UNA CITTA’, MILLE EMOZIONI: STUDENTI DI MERCATINO CONCA IN VISITA A CESENATICO…DAL MUSEO DELLA MARINERIA ALLA CASA DI MARINO MORETTI


CESENATICO Museo Marineria

Cesenatico, una città bellissima, piena di emozioni e luoghi fantastici. Io e i miei compagni di scuola abbiamo avuto la fortuna di visitare questo luogo per la seconda volta. Siamo andati a Cesenatico per una premiazione e abbiamo avuto l’esperienza di visitare la casa di un poeta famosissimo in Italia: Marino Moretti. Ha vissuto qui tutta la vita in una casa storica, piena di libri. La biblioteche un tempo era una piccola bottega di famiglia. Dopo un corridoio ci troviamo il salotto con mobili antichi provenienti da Firenze, subito dopo troviamo la cucina ristrutturata perché non è stato possibile recuperare la struttura iniziale.

Al piano superiore si trova la sua camera da letto con tutti i  premi vinti e a destra  un centro di ricerca dove un tempo era la camera della sorella; ma non è finita qui all’esterno possiamo trovare un bellissimo giardino circondato da mura. Oltre a visitare la casa del famoso Marino siamo andati anche al museo della marina, dove ci hanno mostrato tutte le tecniche che utilizzavano per costruire le navi. Ci hanno illustrato tutti gli oggetti e gli abiti di quel tempo a partire dai fari alle piccole imbarcazioni. Per finire abbiamo visto due grandi navi che tanto tempo fa si trovavano in mare. Dopo aver visitato la città siamo andati alla tanto attesa premiazione. Nel nostro Istituto sono stati quattro i premiati ma uno non è potuto partecipare. A tutti i premiati hanno regalato una pianta che si illumina al buio. Noi dell’istituto “ Raffaello Sanzio” siamo stati gli unici a rispettare la consegna data dal sindaco di Cesenatico: scrivere una poesia che descrivesse questa bellissima città, quindi ci hanno premiato anche per questo. Cesenatico una città mille emozioni, davvero magnifica! Mi sono divertito molto e spero di ritornarci a visitare questi luoghi stupendi.

Matteo Ceccaroli 3 A

ICS Sanzio – Mercatino Conca, PU

il 28 settembre con il Prof Francesco Magi e l’autista Michele, in occasione della premiazione per il concorso di poesia “Un fiore per voi” siamo andati a visitare la città di Cesenatico. Appena arrivati, abbiamo incontrato la nostra guida  Paola, che ci ha subito mostrato il museo della Marineria. Ci ha spiegato i tipi di nave, ci ha raccontato come pescavano i marinai e le loro attrezzature, la bussola e il faro, i diversi tipi di reti, ecc. Grazie a Paola abbiamo scoperto che questo è l’unico museo in Italia in cui si può interagire e fare foto e che è diviso in due parti la prima terrena e la seconda galleggiante, perché al di fuori c’è un canale con delle  navi in mostra che fanno parte del museo, al termine della visita, Paola ci ha portato nella casa di marino Moretti, uno scrittore nato nel 1885 e morto nel 1979.

Ci ha mostrato la sua casa, partendo da una stanza che, anticamente, era un negozietto gestito dai suoi genitori con tanti scaffali dove era esposta la merce. Alla morte di suo padre, lo scrittore, decise di chiuderlo e di utilizzare gli scaffali per riporre tutti i suoi libri. In seguito siamo andati in cucina, dove la guida ci ha spiegato il modo di vivere di quei tempi per concludere la visita del primo piano, ci siamo spostai nel giardino dove ci è stato spiegato che lì il poeta amava passare molto del suo tempo. Al piano superiore abbiamo visitato la sua stanza dove c’è ancora il letto, la poltrona, la valigia da viaggio e delle foto con la tua famiglia. Qui la guida ci ha detto che Marino Moretti non essendosi mai sposato e non avendo mai avuto figli, ha avuto un legame molto importante con la madre, la quale ha sempre rappresentato la figura femminile che è mancata nella sua vita e alla quale lo scrittore ha dedicato un intero romanzo. In fine ci siamo spostati  nel suo studio dove la prima cosa che abbiamo visto, perché situata nell’ingresso, è stata la corazza della sua tartaruga alla quale era particolarmente affezionato, la quale è riuscita a sopravvivere anche dopo la morte del suo padrone, infatti morì nel 2004 dopo aver “compiuto” io suoi 150 anni. Più avanti abbiamo visto una scrivania molto piccola, quasi come un banco con tutte le attrezzature per scrivere, situata sotto una finestra che si affaccia nel canale dalla quale Moretti prendeva ispirazione osservando le cose che vedeva fuori.

