“LACER/AZIONI” SU UNA VECCHIA LAND ROVER”: LA “PRIMA” A NOTTINGHAM (REGNO UNITO)


Il Ghost Bus (l’Autobus Fantasma) di Roberto Alborghetti  è di nuovo in viaggio verso la terra di Robin Hood e le città di Beeston e Nottingham. Al Chilwell Arts Theatre, domani, venerdì 9 marzo 2018, dalle 19.00 alle 21.00, si terrà un grande evento per la Prima mondiale del nuovo sorprendente video creato nell’ambito del progetto di arte visuale “LACER/AZIONI” promosso nel Regno Unito da Roberto Alborghetti, Bartons PLC di Simon Barton e ACT Group fondato da Marysia Zipser. Si tratta di “Land Rover Mapping”, ossia “Mappe su una Land Rover”.

Questa volta, invece del vecchio bus inglese degli anni Quaranta, è infatti una storica Land Rover, arrugginita e scrostata – custodita sempre nel Barton Garage – ad essere oggetto della ricerca visuale di Roberto. C’è già molta attesa per questo evento. I biglietti Eventbrite sono da ieri disponibili per essere prenotati on line e partecipare così a questo avvenimento unico ed imperdibile. Non ci crederete, ma vedrete qualcosa di inaspettata, perche…quest’arte si trova proprio su una vecchia Land Rover! Il Progetto Ghost Bus sta viaggiando per il mondo, con Roberto Alborghetti, Bartons PLC, ACT Group e … Robin Hood! L’evento di domani vedrà anche la proposta di altri video realizzati nella Terra di Robin Hood con la partecipazione della cantante jazz Jeanie Barton. Marysia Zipser di ACT Group ha costruito attorno alla “prima” del video una serie di attività e di iniziative che celebrano l’arte, la cultura e la creatività italiane.

Ecco il link di Eventbrite dove si possono prenotare biglietti per il grande evento del 9 marzo:

https://www.eventbrite.co.uk/e/ghost-bus-roads-land-rover-mapping-screening-tickets-42715985663?utm-medium=discovery&utm-campaign=social&utm-content=attendeeshare&aff=esli&utm-source=li&utm-term=listing

ARTE E AUTISMO: IL VIDEO SULL’ESPERIENZA DEL LABORATORIO DI PATRIZIA (APRILIA, LT) CON I COLORI DELL’AUTOBUS FANTASMA


*

Videoclip di Roberto Alborghetti; Colonna sonora: “Day One” di Audiomachine. Scene da un’esperienza creativa che ha coinvolto i bambini autistici e disabili (Aprilia, Latina, Italia). Guidati da Patrizia Sapri, hanno lavorato a riprodurre le foto scattate da Roberto Alborghetti intorno ad un autobus vecchio e arrugginito in Bartons Plc (Beeston – Nottingham, Regno Unito) per il progetto The Ghost Bus, “Un’avventura visuale nella Terra di Robin Hood” di Roberto Alborghetti, Bartons Plc e ACT Group. Prossimo Progetto: “Prendendo la Luna Blu” basata sul disegno di Mitrani Yarden dal Progetto Hopes.

altAmeZ95SCYgtR9-duZWEFD3TqO1RNeiYwLdu7YRg8zEgD

LA FIABA-CORTOMETRAGGIO SULL’ABITO VULCANO IN ANTEPRIMA IL 20 DICEMBRE A PIANCASTAGNAIO (MONTE AMIATA, SIENA)  


 

Domenica 20 dicembre, alle ore 17, presso il teatro Comunale di Piancastagnaio, avrà luogo la presentazione in prima assoluta, come dono alla cittadinanza, del cortometraggio “La Principessa, il Fuoco e il Castello” realizzato da Roberto Alborghetti e Mitrani Yarden presso la Rocca Aldobrandesca. Si tratta di documento particolare, che presenta il capo di alta moda “Vulcano Amiata” realizzato sulla base di una fotografia astratta che Roberto Alborghetti aveva scattato ad un vecchio bus inglese custodito a Nottingham. Come si ricorderà, alla fine dello scorso ottobre, nell’ambito di  “Penne e Video Sconosciuti” promosso da Osa Onlus, era stato proiettato il video girato appunto in Inghilterra, attirando anche la partecipazione di una delegazione inglese.

