UNA GIORNATA PER RICORDARE I CADUTI SUL LAVORO: DOMENICA 11 OTTOBRE LA 65a GIORNATA NAZIONALE DELL’ANMIL


ANMIL Immagine 65a Giornata

Domenica 11 ottobre, L’ANMIL (che le scuole conoscono bene anche per “Primi in Sicurezza”) celebra in tutta Italia la 65ᵃ Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro – istituzionalizzata nel ’98 con Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri su richiesta dell’Associazione – con il Patrocinio dell’INAIL. A Roma, nell’Auditorium della Direzione Centrale dell’INAIL (P. le Giulio Pastore, 6) si svolgerà, dalle 10.00 alle 13.00, la manifestazione principale. Alle ore 8.30, la Giornata si aprirà con una Cerimonia religiosa in memoria di tutti i caduti sul lavoro, nella Basilica dei Santi Pietro e Paolo all’EUR.

All’incontro, che si terrà presso l’INAIL, interverranno sui temi della sicurezza e della tutela delle vittime del lavoro oltre Presidente nazionale ANMIL Franco Bettoni: il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti; la Presidente della Commissione di inchiesta sugli infortuni sul lavoro del Senato, Camilla Fabbri; il Presidente della Commissione Lavoro al Senato, Maurizio Sacconi; il Presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano; il Presidente del CIV INAIL, Francesco Rampi; il Presidente dell’INAIL, Massimo De Felice; il Direttore Generale INAIL, Giuseppe Lucibello; il Segretario Confederale CISL, Giuseppe Farina e altre autorità.

Apriranno con un saluto i lavori l’Assessore regionale al Lavoro, Lucia Valente e il Presidente territoriale ANMIL Roma, Claudio Betti.

In ogni celebrazione di questa giornata saranno al centro dei dibattiti le realtà socio-economiche del nostro Paese e la tutela che deve essere garantita alle vittime del lavoro per una più equa e adeguata assistenza – ancor oggi legata ad una normativa obsoleta che risale al Testo Unico Infortuni del 1965 e che andrebbe completamente rivista – e verranno inoltre affrontati, sia a livello nazionale che a livello locale, anche il tema della sicurezza e le iniziative più efficaci in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro.

Il bilancio ufficiale per l’anno 2014 che emerge dall’ultimo Rapporto INAIL si è chiuso con un calo di circa 32mila infortuni, passati dai circa 695.000 casi denunciati nel 2013 ai 663.000 del 2014, per una variazione pari a -4,6%, dunque una flessione inferiore a quella che si era registrata negli anni precedenti (era stata pari a -6,8% nel 2013 e a -8,8% nel 2012). Tali dati destano una preoccupazione considerevole se si guarda ai casi mortali che nello stesso anno sono stati ben 662.

In considerazione, infine, dell’interesse del Papa verso queste tematiche, nell’Angelus di Domenica 11 ottobre il Santo Padre rivolgerà un pensiero all’ANMIL in ricordo della Giornata per le vittime degli incidenti sul lavoro.

PRIMI IN SICUREZZA 2015, UN'IMMAGINE DELLA PREMIAZIONE DELLO SCORSO GIUGNO PRESSO LA SEDE DEL PARLAMENTO.

PRIMI IN SICUREZZA 2015, UN’IMMAGINE DELLA PREMIAZIONE DELLO SCORSO GIUGNO PRESSO LA SEDE DEL PARLAMENTO.

Annunci

PRIMI IN SICUREZZA 2015: ECCO LE SCUOLE VINCITRICI. PREMIAZIONE A ROMA IL 4 GIUGNO


Ecco l’elenco ufficiale delle scuole e degli Istituti premiati per la XIII edizione di PRIMI IN SICUREZZA promossa da ANMIL ed OKAY! Le scuole sono state già informate ed invitate alla cerimonia di premiazione che si terrà a Roma il prossimo 4 giugno in una prestigiosa sede istituzionale.

PRIMI Elenco vincitori 1 (749x800)

PRIMI Elenco vincitori 2 (684x800)ICS MANZONI BARLETTA BT (13)o

UNA GRANDE NOTIZIA: L’ANMIL INCONTRERA’ PAPA FRANCESCO (1° OTTOBRE) PER TESTIMONIARE L’IMPEGNO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO


ACCADRA’ IL 1° OTTOBRE: PAPA FRANCESCO INCONTRERA’ L’ANMIL IN UNA UDIENZA SPECIALE RISERVATA. UN GRANDE GESTO DI SENSIBILITA’ PER L’ASSOCIAZIONE CHE DA 70 ANNI SI BATTE PER LA CULTURA DEL LAVORO SICURO E PER LA PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI SUL LAVORO. UN AVVENIMENTO CHE SEGUIREMO CON ATTENZIONE, ANCHE PERCHE’ ANMIL DA 13 ANNI E’ PARTNER DI OKAY! PER L’INIZIATIVA PRIMI IN SICUREZZA.  