Dopo la visita alla casa del famoso scrittore, la signora Paola ci ha accompagnato nel parco delle conserve, dove ci sono grandi buchi a forma di cono rovesciato in cui anticamente si conservavano il pesce assieme alla neve. Paola ci ha spiegato che a Cesenatico ce n’erano almeno venti, ma, dopo i lavori di ristrutturazione, ne anno lasciate solo tre, due all’aperto e una al chiuso. Alla fine di tutto questo, abbiamo salutato la guida, quindi, prima di cenare, siamo andati in riva al mare, dove c’è stato un  momento di svago! È stata un’uscita molto bella; ancora una volta dobbiamo ringraziare il prof magi e la Dirigente Scolastica per averci permesso di partecipare a una giornata così divertente e interessante!

Giorgia Traversi 2 A

ICS Sanzio – Mercatino Conca – PU

 a (640x427)

Sabato 28 settembre noi ragazzi della scuola media accompagnati dal prof. Magi Francesco e dall’autista Michele (i nostri migliori accompagnatori) siamo andati a Cesenatico per una premiazione e nel pomeriggio siamo andati a visitare la casa di Marino Moretti. Driin … driin suoniamo il campanello. Una ragazza ci ospita e inizia a parlarci di questo autore. Marino Moretti è nato nel 1855 ed è morto 1979. Era un poeta e ha scritto una poesia molto conosciuta chiamata Crepuscolare!  Ha avuto molto successo sia con il pubblico che  di critica. La casa era sempre stata dei suoi genitori la prese in custodia nei suoi ultimi anni di vita poi insieme a Marino venne ad abitare anche la sorella che dopo la morte dell’autore diede la casa al comune negli anni 80. Nella sua casa  tavoli, librerie, armadi ecc … li comprò tutti a Firenze. Non era molto bravo a scuola infatti non finì nemmeno il primo anno di Liceo Classico. La cucina è il giardino erano molto citati nelle sue poesie. Nella sua stanza ci sono molte foto della madre infatti lui era molto legato alla  sua mamma. C’è un salone dove c’è un tavolino dove lui diceva che era un piccolo banco di scuola privo di cassetto. Ancora sopra questa piccola scrivania ci sono ancora le sue cose che utilizzava per scrivere. Questo salone si affaccia sul canale. Erano una famiglia benestante della più alta borghesia. Con lui ebbe un animaletto domestico: una tartaruga che gli morì a 150 nel 2004. Uscimmo dalla casa e andammo a fare un giro per Cesenatico poi ci aspettava la premiazione.

Francesca Andreani 3B

ICS Sanzio – Mercatino Conca – PU

Noi alunni delle classi terze e alcuni ragazzi di seconda siamo andati a Cesenatico.  Siamo partiti alle ore 14.00 da Mercatino Conca. Durante il viaggio noi ragazzi ci siamo divertiti tanto, abbiamo cantato, detto delle barzellette, giusto per passare un po’ il tempo. La nostra tappa fu il museo della Marineria. Appena entrammo in questo museo una signora ci accolse ci portò a  visitare l’ edificio. Due barche antiche del 1900 vengono chiamate traboccolo e bragazzo. Il bragazzo si presenta meglio per pescare nei fondali più alti. In quel tempo si creava tutto a mano per costruire le barche si usava il legno degli alberi più duri. La ruota che serviva per girare le corde e di solito le girava un bambino. Le assi che servivano per costruire le barche erano dei legni particolari che si piegavano in base a quello che costruivi. La bottega era un cantiere navale, il signore che lavorava qui dentro si chiamava Marco e costruiva le navi. L’ organo da spiaggia che serviva per trainare le barche fino a riva. Ancore antiche che sono state trovate nei fondali marini e portate a Cesenatico hanno varie forme che dipendono dall’imbarcazione. Furono costruite le prime barche a motore le prime risalgono agli anni 40 ma non si usavano tanto si iniziarono a usare negli anno 50. Inizio anche la pesca a strascico cioè si metteva nel fondo marino una rete per prendere i pesci. Fu fatta una lampada che si usava per pescare di notte. Alcuni mezzi di illuminazione per le navi tipo il faro serviva per aiutare ai navigatori di vedere il porto . ci furono delle bussole. Le bussole e il faro hanno una cosa in comune… servivano per orientarsi.  Poi vennero costruiti degli occhi che servivano per abbellire la nave e per portare fortuna.