In quelle stesse giornate è stato prodotto quella che è una vera e propria fiaba moderna, ambientata alla Rocca Aldobrandesca, che fa da suggestivo elemento architettonico alla storia fantastica intitolata “La Principessa, il Fuoco e il Castello”. Il cortometraggio, interpretato da Ginevra Bertolani, con musiche originali di Eylon Malhi, è un suggestivo racconto per immagini che si snoda all’interno dell’antico castello e costituisce, per Piancastagnaio, una ulteriore opportunità per promuovere le bellezze artistiche e storiche del proprio territorio.

Il cortometraggio è ora anticipato dall’uscita di un e-book, disponibile dal 1° dicembre nelle librerie online, che presenta, in una narrazione testuale e per immagini, la favola sull’Abito Vulcano, sempre ambientata dentro ed attorno la Rocca Aldobrandesca di Piancastagnaio. La presentazione in anteprima del cortometraggio offrirà l’opportunità di parlare di un progetto del quale ha recentemente scritto la prestigiosa rivista americana “Arts & Cultural Strategies” diretta da Renèe LaVerne Rose. Tra l’altro, il 21 dicembre previsto anche un incontro con gli studenti del corso per designers presso L’Istituto Avogadro di Abbadia San Salvatore. Hanno collaborato nella realizzazione del cortometraggio: Natalia Scalacci ( Makeup and Hair stylist di Free Style), Nicola Cirocco e Patrizia Sapri.

L’evento sarà concluso dalla consegna al Sindaco Luigi Vagaggini della nuova edizione della biografia storica illustrata “Francesco” scritta da Roberto Alborghetti per l’Editrice Velar. Si tratta di una monumentale opera editoriale che ricostruisce, con documenti inediti ed una serie di straordinarie immagini, la vita di Papa Francesco, a partire dalle origine italiane della sua famiglia fino ai giorni nostri.

 

LIBRERIE ON LINE:

NINEVA

http://www.nineva.com.tr/marna/alborghetti-roberto-mitrani-yarden/the-princess-the-fire-and-the-castle-9788866700883.htm

 

 

MyBook

https://mybook.is/alborghetti-roberto-mitrani-yarden/the-princess-the-fire-and-the-castle/

 

9 am

http://www.9am.it/sito/Catalog/Language0/Default.aspx?template=ebookDettaglio.html&ck=WRWIORYWPY&F=Codice&V=%279788866700883%27

 

Hoepli

http://www.hoepli.it/ebook/the-princess-the-fire-and-the-castle/9788866700883.html

 

Excalibooks

http://www.excalibooks.com/Ebook/I/Alborghetti_Roberto_Yarden_Mitrani/The_princess_the_fire_and_the_castle/9788866700883

 

Ultimabooks  

http://store.streetlib.com/the-princess-the-fire-and-the-castle

 

Net-ebook – Mediaworld    

http://www.net-ebook.it/ebooks/162985/The-princess-the-fire-and-the-castle.aspx

 

TIM Reading    

http://www.timreading.it/home.php/ebook-the-princess-the-fire-and-the-castle-alborghetti-roberto-mitrani-yarden-marna-9788866700883.html

 

Libreria Universitaria  

http://www.libreriauniversitaria.it/ebook/9788866700883/autore-alborghetti-roberto/the-princess-the-fire-and-the-castle-e-book.htm

 

Sanpaolostore  

http://www.sanpaolostore.it/the-princess-the-fire-and-the-castle-roberto-alborghetti-9788866700883.aspx

 

Ebookstore Unità    

http://ebook.unita.it/catalog/product/view/id/191998/

 

NELLA FOTO: LA ROCCA ALDOBRANDESCA DI PIANCASTAGNAIO (SIENA), IN ALTO: IMMAGINI DEGLI EVENTI DELLO SCORSO OTTOBRE E COPERTINA DELL’E-BOOK DISPONIBILE DAL 1° DICEMBRE 2015.

