“NOMACHI, LE VIE DEL SACRO”: A ROMA UNA GRANDE MOSTRA PER RACCONTARE POPOLI E CULTURE


VIE DEL SACRO 2

Aperta il 14 dicembre scorso e visitabile fino al 4 maggio 2014, “Nomachi /Le vie del sacro” è la più grande mostra antologica di Kazuyoshi Nomachi e la sua prima assoluta in Occidente. Con circa 200 scatti il percorso espositivo articolato in 7 sezioni ricostruisce il viaggio di una vita attraverso la sacralità dell’esistenza quotidiana, un’esperienza vissuta dall’artista in terre tra loro lontanissime,ma accumunate da quella spiritualità che dà un ritmo e un senso alle condizioni di vita più dure.

Kazuyoshi Nomachi è sempre stato un fotografo documentarista, sin dal suo primo viaggio nel Sahara quando aveva venticinque anni. In Africa è rimasto affascinato dai grandi spazi e dalla forza della gente che vive in ambienti così difficili. Per oltre 40 anni, intorno al tema “della preghiera della ricerca del sacro”, ha rivolto la sua attenzione alle più diverse culture tradizionali che sono l’espressione di popoli che abitano nelle terre più aspre, ai quattro angoli del mondo. Nomachi ha saputo cogliere la spiritualità che percorre quei paesaggi di unica e straordinaria bellezza, dove i ritratti e le figure umane assumono una dignità assoluta e si fondono con il contesto in composizioni quasi pittoriche, dominate da una luce abbagliante, reale e trascendentale al tempo stesso.

Nomachi nasce in Giappone nel 1946 a Mihara, un villaggio nel Distretto di Hata, Prefettura di Kochi. Studia alla Kochi Technical High School e inizia a scattare fotografie fin dall’adolescenza. Nel 1969 studia fotografia con Takashi Kijima. Nel 1971 inizia la sua carriera come fotografo pubblicitario free-lance e l’anno successivo compie il suo primo viaggio nel Sahara, dove rimane colpito dalle dure condizioni di vita degli abitanti di un ambiente così ostile. Decide a quel punto di dedicarsi al foto-giornalismo. Quasi a fare da contrappunto alla sua lunga esperienza nel riarso deserto matura in lui l’ispirazione del Nilo come tema, “Il Nilo, perenne flusso d’acqua che mai si prosciuga scorrendo nell’arido Sahara”. È questo concetto che dal 1980 guida la sua ricerca lungo il Nilo Bianco, dal delta fino alla fonte in un ghiacciaio dell’Uganda, poi lungo il Nilo Blu fino alla sorgente negli altopiani dell’Etiopia. Strada facendo, egli cattura nei suoi scatti la forza dell’ambiente e della gente di questa vasta regione dell’Africa. Dal 1988 rivolge la sua attenzione all’Asia. Mentre esplora le aree occidentali della Cina, viene attratto dalle popolazioni che vivono nelle estreme altitudini del Tibet e dal Buddismo. Questo incontro lo porta, fra il 2004 e il 2008, a visitare quasi l’intera area di cultura tibetana, spingendosi poi alla scoperta delle origini nelle terre del sacro Gange, dove nacque l’Induismo. Dal 1995 al 2000 Nomachi accede alle più sacre città dell’Islam e viaggia per cinque anni in Arabia Saudita, avendo l’opportunità di fotografare il grande pellegrinaggio annuale alla Mecca e a Medina.

È stato così il primo a documentare in modo così ampio e approfondito il prodigioso pellegrinaggio di oltre 2 milioni di musulmani verso la loro città santa, la Mecca. Dal 2002 visita anche gli altopiani delle Ande, il Perù e la Bolivia, per indagare l’intreccio fra cattolicesimo e civiltà Inca, ricerca che prosegue a tutt’oggi.

Raccolte in 12 grandi edizioni antologiche, le sue fotografie sono pubblicate in tutto il mondo e appaiono nelle principali riviste di fotografia, come The National  Geographic, Stern e GEO. I lavori realizzati nel Sahara, lungo il Nilo, in Etiopia, in Tibet e in Arabia, hanno suscitato negli anni una grande ammirazione, anche nei paesi occidentali e hanno vinto numerosi premi, tra cui l’Annual Award of the Photographic Society del Giappone nel 1990 e nel 1997 e, nel 2009, la Medal of Honor with Purple Ribbon (riconoscimento del governo giapponese per meriti accademici o artistici).

Nel 2005 i suoi 30 anni di attività vengono presentati  in una grande mostra dal titolo Il pellegrinaggio del fotografo, un viaggio attraverso le “preghiere” che l’obiettivo di Nomachi ha raccolto in ogni parte del mondo.