Francesca Andreani 3 B

ICS Sanzio – Mercatino Conca – PU

Annunci

GLI STUDENTI DI MERCATINO CONCA RACCONTANO LA MAGICA SERATA DI “UN FIORE PER VOI” A CESENATICO


 mERCATINO cesenatico gruppo mERCATINO premiazione cesenatico

La sera del 28 settembre, dopo aver visitato la meravigliosa cittadina di Cesenatico assieme al Prof Magi Francesco, ci siamo recati al teatro per assistere alla cerimonia di premiazione del concorso “Un fiore per voi” erano circa le 21:00 quando siamo entrati e abbiamo preso posto, dopo non molto si sono spente le luci e il presentatore è entrato e ha introdotto la serata.

Dopo pochi minuti sono saliti sul palco tre ragazzi, di 17-18 anni, con la loro insegnante di canto e hanno iniziato con la prima canzone molto bella e coinvolgente.

Il presentatore, tornato sul palco, a quindi chiamato uno dei 10 classificati del concorso. La prima persona è stata proprio un’alunna di mercatino Conca: Stefania Di Giuli! Mentre veniva letta la sua poesia alcuni bambini votavano (da 1 a 3). Le hanno consegnato una pianta dell’Olanda e una borsa piena di cose su Cesenatico (libri, cappellino, maglietta, ecc.). Così è stato per altri ) ragazzi tra cui altri due di Mercatino Conca, Chiara Filanti e Kevin De Luca. Durante la premiazione i tre ragazzi e la loro insegnante di canto, hanno presentato un altro pezzo. In seguito sono stati premiati anche i ragazzi della classe III A di Mercatino per aver fatto poesie e disegni su Cesenatico. Finite tutte le premiazioni i bambini che formano la giuria e che ad ogni poesia avevano votato per decidere il vincitore assoluto, hanno portato i risultati. Essendoci stato un pari merito tra Stefania Di Giuli e un altro ragazzo di nome Lorenzo hanno scritto i loro nomi su alcuni foglietti e dopo averli lanciati in aria ne hanno preso una: Stefania Di Giuli! A lei hanno dato una macchina fotografica digitale e gli altri hanno scelto tra libri, cuffie ecc.

Lo spettacolo si è concluso con gli ultimi due canti.

È stato molto bello partecipare alla premiazione di alcuni nostri compagni e anche molto interessanti ascoltare tutte le interessanti poesie scritte per i nonni.

Traversi Giorgia

ICS Sanzio – Mercatino Conca – PU

*

Noi adoriamo i nostri nonni e una maniera molto bella per esprimere il nostro bene è  quella di dedicare loro una poesia; ecco perché ogni anno a scuola, in occasione della “Festa dei nonni”  ne scriviamo una, che poi inviamo al concorso, chiamato  “Un fiore per voi”.