ANMIL OBIETTIVO TUTELA

 

“TUTTI IN RAP” PER RIDURRE, ANZI PREVENIRE, GLI INCIDENTI SUL LAVORO… L’EDIZIONE 2015 DI PRIMI IN SICUREZZA


Ics Vazzola TV (6)

Tutti in RAP per dire basta agli infortuni sul lavoro! E per dire, a squarciagola, che occorre Ridurre Anzi Prevenire. Insomma fare RAP per battere gli incidenti in ambito lavorativo. È questa la grande novità della corrente edizione di PRIMI IN SICUREZZA. I partecipanti potranno inviare composizioni vocali, musicali e testuali che, in stile rap, affrontano le tematiche della prevenzione degli incidenti sul lavoro. È un modo efficace per raccontare, con il linguaggio di un genere musicale e dei giovanissimi, le urgenze e le emergenze del fenomeno della “insicurezza” dei luoghi di lavoro.

Le modalità di composizione ed espressione sono libere, come appunto deve essere un RAP. Potranno essere presentati videoclip, brani mp3 e testi, da caricare sui comuni supporti elettronici (pendrive, cd o siti web). Ci potrà essere un accompagnamento musicale o anche la sola esecuzione vocale. E per chi non ce la fa proprio a cantare, è sufficiente produrre un testo, una semplice “filastrocca rap” dove sia evidente il messaggio antinfortunistico. O realizzare un RAP visivamente, con disegni, fumetti, album… Insomma, date libero sfogo alla creatività… Perché occorre RAP, ossia Ridurre Anzi Prevenire gli incidenti sul lavoro!

Per questa sezione i migliori RAP scelti dalla Giuria tecnica verranno pubblicati sul sito di ANMIL per essere votati dal pubblico a partire dal 20 aprile fino al 30 maggio.

 

PISTE DIDATTICHE

E PROPOSTE DI ATTIVITA’

Accanto alla proposta del RAP, il tema di PRIMI IN SICUREZZA potrà essere affrontato nelle sue modalità tradizionali, seguendo alcune piste didattiche comunque utili anche per la realizzazione e la preparazione della stessa proposta RAP.

 

1 – Gli incidenti sul lavoro: come, quando e perché

  • Perché succedono gli incidenti sul lavoro? Quali sono le cause? Quali sono i settori più colpiti? Che cosa dicono le statistiche?
  • Proposte di attività: grafici e tabelle sul fenomeno degli incidenti ed infortuni in Italia ed in Europa; raccolta e commento di articoli e servizi giornalistici sul tema degli incidenti; incontro con un imprenditore della propria città o del proprio paese per intervistarlo sulla prevenzione e sulla sicurezza; visita ad una fabbrica o ad un ufficio per descriverne gli impianti, le attrezzature, le condizioni di sicurezza.

 

2 – “Io, vittima di un incidente sul lavoro”

  • Che cosa accade durante un incidente? Che tipo di conseguenze può comportare sul fisico e nella vita quotidiana? Che sentimenti e che stati d’animo provoca?
  • Proposta di attività: intervista ad una persona che ha vissuto l’esperienza di un infortunio sul lavoro; incontro con un medico che illustra le conseguenze fisiche (menomazioni, difficoltà di movimento ecc.) connesse con un infortunio sul lavoro.

 

3 – “Mamma e papà, è capitato anche a voi?”

  • Si parla in famiglia dei rischi negli ambienti di lavoro? I genitori confidano ai propri figli di lavorare in condizioni di disagio e di pericolo? Qualche genitore è stato vittima di incidenti sul lavoro?
  • Proposta di attività: sondaggio tra le famiglie degli alunni per verificare se incidenti sul lavoro hanno coinvolto mamma, papà o un parente; sondaggio tra le famiglie degli alunni sui principali rischi degli ambienti di lavoro; sondaggio tra le famiglie degli alunni sulle paure e sui timori che i genitori provano in un ambiente di lavoro; sondaggio tra le famiglie degli alunni sul rispetto delle condizioni di sicurezza negli ambienti di lavoro.

 

4 – Un messaggio per prevenire gli incidenti sul lavoro: scatena la tua fantasia

  • La sensibilizzazione è importante sul tema degli incidenti sul lavoro. Prevenire è meglio che curare, si dice. Come scuotere l’opinione pubblica su questo problema? Come richiamare l’attenzione sulla necessità di creare migliori condizioni di sicurezza sul lavoro?
  • Proposta di attività: crea uno slogan e un poster, realizza un disegno, produci uno spot televisivo, prepara un “jingle” radiofonico, inventa una t-shirt con un messaggio che aiuti a prendere coscienza del problema degli incidenti sul lavoro o della necessità di prevenirli.

 

5 – Così dice la Legge

  • Che cosa prevedono, in materia di sicurezza, le leggi italiane? Perché è importante per le aziende e per i lavoratori? Che cosa comporta per il datore di lavoro e per il lavoratore?
  • Proposta di attività: lettura e commento in classe di alcune delle principali disposizioni di Legge in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro; gioco-quiz su cosa prevedono le normative in caso di lotta antincendio, uso di dispositivi di protezione individuale, uso di strumenti video, lotta ai rumori.

