“CON IL CIBO NON SI SCHERZA!”: SERATA AL CASTELLO DI PONTEBOSIO (MS) SUL LIBRO DEL “PAPA CHEF”


Guest Writer: STEFANO ALBERTI

Serata particolare e speciale, quella di sabato 29 giugno, presso il seicentesco Castello di Pontebosio, in Lunigiana, dove è stato presentato “A tavola con Papa Francesco”, edito da Mondadori, già uscito in 15 Paesi, scritto da Roberto Alborghetti. Una cornice unica, nella quale l’autore ha raccontato retroscena ed aneddoti inediti della vita di un Papa che è ancora tutto da conoscere.

L’incontro, organizzato da Enrico Ghizolfi, è stato condotto dal giornalista e scrittore Egidio Banti (componente dell’Accademia della Cucina), che ha evidenziato le particolarità di un testo che non è un ricettario, ma una singolare biografia che permette di conoscere da vicino un pontefice che era un cuoco provetto ed aveva studiato chimica dell’alimentazione. “Con il cibo non si scherza!”: sono parole di Papa Bergoglio, riportate nel libro, dove sono frequenti i messaggi a favore della sostenibilità, contro lo spreco del cibo, per la salvaguardia delle colture e delle risorse della terra. Temi  che – ha detto Alborghetti – si radicano nel senso del libro, che è un invito a riflettere sul valore del trovarsi a tavola come tempo da vivere, per se e per gli altri.

Prima della cena, ispirata ad alcune ricette argentine illustrate nel libro, Francesco Corsi di ArtinGenio ha mostrato al pubblico un dipinto realizzato dall’artista Alfonso Mangone, che ha ritratto Papa Francesco nel simpatico gesto del pollice che indica “va tutto bene. La serata si è conclusa con un convivio che, ispirato nel menu dalle pagine del libro, è stato un omaggio all’Argentina, patria del pontefice. Dunque: empanadas (fagottini di pasta a forma di mezzaluna con un ripieno saporito e speziato); calamari ripieni; paella, in grado di unire tutti i popoli di lingua spagnola (e non); asado , arrosto con verdure gratinate; mousse al pistacchio.

Si ringrazia Francesco Corsi, Editore, per le foto.

Per informazioni:

https://www.castellodipontebosio.it/en/

info@castellodipontebosio.it

Annunci

DOMANI AL CASTELLO DI PONTEBOSIO IL LIBRO CHE PARLA DELLO “CHEF” PIU’ FAMOSO DEL MONDO


Guest Writer: STEFANO ALBERTI

Cracco? Cannavacciuolo? Vissani? Parodi? Alt! Liberate la mente dai condizionamenti pubblicitari e televisivi. Pensate invece ad uno Chef particolare. Lo Chef più famoso del mondo. Sì, Chef Francesco. Ossia Papa Bergoglio. Strano? Assurdo? No, assolutamente. Non è fake news. E’ la (sacrosanta) realtà.  Non (ci) credete? Vuol dire allora che avete bisogno di avere informazioni che per ora non avete. E questo libro (straordinario, unico nel suo genere), scritto da Roberto Alborghetti,  ve le fornisce in abbondanza, insieme a ben 36 ricette inedite e ad una eccezionale documentazione fotografica!

Sì, Papa Francesco è un cuoco provetto. Ha studiato chimica dell’alimentazione (quanti degli chef e masterchefs attuali possono dire altrettanto?). Ed ha del cibo la massima considerazione e il totale rispetto. Questo libro avrebbe forse dovuto intitolarsi “Con il cibo non si scherza!”. Parole di Papa Bergoglio, che nel libro è presentato nel racconto dei suoi frequenti messaggi a favore della sostenibilità, contro lo spreco del cibo, per la salvaguardia delle colture e delle risorse della terra. Temi attuali, che dovrebbero essere al centro di ogni agenda politica.

“A tavola con Papa Francesco” – testo originalissimo e documentatissimo, come è raro trovare in circolazione, edito da Mondadori, già uscito in ben 15 Paesi – sarà presentato domani, sabato 29 giugno al Castello di Pontebosio, Luxury Resort, nel comune di Pontebosio in Lunigiana (MS). E’ un evento speciale, un  appuntamento di grandissimo prestigio: sarà presente l’autore, Roberto Alborghetti, che rivelerà retroscena ed aneddoti inediti della vita di un Papa che è ancora tutto da conoscere. L’incontro è coordinato da Enrico Ghizolfi. Poi, ci si siede a tavola con le migliori ricette selezionate tra quelle incluse nel volume. Sarà un omaggio all’Argentina, patria di Papa Francesco.