Il 28 settembre siamo andati a Cesenatico alla premiazione del concorso, che alcuni di noi hanno vinto. Partiti da Mercatino alle 14:30 noi classi II e III delle sezioni A e B, ci siamo diretti verso Cesenatico, accompagnati dal Prof.Magi. Siamo arrivati alle 16:00 e qui subito ci siamo diretti con una guida al Museo della marineria. In questo museo si può scoprire la storia di Cesenatico e capire quanto fosse importante la pesca a quel tempo, così importante che era la fonte economica principale. Per avere un gran successo nella pesca i marinai di quel tempo dovevano essere bene equipaggiati ma soprattutto accompagnati da grandi imbarcazioni, che la guida ci ha fieramente mostrato. Le principali sono un “bragozzo” adatto per la pesca su fondali non tanto profondi,chiamata anche così per il suo colore nero e la sua agilità, e un “trabaccolo” una grande imbarcazione perfetta per navigare in fondali più profondi e molto decorata, per esempio con occhi, che secondo i marinai portavano fortuna! Usciti dal museo ci siamo diretti alla casa dell’autore Marino Moretti. La guida ci ha mostrato tutte le stanze, ognuna con una propria storia. Siamo passati dall’ingresso alla cucina, dal giardino alla camera da letto, ma soprattutto, la stanza più importante dove l’autore passava più tempo era il salotto dove componeva le sue opere. Subito dopo la casa di Moretti ci siamo diretti in una piazza, chiamata “piazza delle conserve”, perché sono presenti tre buche abbastanza profonde, a forma di cono rovesciato, in cui un tempo veniva conservato il pesce, ricoperto dalla neve (per mantenerlo fresco). Qui abbiamo salutato la guida e, aspettando la premiazione siamo andati in giro per il paesino, siamo riusciti anche ad andare al mare!! Dopo aver cenato, ci siamo diretti subito al teatro, per la premiazione. Per presentare la serata, il sindaco di Cesenatico e altre persone hanno fatto un discorso sull’importanze e la bellezza di questa manifestazione. Finito di parlare, è iniziata le vera e propria premiazione, perciò hanno iniziato a leggere le poesie dei 10 premiati e delle menzioni d’onore. Nella nostra scuola ci sono stati due vincitori tra i 10 e un premiato d’onore. Tutte le poesie erano molto belle e, mentre venivano lette, un gruppo di bambini le votava, decidendo la migliore! Ad alcuni intervalli si esibiva  un gruppo di ragazzi di una scuola di canto, erano bravissimi!! Alla fine della premiazione, si aveva il verdetto della poesia più bella e, pensate che onore….ha vinto una ragazza della nostra scuola! In piu’ siamo stati premiati anche per aver scritto delle poesie su Cesenatico! Perciò, dopo avere ritirato i premi e aver salutato il sindaco e il presentatore, ci siamo diretti verso casa!!

Annalisa Fabbrucci

ICS Sanzio – Mercatino Conca – PU

*

Il giorno sabato 28 settembre si è svolta a Cesenatico la cerimonia di premiazione del concorso “Un fiore per voi”.

Come non poteva la scuola media Raffaello Sanzio non salire sul podio anche questa volta?

Là ci attendeva una giornata ricca di emozioni e di esperienze. Muniti di una guida siamo andati al Museo della Marineria, dove abbiamo appreso che principalmente sull’ alto-medio Adriatico venivano usate due tipi di imbarcazioni: i bragozzi e i trabaccoli, il primo adatto alla pesca nelle acque basse, mentre il secondo per le acque un po’ più alte.

Quindi abbiamo visitato la casa di Marino Moretti, illustre poeta del 1900 che naque a Cesenatico nel 1885 e vi morì nel 1979.

Abbiamo anche visitato la piazza delle conserve, dove ci sono dei grandi coni rovesciati scavati nel terreno, che servivano a conservare il pesce: una sorta di frezzer attuale! Poi è arrivato il momento tanto atteso: la premiazione!

Ci siamo recati al teatro comunale, un bellissimo teatro in stile barocco, dove si è svolta la premiazione: tra i dieci ex aequo c’erano Chiara Filanti della mia classe e Kevin de Luca della IIA, la menzione d’onore l’ha ricevuta Stefania di Giuli di IIIB.

Tra tutti i dieci ex aequo e le menzioni d’onore c’era un giuria formata da alunni della scuola primaria di Cesenatico che ha scelto il vincitorein assoluto!

La mia classe (IIIA) ha ricevuto un premio speciale in quanto è stata l’unica classe di tutte le scuole che, oltre a consegnare le poesie sui nonni,ha presentato anche un fascicoletto di poesie su Cesenatico!

Tutti i premiati oltre a dei gadget e all’attestato ricevevano la fantastica “Glowing Star to the Dark”una pianta grassa vera che si illumina al buio!

Durante lo spettacolo ogni tanto c’erano degli stacchetti musicali durante i quali cantavano tre  alunni della scuola di musica di Cesenatico; insieme a loro cantava anche la loro bravissima insegnante Joy Salinas. Hanno cantato pezzi in inglese e in italiano, tutti molto applauditi!

Poi il momento tanto atteso: il momento di sapere chi era la persona a cui non solo la giuria aveva dato maggior punti, ma anche chi si sarebbe aggiudicato una macchina fotografica 16 megapixel.

Ohhhh…..PARITA’ tra Stefania di Giuli e un altro partecipante; così si è proceduto all’estrazione tra i due: Stefania aveva il 50% di possibilità di essere prima in assoluto della XIV del concorso “Un Fiore per Voi”!

