“FASHION IN FLORENCE”: A PALAZZO PITTI 100 RARISSIMI SCATTI FOTOGRAFICI RACCONTANO LA MODA A FIRENZE


1936_l836-11

Oggi, 9 gennaio 2017, a Palazzo Pitti, Andito degli Angiolini, è inaugurata la mostra dal titolo “Fashion in Florence through the lens of Archivio Foto Locchi”: 100 rarissimi scatti dagli anni ’30 ai ’70 del Novecento raccontano la storia della moda a Firenze attraverso l’obiettivo dei fotografi della ‘bottega’ Foto Locchi. Il progetto è nato dall’incontro tra l’Archivio Storico Foto Locchi (un patrimonio culturale di valore inestimabile tutelato dal MIBACT che conta oltre cinque milioni di immagini), il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike D. Schmidt, il Centro di Firenze per la Moda Italiana – grazie al quale la mostra sarà inaugurata con un evento durante la 91a edizione di Pitti Immagine Uomo – e la casa editrice Gruppo Editoriale, con l’intento di valorizzare l’importante archivio fotografico e rendere omaggio al legame storico tra la città e la moda.

Eike D. Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi: “Oggi, mentre l’inevitabile astrazione dagli oggetti e spazi concreti nel mondo virtuale conduce a una ricerca senza precedenti di capolavori autentici e posti unici, Firenze ha l’opportunità di rivitalizzare il suo ruolo identitario come fulcro dell’industria tessile e dell’abbigliamento, che fondamentalmente risale al Rinascimento”.

Andrea Cavicchi, presidente del Centro di Firenze per la Moda Italiana: “L’Archivio storico Foto Locchi è la testimonianza più autentica della nascita e dell’affermazione del made in Italy nel mondo. Senza questo patrimonio documentale la città di Firenze sarebbe più povera. E con essa anche l’istituzione che presiedo, il Centro di Firenze per la Moda Italiana, voluto da lungimiranti amministratori pubblici che capirono – già nel 1954 – quanto importanti e vitali potessero essere il tessile-abbigliamento, la pelletteria e la creatività delle nostre produzioni artigianali in termini di lavoro, fatturato e occupazione”.

Erika Ghilardi, Archivio Foto Locchi: “Questa mostra monografica, la prima dell’Archivio storico Foto Locchi, nelle sale dell’antica reggia di Palazzo Pitti, e la sua inaugurazione nell’ambito del 91° Pitti Uomo, è motivo di grande orgoglio e sincera emozione per me e per la mia famiglia. La sezione relativa alla moda è uno tra i temi più presenti e importanti nell’Archivio, patrimonio culturale e visivo comprendente oltre cinque milioni di immagini che raccontano la storia di Firenze dell’ultimo secolo”.

1952_levi_1175

LE TRE SEZIONI DELLA MOSTRA
Le botteghe artigiane: quell’insieme di botteghe dedite all’alto artigianato dal Medioevo, che nel Novecento ha favorito la nascita di alcuni tra i più famosi brand dell’alta moda italiana nel mondo. Già intorno agli anni Venti, il mito dell’artigianato fiorentino era arrivato negli Stati Uniti: le ricche ereditiere americane puntavano a Firenze per fare incetta di lingerie ricamata, argenteria, cuoio lavorato in modo eccellente e cappelli di paglia. Emblematica in tal senso, la scelta di Salvatore Ferragamo che, dopo 13 anni di successi in America, decise di stabilirsi a Firenze, oltre che per la sua bellezza, anche per attingere a quel pozzo di specialità artigiane che da sole potevano consentirgli di raggiungere i suoi obiettivi d’eccellenza.
La moda a Firenze: dai primi eventi dopo la seconda guerra mondiale fino alle leggendarie sfilate nella Sala Bianca di Palazzo Pitti (1952-1982), le origini della moda moderna a Firenze si devono al coraggio di un uomo gentile quanto severo, profondo conoscitore del mercato americano, ovvero a Giovanni Battista Giorgini che a New York si era fatto un nome di tutto rispetto come buyer capace di trasformare i sogni in realtà. Se lui è stato il padre della moda italiana, Firenze in quegli anni fu la culla della bellezza e dello charme, di uno stile nuovo che emanava dall’entourage fiorentino e internazionale formatosi intorno al neonato sistema moda, come raccontano le foto di quei giorni scattate dai reporter della Foto Locchi non solo ai défilé in Sala Bianca, ma anche nei palazzi privati e nei giardini storici dove si susseguivano serate di gala, feste e rendez-vous esclusivi.
I personaggi della moda: le maison fiorentine che hanno dato origine alla storia moderna della moda italiana come Gucci, Salvatore Ferragamo, Emilio Pucci raccontate attraverso i loro fondatori e i personaggi che le hanno rese celebri nel mondo. I deus ex machina delle grandi sartorie italiane che la Sala Bianca ha visto sfilare come Roberto Capucci, Emilio Schuberth, le Sorelle Fontana e Simonetta Colonna di Cesarò. Personaggi che non hanno avuto timore di mettersi in gioco in prima persona a fianco di Giovanni Battista Giorgini e che da Firenze hanno fatto la rivoluzione del moderno costume italiano. Ma anche special guest in volo da Parigi come Christian Dior e Elsa Schiaparelli, volti dell’aristocrazia internazionale tra cui spicca il duca di Windsor e osannate star di Hollywood, da Audrey Hepburn a Paulette Goddard, e la divina Callas.

