LIBRO NOVITA’: “BRUNO DEPETRIS, CUORE & LAVORO SOTTO IL MONVISO”


La storia e l’esempio di un imprenditore piemontese che, partito dalla gavetta, ha trasformato i suoi sogni in realtà. Tutto questo è raccontato in : “Bruno Depetris, Cuore & Lavoro sotto il Monviso” di Roberto Alborghetti, Marna Edizioni. L’evento di presentazione si terrà l’8 settembre 2018, alle ore 20,30, presso Alter Hotel di Barge (Cuneo), con la presenza di Agnese Peiretti Depetris, della sindaca di Barge, Prof.ssa Piera Comba, dell’autore e dei familiari del compianto Bruno Depetris.  Nella circostanza verranno dedicate alla memoria di Bruno Depetris borse di studio per giovani allievi.

Annunci

LIBRI NOVITA’ / “SENZA SCONTI”, DODICI STORIE PER RITROVARCI (NELLA VITA DEGLI ALTRI)


Senza sconti

Dodici storie che ti portano dentro il vissuto quotidiano, a contatto con volti e persone nelle quali si rispecchia sempre un po’ di ognuno di noi, i nostri sogni, con le nostre tensioni, le nostre paure. “Senza sconti” è questo. Un libro che parla “di” e “ad” ognuno di noi. L’hanno scritto, a quattro mani, Sergio Astori (psichiatra, docente e consulente scientifico) e Sergio Massironi (sacerdote, docente, impegnato nella pastorale giovanile e in campo sociale).

L’esperienza che i due autori hanno guadagnato sul campo, lavorando con le più diverse realtà che interessano il mondo giovanile e non solo, ha permesso loro di cogliere aspetti, livelli e profili che, spesso, si celano dietro vicende alle quali, distratti come siamo, non prestiamo ascolto o facciamo finta di non vedere. Sono storie di persone che, con coraggio e audacia, sfidano pregiudizi e luoghi comuni di una realtà, anche mediatica, che ormai si ferma solo alle apparenze e non tenta approfondimenti. Sono storie che, nel segno del Vangelo, colgono “il bisogno che l’altro ha di essere riconosciuto: in negozio come in famiglia, in fabbrica come in banca, in palestra come in sacrestia”.

Ci appare, in controluce, il tracciato della “Chiesa in uscita” di papa Francesco e quella dei suoi predecessori. È la Chiesa del Concilio, “in missione” tra l’umanità che cerca brandelli di speranza e spiragli di luce, nonostante tutto. Una Chiesa che sta tra la gente e vive della gente. Come faceva Gesù. Originale lo sviluppo narrativo. Il racconto dell’oggi è intersecato – anche con la scelta di un diverso carattere tipografico – con le storie dei cronisti evangelici. Come per dire che, nella dinamica e nella storia delle relazioni umane, gli accadimenti offrono una certezza solo in una Verità immutabile ed incontrovertibile, che attende solo di essere accolta, ieri come oggi. È l’invito a recuperare, nella nostra vita, il mistero dell’incanto, dello stupore e della sana “lentezza”. Perché è bene “smetterla di dannarci pretendendo di dominare la nostra vita e di possederla onnipotentemente. Così facendo ci si smarrisce”.

Le pagine di “Senza sconti” – accompagnate da schede che suggeriscono e propongono verifiche personali – ci ricordano che la fragilità degli uni può diventare una modalità per comprendere la fragilità nostra e quella di chi ci sta accanto. E che la chiave per vincere le paure sta sempre nel rendere tutto più umano, più vicino a noi e alla sfera della vita quotidiana e del “comprensibile”.

ResilienzaDi Sergio Astori ci piace ricordare anche un altro bel testo, sempre pubblicato dalle edizioni San Paolo. Si tratta di “Resilienza” (144 pagine, Euro 16, 2017). Ossia, “andare oltre: trovare nuove rotte senza farsi spezzare dalle prove della vita”.

 

 

  • Sergio Astori e Sergio Massironi, Senza Sconti, Prefazione di Silvano Petrosino, San Paolo editrice, 130 pagine, Euro 16, 2018.

