsi coinvolgere in conversazioni che possono fare del male agli altri.

Animato dalle bellissime illustrazioni di Eleonora Moretti, è un fanta-racconto su un cellulare che descrive quanto accade, quotidianamente, al suo proprietario, Alessandro, un ragazzo come tanti. Uscito da pochi mesi, il testo ha sollevato  grande interesse tra gli studenti, le famiglie e le istituzioni, come dimostrato dai più recenti (e partecipatissimi) incontri svoltisi a Milano, nelle Marche, in Puglia, in Calabria, Umbria e Toscana. Anche l’evento di Monterotondo darà l’opportunità ai giovanissimi di riflettere su uno dei fenomeni che ci tocca tutti: quello della comunicazione tecnologica, realtà che ha cambiato profondamente abitudini, modi di essere, in tutti gli ambiti della vita sociale.

Per info: sandinipaolo@gmail.com

 

ANTICIPAZIONI / LIBROFONINO: GIORNATE-EVENTO A MONTEROTONDO (ROMA) Il 26 E IL 27 OTTOBRE 2017


 

La manifestazione in collaborazione con la FONDAZIONE “CARLO FERRI”

e con il patrocinio del COMUNE DI MONTEROTONDO

 “Pronto? Sono il librofonino” vivrà un grande e particolare evento il prossimo mese di ottobre a Monterotondo, alle porte di Roma. Per due giornate, il libro di Roberto Alborghetti, edito da I Quindici, dove “un cellulare racconta storie di smombies, smartphones e cyberbulli”, sarà al centro di incontri ed attività.

Al progetto, già in avanzata fase di esecuzione, stanno lavorando la Fondazione “Carlo Ferri”, presieduta da Ilario Moscatelli, Massimo Bernabei (consigliere della stessa Fondazione) e Paolo Sandini, de I Quindici, che hanno coinvolto il Comune di Monterotondo, il quale – grazie all’impegno dell’Assessore alle Politiche Educative Riccardo Varone – ha già concesso il patrocinio alla serie di manifestazioni che interesseranno non soltanto gli allievi, ma anche le loro famiglie e l’intera cittadinanza. Già programmate le date. Si tratta di giovedi 26 e di venerdi 27 ottobre 2017. L’autore del testo – già presentato nei mesi scorsi, con grande risposta del pubblico, in oltre sessanta incontri in giro per le scuole d’Italia – incontrerà, in distinti momenti, gli alunni, sul tema dell’uso consapevole e responsabile delle tecnologie. Previsto anche un incontro aperto a tutta la cittadinanza.

Come detto, grande l’interesse espresso dalla Fondazione “Carlo Ferri” che – presieduta da Ilario Moscatelli – dal 1988 opera sul territorio con attività ed iniziative riguardanti la prevenzione, la ricerca e la diagnosi precoce in campo oncologico. Allo stesso tempo, l’iniziativa sta attirando l’attenzione di società, imprese, esercizi commerciali che, a vario titolo, hanno già espresso l’adesione concreta all’evento che sarò partecipato da tanti ragazzi e dalle loro famiglie.

Anche a Monterotondo, Roberto Alborghetti condurrà una vera e propria animazione didattica e letteraria, ricorrendo anche a filmati, foto, documenti. Un vero “spettacolo sul libro” che sta già appassionando gli studenti. Con l’autore sarà presente Paolo Sandini, de I Quindici. Le pagine di “Pronto? Sono il librofonino” suggeriscono una storia per prendere coscienza che la tecnologia non va usata “per mentire, deridere o ingannare un altro essere umano” o per farsi coinvolgere in conversazioni che possono fare del male agli altri.

Animato dalle bellissime illustrazioni di Eleonora Moretti, è un fanta-racconto su un cellulare che descrive quanto accade, quotidianamente, al suo proprietario, Alessandro, un ragazzo come tanti. Uscito da pochi mesi, il testo ha sollevato  grande interesse tra gli studenti, le famiglie e le istituzioni, come dimostrato dai più recenti (e partecipatissimi) incontri svoltisi a Milano, nelle Marche, in Puglia, in Calabria, Umbria e Toscana. Anche l’evento di Monterotondo darà l’opportunità ai giovanissimi di riflettere su uno dei fenomeni che ci tocca tutti: quello della comunicazione tecnologica, realtà che ha cambiato profondamente abitudini, modi di essere, in tutti gli ambiti della vita sociale.

CORRIERE DELLA SERA Rischi del web mag 2017