La consultazione dell’immenso Archivio e delle agende annuali, redatte giorno per giorno dai fotoreporter della bottega Foto Locchi, porta a continue nuove scoperte. Un esempio fra tutti, emerso durante le ricerche condotte per questa mostra, è l’annotazione in data 6 giugno 1948 dove è indicato che quella sera alla Sala Bianca si svolse una “Serata di Gala con presentazione di modelli (rullini 568 e 569 del 1948)”. Un evento “precursore” dunque delle note sfilate tenute regolarmente a Palazzo Pitti dal 22 luglio 1952.

A corredo della mostra è stata realizzata una monografia edita da Gruppo Editoriale in cui sono racchiusi i 100 rari scatti esposti in mostra e arricchita da testi inediti a cura di Caterina Chiarelli, Eva Desiderio e Stefania Ricci, oltre ad un’introduzione di Eike D. Schmidt, Andrea Cavicchi e Erika Ghilardi.

La mostra è realizzata con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Publiacqua, Toscana Aeroporti, e con il sostegno di Dr. Vranjes, Edra, Caffè Gilli dal 1733 Firenze.

Palazzo Pitti, Andito degli Angiolini, Piazza de’ Pitti 1, 50125 Firenze
Dal 10 gennaio al 5 marzo 2017
Da martedì a domenica, ore 8.45-18.50

 

1953_12725

L’ARCHIVIO FOTO LOCCHI
L’Archivio Storico Foto Locchi è tutelato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per il suo alto valore artistico e documentaristico, poiché raccoglie oltre cinque milioni di immagini sulla storia di Firenze e della Toscana dagli anni Trenta ad oggi, conservate sotto forma di negativi originali. Immagini dal mondo della moda, sport, spettacolo, dei grandi fatti di cronaca poi diventati storia, ma anche frammenti che raccontano consuetudini e quotidianità di ieri e di oggi. Le fotografie in bianco e nero dell’Archivio Storico Foto Locchi testimoniano atmosfere ed emozioni dell’attimo, in un susseguirsi straordinario di eventi, suggestioni e visitatori celebri provenienti da tutto il mondo. L’archivio nasce in seno all’attività dell’ antica bottega fotografica Foto Locchi di cui Tullio Locchi e Silvano Corcos sono stati il fondatore e l’anima; poi negli anni la bottega è divenuta fiorente azienda con oltre 30 dipendenti, al cui obiettivo non sfuggiva nessun avvenimento cittadino degno di essere documentato. Negli anni precedenti l’avvento della televisione le tre grandi vetrine in piazza della Repubblica ebbero il ruolo di vera e propria foto-cronaca dell’epoca. Oggi Erika Ghilardi, discendente diretta della famiglia, cura e gestisce quello che può essere considerato un vero e proprio patrimonio dell’umanità.