La mostra è resa possibile dall’accordo sottoscritto da Civita con l’artista per l’organizzazione di eventi espositivi in Italia e in Europa. Nella prima sede a Roma, un sorprendente allestimento, progettato da Peter Bottazzi per gli spazi espositivi della Pelanda, propone ai visitatori un percorso affascinante e coinvolgente. Titta Buongiorno con Volume ha progettato le luci. Canon ha curato tutte le stampe, garantendo una straordinaria qualità delle riproduzioni. Il catalogo è pubblicato da National Geographic Italia.

La mostra è promossa dall’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale, dal MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma e da Civita, con il sostegno di Canon e con la collaborazione di Crevis e della Fondazione Italia Giappone.

Scheda informativa

Nomachi. Le vie del sacro

La Pelanda – Centro di Produzione Culturale

Roma, Piazza Orazio Giustiniani, 4

14 dicembre 2013 – 4 maggio 2014

Orari

da martedì a venerdì h 16,00 – 22,00

sabato e domenica h 11,00 – 22,00

l’ingresso è consentito fino alle ore 21.00

chiuso il lunedì, 24, 25, 31 dicembre 2013 e 1 gennaio, 1° maggio 2014

Biglietti

intero € 10,00

ridotto € 8,00 per minori di 18 e maggiori di 65 anni, gruppi di oltre 15 persone, universitari con tesserino e titolari di apposite convenzioni

ridotto speciale € 4,00 per gruppi di studenti delle scuole elementari, medie e superiori

gratuito per minori di 6 anni, due insegnanti accompagnatori per classe, giornalisti con tesserino, disabili con un accompagnatore.

Info

www.mostranomachi.it ; 060608

Annunci

UN BELLISSIMO CONCERTO: GLI AUGURI DI NATALE DAL MINICORO MONTEROSSO DI BERGAMO… VOCI E VOLTI DA TUTTO IL MONDO


Un Concerto per augurare Buon Natale. Davvero bravissimi i piccoli coristi del Minicoro Monterosso che recentemente hanno proposto brani intonati alla festività natalizia presso il Tempio Votivo della parrocchia Santa Lucia di Bergamo. La manifestazione, promossa dall’Associazione “Amici di Maria Elisabetta Mazza” e dal suo presidente, dottor Giovanni Battista Sertori, ha offerto l’opportunità di ammirare ed applaudire una straordinaria formazione che ha già al suo attivo importanti affermazioni di pubblico e critica. L’iniziativa ha avuto il sostegno e la collaborazione delle Piccole Apostole della Scuola Cristiana, fondate dalla maestra Bettina Mazza, e dalla stessa parrocchia. Calorosi e copiosi gli applausi che hanno accolto un ricco repertorio di canti natalizi, eseguiti con bravura e partecipazione.   

Il Minicoro Monterosso di Bergamo – fondato e diretto da Silvana Conversano – è un coro di voci bianche con un repertorio di canzoni per l’infanzia i cui testi, pur divertendo, trattano temi universali quali la pace, l’amicizia, la solidarietà, l’ecologia, attinti dal repertorio dello Zecchino d’Oro, di Walt Disney e dei migliori cantautori italiani ed esteri. Il Minicoro, nato nel 2001 un po’ per gioco, si è trasformato poco alla volta in una realtà capace di coniugare la voglia di stare insieme con la possibilità, offerta dalla musica, di vivere valori quali l’ascolto e il rispetto reciproco, il senso d’appartenenza ad una grande famiglia, nella tolleranza delle diversità di religione e cultura.

Il coro, che conta attualmente circa 60  elementi di età compresa tra i 4 e i 14 anni, accoglie bambini provenienti da diversi Paesi, segnalandosi come una singolare esperienza educativa e di integrazione sociale e culturale. E’ una verae propria formazione multietnica che ha al suo attivo partecipazioni ad eventi diffusi anche dalle televisioni nazionali. Da segnalare che il Minicoro Monterosso ha ottenuto un riconoscimento speciale dall’Assessore all’Immigrazione del Comune di  Firenze con la seguente motivazione: “Per il prezioso contributo che tale coro fornisce, attraverso la musica, all’integrazione dei bambini extracomunitari e delle loro famiglie.”  Dal febbraio 2008 il Minicoro Monterosso è ufficialmente diventato Associazione di Promozione Sociale.

R.A.          

Volete invitare a cantare il  Minicoro Monterosso di Bergamo

Scrivete a: silconversano@tiscali.it

o telefonate al numero:  3402838677

FENOMENI / CHE BELLI I CALENDARI DEI “CARTOONS”: ECCO QUELLI PER L’ANNO 2014


CALENDARI 2014

di GIANNI SORU

Sono arrivati i nuovi calendari per l’anno 2014. Quest’anno sono rivolti a tutti quei personaggi bellissimi, che ci hanno fatto sognare, divertire, innamorare. Personaggi e fumetti bellissimi, famosissimi ed amatissimi.