Il menù “papale” prevede: – #empanadas, fagottini di pasta a forma di mezzaluna con un ripieno saporito e speziato che rappresentavano il piatto tipico preparato dalle donne argentine per i loro uomini di ritorno dalla pampa. I sempre nobili #calamari ripieni, un classico anche delle nostre zone di mare. La #paella, in grado di unire tutti i popoli di lingua spagnola (e non) grazie alla sua esplosione di colori e sapori. Ed ecco il dominatore della cucina argentina: l’ #asado con verdure gratinate, paziente ricetta di carne cotta lentamente alla brace, un trionfo assoluto di gusto.  Per #dessert la mousse al pistacchio. La serata inizia alle 19.30 con la presentazione del libro, in una location suggestiva ed unica. Da non perdere!

Per informazioni:

https://www.castellodipontebosio.it/en/

info@castellodipontebosio.it

Castello di Pontebosio, Luxury Resort, 54016 Pontebosio MS, Tel. 0187 472050

 #papa #cena#argentina #sudamerica #etnica

Pontebosio 3

A PICO (FR) DIBATTITO SU “SOCIAL O DIS-SOCIAL?” CON 18 DOMANDE-CHIAVE


DSCN4106DSCN4107DSCN4108DSCN4109DSCN4110

Anche a  Pico (Frosinone) hanno fatto tappa gli incontri per il libro Social o dis-social? di Roberto Alborghetti, con le illustrazioni e grafica di Eleonora Moretti, Funtasy Editrice. Una iniziativa preparata, con attività, iniziative, letture e lavori didattici. Gli allievi della primaria e della secondaria di primo grado – facente parte dell’IC Pontecorvo 2 – sono stati infatti coinvolti nel Progetto Lettura  coordino dalla docente  Anna Abatecola.

Prima dell’incontro con l’Autore, le classi hanno discusso di uso consapevole dei social network, di smartphone, web, bulli di ogni età e rischi della Rete. La traccia era costituita da 18 domande che sono state riportate su una serie di cartelloni, che ora documentano l’impegno per questa bella esperienza vissuta a Pico, dove tanti ragazzi si sono impegnati ad essere “social” e a utilizzare la tecnologia in modo sicuro, intelligente e positivo. Ringraziando la docente Anna Abatecola, riproponiamo l’intera traccia, utile per altre scuole.

20190402_163651_resized

NOTTINGHAM (UK): COSTRUENDO PONTI (E CREATIVITA’) ATTORNO AD UN VECCHIO AUTOBUS


SUCCESSO PER ROBERTO ALBORGHETTI NEL REGNO UNITO DOVE E’ STATO PROTAGONISTA DI UNA SERIE DI EVENTI NEL SEGNO DI CULTURA, ARTE E TURISMO.

 

 

Guest Writer: MARYSIA ZIPSER, Fondatrice ACT Group

Foto: Tracey Whitefoot, Inna Schutts, William Ranieri

La scorsa settimana, Beeston ha accolto il ritorno dell’amico speciale di ACT , l’italiano Roberto Alborghetti, biografo di Papa Francesco, autore di best-seller e pluripremiato giornalista ambientale, fotografo-artista visuale.

Durante un programma organizzato di 4 giorni, si è svolto un evento speciale presso The Garage / Gallery a Bartons Chilwell: “The Ghost Bus 2019 – In Conversation with … Roberto Alborghetti”. È stata una serata affascinante e coinvolgente, condotta dal giornalista e regista di origine italiana William Ranieri di TheLatestTV di Brighton.

Come appassionato di fotografia e giornalismo visuale, Roberto aveva già avviato, quasi 20 anni fa, un progetto chiamato “Lacer/Azioni” incentrato su immagini di crepe e graffi naturali, segni e materiali urbani e industriali.

Roberto ha spiegato come,durante la sua prima visita nel 2014,era incappato nel garage della famiglia Barton, a Chilwell, scoprendo il “Ghost Bus”, un pullman URR 865 Reliance del 1956, che aveva trascorso 20 anni “addormentato” in un campo aperto del Suffolk.

Iniziò a scattare fotografie macro di ciò che “vedeva” nel vecchio veicolo: terre, orizzonti, mari, cieli. Scene incredibili! Ha realizzato un cortometraggio sul Ghost Bus, presentato in anteprima al Bartons nel Marzo 2015, quando il vecchio autobus venne “illuminato” come una vera e propria installazione d’arte.