 

6 – Un segnale per la vita

  • Sapete che non esiste soltanto una segnaletica stradale, ma c’è anche un segnaletica di sicurezza per i luoghi di lavoro? Ad esempio, avete notato che tipo di segnaletica c’è in un centro commerciale, in un cantiere edile, in un luogo pubblico? Sapete riconoscere la segnaletica che tutela la sicurezza e la salute negli ambienti di lavoro?
  •  Proposta di attività: realizzazione di tabelloni con i principali segnali di sicurezza sul lavoro; ideazione di un gioco da tavola con i vari cartelli (di divieto, di avvertimento, di prescrizione, di salvataggio e così via); ideazione di un nuovo segnale di sicurezza che, secondo la vostra fantasia, può essere utile per chi lavora; creazione di una t-shirt con una immagine-messaggio.

 

 

COME E COSA FARE:

MODALITÀ DI ESECUZIONE

I lavori di PRIMI IN SICUREZZA potranno essere eseguiti in piena libertà espressiva e creativa.

Accanto alle piste suggerite, potranno esserne sviluppate altre, secondo gli interessi e le attenzioni di ogni singola classe i temi. Quello che conta è il tema e come pensate sia meglio diffonderlo.

  • Potranno essere realizzati: disegni, poster, album fotografici, testi;
  • Potranno essere presentati articoli pubblicati sui propri giornalini scolastici.
  • Potranno essere prodotti spot promozionali, video, cd-rom, audiocassette.
  • Potranno essere realizzati: giochi di società, test, sondaggi (ad esempio: chiedere ad un campione di cittadini se sono soddisfatti del livello di sicurezza del proprio ambiente di lavoro).
  • Potrà essere realizzata una t-shirt.
  • Tutti i lavori di PRIMI IN SICUREZZA dovranno pervenire entro il 31 MARZO 2015 alla redazione di OKAY! al seguente indirizzo: OKAY! Concorso “primi in sicurezza” presso Casa M. E. Mazza, Via Nullo n. 48 – 24128 Bergamo.

 

I lavori non si restituiscono. Si invitano le classi a conservarne una copia (o fotocopia). Ogni lavoro dovrà riportare in modo chiaro i riferimenti della Scuola e degli autori compilando la scheda scaricabile dal sito di OKAY (www.okayscuola.wordpress.com) o dell’ANMIL (www.anmil.it) dove potrete trovare tutte le informazioni. In ogni caso è indispensabile indicare: nome della scuola, indirizzo completo, località e provincia di residenza, nominativo del docente referente, numero telefonico o e-mail.

 

PREMI E RICONOSCIMENTI NAZIONALI

La comunicazione dei vincitori avverrà con pubblicazione degli esiti della Commissione giudicatrice entro il 4 maggio sui siti di ANMIL e OKAY! oltre che direttamente alle scuole vincitrici a mezzo posta elettronica.

Una commissione di esperti valuterà insindacabilmente i lavori pervenuti ed assegnerà premi e riconoscimenti suddivisi per i seguenti ordini scolastici:

 

  • Scuole dell’infanzia
  • Scuole primarie
  • Scuole secondarie 1°
  • Scuole secondarie 2°

 

Inoltre per la sezione del RAP sono previsti 3 premi attribuibili sia alle scuole che a gruppi di studenti o singoli partecipanti. I concorrenti sono ammessi a partecipare fino alla frequenza della scuola secondaria di secondo grado.

È prevista l’assegnazione di 3 premi di utilità didattica (videolettori, impianti audio/mp3, fotocamere digitali, stampanti e così via) ai primi 3 vincitori di ciascun ordine scolastico.

Okay! ed ANMIL si riservano il diritto di promuovere iniziative ed attività (mostre, convegni, ecc.) con il materiale pervenuto.

L’iniziativa si chiuderà con una cerimonia di premiazione nazionale che si svolgerà a Roma il 4 giugno 2015.

***

Scarica la scheda di partecipazione da allegare ai lavori prodotti: 

PRIMI IN SICUREZZA – SCHEDA PARTECIPAZIONE

“BASTA INCIDENTI SUL LAVORO”: ECCO LE SCUOLE CAMPIONI DI “PRIMI IN SICUREZZA 2014”. UN SUCCESSO-BOOM!


NELLE FOTO: MOMENTI DEI LAVORI DELLA GIURIA, PRESSO LA SEDE ANMIL DI BERGAMO, CON IL PRESIDENTE PROVINCIALE LUIGI FELICIANI ED IL CONSIGLIERE AGOSTINELLI.

***

Ecco i “campioni” della XII edizione di “Primi in sicurezza”, la grande “campagna” contro gli infortuni sul lavoro lanciata da ANMIL ed Okay! Il lungo lavoro della giuria si è così chiuso, consegnandoci l’elenco delle scuole premiate. Come noto i premi sono attribuiti agli autori degli elaborati che si sono distinti per aver rispettato il tema, per originalità, per contenuto, per significato didattico ed anche per le modalità complessive di presentazione dei lavori.

