MARCELLINA E LA SUA BOTTEGA SULL’AMIATA: UN ARTICOLO PER “CRONISTI IN CLASSE”


Marcellina e la sua magica bottega – raccontati nel libro di Roberto Alborghetti edito da Funtasy Editrice, con la grafica di Eleonora Moretti – hanno dato lo spunto agli studenti della Classe 3 B della Scuola secondaria “Da Vinci” di Abbadia S. Salvatore di redigere un articolo e partecipare al concorso “Cronisti in classe” indetto dal quotidiano  La Nazione. Tra l’altro, il libro era stato presentato, sempre nelle scuole di Abbadia SS., lo scorso dicembre, in collaborazione con OSA e Nicola Cirocco, suscitando l’interesse degli allievi, che conoscono molto bene Marcellina e la considerano, come tanti, un vero e proprio personaggio del Monte Amiata. L’attività giornalistica è stata coordinata dalla prof.ssa Roberta Mammolotti.

Ricordiamo che il libro “Marcellina e la Bottega del tempo sospeso” – in cui si racconta in modo fantastico di questo negozio meta di tanti visitatori – è sempre disponibile presso la stessa bottega di Marcellina, ad Abbadia SS. in via Cavour.

Qui presentiamo l’articolo realizzato dagli studenti di Abbadia. Sopra la versione pubblicata sull’edizione cartacea de La Nazione e qui sotto il link alla versione on line. Buona lettura.

Link all’articolo on line:

http://lanazione.campionatodigiornalismo.it/2019/04/03/il-mondo-sospeso-di-marcellina/

Annunci

IL LIBRO-FIABA SU MARCELLINA RILETTO IN CLASSE DAGLI ALUNNI


Il libro su Marcellina arriva tra i banchi di scuola. Davvero specialissima la giornata del 5 dicembre scorso quando, ad Abbadia S.Salvatore e Radicofani (Siena), attorno alle pagine di “Marcellina e la bottega del tempo sospeso”, di Roberto Alborghetti, con la grafica e la copertina di Eleonora Moretti (Funtasy Editrice), gli allievi hanno letto e lavorato su alcuni passi della storia vera, anzi (quasi) fantastica dedicata a Marcellina Pinzi Pinzuti e al suo straordinario emporio.

La prima tappa è stata ad Abbadia S.Salvatore, presso la Scuola Secondaria di 1°; secondo momento a Radicofani presso la Scuola primaria. Presenti l’autore, Nicola Cirocco (OSA Onlus ) e Paolo Sandini (Funtasy). E Marcellina è intervenuta a sorpresa in aula, ad Abbadia San Salvatore, lasciandosi intervistare. È stata una bellissima e sorprendente mattinata, con Marcellina che è stata ritratta in tanti disegni. E lei, per dire grazie, ha portato ottimi dolci e i suoi straordinari “gessetti”… Che cosa sono? Leggete il libro e lo scoprirete…

Marcellina copertina 1 ar

Grande successo per questa fiaba moderna che trasporta il lettore in una dimensione fantasticamente reale… 

 

ABBADIA S.S.E RADICOFANI: IL LIBRO SU “MARCELLINA” DIVENTA…TEATRO A SCUOLA


Marcellina torna a scuola

La magia di un libro arriverà tra i banchi di scuola. Si preannuncia davvero specialissima la giornata del prossimo 5 dicembre quando,  ad Abbadia S.Salvatore e Radicofani (Siena),  attorno alle pagine di “Marcellina e la bottega del tempo sospeso” di Roberto Alborghetti (Funtasy Editrice), gli scolari leggeranno e interpreteranno alcuni passi e momenti descritti della storia vera, anzi (quasi) fantastica dedicata a Marcellina Pinzi Pinzuti e la suo straordinario emporio.

La prima tappa è ad Abbadia S.Salvatore, presso la Scuola Secondaria di 1°, in via Mentana; secondo momento a Radicofani, la località resa celebre da Ghino di Tacco, dove sarà la Scuola Primaria (Pluriclasse) a rivivere episodi del libro. L’iniziativa, promossa da OSA Onlus con Funtasy Editrice, vedrà la presenza dell’autore, Roberto Alborghetti, di Nicola Cirocco (presidente OSA) e di Paolo Sandini (Funtasy). E Marcellina??? Sorpresa delle sorprese. Lo scopriremo il 5 dicembre.

