FENOMENI / E NEGLI ANNI NOVANTA L’ESPLOSIONE DEI “MANGA”


FUMETTI ANNI '90

Guest Writer: Gianni Soru

 

A metà degli anni 90 scoppia la mania dei manga, ovvero dei fumetti giapponesi, i giornalini propongono i fumetti in bianco e nero, sempre disegnati a mano ma nelle versioni originali.

 

 

1990:

“Cara dolce Kioko”: formato A5 in bianco e nero con il titolo “Maison Ikkoku – Cara dolce Kioko”.

“I cavalieri dello zodiaco”: formato A5 in bianco e nero con il titolo “Saint Seya – I Cavalieri dello zodiaco”.

“Kate and July”: formato A5 in bianco e nero con il titolo “Dirty Pair”.

 

1991:

“Hello Kitty” il giornale ogni tanto regalava qualche cosa da ritagliare di Hello Kitty come le etichette, cartoline, il sensor dell’umore, i segnaposto…

“I favolosi Tiny”: formato A4 a colori con il titoloBunny Band” ed otterrà un buon successo, pubblicherà oltre alle storie dei Tiny Toon, anche quelle dei Looney Tunes e quelle degli “Animaniacs”. In allegato spesso si potevano trovare dei bei poster dei Favolosi Tiny, poi ha regalato la battaglia navale dei Tiny Toons, il gioco dell’oca dei Tiny Toons, le card e il portafoto da ritagliare dei Tiny Toons. La pubblicazione andrà avanti fino al 1998.

“I Simpson”: formato A4 a colori.

 

1992:

“Winny the Pooh”: formato A4 a colori, ha ottenuto un enorme successo, ancora oggi è esistente, ogni tanto regalava dei bei poster di Winny, il gioco dell’oca e il portafoto da ritagliare di Winny.

“Bentornato topo Gigio”: ha avuto 2 testate formato A4 a colori ed un formato A4 a colori con il titolo “Topo Gigio”. Questo giornalino regalava la carta da gioco di topo Gigio, le cartoline di topo Gigio e il cubo da costruire di topo Gigio.

 

1993:

“Batman”: formato A4 a colori con il titolo “The Barman Adventure”.

“La sirenetta”: formato A4 a colori, regalava dei suoi bei poster.

 

1995:

“Biker Mice da Marte”: formato A4 a colori, regalava i loro poster.

“Sailor Moon”: avrà 2 fumetti, uno in formato A5 in bianco e nero, l’altro in formato A4 a colori dal titolo “Il grande fumetto Sailor Moon”. La rivista dedicherà qualche servizio pure ai cartoni animati.

“Gargoyles”: formato A4 a colori.

 

1996:

“Ranma mezzo”: formato A5 in bianco e nero.

 

1997:

“City Hunter”: formato A5 in bianco e nero.

“Piccoli problemi di cuore”: formato A5 in bianco e nero dal titolo “Marmalade Boy”.

“Street Sharks quattro pinne all’orizzonte”: formato A4 a colori con il titolo “Street Sharks”.

“Una porta socchiusa ai confini del sole”: formato A5 in bianco e nero con il titolo “Una porta socchiusa ai confini del sole – Rayearth”.

“Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo per Rina”: formato A5 in bianco e nero con il titolo “Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo  – The Slayers”.

“La principessa Sissi”: formato A5 a colori, otterrà un grandissimo successo, avrà vita molto longeva, fino al 2005. Il giornalino regalerà i poster, il copriquaderno, le palline di Natale da ritagliare, il gioco del domino, il gioco dell’oca, le etichette, il portafoto, il raccoglitore delle lettere, il salvadanaio, i sottobicchieri, le sagome… di Sissi. E sponsorizzerà tutto il merchand che usciva dedicato a Sissi come cartelle, astucci, diari, bagnoschiuma, bambola, la teiera, le tazzine, la macchina fotografica, il portagioie, le scarpe…

“Tre gemelle e una strega”: formato A4 a colori. La rivista ha regalato il portafoto da ritagliare delle Tre gemelle e una strega.

 

1998:

“Mummies alive quattro mummie in metropolitana”: formato A4 a colori.

“Curiosando nei cortili del cuore”. Formato A5 in bianco e nero con il titolo “Cortili del cuore”.

“Garfield”: formato A4 a colori con il titolo “Il giornale di Garfield”. La rivista regalava dei bei poster di Garfield, ed ogni tanto anche dei giochi di Garfield come il canestro, il flipper…

 

1999:

“Pesca la tua carta Sakura”: ha avuto 2 riviste una in formato A5 in bianco e nero dal titolo “Card Captor Sakura” e l’altra in formato A4 a colori dal titolo “Card Captor Sakura Pesca la tua carta”.

“Tommy e Oscar”: formato A4 a colori. Questa rivista regalava diversi bei loro poster; il box porta lettere da costruire e il cubo di Tommy e Oscar.

“Golden boy”,

“Cowboy Beebop”.

 

GIANNI SORU

 

 

 

 

Annunci

FENOMENI / FUMETTI-BOOM NEGLI ANNI ’80: DA “L’APE MAIA” A “DRAGON BALL”


FUMETTI ANNI '80

Guest Writer: GIANNI SORU

 

Vendutissimi i fumetti negli anni ’80, tantissime serie di successo come ‘Tekkaman’, ‘Le nuove avventure di Pinocchio’, ‘Charlotte’, ‘Judo boy’, ‘Daitarn 3’, ‘Gackeen’, ‘Monkey’, ‘Grand Prix’, ‘Astro robot’, ‘Peline story’, ‘Sally la maga’, ‘Dustardly e Muttley’, ‘Daltanious’, ‘Trider G 7’, ‘Polymar’, ‘Kyashan’, ‘Zambot 3’, ‘King Arhtur’, ‘Fantaman’, ‘Starzinger’, ‘Tom story’, ‘Gordian’, ‘God Sigma’, ‘Galaxy Express 999’, ‘Chobin’, ‘Astroboy’, ‘Monciccì’, ‘Doraemon’, ‘Flo la piccola Robinson’, ‘Nils Holgersson’, ‘Hello Spank!’, ‘Il tulipano nero’, ‘Isidoro’, ‘Evelyn e la magia di un sogno d’amore’, ‘Iridella’, ‘I predatori del tempo’, ‘Mask’, ‘Magica Emi’, ‘Popples’, ‘Sandy dai mille colori’, ‘Ghostbusters’, ‘Pollyanna’, ‘Tutti in campo con Lotti’, ‘Maple Town’, ‘Sibert’, ‘Una per tutte tutte per una’, ‘Milly’, ‘D’Artagnan’, ‘Denver’…. verranno pubblicate all’interno di varie riviste come La Banda, Cartoni in Tivù, Noi Supereroi, Telefumetto, TV Junior, Corriere dei Piccoli, Il Giornalino, Più, Storie e Cartoni in TV….. Sarà negli anni ’90 che a molte serie degli anni ‘80 verrà dedicato il fumetto personale riscuotendo sempre un grande successo.

 

 

1980:

“L’ape Maia”: formato A4 a colori è stato un grandissimo successo; è riproposto anche negli anni 2000 in formato A5 a colori.