Annunci

LA PRINCIPESSA E L’ABITO VULCANO: 80 PAGINE, 40 FOTO, UNA FAVOLA MODERNA (0,99 EURO)…CLICCA, SCARICA E SOGNA


the PRINCESS COVER

 

L’eBook “La Principessa , il Fuoco e il Castello”  è disponibile online in diverse librerie (vedi elenco in fondo al post), sempre a soli 0,99 Euro. Creato da Roberto Alborghetti e Mitrani Yarden, presenta una favola moderna con 40 bellissime foto, 80 pagine , uno stile grafico sorprendente che offre un grande spettacolo di arte, moda e bellezza.  La storia è ambientata nella suggestiva Rocca Aldobrandesca – una fortezza del XIII secolo che si trova a Piancastagnaio, sul Monte Amiata ( Siena, Toscana) – con la partecipazione della fotomodella e attrice Ginevra Bertolani. Non perdetevi questo grande evento che sostiene il Progetto “Hopes” ( Arte per rendere il mondo un posto migliore ).E’ pubblicato da Edizioni Marna, con testo in Inglese e in Italiano. Si ringrazia per la collaborazione:  Comune di Piancastagnaio con il sindaco Luigi Vagaggini,  Osa Onlus, Nicola Cirocco, Patrizia Sapri, Natalia Scalacci and Free Style (Makeup and Hairstyle).

Domenica 20 dicembre, alle ore 17, presso il teatro Comunale di Piancastagnaio, avrà luogo la presentazione in prima assoluta, come dono alla cittadinanza, del cortometraggio “La Principessa, il Fuoco e il Castello” realizzato da Roberto Alborghetti e Mitrani Yarden presso la Rocca Aldobrandesca. Si tratta di documento particolare, che presenta il capo di alta moda “Vulcano Amiata”, realizzato sulla base di una fotografia astratta che Roberto Alborghetti aveva scattato ad un vecchio bus inglese custodito a Nottingham.

Come si ricorderà, alla fine dello scorso ottobre, nell’ambito di  “Penne e Video Sconosciuti” promosso da Osa Onlus, era stato proiettato il video girato appunto in Inghilterra, attirando anche la partecipazione di una delegazione inglese.

In quelle stesse giornate è stata prodotta quella che è una vera e propria fiaba moderna, ambientata alla Rocca Aldobrandesca, che fa da suggestivo elemento architettonico alla storia fantastica intitolata “La Principessa, il Fuoco e il Castello”. Il cortometraggio, interpretato da Ginevra Bertolani, con musiche originali di Eylon Malhi, è un suggestivo racconto per immagini che si snoda all’interno dell’antico castello e costituisce, per Piancastagnaio, una ulteriore opportunità per promuovere le bellezze artistiche e storiche del proprio territorio.

Il cortometraggio, come detto, è stato anticipato dall’uscita dell’e-book che presenta, in una narrazione testuale e per immagini, la favola sull’Abito Vulcano, sempre ambientata dentro ed attorno la Rocca Aldobrandesca di Piancastagnaio, del quale ha recentemente parlato anche la prestigiosa rivista americana “Arts & Cultural Strategies” diretta da Renèe LaVerne Rose. L’evento sarà concluso dalla consegna al Sindaco Luigi Vagaggini della nuova edizione della biografia storica illustrata “Francesco” scritta da Roberto Alborghetti per l’Editrice Velar. Si tratta di una monumentale opera editoriale che ricostruisce, con documenti inediti ed una serie di straordinarie immagini, la vita di Papa Francesco, a partire dalle origine italiane della sua famiglia fino ai giorni nostri.

LINKS ALLE LIBRERIE ON LINE:

NINEVA

http://www.nineva.com.tr/marna/alborghetti-roberto-mitrani-yarden/the-princess-the-fire-and-the-castle-9788866700883.htm

 

 

MyBook

https://mybook.is/alborghetti-roberto-mitrani-yarden/the-princess-the-fire-and-the-castle/

 

9 am

http://www.9am.it/sito/Catalog/Language0/Default.aspx?template=ebookDettaglio.html&ck=WRWIORYWPY&F=Codice&V=%279788866700883%27

 

Hoepli

http://www.hoepli.it/ebook/the-princess-the-fire-and-the-castle/9788866700883.html

 

Excalibooks

http://www.excalibooks.com/Ebook/I/Alborghetti_Roberto_Yarden_Mitrani/The_princess_the_fire_and_the_castle/9788866700883

 

Ultimabooks  

http://store.streetlib.com/the-princess-the-fire-and-the-castle

 