1 IMGP2938 (640x480)

 

EVENTI SULL’AMIATA / ECCO L’ABITO VULCANO: CREATO UN CAPO DI ALTA MODA DALL’ IMMAGINE DI UN VECCHIO BUS INGLESE


 

Foto Roberto Alborghetti - Mitrani Yarden 4

Guest Writer: Stefano Alberti

Questo è il bellissimo Abito Vulcano, presentato per la prima volta in Toscana (Monte Amiata, Piancastagnaio, Siena) il 25 ottobre, durante gli eventi per la prima italiana di “The Ghost Bus” cortometraggio prodotto da Roberto Alborghetti con Bartons PLC e ACT Group (Nottingham, Regno Unito).

L’immagine che ammiriamo è una speciale anteprima dal prossimo video e e-book : “La Principessa, il Fuoco e il Castello”. L’abito è un capo di alta moda, creazione HotCouture di Mitrani Yarden, basato sull’immagine originale che Roberto Alborghetti (Lacer/ azioni) ha realizzato  per il progetto “The Ghost Bus”. Infatti, lo “scatto” fotografico, preso dalla superficie arrugginita e polverosa di un vecchio autobus abbandonato,  è stato magnificamente stampato e modellato sul tessuto da Yarden, fino a creare un abito, unico e non riproducibile.

La creazione di alta moda, insieme al cortometraggio del “Ghost Bus” sono stati presentati nell’ambito della 17a edizione di “Penne e Video Sconosciuti”, organizzata da Osa Onlus con il Comune di Piancastagnaio. Nel corso delle giornate sono state anche realizzate riprese fotografiche e video, a cura sempre di Roberto Alborghetti e Mitrani Yarden, con la partecipazione della modella Ginevra Bertolani, dell’Agenzia Casting di Firenze, e con la collaborazione (hair style e make up) di Natalia Scalacci ( Free Style, Abbadia San Salvatore, Siena). Il video dell’Abito Vulcano conterrà la colonna sonora musicata e composta da Eylon Malhi, musicista di Tel Aviv (Istraele).  

Le riprese sono avvenute nella suggestiva Rocca Aldobrandesca, sempre a Piancastagnaio, dove era in corso una bellissima mostra dello scultore Paolo Borghi. Grande l’interesse del pubblico, tra cui anche oltre 500 studenti che hanno partecipato agli incontri tenuti da Roberto Alborghetti e Mitrani Yarden,fashion designer originario di Tel Aviv (ora vive a Firenze, dopo un periodo di studio e di attività a Parigi presso importanti case di moda). Presente anche una delegazione dal Regno Unito, guidata dalla signora Marysia Zipser (ACT Group), che ha prospettato l’ipotesi di una collaborazione stabile tra i territori dell’Amiata (celebri anche per un’antica scultura che presenta un arciere) e la terra di Robin Hood, arciere di Nottingham.

Un evento davvero riuscito, per il quale è d’obbligo un “grazie” per la collaborazione al Comune di Piancastagnaio, al Sindaco Luigi Vagaggini, al consigliere comunale Samuele Bechini, a Nicola Cirocco (Osa Onlus), alla docente Patrizia Sapri, a Marysia Zipser (ACT Group, Beeston), all’Agenzia Re Ratchis, al Gruppo folk guidato da Gianmarco Nucciotti e ai rappresentanti del Palio delle Contrade.  

L’ABITO VULCANO: L’ALTA MODA…OSA E VA SULL’AMIATA PER I GRANDI EVENTI DI OTTOBRE… GUARDA IL VIDEO



*

Un capo di alta moda dedicato al “Vulcano Amiata”, un cortometraggio di arte visuale costruito attorno ad un vecchio autobus inglese degli anni ’50 ed una serie di eventi che, nella prossima settimana, vedranno anche la presenza di una delegazione proveniente da Nottingham.  C’è viva attesa nelle località amiatine per le iniziative di “Penne e Video Sconosciuti 2015” dedicate al progetto “The Ghost Bus” (L’Autobus Fantasma), un’attività di ricerca visuale che  Roberto Alborghetti (giornalista, scrittore, artista visuale e cittadino onorario di Piancastagnaio) ha prodotto nel Regno Unito in collaborazione con Bartons Plc e Act Group.

