INIZIATIVA KIWANIS / I COLORI DELLA FAMIGLIA: I DISEGNI DELL’ IC “VIALE LIGURIA” DI ROZZANO (MI)


L’iniziativa “Ti parlo della mia famiglia”, promossa da Kiwanis, a grande richiesta delle scuole, è stata prorogata. La scadenza per l’invio degli elaborati, anche in forma elettronica, è stata portata al 10 novembre 2019, offrendo così la possibilità di partecipare anche durante il periodo estivo. I lavori già consegnati ed inviati sono ovviamente già tenuti in considerazione e partecipano già a pieno titolo all’iniziativa.

Intanto, nelle foto qui sopra, alcuni dei lavori già pervenuti ad Okay! per “Ti parlo della mia famiglia”, l’iniziativa di Kiwanis per le scuole. Gli elaborati – giunti via email a okayredazione@gmail.com – sono stati realizzati dalle classi della scuola secondaria di 1° dell’ICS di Viale Liguria, Rozzano, Milano, con il coordinamento della docente prof.ssa Saccaggi.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Raccontare la propria famiglia, parlare dei propri genitori, dei propri fratelli e sorelle, narrare “come” si vive all’interno delle mura della propria casa, le proprie giornate, ricordando episodi e momenti lieti o tristi che si sono vissuti insieme, i piccoli e grandi gesti che si compiono quando si vive insieme e si sogna insieme…

E’ questo il senso della quarta edizione dell’iniziativa “Ti parlo della mia famiglia” che Kiwanis ed OKAY! dopo il grande successo delle precedenti tre edizioni, promuovono a livello nazionale tra le scuole materne, scuole primarie e secondarie di primo grado, statali e paritarie.

FINALITA’

La finalità è quella di dare spazio, visibilità e attenzione alle voci di ragazze e ragazzi, offrendo loro l’opportunità di pensare alla realtà della propria famiglia e raccontarla con semplicità e spontaneità, nelle sue scene e nei suoi momenti quotidiani, nelle giornate felici e anche in quelle più tristi. Ma anche di fissare – in un semplice commento, in un semplice pensiero, in un semplice disegno – il bello di vivere con i propri genitori, i propri fratelli e sorelle, con i nonni, e perché no?, zie e zii, cugini e cugine…

Dunque, l’iniziativa vuole proporsi come una opportunità per esprimere i propri sentimenti, le proprie sensazioni, le proprie emozioni, i propri ricordi per esperienze, fatti e realtà che costituiscono il mondo della famiglia e la bellezza di vivere insieme con mamma e papà e con quanti condividono con noi i giorni della nostra vita.

COME ADERIRE

Attraverso messaggi, scritti, disegni ed immagini (come fotografie e piccoli video) la scuola italiana è invitata a raccontare storie, fatti, emozioni e situazioni che costituiscono l’esperienza di vivere in famiglia, da cogliere e raccontare nei suoi vari componenti, nelle sue diverse situazioni, nelle difficoltà e nelle gioie di ogni giorno.

Attraverso le varie forme della creatività e della piena libertà espressiva, i partecipanti potranno eseguire lavori che illustrano le tematiche collegate alla famiglia, magari partendo da semplici “punti di osservazione”.

Ad esempio: da chi è composta la famiglia; descrivere mamma e papà, nel loro aspetto fisico e in quello che fanno (ad esempio: il lavoro e gli hobbies); parlare o disegna i fratellini e le sorelline, scrivere dei giochi che si fanno insieme, in casa e fuori, con gli amici.

E ancora: raccontare come si vivono le giornate (mattino, pomeriggio, sera) i giochi, le gite, le vacanze, i momenti che si vivono insieme (ad esempio, a tavola, una passeggiata, sul campetti di calcio, davanti alla tivù, all’oratorio, a scuola, in parrocchia, in un gruppo sportivo e ricreativo); parlare e disegnare i momenti allegri e felici e anche quelli in cui ci si sente magari un po’ giù….

Oppure, semplicemente, lanciare un messaggio a mamma e papà, raccontando loro quello che magari, per timidezza, non si è mai riusciti a dire… O narrare, con uno scritto od un disegno, un fatto particolare, che ha coinvolto tutta la famiglia.

Insomma, divertitevi a raccontare “tutti i colori” della famiglia, le sue persone, gli ambienti dove si vive, le esperienze e le storie vissute insieme.

PRESENTAZIONE DEGLI ELABORATI

Gli elaborati potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, dvd, cd-rom, pen-drive, siti web e così via.

Tutti i lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 10 novembre 2019 al seguente indirizzo: OKAY!, presso I NUOVI QUINDICI, VIA T.TASSO 10, 24020 GORLE (BG). Si suggerisce di inviare i lavori anche in formato elettronico (foto, video, link a siti web) al seguente indirizzo email: okayredazione@gmail.com Si eviteranno così spese postali e dispendio di imballaggi e carta.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE

Una commissione giudicatrice selezionerà i migliori lavori pervenuti. Le scuole saranno premiate con prodotti di utilità didattica nel corso di un evento pubblico, che verrà annunciato a suo tempo. Nella medesima manifestazione verrà organizzata una mostra dei migliori lavori pervenuti.