“Mazinga Z”: formato A5 a colori, è un grandissimo successo; è stato riproposto negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Gundam”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Candy Candy”: formato A5 a colori; ha ottenuto un enorme successo, è stato il giornalino più venduto e con vita più longeva negli anni ’80. E’ andato avanti fino al 1986. Successo dovuto anche ai fumetti che pubblicava ed alle diverse iniziative. Nel 1983 si chiamerà Candy Candy Tv Junior, e nel 1985 Candyssima. Ha pubblicato anche i fumetti di “Lady Oscar”, “Lo specchio magico” e “Georgie”. Ogni tanto allegava bellissimi regali come i poster, gli adesivi, le cartoline o le gommine di Candy Candy,  gli adesivi di Lady Oscar o l’album di figurine di Georgie.

“Le avventure di Huckleberry Finn”: formato A4 a colori.

“Getta robot”:  pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Getter Robot G”.

“Space robot”:  pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Getter Robot”.

“Starblazers”: formato A5 a colori; è stato ripubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “La corazzata Yamato”.

“La principessa Zaffiro”:  pubblicato negli anni 2000 in formato A5 in bianco e nero.

“Anna dai capelli rossi”: formato A4 a colori fu un grandissimo successo.

 

1981:

“Capitan Futuro”: formato A4 a colori.

“Bia la sfida della magia”: formato A4 a colori, è stato un grandissimo successo.

“Gatchaman la battaglia dei pianeti”: formato A4 a colori.

“Pinocchio”: formato A5 a colori su libretti cartonati.

 

1982:

“L’Uomo Tigre il campione”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “L’Uomo Tigre”.

“Marco”: formato A5 a colori.

“Jenny la tennista”: è stato pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Jenny la tennista – Punta al massimo”.

“Lady Oscar”: formato A5 a colori è stato un grandissimo successo; è stato ripubblicato in bianco e nero negli anni ’90 in formato A5.

“I Puffi”: pubblicato negli anni ’90 in formato A4 a colori con il titolo “Il Corrierino de I Puffi”.

“Sampei ragazzo pescatore” è stato pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Sanpei” con la lettera N, non con la lettera M.

 

1983:

“Pimpa”: formato A4 a colori, rivista nata nel 1987, ha riscosso un enorme successo, ancora oggi è esistente. La copertina e l’ultima di pagina formano sempre un poster. La rivista sponsorizza molto il merchand che esce riguardante la Pimpa come le cartelle, quaderni, astucci, cartellette, puzzle, giornalini da colorare, libri, dvd, pupazzi… Il suo fumetto è stato pubblicato anche sul Corriere dei Piccoli e 44 Gatti.

“Il dottor Slump e Arale”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“D’Artacan e i tre moschettieri”: formato A5 a colori.

“Lamù la ragazza dello spazio”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Lamù”.

 

1984:

“Masters i dominatori dell’universo”: formato A4 a colori il giornalino si chiamerà “Masters of the Universe”, uscirà nel 1986, ed andrà avanti fino al 1988, otterrà un grandissimo successo. Pubblicherà i fumetti di altri due eroi della TV: “Voltron” e “Bravestarr”. Questo giornale regalerà i poster di He-Man, Voltron e Bravestarr.

“C’era una volta Pollon”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Pollon”.

“Georgie”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo.

“Mademoiselle Anne”  pubblicato negli anni 2000 in formato A5 in bianco e nero.

“Il fiuto di Sherlock Holmes”: formato A4 a colori su libretti cartonati.

 

1985:

“L’incantevole Creamy”:  formato A4 a colori su libretti cartonati; è stato ripubblicato in bianco e nero negli anni ’90.

“Il grande sogno di Maya”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Il grande sogno di Maya – La maschera di vetro”.

“Gli Snorky”: formato A4 a colori.

“Kiss me Licia”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Love me Knight – Kiss me Licia”.

“Ransie la strega”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Batticuore notturno”.

“Occhi di gatto”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Cat’s Eye – Occhi di gatto”.

“Devil man”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Transformers”: formato A4 a colori.

“Gli orsetti del cuore”: formato A4 a colori;  riproposto anche negli anni 2000 sempre in formato A4 a colori.

“Gigi la trottola”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Dash Kappei – Gigi la trottola”.

 

1986:

“Memole dolce Memole”: formato A6 a colori.

“Mila e Shiro due cuori nella pallavolo” pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Mila e Shiro – Attacker You!”.

“Holly e Benji due fuoriclasse”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Capitan Tsubasa”.

“Ken il guerriero”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

 

1987:

“Vola mio Miniponi”: formato A5 a colori con il titolo “My Little Pony” ha ottenuto un grande successo, regalava ogni tanto dei loro poster e delle loro cartoline; viene riproposto negli anni 2000 con lo stesso titolo ma in formato A4 a colori, dove regalava sempre dei poster e delle cartoline.

“Gi Joe”: formato A4 a colori.

 

1988:

“Hilary”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Hilary – Hikari”.

“Calimero”: formato A5 a colori, negli anni ’90 avrà un nuovo formato in A4 a colori con il titolo “Il Corrierino di Calimero” dove regalava dei suoi poster.

“The real Ghostbusters”: formato A4 a colori.

“Prendi il mondo e vai”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Touch”.

 

1989:

“E’ quasi magia Johnny”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero con il titolo “Orange Road”.

“Motori in pista”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Dragon ball”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Tartarughe ninja alla riscossa”: formato A5 a colori, ha ottenuto un grandissimo successo.

 

GIANNI SORU

FENOMENI / IL “BOOM” DEI FUMETTI DEI “CARTOONS”: DA “BARBAPAPA’” A “GATTO SILVESTRO”  


 

FUMETTI ANNI 70

 

Guest Writer: GIANNI SORU

 

Negli anni 70 i giornalini monotematici dedicati al fumetto di un singolo personaggio erano vendutissimi. Saranno riviste settimanali o mensili. Negli anni ’70 le pagine dei fumetti si alternavano tra quelle a colori e quelle in bianco e nero ed i fumetti erano tutti disegnati a mano. Alcuni fumetti degli anni ’70 verranno riproposti negli anni ’90, e molti fumetti non proposti negli anni ’70 verranno invece proposti negli anni ’90. Ecco alcuni titoli dei fumetti più belli, letti e venduti.

 

“Alan Ford”: formato A4 a colori.

“Barbapapà”: formato A4 a colori, sarà settimanale e mensile, andrà avanti fino agli anni ’80. Verrà riproposto anche negli anni 2000 regalando sempre dei bei poster.

“Braccio di Ferro”: formato A5 e formato A4, a colori e in bianco e nero, andrà avanti fino agli anni ’90. Negli anni 2000 nasce “Olivia” giornalino dedicato alla sua celebre fidanzata.

“Braccobaldo”: formato A4 e formato A5 a colori e in bianco e nero, ha pubblicato diversi fumetti come “L’orso Yoghi”, “Gli antenati”, “Il leone Svicolane”, “Ernesto sparalesto”, “Top cat”, “Pixie e Dixie”…

Bugs Bunny”: formato A 5, con pagine a colori e pagine in bianco e nero.