 Dopo il successo degli  eventi speciali del marzo 2015 a Nottingham (Regno Unito), ecco in Italia la “prima” del cortometraggio “The Ghost Bus” che Alborghetti ha creato sulla base di centinaia di fotografie  astratte scattate attorno ad un vetusto e accidentato bus inglese custodito presso un deposito di auto d’epoca. Il filmato – della durata di 14 minuti – è un singolare documento visuale e musicale che porta lo spettatore dentro la dimensione ed il senso della ricerca visuale di Alborghetti, che da anni raccoglie in giro per il mondo immagini realistiche della decomposizione dei manifesti pubblicitari, crepe e graffi naturali, corrosioni di superfici che fanno parte dell’ambiente urbano ed industriale.   

Una di queste immagini astratte ha poi fornito la base per la creazione del “Volcano Dress”, capo di alta moda ideato dal fashion designer Mitrani Yarden, artista originario di Tel Aviv, ora residente a Firenze dopo avere lavorato presso importanti case di moda parigine (da Chanel a Vivienne Westwood).

VOLCANO DRESS FP + LOGOS

Per la realizzazione dell’abito, Yarden ha impiegato sei metri di pregiato tessuto in crèpe, producendo un disegno dai colori suggestivi (la gamma allinea ben venti tonalità), modellando una forma dagli ampi volumi, che si pone tra il classico e il futuristico, caratterizzata dall’incontro tra linee simmetriche e asimmetriche. L’abito – un vero e proprio omaggio al Monte Amiata e alla terra di Siena – vuole anche essere un messaggio che invita alla salvaguardia delle bellezze naturali e al rispetto dell’ambiente. E’ anche accompagnato da una sorta di “sinfonia” (“Amore #1”) scritta ed eseguita dal musicista e compositore israeliano Eylon Malhi.

Anche l’abito “Vulcano” sarà presentato in anteprima mondiale nell’ambito dell’edizione 2015 di “Penne e Video Sconosciuti” promossa da OSA Onlus e dal Comune di Piancastagnaio (Siena). Nel corso degli eventi – che si svolgeranno da sabato 24 a martedi 27 ottobre – sarà presente anche una delegazione proveniente dal Regno Unito. Formato da operatori della comunicazione, fotografi e addetti culturali, il gruppo sarà guidato da Marysia Zipser, fondatrice di Act Group, partecipante al progetto “The Ghost Bus”. E’ in programma un giro turistico attraverso le principali città della Toscana anche per verificare possibilità ed ipotesi di cooperazione tra la terra di Robin Hood ed i territori amiatini.  

PIANCASTAGNAIO: LA ROCCA ALDOBRANDESCA

1 IMGP2938 (640x480)

L’AUTOBUS FANTASMA E L’ABITO VULCANO: LEGGI E SCARICA LA CARTELLA STAMPA DEGLI EVENTI SULL’AMIATA


SCARICA E SFOGLIA LA CARTELLA STAMPA:

*

1 IMGP2938 (640x480)

LA SUGGESTIVA ROCCA ALDOBRANDESCA A PIANCASTAGNAIO, SUL MONTE AMIATA, IN PROVINCIA DI SIENA.

L’AUTOBUS FANTASMA SUL MONTE AMIATA A “PENNE E VIDEO SCONOSCIUTI”. GIORNALISMO, ARTE VISUALE E LO SPETTACOLARE “VOLCANO DRESS”


*

“The Ghost Bus” (L’Autobus Fantasma) di ROBERTO ALBORGHETTI, BARTONS PLC, ACT GROUP arriva anche in Italia. Dopo il grande successo degli  eventi speciali del Marzo 2015 a Nottingham (Regno Unito), ecco in Italia la “prima” nazionale del cortometraggio, il 25 ottobre, sul Monte Amiata, a Piancastagnaio, Siena, in collaborazione con OSA Onlus e Comune di Piancastagnaio (Siena).