Intanto c’è già molta attesa su questo evento straordinario. Sono stati docenti ed allievi a suggerire l’idea di rivivere ed interpretare, con il linguaggio della drammatizzazione, un testo che, effettivamente, si presta in modo spontaneo ad essere messo in scena. “Marcellina e la bottega del tempo sospeso” ha lo stile della fiaba moderna. Al centro del racconto c’è lei, Marcellina, personaggio molto popolare nel territorio dell’Amiata, e non solo. E ovviamente nel libro ci sono gli oggetti che, in modo fantasioso, partecipano alle vicende quotidiane nel negozio che ha ormai compiuto i 60 di attività. Il libro può essere richiesto direttamente presso la bottega di Marcellina o contattando: funtasyeditrice@gmail.com .

LA FIABA DI MARCELLINA IN UN LIBRO-NOVITA’: NE PARLA “IL CORRIERE DI SIENA”


45176918_2236204603288918_528783879423655936_n

Sul Corriere di Siena di oggi, 1° novembre 2018, è pubblicato un bellissimo articolo sulla presentazione del libro “Marcellina e la bottega del tempo sospeso”, di Roberto Alborghetti Funtasy Editrice. Un vivissimo grazie alla giornalista Mariella Baccheschi che ha raccontato l’emozionante pomeriggio ad Abbadia S.S. (Siena) dedicando attenzione a questa fiaba moderna che narra di una piccola grande donna del Monte Amiata. Per info, prenotazioni, incontri con l’autore e pubbliche letture: funtasyeditrice@gmail.com

NELL’INCREDIBILE NEGOZIO DI MARCELLINA: DA 60 ANNI NEL CUORE ANTICO DEL MONTE AMIATA (VIDEO)


 

Si chiama Marcellina. Per il territorio del Monte Amiata è un personaggio. Una vera istituzione. Che cosa fa Marcellina? Gestisce un negozio, Pinzi Pinzuti, fondato 60 anni fa nella medievale Abbadia San Salvatore, in provincia di Siena. Ma dire “negozio” è riduttivo. E’ un vero e proprio emporio della creatività, della fantasia, dove si trova di tutto, dove è esposto di tutto, in maniera allegramente confusa, ma tutto alla portata di mano, secondo una sapiente logica che solo lei conosce… In questo video, ecco Marcellina,  la “magia” di un luogo dove si riesce a recuperare il valore delle cose, degli oggetti. Del tempo.  Foto e video di Roberto Alborghetti.

NEL MAGICO EMPORIO DI MARCELLINA, SUL MONTE AMIATA, ANCHE “LAMIAGENDA” E IL “LIBROFONINO”


 

Foto: ROBERTO ALBORGHETTI

Li trovate anche da Marcellina e nel suo “magico emporio“. Sono lì, che vi aspettano, colorati e ben riconoscibili, nella grande parata di oggetti e cose che potete scorgere nel suo negozio ad Abbadia San Salvatore, sul Monte Amiata, in provincia di Siena.

Marcellina Pinzuti è infatti entrata nel novero degli amici de “LamiAgenda” e di “Pronto? Sono il librofonino”. Trovate le due pubblicazioni bene in vista nella sua incredibile bottega, tra tanti altri libri antichi e recenti. E lei vi aspetta, per proporli e mostrarli. E’ un po’ la distributrice in esclusiva dell’Amiata, dove tra l’altro i due testi saranno presentati anche nella prossima edizione di “Penne e Video Sconosciuti” promossa da Osa Onlus (dal 20 al 23 ottobre, a Piancastagnaio).

Ma chi è Marcellina? Per il territorio amiatino, è un personaggio.  Che cosa fa Marcellina? Gestisce un negozio, Pinzi Pinzuti, sulla via Cavour, ad Abbadia San Salvatore, località con un suggestivo centro storico medioevale. Ma dire “negozio” è riduttivo. E’ un vero e proprio emporio della creatività, della fantasia, dove si trova di tutto, dove è esposto di tutto, in maniera allegramente confusa, ma tutto alla portata di mano, secondo una sapiente logica che solo Marcellina conosce.