Net-ebook – Mediaworld    

http://www.net-ebook.it/ebooks/162985/The-princess-the-fire-and-the-castle.aspx

 

TIM Reading    

http://www.timreading.it/home.php/ebook-the-princess-the-fire-and-the-castle-alborghetti-roberto-mitrani-yarden-marna-9788866700883.html

 

Libreria Universitaria  

http://www.libreriauniversitaria.it/ebook/9788866700883/autore-alborghetti-roberto/the-princess-the-fire-and-the-castle-e-book.htm

 

Sanpaolostore  

http://www.sanpaolostore.it/the-princess-the-fire-and-the-castle-roberto-alborghetti-9788866700883.aspx

 

Ebookstore Unità    

http://ebook.unita.it/catalog/product/view/id/191998/

 

 

 

LA FAVOLA MODERNA DELL’ABITO VULCANO DAL 1° DICEMBRE IN UN SORPRENDENTE E-BOOK DISPONIBILE NELLE LIBRERIE ONLINE


the PRINCESS COVER

 

“La Principessa , il Fuoco e il Castello”  è un fantastico nuovo e-book disponibile dal 1° dicembre 2015 nelle librerie online a soli 0,99 Euro. Creata da Roberto Alborghetti e Mitrani Yarden, l’iniziativa editoriale presenta una favola moderna con 40 bellissime foto, 80 pagine , uno stile grafico sorprendente che offre un grande spettacolo di arte, moda e bellezza ! Un regalo per le prossime feste natalizie e di Capodanno 2016. La storia è ambientata nella suggestiva Rocca Aldobrandesca – una fortezza del XIII secolo che si trova a Piancastagnaio, sul Monte Amiata ( Siena, Toscana) – con la partecipazione della fotomodella e attrice Ginevra Bertolani. Non perdetevi questo grande evento che sostiene il Progetto “Hopes” ( Arte per rendere il mondo un posto migliore ) . Dal 1 ° dicembre 2015, nelle librerie online, a soli 0,99 Euro. Edizioni Marna, con testo in Inglese e in Italiano.

 

ELENCO LIBRERIE ON LINE

NINEVA

http://www.nineva.com.tr/marna/alborghetti-roberto-mitrani-yarden/the-princess-the-fire-and-the-castle-9788866700883.htm

 

 

MyBook

https://mybook.is/alborghetti-roberto-mitrani-yarden/the-princess-the-fire-and-the-castle/

 

9 am

http://www.9am.it/sito/Catalog/Language0/Default.aspx?template=ebookDettaglio.html&ck=WRWIORYWPY&F=Codice&V=%279788866700883%27

 

Hoepli

http://www.hoepli.it/ebook/the-princess-the-fire-and-the-castle/9788866700883.html

 

Excalibooks

http://www.excalibooks.com/Ebook/I/Alborghetti_Roberto_Yarden_Mitrani/The_princess_the_fire_and_the_castle/9788866700883

 

Ultimabooks  

http://store.streetlib.com/the-princess-the-fire-and-the-castle

 

Net-ebook – Mediaworld    

http://www.net-ebook.it/ebooks/162985/The-princess-the-fire-and-the-castle.aspx

 

TIM Reading    

http://www.timreading.it/home.php/ebook-the-princess-the-fire-and-the-castle-alborghetti-roberto-mitrani-yarden-marna-9788866700883.html

 

Libreria Universitaria  

http://www.libreriauniversitaria.it/ebook/9788866700883/autore-alborghetti-roberto/the-princess-the-fire-and-the-castle-e-book.htm

 

Sanpaolostore  

http://www.sanpaolostore.it/the-princess-the-fire-and-the-castle-roberto-alborghetti-9788866700883.aspx

 

Ebookstore Unità    

http://ebook.unita.it/catalog/product/view/id/191998/

 

*

L’Abito Vulcano è stato  presentato per la prima volta in Toscana (Monte Amiata, Piancastagnaio, Siena) il 25 ottobre, durante gli eventi per la prima italiana di “The Ghost Bus” cortometraggio prodotto da Roberto Alborghetti con Bartons PLC e ACT Group (Nottingham, Regno Unito). L’abito è un capo di alta moda, basato sull’immagine originale che Roberto Alborghetti (Lacer/ azioni) ha realizzato  per il progetto “The Ghost Bus”. Infatti, lo “scatto” fotografico, preso dalla superficie arrugginita e polverosa di un vecchio autobus abbandonato,  è stato magnificamente stampato e modellato sul tessuto lavorato poi in un abito.