L’evento si svolge nell’ambito dell’edizione 2015 di “Penne e Video Sconosciuti”. Tra gli eventi, anche il progetto Hopes con la presentazione mondiale del “Volcano Dress” creato dal fashion designer MITRANI YARDEN sulla base di una delle immagini che ROBERTO ALBORGHETTI ha prodotto per il film “The Ghost Bus”. L’abito – un capo di alta moda – sarà accompagnato da un video realizzato con musica originale del musicista e compositore israeliano EYLON MALHI. Un vero e proprio omaggio al Monte Amiata, alla Toscana e all’Italia!   In occasione di questi eventi, sarà presente anche una delegazione proveniente dal Regno Unito. Il gruppo – formato da operatori della comunicazione, fotografi, designer – sarà guidato da MARYSIA ZIPSER, fondatrice di Act Group, partecipante al progetto “The Ghost Bus”. Un evento imperdibile!

E per le scuole, previsto un Forum su moda e bellezza, guidato da Roberto Alborghetti, con la partecipazione del fashion designer Mitrani Yarden, che parlerà e dialogherà con gli studenti sulla sua esperienza nel campo della moda internazionale.  

“Ci credi che quest’arte è su un vecchio auto bus?” Soundtrack: J.S. Bach, from Toccata in D minore (J.Brown).

http://www.osaonlus.it

The Ghost Bus : Nove immagini tratte dal lungometraggio di Roberto Alborghetti

The Ghost Bus : Nove immagini tratte dal lungometraggio di Roberto Alborghetti

UN “GHOST BUS” DA PAURA… IL PROGETTO VISUALE DI R. ALBORGHETTI CONQUISTA LA “TERRA DI ROBIN HOOD” (E IL SUO SITO VA A…200.000!)


ECO BG 5 4 2015 3

Grande spazio anche sulla stampa italiana al sorprendente “Ghost Bus” (L’Autobus Fantasma). Ecco l’articolo pubblicato dal quotidiano L’Eco di Bergamo, a firma di Carmelo Epis.

COMUNICATO A CURA DI ACT GROUP, NOTTINGHAM, UK

Continua nel Regno Unito, e non solo, la singolare risposta del pubblico e dei media al progetto artistico che Roberto Alborghetti, Bartons PLC e ACT Group hanno costruito attorno a “The Ghost Bus”, veicolo-simbolo del trasporto inglese, al centro di una serie di iniziative innovative per aprire nuove espressioni all’arte visuale. Qui sopra, nella galleria fotografica, alcuni ritagli di giornali che hanno dedicato grande spazio al progetto dell’Autobus Fantasma.

Come noto, a Nottingham (Regno Unito) il 27 marzo si è tenuta la “prima” mondiale di due cortometraggi (uno di 13 minuti e l’altro di 6 minuti) sull’Autobus Fantasma attorno al quale Roberto Alborghetti ha costruito un originale percorso in linea con l’esperienza di “Lacer/azioni”, la sorprendente attività di ricerca e di indagine sui “segni” urbani e sulle “lacerazioni” dei tempi moderni (decomposizione dei manifesti pubblicitari, crepe e graffi naturali, deterioramenti industriali). L’enorme garage Bartons a Chilwell, un tempo sede di una storica ed importante azienda inglese di trasporti, è stato trasformato in una sorta di set con tre distinti spazi che hanno ospitato un “evento memorabile”, come pubblicamente affermato dalla signora Celia Clayton (Pin Sharp Marketing).

Molti artisti, fotografi, operatori dei media e bloggers hanno partecipato alla manifestazione, per ora presentazione unica e speciale dei cortometraggi dedicati al vecchio “The Ghost Bus”. Simon Barton, titolare di Bartons PLC, con James, Tom, Jeanie e Fiona, ha ricevuto gli ospiti presso la grande Galleria. Marysia Zipser, fondatrice di ACT Group, ha introdotto l’evento invitando il pubblico a muoversi e a sperimentare le diverse aree di Bartons PLC, dove è stato allestito un ambiente straordinario e magico con al centro il vecchio e storico veicolo, documentato anche in un bellissimo films in Kodachrome del 1959 che racconta la vacanza in Italia di una comitiva inglese. Un cinedocumentario unico e straordinario, che il regista professionista Bill Freeman ha recuperato e riproposto per l’evento.