Il calendario per i maschietti contiene: l’omino elastico “Tiramolla”, il coniglietto “Pinky”, i castorini “I Ronfi”, le papere de “I Paperotti”, il piccolo leopardo “Leo O’Pard”, i 2 bambini de “I Bambinari”, il pagliaccetto “Pierrot”, la palla dalla lingua lunga “Slurp”, il leoncino “Turbo”, l’indiano “Piccolo Dente e Occhio di Luna”, gli orsetti “I Coccolotti”, l’investigatore “L’ispettore Bobop”.

Il calendario per le femminucce contiene: la gattina rosa “Hello Kitty”, i due bimbi innamorati “Love is…”, la cagnolina rosa “Poochie”, le bimbe di “Sara Kay”, la ragazzina “Holly Hobbie”, la bimba “Lovely Doll”, la bimba fragolina “Straweberry frutti di bosco”, la folletta “Victoria Plum”, la fatina “Principesa Lillifee”, i due angioletti “Little Twin Star”, la ragazza “Barbara”, la bimba “Tiny Candy”.

Personaggi apparsi sulle pagine del Corriere dei Piccoli, de Il Giornalino, del Più, sugli album di figurine, che si sono tirati dietro una miriade di merchand e che hanno fatto storia.

 

 

GIANNI SORU

FENOMENI/ DA “CALIMERO” A “WINX CLUB” : AVVENTURE DA COLLEZIONE


MERLIN COLLECTION

DI GIANNI SORU

Nel 1995 nasce la Merlin Collection (simbolo di rappresentanza, un mago rassomigliante molto a Merlino). Questa nuova casa editrici per album di figurine, otterrà subito un enorme successo. Pubblicherà tanti album bellissimi e vendutissimi, negli anni ’90 e 2000 saranno loro ad ottenere i diritti di serie molto popolari e saranno i loro gli album più venduti come: “Ben 10” (2 album), “Calimero”, (la 2 serie, la prima è dell’Euroflash ed una dell’Edigamma), “Che magnifiche spie” (2 serie, la prima è della Panini), “Dragon Ball” (la prima pubblicazione, 6 album li farà poi la Panini ed uno la Giochi preziosi); “Gemelli nel segno del destino”, “Hamtaro piccoli criceti grandi avventure” (la 2 serie, la prima è dell’Edizione Panini), “Holly e Benji due fuoriclasse” (il 2° e 3° album, il primo album è della Junior Stickers e il quarto e della New Link), “I Cavalieri dello zodiaco”, “I Puffi” (la prima serie è dell’Edizione Panini), “James Bond junior”, “Le magiche ballerine volanti”, “Let’s and go”, “Lupin l’incorreggibile Lupin” (che contiene la 1 e la 3 serie TV), “Magica Doremì”, “Mew Mew amiche vincenti”, “Piccoli problemi di cuore”,  “Pokemon” (le prime 4 serie, le altre saranno seguite dalla Ultimate Stickers), “Power Rangers” (dedicato al celeberrimo telefilm), “Rossana”, “Sailor Moon” (ben 5 album per le 5 serie), “Street fighter II” (dedicato al celebre videogioco), “Street Sharks”,“Tazmania”, “The Mask”, “Turtles” (la nuova serie), “Winx Club pocket collection” (un mini album tascabile, le altre serie sono dell’Edizione Panini), “Zorro” (la 3 serie)

GIANNI SORU

FENOMENI/ RIVISTE E GIORNALINI CON PAGINE DA COLORARE


 GIORNALINI DA COLORARE

di GIANNI SORU

Tra le cose più divertenti da fare è quello di poter colorare, con i pennarelli o con le matite, i personaggi dei cartoni animati. Tanti i personaggi (ma non molti), hanno avuto il loro giornaletto personale da colorare; tra i più gettonati ci sono stati quelli di “Animaniacs”, “Anna dai capelli rossi”, “Belle e Sebastien”, “Bia la sfida della magia”, “Calimero”, “Candy Candy”, “Charlotte”, “Braccio di ferro”, “Daitarn 3”, “Digimon”, “Dora l’esploratrice”,  “Dragon ball” (proposto negli anni 2000), “Goldrake”, “Flo la piccola Robinson”, “Gli antenati”, “Gli orsetti del cuore”, “Hamtaro piccoli criceti grandi avventure”, “Heidi” (riproposto poi anche negli anni 2000), “Holly e Benji due fuoriclasse” (usciti anche negli anni 2000), “I Looney Tunes”, “I baby Looney Tunes”, “I Cavalieri dello zodiaco”, “I favolosi Tiny”, “I Puffi” (riproposti anche negli anni ’90), “Iridella”, “Il grande Mazinga”, “Jeeg robot”, “La pantera rosa” (riproposti anche negli anni 2000 con il pennarello magico), “La principessa Sissi”, “L’ape Maia” (riproposti anche negli anni 2000), “L’incantevole Creamy”, “L’orso Yoghi” (riproposti poi anche negli anni 90 e 2000 con il pennarello magico), “Lady Lovely”, “Lady Oscar”, “Magica Doremì”, “Mazinga Z”, “Mirmo”, “Topolino” (riproposti poi anche negli anni 80), “Paperino” (riproposti poi anche negli anni 80), “Pokemon”, “Remì le sue avventure”, “Scooby doo” (riproposti poi anche negli anni 2000 con il pennarello magico), “Spongebob”, “Tartarughe ninja alla riscossa”, “Tom and Jerry” (riproposti anche negli anni 90 e 2000 con il pennarello magico), “Vola mio Miniponi”, “Winx club”…

