“FRANCESCO” PRESENTATO ALLA RSA “BORSIERI” DI LECCO / ECCO COME E’ NATA LA PRIMA GRANDE BIOGRAFIA STORICA ILLUSTRATA SU PAPA BERGOGLIO


Guest Writer: Nicola Rossi

Foto:Marco Arosio

Un libro su Papa Francesco, un autore che racconta la sua esperienza e tanta emozione. Giovedi 13 marzo presso la prestigiosa residenza per anziani “Monsignor Borsieri” di Lecco è stata presentata “Francesco”, la prima grande biografia storica illustrata su Papa Bergoglio. È stato un pomeriggio molto particolare, riservato soprattutto agli anziani ospiti della RSA e dei Minialloggi protetti ed ai loro familiari, ma comunque aperto alla cittadinanza, con lo spirito di aprire la struttura  al territorio, come già da anni viene sperimentato con successo con “I pomeriggi della fondazione Borsieri”.

Per presentare il libro è intervenuto l’autore, Roberto Alborghetti, che proprio nelle scorse settimane, insieme agli Editori, i signori Serra della Velar, ha avuto la gioia di consegnare personalmente l’opera nelle mani di Papa Francesco, nel corso di una udienza privata svoltasi in Casa Santa Marta, nella Città del Vaticano. Presente all’incontro alla “Borsieri” anche Walter Serra, della Velar che – ha raccontato Roberto Alborghetti – aveva donato a Papa Bergoglio due opere importanti della propria produzione editoriale: un artistico Evangeliario e un’edizione speciale de “I Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni, autore che Papa Francesco conosce ed apprezza. “Dunque, quel giorno, con il Papa, c’era anche Lecco, e la grande opera del Manzoni, che Papa Francesco ha già letto tre volte”: così ha rivelato Alborghetti.

Dopo le parole di accoglienza del dott. Marco Arosio, direttore della struttura, ad aprire il pomeriggio nell’auditorium della Borsieri, è stato il vicario Episcopale, monsignor Rolla, che ha portato il suo saluto, sottolineando come anche il Papa abbia a cuore chi soffre, ed inviti sempre a stare accanto agli anziani fragili. Inoltre in sala con gli ospiti della RSA Borsieri e dei Minialloggi c’erano anche il prevosto monsignor Cecchin, il Cappellano della residenza don Vittorio Baroni ed il Presidente della Fondazione Borsieri Dr. Domenico Colombo, che ha raccontato la sua esperienza di viaggio nel Paese natale del Papa, l’Argentina. A tutti gli ospiti presenti è stata regalata una bella fotografia di Papa Francesco.

Roberto Alborghetti ha parlato delle caratteristiche e dei contenuti dell’opera editoriale, frutto di un lavoro di ricerca e di documentazione durato quasi sei mesi. Il volume – di grande formato, disponibile anche in una edizione speciale in 2 volumi, corredato da un eccezionale apparato fotografico e prefato dal cardinale G.B. Re – ricostruisce nei dettagli, come finora non è stato fatto, la vita di Jorge Mario Bergoglio, le sue origini familiari, la sua vocazione, le sue esperienze pastorali.

Tante le notizie inedite, che vanno a smentire quelle in circolazione o addirittura riportate su altre pubblicazioni. La più clamorosa? Ha risposto Alborghetti: “Continuano ancora a scrivere che il Papa è figlio di un ferroviere. Non è vero. E insistono nel riferire date sbagliate relative all’emigrazione in Argentina della famiglia Bergoglio. Grazie agli archivi conservati a Genova, e verificando tra oltre 3 milioni di schede, sono arrivato a ricostruire quando i Bergoglio salpano da Genova e quando arrivano a Buenos Aires…”

GRANDE FESTA, TANTISSIMA GENTE E BELLISSIMI PREMI / LA PREMIAZIONE A “LE DUE TORRI” (17 MARZO 2013)


Grande partecipazione a “Le Due Torri” di Stezzano per l’evento finale di Caro Natale promosso per le scuole per il terzo anno consecutivo. La cerimonia di premiazione si è svolta domenica 17 marzo presso il Centro commerciale di Stezzano ed è stata una vera e propria festa alla quale hanno partecipato oltre 500 alunni provenienti dalle scuole delle province di Bergamo, Milano, Lecco, Novara, Varese.

Tutti i partecipanti hanno ricevuto in premio utili ed importanti strumenti didattici – stampanti-scanner-fotocopiatrici, fotocamere digitali, impianti hi-fi –  che serviranno per le attività di classe dell’istituto. «Oggi è stata una occasione di festa per il centro – ha  affermato il direttore de Le Due Torri, dott. Roberto Speri –. I tanti bambini presenti hanno rallegrato l’atmosfera e con i loro cartelloni e messaggi hanno fatto tornare bambini per qualche ora anche noi adulti. Un ringraziamento di cuore a tutte le scuole che  hanno partecipato».

Il dottor Speri ha ricordato anche il successo dell’iniziativa delle campane di politistirolo da decorare e utilizzate dagli studenti per abbellire le aule nel periodo natalizio: ne sono state distribuite gratuitamente ben 7.000 alle scuole che nel periodo pre-natalizio  si sono presentate al Centro Le Due Torri con il tagliando pubblicato su Okay!

Caro Natale… Lettere alla più bella festa dell’anno”,   giunto quest’anno alla terza edizione, invitava gli alunni a  scrivere una lettera o realizzare disegni dedicati al Natale. Oltre 2.000 gli elaborati ricevuti quest’anno, che hanno dimostrato il grande impegno profuso dai loro creatori, che hanno formulato  pensieri e poesie dal significato profondo, realizzato cartelloni, ricerche e disegni sul Natale. L’incontro è stato condotto da Roberto Alborghetti, direttore di Okay! Da Trecate (Novara), insieme agli alunni della Scuola Primaria, è giunto il presidente dell‘UTE (Università Terza Età) Giorgio Galdabino, che si è congratulato per l’iniziativa.  Non sono mancati gli snacks e libri in omaggio. 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA