#STOPCATTIVIRUS / ECCO I DISEGNI DELLA SCUOLA PRIMARIA DI CENE (BG)


Questi disegni hanno un particolare valore e significato: arrivano dalla provincia di Bergamo, dalla Valle Seriana, una delle aree lombarde più esposte all’aggressione del coronavirus o, come diciamo noi, del Cattivirus. Ecco nella fotogalleria i lavori degli alunni della Scuola Primaria “E.Poli” di Cene, classi Quinta A e B, dell’Istituto Comprensivo di Gazzaniga. Li accogliamo con grande amicizia e simpatia, con un particolare saluto agli autori che li hanno realizzati con grande impegno: Leonardo Santosuosso, Mattia Fanciullo, Nadia Ghilardi, Rayan Moustaghit, Sara Guerini, Vittoria Mologni, Emma Nolli, Giulia Rocca, Aida Bunescu. 

Questo lavoro a distanza è stato coordinato dall’insegnante Vera Bonaita –  docente di inglese, scienze, musica e attività motoria – che ringraziamo per la collaborazione con le famiglie e i ragazzi. Come si può vedere dalle immagini, gli alunni di Cene hanno seguito il percorso indicato nella storia “Il giorno in cui Cattivirus finì ko”, iniziativa proposta da Funtasy (casa editrice italiana specializzata in progetti educativi e di formazione) e da Okay!, magazine attivo da vent’anni nel mondo della scuola.

Come noto, la storia a puntate, on line sui Blog di Funtasy, Okay! e sulla pagina del Gruppo Facebook  “Noi Siamo Okay!” si è posta l’obiettivo di coinvolgere docenti, famiglie e giovanissimi  in un’attività concreta, divertente e produttiva durante le giornate di emergenza nazionale del coronavirus, segnate dalla sospensione delle attività scolastiche. Ecco dunque una storia per aiutare ad affrontare le paure, a gestire in modo responsabile i comportamenti personali e provando anche a tirare qualche sberleffo a Cattivirus, perchè arriverà il giorno in cui sarà messo ko, al tappeto.

Il testo – scritto da Roberto Alborghetti, giornalista e autore, e illustrato da Eleonora Moretti – in ogni puntata propone appunto la vicenda di Cattivirus, che parla in prima persona, accompagnando i giovani lettori in un percorso di conoscenza e di approfondimento sui temi collegati alla diffusione del covid-19. E poi, dalla quinta puntata, entrano in scena gli Anticorpi… Ogni capitolo è corredato da una proposta di attività didattica, da realizzare a distanza, nelle proprie case, con genitori e docenti. Come è stato appunto fatto anche a Cene, dai ragazzi delle Quinte della Scuola Primaria, ai quali mandiamo un grande saluto!

La partecipazione all’iniziativa è sempre aperta. Le sette puntate di “Il giorno in cui Cattivirus finì ko” sono reperibili sulla home page del sito di Funtasy. Ecco il link: 

https://funtasyedizionideldivertimente.wordpress.com/

LA STORIA DI CATTIVIRUS: LA PARTECIPAZIONE E’ SEMPRE APERTA


20200312_000613

In risposta alle tante domande pervenute, si informa che nella home page di Funtasy (link qui sotto) si trovano tutti i post relativi alle 7 puntate della storia “Il giorno in cui Cattivirus finì ko”, scritta da Roberto Alborghetti, con le illustrazioni di Eleonora Moretti, edita appunto da Funtasy le Edizioni del Divertimente.

Ricordiamo che la partecipazione è sempre aperta e dunque docenti e genitori possono sempre coinvolgere ragazze e ragazzi nel percorso di testi e di attività che sono stati proposti. Gli elaborati, una volta realizzati, possono essere incollati sulla pagina di del  gruppo Facebook Noi Siamo Okay! od inviati alla email: funtasyeditrice@gmail.com

Gli elaborati, come già avviene, troveranno posto online sul sito di Funtasy, anche perchè Cattivirus è sempre all’opera e dunque non bisogna abbassare le difese. Ricordiamo che tutta la storia avrà una edizione speciale per AlbumOne: un bellissimo fascicolo di 24 pagine, formato 23 cm x 23, che potrà essere utilizzato nelle attività didattiche e a casa. Per info e prenotazioni:  funtasyeditrice@gmail.com

https://funtasyedizionideldivertimente.wordpress.com/

7 / IL GIORNO IN CUI CATTIVIRUS FINI’ KO: LA STORIA DA LEGGERE E RI-CREARE A CASA (7a PUNTATA)