Nell’ottobre dello stesso anno, il film venne proiettato a Piancastagnaio Toscana durante un tour ACT di una settimana in Toscana da parte di una comitiva di Beeston. Le sue immagini di Ghost Bus hanno dato vita a diversi progetti, compresi The Volcano Dress e una etichetta per il vino di Pinzi Pinzuti, sull’Amiata. Applausi per il video girato nella Rocca Aldobrandesca di Piancastagnaio, una delle mete del tour toscano della comitiva inglese.

Il progetto Ghost Bus “Roads” è ora in tour. Dal 2016 Roberto collabora con la cantante e compositrice jazz di Beeston, Jeanie Barton, per creare opere visuali e musicali tra cui i brani  “Can I Think of Love?” e “Soon”, pubblicato sul nuovo album di Jeanie, intitolato ” Moments of clarity”.

Nel corso dell’evento, Roberto Alborghetti è stato intervistato su Papa Francesco e sull’ultimo best seller “A tavola con Papa Francesco” tradotto in 15 lingue, sui temi del cibo e degli sprechi alimentari. Ha parlato dei suoi libri per i ragazzi e del boom in Italia  del testo “Social o Dis-Social?”, sull’uso degli smartphone e del fenomeno del cyberbullismo. Roberto ha incontrato quest’anno quasi 20.000 studenti. Un problema, quello della tecnologia, che tocca anche i ragazzi del Regno Unito e in molti hanno chiesto la pubblicazione del libro anche in inglese. Alla domanda su cosa Robin Hood significhi per lui oggi, Roberto ha risposto “… ribellione positiva e coraggio”.

Il Sindaco di Broxtowe, Consigliere Michael Brown, ha dichiarato: “Sono stato contento di essere stato invitato a questo evento e sono rimasto affascinato dall’ottimo lavoro svolto. È delizioso vedere la comunità creativa portare eventi come questo nel nostro Comune “.

L’intera conversazione con film / clip musicali e immagini fisse è stata trasmessa in diretta e può essere vista tramite https://www.facebook.com/artculturetourism/

Per ulteriori informazioni sugli eventi di Roberto Alborghetti e The Ghost Bus, visita http://www.artculturetourism.co.uk Email: events@artculturetourism.co.uk.

https://robertoalborghetti.wordpress.com/

 

 

SERATA-EVENTO AL CASTELLO DI PONTEBOSIO (MS) PER “A TAVOLA CON PAPA FRANCESCO” (29 GIUGNO 2019)


 

 

“A tavola con Papa Francesco” di Roberto Alborghetti (Mondadori) è presentato in una sede suggestiva nel cuore della Lunigiana: il Castello di Pontebosio, Luxury Resort, (MS) il 29 Giugno 2019, alle ore 19,30; seguirà cena. Una location storica, di grande interesse architettonico, per un libro pubblicato già in 15 Paesi. Una sorprendente biografia su tematiche di grande attualità. Un volume di 208 pagine, con oltre 250 fotografie e 36 ricette inedite.
* Castello di Pontebosio, Luxury Resort, 54016 Pontebosio MS, 0187 472050

“A TAVOLA CON PAPA FRANCESCO” A PONTECORVO (FR): INCONTRO E CENA SOLIDALE (LUN. 3 GIUGNO)


20190530_104552

Gli inviti per l’evento di lunedi 3 giugno. A tavola con Papa Francesco.

C’è grande attesa a Pontecorvo (Frosinone) per l’evento di lunedi 3 giugno 2019: una serata speciale sul libro “A tavola con Papa Francesco” di Roberto Alborghetti (Libri Mondadori) promossa dall’IC Pontecorvo 2 diretto dalla ds Rita Cavallo. Un evento costruito grazie alla collaborazione dei docenti, delle famiglie e delle istituzioni del territorio. Inizio alle ore 17.30 presso l’Aula Magna dell’IC Pontecorvo 2. Previsti gli interventi dell’autore di “A Tavola con Papa Francesco”, della dirigente scolastica, dei rappresentanti delle istituzioni. Animazione musicale con l’Orchestra studentesca dell’IC. Conduce l’incontro il giornalista Massimo De Santis. Seguirà cena solidale – organizzata dall’Amministrazione Comunale di Pontecorvo, da ASM Pontecorvo, Associazione Faracommando – basata su alcune ricette illustrate nel libro, che sarà disponibile al pubblico nel corso dell’evento.

