ITALIANI O IT-ALIENI? / INCONTRO A BITONTO CON IL SINDACO ABBATICCHIO


OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Italiani o It-alieni?“, il libro di Roberto Alborghetti, con le illustrazioni di Eleonora Moretti, edito da Funtasy Editrice, è stato consegnato anche al dott. Michele Abbaticchio primo cittadino della città di Bitonto (Bari). L’autore e Paolo Sandini, coordinatore editoriale di Funtasy, hanno consegnare il testo al sindaco Abbaticchio, presso la sede del Comune, nello storico Palazzo Gentile. All’incontro hanno partecipato anche la prof.ssa Marina Salierno, Assessore all’Istruzione pubblica, il dott. Christian Farella, Capo di Gabinetto del sindaco, e la dott.ssa Anna Bellezza, Dirigente scolastica dell’IC Cassano-De Renzio.  E’ stata una bella opportunità per parlare di Bitonto e per mettere in cantiere iniziative ed attività inerenti la cittadinanza attiva.

“Italiani o It-alieni / Come giocare (in 12 mosse) la ‘Carta’ della cittadinanza attiva” porta la prefazione di Antonio Decaro, Presidente nazionale ANCI, l’associazione che a suo tempo promosse una petizione per il ritorno dell’Educazione Civica nelle materie scolastiche obbligatorie. Iniziativa andata a buon fine visto che dal prossimo settembre sarà di nuovo materia di studio. Il libro, lo ricordiamo non è reperibile nel circuito delle librerie, anche quelle on line, ma in una forma di distribuzione alternativa che favorisce il mondo e le realtà scolastiche ed educative.  Pertanto va richiesto direttamente a Funtasy Editrice, alla email qui indicata: funtasyeditrice@gmail.com

“SOCIAL O DIS-SOCIAL?”/ GIORNATA DI INCONTRI A SAN SALVO (CH) IL 18 FEBBRAIO


20200113_203950

 

Cattura

SPONSOR DELL’EVENTO:

metamer_logo_energiaTE_pos

 

Continuano in giro per l’Italia gli incontri formativi dedicati ai contenuti del libro “Social o dis-social? / Misura il tuo modo di stare (bene) nella Rete”. Martedi 18 Febbraio 2020, il libro di Roberto Alborghetti, edito da Funtasy Editrice, sarà al centro di una giornata di incontri a San Salvo (Chieti) promossa dall’IC1 “Salvo D’Acquisto” con la collaborazione di Metamer, sponsor ufficiale dell’evento.

Roberto Alborghetti incontrerà le classi 5^A e 5^B della scuola Primaria, dalle ore 10.30 alle ore 11.45. Poi, le classi della Scuola Secondaria 1°: la 1^D, la 1^E e la 1^G, dalle ore 11.45 alle ore 13.00. Nel pomeriggio, alle ore 16,30, avrà luogo un pubblico incontro con i genitori degli alunni, le istituzioni del territorio e lo sponsor, sempre sui temi dell’uso consapevole della tecnologia, nell’ottica della prevenzione dei fenomeno del bullismo e cyberbullismo. Gli incontri – aperti dalla Dirigente Annarosa Costantini – si terranno  presso la Scuola Secondaria di 1° grado dell’IC1 “Salvo D’Acquisto”, in via Scopelliti. L’iniziativa è realizzata con la collaborazione di Edit Inform. 

La cartella info:

https://www.academia.edu/37588835/SOCIAL_O_DIS-SOCIAL_Cartella_Stampa.pdf

“Social o dis-social?” non è disponibile nel normale circuito distributivo. Per copie e  informazioni sugli incontri, contattare: funtasyeditrice@gmail.com