Cattivirus

IL GIORNO IN CUI CATTIVIRUS FINÌ KO

Testo di Roberto Alborghetti – Illustrazioni di Eleonora Moretti

7a PUNTATA

Win! Win! Win! Noi Anticorpi stiamo lottando, con grande impegno. La nostra battaglia contro Cattivirus ci coinvolge tutti insieme. Sì, noi siamo uno per tutti e tutti per uno! Siamo presenti in tutto il corpo umano, nel sangue e in tutti gli altri liquidi, dalla saliva alle lacrime. Per questo possiamo aggredire Cattivirus ovunque lui si nasconda.

Ma avete notato come siamo fatti e come gli scienziati ci vedono al microscopio? Abbiamo la forma di una Y, ossia di una Ypsilon. Abbiamo due potenti braccia che si levano in alto, mantenendosi a distanza, e ci appoggiamo solidamente su una gamba. La Y è la lettera n.24 dell’alfabeto della lingua italiana, la n.20 di quello della lingua greca e la n.25 per l’alfabeto della lingua inglese.

Le antiche scienze hanno attribuito grandi significati alla lettera Ypsilon. Sapete che cosa significa? Vuol dire arma, difesa, tutto ciò che va difeso. In alcune culture, la Y è anche un simbolo di rinascita, di vita nuova. Vedete quanto sono importanti le parole e perfino le lettere dell’alfabeto? Non è bello pensare a tutto questo mentre noi Anticorpi a forma di Y stiamo lottando per mettere ko il Cattivirus?

Sia ben chiaro: noi Anticorpi non siamo maghi e nemmeno usiamo magie o pozioni magiche. E questa non è una favola. È la pura realtà. Lo ripetiamo: siamo i preziosi alleati di ogni essere umano. Soprattutto adesso. E vogliamo distruggere quel terribile virus che sta sconvolgendo la vita alle persone. Zayn! Zayn! Zayn!

Il nostro attacco a Cattivirus continua senza sosta. A volte va avanti per alcuni giorni. Noi non molliamo. Mai. La nostra è una caccia. Ci muoviamo velocemente. Prendiamo Cattivirus di sorpresa, perché lui pensa di essere inattaccabile, ma in realtà è molto fragile.  Le nostre braccia lo agguantano, lo immobilizzano, lo stringono e le nostre proteine e molecole lo stordiscono, lo soffocano. Infine, la nostra gamba, simile ad un pericoloso arpione, gli dà il colpo finale. Zayn! Zayn! Zayn!  Così sta accadendo una, cento, mille, milioni di volte!

Ed ora, eccoli lì i Cattivirus, inermi e sconfitti, pronti ad essere  buttati fuori dal corpo umano. La battaglia è stata dura. Ma ce l’abbiamo fatta, anche con le persone più deboli: grazie all’aiuto dei farmaci e alle cure dei medici. Ora Cattivirus è sotto osservazione dagli scienziati, che arriveranno presto a produrre medicine specifiche e, soprattutto, un vaccino. Siamo sicuri che ciò arriverà e darà un grande aiuto anche a noi Anticorpi.

Ma ogni persona ha sempre e comunque un compito importante: proteggersi e difendersi, in tutti i modi. E in anticipo. Non dobbiamo permettere a Cattivirus di entrare in contatto con noi e con gli altri. Occorre fare il vuoto intorno a lui. Creare distanza. Isolarlo. Non toccarlo. Lasciarlo disintegrare. Eliminarlo, lavando spesso le mani e disinfettando oggetti e superfici. Lo dobbiamo fare tutti insieme, come in un grande gioco di squadra, dove tutti devono giocare la propria parte, per poter vincere insieme. Win! Win! Win!