Annunci

COME TI DISEGNO LA MIA FAMIGLIA: LA 4a EDIZIONE DELL’INIZIATIVA DI KIWANIS


OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Raccontare la propria famiglia, parlare dei propri genitori, dei propri fratelli e sorelle, narrare “come” si vive all’interno delle mura della propria casa, le proprie giornate, ricordando episodi e momenti lieti o tristi che si sono vissuti insieme, i piccoli e grandi gesti che si compiono quando si vive insieme e si sogna insieme…

E’ questo il senso della quarta edizione dell’iniziativa “Ti parlo della mia famiglia” che Kiwanis ed OKAY! dopo il grande successo delle precedenti tre edizioni, promuovono a livello nazionale tra le scuole materne, scuole primarie e secondarie di primo grado, statali e paritarie.

FINALITA’

La finalità è quella di dare spazio, visibilità e attenzione alle voci di ragazze e ragazzi, offrendo loro l’opportunità di pensare alla realtà della propria famiglia e raccontarla con semplicità e spontaneità, nelle sue scene e nei suoi momenti quotidiani, nelle giornate felici e anche in quelle più tristi. Ma anche di fissare – in  un semplice commento, in un semplice pensiero, in un semplice disegno – il bello di vivere con i propri genitori, i propri fratelli e sorelle, con i nonni, e perché no?, zie e zii, cugini e cugine…

Dunque, l’iniziativa vuole proporsi come una opportunità per esprimere i propri sentimenti, le proprie sensazioni, le proprie emozioni, i propri ricordi per esperienze, fatti e realtà che costituiscono il mondo della famiglia e la bellezza di vivere insieme con mamma e papà e con quanti condividono con noi i giorni della nostra vita.

COME ADERIRE

Attraverso messaggi, scritti, disegni ed immagini (come fotografie e piccoli video) la scuola italiana è invitata a raccontare storie, fatti, emozioni e situazioni che costituiscono l’esperienza di vivere in famiglia, da cogliere e raccontare nei suoi vari componenti, nelle sue diverse situazioni, nelle difficoltà e nelle gioie di ogni giorno.

Attraverso le varie forme della creatività e della piena libertà  espressiva, i partecipanti potranno eseguire lavori che illustrano le tematiche collegate alla famiglia, magari partendo da semplici “punti di osservazione”.

Ad esempio: da chi è composta la famiglia;  descrivere mamma e papà, nel loro aspetto fisico e in quello che fanno (ad esempio: il lavoro e gli hobbies); parlare o disegna i fratellini e le sorelline, scrivere dei giochi che si fanno insieme, in casa e fuori, con gli amici.

E ancora: raccontare come si vivono le giornate (mattino, pomeriggio, sera)  i giochi, le gite, le vacanze, i momenti che si vivono insieme (ad esempio, a tavola, una passeggiata, sul campetti di calcio, davanti alla tivù, all’oratorio, a scuola, in parrocchia, in un gruppo sportivo e ricreativo); parlare e disegnare i momenti allegri e felici e anche quelli in cui ci si sente magari un po’ giù….

Oppure, semplicemente, lanciare un messaggio a mamma e papà, raccontando loro quello che magari, per timidezza, non si è mai riusciti a dire… O narrare, con uno scritto od un disegno, un fatto particolare, che ha coinvolto tutta la famiglia.

Insomma, divertitevi a raccontare “tutti i colori” della famiglia, le sue persone, gli ambienti dove si vive, le esperienze e le storie vissute insieme.

PRESENTAZIONE DEGLI ELABORATI

Gli elaborati potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, dvd, cd-rom, pen-drive, siti web e così via.

Tutti i lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 15 aprile  2019 (fa fede il timbro postale) al seguente indirizzo: OKAY!, presso I NUOVI QUINDICI, VIA T.TASSO 10, 24020 GORLE (BG). Si suggerisce di inviare i lavori anche in formato elettronico (foto, video, link a siti web) al seguente indirizzo email: okayredazione@gmail.com Si eviteranno così spese postali e dispendio di imballaggi e carta.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE

Una commissione giudicatrice selezionerà i migliori lavori pervenuti. Le scuole saranno premiate con prodotti di utilità didattica nel corso di un evento pubblico nell’ambito delle iniziative per la Giornata per la Famiglia 2019 (maggio) in città e luoghi che verranno comunicati successivamente. Nella medesima manifestazione verrà organizzata una mostra dei migliori lavori pervenuti.

RACCONTA LA TUA FAMIGLIA CON DISEGNI, TESTI, INTERVISTE, VIDEO, STORIE


20170502_233025_resized

Raccontare la propria famiglia, parlare dei propri genitori, dei propri fratelli e sorelle, narrare “come” si vive all’interno delle mura della propria casa, le proprie giornate, ricordando episodi e momenti lieti o tristi che si sono vissuti insieme, i piccoli e grandi gesti che si compiono quando si vive insieme e si sogna insieme…

E’ questo il senso della terza edizione dell’iniziativa “Ti parlo della mia famiglia”che Kiwanis International, Kiwanis Club Bergamo Orobico Onlus ed OKAY!dopo il grande successo delle precedenti edizioni, promuovono a livello nazionale tra le scuole materne, scuole primarie e secondarie di primo grado, statali e paritarie.

FINALITA’

La finalità è quella di dare spazio, visibilità e attenzione alle voci di ragazze e ragazzi, offrendo loro l’opportunità di pensare alla realtà della propria famiglia e raccontarla con semplicità e spontaneità, nelle sue scene e nei suoi momenti quotidiani, nelle giornate felici e anche in quelle più tristi. Ma anche di fissare – in  un semplice commento, in un semplice pensiero, in un semplice disegno – il bello di vivere con i propri genitori, i propri fratelli e sorelle, con i nonni, e perché no?, zie e zii, cugini e cugine…

Dunque, l’iniziativa vuole proporsi come una opportunità per esprimere i propri sentimenti, le proprie sensazioni, le proprie emozioni, i propri ricordi per esperienze, fatti e realtà che costituiscono il mondo della famiglia e la bellezza di vivere insieme con mammà e papà e con quanti condividono con noi i giorni della nostra vita.