“ITALIANI O IT-ALIENI?”: A BUCINE (AR) IN 250 RISPONDONO (BENE) ALLA DOMANDA


Si può parlare di… diritti costituzionali a bambine e bambini di 8, 9, 10 anni? Si può. Anzi, si deve. Ieri a Bucine (AR) grande accoglienza per il libro “Italiani o It-alieni? /Come giocare (in 12 mosse) la “carta” della cittadinanza attiva” (Funtasy editrice). Il testo, scritto da Roberto Alborghetti e illustrato da Eleonora Moretti, è stato proposto nell’ambito dell’annuale Mostra Mercato del Libro, in corso presso il salone dell’Istituto Comprensivo che insieme al Comune ha promosso la manifestazione. E’ stata la Dirigente dell’IC prof.ssa Lisa Sacchetti ad aprire l’incontro, al quale ha portato il saluto Paola Coppi in rappresentanza del Consiglio Comunale e del Sindaco. Il Teatro Comunale era strapieno di alunni e alunne, dalla terza primaria alle classi della prima secondaria di primo grado. Circa 250 allievi che hanno seguito con grande attenzione ed interesse, dimostrando l’importanza di essere “Italiani” e non “It-alieni”.

L’autore, Roberto Alborghetti, ha parlato del senso del libro, costruito attorno ai 12 principi fondamentali della Costituzione e a 12 grandi storie di Italiani e Italiane. C’era anche Eleonora Moretti che ha rivelato come è nato graficamente il libro. È intervenuto Giulio Bonci dell’Opera Giorgio La Pira, padre costituente, sindaco di Firenze, uno dei personaggi di cui il libro  parla. E poi, tante le domande da parte dei ragazzi. Con un quiz finale, proposto da Roberto: “In quale data ricorre la festa della bandiera tricolore italiana?” La risposta? Ve la dà il capitolo 12° di “Italiani o It-aleini?”. Perchè essere cittadini non è cosa dell’altro mondo. Il libro, in questi giorni, è disponibile presso la stessa Mostra Mercato, nella sede dell’IC di Via XXV Aprile, dove la Libreria La Parola ha allestito la vendita, che sta registrando una bella risposta da parte delle famiglie degli alunni e dei cittadini di Bucine. Un “grazie” per le foto alla docente Ensoli – che ha seguito l’organizzazione dell’iniziativa – e ad Eleonora Moretti.

PER INFO SU “ITALIANI O IT-ALIENI?”, PER CONTATTI E NOTIZIE SU INCONTRI CON L’AUTORE, WORKSHOPS, CORSI DI FORMAZIONE DOCENTI E ACQUISIZIONI DI TESTI: funtasyeditrice@gmail.com

“ITALIANI O IT-ALIENI?”: DOMANI PRESENTAZIONE A BUCINE (AR) ALLA MOSTRA MERCATO DEL LIBRO


20191208_191824

Il libro “Italiani o It-alieni?”. di Roberto Alborghetti, con le illustrazioni di Eleonora Moretti, edito da Funtasy, sarà presentato domani,  martedi 17 Dicembre 2019, ore 10.30, al Teatro Comunale di Bucine (Arezzo) nell’ambito degli eventi della Mostra mercato del Libro. Interverranno, insieme all’autore e alla illustratrice, il Sindaco di Bucine, Nicola Benini, la DS Lisa Sacchini, Giulio Bonci dell’Opera Giorgio La Pira. L’evento è promosso dall’Istituto Comprensivo di Bucine con il Comune.  “Perché essere cittadini non è cosa dell’altro mondo…”.

ITALIANI copertina CopiaFirmato da Roberto Alborghetti, Illustrato graficamente da Eleonora Moretti e stampato con il carattere ad alta leggibilità Easy Reading, “Italiani o It-alieni?” è di grandissima attualità, per il fatto che i temi dell’educazione civica sono stati reintrodotti obbligatoriamente, per legge, nelle materie scolastiche. Ma non solo. I contenuti di “Italiani o It-alieni?” rappresentano oggi più che mai uno stimolo ad approfondire realtà come la Costituzione, la Memoria, la testimonianza di grandi figure che hanno fatto la storia recente del nostro Paese. Il libro, tra l’altro, presenta 12 grandi figure di italiani e italiane, associate ai 12 principi fondamentalie della Costituzione. La pubblicazione presenta in apertura una riflessione di Antonio Decaro, Presidente dell’ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani, l’ente che a suo tempo promosse una petizione, fra tutti i Comuni d’Italia, per il ritorno dell’insegnamento dell’Educazione Civica tra le materie obbligatorie.