Nel 1988-1989, usciranno tantissime riviste per colorare i personaggi dei cartoni animati, e si chiameranno <Colora>, <Ciao Amici Colora>, <Bravissimi Colora>, <Fantastico Colora>, <Cartoni in Tivù Colora>, <Cartonissimi>… la cosa davvero bella di queste riviste è che si potevano trovare più personaggi diversi ed erano davvero tanti i soggetti in questione come:  “Angie girl”, “Arrivano i superboys”, “Baldios”, “Capitan Futuro”, “Capitan Harlock”, “Carletto”, “Pollon”, “Chappy”, “Coccinella”, “Devil man”, “Evelyn”,  “Gackeen”, “Gatchaman”, “Georgie”, “Getta robot”, “Gigi la trottola”, “Gli gnomi delle montagne”, “Gli Snorky”, “Sandybell”, “Hilary”, “Polymar”, “Fiorellino”, “I predatori del tempo”, “Il dottor Slump e Arale”, “Il magico mondo di Gigi”, “Il tulipano nero”, “Isidoro”, “Jenny la tennista”, “Ken il guerriero”, “Kiss me Licia”, “Kyashan”, “L’Uomo Tigre”, “Annette”, “Lady Oscar”, “Lalabel”, “Lamù”, “L’ape Magà”, “Lo specchio magico”, “Lulù”, “Lupin III”, “Mademoiselle Anne”, “Magica m agica Emi”, “Memole”, “Mila e Shiro”, “Mimì e le ragazze della pallavolo”, “Mimì e la nazionale di pallavolo”, “Occhi di gatto”,  “Pollyanna”,  “Ransie”, “Sampei”, “Sandy”, “Space robot”, “Starblazers”, “Starzinger”, “Superauto mach 5”, “Tekkaman”, “Yattaman”…

Verso la fine degli anni ’90 e per tutti gli anni 2000 usciranno nuovi generi di giornalini da colorare, ovvero quelli con il pennarello magico. Ripassando sui puntini già predisposti sul disegno, con un solo pennarello, neutro, potevano comparire diversi colori.

Negli anni 2000 si aggregheranno anche le testate di <Hanna e Barbera Colora>, che contiene i personaggi inventati dalla celebre coppia come “Tom and Jerry”, “L’orso Yoghi”, “Braccobaldo”, “Ernesto sparlesto”, “Svicolane”, “Top cat”, “Pixie e Dixie”, “Scooby Doo”, “Dustardly e Muttley”…; la Disney lancia <Colora le principesse> e ci sono le sue “Biancaneve”, “Cenerentola”, “La bella addormentata”, “Ariel” la sirenetta, “Jasmine” di Aladino, “Belle” della Bella e la Bestia, etc… Gianni Soru invece lancia <Matite e Pennarelli>, un album con tanti personaggi inediti inventati da lui, che possono essere animaletti, bambini o personaggi fantasy.

GIANNI SORU

CESENATICO: TUTTO PRONTO PER IL GRAN FINALE DI “UN FIORE PER VOI”… DA 14 ANNI E’ LA PRIMA FESTA DEI NONNI!


a (640x427)

I mini poeti premiati nel più grande concorso poetico scolastico d’Italia si incontrano domani,   28 settembre, a Cesenatico, nell’ambito delle manifestazioni per l’annuale “Festa dei Nonni”, divenuta dal 2005  evento nazionale con legge del Parlamento italiano. L’iniziativa poetica “Un Fiore per Voi” è però al 14° anno di vita, ha precorso i tempi ed ha sollecitato la scuola e l’opinione pubblica a “pensare” alle persone anziane. Organizzata dal mensile “Okay!”, dal Comitato “Festa dei Nonni” e dall’Ufficio Olandese dei Fiori con il sostegno ed il patrocinio del Comune di Cesenatico, e la collaborazione dell’Ufficio Turismo, invita i ragazzi italiani a “raccontare” i propri nonni con il linguaggio della poesia e dei disegni.