Quando il presentatore ha pronunciato<<Stefania di Giuli!!!>> tutta la rappresentanza del nostro Istituto si è messa ad esultare.

Questa giornata è stata molto bella, e nonostante io l’abbia vissuta già l’anno precedente, mi è piaciuto tornare a Cesenatico e spero che quando io sarò in prima superiore l’istituto di Mercatino Conca continui ancora a partecipare a tanti concorsi e soprattutto… vincerlì!

Lorenzo Franci

ICS Sanzio – Mercatino Conca – PU

*

(1 – continua)

(

CESENATICO/UN FIORE PER VOI NONNI: UNA MAGICA SERATA CON MUSICA, POESIE… E LA “PIANTA” CHE FA LUCE…


Premiati i mini-poeti di “Un Fiore per Voi”. Cesenatico anche quest’anno ha accolto i trionfatori dell’iniziativa che ha coinvolto le scuole primarie e secondarie di tutta Italia in occasione della Festa nazionale dei Nonni del 2 ottobre. Presso il bellissimo Teatro Comunale, sono saliti sul podio gli allievi premiati nella XIV edizione di dell’iniziativa promossa da Okay!, Ufficio Olandese dei Fiori, con il sostegno ed il  patrocinio del Comune di Cesenatico. Le poesie premiate erano state scelte da una giuria tra le oltre 4.000 composizioni poetiche pervenute ad “Okay!” Davvero una magica serata. Sul palco del Teatro Comunale, sono sfilati i mini poeti, le cui composizioni sono state declamate da Elisa Mazzoli, neo mamma, animatrice, scrittrice per l’infanzia, impegnata in animazioni didattiche nelle scuole ed in centri culturali (suo più recente libro è “ Noi”). Sul palco, ad animare la serata, la Scuola di Musica “Italo Caimmi” di Cesenatico, diretta da Marzio Zoffoli, e guidata dalla bravissima Joy Salinas (una voce bellissima, salita alla ribalta della notorietà negli ’90 con  una serie di pezzi dance) che ha portato sul palco tre suoi allievi: Benedetta Casolari, Elia Toni e Cristian Albani, che hanno proposto brani italiani ed internazionali, tutti molto applauditi.

La cerimonia, condotta da Roberto Alborghetti, direttore di “Okay!”, ha visto la partecipazione del sindaco di Cesenatico, dott. Roberto Buda –  che ha sottolineato il significato dell’evento ed ha premiato i vincitori –  e di Charles Lansdorp dell’Ufficio Olandese dei Fiori, che ha donato ai premiati la famosa “Glowing Star in the Dark”, la pianta grassa che si illumina al buio, prodotta dall’azienda olandese Amigo Plant, vera novità della serata (faceva bella mostra di sé, quando le luci si abbassavano, e l’effetto era davvero…magico). Anche quest’anno una giuria formata da una rappresentanza di allievi del Circolo Didattico di Cesenatico hanno partecipato al gioco di votare le poesie ad essi più gradite, eleggendo come preferita la composizione di Stefania Di Giuli, dell’ICS “Sanzio” di Mercatino Conca. Premi comunque per tutti i mini poeti. Al termine, sentiti ringraziamenti, per la collaborazione, al Comune di Cesenatico, all’Ufficio Turismo, ai suoi operatori, a Gesturist, al Museo della Marineria (visitato nella mattinata del 29 settembre dai mini poeti), all’Hotel Villa Maria, al ristorante “Nero di Seppia”. Il sindaco dott. Roberto Buda ha formalizzato l’idea, per il prossimo anno, di assegnare un premio speciale ad una poesia dedicata a Cesenatico, città di mare, fiori e appunto poesia (vi è nato il grande Marino Moretti). Dunque, accanto ad “Un Fiore per Voi”, ci sarà anche “Poesie per Cesenatico”. Cari mini poeti, che la creatività sia con voi! Aspettiamo le vostre composizioni dedicate alla città del Porto Canale disegnato dal grande Leonardo Da Vinci!

Altre foto-gallerie nei prossimi giorni!!!   