FAENZA (RA): LA GRANDE FESTA DELL’IC S.ROCCO CON GIOCHI, MOSTRE, PIZZATE E…L’APERILIBRO!


Tre giornate di festa a scuola, per celebrare la riuscita di un anno di lezioni. E per stare tutti insieme: docenti, allievi e famiglie. Accadrà il 17, 18 e 19 maggio prossimi a Faenza dove, come è tradizione, l’Istituto Comprensivo San Rocco, diretto dalla prof.ssa Marisa Tronconi, chiama a raccolta tutti attorno alla scuola insieme al Comitato Genitori. Tanti e diversi i momenti in programma, che vanno dai giochi alle mostre didattiche e a gare canore, dai pasti alle pizzate consumati in allegria. Si parlerà anche di libri con Roberto Alborghetti, che parteciperà ad incontri con gli alunni e all’AperiLibro con i genitori (serata di venerdi 18 maggio). In questa pagina proponiamo le locandine della manifestazione. Dunque, ci vediamo a Faenza, all’IC San Rocco, per una festa a scuola

“A TAVOLA CON PAPA FRANCESCO”: INTERVISTA SULLA PIU’ IMPORTANTE RADIO DELLA SPAGNA


 

http://www.cope.es/noticias/oido-cocina/las-recetas-del-papa-francisco_210279

Radio Cope Spagna

http://www.cope.es/noticias/oido-cocina/las-recetas-del-papa-francisco_210279

Quasi dieci minuti di intervista sul libro “A tavola con Papa Francesco” sulla più seguita rete radiofonica della Spagna, Radio Cadena Cope. Roberto Alborghetti, autore del libro che in Spagna è uscito con il titolo “En la mesa con Francisco”, pubblicato da Larousse (in Italia, Mondadori) è stato intervistato a Roma dall’inviata nella Capitale, la giornalista Eva Fernandez. L’intervista è stata poi commentata in diretta dallo studio di Madrid. Grande l’attenzione data al libro, che anche in Spagna è al centro dell’interesse dei media, che se ne stanno occupando con numerosi articoli e interviste. Cliccando sul link, si può ascoltare l’intervista di Eva Fernandez a Roberto Alborghetti. L’incontro radiofonico ha avuto come scenario Piazza San Pietro e poi la pasticceria-gelateria Hedera di Francesco Ceravolo, in Borgo Pio, citata tra l’altro nelle pagine del libro. “A tavola con Papa Francesco”, nella versione italiana, è disponibile in tutte le librerie, anche quelle online (Amazon, Ibs, Mondadori Store, LaFeltrinelli e così via).

http://www.cope.es/noticias/oido-cocina/las-recetas-del-papa-francisco_210279

Eva Fernandez - Cadena Cope

La giornalista Eva Fernandez intervista Roberto Alborghetti per Cadena Cope

IMG-20180418-WA0012

Presso Hedera, in Borgo Pio (Vaticano), la rinomata pasticceria-gelateria citata anche negli aneddoti raccontati nel libro “A tavola con Papa Francesco” di Roberto Alborghetti.

 

LO SPRECO ALIMENTARE, LA TAVOLA E PAPA FRANCESCO: INCONTRO-DIBATTITO OGGI A “CIBO A REGOLA D’ARTE” (MILANO, ORE 13,30)


“A tavola con Papa Francesco”, il libro di Roberto Alborghetti, uscito in questi giorni per Mondadori, è al centro di un incontro-dibattito in programma oggi, 24 marzo 2018, ore 13,30, a Milano, per l’evento “Cibo a Regola d’Arte” promosso dal Corriere della Sera presso l’Unicredit Pavilion di piazza Gae Aulenti 10. Sarà presente l’autore. Conduce il giornalista Gabriele Principato.