COME ADERIRE

Attraverso messaggi, scritti, disegni ed immagini (come fotografie e piccoli video) la scuola italiana è invitata a raccontare storie, fatti, emozioni e situazioni che costituiscono l’esperienza di vivere in famiglia, da cogliere e raccontare nei suoi vari componenti, nelle sue diverse situazioni, nelle difficoltà e nelle gioie di ogni giorno.

Attraverso le varie forme della creatività e della piena libertà  espressiva, i partecipanti potranno eseguire lavori che illustrano le tematiche collegate alla famiglia, magari partendo da semplici “punti di osservazione”.

Ad esempio: da chi è composta la famiglia;  descrivere mamma e papà, nel loro aspetto fisico e in quello che fanno (ad esempio: il lavoro e gli hobbies); parlare o disegna i fratellini e le sorelline, scrivere dei giochi che si fanno insieme, in casa e fuori, con gli amici.

E ancora: raccontare come si vivono le giornate (mattino, pomeriggio, sera)  i giochi, le gite, le vacanze, i momenti che si vivono insieme (ad esempio, a tavola, una passeggiata, sul campetti di calcio, davanti alla tivù, all’oratorio, a scuola, in parrocchia, in un gruppo sportivo e ricreativo); parlare e disegnare i momenti allegri e felici e anche quelli in cui ci si sente magari un po’ giu’….

Oppure, semplicemente, lanciare un messaggio a mamma e papà, raccontando loro quello che magari, per timidezza, non si è mai riusciti a dire… O narrare, con uno scritto od un disegno, un fatto particolare, che ha coinvolto tutta la famiglia.

Insomma, divertitevi a raccontare “tutti i colori” della famiglia, le sue persone, gli ambienti dove si vive, le esperienze e le storie vissute insieme.

PRESENTAZIONE DEGLI ELABORATI

Gli elaborati potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, dvd, cd-rom, pen-drive, siti web e così via.

Tutti i lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 15 aprile  2018 (fa fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Okay!, presso Casa M.E.Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE

Una commissione giudicatrice selezionerà i migliori lavori pervenuti. Le scuole saranno premiate con prodotti di utilità didattica nel corso di un evento pubblico a Bergamo in occasione della Giornata per la Famiglia 2018 (15 maggio). Nella medesima manifestazione verrà organizzata una mostra dei migliori lavori pervenuti.

*

IL CALENDARIO DI KIWANIS PER GLI SCOLARI DI AMATRICE

E’ a disposizione il CALENDARIO 2018, realizzato da KIWANIS – Divisione 16, Lombardia 2, con alcuni dei disegni che sono pervenuti all’edizione 2017 di “Ti parlo della mia famiglia”. E’ disponibile anche per le stesse Scuole che vogliono partecipare ad una azione di solidarietà in aiuto delle scuole di Amatrice (Umbria) colpite un anno fa dalla devastazione del terremoto. I fondi raccolti serviranno per finanziare un progetto di sostegno psicologico per gli scolari. Il Calendario – dove sono pubblicati 12 disegni di “Ti parlo della mia famiglia” – va richiesto a KIWANIS, contattando la presidente Anna Scarpellini, al numero 329 174 5776, o via email: anna.scar@live.it – Il costo del Calendario è di 5 euro.

TI PARLO DELLA MIA FAMIGLIA: IL BANDO DELLA TERZA EDIZIONE DELLA GRANDE INIZIATIVA PER LE SCUOLE


20170502_233025_resized

Raccontare la propria famiglia, parlare dei propri genitori, dei propri fratelli e sorelle, narrare “come” si vive all’interno delle mura della propria casa, le proprie giornate, ricordando episodi e momenti lieti o tristi che si sono vissuti insieme, i piccoli e grandi gesti che si compiono quando si vive insieme e si sogna insieme…

E’ questo il senso della terza edizione dell’iniziativa “Ti parlo della mia famiglia”che Kiwanis International, Kiwanis Club Bergamo Orobico Onlus ed OKAY!dopo il grande successo delle precedenti edizioni, promuovono a livello nazionale tra le scuole materne, scuole primarie e secondarie di primo grado, statali e paritarie.

FINALITA’

La finalità è quella di dare spazio, visibilità e attenzione alle voci di ragazze e ragazzi, offrendo loro l’opportunità di pensare alla realtà della propria famiglia e raccontarla con semplicità e spontaneità, nelle sue scene e nei suoi momenti quotidiani, nelle giornate felici e anche in quelle più tristi. Ma anche di fissare – in  un semplice commento, in un semplice pensiero, in un semplice disegno – il bello di vivere con i propri genitori, i propri fratelli e sorelle, con i nonni, e perché no?, zie e zii, cugini e cugine…

Dunque, l’iniziativa vuole proporsi come una opportunità per esprimere i propri sentimenti, le proprie sensazioni, le proprie emozioni, i propri ricordi per esperienze, fatti e realtà che costituiscono il mondo della famiglia e la bellezza di vivere insieme con mammà e papà e con quanti condividono con noi i giorni della nostra vita.

COME ADERIRE

Attraverso messaggi, scritti, disegni ed immagini (come fotografie e piccoli video) la scuola italiana è invitata a raccontare storie, fatti, emozioni e situazioni che costituiscono l’esperienza di vivere in famiglia, da cogliere e raccontare nei suoi vari componenti, nelle sue diverse situazioni, nelle difficoltà e nelle gioie di ogni giorno.

Attraverso le varie forme della creatività e della piena libertà  espressiva, i partecipanti potranno eseguire lavori che illustrano le tematiche collegate alla famiglia, magari partendo da semplici “punti di osservazione”.

Ad esempio: da chi è composta la famiglia;  descrivere mamma e papà, nel loro aspetto fisico e in quello che fanno (ad esempio: il lavoro e gli hobbies); parlare o disegna i fratellini e le sorelline, scrivere dei giochi che si fanno insieme, in casa e fuori, con gli amici.

E ancora: raccontare come si vivono le giornate (mattino, pomeriggio, sera)  i giochi, le gite, le vacanze, i momenti che si vivono insieme (ad esempio, a tavola, una passeggiata, sul campetti di calcio, davanti alla tivù, all’oratorio, a scuola, in parrocchia, in un gruppo sportivo e ricreativo); parlare e disegnare i momenti allegri e felici e anche quelli in cui ci si sente magari un po’ giu’….

Oppure, semplicemente, lanciare un messaggio a mamma e papà, raccontando loro quello che magari, per timidezza, non si è mai riusciti a dire… O narrare, con uno scritto od un disegno, un fatto particolare, che ha coinvolto tutta la famiglia.

Insomma, divertitevi a raccontare “tutti i colori” della famiglia, le sue persone, gli ambienti dove si vive, le esperienze e le storie vissute insieme.

PRESENTAZIONE DEGLI ELABORATI

Gli elaborati potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, dvd, cd-rom, pen-drive, siti web e così via.

Tutti i lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 15 aprile  2018 (fa fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Okay!, presso Casa M.E.Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE

Una commissione giudicatrice selezionerà i migliori lavori pervenuti. Le scuole saranno premiate con prodotti di utilità didattica nel corso di un evento pubblico a Bergamo in occasione della Giornata per la Famiglia 2018 (15 maggio). Nella medesima manifestazione verrà organizzata una mostra dei migliori lavori pervenuti.

*

IL CALENDARIO DI KIWANIS PER GLI SCOLARI DI AMATRICE

E’ a disposizione il CALENDARIO 2018, realizzato da KIWANIS – Divisione 16, Lombardia 2, con alcuni dei disegni che sono pervenuti all’edizione 2017 di “Ti parlo della mia famiglia”. E’ disponibile anche per le stesse Scuole che vogliono partecipare ad una azione di solidarietà in aiuto delle scuole di Amatrice (Umbria) colpite un anno fa dalla devastazione del terremoto. I fondi raccolti serviranno per finanziare un progetto di sostegno psicologico per gli scolari. Il Calendario – dove sono pubblicati 12 disegni di “Ti parlo della mia famiglia” – va richiesto a KIWANIS, contattando la presidente Anna Scarpellini, al numero 329 174 5776, o via email: anna.scar@live.it – Il costo del Calendario è di 5 euro.

VOTAFAMIGLIA 2017: ECCO LE PRIME TENDENZE NEL VOTO. MA TUTTO E’ ANCORA DA GIOCARE


IMG-20170526-WA0009

Continua il grande successo di “Votafamiglia 2017”, la grande gara online riservata solo ed esclusivamente alle 14 scuole / singoli selezionati per avere partecipato alla 2a edizione della grande iniziativa “Ti racconto la mia famiglia”, promossa da Kiwanis International, Kiwanis Club Bergamo Orobico Onlus ed Okay!

Sono migliaia i voti che stanno confluendo sui 14 disegni/testi in gara. Per ora, come tendenza provvisoria, nella graduatoria sono in testa l’IC Isola del Liri (FR), Vittoria Serofilli di Rimini e la Scuola Primaria Magreglio di Milano. Poi, a poche lunghezze, un’altra bella squadra formata da Gabriele Sparagna dell’IC Scauri, la Primaria di Fontaniva (PD), l’IC di Viale Liguria di Rozzano (MI), l’IC di Mondragone e le Materne di S.Giovanni Bianco, Orio al Serio e Spinone al Lago. Ma non ci sono grandi distanze in termini di voto. Tutto è ancora ancora da giocare! E da qui al 15 settembre può succedere ancora di tutto.

Come noto,  “Votafamiglia 2017” darà l’opportunità, alle scuole ed ai singoli selezionati, di aggiudicarsi premi aggiuntivi. Qui sotto il link alla pagina con la fotogalleria relativa ai 14 lavori in gara:

https://okayscuola.wordpress.com/2017/06/04/ti-parlo-della-mia-famiglia-clicca-e-vota-i-tuoi-lavori-preferiti-e-premia-la-tua-scuola/

Nella fotogalleria, è sufficiente mettere il proprio click sulla foto del testo o del disegno preferito, che rappresenta idealmente tutto il lavoro svolto dalla classe. Con il click, l’immagine si aprirà: sarà la conferma  che il voto è stato acquisito. L’iniziativa durerà per tutta l’estate, fino al 15 settembre 2017. E i premi saranno attribuiti alle classe e/o ai singoli che avranno ottenuto più voti. Dunque, votate e fate votare i vostri disegni/testi preferiti.

  • Diverse scuole ci hanno chiesto come partecipare, in gara, a questa iniziativa. Ripetiamo che essa è riservata solo ed esclusivamente alle scuole già premiate per “Ti racconto la mia famiglia”, a suo tempo lanciata da Kiwanis ed Okay! Ci dispiace per chi non ha avuto la possibilità di parteciparvi. E consigliamo già di prendervi parte per il prossimo anno scolastico. 