“Capitan America”: formato A4 a colori, ancora oggi è esistente.

“Casper”: formato A5 in bianco e nero e a colori.

“Charlie Brown”: la rivista si chiamerà “Linus”, formato A4 e formato A5 in bianco e nero, ancora oggi è esistente, ha pubblicato tanti fumetti inediti italiani. Nel 1986 nasce la rivista “Snoopy” in formato A4 a colori, dedicata al celebre cane bracchetto amico di Charlie Brown, ottenendo un grande successo fino al 1991. Ha pubblicato i fumetti di “La pantera rosa” e “Sansone”, più diversi inediti. Questa rivista ha regalato i segnaposto, i poster, i segnalibri, le palline di Natale da ritagliare di Charlie Brown e co.

“Capitan Harlock”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Cip e Ciop”: rivista nata alla fine degli anni ‘80, formato A4 a colori, ancora oggi è esistente. Ha pubblicato i fumetti di “La carica dei 101” e “Winny the Pooh”. Il giornale allega quasi sempre giochi di Cip e Ciop come l’armonica, la barchetta, i birilli, la chitarra, il fischietto, il flipper, la macchinina, la penna, il tamburello, i timbrini, il tiro al bersaglio…; e dei bellissimi maxi poster. Di Cip e Ciop ha regalato anche le sagome da ritagliare, le palline di Natale da ritagliare, le cartoline, i biglietti d’invito, il gioco dell’oca, e il calendario.

“Danguard”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Duffy Duck”: formato A 5, con pagine a colori e pagine in bianco e nero.

“Felix the cat”: formato A5 con pagine in bianco e nero e a colori.

“Gatto Silvestro”: formato A 5, con pagine a colori e pagine in bianco e nero.

“Gli antenati”: formato A5 a colori.

“Atlas ufo robot”: enorme successo, aveva 2 riviste una chiamata “Actarus”, formato A5 a colori, regalavano dei bei suoi poster e dei bei suoi adesivi. Verrà riproposta negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Grisù il traghetto”: formato A4 a colori.

“Heidi”: formato A5 a colori; verrà riproposto negli anni ’90 (in formato A4) e nel 2000 (in formato A5) a colori. In regalo si potevano trovare i suoi poster e le sue belle cartoline.

“I fantastici 4”: formato A4 a colori, ancora oggi è esistente.

“Il grande Mazinga”: formato A5 a colori, viene riproposto negli anni ’90, in formato A5 in bianco e nero.

“Jeeg robot”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Kimba il leone bianco”: pubblicato negli anni ’90, formato A5 a colori.

“La pantera rosa”: formato A4 e formato A4 in bianco e nero e a colori, andrà avanti fino agli anni ’80.

“L’orso Yoghi”: formato A5 a colori.

“L’Uomo Ragno”: formato A4 a colori, ancora oggi è esistente, ha regalato tanti bei suoi poster.

“Lupin III”: pubblicato negli anni ’90 in formato A5 in bianco e nero.

“Lupo Alberto”: rivista nata negli anni ’90, in formato A4 a colori.

“Paperino”: la sua rivista ufficiale nasce negli anni ’80, in formato A4 a colori. Ha pubblicato i fumetti di “Topolino”, “La banda Bassotti”, “Archimede” e “Winny the Pooh”; regalerà anche qualche poster di Topolino.

“Remì le sue avventure”: formato A4 a colori.

“Speedy Gonzales”: formato A 5, con pagine a colori e pagine in bianco e nero.

“Sturmtruppen“: formato A4 con pagine in bianco e nero.

“Superman”: formato A4 a colori, ancora oggi è esistente.

“Tom and Jerry”: avrà formato A5 d formato A4, sarà a colori e in bianco e nero andrà avanti anche negli anni ’80-’90 e 2000, regalando dei loro bei poster.

“Topolino” formato A5 a colori, ancora oggi è esistente. Ha regalato tante macchinine e aerei da montare di Topolino o di Paperino. Ha pubblicato i fumetti di Paperino”, “Pippo”, “Cip e Ciop”, “Gummi”, “Wuzzles”, “Aladino”. Negli anni ’90 è nato “Minni” giornalino dedicato alla fidanzata di Topolino, in formato A5 a colori. Ogni tanto regalava qualche bel segnalibro su Topolino, Paperino, La Sirenetta, Aladino, Timon e Pumbaa, Hercules…

“Willy coyote”: formato A 5, con pagine a colori e pagine in bianco e nero.

“Woody Woodpecker”: formato A5 a colori.

GIANNI SORU

 

FENOMENI: I FUMETTI E I CARTOONS CON I PERSONAGGI DI OSAMU TETZUKA


osamu tetzuka

di GIANNI SORU

Giappone 1928-1989, i suoi personaggi sono conosciuti in tutto il mondo, dopo la sua morte, è stato dedicato un museo a tutti i suoi fumetti. I personaggi di Tetzuka hanno sempre dei visi molto belli, cosa che li rende comuni sono gli occhi grandi e le bellissime capigliature, ciuffi alti e ricciolini.

‘Il possente Atom’ del 1964, giunto in Italia nel 1982 con il titolo di “ASTROBOY”, ha riscosso un buon successo. Il figlio del professor Tenma muore in un incidente, decide così di costruire un robot con le stesse sembianze del figlio, diventerà un paladino della giustizia. In Italia sono stati molto venduti portachiavi, portamonete, poster, maschera di carnevale, adesivi, cintura, pupazzi, cappello, tazza, pagina di quaderno, cartolina, segnalibro, il fumetto è stato pubblicato sulle pagine di TV Junior. I Cartoonmatti gli han dedicato una sigla.

‘L’imperatore della giungla’ del 1965, giunto in Italia nel 1977 con il titolo di “KIMBA IL LEONE BIANCO”, ha riscosso un grandissimo successo. Un raro leone bianco nasce in gabbia, dopo la morte dei suoi genitori vuole tornare nella giungla a rimettere ordine e pace tra i vari animali. In Italia sono stati molto venduti il disco con la sigla cantata da I Cavalieri del Re (1981), poster, vhs, palloncini, fumetto, pupazzi, pagina di quaderno, adesivi, disegni da colorare, cartoline, segnalibro.

‘Il cavaliere dal fiocco’ del 1966, giunto in Italia nel 1980 con il titolo “LA PRINCIPESSA ZAFFIRO”, ha riscosso un grande successo. In Australia, il Re e la Regina di Silverland avranno una figlia, ma dovrà far finta di essere un uomo perché la loro legge vieta eredi femminili al trono. In Italia sono stati molto venduti il disco con la sigla cantata da I Cavalieri di Silverland, poster, vhs, puzzle, gioco da tavolo, giornalino con fumetto, bambolina, spilla, pagina di quaderno, adesivo, cartolina, segnalibro. Il fumetto è stato pubblicato sulle pagine di Cartoni in Tivù e Telefumetto.