*

SÌ, È POSSIBILE METTERE CATTIVIRUS KO. LA CONOSCENZA DEL CORPO UMANO, LA SCIENZA, LE CURE MEDICHE E L’IMPEGNO DI TUTTI SONO FONDAMENTALI PER VINCERE LA BATTAGLIA CONTRO I VIRUS E LE LORO MICIDIALI CONSEGUENZE. IN TUTTO QUESTO, CI SONO TANTE PERSONE CHE LAVORANO IN PRIMA LINEA: MEDICI, INFERMIERI, VOLONTARI, OSPEDALI, ASSOCIAZIONI UMANITARIE… PERCHÈ NON MANDIAMO A LORO UN PENSIERO, UN MESSAGGIO, UN “GRAZIE” ATTRAVERSO UN DISEGNO O SEMPLICI PAROLE? È UN MODO PER DIRE CHE  SIAMO LORO VICINI E CHE NON SONO SOLI. WIN! WIN! WIN!

7 – Fine –  © Funtasy Editrice

La copertina di AlbumOne: raccoglierà tutta la storia completa

Per info: funtasyeditrice@gmail.com

I siti web di Funtasy editrice, Okay! e Social o dis-social? – e anche la  pagina “Noi siamo Okay!” su Facebook – stanno proponendo una iniziativa dedicata alla scuola, ai docenti e ai ragazzi, a casa da scuola. In sette puntate è presentata una storia incentrata sul problema di questi giorni: l’emergenza coronavirus.

L’iniziativa è promossa nell’ambito della collana editoriale di “AlbumOne / Storie giallorossoblu”, l’innovativo progetto di Funtasy editrice che già tante scuole italiane hanno apprezzato e adottato. La storia – scritta da Roberto Alborghetti, con i disegni di Eleonora Moretti – ha come titolo: “Il giorno in cui Cattivirus finì ko”.

Il materiale è messo a disposizione in anteprima dei docenti e degli stessi ragazzi. Potrà essere facilmente condiviso anche attraverso i social, in modo che gli alunni possano essere raggiunti anche grazie alla collaborazione dei genitori. Ogni storia, come è nello stile di AlbumOne, propone attività didattiche concrete, che possono coinvolgere gli alunni in modo attivo ed inter-attivo. La storia avrà poi una edizione cartacea, che sarà disponibile su fascicolo. Una storia per battere il virus! Una storia per imparare ad essere cittadini responsabili! Insieme! #stopcattivirus

Cattivirus Avviso

6 / IL GIORNO IN CUI CATTIVIRUS FINI’ KO: LA STORIA DA LEGGERE E RI-CREARE A CASA (6a PUNTATA)


Cattivirus

IL GIORNO IN CUI CATTIVIRUS FINÌ KO

Testo di Roberto Alborghetti – Illustrazioni di Eleonora Moretti

6a PUNTATA

Win! Win! Win! Il nostro attacco è iniziato. Siamo tutti concentrati a mettere fuori gioco Cattivirus, lo Scroccone di vite umane. Lui è prepotente. Un vero bullo. Se la prende soprattutto con le persone più deboli. Quelle più fragili, che non possono reagire nemmeno con gli Anticorpi, perché sono ammalate o molto anziane. Lui, Cattivirus, le aggredisce, raggiunge i loro polmoni, provoca difficoltà nel respiro. Fa loro mancare l’aria!

È una cosa terribile, che noi non possiamo permettere. Per questo interveniamo subito. Spesso siamo aiutati anche dalle medicine, che sono importanti per sconfiggere Cattivirus. Gli scienziati ne stanno studiando di nuove, insieme al vaccino.

Sapete che cosa è un vaccino? È molto semplice da spiegare. È una sostanza che viene messa nel corpo umano per produrre noi Anticorpi. La cosa interessante è che questa “medicina” è preparata con lo stesso virus che poi noi combatteremo. Sì, avete capito bene: il vaccino “infetta” il corpo umano e lo prepara a combattere la malattia con le stesse armi del virus! Quanto è meravigliosa la macchina del corpo umano!

Contro il Cattivirus non c’è ancora il vaccino, ma siamo sicuri che arriverà. Intanto ci siamo sempre noi, gli Anticorpi. Noi vogliamo molto bene all’essere umano. E vorremmo che anche lui non ci trattasse male. Come fare per rendere noi Anticorpi sempre più forti? Basterebbe mangiare cibi sani, molta frutta e verdura, non fumare, non bere alcolici, muoversi, camminare, stare bene con se stessi e con gli altri, evitare lo stress, l’inquinamento, non distruggere l’ambiente… Non è poi così impossibile.