La creazione di alta moda, insieme al cortometraggio del “Ghost Bus” sono stati presentati nell’ambito della 17a edizione di “Penne e Video Sconosciuti”, organizzata da Osa Onlus con il Comune di Piancastagnaio. Nel corso delle giornate sono state realizzate le riprese fotografiche e video, a cura di Roberto Alborghetti e Mitrani Yarden, con la partecipazione della modella Ginevra Bertolani, dell’Agenzia Casting di Firenze, e con la collaborazione (hair style e make up) di Natalia Scalacci ( Free Style, Abbadia San Salvatore, Siena). Il video dell’Abito Vulcano conterrà la colonna sonora musicata e composta da Eylon Malhi, musicista di Tel Aviv (Istraele).

Le riprese sono avvenute nella suggestiva Rocca Aldobrandesca, sempre a Piancastagnaio, dove era in corso una bellissima mostra dello scultore Paolo Borghi. Grande l’interesse del pubblico, tra cui anche oltre 500 studenti che hanno partecipato agli incontri coordinati da Roberto Alborghetti. Presente anche una delegazione dal Regno Unito, guidata dalla signora Marysia Zipser (ACT Group), che ha prospettato l’ipotesi di una collaborazione stabile tra i territori dell’Amiata (celebri anche per un’antica scultura che presenta un arciere) e la terra di Robin Hood, arciere di Nottingham.

Un evento davvero riuscito, per il quale è d’obbligo un “grazie” per la collaborazione al Comune di Piancastagnaio, al Sindaco Luigi Vagaggini, al consigliere comunale Samuele Bechini, a Nicola Cirocco (Osa Onlus), alla docente Patrizia Sapri, a Marysia Zipser (ACT Group, Beeston), all’Agenzia Re Ratchis, al Gruppo folk guidato da Gianmarco Nucciotti e ai rappresentanti del Palio delle Contrade.

DALL’AUTOBUS FANTASMA ALL’ABITO “VULCANO”: SUL MONTE AMIATA EVENTI DI ARTE, MODA, DESIGN E COMUNICAZIONE


IL

IL “VOLCANO DRESS”, IL CAPO DI ALTA MODA CHE MITRANI YARDEN HA REALIZZATO CON IL DESIGN BASATO SU UNA IMMAGINE ASTRATTA CATTURATA DA ROBERTO ALBORGHETTI ATTORNO AL “GHOST BUS”.

 

Un capo di alta moda dedicato al “Vulcano Amiata”, un cortometraggio di arte visuale costruito attorno ad un vecchio autobus inglese degli anni ’50 ed una serie di eventi che, nella prossima settimana, vedranno anche la presenza di una delegazione proveniente da Nottingham.  C’è viva attesa nelle località amiatine per le iniziative di “Penne e Video Sconosciuti 2015” dedicate al progetto “The Ghost Bus” (L’Autobus Fantasma), un’attività di ricerca visuale che  Roberto Alborghetti (giornalista, scrittore, artista visuale e cittadino onorario di Piancastagnaio) ha prodotto nel Regno Unito in collaborazione con Bartons Plc e Act Group.

 

Dopo il successo degli  eventi speciali del marzo 2015 a Nottingham (Regno Unito), ecco in Italia la “prima” del cortometraggio “The Ghost Bus” che Alborghetti ha creato sulla base di centinaia di fotografie  astratte scattate attorno ad un vetusto e accidentato bus inglese custodito presso un deposito di auto d’epoca. Il filmato – della durata di 14 minuti – è un singolare documento visuale e musicale che porta lo spettatore dentro la dimensione ed il senso della ricerca visuale di Alborghetti, che da anni raccoglie in giro per il mondo immagini realistiche della decomposizione dei manifesti pubblicitari, crepe e graffi naturali, corrosioni di superfici che fanno parte dell’ambiente urbano ed industriale.   

Una di queste immagini astratte ha poi fornito la base per la creazione del “Volcano Dress”, capo di alta moda ideato dal fashion designer Mitrani Yarden, artista originario di Tel Aviv, ora residente a Firenze dopo avere lavorato presso importanti case di moda parigine (da Chanel a Vivienne Westwood).