“ITALIANI O IT-ALIENI?”: IL PLAUSO DI M. E. ALBERTI CASELLATI, PRESIDENTE DEL SENATO


IMG-20191211-WA0004 - Copia

Visita dell'Alto Commissario OSCE per le Minoranze Nazionali, Lamberto Zannier
Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato – Foto: Archivio Fotografico Senato della Repubblica

Significativo riconoscimento istituzionale per “Italiani o it-alieni?”, il libro di Roberto Alborghetti, illustrato da Eleonora Moretti, pubblicato da Funtasy Editrice. E’ infatti pervenuta a Paolo Sandini (coordinatore editoriale e commerciale) e a Roberto Alborghetti una lettera a firma del Presidente del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati, alla quale era stato recapitato il libro sui temi della cittadinanza attiva.

Così scrive il Presidente del Senato: “Gentilissimi, vi ringrazio per la copia di “Italiani o It-alieni?” che mi avete cortesemente inviato. Vorrei farvi giungere il mio profondo apprezzamento per avere ideato uno strumento originale e semplice, ma al tempo stesso esaustivo ed altamente educativo, che aiuti le nuove generazioni a comprendere appieno e a fare propri i valori della nostra Carta Costituzionale”.

IMG-20191211-WA0003 - CopiaLe parole di apprezzamento di Maria Elisabetta Alberti Casellati – che ringraziamo vivamente – sono motivo di incoraggiamento e motivazione per tutta Funtasy Editrice,  impegnata a sostenere un progetto che, come “Italiani o It-alieni?”, è certamente una opportunità per la scuola italiana e per la stesse nuove generazioni, come appunto sottolineato dalla seconda carica dello Stato. La Presidente del Senato ha brillantemente colto il senso, lo spirito e le finalità di una pubblicazione per certi aspetti innovativa. “Italiani o It-alieni?” non è infatti il solito e noioso “saggio di studio”, non è un racconto o un prodotto di fantasia, ma uno strumento diverso e sorprendente sul piano editoriale: porta i giovanissimi dentro un percorso di conoscenza e di scoperta, tra notizie, attività, giochi di autovalutazione, storie, numeri, persone e personaggi.

ITALIANI copertina CopiaFirmato da Roberto Alborghetti, Illustrato graficamente da Eleonora Moretti e stampato con il carattere ad alta leggibilità Easy Reading, “Italiani o It-alieni?” è di grandissima attualità, anche per il fatto che i temi dell’educazione civica sono stati reintrodotti per legge nelle materie scolastiche. Ma non solo. I contenuti di “Italiani o It-alieni?” rappresentano uno stimolo ad approfondire, in modo coinvolgente e pure divertente, realtà come la Costituzione, il senso civico, la memoria, fatti ed aspetti della società italiana e la testimonianza di grandi figure che hanno fatto la storia recente del nostro Paese.

Il libro, tra l’altro, presenta 12 grandi figure di italiani e italiane, associate ai 12 principi fondamentalie della Costituzione. La pubblicazione presenta in apertura una riflessione di Antonio Decaro, Presidente dell’ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani, l’ente che a suo tempo promosse una petizione, fra tutti i Comuni d’Italia, per il ritorno dell’insegnamento dell’Educazione Civica tra le materie obbligatorie. Tutti aspetti, questi, che la lettera del Presidente Alberti Casellati mette in evidenza puntualmente.

Per informazioni sul libro, prenotazione di copie, incontri con l’autore e corsi di formazione sui temi della cittadinanza attiva, può essere contattata Funtasy Editrice con la seguente email: funtasyeditrice@gmail.com

“ITALIANI O IT-ALIENI?”: PRESENTAZIONE A BUCINE (AR) CON ROSY BINDI IL 17 DIC 2019


bucine 17 12 2019 (2)

Il libro “Italiani o It-alieni?”. di Roberto Alborghetti, con le illustrazioni di Eleonora Moretti, edito da Funtasy, sarà presentato martedi 17 Dicembre 2019, ore 10.30, al Teatro Comunale di Bucine (Arezzo) nell’ambito degli eventi della Mostra mercato del Libro. Interverrà, insieme all’autore e alla illustratrice, Rosy Bindi, ex Ministra e ex Presidente della Commissione parlamentare antimafia, con la partecipazione del Sindaco di Bucine, Nicola Benini, della DS Lisa Sacchini, delle istituzioni del territorio, del Comune, Giulio Bonci dell’Opera Giorgio La Pira. L’evento è promosso dall’Istituto Comprensivo di Bucine con il Comune.  “Perché essere cittadini non è cosa dell’altro mondo…”.