Se noi Anticorpi siamo forti e potenti, Cattivirus avrà davvero le ore contate. Il nostro compito è di sconfiggerlo. Noi ce la stiamo mettendo tutta. Facciamolo tutti insieme.   Win! Win! Win!

*

E ORA TUTTI IN GIOCO INSIEME!

PIÙ FORTI SONO GLI ANTICORPI, PIÙ FORTE È IL LORO ATTACCO PER BATTERE I VIRUS, LE INFEZIONI E I VELENI CHE ENTRANO NEL CORPO UMANO. IMPORTANTE È ANCHE IL MODO IN CUI NOI VIVIAMO LE NOSTRE GIORNATE. UN’ ALIMENTAZIONE SANA È UN VALIDO AIUTO PER DIFENDERCI DAGLI ATTACCHI DELLE MALATTIE. PERCHÉ NON DISEGNARE CON I COLORI GLI ALIMENTI CHE SECONDO NOI SONO IMPORTANTI PER LA NOSTRA SALUTE?  WIN! WIN! WIN!    #topcattiviruS

6 – Continua –  © Funtasy Editrice

La copertina di AlbumOne: raccoglierà tutta la storia completa

Per info: funtasyeditrice@gmail.com

I siti web di Funtasy editrice, Okay! e Social o dis-social? – e anche la  pagina “Noi siamo Okay!” su Facebook – stanno proponendo una iniziativa dedicata alla scuola, ai docenti e ai ragazzi, a casa da scuola. In sette puntate è presentata una storia incentrata sul problema di questi giorni: l’emergenza coronavirus.

L’iniziativa è promossa nell’ambito della collana editoriale di “AlbumOne / Storie giallorossoblu”, l’innovativo progetto di Funtasy editrice che già tante scuole italiane hanno apprezzato e adottato. La storia – scritta da Roberto Alborghetti, con i disegni di Eleonora Moretti – ha come titolo: “Il giorno in cui Cattivirus finì ko”.

Il materiale è messo a disposizione in anteprima dei docenti e degli stessi ragazzi. Potrà essere facilmente condiviso anche attraverso i social, in modo che gli alunni possano essere raggiunti anche grazie alla collaborazione dei genitori. Ogni storia, come è nello stile di AlbumOne, proporrà anche attività concrete, che potranno coinvolgere gli alunni in modo attivo ed inter-attivo. La storia avrà poi una edizione cartacea, che sarà disponibile su fascicolo. Una storia per battere il virus! Una storia per imparare ad essere cittadini responsabili! Insieme! #stopcattivirus

Cattivirus Avviso

IL CORRIERE DELLA SERA PARLA DELL’ INIZIATIVA #STOPCATTIVIRUS CHE STA COINVOLGENDO LE SCUOLE ITALIANE


20200323_084657_resized20200323_085522_resized

Su Il Corriere della Sera del 22 marzo, edizione Bergamo, é pubblicato un bellissimo articolo di Matteo Castellucci sulla straordinaria iniziativa che sta coinvolgendo scuole di tutta Italia, con AlbumOne di Funtasy Editrice e la storia a puntate “Il giorno in cui Cattivirus finì ko”. Nell’articolo, Roberto Alborghetti è intervistato sul senso e sulle modalità di un’attività partecipata da allievi, docenti e famiglie. Un grazie a Matteo e al suo direttore Riccardo Nisoli per l’attenzione e la sensibilità nei riguardi di questa esperienza. In foto: il titolo e le testate del Corsera.

LINK ALL’ARTICOLO ONLINE:

https://bergamo.corriere.it/notizie/cronaca/20_marzo_23/i-bambini-che-combattono-cattivirus-pastelli-piu-responsabili-genitori-fb7aef5a-6ce6-11ea-ba71-0c6303b9bf2d.shtml?fbclid=IwAR3Si0poJZS5ph5an0VQJb_3A6Frg__qohBBhCBDSu3qCKWQYgKc2dQUqjc

Corsera 2

5 / IL GIORNO IN CUI CATTIVIRUS FINI’ KO: LA STORIA DA LEGGERE E RI-CREARE A CASA (5a PUNTATA)


Cattivirus

IL GIORNO IN CUI CATTIVIRUS FINI’ KO

Testo di Roberto Alborghetti – Illustrazioni di Eleonora Moretti

5a PUNTATA

Win! Win! Win! Sì, eccoci! Siamo qui! Siamo in tanti! Siamo gli ANTICORPI! Stiamo entrando in azione. Il nostro obiettivo è uno solo: attaccare e sconfiggere il nostro grande nemico, Cattivirus!