‘L’avventura di Goku’ del 1966, giunto in Italia nel 1980 con il titolo di “MONKEY”, ha riscosso un grande successo. Un scimmiotto ribelle entra in possesso di un bastone ed una nuvola magica, assieme ad altre persone vanno in Cina alla ricerca del Buddha. In Italia sono stati molto venduti il disco con la sigla cantato dai Coccodrilli, dvd, puzzle, pupazzo, pagina di quaderno, adesivo, cartolina, segnalibro. Il fumetto è stato pubblicato sulle pagine di La Banda.

‘Tritone dal mare’ del 1971, giunto in Italia nel 1981 con il titolo di “TORITON”, ha riscosso un buon successo. Toriton è l’ultimo discendente dei tritoni, deve quindi riportare giustizia e pace nei 7 mari, affronterà diversi mostri con il suo pugnale magico. In Italia sono stati molto venduti il disco con la sigla cantata dai Rocking Horse, poster, vhs, pupazzetto, pagina di quaderno, cartolina, segnalibro. Il fumetto è stato pubblicato sulle pagine di Cartoni in Tivù.

‘La meravigliosa Melmo’ del 1971, giunta in Italia nel 1982 con il titolo “I BOM BOM MAGICI DI LILLY”, ha riscosso un discreto successo. La piccola Lilly rimane orfana dei genitori, grazie a dei confetti magici può diventare più grande o più piccola di 10 anni. In Italia sono stati molto venduti il disco con la sigla cantato da Il Piccolo Coro di Lilly, dvd, bambolina, pagina di quaderno, adesivo, cartolina, segnalibro.

‘Microid S’ del 1973, giunto in Italia nel 1982 con il titolo di “MICROSUPERMAN”. Tre micro androidi, un ragazzo, una ragazza ed un bimbo, alti 15 centimetri, lottano contro dei piccoli mostri che vogliono danneggiare la razza umana. La sigla è cantata da Nico Fidenco.

‘Jetter Mars’ 1977, giunto in Italia nel 1983 con il titolo di “CAPITAN JET”. Un piccolo robot molto forte che farà da giustiziere nelle città del Giappone, difendendo i più deboli. La sigla è cantata da Sara Kappa.

BANDAR” del 1978, è un lungometraggio che in Italia arriverà nel 1980. Bandar è nato sulla Terra, ma per una serie di circostanze è finito sul pianeta Zobie. Il ragazzo viene allevato con affetto dagli abitanti di questo pianeta e lui crede di essere uno di loro. Ma poi, Bandar, scopre la verità.

L’ESPRESSO SOTTOMARINO” del 1979, lungometraggio che in Italia giungerà nel 1980. Il Marine Express è inaugurato in un viaggio sperimentale, deve percorrere 25.000 km in 21 ore a 600 km/h, a guidarlo il professor Nasenkoff e suo figlio Rock.

“FUMON” del 1980, lungometraggio che giungerà in Italia nel 1982. Dopo un disastro ecologico, dalle macerie nascono nuove forme di vita, tra cui lo spettro Fumon che farà amicizia con un umano.

L’UCCELLO DI FUOCO” del 1980, lungometraggio che in Italia giungerà nel 1992 in VHS. XXII secolo, Shingo Godo viene allevato da un robot tuttofare affinché diventi un cacciatore dello spazio, ma non rispetta le regole e si innamora di Lena.

“DON DRACULA” del 1982, giunto in Italia nel 1986. Dracula decide di trasferirsi in Giappone, con lui c’è sua figlia che vuole farlo cambiare.

“BAGI” del 1985 lungometraggio, che giungerà in Italia nel 1986. Ryo combatte contro Bagi che è un incrocio tra un gatto e un adolescente.

“IN PRINCIPIO STORIE DALLA BIBBIA” del 1988, giunto in Italia nel 1992, ha riscosso un buon successo: narra di Adamo ed Eva, di Caino ed Abele, dell’ arca di Noè, di Gesù…. In Italia sono usciti i libri, vhs, i fascicoli i personaggi.

“BLUE BLINK” del 1989, giunto in Italia nel 1991. Un bambino che fa amicizia con un piccolo unicorno volante.

“BLACK JACK” del 1993, è giunto in Italia nel 1997 in VHS. Un chirurgo bravissimo che porta una cicatrice in faccia e si veste sempre di nero.

METROPOLIS” del 1988, è giunto in Italia nel 2004; il Duca Red, aspira a conquistare ancora più potere grazie ad un apparecchio che cattura energia del cosmo. Saranno un detective e il suo giovanissimo nipote a cercare di fermarlo.

Tra gli inediti, mai giunti ancora in Italia: “PINOCCHIO”, “BIG X”, ”LA PATTUGLIA DEI RAGAZZI DELLA GALASSIA”, “UNICORN”, “LA LEGGENDA DELLA FORESTA”, “JUMPING”….

GIANNI SORU

FENOMENI / CARTOONS & FUMETTI: LE RIVISTE DEGLI ANNI DUEMILA


RIVISTE ANNI 2000

di GIANNI SORU

 

Le riviste contenitore sono quelle riviste che trattano diversi argomenti come la posta, interviste, articoli vari e pubblicano anche diversi fumetti. Alcune di queste riviste prendono spunto per il nome da un personaggio che ha avuto successo. Negli anni 2000 nasceranno tante nuove riviste, ma purtroppo con vita molto breve perché le vendite saranno molto basse, le tematiche e il materiale sono poco interessanti e l’arrivo di Internet taglia le gambe a molte di queste. Vediamo quali sono state le riviste più lette, famose ed amate degli anni 2000.

 

G BABY: settimanale formato A4, nasce come appendice de Il Giornalino, ottiene un grande successo questa rivista nata nel 2000 ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati di “Bugs bunny”, “Gatto Silvestro”, “Duffy duck”, “Speedy gonzales”, “Tom and Jerry”, “L’ape Maia”, “I Puffi”, “Topo Gigio” (tutti disegnati a mano). Ancora oggi la rivista è operativa.

CARTOON NETWORK: rivista mensile formato A4, legata al canale televisivo omonimo, nasce nel 2002 e termina nel 2003. Ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati (con scene originali della TV) di “Johnny Bravo”, “Mucca e Pollo”, “Leone cane fifone”, “Dexter’s lab”, e “Le Superchicche” ed ha dedicato diversi servizi sui cartoni animati.

BENKYO’: buono il successo per questa rivista mensile formato A4, nata nel 2002 e terminata nel 2006. Ha pubblicato diversi articoli sui cartoni animati anche inediti. Allegava sempre un cd con immagini di cartoni animati.

MONDO JAPAN: formato A4, rivista mensile nata nel 2003 termina nel 2006. Ha pubblicato diversi servizi sui cartoni animati anche inediti.

PRINCIPESSE: mensile Disney formato A4 nato nel 2003, ancora oggi esistente, ha riscosso un buon successo, ha pubblicato i fumetti inediti di “Biancaneve”, “La Sirenetta”, “Aurora” (de La bella addormentata nel Bosco), “Bella” (di la Bella e la Bestia), “Pocahontas”, “Mulan”, tutte disegnate a mano. La rivista regalerà qualche poster delle sue protagoniste.