 

“TI PARLO DELLA MIA FAMIGLIA”: ECCO L’ALBUM-STRISCIA DI VITTORIA DI RIMINI


Nelle foto: alcune immagini del singolare lavoro realizzato da Vittoria Serofilli di Rimini, che ha raccontato la sua famiglia componendo un simpaticissimo album-striscia. 

Raccontare la propria famiglia, parlare dei propri genitori, dei propri fratelli e sorelle, narrare “come” si vive all’interno delle mura della propria casa, le proprie giornate, ricordando episodi e momenti lieti o tristi che si sono vissuti insieme, i piccoli e grandi gesti che si compiono quando si vive insieme e si sogna insieme…
E’ questo il senso della seconda edizione dell’iniziativa “Ti parlo della mia famiglia” che Kiwanis International, Kiwanis Club Bergamo Orobico Onlus ed OKAY!, dopo il grande successo della prima edizione, promuovono a livello nazionale tra le scuole materne, scuole primarie e secondarie di primo grado, statali e paritarie.
FINALITA’
La finalità è quella di dare spazio, visibilità e attenzione alle voci di ragazze e ragazzi, offrendo loro l’opportunità di pensare alla realtà della propria famiglia e raccontarla con semplicità e spontaneità, nelle sue scene e nei suoi momenti quotidiani, nelle giornate felici e anche in quelle più tristi. Ma anche di fissare – in un semplice commento, in un semplice pensiero, in un semplice disegno – il bello di vivere con i propri genitori, i propri fratelli e sorelle, con i nonni, e perché no?, zie e zii, cugini e cugine…
Dunque, l’iniziativa vuole proporsi come una opportunità per esprimere i propri sentimenti, le proprie sensazioni, le proprie emozioni, i propri ricordi per esperienze, fatti e realtà che costituiscono il mondo della famiglia e la bellezza di vivere insieme con mammà e papà e con quanti condividono con noi i giorni della nostra vita.
COME ADERIRE
Attraverso messaggi, scritti, disegni ed immagini (come fotografie e piccoli video) la scuola italiana è invitata a raccontare storie, fatti, emozioni e situazioni che costituiscono l’esperienza di vivere in famiglia, da cogliere e raccontare nei suoi vari componenti, nelle sue diverse situazioni, nelle difficoltà e nelle gioie di ogni giorno.

Attraverso le varie forme della creatività e della piena libertà espressiva, i partecipanti potranno eseguire lavori che illustrano le tematiche collegate alla famiglia, magari partendo da semplici “punti di osservazione”.
Ad esempio: da chi è composta la famiglia; descrivere mamma e papà, nel loro aspetto fisico e in quello che fanno (ad esempio: il lavoro e gli hobbies); parlare o disegna i fratellini e le sorelline, scrivere dei giochi che si fanno insieme, in casa e fuori, con gli amici.
E ancora: raccontare come si vivono le giornate (mattino, pomeriggio, sera) i giochi, le gite, le vacanze, i momenti che si vivono insieme (ad esempio, a tavola, una passeggiata, sul campetti di calcio, davanti alla tivù, all’oratorio, a scuola, in parrocchia, in un gruppo sportivo e ricreativo); parlare e disegnare i momenti allegri e felici e anche quelli in cui ci si sente magari un po’ giu’….
Oppure, semplicemente, lanciare un messaggio a mamma e papà, raccontando loro quello che magari, per timidezza, non si è mai riusciti a dire… O narrare, con uno scritto od un disegno, un fatto particolare, che ha coinvolto tutta la famiglia.
Insomma, divertitevi a raccontare “tutti i colori” della famiglia, le sue persone, gli ambienti dove si vive, le esperienze e le storie vissute insieme.
PRESENTAZIONE DEGLI ELABORATI
Gli elaborati potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, dvd, cd-rom, pen-drive, siti web e così via.
Tutti i lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 15 aprile 2017 (fa fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Okay!, presso Casa M.E.Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE
Una commissione giudicatrice selezionerà i migliori lavori pervenuti. Le scuole saranno premiate con prodotti di utilità didattica nel corso di un evento pubblico a Bergamo in occasione della Giornata per la Famiglia, fissata per il 27 maggio 2017, all’Auditorium della Casa del Giovane, via Gavazzeni, Bergamo. Nella medesima manifestazione verrà organizzata una mostra dei migliori lavori pervenuti.

INFORMAZIONI
Informazioni e regolamento sono reperibili sul mensile e sul sito di Okay! – https://okayscuola.wordpress.com/ – che dedicherà pagine speciali e notizie.