Si, Scrok-Scrok è forte e potente. Ma anche noi non scherziamo. Siamo un esercito. Anche noi abitiamo dentro il corpo umano. Nessuno ci vede. Nessuno ci sente. Ma siamo qui a difendere ogni persona, anche se questa non lo sa o non ci conosce, perché magari non si è informata.

Win! Win! Win! Noi siamo sempre presenti. Umani, non abbiate paura! Siamo sempre pronti a rispondere agli attacchi dei virus, dei veleni, delle tossine, dei batteri e delle infezioni. E ovviamente di Cattivirus!

È suonato l’allarme: Yeeehhhh! Yeeehhhh! Le nostre sentinelle, diffuse in tutto il corpo, ci hanno segnalato che Cattivirus, un pericoloso corpo estraneo, alieno, venuto da fuori – portato da milioni di goccioline con uno starnuto, un colpo di tosse o un abbraccio – ha forzato le difese, attaccando le cellule. È ora di reagire!

Noi Anticorpi ci prepariamo ad una battaglia senza esclusione di colpi! Se l’essere umano starà calmo e tranquillo – e se è in buona salute – per noi sarà un gioco da ragazzi battere Scrok-Scrok. Partiamo all’attacco! Il nostro grido è: Win! Win! Win! Urlatelo con noi!!!

*

E ORA TUTTI IN GIOCO INSIEME!

AVETE LETTO LA QUINTA PUNTATA? SONO ENTRATI IN SCENA E IN CAMPO GLI ANTICORPI, LA PRESENZA PREZIOSA E SILENZIOSA CHE SI TROVA DENTRO OGNUNO DI NOI. GLI ANTICORPI MERITANO DAVVERO UN BEL DISEGNO. MA COME SONO FATTI? COME CE LI POSSIAMO IMMAGINARE? PERCHE’ NON DISEGNARLI SU UN BEL FOGLIO, UTILIZZANDO LA NOSTRA FANTASIA? SARA’ UN MODO PER CONOSCERE MEGLIO QUESTI FENOMENALI ALLEATI DEL NOSTRO CORPO. E IMPARARE A RISPETTARLI, PROTEGGERLI E RENDERLI SEMPRE PIU’ FORTI!  WIN! WIN! WIN!  #stopcattivirus

5 – Continua –  © Funtasy Editrice

La copertina di AlbumOne – Per info: funtasyeditrice@gmail.com

I siti web di Funtasy editrice, Okay! e Social o dis-social? – e anche la  pagina “Noi siamo Okay!” su Facebook – stanno proponendo una iniziativa dedicata alla scuola, ai docenti e ai ragazzi, a casa da scuola. In sette puntate è presentata una storia incentrata sul problema di questi giorni: l’emergenza coronavirus.

L’iniziativa è promossa nell’ambito della collana editoriale di “AlbumOne / Storie giallorossoblu”, l’innovativo progetto di Funtasy editrice che già tante scuole italiane hanno apprezzato e adottato. La storia – scritta da Roberto Alborghetti, con i disegni di Eleonora Moretti – ha come titolo: “Il giorno in cui Cattivirus finì ko”.

Il materiale è messo a disposizione in anteprima dei docenti e degli stessi ragazzi. Potrà essere facilmente condiviso anche attraverso i social, in modo che gli alunni possano essere raggiunti anche grazie alla collaborazione dei genitori. Ogni storia, come è nello stile di AlbumOne, proporrà anche attività concrete, che potranno coinvolgere gli alunni in modo attivo ed inter-attivo. La storia avrà poi una edizione cartacea, che sarà disponibile su fascicolo. Una storia per battere il virus! Una storia per imparare ad essere cittadini responsabili! Insieme! #stopcattivirus

Cattivirus Avviso

“VINCEREMO NOI!”: LE PAROLE DEI RAGAZZI NEI GIORNI DEL CORONAVIRUS


NELLA FOTOGALLERIA: LE “PAROLE” DISEGNATE DAGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA “P. SARRO”, IC PONTECORVO 2, FR; DOCENTE: ANNA ABATECOLA