MANGA CLUB: da un’idea di Gianni Soru, mensile in bianco e nero, formato A5, nata nel 2004 termina nel 2008; è stata la rivista più popolare degli anni 2000 (ancora oggi viene ristampata). Ha pubblicato centinaia di articoli sui cartoni animati, ha parlato del merchand dei cartoni animati, degli interpreti sigle, dei siti Internet più belli, in più pubblicava i testi delle sigle dei telefilm più belli e famosi.

RETRO’: rivista mensile formato A4, che ha riscosso un buon successo, nasce nel 2006 e termina nel 2010. Ha pubblicato diversi articoli sui cartoni animati, trattava anche personaggi dello spettacolo e giocattoli vecchi.

CARTONI: rivista mensile formato A4, di discreto successo, nata nel 2007 termina nel 2010, ha pubblicato diversi articoli di cartoni animati anche sulle anteprime.

SCUOLA DI MANGA: formato A4, rivista mensile di discreto successo, nata nel 2007, ancora oggi operativa,  ha pubblicato diversi articoli sui cartoni animati e insegna come si disegnano i fumetti.

WOOW: mensile, a colori, formato A5, nasce nel 2008 da un’idea di Gianni Soru e chiude nel 2009 riscuotendo un buon successo. Pubblicava articoli sui cartoni animati dagli anni ’70 ad oggi, e tanti fumetti inediti come ‘Gavarax’, ‘Darvatros Delta 7’, ‘La Papessa’, ‘Tirkito Avaristo’, ‘Nonna Tota’, ‘Piero Piga’

Da ricordare anche delle riviste che non hanno avuto molta fortuna, con vita molto breve di 1-2 o 3 anni, mensili nel formato A5 o formato A6, tutte a colori. “CARTOONEWS” (2003), NEW WIND (2003), MAN-GA (2005), OTAKU (2005, altra produzione di Gianni Soru): ha parlato dei cartoni animati inediti, dei lungometraggi trasmessi sulle nostre reti, e dei canali TV dove han debuttato molte serie televisive. SAT KIDS (2005-2006), PICCOLE STREGHE (2006): ha pubblicato il fumetto di “All’arrembaggio”, “Mew Mew amiche vincenti” e “Magica Doremì” (tutti con scene originali della TV). LE MAGIE DI BUFFY (2006): ha pubblicato il fumetto di “Mirmo” (con scene originali della TV). PICCOLA LADY (2006): ha pubblicato il fumetto di “Mirmo” (con scene originali della TV). BELLISSIMA (2006): ha pubblicato i fumetti di “Magica Doremì”, “Pokemon” (con scene originali della TV).

 

 

 

GIANNI SORU

 

 

FENOMENI: IN VIAGGIO NELLE RIVISTE PER RAGAZZI DEGLI ANNI ’90


RIVISTE ANNI 90

di GIANNI SORU

Le riviste contenitore sono quelle riviste che trattano diversi argomenti come la posta, interviste, articoli vari e pubblicano anche diversi fumetti. Alcune di queste riviste prendono spunto per il nome da un personaggio che ha avuto successo. Negli anni ’90 molte riviste chiuderanno e diverse ne apriranno, ma quasi nessuna rimarrà nella storia delle riviste di settore, e le vendite saranno molto basse, nulla a che vedere con quelle avute negli anni precedenti. Vediamo quali sono state le riviste più lette, famose ed amate degli anni ’90.

JAPAN MAGAZINE: mensile e poi quindicinale, nata nel 1991 da un’idea di Gianni Eusebio, nel formato A4, chiude nel 2005 nel formato A5. Sarà la rivista più famosa ed amata degli anni ’90. Pubblicherà vari fumetti di cartoni animati anche inediti. Questa rivista ha regalato tanti bellissimi poster, e poi adesivi, vhs e carte da gioco.

BUNNY BAND: mensile formato A4, nasce nel 1991 e termina nel 1998, formato A4, nasce legato al cartone animato de “I favolosi Tiny” ed oltre a pubblicare il loro fumetto, pubblica pure quelli di “Bugs bunny”, “Gatto Silvestro”, “Duffy Duck”, “Willy il coyote” e degli “Animaniacs” (tutti disegnati a mano). Quasi sempre in regalo un poster dedicato ai Tiny Toons.

TIRAMOLLA: mensile nato in bianco e nero negli anni ’60, riprenderà a colori nel 1990 sempre in formato A5, cesserà nel 1992, seguendo i programmi di Junior TV, pubblicherà diversi fumetti inediti come ‘Tiramolla’ (protagonista a cui è dedicato il giornalino), ‘Pugacioff’, ‘Re di Picche’ e ‘L’ispettore Bobop’. Questa rivista dedicherà diversi articoli sui cartoni animati.

PAPEROTTI: formato A5, mensile, nasce e termina nel 1994, otterrà un discreto successo. Pubblicherà i fumetti dei cartoni animati di “Braccio di ferro”, “La pantera rosa” e “Betty Boop” (tutti disegnati a mano) e di “Leo’Pard”.

IL CORRIERINO DI BARBARA: rivista mensile in formato A4, con buon successo, nata nel 1994, cesserà nel 2001. Pubblicherà diversi fumetti dedicati ai cartoni animati (tutti disegnati a mano) come “Olivia” (di Braccio di Ferro), “La pantera rosa”, “I Puffi”, “Calimero”, “Sailor Moon” (con scene originali della TV), “Garfield” e “La banda di Monica”. Ha dedicato alcuni servizi ai cartoni animati.

KAPPA: rivista mensile in bianco e nero in formato A5, nasce nel 1992, cesserà nel 2002, ha riscosso un buon successo. Ha pubblicato i fumetti di cartoni animati inediti come ‘Oh mia dea’, ‘Calm Breaker’, ‘Compiler returns’, ‘Mille demoni’, ‘Office Rei’, ‘Exaxxion’, ‘Genzo’, ‘Narutaru’, ‘Aiten Myoo’…

MANGA: rivista mensile in bianco e nero in formato A5, ha riscosso un buon successo, nasce nel 1992 e termina nel 2002. Ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati di: “L’invincibile ninja Kamui”, “Lamù”, “Ranma ½”, “Patlabor” (tutti disegnai a mano). Ha dedicato un centinaio di servizi sui cartoni animati.

AMICI: formato A5 in bianco e nero, nasce nel 1997 e termina nel 1998. Ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati (tutti disegnai a mano) di “Mademoiselle Anne”, “L’incantevole Creamy”, “Sailor Moon”, “E’ un po’ magia per Terry e Maggie”, “Lisa e Seya un solo cuore per lo stesso segreto”.

COMIX: nata nel 1990 e terminata nel 1995, in bianco e nero formato A3. Ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati di “Cattivik”, “Garfield”, “Grimmy”, “Mafalda”, “Mordillo” (tutti disegnati a mano) ed ha pubblicato anche tanti fumetti inediti come ‘Taxi girl’, ‘Ava’, ‘Alice a quel paese’, ‘Palmiro’, ‘Cowboy Henk’, ‘Bizzarro’, ‘Jazzamentos’,  ‘Il santo coccodrillo’, ‘Il gatto’, ‘Le crociate’…

Ricordiamo anche altre riviste che non hanno avuto molta fortuna, ma che erano comunque molto carine, tutte nate da fanatici del settore, trattavano esclusivamente serie giapponesi, tutte mensili, in formato A5, alcune a colori, altre in bianco e nero, duravano 1, 2, o 3 anni.