Anche quest’anno la partecipazione è stata altissima. Alla redazione di “Okay!” – diffuso nelle scuole di tutta Italia – sono pervenute circa 4.000 composizioni che offrono uno spaccato delle attese e delle speranze che i ragazzi italiani ripongono nelle persone anziane, considerate come un valore ed una risorsa per la società. Una giuria ha selezionato dieci mini poeti, tutti premiati ex aequo. Sono state inoltre attribuite menzioni d’onore ad altri autori.  

Ora i mini poeti sono attesi a Cesenatico, dove il 28 settembre si terrà l’evento   conclusivo (ore 21, Teatro Comunale, via Mazzini 10). In programma la declamazione delle poesie vincitrici. Ospite la Scuola di Musica Caimmi di Cesenatico, diretta da Joy Salinas. Anche quest’anno un gruppo di alunni delle scuole di Cesenatico voteranno le poesie finaliste e determineranno l’assegnazione di premi speciali. Prevista anche un’anteprima floreale: il dono ai premiati della pianta-novità che si illumina al buio (Glowing Star in The Dark, prodotta dall’olandese Amigo Plant). Nella mattinata del 29 settembre i premiati, insieme ai loro docenti e familiari, parteciperanno ad una visita al Museo della Marineria.   

 

SIENA: “LA PORTA DEL CIELO” APERTA ECCEZIONALMENTE FINO AL 6 GENNAIO 2014


cattedrale Siena

In seguito al grande successo di pubblico e per rispondere alle numerose richieste da parte dei visitatori La Porta del Cielo, il percorso sopraelevato del Duomo di Siena, resterà visibile eccezionalmente fino al 6 Gennaio 2014.

Dopo lunghi restauri, dal 6 aprile il pubblico ha potuto ammirare il ‘cielo’ del Duomo, una serie di locali mai aperti al pubblico, a cui per secoli nessuno è potuto accedere.

La magnifica facciata del Duomo è fiancheggiata da due imponenti torri terminanti con guglie di svariate forme che si proiettano verso l’alto, al cui interno si inseriscono scale a chiocciola, quasi segrete perché nascoste alla vista dei visitatori, che conducono verso il ‘cielo’ del Duomo. Una volta giunti sopra le volte stellate della navata destra si inizia un itinerario riservato a piccoli gruppi, accompagnati da un’esperta guida, che riserva una serie di scoperte ed emozioni. E’ infatti possibile camminare ‘sopra’ il sacro tempio e ammirare suggestive viste panoramiche ‘dentro’ e ‘fuori’ della cattedrale. Saranno aperte al visitatore le multicolori vetrate di Ulisse De Matteis con la rappresentazione degli Apostoli, dalle quali il visitatore si affaccerà all’interno della cattedrale con la vista del pavimento, dei principali monumenti scultorei e dell’interno della cupola con il ‘Pantheon’ dei santi senesi, i quattro Patroni, santa Caterina e san Bernardino, i ‘giganti’ dorati che proteggono dall’alto la comunità dei fedeli. Si percorre dunque il ballatoio della cupola dal quale sarà possibile contemplare l’altar maggiore, la copia della vetrata di Duccio di Buoninsegna, con al centro la mandorla di Maria Assunta, e i capolavori scultorei. Dall’affaccio della navata sinistra è possibile ammirare uno splendido panorama sulla Basilica di S. Domenico, la Fortezza Medicea, l’intera cupola della cappella di S. Giovanni Battista, il paesaggio circostante fino alla Montagnola senese. Si entra infine dietro il prospetto della facciata nel terrazzino che si affaccia su Piazza del Duomo con la vista dello Spedale di S. Maria della Scala e si accede al ballatoio della controfacciata da dove si ha una vista generale sulla navata centrale e lo sguardo è accompagnato dal ritmo scandito dalle teste dei papi e degli Imperatori, attraverso le tarsie con i filosofi del mondo antico che proferiscono sentenze.

Proseguono inoltre tutti i sabati fino al 26 ottobre le aperture serali del Duomo fino alle 24,00 ove è possibile ammirare per intero  il Pavimento con le sue straordinarie tarsie marmoree.

L’iniziativa, fortemente voluta dall’Opera della Metropolitana di Siena, è organizzata da Opera – Civita Group.

Opera Civita Group gestisce il servizio prenotazioni, informazioni e visite guidate per il Complesso del Duomo di Siena e, in occasione delle aperture straordinarie Porta del cielo, propone pacchetti culturali che arricchiscono l’offerta turistica della città.

