RIVISTE E PERIODICI PER RAGAZZI: QUANDO SUONAVA …”LA BANDA”


 

di GIANNI SORU

Nel 1980 sul mercato arriva un giornalino dal titolo LA BANDA, sarà un mensile, il giornale avrà sempre lo stesso logo nel titolo, ovvero riporterà  solo le sagome, su sfondo blu, dei personaggi di: Jeeg robot, L’ape Maia, Le nuove avventure di Pinocchio, Judo Boy, Anna dai capelli rossi, Temple e Tam Tam, Tekkaman, Capitan Futuro, Le avventure di Hucklberry Finn e Mazinga Z.

La carta sarà quella ruvida, in un anno di vita questo giornale pubblicherà diverse storie di cartoni animati, 6 per ogni numero, tutte disegnate. Molto carine saranno le copertine, al centro della pagina ci sarà un personaggio della Tv,  alla sinistra 6 rettangolini, che raffigurano il televisore, con le figure dei personaggi che in quel numero verranno pubblicati come fumetto. Le serie che tratta saranno esclusivamente solo del genere giapponese.

In totale pubblicherà una 20’ina di serie a fumetti: “Anna dai capelli rossi”, “Capitan Futuro”, “Charlotte”, “Daitarn 3”, “Falco il superbolide”, “Gaiking il robot guerriero”, “Judo boy”, “Jeeg robot”, “Kum Kum”, “Le avventure dell’ ape Magà”, “L’ ape Maia”, “Le avventure di Hucklberry Finn”, “Le nuove avventure di Pinocchio”, “Mazinga Z”, “Monkey”, “Ryù il ragazzo delle caverne”, “Tekkaman” e “Temple e Tam Tam”.

Ogni tanto regalerà degli adesivi dei personaggi che pubblica sulle sue pagine, (molto belli con immagini originali e la scritta La Banda) regalerà quelli di: “Goldrake”, “Jeeg robot”, “L’ ape Magà”,  “Temple e Tam Tam”, “L’ ape Maia”, “Mazinga Z”,  “Pinocchio”, “Huck e Jim”, “Judo boy”; creerà anche dei giochi sempre con i personaggi del giornale (tutti rigorosamente disegnati). A metà del 1980 la pubblicazione verrà interrotta.

GIANNI SORU

Annunci

FENOMENI: DA “LA BANDA” A “CARTONI IN TIVU’ ”, RIVISTE PER SOLI…CARTOONS


Di GIANNI SORU

A metà del 1980, viene chiusa la rivista La Banda, cambiando nome si chiamerà CARTONI IN TV, un quattordicinale, sempre di Gianni Eusebio. Pubblicherà le storie di una quarantina di fumetti, molto carine le copertine sempre fatte a mano, cartonate, e le pagine saranno sempre di carta ruvida.

Sarà un giornalino  dedicato ai fumetti, raramente dedicherà qualche servizio ai cartoni animati che dovranno apparire in TV, e  saranno tanti gli eroi giapponesi che compariranno sulle sue pagine: “Astro robot contatto Ypsilon”, “Anna dai capelli rossi”, “Arrivano i Superboys”, “Bia la sfida della magia”, “Capitan Futuro”, “Charlotte”, “Daitarn 3”, “Falco il superbolide”, “Fantaman”, “Gordian”, “Gaiking il robot guerriero”, “Gackeen il robot magnetico”, “God Sigma”, “Grand Prix e il campionissimo”, “Gundam”, “Hurricane Polymar”, “Il grande Mazinga”, “Jeeg robot”, “Judo boy”,  “Kyashan il superman”, “L’ ape Maia”, “La Principessa Zaffiro”, “La spada di King Arthur”, “L’ invincibile robot Trider G 7”, “Le nuove avventure di Pinocchio”, “Jeeg robot”, “Mazinga Z”, “Monkey”, “Peline story”, “Ryù il ragazzo delle caverne”, “Sally la maga”, “Starzinger”, “Tekkaman”, “Toriton”, “Temple e Tam Tam”, “Ufo Diapolon guerriero spaziale”, “Wicky il vichingo”, “Zambot 3”…

Nel 1983 questa rivista cesserà la sua pubblicazione.

GIANNI SORU