YAMATO (1990-1994), CARTOON VIDEO AND COMICS (1992), ANIMANIA (1997-2000), MANGA CLASSIC (1997-2000), STRIKE (1997-2000), UKIYO (1997-2000), JAPAN TIME (1998-2000), LAMUNE (1998-2002), LODOSS MAGAZINE (1998-2001), NIPPON MAGAZINE (1998-2000), TAKO-SAN (1999-2000), MY ANIME (1999-2002).

GIANNI SORU

FENOMENI / LE RIVISTE PER RAGAZZI DEGLI ANNI ’80


RIVISTE ANNI 80

 

di GIANNI SORU

 

Le riviste contenitore sono quelle riviste che trattano diversi argomenti come la posta, interviste, articoli vari e pubblicano anche diversi fumetti. Alcune di queste riviste prendono spunto per il nome da un personaggio che ha avuto successo. Negli anni ’80 prendono vita nuove testate che riscuotono un enorme successo. Vediamo quali sono state le riviste più lette, famose ed amate degli anni ’80.

 

LA BANDA: rivista quindicinale formato A4, ha un grande successo, nasce e termina nel 1980, pubblicherà ben 6 fumetti in ogni numero, per un totale di una 20 ina di serie a cartoni animati (tutti disegnati a mano) e trasmessi dalle reti Rai, Antenna 3, Telemontecarlo, Antenna Nord, Milano TV, Canale 51. Questa rivista regalerà tanti bei adesivi dei cartoni animati. Direttore di questa testata è Gianni Eusebio.

CARTONI IN TIVU’: prende il posto della rivista La Banda, formato A4, rivista quindicinale che otterrà un grandissimo successo, nata nel 1980, termina nel 1983, pubblicherà tantissimi fumetti di cartoni animati, più di 40 serie, (tutti disegnati a mano) e trasmessi sempre dalle reti Rai, Antenna 3, Telemontecarlo, Antenna Nord, Milano TV, Canale 51. Questa rivista regalerà tanti bei poster. Il direttore di questa testata è sempre Gianni Eusebio.

TELEFUMETTO: rivista quindicinale (nata da un’idea di Gianni Eusebio), in formato A4, nasce e termina nel 1982, è rivolto ad un pubblico femminile, ottiene un buon successo, pubblicherà tanti fumetti (disegnati a mano) dedicati ad una 15 ina di serie a cartoni animati. Ogni tanto questa rivista regalava dei bei poster giganti.

NOI SUPEREROI: rivista quindicinale in formato A4 (nata da un’idea di Gianni Eusebio), nasce e termina nel 1982, è rivolto ad un pubblico maschile, otterrà un buon successo, pubblicherà i fumetti (disegnati a mano) dedicati ad una 15’ina di serie di cartoni animati. Rivista che ogni tanto regalava dei bei poster giganti.

Sempre il direttore Gianni Eusebio, realizza sullo stesso filone delle precedenti, altre testate con vita breve di un solo anno come GLI EROI DELLA TIVU’ (1980), SUPER ROBOT (1980), OGGI CARTONI (1981), CIAO AMICI (1918) e CIAO CIAO (1981), dove ripropone gli stessi fumetti pubblicati nelle sue precedenti testate.

CANDY CANDY: rivista settimanale, formato A5, nasce nel 1980 per il celebre personaggio TV e termina nel 1986, otterrà un enorme successo. La sua popolarità è dovuta al fatto che pubblicherà, oltre al fumetto di “Candy Candy”, anche quelli di “Lady Oscar”,“Lo specchio magico” e di “Georgie” (tutti disegnati a mano), e proporrà diversi bellissimi fumetti inediti come ‘Luna’, ‘La storia di Alice’, ‘Susy del Far West’, ‘Kitty la stella del circo’, ‘Via col vento’…e poi i fumetti tratti dai film di ‘Cristoforo Colombo’ e di ‘Cuore’. Questa rivista regalerà vari adesivi, cartoline e gommine e dedicherà diversi servizi sui cartoni animati.

PIU’: rivista settimanale di grande successo, nasce nel 1982, nel formato A4,  il suo boom lo avrà dal 1985 al 1987, questa testata cesserà nel 1988, pubblicherà vari fumetti di cartoni animati soprattutto trasmessi dal canale Euro TV (e tutti disegnati a mano). La rivista regalerà ogni tanto qualche bel poster, e dedicherà oltre 200 articoli sui cartoni animati, ed in ogni numero del giornale, ci stava sempre allegato un simpatico giocattolo.

POOCHIE: formato A5, è un settimanale che ha riscosso un grandissimo successo, nasce nel 1984 come nuova mascotte della Mattel, la cagnolina rosa, che avrà una miriade di gadget, termina la sua pubblicazione nel 1991. Pubblicherà i fumetti disegnati a mano di “Barbapapà”, “Iridella” e di “Lady Lovely”. Ha dedicato oltre un centinaio di articoli ai cartoni animati, la rivista ha regalato diversi  poster, adesivi e delle belle carte da gioco.

MASTERS OF THE UNIVERSE: formato A4, mensile di grande successo legato al personaggio di He Man, nasce nel 1986 termina nel 1989. Ha pubblicato i fumetti di “Masters i dominatori dell’universo”, “Voltron” e “Bravestarr” (tutti disegnati a mano). La rivista regalava anche dei bei poster legati ai suoi fumetti.

SNOOPY: dedicato al celebre cane bracchetto di Charlie Brown, sarà un mensile formato A4, che otterrà un buon successo. Nasce nel 1986 e termina nel 1991. Pubblicherà i fumetti dei cartoni animati di “Charlie Brown”, “La pantera rosa” e “Sansone”; e poi tanti inediti come: ‘Calvin e Hobbes’, ‘Leo O’Pard’, ‘Cuccioli’, ‘I Ping Pong’, ‘Leo Verdura, il leone vegetariano’, ‘Teppa e Pezza’, ‘Orson e Company’…

Da ricordare anche 3 riviste anche se non hanno avuto molta fortuna: MAGIC BOY (rivolta ad un pubblico maschile) e MAGIC GIRL (rivolta ad un pubblico femminile), entrambe riviste mensili, formato A4, nascono entrambe nel 1987 e terminano nel 1989. E poi STORIE E CARTONI TV’: formato A4, nasce nel 1988 termina nel 1991. Pubblicherà i fumetti di “David gnomo amico mio”, “Maple Town un nido di simpatia”, “Piccola bianca Sibert”, “Milly un giorno dopo l’altro”, “D’Artagnan e i moschettieri del re”, “The real Ghostbusters”, “Peter Pan”….

 

 

 

GIANNI SORU

 

 

 

 

 

 

FENOMENI / OBIETTIVO SULLE RIVISTE DEGLI ANNI ‘70


RIVISTE ANNI 70

di GIANNI SORU

Le riviste contenitore sono quelle riviste che trattano diversi argomenti come la posta, interviste, articoli vari e pubblicano anche diversi fumetti. Alcune di queste riviste prendono spunto per il nome da un personaggio che ha avuto successo. Negli anni ’70 ci sarà il boom per le vendite. Vediamo quali sono state le riviste più lette, famose ed amate degli anni ’70.