ITALIANI copertina CopiaFirmato da Roberto Alborghetti, Illustrato graficamente da Eleonora Moretti e stampato con il carattere ad alta leggibilità Easy Reading, “Italiani o It-alieni?” è di grandissima attualità, per il fatto che i temi dell’educazione civica sono stati reintrodotti obbligatoriamente, per legge, nelle materie scolastiche. Ma non solo. I contenuti di “Italiani o It-alieni?” rappresentano oggi più che mai uno stimolo ad approfondire realtà come la Costituzione, la Memoria, la testimonianza di grandi figure che hanno fatto la storia recente del nostro Paese. Il libro, tra l’altro, presenta 12 grandi figure di italiani e italiane, associate ai 12 principi fondamentalie della Costituzione. La pubblicazione presenta in apertura una riflessione di Antonio Decaro, Presidente dell’ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani, l’ente che a suo tempo promosse una petizione, fra tutti i Comuni d’Italia, per il ritorno dell’insegnamento dell’Educazione Civica tra le materie obbligatorie.

 

“UNA VITA DI PAROLA”: IL 2 OTTOBRE LA PRESENTAZIONE A BERGAMO


LOC POSTER 2 OTT 2019

“Una vita di Parola, Don Aldo Nicoli”, libro pubblicato dalla Onlus “Insieme con Don Aldo”, sarà presentato il prossimo 2 ottobre 2019, nella circostanza del 10° anniversario della morte di una delle figure più note e rappresentative della diocesi di Bergamo, e non solo. L’incontro si terrà alle ore 18 presso la Sala Giovanni XXIII al Patronato S.Vincenzo, in via Gavazzeni 3, a Bergamo. Con l’autore, Roberto Alborghetti, interverranno persone e personalità che hanno collaborato e operato con don Aldo nell’ambito di numerose attività pastorali e sociali. Pietro Daina, presidente della Onlus intitola a don Nicoli, coordinerà i vari momenti.

La pubblicazione ripercorre la vita di monsignor Nicoli attraverso scritti, lettere, riflessioni, pensieri ed omelie. Parole, appunto, per rileggere momenti di un’esistenza e per mettersi sulle tracce di un carattere e di un’anima. Il sottotitolo già delinea il senso e il contenuto del libro: “Il ‘vocabolario’ di un prete che ha vissuto i ‘segni dei tempi’ della Chiesa del Concilio”. Alborghetti, già autore di una biografia su don Nicoli, uscita nel 2010, questa volta sceglie di dare voce al pensiero di un sacerdote che era conosciuto ai più come vicario episcopale per le attività economiche: un ruolo che andava stretto a don Aldo, come il libro racconta e rivela con documenti inediti.

“Una vita di Parola” è destinata a prendere in contropiede i luoghi comuni o le “etichette”, facili e sbrigative, che hanno accompagnato don Aldo. È un libro sorprendente, nel senso che sorprenderà non poco chi, di don Nicoli, aveva un’idea e un’immagine precostituite. Fin dalle prime pagine, il libro suggerisce una domanda: cosa sarebbe stata Bergamo, e la sua Diocesi, senza don Aldo Nicoli? Per certi aspetti, don Aldo ha vissuto come un prete di frontiera, interpretando il senso conciliare del sacerdote che si lascia avvolgere dai “segni dei tempi”: li fa propri e li testimonia in mezzo al popolo. Questo libro lo vuole documentare.

Anche il “vocabolario” di don Aldo riflette e propone la tensione di un prete che vuole arrivare a tutti. Comunicare con tutti. E comunicare a tutti. Per don Aldo, le parole diventano un veicolo importante, essenziale, per spargere i semi del Vangelo. Il suo stile è, a suo modo, esemplare se pensiamo al diluvio di vocaboli fuori luogo, e spesso velenosi, riversati oggi sui socials, dove la stessa parola ha smarrito senso e valore, subendo un processo di imbarbarimento. È un linguaggio immediato, diretto, di facile assimilazione, che l’autore ha riproposto così come l’ha scoperto su fogli scritti a mano, ingialliti dal tempo, custoditi gelosamente dalla sorella Clara.