Dispiacere. Tristezza. Ospedale. Speranza. Aiuto. Superare. Malefico. Vinceremo. Sono, queste, alcune delle parole – aggettivi, sostantivi e verbi – che si rincorrono nella testa di tante ragazze e ragazzi italiani che stanno vivendo le giornate dell’emergenza sanitaria del coronavirus. Parole che essi hanno affidato concretamente a fogli di disegno, come presa di coscienza del momento che stiamo vivendo e come stimolo al superamento alle difficoltà. E’ infatti un grande “esercizio psicologico” quello a cui stanno partecipando in tutta Italia migliaia di alunni protagonisti dell’iniziativa proposta da Funtasy (casa editrice italiana specializzata in progetti educativi e di formazione) e da Okay!, magazine attivo da vent’anni nel mondo della scuola.

Infatti, da giorni è proposta alle scuole, alle ragazze e ai ragazzi italiani una storia a puntate, intitolata “Il giorno in cui Cattivirus finì ko”. L’obiettivo è quello di coinvolgere docenti, famiglie e giovanissimi in una iniziativa concreta, divertente e produttiva durante le giornate di emergenza nazionale del coronavirus, segnate dalla sospensione delle attività scolastiche. Una storia per aiutare ad affrontare le paure, a gestire in modo responsabile i comportamenti personali e provando anche a tirare qualche sberleffo a Cattivirus, perchè arriverà il giorno in cui sarà messo ko, al tappeto.

La storia – scritta da Roberto Alborghetti, giornalista e autore, e illustrata da Eleonora Moretti – in ogni puntata propone la vicenda di Cattivirus, che parla in prima persona, accompagnando i giovani lettori in un percorso di conoscenza e di approfondimento sui temi collegati alla diffusione del covid-19. Ogni puntata è corredata da una proposta di attività didattica, da realizzare a distanza, nelle proprie case, con genitori e docenti.

Ed è proprio alla quarta puntata che è stato chiesto a ragazze e ragazzi di indicare e scrivere su foglio le parole che dominano nei loro pensieri in queste giornate. Come sta avvenendo da giorni, la risposta è stata singolare e per certi aspetti significativa (e molto terapeutica). In questa fotogalleria, ecco le parole pervenute dalla Scuola Primaria “Sarro” dell’IC Pontecorvo 2, di Pontecorvo, FR, diretto dalla DS Rita Cavallo. Un particolare ringraziamento alla docente Anna Abatecola, che ha coordinato questa attività in distanza con la collaborazione dei genitori.

Per info: funtasyeditrice@gmail.com

LA PARTECIPAZIONE E’ SEMPRE APERTA: ECCO IL LINK ALLA 4A PUNTATA

https://okayscuola.wordpress.com/2020/03/18/4-il-giorno-in-cui-cattivirus-fini-ko-la-storia-da-leggere-e-ri-creare-a-casa-4a-puntata/

OGGI E’ IL VENERDI’ PER L’ITALIA: ECCO L’INNO DI MAMELI IN VERSIONE INTEGRALE


Oggi, 20 Marzo 2020, Ore 11: Venerdì per l’Italia. Ecco l’ Inno di Mameli in versione integrale. E’ il segnalibro di “Italiani o It-alieni?”, da scaricare e stampare (Roberto Alborghetti, Illustrazioni di Eleonora Moretti, Funtasy Editrice). #stopvirus #stopcattivirus

20191001_20421620191006_000339

4 /“IL GIORNO IN CUI CATTIVIRUS FINI’ KO”: LA STORIA DA LEGGERE E RI-CREARE A CASA (4a PUNTATA)


Cattivirus

IL GIORNO IN CUI CATTIVIRUS FINI’ KO

Testo di Roberto Alborghetti – Illustrazioni di Eleonora Moretti

4a puntata

Scrok! Scrok! Perché dico sempre Scrok? Semplice, perché io Cattivirus sono uno… Scrokkone di energia e di vitalità umana.  Vivo a scrocco sulla pelle delle persone. Capito ora? Infatti, mi muovo dentro al corpo umano, mi infilo nelle cellule con le quali sono venuto in contatto. Le  faccio  prigioniere e le obbligo a fare quello che io voglio. Sì, avete proprio capito bene: sono anche un bullo virus ! Mi piace molestare le persone, prenderle di mira, aggredirle… Sì, ho qualche problema di comportamento.