 

TOPOLINO,  nato negli anni 40, formato A5, dedicato al celebre personaggio della Disney, ancora oggi è esistente ha sempre avuto un enorme successo. Ha pubblicato le storie di “Topolino”, “Paperino”, “Pippo”, “Cip e Ciop”, “Wuzzles”, “Gummi”, “La sirenetta”, “Aladino”. Negli anni ’80 dedicherà più di 100 servizi ai cartoni animati.

CORRIERE DEI PICCOLI, formato A4, nasce negli anni ’20, negli anni ’70 comincia a pubblicare fumetti dedicati ai cartoni animati (fino al 1995 quando chiuderà). Negli anni ’80 avrà il suo boom, sarà la rivista più amata e venduta. Tra i vari fumetti inediti, ne pubblicherà anche un centinaio di serie televisive dei cartoni animati (alcuni con scene originali della TV altri disegnati a mano), scegliendo tra quelle trasmesse dalla Rai, Canale 5, Italia 1, Retequattro ed Euro TV. Sulle sue copertine ospiterà oltre 100 personaggi dei cartoni animati, regalerà anche più di 200 bellissimi poster dedicati agli eroi della TV; e poi album di figurine, adesivi, cartoline, segnalibri… e dedicherà più di 500 articoli ai cartoni animati.

IL GIORNALINO: formato A4, è nato negli anni ’20, diverrà famosissimo negli anni ’70-’80 (anni del suo massimo splendore) e ’90, comincerà a pubblicare i fumetti (disegnati a mano) delle serie a cartoni animati, a partire dagli ‘80 fino ad oggi, soprattutto prediligendo il genere americano. Ancora oggi la rivista è esistente. Negli anni ’80 allegava ogni tanto dei mega poster e giochi da staccare, poi anche adesivi, ed ha dedicato più di 300 articoli ai cartoni animati.

TV JUNIOR: nasce nel 1979 nel formato A4, otterrà un grande successo. Pubblicherà tanti fumetti disegnati a mano delle serie TV trasmesse dalle reti Rai e a loro dedicherà anche tanti concorsi con tantissimi bei premi. La rivista termina nel 1984. Questa rivista regalerà 5 bellissimi diari scolastici.

BRACCOBALDO dedicato al celebre personaggio TV, nasce negli anni’60, ha un formato A5, pubblicherà fino agli anni ’70 tanti fumetti di cartoni animati, soprattutto delle serie Hanna e Barbera come “Braccobaldo”, “L’orso Yoghi”, “Gli antenati”, “Magilla gorilla”, “Pixie e Dixie”, “I Pronipoti”, “Top cat”, “Ernesto sparalesto”, “Il leone Svicolane”…

LINUS, ispirato ad uno dei protagonisti della serie Charlie Brown, la rivista sarà un mensile in bianco e nero nato negli anni ’70 in formato A4, riscuoterà un grandissimo successo, ancora oggi è esistente, ha pubblicato i fumetti dei cartoni animati di “Charlie Brown”, “Braccio di Ferro” e “Corto Maltese” e poi tanti inediti come ‘Crock’, ‘Don Patron’, ‘Pogo’, ‘Il dottor Rigolo’, ‘Copi’, ‘Hop Frog’, ‘The Wizard’, ‘Bristow’, ‘Dropouts’…

SUPERGULP, nome ispirato al famosissimo programma per ragazzi in onda sulle reti Rai, nasce nel 1977 in formato A4 e si conclude nel 1979. Pubblica le storie di “L’Uomo Ragno”, “I fantastici 4” e del “Gruppo TNT” e regalerà anche i loro poster.

 

 

GIANNI SORU

FENOMENI / E NACQUE ANCHE “IL CORRIERINO DI CALIMERO”… IN VIAGGIO NELLA STORIA DELLE RIVISTE PER I GIOVANISSIMI


EDIGAMMA

 

 

 

Di GIANNI SORU

L’Edizioni Edigamma nasce nel 1994, pubblicando tante cose molto belle, curiose ed interessanti.

Comincia con il lanciare sul mercato “Il Corrierino di Barbara”, questa bella fanciulla riccia e bionda, con gli occhi azzurri (che ricorda molto la bambola della Barbie o il fumetto di Tanya degli anni ’80). Il Personaggio di Barbara riscuote un buon successo, i suoi fumetti piacciono e avrà anche una serie di merchand come gli adesivi, i poster, segnalibri, giornalini con i giocih e l’Edigamma gli dedicherà anche un album di figurine. Affiancato al successo del fumetto di Barbara, ci saranno altri fumetti famosi di serie tv come ‘La pantera rosa’, ‘I Puffi’, ‘Calimero’, ‘Gardield’, ‘Sailor Moon’… la rivista andrà avanti fino al 2001.

Edigamma pubblicherà anche un nuovo giornalino “Il Corrierino di Calimero”, dedicato solo al celebre pulcino nero. Poi apriranno un nuovo giornalino chiamato “Principesse”, dove verranno pubblicati i fumetti di ‘Cenerentola’, ‘Cappuccetto Rosso’, ‘Pocahontas’… in una grafica tutta nuova.

Sempre con una loro grafica personalizzata, pubblicheranno anche gli album di figurine di celebri fiabe come “Biancaneve”, “Pinocchio” o “La Sirenetta” con uno stile tutto nuovo; ovviamente faranno uscire anche l’album “Le più belle favole” con le figurine di ‘Cenerentola’, ‘Aladino’, ‘Il libro della giungla’, ‘Cappuccetto rosso’ etc…, in una veste tutta nuova.

Ovviamente non potevano mancare gli album di figurine dedicati ai celebri e già conosciuti personaggi dei cartoni animati della TV, hanno fatto quelli dei “Flinstones- Gli Antenati”, delle “Tartarughe ninja” ed uno di “Calimero”; di grandissimo successo sono stati anche gli album dei “I Coccolotti” e “I Cuoriciosi”, nuovi personaggi che hanno lanciato sul mercato.

Molto belli anche gli album dedicati agli animali come  “Animali”, “Animali nei 5 Continenti”, “Animali di Terra, Acqua e Aria”, “I cani”, “I Cuccioli”, “I Felini” ed “Il tempo dei dinosauri” (dedicato ai mostri della preistoria).

Particolari invece sono stati gli album dedicati a “I mezzi di trasporto”, “Auto e moto”, “Aerei da guerra”, “Carte Telefoniche”, “Fotocollezione Wrestling” (dedicato ai campioni di questo sport), “Il Guinness dei Primati 1999”, “Italia” (dedicato alla nostra Penisola)…

Interessanti invece gli album di “I personaggi famosi della storia” (dedicato ai celebri personaggi che hanno lasciato un’impronta importante per l’umanità), “Le meraviglie del mondo” (dedicato a tutti i monumenti storici) e “Le capitali del mondo” (dedicato alle città più importanti del mondo).