Per la realizzazione dell’abito, Yarden ha impiegato sei metri di pregiato tessuto in crèpe, producendo un disegno dai colori suggestivi (la gamma allinea ben venti tonalità), modellando una forma dagli ampi volumi, che si pone tra il classico e il futuristico, caratterizzata dall’incontro tra linee simmetriche e asimmetriche. L’abito – un vero e proprio omaggio al Monte Amiata e alla terra di Siena – vuole anche essere un messaggio che invita alla salvaguardia delle bellezze naturali e al rispetto dell’ambiente. E’ anche accompagnato da una sorta di “sinfonia” (“Amore #1”) scritta ed eseguita dal musicista e compositore israeliano Eylon Malhi.

Guarda il video: 

Anche l’abito “Vulcano” sarà presentato in anteprima mondiale nell’ambito dell’edizione 2015 di “Penne e Video Sconosciuti” promossa da OSA Onlus e dal Comune di Piancastagnaio (Siena). Nel corso degli eventi – che si svolgeranno da sabato 24 a martedi 27 ottobre – sarà presente anche una delegazione proveniente dal Regno Unito. Formato da operatori della comunicazione, fotografi e addetti culturali, il gruppo sarà guidato da Marysia Zipser, fondatrice di Act Group, partecipante al progetto “The Ghost Bus”. E’ in programma un giro turistico attraverso le principali città della Toscana anche per verificare possibilità ed ipotesi di cooperazione tra la terra di Robin Hood ed i territori dell’Amiata. 

LA ROCCA ALDOBRANDESCA DI PIANCASTAGNAIO, MONTE AMIATA, SIENA.

LA ROCCA ALDOBRANDESCA DI PIANCASTAGNAIO, MONTE AMIATA, SIENA.

Il programma degli eventi principali:

Piancastagnaio, Teatro Comunale

Domenica 25 ottobre 2015

Ore 10.30 Saluto di Luigi Vagaggini Sindaco di Piancastagnaio; intervento di Marysia Zipser, Presidente e Fondatrice di ACT (Art, Culture, Tourism) Group, Beeston-Nottingham (Regno Unito); illustrazione dell’ipotesi di collaborazione e gemellaggio tra Nottingham e l’Amiata.

Ore 11.00 Prima nazionale italiana del cortometraggio “THE GHOST BUS (l’Autobus Fantasma)” presentato con successo a Nottingham da Roberto Alborghetti (cittadino onorario di Piancastagnaio).

Ore 11.45 Presentazione in prima mondiale dell’abito di alta moda “Vulcano” ispirato alle immagini del video “The Ghost Bus”. Il capo di haute couture è stato creato dallo stilista internazionale Mitrani Yarden, originario di Tel Aviv, come omaggio alla terra dell’Amiata. L’attrice Silvia Mazzieri, protagonista delle serie televisive RAI “Braccialetti Rossi” e “Provaci ancora prof”, è stata invitata ad indossarlo.

Ore 12.15 Presentazione dell’Emeroteca on-line del Giornalismo Scolastico

Saranno presenti gli Sbandieratori e i Figuranti delle contrade Borgo, Castello, Coro, Voltaia; Concerto folk con Giammarco Nucciotti.

Gli eventi continueranno lunedì 26 e martedi 27 ottobre con “Penne e Video Sconosciuti”, l’iniziativa di OSA Onlus che richiamerà sull’Amiata rappresentanze scolastiche da tutta Italia. Da segnalare, alle ore 10 di lunedi 26 ottobre, il “Forum” per gli studenti sul tema della bellezza, della moda e del design con la partecipazione di Mitrani Yarden, che parlerà e dialogherà con gli studenti sulla sua esperienza nel campo della moda internazionale.

