8 MARZO: LE “DONNE CUCITRICI DI PACE” NEL LAVORO DELLA CLASSE 4a D DI BARI-PALESE


FESTA DELLA DONNA 2017 pag. 1

FESTA DELLA DONNA 2017 pag.2

Guest Writer: Mariella Maiorano 

27^ CIRCOLO DIDATTICO “DUCA D’AOSTA”, BARI-PALESE

In occasione dell’8 MARZO, con piacere condivido con i lettori di OKAY! un lavoro di ricerca, scoperta, conoscenza e approfondimento svolto dai miei alunni in classe per rendere omaggio alle Donne portatrici di pace. In occasione della FESTA DELLE DONNE 2017, gli alunni e le alunne della classe 4^ D del plesso DUCA D’AOSTA del 27^ CIRCOLO DIDATTICO di BARI-PALESE hanno realizzato una brochure (come vediamo nelle foto). E’ un opuscolo pieghevole, che sensibilizza e informa i lettori sulla vita di DONNE che in contesti e forme diverse hanno fornito un contributo all’affermazione del valore della pace.

Effettuate delle ricerche, gli alunni, divisi in piccoli gruppi, hanno dato vita ad un laboratorio linguistico nel senso che, dopo aver letto la vita di donne portatrici di pace, si sono cimentati nella rielaborazione in rima di alcuni momenti salienti della loro storia. I testi sono stati trascritti al computer dagli stessi bambini, impaginati in una brochure e completati con le immagini. Il titolo, DONNE CUCITRICI DI PACE, vuole evidenziare come la pace sia la paziente e laboriosa unione di tanti elementi: rispetto, diritti, parità, dignità…

BARI PALESE: IL BELLISSIMO PRESEPE DEL “NATALE…MIGRANTE” COSTRUITO DALLA CLASSE 4a D DEL 27° CIRCOLO DIDATTICO


natale-migrante-zattera

La docente Mariella Maiorano, del 27° Circolo Didattico di Bari Palese, ci ha segnalato una bella iniziativa realizzata dagli alunni della sua classe, la 4a D della Scuola Primaria. Si tratta del presepe del “Natale…Migrante” (nelle foto di questo post) eseguito durante un laboratorio didattico. L’attività ha visto la collaborazione delle mamme. Il plastico della natività ha voluto raccontare ed esprimere le difficoltà di migliaia di migranti che, fuggendo dalle terre di origine devastate da guerre e da violenze, sono “in cerca di una Luce nella loro vita”. Il presepe, molto suggestivo, è costruito con materiale riciclato (tappi di sughero, legno, ritagli di stoffa…), su una zattera “simbolo della precarietà della vita non solo dei migranti, ma anche di ognuno di noi.

In fondo – dice la docente Maiorano – ciascuno di noi ha la sua zattera con cui affronta il viaggio della vita, attraversando ora mare calmo ora tempeste, guardando, però, sempre verso la costa a cui approdare”. Dunque, un “Buon 2017” agli alunni di Bari Palese, a Mariella Maiorano, al Dirigente Scolastico e agli insegnanti del 27° Circolo Didattico di Bari Palese, sempre molto attivo e partecipe anche nelle iniziative lanciate da Okay!

natale-migrante-zattera-in-marenatale-migrante-zattera-2natale-migrante-nativita

 

CI SCRIVE MARIELLA MAIORANO, LA MAESTRA DEL NUOVO DIRETTORE DI RAIUNO ANDREA FABIANO…


IMG_3620

Andrea Fabiano, da ieri nuovo Direttore di RaiUno, in una foto di classe al tempo della scuola elementare a Bari Palese. Nella foto, è  il quarto ragazzo da destra, nella fila centrale. Sua insegnante è stata Mariella Maiorano.  

Quando si dice…”Le cose della vita”! Mariella Maiorano, di Bari Palese, è una tre le docenti che, con le sue classi, partecipano attivamente alle attività promosse da Okay! Da ieri, può tranquillamente figurare nell’elenco delle “maestre più famose d’Italia”, perchè un suo alunno, Andrea Fabiano, è stato nominato direttore di RaiUno, la rete tv più seguita e più importante della televisione italiana. Mariella ci ha inviato una foto degli anni in cui  Andrea era suo alunno a Bari e ci ha scritto questo bel ricordo, che pubblichiamo con molto piacere, perchè è il segno di una scuola italiana viva e vivace, che grazie alle sue maestre, prepara il futuro di tanti giovanissimi cittadini. Dunque, complimenti a Mariella e felicitazioni al dottor Andrea Fabiano.

 

IMG_3620 - Copia

Buongiorno Roberto.Le chiedo, se possibile, di affidare alla
voce di OKAY! le mie congratulazioni per il nuovo Direttore di RaiUno. Ebbene sì, perché io sono stata la maestra della scuola elementare (30 anni fa si chiamava così) del dott. ANDREA FABIANO, ieri nominato DIRETTORE di RaiUno e questa notizia mi riempie di orgoglio.

Andrea ha solo 5 anni quando inizia a frequentare la classe prima; sì, era anticipatario, ma prontissimo per il percorso di apprendimento che lo aspettava. Nella piccola scuola parrocchiale di Bari-Palese, la scuola “Mons. Sanna”, io avevo solo 18 anni e Andrea è stato uno dei miei primissimi alunni in assoluto.

Andrea, da subito, mostra una spiccata predisposizione per la matematica, ma è bravissimo in tutto. È un bambino educato, studioso e corretto. Insomma, l’alunno ideale che ogni insegnante desidera avere.

Il suo corso di studi è stato brillante anche nei successivi gradi di scuola e ora che Andrea è a dirigere una grande azienda come la Rai, mi piace pensare di aver segnato in piccolissima
parte la sua vita. Il giovanissimo dott. Andrea Fabiano dimostra,
con la sua nomina, come sia possibile rimanere nel nostro Paese e raggiungere
con talento, competenza, tenacia, professionalità e soprattutto passione,
prestigiosi traguardi.

Andrea Fabiano non è soltanto il nuovo Direttore di RaiUno, è una persona cordiale, corretta, seria e gentile in un mondo in cui queste qualità sembrano poco importanti.E’ una punta di eccellenza del nostro Sud. E allora da Bari e dal sole della
Puglia dove Andrea torna spesso, giungano al Direttore di RaiUno le
congratulazioni vivissime della sua maestra. A me si uniscono tutti i compagni e le compagne della mitica classe della scuola Mons. Sanna.

Mariella Maiorano

La maestra del nuovo Direttore di Rai Uno