Come preannunciato, la premiazione – o meglio: le premiazioni – quest’anno avranno un diverso andamento, con il coinvolgimento delle realtà regionali e territoriali dell’ANMIL, in occasione di eventi importanti collegati alla prossima “giornata” annuale per le vittime degli infortuni sul lavoro. Le scuole premiate saranno sempre e comunque raggiunte tramite posta elettronica e su questo sito informeremo via del calendario degli eventi, che coinvolgeranno l’intero territorio nazionale.

I lavori, quest’anno, sono stati particolarmente interessanti e di grande qualità, che hanno scandito una calorosa e grande partecipazione, da Nord a Sud, come del resto è confermato dalla graduatoria finale. Sempre sul sito, nei prossimi giorni, potrete trovate ampie foto-gallerie, con immagini e video (davvero molto belli, che metteremo in rete). Intanto, ecco l’elenco dei “campioni”, ai quali va il nostro plauso. Le sezioni sono due: quella “Nazionale” e quella riservata alle scuole di Bergamo e Lombardia.

SEZIONE NAZIONALE

PRIMI PREMI

FRANCESCO ALTOMARE, I.I.S. “A. GUARASCI”

ROGLIANO (CS)

*

ISTITUTO COMPRENSIVO “GARIBALDI” – PLESSO VALLELATA , APRILIA (LT)

*

ALUNNI DI SCUOLA SECONDARIA I GRADO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SCUOLA MEDIA, CANCELLO ARNONE (CASERTA)

*

ALLIEVI SCUOLA DELL’INFANZIA STATALE DI MATTIE’, IST. COMPR. BUSSOLENO, BUSSOLENO (TO)

*

CLASSE II I, SCUOLA SECONDARIA 1° “MANZONI”, BARLETTA (BA)

*

CLASSI 2B, 3 A, 3 B

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “R. SANZIO”, MERCATINO CONCA (PU)

*

MICHAEL SEMERARO CLASSE V

LICEO DELLA COMUNICAZIONE “S. CUORE “

ROMA (RM)

*

CLASSI 2C, 3C

SCUOLA SECONDARIA 1° I.C.S “MONTINI”

CASTELNUOVO DEL GARDA (VR)

*

SCUOLA SECONDARIA DI 1° I.C.S VAZZOLA

VAZZOLA (TV)

*

CLASSE IV

SCUOLA ELEMENTARE PARITARIA “SUORE DOMENICANE”, MONCALIERI (TO)

*

MARIA AZZURRA BROGNA

LICEO SCIENTIFICO STATALE “G.C. VANINI”

CASARANO (LE)

***

LE SCUOLE PREMIATE

BERGAMO E LOMBARDIA

1° PREMIO

MATTIA MICHELI, CLASSE 4a ELETTRONICA

ITIS “IVAN PIANA”, LOVERE ( BG)

*

2° PREMIO

SCUOLA DELL’INFANZIA “S. GIUSEPPE”

POSCANTE, ZOGNO (BG)

*

3° PREMIO

CLASSE 3AT GRAFICA E COMUNICAZIONE, IIS “CANIANA”, BERGAMO

 *

CLASSE 5a,

SCUOLA PRIMARIA “MAGREGLIO”

MILANO

*

CLASSE 5a, SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO “A. MANZONI”

DERVIO (LC)

*

CLASSE 1a C, SCUOLA SECONDARIA 1°

ICS GROMO, PLESSO VALBONDIONE (BG)

*

SCUOLA INFANZIA STATALE “CAVAGNIS”

SEZIONE B, ICS ZOGNO, ZOGNO (BG)

*

SCUOLA INFANZIA STATALE

ICS TAVERNOLA, TAVERNOLA BERGAMASCA (BG)

*

CLASSE 4 DEF

SCUOLA PRIMARIA “GIOVANNI XXIII”

GRASSOBBIO – BG

*

  1. PER CONTATTI ED INFO

  2. www.anmil.it

  3. www.okayscuola.wordpress.com/

  4. Redazione OKAY! tel. 035/314720

PRIMI IN SICUREZZA 2014: GIURIA AL LAVORO. GROSSE NOVITA’ IN ARRIVO PER LE PREMIAZIONI!


OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sta arrivando al traguardo la XII edizione di “Primi in sicurezza”, la grande “campagna” contro gli infortuni sul lavoro lanciata da ANMIL ed Okay! Sono in corso i lavori della giuria che ha l’obiettivo di selezionare il gruppo delle scuole premiate. Prossimamente verrà reso noto l’elenco delle scuole premiate, che sarà pubblicato tempestivamente on line sul sito www.okayscuola.wordpress.com/. Come noto i premi sono attribuiti agli autori degli elaborati che si sono distinti per aver rispettato il tema, per originalità, per contenuto, per significato didattico ed anche per le modalità complessive di presentazione dei lavori.

Sempre sul sito aggiorneremo circa le date della premiazione, che quest’anno, come previsto, avranno un diverso andamento, con il coinvolgimento delle realtà periferiche dell’ANMIL. Sono in arrivo diverse novità, che saranno svelate nei prossimi giorni. Le scuole premiate saranno avvertite direttamente, tramite posta elettronica.