Il libro, edito in Italia da Mondadori, è uscito già in 15 Paesi. E’ stato definito “una sorprendente biografia su tematiche di grande attualità: alimentazione, lotta allo spreco, sostenibilità”. Consiste in 208 pagine, con oltre 250 fotografie (anche d’epoca), e presenta 36 ricette inedite ispirate a momenti della vita di Papa Bergoglio che, non va dimenticato, si diplomò in Chimica dell’Alimentazione (il libro ricostruisce anche questo aspetto, poco approfondito della vita del giovane Jorge Mario). “A tavola con Papa Francesco” è il racconto di come il cibo, con tutto ciò che significa e rappresenta, riveli davvero ognuno di noi. La pubblicazione è stata accolta ovunque con grande attenzione, dimostrata anche dalle numerosissime recensioni della stampa internazionale.

QUI SOTTO: ALCUNI ARTICOLI DEDICATI AL LIBRO PUBBLICATI DALLA STAMPA INTERNAZIONALE

 

“SOCIAL O DIS-SOCIAL?”: GIORNATA DI INCONTRI A S.BARTOLOMEO IN GALDO E BASELICE (17/5/’19)


lOCANDINA

Il giro degli incontri di presentazione di “Social o dis-social?” arriva anche in provincia di Benevento, precisamente nel territorio dell’Alto SannioSan Bartolomeo in Galdo e Baselice sono le località che saranno coinvolte negli incontri previsti per venerdi 17 maggio 2019, nell’ambito delle attività dell‘Istituto Comprensivo Leonardo Bianchi, diretto dalla DS dott.ssa Maria Vittoria Barone. E’ l’unica tappa in Campania di un lungo tour che finora ha interessato più di 180 città, coinvolgendo già quasi 20 studenti.

Roberto Alborghetti, autore del libro edito da Funtasy con le illustrazioni di Eleonora Moretti, guiderà gli incontri, aperti alle Istituzioni, ai genitori degli allievi, alle associazioni culturali, sportive e religiose presenti sul territorio. L’iniziativa è stata organizzata dalle docenti di scuola primaria Maria Leonarda Colucci e Angelica Paolozza. Hanno collaborato, per la buona riuscita dell’evento, i collaboratore del DS Carmela Grosso e Giovanna Pepe e i referenti di plesso Giovannina D’Andrea, Delia De Matteis, Raffaella Santoro, tutti i docenti dell’IC Bianchi. L’iniziativa è coordinata dalla Libreria Damiano ( Via Vetrone ) di Benevento. Il programma interesserà, nella mattinata, classi della scuola primaria e della secondaria di 1°. Questi gli  orari degli incontri, nei quali sarà presente anche Paolo Sandini di Funtasy Editrice:

  • BARTOLOMEO IN GALDO (BN)– ORE 8.30 INCONTRO PRESSO IL TEATRO COMUNALE (SITUATO NEL CENTRO STORICO DELLA CITTÀ).
  • BASELICE (BN)– ORE 30 INCONTRO PRESSO LA SCUOLA PRIMARIA, IN VIA LUIGI CAPUANO.

Al centro degli incontri con studenti e genitori verranno posti aspetti e questioni della cittadinanza digitale, tema urgente e tra i più sensibili dei nostri giorni. Non nuovo a testi che riguardano il rapporto tra le nuove generazioni e l’uso responsabile degli strumenti informatici e di Internet, Roberto Alborghetti sta compiendo un lungo giro tra varie città italiane, incontrando migliaia di studenti, docenti e genitori sulle tematiche suggerite da “Social o dis-social?”, pubblicato da Funtasy Editrice.

Il libro – che presenta una riflessione introduttiva del prof. Mario Morcellini, commissario nazionale AGCOM – si propone come una sorta di accattivante guida per accompagnare gli “under 14″(e non solo) nella navigazione dell’web. Illustrato graficamente da Eleonora Moretti e stampato con il carattere Easy Reading – che facilità la leggibilità nei soggetti che vivono forme di dislessia, fenomeno che gli stessi dati del Miur indicano in costante aumento – “Social o dis-social?” risponde in modo concreto all’esigenza di informazione e formazione sulle tematiche dell’uso consapevole della tecnologia digitale. Infatti, si leva insistente da molti genitori l’allarme che riguarda i figli eternamente iper connessi sugli schermi di smartphone, tablet e play station, preda di chat e videogiochi che rubano sempre più tempi e spazi.

Un’attrazione fatale che, appunto, comincia dai primi anni di vita e si consolida col passare degli anni, sino a diventare una vera dipendenza. Numerosi sono i moniti provenienti dal campo medico, scientifico e pedagogico. Lo stesso Tim Cook, il gran capo di Apple, e Tim Berners Lee, “padre fondatore” della Rete, parlano di overdose da connessione. Vi è dunque la necessità di fornire ai più giovani, e ai genitori, elementi e strumenti di lettura della realtà per capire se il web ci stia effettivamente rendendo più “dis-social” che “social”. Come appunto suggerisce il titolo del libro che sarà al centro della giornata nell’Alto Sannio.