RACCONTA E DISEGNA LA TUA FAMIGLIA: ECCO IL BANDO DELLA 2A EDIZIONE


wp_015208

Raccontare la propria famiglia, parlare dei propri genitori, dei propri fratelli e sorelle, narrare “come” si vive all’interno delle mura della propria casa, le proprie giornate, ricordando episodi e momenti lieti o tristi che si sono vissuti insieme, i piccoli e grandi gesti che si compiono quando si vive insieme e si sogna insieme…
E’ questo il senso della seconda edizione dell’iniziativa “Ti parlo della mia famiglia” che Kiwanis International, Kiwanis Club Bergamo Orobico Onlus ed OKAY!, dopo il grande successo della prima edizione, promuovono a livello nazionale tra le scuole materne, scuole primarie e secondarie di primo grado, statali e paritarie.
FINALITA’
La finalità è quella di dare spazio, visibilità e attenzione alle voci di ragazze e ragazzi, offrendo loro l’opportunità di pensare alla realtà della propria famiglia e raccontarla con semplicità e spontaneità, nelle sue scene e nei suoi momenti quotidiani, nelle giornate felici e anche in quelle più tristi. Ma anche di fissare – in un semplice commento, in un semplice pensiero, in un semplice disegno – il bello di vivere con i propri genitori, i propri fratelli e sorelle, con i nonni, e perché no?, zie e zii, cugini e cugine…
Dunque, l’iniziativa vuole proporsi come una opportunità per esprimere i propri sentimenti, le proprie sensazioni, le proprie emozioni, i propri ricordi per esperienze, fatti e realtà che costituiscono il mondo della famiglia e la bellezza di vivere insieme con mammà e papà e con quanti condividono con noi i giorni della nostra vita.
COME ADERIRE
Attraverso messaggi, scritti, disegni ed immagini (come fotografie e piccoli video) la scuola italiana è invitata a raccontare storie, fatti, emozioni e situazioni che costituiscono l’esperienza di vivere in famiglia, da cogliere e raccontare nei suoi vari componenti, nelle sue diverse situazioni, nelle difficoltà e nelle gioie di ogni giorno.

Attraverso le varie forme della creatività e della piena libertà espressiva, i partecipanti potranno eseguire lavori che illustrano le tematiche collegate alla famiglia, magari partendo da semplici “punti di osservazione”.
Ad esempio: da chi è composta la famiglia; descrivere mamma e papà, nel loro aspetto fisico e in quello che fanno (ad esempio: il lavoro e gli hobbies); parlare o disegna i fratellini e le sorelline, scrivere dei giochi che si fanno insieme, in casa e fuori, con gli amici.
E ancora: raccontare come si vivono le giornate (mattino, pomeriggio, sera) i giochi, le gite, le vacanze, i momenti che si vivono insieme (ad esempio, a tavola, una passeggiata, sul campetti di calcio, davanti alla tivù, all’oratorio, a scuola, in parrocchia, in un gruppo sportivo e ricreativo); parlare e disegnare i momenti allegri e felici e anche quelli in cui ci si sente magari un po’ giu’….
Oppure, semplicemente, lanciare un messaggio a mamma e papà, raccontando loro quello che magari, per timidezza, non si è mai riusciti a dire… O narrare, con uno scritto od un disegno, un fatto particolare, che ha coinvolto tutta la famiglia.
Insomma, divertitevi a raccontare “tutti i colori” della famiglia, le sue persone, gli ambienti dove si vive, le esperienze e le storie vissute insieme.
PRESENTAZIONE DEGLI ELABORATI
Gli elaborati potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, dvd, cd-rom, pen-drive, siti web e così via.
Tutti i lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 15 aprile 2017 (fa fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Okay!, presso Casa M.E.Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE
Una commissione giudicatrice selezionerà i migliori lavori pervenuti. Le scuole saranno premiate con prodotti di utilità didattica nel corso di un evento pubblico a Bergamo in occasione della Giornata per la Famiglia, fissata per il 15 maggio 2017. Nella medesima manifestazione verrà organizzata una mostra dei migliori lavori pervenuti.

INFORMAZIONI
Informazioni e regolamento sono reperibili sul mensile e sul sito di Okay! – https://okayscuola.wordpress.com/ – che dedicherà pagine speciali e notizie.

“TI PARLO DELLA MIA FAMIGLIA”: A GRANDE RICHIESTA ECCO LA SECONDA EDIZIONE


 

 

wp_015208

Raccontare la propria famiglia, parlare dei propri genitori, dei propri fratelli e sorelle, narrare “come” si vive all’interno delle mura della propria casa, le proprie giornate, ricordando episodi e momenti lieti o tristi che si sono vissuti insieme, i piccoli e grandi gesti che si compiono quando si vive insieme e si sogna insieme…
E’ questo il senso della seconda edizione dell’iniziativa “Ti parlo della mia famiglia” che Kiwanis International, Kiwanis Club Bergamo Orobico Onlus ed OKAY!, dopo il grande successo della prima edizione, promuovono a livello nazionale tra le scuole materne, scuole primarie e secondarie di primo grado, statali e paritarie.
FINALITA’
La finalità è quella di dare spazio, visibilità e attenzione alle voci di ragazze e ragazzi, offrendo loro l’opportunità di pensare alla realtà della propria famiglia e raccontarla con semplicità e spontaneità, nelle sue scene e nei suoi momenti quotidiani, nelle giornate felici e anche in quelle più tristi. Ma anche di fissare – in un semplice commento, in un semplice pensiero, in un semplice disegno – il bello di vivere con i propri genitori, i propri fratelli e sorelle, con i nonni, e perché no?, zie e zii, cugini e cugine…
Dunque, l’iniziativa vuole proporsi come una opportunità per esprimere i propri sentimenti, le proprie sensazioni, le proprie emozioni, i propri ricordi per esperienze, fatti e realtà che costituiscono il mondo della famiglia e la bellezza di vivere insieme con mammà e papà e con quanti condividono con noi i giorni della nostra vita.
COME ADERIRE
Attraverso messaggi, scritti, disegni ed immagini (come fotografie e piccoli video) la scuola italiana è invitata a raccontare storie, fatti, emozioni e situazioni che costituiscono l’esperienza di vivere in famiglia, da cogliere e raccontare nei suoi vari componenti, nelle sue diverse situazioni, nelle difficoltà e nelle gioie di ogni giorno.