Come noto, una commissione valuta i lavori pervenuti ed assegnerà premi e riconoscimenti suddivisi per i seguenti ordini scolastici: Scuole dell’infanzia, Scuole primarie, Scuole secondarie 1° grado, Scuole secondarie 2° grado. Una novità è rappresentata quest’anno dall’assegnazione, da parte delle sedi regionali o provinciali dell’ANMIL, di premi ad una scuola del proprio territorio risultata particolarmente meritevole.

Le scelte della commissione giudicatrice sono insindacabili. I lavori non si restituiscono; si invitano le classi a conservarne una copia (o fotocopia). Ogni lavoro dovrà riportare in modo chiaro: nome della scuola, indirizzo completo, località e provincia di residenza, nominativo del docente referente, numero telefonico o e-mail. Okay! ed Anmil si riservano il diritto di promuovere iniziative ed attività (mostre, convegni, ecc.) con il materiale didattico pervenuto dalle scuole.

“PRIMI IN SICUREZZA”: ECCO I PRIMI ELABORATI DA CASTELNUOVO DEL GARDA (ICS MONTINI, SECONDARIA DI 1°)…


FOTOGALLERIA DEDICATA AI LAVORI DEGLI STUDENTI DELL’ICS MONTINI DI CASTELNUOVO DEL GARDA (VERONA) COORDINATI DAL PROF. GIANFRANCO TASSINI.

*

Portare gli studenti italiani ad essere… “bravi in sicurezza”, avvicinandoli alla realtà della prevenzione come strumento per risolvere il fenomeno degli incidenti e degli infortuni. E’ questa la finalità della XII edizione di PRIMI IN SICUREZZA, promossa  da ANMIL ed OKAY! Come noto, classi scolastiche e singoli ragazzi, vi potranno prendere parte producendo e realizzando, entro la data del 31 marzo 2014, lavori, ricerche ed  elaborati sul tema della sicurezza e della prevenzione degli incidenti e degli infortuni sul lavoro. L’argomento potrà essere affrontato nella sua complessità o nei suoi aspetti particolari, come pubblicato in queste pagine.

ECCO COME PARTECIPARE

I lavori di PRIMI IN SICUREZZA potranno essere eseguiti in piena libertà espressiva e creatività. Accanto alle piste suggerite, potranno esserne sviluppate altre, secondo gli interessi e le attenzioni di ogni singola classe i temi. Potranno essere realizzati: disegni, posters, album fotografici, testi; potranno essere presentati articoli pubblicati sui propri giornalini scolastici; potranno essere prodotti spot promozionali, video, cd-rom, audiocassette; potranno essere realizzati: giochi di società, test, sondaggi (ad esempio: chiedere ad un campione di cittadini se sono soddisfatti del livello di sicurezza del proprio ambiente di lavoro) e t-shirts.

  • Tutti i lavori di PRIMI IN SICUREZZA dovranno pervenire entro il 31 MARZO 2014 alla redazione di OKAY! al seguente indirizzo: OKAY!, presso Casa M.E.Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo. La cerimonia di premiazione si svolgerà entro la fine del mese di maggio 2014.

  1. PER CONTATTI ED INFO

  2. www.anmil.it

  3. www.okayscuola.wordpress.com/

  4. Redazione OKAY! tel. 035/314720

 INCIDENTI SUL LAVORO: COME, QUANDO E PERCHÉ

Ecco alcune proposte di attività da realizzare in classe.

1 – Gli incidenti sul lavoro: come, quando e perché

  1. Perché succedono gli incidenti sul lavoro? Quali sono le cause? Quali sono i settori più colpiti? Che cosa dicono le statistiche?

  2. Proposte di attività:  grafici e tabelle sul fenomeno degli incidenti ed infortuni in Italia ed in Europa; raccolta e commento di articoli e servizi giornalistici sul tema degli incidenti; incontro con un imprenditore della propria città o del proprio paese per parlare della prevenzione e della sicurezza; visita ad una fabbrica o ad un ufficio per descriverne gli impianti, le attrezzature, le condizioni di sicurezza.

2 – “Io, vittima di un incidente sul lavoro”

  1. Che cosa accade durante un incidente? Che tipo di conseguenze può comportare sul fisico e nella vita quotidiana? Che sentimenti e che stati d’animo provoca?

  2. Proposta di attività:  intervista ad una persona che ha vissuto l’esperienza di un infortunio sul lavoro; incontro con un medico che illustra le conseguenze fisiche (menomazioni, difficoltà di movimento ecc.) connesse con un infortunio sul lavoro.

3 – “Mamma e papà, è capitato anche a voi?”

  1. Si parla in famiglia dei rischi negli ambienti di lavoro? I genitori confidano ai propri figli di lavorare in condizioni di disagio e di pericolo? Qualche genitore è stato vittima di incidenti sul lavoro?