Per informazioni:

OSA ONLUS

osaonlus@virgilio.it – cironic@alice.it

tel. 329 4740282 – tel. 338 3120422

www.osaonlus.it

 

INFO SU WEB

 

ROBERTO ALBORGHETTI

https://robertoalborghetti.wordpress.com/about/

 

MITRANI YARDEN

www.mitraniyarden.com

 

BARTON PLC

 http://www.bartonsplc.co.uk/

 

ABOUT ACT GROUP

http://www.a-c-tgroup.com/ 

 

 

(SIAMO) FATTI PER ESSERE VISTI:UN CLIP PER RACCONTARE MITRANI YARDEN, FASHION DESIGNER E ARTISTA DI TALENTO


*

Questo è il videoclip che ho creato per Mitrani Yarden, giovane stilista di talento e artista, originario di Tel Aviv, con esperienze di studio e di lavoro in Francia, ora residente a Firenze, che trova una città splendida e creativa. Per realizzare il video, mi sono ispirato all’unicità delle sue creazioni e al suo modo di abbinare i colori e le forme, e al suo coraggio di sperimentare nuovi tessuti, materiali e soluzioni. La sua arte nasce dalle strade, dalle città, dal cuore e della mente. Libertà, armonia e personalità individuale sono le 3 parole che rappresentano il modo (ed il mondo) di vita di Yarden.

Per realizzare questo videoclip ho iniziato a lavorare intorno a queste sue 3 parole, lasciandomi ispirare dalle sue singolari creazioni (abiti, schizzi, disegni, fotografie). Poi ho cercato di tradurre il senso e lo spirito della sua arte in alcune frasi, come si può vedere nella clip: “Metti una corazza sui tuoi sogni / Rivestiti di libertà / Nessun dardo ti colpirà / (siamo) FATTI PER ESSERE VISTI”.

Per la colonna sonora ho scelto un frammento da un grande pezzo di Audiomachine (“Red Sorrow”) … Per favore, ascoltate i tamburi epici (che sembrano svegliare il mondo … e le coscienze un po’ sopite).

Sì, siamo fatti per essere visti: credo che questo sia un concetto di base della mutua relazione umana. In realtà, non siamo in-visibili. Perché la in-visibilità è il modo più doloroso per cadere nell’area della dis-umanità … Il design, l’arte e la moda di Mitrani Yarden ci dicono questo messaggio forte.

Mitrani Yarden così afferma: “Le mie creazioni vogliono avere un carattere  cosmico e poliedrico. Un’infinità multiculturale nella realtà. Punto a creare un meltinpot, unico, diverso, ricco, terreno e moderno, fatto di equilibrio, eleganza, una  silhouette sofisticata per offrire alle persone abiti dall’armonia piena e perfetta, valorizzando la loro personalità e il loro carattere. Dare loro la possibilità di esprimersi in modo perfetto, comunicando se stesse agli altri in modo diretto, in ogni momento “.

Sì, perché appunto (siamo) fatti per essere visti …

Il fashion design di Mitrani Yarden contiene una grande varietà di dettagli, materiali, elementi contrastanti: natura, contemporaneità, culture, tradizione e modernità, contraddizione tra non-costruito e futuristico, tra romantico e  eleganza, tra avant-garde e libertà.

Mitrani Yarden sarà tra gli ospiti, sull’Amiata, del forum degli studenti nella prossima edizione di “Penne e Video Sconosciuti” di Osa Onlus. Sarà interessante ascoltare la sua storia e, per i giovani cronisti, intervistarlo (25-26 Ottobre). Un appuntamento da non perdere!

Il suo sito ufficiale: http://www.mitraniyarden.com/

ROBERTO ALBORGHETTI

MITRANI YARDEN

MITRANI YARDEN

 

LE IMMAGINI DEI MANIFESTI PUBBLICITARI DETURPATI SONO ORA IL DESIGN PER SPECIALI SCIARPE DI SETA IN EDIZIONE LIMITATA


*

Questo è un videoclip dedicato alle speciali sciarpe di seta il cui design proviene dalle immagini, di manifesti pubblicitari decomposti e strappati. Sono state  realizzate da Roberto Alborghetti per il suo progetto “Lacer/azioni”. Le sciarpe, in edizione limitata, sono in vendita on line presso “LA BOTTEGA DI OSCAR / BOUTIQUE OSCAR’S” (alle pagine eBay).

Caratterizzate da un design unico ed irripetibile, sono state create con la collaborazione di Bruno Boggia (che ha lavorato con gli stilisti di moda più importanti del mondo). Le sciarpe di seta stanno ottenendo una grande attenzione negli USA per il loro design innovativo, decisamente “in avanti” rispetto all’attuale produzione, basata su sistemi tradizionali. Per info: ro.alb @ alice.it