RAVENNA: SERATA “SOCIAL O DIS-SOCIAL?” AL “SAN PAOLO – PALALEO” (14 MAGGIO, ORE 20,45)


20190423_154848

Martedì 14 maggio 2019, alle ore 20.45, presso la Parrocchia di San Paolo (Palaleo) in Ravenna, in Via Sighinolfi 20 (piazza del mercato-stadio), l’AGeSC, Associazione genitori scuole cattoliche e i Padri Giuseppini della Parrocchia di San Paolo, hanno promosso una “serata social” per riflettere sulle tematiche suggerite dal libro “Social o dis-social?“, di Roberto Alborghetti, illustrato da Eleonora Moretti, edito da Funtasy.  Il tema dell’incontro è “Noi, nella rivoluzione dei social. Cose da sapere per vivere la tecnologia come un’opportunità di crescita e non come un’esperienza che può ostacolare il benessere personale”. Insieme all’autore del libro interverrà l’avvocato Andrea Zaccaria, che nella sua vita professionale si occupa di questioni legali inerenti l’uso dei media tecnologici. L’ingresso è libero. L’iniziativa è realizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna. Qui sotto il comunicato stampa sull’evento.

20190505_200715_resized

 

IL LIBRO “A TAVOLA CON PAPA FRANCESCO”, INTERVISTA SULL’EVENTO A VILLA RONCUZZI (RAVENNA).


Il programma “Stop! Parliamo di attualità”, in onda su Radio Ravegnana, dedica ampio spazio all’evento speciale dedicato al libro “A tavola con Papa Francesco” di Roberto Alborghetti (Mondadori) in programma domenica 12 maggio 2019 (ore 16) a Villa Roncuzzi, Russi (Ravenna). Intervista ad Ornella Fiorentini, che ha coordinato l’evento culturale, con la pubblica lettura di alcune pagine del libro. Un singolare documento su una iniziativa molto attesa in Romagna. L’evento, curato da Patrizia Poggi, sarà un vero e proprio “spettacolo della parola”, con musica, arte e poesia, in collaborazione del Museo della Civiltà Contadina, che guiderà la preparazione artigianale del pane, che sarà poi offerto agli intervenuti.

CHIETI: GRANDE PARTECIPAZIONE ALL’EVENTO “A TAVOLA CON PAPA FRANCESCO”


Partecipatissimo evento speciale a Chieti per la presentazione del libro “A tavola con Papa Francesco / Il cibo nella vita di Jorge Mario Bergoglio”, di Roberto Alborghetti, Mondadori. Si è tenuto presso la Sala Conferenze dell’Hotel Iacone (Viale Abruzzo 372), promosso dall’Arcidiocesi di Chieti-Vasto, dall’Ufficio diocesano per la Pastorale del Turismo, del Tempo libero e Pellegrinaggi, e dall’Istituto Comprensivo n3 Chieti.  Grande la copertura mediatica registrata dall’evento, che prevedeva anche un’esperienza conviviale: una cena curata dallo chef Armando Iacone, ispirata apiatti tipici argentini: empanadas, paella, asado con verdure gratinate, mousse al pistacchio. Un menu suggerito dalle pagine dello stesso libro, che contiene ben 36 ricette che fanno parte del “vissuto” di un Papa che, come ha rivelato Alborghetti, si è diplomato in Chimica dell’Alimentazione, lavorando pure in un laboratorio di analisi chimiche sui cibi.

Prima dell’intervento dell’autore hanno portato i saluti il sindaco di Chieti dott. Umberto Di Primio e la dott.ssa Maria A. Michelangeli, Ds dell’IC Chieti n.3. L’incontro e stato moderato e coordinato da don Emiliano Straccini – che ha sostenuto e incoraggiato l’iniziativa – docente e Direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale Turismo, Tempo libero e Pellegrinaggi. Gli interventi hanno sottolineato il valore della pubblicazione, che indaga un tema – quello dell’alimentazione – che è sempre più strategico per il futuro dell’umanità e che richiama fortemente tutti alla responsabilità, come appunto è illustrato nel libro, una innovativa biografia che narra di un Papa che valorizza e privilegia l’incontro e le relazioni umane, anche a tavola.

Nelle foto di Paolo Sandini alcune immagini dell’evento di Chieti.

20190506_093325