  2. Proposta di attività: sondaggio tra le famiglie degli alunni per verificare se incidenti sul lavoro hanno coinvolto mamma, papà o un parente; sondaggio tra le famiglie degli alunni sui principali rischi degli ambienti di lavoro; sondaggio tra le famiglie degli alunni sulle paure e sui timori che i genitori provano in un ambiente di lavoro; sondaggio tra le famiglie degli alunni sul rispetto delle condizioni di sicurezza negli ambienti di lavoro.

4 – Un messaggio per prevenire gli incidenti sul lavoro: scatena la tua fantasia

La sensibilizzazione è importante sul tema degli incidenti sul lavoro. Prevenire è meglio che curare, si dice. Come scuotere l’opinione pubblica sui questo problema? Come richiamare l’attenzione sulla necessità di creare migliori condizioni di sicurezza sul lavoro?

  1. Proposta di attività: crea uno slogan, inventa un poster, realizza un disegno, produci uno spot televisivo, prepara un “jingle” radiofonico, inventa una t-shirt con un messaggio che aiuti a prendere coscienza del problema degli incidenti sul lavoro o della necessità di prevenirli.

5 – Così dice la Legge

  1. Che cosa prevedono, in materia di sicurezza, le leggi italiane? Perché è importante per le aziende e per i lavoratori? Che cosa comporta per il datore di lavoro e per il lavoratore ?

  2. Proposta di attività: lettura e commento in classe di alcune delle principali disposizioni di Legge in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro; gioco-quiz su cosa prevedono le normative in caso di lotta antincendio, uso di dispositivi di protezione individuale, uso di strumenti video, lotta ai rumori.

NOVITA’ / DOPPI PREMI PER VOI!

PREMI NAZIONALI

Una commissione valuterà i lavori pervenuti ed assegnerà premi e riconoscimenti suddivisi per i seguenti ordini scolastici:

  1. Scuole dell’infanzia, Scuole primarie, Scuole secondarie 1° grado, Scuole secondarie 2° grado.

Per ogni sezione scolastica è prevista l’assegnazione di  premi di utilità didattica (videolettori, impianti audio/mp3, fotocamere digitali, stampanti e cosi via).

PREMI SU BASE TERRITORIALE

Una novità è rappresentata quest’anno dall’assegnazione, da parte delle sedi regionali o provinciali dell’ANMIL, di premi ad una scuola del proprio territorio risultata particolarmente meritevole. Dunque, una doppia opportunità per tutte le scuole che parteciperanno alla XII edizione di Primi in Sicurezza.

Le scelte della commissione giudicatrice sono insindacabili. I lavori non si restituiscono; si invitano le classi a conservarne una copia (o fotocopia). Ogni lavoro dovrà riportare in modo chiaro: nome della scuola, indirizzo completo, località e provincia di residenza, nominativo del docente referente, numero telefonico o e-mail. Okay! ed  Anmil si riservano il diritto di promuovere iniziative ed attività (mostre, convegni, ecc.) con il materiale didattico pervenuto dalle scuole.

ANMIL ED OKAY! LANCIANO “PRIMI IN SICUREZZA 12”: SCOPRI TUTTE LE NOVITA’


OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“PRIMI IN SICUREZZA 2013/2014”

Promosso da Anmil ed Okay!

La prevenzione si impara a scuola:

idee, ricerche, proposte e messaggi,

Portare gli studenti italiani ad essere… “bravi in sicurezza”, avvicinandoli alla realtà della prevenzione come strumento per risolvere il fenomeno degli incidenti e degli infortuni. E’ questa la finalità della XII edizione di PRIMI IN SICUREZZA, che torna con alcune novità. Tra i partners, non c’è più Rossini Trading Spa, che ringraziamo per la collaborazione nel corso di undici anni. La “campagna” è ora promossa a pieno titolo da ANMIL ed OKAY! Come noto, classi scolastiche e singoli ragazzi, vi potranno prendere parte producendo e realizzando, entro la data del 31 marzo 2014, lavori, ricerche ed  elaborati sul tema della sicurezza e della prevenzione degli incidenti e degli infortuni sul lavoro. L’argomento potrà essere affrontato nella sua complessità o nei suoi aspetti particolari, come pubblicato in queste pagine.

ECCO COME PARTECIPARE

I lavori di PRIMI IN SICUREZZA potranno essere eseguiti in piena libertà espressiva e creatività. Accanto alle piste suggerite, potranno esserne sviluppate altre, secondo gli interessi e le attenzioni di ogni singola classe i temi. Potranno essere realizzati: disegni, posters, album fotografici, testi; potranno essere presentati articoli pubblicati sui propri giornalini scolastici; potranno essere prodotti spot promozionali, video, cd-rom, audiocassette; potranno essere realizzati: giochi di società, test, sondaggi (ad esempio: chiedere ad un campione di cittadini se sono soddisfatti del livello di sicurezza del proprio ambiente di lavoro) e t-shirts.          

  • Tutti i lavori di PRIMI IN SICUREZZA dovranno pervenire entro il 31 MARZO 2014 alla redazione di OKAY! al seguente indirizzo: OKAY!, presso Casa M.E.Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo. La cerimonia di premiazione si svolgerà entro la fine del mese di maggio 2014. 