“UN FIORE PER VOI NONNI 2013″ / IL SINDACO DI CESENATICO ROBERTO BUDA: “CARI RAGAZZI, LA CITTA’ VI ASPETTA”


 

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cesenatico è sempre bella, in tutte le stagioni. E lo specchio della sua bellezza è l’antico Porto Canale, disegnato da Leonardo da Vinci nel 1502: vi si respira il profumo della storia e gli occhi si riempiono di colori e di suggestioni. Il Porto Canale è il passaggio obbligato per giungere al palazzo del Comune, che si trova a pochi metri dalla casa natale del grande poeta Marino Moretti. Nel municipio ci attende il sindaco dottor Roberto Buda. Anche quest’anno Cesenatico è a fianco di Okay! nell’ormai tradizionale iniziativa di “Un Fiore per Voi” (XIV edizione) promossa per l’annuale “Festa dei Nonni”, che vedrà giungere nella bella città della Riviera i mini poeti che hanno scritto le più belle poesie per i nonni.

Il sindaco ci dice subito che la collaborazione data all’evento non è casuale, ma rientra in una scelta precisa, legata allo spirito di cooperazione e dialogo che la stessa Amministrazione Comunale ha voluto instaurare e diffondere tra i cittadini.

Dice il dottor Roberto Buda: “Siamo in un momento particolare. Sentiamo spesso dire che si è delegato troppo alla politica la funzione di risolvere i  problemi e le questioni che ci toccano tutti da vicino. Pensiamo sia giunto il momento di metterci tutti in gioco, di ripartire dal basso, guardando alla società civile, all’uomo costruttore che ogni giorno si dà da fare per sé e per gli altri. Guardando alla realtà di Cesenatico, stiamo davvero cercando di dare spazio al protagonismo delle realtà vive della città, valorizzando la vitalità e la originalità delle singoli iniziative avviate da gruppi ed associazioni. Noi, come amministrazione, in un clima di reciproca collaborazione e sussidiarietà, vogliamo affiancare e sostenere l’impegno e l’entusiasmo che arriva dagli stessi cittadini, che si sentono investiti dell’impegno di fare la propria per il bene di tutta la comunità”.

Il sindaco cita ad esempio la mobilitazione avvenuta proprio attorno alle realtà scolastiche, con iniziative a supporto dell’acquisto di lavagne interattive da installare in aula. Grande interesse ha suscitato anche “Adotta il verde”, con l’invito alla gente di occuparsi attivamente dei propri spazi fioriti e piantumati, sistemando anche il proprio “fazzoletto di terra”, facendo oltretutto in modo di compartecipare a quell’opera di cura e pulizia dell’arredo urbano che comporta anche spese per le casse comunali.

Ampio è anche l’apporto dato all’associazionismo, che si occupa di realtà culturali, sociali e ricreative.

Continua il sindaco Roberto Buda: “Stiamo cercando di far cogliere un messaggio importante: che la città di Cesenatico è “nostra”, appartiene ad ogni cittadino, e dunque ogni cittadino è tenuto a prendersi cura della  comunità. E tutti hanno l’opportunità di rendere sempre più bella e coinvolgente Cesenatico, portandola sempre più a misura di persone.  In questo senso ci piace anche l’iniziativa dedicata ai nonni, perchè sensibilizza le nuove generazioni a stabilire legami con gli affetti familiari e con la storia di chi li ha precedute. Uno dei problemi dei nostri tempi è la crisi di identità, che rischia di provocare isolamento e straniamento della realtà. Dialogare con le generazioni precedenti, con i nonni, è  fondamentale: è una presa di coscienza personale ed un modo per non disperdere il patrimonio di valori che ogni comunità esprime. Dunque, siamo felice di aderire all’iniziativa della Festa dei Nonni e ringraziamo dell’attenzione che ci è stata data in tutti questi anni. Cari piccoli poeti, la città vi aspetta!”.

Appuntamento dunque a Cesenatico per sabato 28 settembre. Alle ore 21 si accenderanno le luci del bellissimo e storico Teatro Comunale, dove mini poeti che arriveranno da varie parti d’Italia saranno protagonisti di una serata ricca di emozioni e di colori.

www.cesenatico.it

*

https://okayscuola.wordpress.com/un-fiore-per-voi-nonni-2012/

*

https://okayscuola.wordpress.com/2013/09/07/un-fiore-per-voi-poesie-per-la-festa-dei-nonni-2013-ecco-i-premiati-e-i-menzionati-serata-evento-a-cesenatico-il-28-settembre/

FOTO DI ROBERTO ALBORGHETTI

OLYMPUS DIGITAL CAMERA