Attraverso le varie forme della creatività e della piena libertà espressiva, i partecipanti potranno eseguire lavori che illustrano le tematiche collegate alla famiglia, magari partendo da semplici “punti di osservazione”.
Ad esempio: da chi è composta la famiglia; descrivere mamma e papà, nel loro aspetto fisico e in quello che fanno (ad esempio: il lavoro e gli hobbies); parlare o disegna i fratellini e le sorelline, scrivere dei giochi che si fanno insieme, in casa e fuori, con gli amici.
E ancora: raccontare come si vivono le giornate (mattino, pomeriggio, sera) i giochi, le gite, le vacanze, i momenti che si vivono insieme (ad esempio, a tavola, una passeggiata, sul campetti di calcio, davanti alla tivù, all’oratorio, a scuola, in parrocchia, in un gruppo sportivo e ricreativo); parlare e disegnare i momenti allegri e felici e anche quelli in cui ci si sente magari un po’ giu’….
Oppure, semplicemente, lanciare un messaggio a mamma e papà, raccontando loro quello che magari, per timidezza, non si è mai riusciti a dire… O narrare, con uno scritto od un disegno, un fatto particolare, che ha coinvolto tutta la famiglia.
Insomma, divertitevi a raccontare “tutti i colori” della famiglia, le sue persone, gli ambienti dove si vive, le esperienze e le storie vissute insieme.
PRESENTAZIONE DEGLI ELABORATI
Gli elaborati potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, dvd, cd-rom, pen-drive, siti web e così via.
Tutti i lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 15 aprile 2017 (fa fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Okay!, presso Casa M.E.Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE
Una commissione giudicatrice selezionerà i migliori lavori pervenuti. Le scuole saranno premiate con prodotti di utilità didattica nel corso di un evento pubblico a Bergamo in occasione della Giornata per la Famiglia, fissata per il 15 maggio 2017. Nella medesima manifestazione verrà organizzata una mostra dei migliori lavori pervenuti.

INFORMAZIONI
Informazioni e regolamento sono reperibili sul mensile e sul sito di Okay! – https://okayscuola.wordpress.com/ – che dedicherà pagine speciali e notizie.

“TI PARLO DELLA MIA FAMIGLIA”: ECCO LA SECONDA EDIZIONE DELLA GRANDE INIZIATIVA PER LE SCUOLE


wp_015196

dscn0964

Raccontare la propria famiglia, parlare dei propri genitori, dei propri fratelli e sorelle, narrare “come” si vive all’interno delle mura della propria casa, le proprie giornate, ricordando episodi e momenti lieti o tristi che si sono vissuti insieme, i piccoli e grandi gesti che si compiono quando si vive insieme e si sogna insieme…
E’ questo il senso della seconda edizione dell’iniziativa “Ti parlo della mia famiglia” che Kiwanis International, Kiwanis Club Bergamo Orobico Onlus ed OKAY!, dopo il grande successo della prima edizione, promuovono a livello nazionale tra le scuole materne, scuole primarie e secondarie di primo grado, statali e paritarie.
FINALITA’
La finalità è quella di dare spazio, visibilità e attenzione alle voci di ragazze e ragazzi, offrendo loro l’opportunità di pensare alla realtà della propria famiglia e raccontarla con semplicità e spontaneità, nelle sue scene e nei suoi momenti quotidiani, nelle giornate felici e anche in quelle più tristi. Ma anche di fissare – in un semplice commento, in un semplice pensiero, in un semplice disegno – il bello di vivere con i propri genitori, i propri fratelli e sorelle, con i nonni, e perché no?, zie e zii, cugini e cugine…
Dunque, l’iniziativa vuole proporsi come una opportunità per esprimere i propri sentimenti, le proprie sensazioni, le proprie emozioni, i propri ricordi per esperienze, fatti e realtà che costituiscono il mondo della famiglia e la bellezza di vivere insieme con mammà e papà e con quanti condividono con noi i giorni della nostra vita.
COME ADERIRE
Attraverso messaggi, scritti, disegni ed immagini (come fotografie e piccoli video) la scuola italiana è invitata a raccontare storie, fatti, emozioni e situazioni che costituiscono l’esperienza di vivere in famiglia, da cogliere e raccontare nei suoi vari componenti, nelle sue diverse situazioni, nelle difficoltà e nelle gioie di ogni giorno.

Attraverso le varie forme della creatività e della piena libertà espressiva, i partecipanti potranno eseguire lavori che illustrano le tematiche collegate alla famiglia, magari partendo da semplici “punti di osservazione”.
Ad esempio: da chi è composta la famiglia; descrivere mamma e papà, nel loro aspetto fisico e in quello che fanno (ad esempio: il lavoro e gli hobbies); parlare o disegna i fratellini e le sorelline, scrivere dei giochi che si fanno insieme, in casa e fuori, con gli amici.
E ancora: raccontare come si vivono le giornate (mattino, pomeriggio, sera) i giochi, le gite, le vacanze, i momenti che si vivono insieme (ad esempio, a tavola, una passeggiata, sul campetti di calcio, davanti alla tivù, all’oratorio, a scuola, in parrocchia, in un gruppo sportivo e ricreativo); parlare e disegnare i momenti allegri e felici e anche quelli in cui ci si sente magari un po’ giu’….
Oppure, semplicemente, lanciare un messaggio a mamma e papà, raccontando loro quello che magari, per timidezza, non si è mai riusciti a dire… O narrare, con uno scritto od un disegno, un fatto particolare, che ha coinvolto tutta la famiglia.
Insomma, divertitevi a raccontare “tutti i colori” della famiglia, le sue persone, gli ambienti dove si vive, le esperienze e le storie vissute insieme.
PRESENTAZIONE DEGLI ELABORATI
Gli elaborati potranno essere presentati nelle forme e con i supporti più vari: album, opuscoli, fascicoli, giornali scolastici, dvd, cd-rom, pen-drive, siti web e così via.
Tutti i lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 15 aprile 2017 (fa fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Okay!, presso Casa M.E.Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE
Una commissione giudicatrice selezionerà i migliori lavori pervenuti. Le scuole saranno premiate con prodotti di utilità didattica nel corso di un evento pubblico a Bergamo in occasione della Giornata per la Famiglia, fissata per il 15 maggio 2017. Nella medesima manifestazione verrà organizzata una mostra dei migliori lavori pervenuti.