Per maggiori informazioni visitare il sito:www.operaduomo.siena.it

SCHEDA TECNICA

6 aprile –  6 Gennaio 2014

Biglietti (solo su prenotazione)

Intero €25.00

Gruppo €400.00 (max 17 pax)

Informazioni e Prenotazioni

T. +390577286300 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17)

Email opasiena@operalaboratori.com

“UN FIORE PER VOI NONNI 2013″ / IL SINDACO DI CESENATICO ROBERTO BUDA: “CARI RAGAZZI, LA CITTA’ VI ASPETTA”


 

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cesenatico è sempre bella, in tutte le stagioni. E lo specchio della sua bellezza è l’antico Porto Canale, disegnato da Leonardo da Vinci nel 1502: vi si respira il profumo della storia e gli occhi si riempiono di colori e di suggestioni. Il Porto Canale è il passaggio obbligato per giungere al palazzo del Comune, che si trova a pochi metri dalla casa natale del grande poeta Marino Moretti. Nel municipio ci attende il sindaco dottor Roberto Buda. Anche quest’anno Cesenatico è a fianco di Okay! nell’ormai tradizionale iniziativa di “Un Fiore per Voi” (XIV edizione) promossa per l’annuale “Festa dei Nonni”, che vedrà giungere nella bella città della Riviera i mini poeti che hanno scritto le più belle poesie per i nonni.

Il sindaco ci dice subito che la collaborazione data all’evento non è casuale, ma rientra in una scelta precisa, legata allo spirito di cooperazione e dialogo che la stessa Amministrazione Comunale ha voluto instaurare e diffondere tra i cittadini.

Dice il dottor Roberto Buda: “Siamo in un momento particolare. Sentiamo spesso dire che si è delegato troppo alla politica la funzione di risolvere i  problemi e le questioni che ci toccano tutti da vicino. Pensiamo sia giunto il momento di metterci tutti in gioco, di ripartire dal basso, guardando alla società civile, all’uomo costruttore che ogni giorno si dà da fare per sé e per gli altri. Guardando alla realtà di Cesenatico, stiamo davvero cercando di dare spazio al protagonismo delle realtà vive della città, valorizzando la vitalità e la originalità delle singoli iniziative avviate da gruppi ed associazioni. Noi, come amministrazione, in un clima di reciproca collaborazione e sussidiarietà, vogliamo affiancare e sostenere l’impegno e l’entusiasmo che arriva dagli stessi cittadini, che si sentono investiti dell’impegno di fare la propria per il bene di tutta la comunità”.

Il sindaco cita ad esempio la mobilitazione avvenuta proprio attorno alle realtà scolastiche, con iniziative a supporto dell’acquisto di lavagne interattive da installare in aula. Grande interesse ha suscitato anche “Adotta il verde”, con l’invito alla gente di occuparsi attivamente dei propri spazi fioriti e piantumati, sistemando anche il proprio “fazzoletto di terra”, facendo oltretutto in modo di compartecipare a quell’opera di cura e pulizia dell’arredo urbano che comporta anche spese per le casse comunali.

Ampio è anche l’apporto dato all’associazionismo, che si occupa di realtà culturali, sociali e ricreative.

Continua il sindaco Roberto Buda: “Stiamo cercando di far cogliere un messaggio importante: che la città di Cesenatico è “nostra”, appartiene ad ogni cittadino, e dunque ogni cittadino è tenuto a prendersi cura della  comunità. E tutti hanno l’opportunità di rendere sempre più bella e coinvolgente Cesenatico, portandola sempre più a misura di persone.  In questo senso ci piace anche l’iniziativa dedicata ai nonni, perchè sensibilizza le nuove generazioni a stabilire legami con gli affetti familiari e con la storia di chi li ha precedute. Uno dei problemi dei nostri tempi è la crisi di identità, che rischia di provocare isolamento e straniamento della realtà. Dialogare con le generazioni precedenti, con i nonni, è  fondamentale: è una presa di coscienza personale ed un modo per non disperdere il patrimonio di valori che ogni comunità esprime. Dunque, siamo felice di aderire all’iniziativa della Festa dei Nonni e ringraziamo dell’attenzione che ci è stata data in tutti questi anni. Cari piccoli poeti, la città vi aspetta!”.

Appuntamento dunque a Cesenatico per sabato 28 settembre. Alle ore 21 si accenderanno le luci del bellissimo e storico Teatro Comunale, dove mini poeti che arriveranno da varie parti d’Italia saranno protagonisti di una serata ricca di emozioni e di colori.

www.cesenatico.it

*

https://okayscuola.wordpress.com/un-fiore-per-voi-nonni-2012/

*

https://okayscuola.wordpress.com/2013/09/07/un-fiore-per-voi-poesie-per-la-festa-dei-nonni-2013-ecco-i-premiati-e-i-menzionati-serata-evento-a-cesenatico-il-28-settembre/

FOTO DI ROBERTO ALBORGHETTI

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

LA PIANTA CHE MI PIACE 2013: ECCO LE SCUOLE PREMIATE / GRANDE FESTA DOMENICA 6 OTTOBRE A “LE DUE TORRI” DI STEZZANO (BG)


Festa di Premiazione:

Domenica 6 ottobre, ore 10,30

Centro “Le Due Torri” – Stezzano (BG),

via Guzzanica 62

(uscita Dalmine, Autostrada Milano-Brescia)

 Baldini Chiara 2^I

Pubblichiamo l’elenco delle scuole selezionate per i premi de “La Pianta che mi Piace” promossa da Ufficio Olandese dei Fiori ed Okay!