Marcellina Pinzi Pinzuti è la grande animatrice di questo luogo affascinante, dove si può viaggiare a ritroso nel tempo, alla ricerca di un vecchio oggetto, di un soprammobile, di un giocattolo di latta, di un libro antico, di una stoffa, di una teiera, di un piatto di ceramica, di calendari datati, di cibi e alimenti prodotti in loco, come i vini dell’Azienda Agricola Biologica  Pinzi Pinzuti. Sì, un antro magico, aperto fino a tardi, e le cui luci si spandono all’esterno, come a richiamare i frettolosi passanti.

Dunque, benvenuti in un mondo che, forse, pensavamo non esistesse più, perché se ne era andato con l’avvento della tecnologia. Ecco, da Marcellina, si recupera il valore magico delle cose. E’ una…cosa non da poco, in questi tempi che vanno veloci e sembrano trascinare via tutto, anche il senso degli oggetti, il sapore della memoria. Non per niente, ecco la sua sensibilità per “LamiAgenda 2017/18”, il diario scolastico tutto nuovo, e per il “Librofonino”, la divertente storia che fa pensare e riflettere su come i cellulari ci stanno cambiando.

r.a.

 

LAMIAGENDA

Sempre più scuole e classi stanno adottando LamiAgenda, il diario scolastico tutto nuovo, ma anche un diario scolastico davvero speciale. Unanimi gli apprezzamenti per il contenuto innovativo e per l’altissima qualità: il diario è rilegato, non incollato; è stampato in carattere EasyReading, “font” ad alta leggibilità, che annulla anche le difficoltà di lettura in soggetti dislessici; la copertina è di tipo olandese, che non si rovina solo dopo poche settimane. E poi, ha un costo davvero competitivo nel rapporto qualità-prezzo.

LamiAgenda sta conquistando  anche per il contenuto, dedicato ai temi della navigazione sicura in rete. Tra l’altro, gli istituti scolastici hanno personalizzato il diario, con una serie di pagine che illustrano attività, programmi e progetti didattici.

Per info: Paolo Sandini, sandinipaolo@gmail.com

NELL’EMPORIO MAGICO DI MARCELLINA, SUL MONTE AMIATA, DOVE SI RECUPERA IL SENSO DELLE “COSE”…


 

Foto: ROBERTO ALBORGHETTI

Si chiama Marcellina. E per il territorio del Monte Amiata è un personaggio. Una vera istituzione. Che cosa fa Marcellina? Gestisce un negozio, Pinzi Pianzuti, sulla via Cavour, ad Abbadia San Salvatore, località con un suggestivo centro storico medioevale. Ma dire “negozio” è riduttivo. E’ un vero e proprio emporio della creatività, della fantasia, dove si trova di tutto, dove è esposto di tutto, in maniera allegramente confusa, ma tutto alla portata di mano, secondo una sapiente logica che solo Marcellina conosce.

Marcellina Pinzi Pinzuti è la grande animatrice di questo luogo affascinante, dove si può viaggiare a ritroso nel tempo, alla ricerca di un vecchio oggetto, di un soprammobile, di un giocattolo di latta, di un libro antico, di una stoffa, di una teiera, di un piatto di ceramica, di calendari datati, di cibi e alimenti prodotti in loco, come i vini dell’Azienda Agricola Biologica  Pinzi Pinzuti. Sì, un antro magico, aperto fino a tardi, e le cui luci si spandono all’esterno, come a richiamare i frettolosi passanti.

Difficile ed impossibile non rimanere incantati da questo luogo, dove sembra che il tempo si sia fermato, insieme con Marcellina, che ti accoglie con semplicità e sa suggerirti gli acquisti con grande discrezione e gentilezza. Dunque, benvenuti in mondo che, forse, pensavamo non esistesse più, perché se ne era andato con l’avvento della tecnologia. Ecco, da Marcellina, si recupera il valore magico delle cose. E’ una…cosa non da poco, in questi tempi che vanno veloci e sembrano trascinare via tutto, anche il senso degli oggetti, il sapore della memoria.

r.a.