Avete visto che cosa posso combinare una volta dentro il corpo umano? Se una persona è un po’ debole, io e i miei fratelli possiamo provocarle febbre, tosse, raffreddori, problemi alla respirazione. Roba da sentirsi male! E così possiamo mettere in crisi tanta gente, la scuola, un’intera città, gli uffici, le fabbriche, un intero Paese. E soprattutto gli ospedali, che non riescono più a curare gli ammalati.  Son dolori e sono guai, lo so. Ma vi ho già detto che è possibile evitarli. Lo ripeto: basta evitarmi. Basta isolarmi e fermarmi.

Noi Cattivirus abbiamo l’obiettivo finale: riuscire ad arrivare ai polmoni. Siamo forti e siamo in tanti. Il nostro attacco è preciso e molto aggressivo. Io e i miei fratelli ce la stiamo facendo anche questa volta… Stiamo scendendo giù, nei polmoni, all’attacco… Scrok! Scrok!

Ma che sta succedendo? Chi sta arrivando? C’è qualcuno che ci sta attaccandoAIUTO! AIUTO! AIUTO! SCROOOKKK!!!

*

E ORA LAVORIAMO INSIEME!

RIECCOCI! PRENDIAMO UN FOGLIO DA DISEGNO E TUTTO L’OCCORRENTE PER DIVERTIRCI A CREARE. CATTIVIRUS SCONVOLGE LA VITA DELLE PERSONE E DI UNA NAZIONE, CON CONSEGUENZE MAI VISTE PRIMA! CI VENGONO IN MENTE TANTI PENSIERI E TANTE PAROLE. PERCHE’ NON SCRIVERE SUL FOGLIO UNA DI QUESTE PAROLE? PUO’ ESSERE UN AGGETTIVO, UN SOSTANTIVO. PUO’ DESCRIVERE E RACCONTARE IL NOSTRO STATO D’ANIMO. NE SERVE UNA SOLTANTO: SCRIVIAMOLA IN STAMPATELLO E TUTTA A COLORI. E URLIAMO A SQUARCIAGOLA QUESTA PAROLA. PERCHE’ LE PAROLE SONO IMPORTANTI. FANNO PARTE DI NOI. E NOI SIAMO LE PAROLE CHE PRONUNCIAMO.    #stopcattivirus

4 – Continua –  © Funtasy Editrice

La copertina di AlbumOne – Per info: funtasyeditrice@gmail.com

I siti web di Funtasy editrice, Okay! e Social o dis-social? – e anche la  pagina “Noi siamo Okay!” su Facebook – stanno proponendo una iniziativa dedicata alla scuola, ai docenti e ai ragazzi, a casa da scuola. In sette puntate è presentata una storia incentrata sul problema di questi giorni: l’emergenza coronavirus.

L’iniziativa è promossa nell’ambito della collana editoriale di “AlbumOne / Storie giallorossoblu”, l’innovativo progetto di Funtasy editrice che già tante scuole italiane hanno apprezzato e adottato. La storia – scritta da Roberto Alborghetti, con i disegni di Eleonora Moretti – ha come titolo: “Il giorno in cui Cattivirus finì ko”.

Il materiale è messo a disposizione in anteprima dei docenti e degli stessi ragazzi. Potrà essere facilmente condiviso anche attraverso i social, in modo che gli alunni possano essere raggiunti anche grazie alla collaborazione dei genitori. Ogni storia, come è nello stile di AlbumOne, proporrà anche attività concrete, che potranno coinvolgere gli alunni in modo attivo ed inter-attivo. La storia avrà poi una edizione cartacea, che sarà disponibile su fascicolo. Una storia per battere il virus! Una storia per imparare ad essere cittadini responsabili! Insieme! #stopcattivirus

Cattivirus Avviso

 

3 /“IL GIORNO IN CUI CATTIVIRUS FINI’ KO”: LA STORIA DA LEGGERE E RI-CREARE A CASA (3a PUNTATA)