  1. PER CONTATTI ED INFO

  2. www.anmil.it

  3. www.okayscuola.wordpress.com/

  4. Redazione OKAY! tel. 035/314720

INCIDENTI SUL LAVORO: COME, QUANDO E PERCHÉ

Ecco alcune proposte di attività da realizzare in classe.

1 – Gli incidenti sul lavoro: come, quando e perché

  1. Perché succedono gli incidenti sul lavoro? Quali sono le cause? Quali sono i settori più colpiti? Che cosa dicono le statistiche?

  2. Proposte di attività:  grafici e tabelle sul fenomeno degli incidenti ed infortuni in Italia ed in Europa; raccolta e commento di articoli e servizi giornalistici sul tema degli incidenti; incontro con un imprenditore della propria città o del proprio paese per parlare della prevenzione e della sicurezza; visita ad una fabbrica o ad un ufficio per descriverne gli impianti, le attrezzature, le condizioni di sicurezza. 

2 – “Io, vittima di un incidente sul lavoro”

  1. Che cosa accade durante un incidente? Che tipo di conseguenze può comportare sul fisico e nella vita quotidiana? Che sentimenti e che stati d’animo provoca?  

  2. Proposta di attività:  intervista ad una persona che ha vissuto l’esperienza di un infortunio sul lavoro; incontro con un medico che illustra le conseguenze fisiche (menomazioni, difficoltà di movimento ecc.) connesse con un infortunio sul lavoro.

3 – “Mamma e papà, è capitato anche a voi?”

  1. Si parla in famiglia dei rischi negli ambienti di lavoro? I genitori confidano ai propri figli di lavorare in condizioni di disagio e di pericolo? Qualche genitore è stato vittima di incidenti sul lavoro?

  2. Proposta di attività: sondaggio tra le famiglie degli alunni per verificare se incidenti sul lavoro hanno coinvolto mamma, papà o un parente; sondaggio tra le famiglie degli alunni sui principali rischi degli ambienti di lavoro; sondaggio tra le famiglie degli alunni sulle paure e sui timori che i genitori provano in un ambiente di lavoro; sondaggio tra le famiglie degli alunni sul rispetto delle condizioni di sicurezza negli ambienti di lavoro.    

4 – Un messaggio per prevenire gli incidenti sul lavoro: scatena la tua fantasia

La sensibilizzazione è importante sul tema degli incidenti sul lavoro. Prevenire è meglio che curare, si dice. Come scuotere l’opinione pubblica sui questo problema? Come richiamare l’attenzione sulla necessità di creare migliori condizioni di sicurezza sul lavoro?

  1. Proposta di attività: crea uno slogan, inventa un poster, realizza un disegno, produci uno spot televisivo, prepara un “jingle” radiofonico, inventa una t-shirt con un messaggio che aiuti a prendere coscienza del problema degli incidenti sul lavoro o della necessità di prevenirli.      

5 – Così dice la Legge

  1. Che cosa prevedono, in materia di sicurezza, le leggi italiane? Perché è importante per le aziende e per i lavoratori? Che cosa comporta per il datore di lavoro e per il lavoratore ?  

  2. Proposta di attività: lettura e commento in classe di alcune delle principali disposizioni di Legge in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro; gioco-quiz su cosa prevedono le normative in caso di lotta antincendio, uso di dispositivi di protezione individuale, uso di strumenti video, lotta ai rumori.  

NOVITA’ / DOPPI PREMI PER VOI!

PREMI NAZIONALI

Una commissione valuterà i lavori pervenuti ed assegnerà premi e riconoscimenti suddivisi per i seguenti ordini scolastici:

  1. Scuole dell’infanzia, Scuole primarie, Scuole secondarie 1° grado, Scuole secondarie 2° grado.  

Per ogni sezione scolastica è prevista l’assegnazione di  premi di utilità didattica (videolettori, impianti audio/mp3, fotocamere digitali, stampanti e cosi via).

PREMI SU BASE TERRITORIALE

Una novità è rappresentata quest’anno dall’assegnazione, da parte delle sedi regionali o provinciali dell’ANMIL, di premi ad una scuola del proprio territorio risultata particolarmente meritevole. Dunque, una doppia opportunità per tutte le scuole che parteciperanno alla XII edizione di Primi in Sicurezza. 

Le scelte della commissione giudicatrice sono insindacabili. I lavori non si restituiscono; si invitano le classi a conservarne una copia (o fotocopia). Ogni lavoro dovrà riportare in modo chiaro: nome della scuola, indirizzo completo, località e provincia di residenza, nominativo del docente referente, numero telefonico o e-mail. Okay! ed  Anmil si riservano il diritto di promuovere iniziative ed attività (mostre, convegni, ecc.) con il materiale didattico pervenuto dalle scuole.