E non poteva mancare un bellissimo album di figurine dedicato al “Natale”.

 

 

GIANNI SORU

 

 

FENOMENI / DAI “CARTOONS” ALLE SIGLE TV: GIANNI SORU RISPONDE ALLE VOSTRE DOMANDE


In questi anni sono giunte diverse email indirizzate a Gianni Soru, autore di centinaia di articoli apparsi su Internet ed anche su questo Blog, su argomenti molto cari a tutte le generazioni. Ne approfittiamo ora per rispondere alle vostre domande.

PRIMA PARTE

<Mi piacerebbe poter conoscere di persona Gianni Soru per poterlo ringraziare. Di cosa? Beh, sei stato il primo ad aver ‘riportato’ alla luce, e fatto ‘conoscere’ chi si celava dietro a grandi sigle come i mitici Albertelli e Tempera, la favolosa Paola Orlandi, lo straordinario Douglas Meakin (dei Superobots e Rocking Horse), poi i bravissimi fratelli Balestra e gli intramontabili Cavalieri del Re e tanti altri. Hai aperto un mondo a siti internet, programmi TV e altri. Sei un pioniere. Un abbraccio forte da Simona>.

<Messaggio per il mitico Gianni Soru, mi chiamo Marco, da anni seguo e leggo i tuoi numerosi articoli che appaiono ovunque. Aspetto di poterti conoscere di persona. Marco>.

<Una domanda, ma Gianni Soru è lo stesso che scriveva per Japan magazine e Manga club? Per me sei un fenomeno, perché hai aperto e scoperto strade nuove sul mondo dei cartoni animati e sigle, e poi tanti altri hanno seguito le tue orme. Complimenti vivissimi da Susanna ‘75>.

<Ricordo bene, erano i primi anni ’90 e sui giornali iniziarono a sbocciare articoli sui cantanti delle sigle, ricordo JM (mitica rivista!), Di tutti i colori, Il giornale di noi ragazzi, Manga Club (grandiosa!) … e poi su Internet. Erano tutti firmati da te: Gianni Soru. Sei stato il primo a svelare questi reconditi ed ad illuminarci su tante cose. Sei un mito! Davide>.

<Mi piacciono molto le interviste che facevi sugli interpreti sigle (adoro quelle fatte ai I Cavalieri del Re). Grazie a te adesso li possiamo ascoltare e vedere anche ai concerti. Barbara>.

<Davvero molto belli e interessanti gli articoli dedicati a chi cantava le sigle, alle case discografiche ed ai giocattoli. Bisogna ammetterlo Gianni: arrivi prima di tutti. Arrivi dove nessuno ci ha mai pensato. Senza fare commenti personali o obiettivi. Davvero molto bravo e professionale. Elena>.

<Gianni! Gianni! Gianni! Non finisci mai di sorprendermi, non ci conosciamo, ma tu ormai sei diventato un PERSONAGGIO per tutti noi fanatici di cartoni animati. Ivan M.>.

<Molto belli gli articoli sugli interpreti delle sigle. Sempre diversi e dici sempre cose nuove. Mi sono piaciuti molto anche i tuoi articoli sul merchandising. Un salutone da Luca ‘80>.

<Partiamo dalle Origini. Tutto è cominciato con il Fantastico Gianni Soru. E a te che devo dire grazie, se adesso non dobbiamo sorbirci più Cristina D’Avena, ora possiamo ascoltare tutti i nostri mitici idoli delle sigle anni ’70 e ’80 come I Cavalieri del Re, Douglas Meakin, Tempera e Albertelli, Le mele verdi, e altri ancora che si esibiscono in concerti in giro per l’Italia. Tutto è partito da te, che ci hai illuminato con i tuoi articoli su queste fantastiche persone che si ‘nascondevano’ dietro a sigle storiche, bellissime, indimenticabili e intramontabili. Grazie! Grazie! E ancora grazie! Mario>.

RISPOSTA

“E’ vero, Gianni Soru è stato il primo in Italia ad aver pubblicato, ‘svelando’ molti segreti e dando bellissime notizie sugli interpreti delle sigle. I suoi articoli sono stati pubblicati all’inizio degli anni ’90 (fino ad oggi) su numerose riviste (Japan Magazine, La Gazzetta della Martesana, Cudowny, Di Tutti i Colori, Il giornale di Noi Ragazzi, Manga Club, Souvenir, Solo TV, Al Bazar, Okay, Scelta TV, Woow….). Gianni ha anche aiutato molti nel realizzare nuove interviste. Ancora oggi Gianni scrive per molti, e da quasi 10 anni fa… TV (ospite in tanti programmi tv, ha fatto anche tanti sketch e diverse pubblicità come Sky, Trenitalia, Costa Crocere, Vodafone, Infostrada, Valleverde, maglie Ragno etc…), produce riviste e si occupa di merchand sui cartoni animati”.

SECONDA PARTE

“Ho una domanda da fare, Gianni Soru è lo stesso ragazzo che si è visto varie volte in TV?. Grazie. Thomas>.

<Il ragazzo che firma gli articoli e che si vede spesso in Tv, sono la stessa persona?. Ely>.

<Ricordo di aver visto Gianni Soru in alcuni programmi dove mostrava la sua collezione, volevo sapere perché non fa una grande esposizione anche per il pubblico. Per noi appassionati sarebbe una bella cosa. Ciao Fabbry>.

<Mi chiamo Patrizia, ho 35 anni e mi piacciono molto i cartoni animati. Ho anche i segnalibri e gli adesivi di Gianni Soru, e volevo fargli una proposta (non è indecente, non preoccupatevi), sai fare delle cose (e anche tante), molto bene, ti ho visto pure in tv diverse volte, perché non fai una bella mostra di tutto il materiale che hai (e se ho visto bene, ne hai davvero tanto!!!). Sai quanta gente verrebbe a vederla? Io ci sarei. Pensaci. Ciao da Patrizia>.

<Gianni, ha mai pensato di scrivere un libro? La sua conoscenza sul mondo dei cartoni animati è vastissima, potrebbe dire cose che nessuno ha ancora pubblicato. Claudia>.

<Volevo chiedere al caro Gianni Soru, qual è la sua serie tv preferita. Ogni volta che gli viene chiesto in tv non nomina mai un titolo. G. Marco>

RISPOSTA

“Chi firma gli articoli e chi avete visto in TV è sempre Gianni Soru, lo stesso che avete visto in numerosi programmi TV come ospite a Close up, Gente sull’orlo di una crisi di nervi, I Fatti Vostri, Incredibile, Pomeriggio 5, La Vita in diretta, G Day…; ed anche in diversi sketch tv The Club, Quelli che il Calcio, Bivio, L’Italia sul 2, Festa in Piazza, Lista d’attesa, Italia allo specchio, Vieni via con me… e altri ancora. Son sempre opera sua i numerosissimi articoli che vedete anche su Internet. A Gianni è stato già chiesto più volte di fare una mostra, un’esposizione della sua collezione, e di scrivere libri, ma per ora continua a rifiutare queste offerte. Gianni ha seguito più di 700 serie di cartoni animati, ma gli piacciono tutti nello stesso modo. Non ha una preferenza”.