Cattivirus
IL GIORNO IN CUI CATTIVIRUS FINI’ KO
Testo di Roberto Alborghetti – Illustrazioni di Eleonora Moretti
3° PUNTATA
Scrok! Scrok! E’ proprio facile attaccare gli umani. Ancora non sanno che, con me, loro possono farsi tanto male con le proprie mani. Non è solo un modo di dire. Loro, gli umani, cacciano le mani dappertutto. Se le sporcano e se le insozzano.  Se non lo facessero, avrebbero già trovato uno dei modi più semplici per evitarmi e sconfiggermi! Basterebbe poco: lavare e disinfettare le mani.
Ma non è finita: gli umani si tossiscono addosso, si starnutiscono in faccia. Non mantengono le distanze. Etci! Etci! Etci! Alcuni lo fanno senza nemmeno usare i fazzoletti, senza voltarsi da un’altra parte e mettere il viso nella piega del gomito. Ripeto: se non facessero così, avrebbero già trovato uno dei modi più semplici per evitarmi e sconfiggermi!
Altri mettono la mano davanti alla bocca, ma poi non se la lavano e vanno a toccare tutto: tavoli, sedie, maniglie, cellulari, pennarelli, telecomandi, tastiere del computer! “Ma che schifo!” direte voi. Ed avete ragione, perché io rimango depositato per un po’ sulle superfici! Lo ripeto un’altra volta: se non facessero così, avrebbero già trovato uno dei modi più semplici per evitarmi e sconfiggermi!
Sapete cosa succede poi? Io e i mie fratelli – siamo miliardi! – ci muoviamo insieme alle goccioline che si trovano negli starnuti e nei colpi di tosse. Basta un niente e noi Cattivirus ci intrufoliamo subito nel naso e nella bocca, perfino negli occhi e cominciamo a scendere, scenderescendere. Ci attacchiamo alle mucose. Dalla gola andiamo poi giù, ancora più giù, ma proprio giù
E ORA LAVORIAMO INSIEME!
PRENDIAMO UN BEL FOGLIO DA DISEGNO E TUTTO L’OCCORRENTE PER DIVERTIRCI IN QUESTA NUOVA SFIDA. OGNI VOLTA CHE TOSSIAMO O STARNUTIAMO BUTTIAMO NELL’ARIA MILIONI, MILIARDI, DI PICCOLE GOCCE. E’ COME UN DILUVIO, UNA TEMPESTA, UN CICLONE, UNA BOMBA ATOMICA DI SPRUZZI! PROVIAMO A DISEGNARE COSA ESCE DAL NOSTRO NASO E DALLA BOCCA. CI DIVERTIREMO E TANTISSIMO! E IMPAREREMO A STARE ATTENTI…A NOI STESSI E AGLI ALTRI. #stopcattivirus
3 – Continua –  © Funtasy Editrice

La copertina di AlbumOne – Per info: funtasyeditrice@gmail.com

I siti web di Funtasy editrice, Okay! e Social o dis-social? – e anche la  pagina “Noi siamo Okay!” su Facebook – stanno proponendo una iniziativa dedicata alla scuola, ai docenti e ai ragazzi, a casa da scuola. In sette puntate è presentata una storia incentrata sul problema di questi giorni: l’emergenza coronavirus.

L’iniziativa è promossa nell’ambito della collana editoriale di “AlbumOne / Storie giallorossoblu”, l’innovativo progetto di Funtasy editrice che già tante scuole italiane hanno apprezzato e adottato. La storia – scritta da Roberto Alborghetti, con i disegni di Eleonora Moretti – ha come titolo: “Il giorno in cui Cattivirus finì ko”.

Il materiale è messo a disposizione in anteprima dei docenti e degli stessi ragazzi. Potrà essere facilmente condiviso anche attraverso i social, in modo che gli alunni possano essere raggiunti anche grazie alla collaborazione dei genitori. Ogni storia, come è nello stile di AlbumOne, proporrà anche attività concrete, che potranno coinvolgere gli alunni in modo attivo ed inter-attivo. La storia avrà poi una edizione cartacea, che sarà disponibile su fascicolo. Una storia per battere il virus! Una storia per imparare ad essere cittadini responsabili! Insieme! #stopcattivirus

  • L’invito è per tutti: seguite la storia di Cattivirus e le prossime puntate. Se realizzerete disegni e lavori, li pubblicheremo on line, in modo che siano visibili a tutti. Soprattutto a Cattivirus, lo dobbiamo configgere! 
  • I disegni vanno inviati in formato jpg, o come semplice fotografia, a funtasyeditrice@gmail.com
  • Possono anche essere caricati direttamente sulla pagina Facebook di Noi Siamo Okay! Dite agli insegnanti e ai genitori di cercarla su Facebook.