INFORMAZIONI
Informazioni e regolamento sono reperibili sul mensile e sul sito di Okay! – https://okayscuola.wordpress.com/ – che dedicherà pagine speciali e notizie.

“TI PARLO DELLA MIA FAMIGLIA”: I PREMIATI SUL PODIO A BERGAMO IN UN CLIMA DI GRANDE FESTA    


A DSCN5280 (640x480)

 

 

Grande successo di partecipazione, oggi sabato 14 maggio 2016 –  vigilia della Giornata Mondiale della Famiglia istituita dall’ONU – per la manifestazione conclusiva dell’iniziativa “Ti parlo della  mia famiglia”, promossa da Kiwanis International, Kiwanis Club Bergamo Orobico Onlus e dal mensile Okay! Rappresentanze scolastiche giunte da varie parti d’Italia si sono ritrovate a Bergamo, presso la Sala Tremaglia, nel Teatro Donizetti, per ricevere il riconoscimento assegnato per avere svolto i migliori lavori sul tema della realtà famigliare. Oltre duemila, tra testi e disegni, gli elaborati complessivamente prodotti. Un grande impegno che è stato sottolineato, nei saluti di benvenuto, da Anna Scarpellini, presidente del Kiwanis Club Bergamo Orobico Onlus, dall’avv. Piero Grasso, vice presidente Kiwanis della Federazione Europea, da Romina Russo, consigliere del Comune di Bergamo – che ha patrocinato l’evento – e da Roberto Alborghetti, direttore di Okay!       

Strapiena la Sala Tremaglia, che ha faticato ad accogliere gruppi di allievi provenienti da varie regioni: i più distanti, quelli giunti da Castelvetrano (Trapani). Bellissimi e molto apprezzati i premi distribuiti alle scuole ed ai singoli: fotocamere digitali, stampanti, impianti hi-fi, lettori dvd-blue ray, mp4, oltre a cartellette contenenti materiali didattico. In chiusura, Anna Scapellini ha dato l’appuntamento alla seconda edizione dell’iniziativa, esprimendo un vivo ringraziamento a quanti a vario titolo hanno collaborato nella realizzazione di un evento attraverso cui i giovanissimi hanno sottolineato l’importanza della famiglia, “perché – come è scritto in uno degli elaborati – mamma e papà ci vogliono bene e mi fa tanto piacere quando mangiamo insieme”…   

 

 

TI PARLO DELLA MIA FAMIGLIA 2016:

ECCO SCUOLE E SINGOLI PREMIATI

 

A – SCUOLE DELL’INFANZIA

Scuola Infanzia Statale, Capriolo, Brescia

Scuola Infanzia “T.Pesenti”, Villa d’Ogna, Bergamo

Scuola Infanzia Statale, Orio al Serio, Bergamo

Scuola Infanzia Paritaria “Cavagnis”, Zogno, Bergamo

Scuola Infanzia Statale “Cavagnis”, Zogno, Bergamo

Scuola Infanzia “S.Giuseppe”, Poscante, Bergamo

Scuola Infanzia “S. Carlo”, Spinone al Lago, Bergamo

 

B – SCUOLE PRIMARIE

Scuola Primaria Statale, IC “Capuana-Pardo”, Castelvetrano, Trapani

Scuola Primaria “F.Petrarca”, Palermo

Scuola Primaria Paritaria Suore Domenicane, Testona di Moncalieri, Torino

Classe 3a D,  Scuola Primaria, Plesso Duca D’Aosta, 27°Circolo Didattico, Palese, Bari

Classe 4a A, Scuola Primaria, Plesso Duca D’Aosta, 27°Circolo Didattico, Palese, Bari

Scuola Primaria Statale, Foiano di Valfortore, Benevento

Classe 1a A Scuola Primaria “Don Milani”, IC “Musso”, Trecate, Novara

Classi 1e D E F, Scuola Primaria “Giovanni XXIII”, Grassobbio, Bergamo (lavoro n.1)

Classi 1e D E F, Scuola Primaria “Giovanni XXIII”, Grassobbio, Bergamo (lavoro n.2)

Scuola Primaria Statale “Via Magreglio”, Milano

 

C – SCUOLE SECONDARIE 1° GRADO

Classi 2e, Scuola Secondaria 1° Grado, “Luini-Falcone”, Rozzano, Milano

Scuola Secondaria 1° Grado, IC “Capuana-Pardo”, Castelvetrano, Trapani

Classi 1B e 2C, Scuola Secondaria, 1°Grado “D. Alighieri “, Isola del Liri, Frosinone

 

D – SINGOLI

Mirko Bassini, IC “Rubini”, Romano di Lombardia, Bergamo

Vittoria Serofilli, Rimini

Agnese e Chiara Cascione, Veglie, Lecce

Valentina Polimeno, IC “Prudenzano”, Manduria, Taranto

Jury, IC “Capuana-Pardo”, Castelvetrano, Trapani

 

***