PREMIATI I ”PRIMI IN SICUREZZA”: LA GRANDE FESTA ALLA “ROSSINI TRADING” CON SCUOLE DA TUTTA ITALIA. E TRA GLI OSPITI, IL CALCIATORE ATALANTINO CRISTIAN RAIMONDI


Davvero una grande festa di messaggi e di colori quella che si è svolta quest’oggi, 30 maggio 2013, per la cerimonia di premiazione dell’XI edizione di “Primi in sicurezza – Premio Emilio Rossini” che eccezionalmente si è tenuta a Seriate presso la sede della Rossini Trading Spa, l’azienda bergamasca promotrice, insieme all’Anmil e al mensile Okay!, dell’iniziativa che invita il mondo della scuola a realizzare elaborati sul tema della sicurezza in ambito lavorativo. Il tutto con l’obiettivo di stimolare una riflessione e diffondere tra le nuove generazioni una rinnovata consapevolezza in materia di infortuni sul lavoro e morti bianche.

L’eccezionale evento ha richiamato circa 400 studenti, provenienti dal nord al sud della Penisola. Accompagnati da genitori ed insegnanti, i giovani alunni hanno partecipato alle premiazioni ricevendo come riconoscimento per la qualità dei loro elaborati, del materiale didattico per le attività scolastiche interne. I primi classificati di ogni categoria (scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di 1° e secondarie di 2°), hanno ricevuto anche la medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, a testimonianza dell’alto valore sociale dell’iniziativa, la quale può inoltre fregiarsi, tra gli altri, del patrocinio della Commissione Europea, della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali.

Insieme al dott. Marco Rossini, AD di Rossini Trading Spa, ed alle sorelle Tiziana e Wilma, hanno fatto gli onori di casa Franco Bettoni (presidente nazionale ANMIL), Luigi Feliciani (presidente ANMIL della provincia di Bergamo), Mario Agostinelli (ANMIL Bergamo) e Roberto Alborghetti (direttore di Okay!). Hanno portato il proprio saluto il dott. Giuliano Capetti (Vice presidente ed Assessore alla Formazione della Provincia di Bergamo), il dott.Andrea Moioli (Ufficio Scolastico Provincia di Bergamo), la dott.ssa Alessia Ceroni (Confindustria Bergamo, vice presidente del Gruppo Giovani imprenditori), il dott. Giambattista Chiesa (Console Maestri del Lavoro di Bergamo), il rag. Renato Salerno, Oscar e Andrea Serra, con la signora Giovanna  (Editrice Velar, che ha omaggiato le scuole con una serie di pubblicazioni). Applauditissima la presenza di Cristian Raimondi, difensore dell’Atalanta, che ha parlato anche della sicurezza nel gioco del calcio ed ha firmato decine e decine di autografi.  

Grandi protagonisti gli studenti e docenti, i “Primi in Sicurezza 2013”, arrivati da ogni parte d’italia, da Casarano (Lecce) a Varallo Pombia (Novara), i quali hanno potuto ammirare la grande mostra del Decennale di “Primi in sicurezza”, allestita presso la Rossini Trading, in cui sono esposti gli elaborati: ben 10.000 tra poster, disegni, cartelloni, t-shirt, dvd, album, questionari, videoclip, giochi di società, cartoline e tanti altri elaborati creativi. Tutti lavori realizzati dagli alunni delle scuole della nostra Penisola e raccolti nelle ultime dieci edizioni del premio, intitolato alla memoria del fondatore dell’azienda bergamasca di prodotti antinfortunistici, Emilio Rossini.

Anche per questa XI edizione la risposta del mondo scolastico – dalle scuole dell’infanzia agli istituti superiori – è stata encomiabile, in termini di quantità e qualità, confermando sia la validità di un’idea sia la bravura di docenti ed allievi nell’affrontare in modo creativo le tematiche suggerite dalle unità didattiche. Una parte di questo materiale è stato illustrato durante la premiazione, nel corso della quale sono stati sottolineati i significati culturali, sociali ed educativi dell’iniziativa, unica nel suo genere.

L’obiettivo di “Primi in sicurezza” di avvicinare gli studenti alle problematiche degli incidenti in ambito lavorativo, al fine di conoscerne le cause e le dinamiche, sensibilizzando così le nuove generazioni sulla necessità della prevenzione, è perciò stato raggiunto anche quest’anno.

Nelle undici edizioni finora svoltisi, “Primi in sicurezza” ha coinvolto oltre 3.000 scuole da tutta Italia, coinvolgendo migliaia di docenti che con passione e dedizione hanno portato oltre un milione di alunni a riflettere su una tematica importante per il loro presente e il loro futuro, approfondendo ed indagando le cause di incidenti e morti sul lavoro. Un risultato che pone “Primi in sicurezza” all’avanguardia in Italia e in Europa nella promozione di una nuova etica negli ambienti di lavoro. Un impegno che continua negli anni, a partire dal mondo della scuola.

ALTRE FOTOGALLERIE NEI PROSSIMI GIORNI 

Per informazioni sull’iniziativa, è possibile consultare i seguenti siti Internet:

www.priminsicurezza.it 

www.rossinitrading.it 

www.anmil.it 

www.okayscuola.wordpress.com/