Non è stato agevole il lavoro della selezione, proprio per la grande quantità dei testi autografi ritrovati. Ciò che è pubblicato rappresenta solo una minima parte del materiale. È un’antologia che contribuisce a disegnare una mappa minima con i percorsi dell’anima e del pensiero di una “vita di Parola”. Copre un arco temporale che va dal 1961 – anno dell’ordinazione sacerdotale di don Aldo – al 2009, l’ultimo anno della sua vita terrena. Nel mentre scorrono le pagine, viene tratteggiata una sensibilità spirituale e una tensione pastorale ed umana che pochi conoscevano in don Aldo.

“Una vita di Parola” – che presenta anche alcune testimonianze personali da parte di chi lavorò al fianco di don Aldo – fa dunque memoria di un prete spesso bersagliato, sovente non compreso, molte volte interpretato in modo distorto, vittima di pregiudizi e luoghi comuni, che lui viveva ed affrontava come un calvario personale. Il libro è, nei confronti di don Aldo, la testimonianza di un atto dovuto di giustizia. E, soprattutto, di gratitudine per le grandi cose fatte da don Aldo. Perché ancora oggi ci si può davvero chiedere: che cosa sarebbe stata la diocesi di Bergamo senza don Aldo Nicoli?

  • Roberto Alborghetti, “Una vita di Parola, don Aldo Nicoli”, pagine 100, Formato 15 x 21 cm, Stampato da Tecnostampa, Sutri (VT), Settembre 2019, “Insieme con don Aldo Onlus”.

 

SVELATO IL MISTERO: STA PER USCIRE “ITALIANI O IT-ALIENI?”


20190822_111744ITALIANI O IT-ALIENI copertina

In molti si chiedevano cosa fossero quelle immagini del piccolo alieno vestito con il tricolore, apparse nei giorni scorsi su questo blog. Ora ecco la risposta… Su WideNews un articolo di Elvira Silvana Zammarano annuncia in anteprima l’uscita del nuovo libro “Italiani o It-alieni?” edito da Funtasy. Qui sotto il link:

“Italiani o It-alieni?”, di Roberto Alborghetti, un testo per l’insegnamento dell’Educazione Civica a scuola

WideNews 5 9 19

DOCENTI NELLA RIVOLUZIONE DEI SOCIAL: CORSI DI FORMAZIONE A PESCARA E CHIETI (12-13 SET ’19)


copertina 4a - Copia
“Social o dis-social?” – il libro di Roberto Alborghetti, illustrato da Eleonora Moretti, edito da Funtasy – anche nel nuovo anno scolastico sarà il “filo conduttore” di una serie di appuntamenti in giro per l’Italia. Già dalla prossima settimana sono in programma incontri a Pescara e a Chieti, riservati ai docenti, nell’ambito di corsi di formazione sulle tematiche dell’uso consapevole della Rete e delle tecnologie. Ecco gli incontri in programma:
  • GIOVEDI 12 SETTEMBRE 2019: Pescara, Liceo Scientifico “G. Galilei” (Via Balilla, 34), Ore 9,30-12,30: “Social o dis-social?”, Incontro di formazione ed aggiornamento riservato ai docenti. Interviene Roberto Alborghetti, autore, giornalista, formatore e autore di “Social o dis-social?”. L’iniziativa è coordinata da Edit Inform.
  • GIOVEDI 12 E VENERDI 13 SETTEMBRE 2019: Chieti, Istituto Comprensivo Chieti 4 (Via Campobasso 10), Ore 15: “Essere docenti nella rivoluzione dei social”, Corso di aggiornamento riservato ai docenti. Formatore: Roberto Alborghetti. L’iniziativa è coordinata da Edit Inform.
Per informazioni, prenotazione copie e incontri con l’autore e corsi di formazione: funtasyeditrice@gmail.com (Paolo Sandini).