Cibo a regola d'arte 2Cibo a regola d'arte 1Cibo a regola d'arte 0

Scheda Info A tavola con papa Francesco

SU “IL CORRIERE DELLA SERA” GRANDE SPAZIO AL LIBRO “A TAVOLA CON PAPA FRANCESCO”


“A tavola con Papa Francesco”, di Roberto Alborghetti, edito da Mondadori, è da pochissimi giorni nelle librerie di tutta Italia, disponibile anche in quelle on line. Già altissima l’attenzione dei media su questa “sorprendente biografia” che racconta Francesco sotto un profilo inedito, per certi aspetti unico. Alla pubblicazione, Il Corriere della Sera ha dedicato ampio spazio, con un servizio firmato da Gabriele Principato. Tra l’altro, il libro sarà presentato anche all’edizione 2018 dell’evento “Cibo a Regola d’Arte” che il Corriere della Sera ha organizzato a Milano dal 23 al 25 marzo presso l’UniCredit Pavilion. L’incontro dal titolo “Le ricette di Papa Francesco” è in programma sabato 24 marzo, alle ore 13,30, presso il Lounge.

 

ALBUMONE: ECCO IL “LIBRATTIVO” PER I PICCOLI (3-6 ANNI). SARA’ TUTTO UN DIVERTIMENTE!


Copertina

IN 500 ALLA GIORNATA SPECIALE SUL “LIBROFONINO” ALL’ISTITUTO S.MARTA DI VIGHIZZOLO DI CANTU’ (CO)


20171121_004703IMG-20171120-WA0001IMG-20171121-WA0010IMG-20171121-WA0011

Testo: Stefano Alberti

Foto di Barbara Mascheroni e Giuseppe Catania

Oltre 500 persone – tra alunni, alunne e genitori – hanno partecipato, lunedi 20 novembre, alla speciale giornata che l’Istituto Paritario Santa Marta ha promosso a Vighizzolo di Cantù sui temi al centro del libro “Pronto? Sono il librofonino” di Roberto Alborghetti. Una grande risposta in termini di partecipazione e di attenzione, a conferma di come le tematiche delle nuove tecnologie, il loro uso ed abuso interessino i giovanissimi e le famiglie. La preside suor Maria Pia Mucciaccio, i docenti e la comunità religiosa (fondata a Genova nell’Ottocento da un vescovo giornalista, Tommaso Reggio) hanno accolto Roberto Alborghetti, fin dalle prime ore di scuola mattutine, nella bella e funzionale struttura di via Montenero, fondata a Vighizzolo quasi 90 anni fa.

La mattinata è stata piena. L’autore del “Librofonino” ha parlato e dialogato con gli studenti della scuola secondaria di primo grado per ben 3 ore, dalle 10,30 alle 13,30. E’ stato un dibattito intenso e forte, al quale gli studenti hanno partecipato con domande, commenti, racconti di esperienze, in un felice esempio di educazione alla pari. Nel pomeriggio, Roberto Alborghetti ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria. Grande anche l’interesse dei più piccoli, che hanno obbligato l’autore a prolungare il tempo dell’incontro.

“Storie, testimonianze ed esperienze per prendere coscienza che la tecnologia non va usata per mentire, deridere o ingannare un altro essere umano o per farsi coinvolgere in conversazioni che possono fare del male a se stessi e al prossimo”. E’ stato questo il motivo conduttore dell’esperienza vissuta dai ragazzi, ai quali sono stati proposti informazioni, grafici, video, tabelle e dati riguardanti i fenomeni inerenti ai temi della legalità e della sicurezza in rete. In serata, alle ore 21, Roberto Alborghetti ha incontrato genitori ed educatori  sul tema “La nostra vita in cella (digitale). Telefonini e nuove tecnologie tra comodità e dipendenza”. Davvero attenta e profonda la partecipazione alla serata, introdotta dalla preside suor Maria Pia. Dunque, anche a Vighizzolo, “Pronto? Sono il librofonino”, nella semplicità della sua storia, ha voluto suggerire modalità e modi di essere per gestire al meglio la comunicazione tramite i telefonini, realtà che sta cambiando (e condizionando) la nostra vita quotidiana. Presenti all’iniziativa, anche Barbara Mascheroni e Giuseppe Catania de I Quindici.

Ora il “giro” prosegue. Prossima tappa a Crema venerdi prossimo, 24 novembre, presso la Fondazione Carlo Manziana (Via Dante Alighieri 24, ore 21).