 La manifestazione di premiazione si terrà domenica 6 ottobre, con inizio alle ore 10,30, presso il Centro Commerciale “Le Due Torri” di Stezzano (Bergamo), in via Guzzanica 62.

Il Centro “Le Due Torri” è facilmente raggiungibile, anche per chi giunge con auto e pullman dall’autostrada Milano-Brescia: l’uscita è al casello di Dalmine, poi seguire l’indicazione per il Centro Commerciale, che si trova nelle vicinanze.

Le scuole premiate riceveranno in dono piante e bellissimi premi messi a disposizione da “Le Due Torri”.

Precisiamo che i premi saranno assegnati e consegnati direttamente nel corso della manifestazione e non saranno inviati a scuola. Le scuole sono dunque invitate a partecipare con delegazioni e con la presenza di genitori e nonni, visto che l’iniziativa si svolge nel contesto dell’annuale “Festa dei Nonni”.   

SCUOLA PRIMARIA “GIOVANNI XXIII” GRASSOBBIO BG
SCUOLA PRIMARIA “G. RODARI” SERIATE BG
I.C. “V. F. CASSANO – A. DE RENZIO” BITONTO BA
I.C. “LECCO 4” LECCO LC
SCUOLA PRIMARIA “G. PONTE” PALAGONIA CT
I.C. “ADA NEGRI” MAGNAGO MI
I.C. “F. TONOLINI BRENO” BRENO BS
SCUOLA PRIMARIA “C. ROSA” CARENNO LC
I.C STATALE “UGO FOSCOLO” CANCELLO ARNONE CE
SCUOLA PRIMARIA “PADRE DI FRANCIA” MONZA MI
SCUOLA PRIMARIA STATALE di SANT’OMERO SANT’OMERO TE
SCUOLA PRIMARIA MAGREGLIO MILANO MI
I.C. TRECATE 1 TRECATE NO
I.C. CURTATONE e MONTANARA, S.P. “SAFFI” PONTEDERA PI
SCUOLA MEDIA – “LUINI-FALCONE” ROZZANO MI
SCUOLA MATERNA “FACCANONI” SARNICO BG

IL DUOMO DI SIENA SVELA L’INCREDIBILE “PAVIMENTO FIGURATO”: ORA LE VISITE ANCHE FINO A MEZZANOTTE…


Duomo Siena 2duomo sienaDuomo siena 5

La magnifica Cattedrale di Siena, dopo il successo dell’anno passato che ha visto la partecipazione di oltre trecentocinquantamila visitatori, a partire dal prossimo 18 agosto, corso il Palio dell’Assunta,  fino al 27 ottobre,  “scopre” il suo straordinario pavimento a commesso marmoreo.

Abitualmente, il prezioso tappeto di marmo è protetto  dal calpestio dei visitatori e dei numerosi fedeli che ogni giorno accedono al sacro tempio per la preghiera  e quindi non totalmente visibile. Si tratta del pavimento “più bello…, grande e magnifico”, che mai fosse stato fatto, secondo la nota definizione del Vasari.

Il pavimento del Duomo è il risultato di un complesso programma iconografico realizzato attraverso i secoli, a partire dal Trecento fino all’Ottocento. La tecnica utilizzata è quella del graffito e del commesso con  marmi di provenienza locale.  I cartoni preparatori per le cinquantasei tarsie furono disegnati da importanti artisti, quasi tutti “senesi”, fra cui il Sassetta, Domenico di Bartolo, Matteo di Giovanni, Domenico Beccafumi,  oltre che da pittori “forestieri” come  l’umbro Pinturicchio, autore, nel 1505, del celebre riquadro con il Monte della Sapienza, raffigurazione simbolica della via verso la Virtù come raggiungimento della serenità interiore.

Nelle tre navate l’itinerario si snoda attraverso temi  dell’antichità classica e pagana: la Lupa che allatta Romolo e Remo, l’egiziano Ermete Trismegisto,  le dieci Sibille, i filosofi  Socrate,  Cratete, Aristotele e Seneca. Nel transetto e nel coro si narra invece la storia del popolo ebraico, le vicende della salvezza compiuta e realizzata dalla figura del Cristo, costantemente evocato e mai rappresentato nel pavimento, ma presente sull’altare, verso cui converge l’itinerario artistico e religioso.

Nel periodo della scopertura  si svelerà, allo sguardo dello spettatore, anche la parte disegnata da Domenico Beccafumi che qui  perfezionò la tecnica del commesso marmoreo tanto da ottenere risultati di luci e ombre, assimilabili al chiaro-scuro del disegno. Nell’esagono sotto la cupola sono rappresentate le Storie di Elia e Acab;  nei riquadri vicini all’altare sono raffigurati invece  gli episodi  di Mosè che fa scaturire l’acqua dalla roccia e le  Storie di Mosè sul Sinai,  oltre al Sacrificio di Isacco. Si potranno inoltre ammirare da vicino gli affreschi dell’abside e gli angeli in bronzo addossati ai pilastri vicino all’altare di Domenico Beccafumi , uno degli esponenti più rappresentativi  del Manierismo.

Ma il Duomo non finisce di sorprenderci: i visitatori potranno inoltre “deambulare” intorno al coro e all’abside ove si conservano le tarsie lignee di Fra Giovanni da Verona, eseguite con una tecnica simile a quella del commesso, con legni di diversi colori, raffiguranti vedute urbane, paesaggi e nature morte, costituite da vari oggetti disposti sugli scaffali degli armadi: suppellettili liturgiche, strumenti musicali, poliedri sfaccettati, teschi e clessidre simboli della vanità delle glorie terrene.

Contemporaneamente continua l’apertura straordinaria de “La Porta del Cielo”, i sottotetti della Cattedrale,  in cui per secoli nessuno è potuto accedere, ad eccezione delle maestranze addetti ai lavori. Il percorso verso il ‘cielo’ della Cattedrale comincia da una scala a chiocciola inserita dentro una delle torri terminanti con guglie che fiancheggiano la magnifica facciata del Duomo.

Una volta giunti sopra le volte stellate della navata destra  inizia un itinerario riservato a piccoli gruppi che, accompagnati da un’esperta guida, potranno camminare ‘sopra’ il sacro tempio e ammirare gli interni del Duomo e gli esterni  della città. Attraverso le vetrate dal tamburo della Cupola, si potrà inoltre osservare il pavimento nel suo insieme da una prospettiva diversa rispetto a quella abituale. Dal ballatoio della controfacciata si potrà inoltre godere della vista generale sulle tre navate con le  tarsie raffiguranti i personaggi del mondo antico.

Nel periodo della scopertura, le visite guidate al Pavimento e quelle alla Porta del cielo saranno effettuate non solo in orario consueto, ma anche in notturna. I due percorsi saranno aperti infatti tutti i sabati dal 24 agosto al 26 ottobre 2013, dalle 20 alle 24.

Il visitatore, dopo questa esperienza al Duomo, comprenderà meglio le parole scritte da Cosima, moglie del musicista tedesco Richard Wagner, nel suo diario, alla data 21 agosto 1880: “Arrivo a Siena intorno alle 10.00… visita al Duomo! Richard è commosso fino alle lacrime, dice che è l’impressione più forte che abbia mai ricevuto da un edificio. Vorrei ascoltare il preludio di Parsifal sotto questa cupola! In mezzo a tante preoccupazioni un momento di felicità: aver condiviso con Richard questo rapimento, sentimento di gratitudine verso il mio destino”.

Il nuovo “catalogo” relativo alla scopertura del Pavimento della Cattedrale e alla Porta del cielo, dal titolo Virginis Templum (Siena, Cattedrale, Cripta, Battistero), pubblicato in cinque lingue, guiderà il visitatore all’interno del Complesso monumentale del Duomo. Il libro di Marilena Caciorgna contiene al suo interno un agile “percorso pavimento” graficamente segnato dai motivi ornamentali marmorei bianchi e verde scuro, una “guida” nella “guida”.

Tra i servizi offerti saranno disponibili inoltre visite guidate in cui professionisti del settore, in varie lingue, condurranno i visitatori alla scoperta di questo straordinario capolavoro.

L’iniziativa, fortemente voluta dall’Opera della Metropolitana di Siena, è organizzata da Opera – Civita Group.

INFORMAZIONI

Cattedrale di Siena

18 agosto – 27 ottobre 2013

Orari di apertura

Feriali    10:30 – 19:30

Festivi     9:30 – 18:00

Biglietti

Opa Si Pass all inclusive ticket €12,00

Cattedrale, Pavimento e Libreria Piccolomini  

Intero € 7,00

Riduzione scuole  € 3,00

Riduzione gruppi più di 15 pax  € 5,00

Porta del Cielo più Pavimento e Libreria Piccolomini  € 25,00

Visite guidate: tutti i giorni alle ore 11:00 – 12:00 – 15:30 – 16:30

Aperture notturne: tutti i sabati, su prenotazione, dal 24 agosto al 26 ottobre 2013,

dalle 20 alle 24 sarà possibile effettuare la visita guidata al Pavimento ed alla Porta del Cielo in orario notturno

Multimediaguide su tablet: per una visita guidata individuale

Catalogo del percorso: “Virginis templum”, Livorno, Sillabe 2013, € 18,00