Roberto Alborghetti ha raccontato come è nato e si è sviluppato il progetto e come da semplici “scatti” attorno alla “carcassa” deIla vecchia “corriera” dei Bartons egli sia riuscito a produrre una serie di suggestive e coinvolgenti immagini, poi confluite in due distinti cortometraggi che, anche grazie ad una trascinante colonna sonora, hanno lasciato a boccaperta i numerosi ospiti invitati all’evento speciale.

L’anteprima di “The Ghost Bus” al Bartons Plc è stata veicolata da un gran numero di media, social network e bloggers. Ha fatto notizia il fatto che Roberto Alborghetti, “biografo di Papa Francesco” – come hanno scritto i giornali, riferendosi ai due libri pubblicati su Papa Bergoglio – sia stato conquistato da uno storico veicolo, considerato un emblema del trasporto pubblico del Regno Unito, leggendolo da un singolare ed innovativo punto di vista artistico. Le stesse televisioni e radio inglesi hanno dedicato interviste e spazio alla “prima” di “The Ghost Bus”. La giornalista e reporter Sharon Walia di Notts TV, ha guidato e coordinato un bellissimo documentario, mostrando come è avvenuto il processo creativo che ha portato alla produzione dei due short-films.

Impressionanti e oltremodo positivi i commenti di giornalisti e critici d’arte, come Simon Wilson (direttore di EG, The Nottingham Post), Christopher Frost (fotografo, giornalista, The Beestonian, Nottingham Daily Photo), Alison Emm (editor per lo stiloso LeftLion magazine), Emvan (Network Arti Visive dell’East Midlands), Richard Cook (curatore del Carnival of Monsters, Festival Internazionale di Arte Contemporanea), Paul Boyd (fotografo e docente di educazione all’immagine), Robert Richardson ( scrittore e fotografo), Pam Miller (nota artista inglese). Il regista, film maker, designer, artista e burattinaio MELVYN RAWLINSON parla di The Ghost Bus come di un “progetto estremamente eccitante”. Ne evidenzia la forza narrativa e la sorprendente originalità.

L’evento speciale ha visto la partecipazione della signora Anna Soubry, Ministro del Governo Inglese per la Sicurezza e Welfare, Membro del Parlamento Inglese, che si è felicitata per l’evento, esprimendo calorosi commenti per l’originalità dei cortometraggi. Presente anche la signora Webb (della Webb Vehicle Collection di Suffolk, dove il vecchio autobus si trovava fino al 2012), di rappresentanti di enti e fondazioni artistici e culturali, operatori del mondo dell’’arte e gli studenti della University of Nottingham e della Nottingham Trent University.

Il grande interesse suscitato dal progetto è confermato dalle prossime “fermate” del “Ghost Bus”. Già si parla di un evento speciale presso lo storico Nottingham Heritage Centre di Ruddington, polo museale dedicato alla storia dei trasporti. Dagli USA sono giunti via web inviti a proporre i due cortometraggi al piu importante festival cinematografico americano dedicato al tema della mobilità e della strada, l’ “AutoMoto Film & Arts Festival” che si tiene a Detroit e a Monterey. Intanto, in questi giorni, https://robertoalborghetti.wordpress.com/  ha raggiunto i 200.000 visitatori. Niente male per un blogsite (in inglese) fatto solo di colori, cromìe e visuals…

ALCUNI VIDEO-TRAILERS SUL PROGETTO

“CI CREDI CHE QUEST’ARTE E’ SU UN VECCHIO AUTOBUS?”

THE GHOST BUS (L’AUTOBUS FANTASMA):
https://robertoalborghetti.wordpress.com/the-ghost-bus-project/

*
VIDEOCLIP SULLA “PRIMA” DI THE GHOST BUS